RECENSIONE #358 – NON E’ TE CHE ASPETTAVO DI FABIEN TOULME’.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Un altro libro che ho letto alla fine dell’anno è stato questo. Sono davvero felice di averlo letto e di parlarvene perchè è stata davvero una lettura soddisfacente sotto molti aspetti. Spero decidiate di prenderlo in considerazione perchè è davvero ben fatto. A voi:

517unka1wilTitolo: Non è te che aspettavo
Autore: Fabien Toulmè
Traduzione di Francesco Savino
Casa editrice: Bao Publishing
Pagine: 246  
Prezzo: 20,00 €

Link d’acquisto: https://amzn.to/39ItxHM

TramaPrivio del buonismo più smielato, Non è te che aspettavo è la sincera autobiografia di un padre che non ha avuto la “figlia che si aspettava”, raccontando senza vergogna tutte le difficoltà affrontate prima di accettarla come membro effettivo della sua famiglia. La narrazione semplice lo rende anche un fumetto scorrevole da leggere: una narrazione semplice per la vita di un padre comune.

RECENSIONE

La storia che Fabien ci porta con i suoi disegni, è la biografia di un padre che aspetta la seconda figlia e tutte le paure relative al caso, oltre al fatto di ricevere quella che lui non si aspettava. Si, perchè Julia è trisomica, ovvero, ha la sindrome Down. Oltre ad essere un motivo di paura che lo accompagna nel lungo percorso della gravidanza in cui spera di avere una figlia “sana” e tutto sembra presagire che tutto sia così, semplicemente perfetto. Fino a che Fabien non vede Julia per la prima volta. E li, i suoi dubbi diventano realtà e la strada pericolosamente dolorosa per i due genitori.

Riuscirà Fabien ad accettare sua figlia? Cosa porterà Julia nelle loro vite? Fabien porterà avanti il cambiamento verso se stesso, lasciando andare tutte le paranoie e il dolore, amando finalmente sua figlia così com’è?

Immagine correlata

La trama del volume è semplice. Non sapevo fosse un’autobiografia finché non ho visto che alla fine del volume c’erano le foto dell’autore con sua figlia Julia. E’ un mio vizio, nelle Graphic Novel non leggo quasi mai la trama per non spoilerarmi o per non sapere troppo della storia in questione e mi lascio guidare da titolo e copertina. Una storia che mi ha colpito fin da subito e di cui sono rimasta davvero soddisfatta. Una bella lettura, seppur difficile.

La copertina del volume è davvero meravigliosa e rende molto ciò che il titolo intende comunicare. Il colore della copertina rappresenta una delle colorazioni che viene utilizzata all’interno del libro, in special modo quando il protagonista è più tranquillo o comunque non è in una fase particolarmente negativa. Amo molto l’accostamento titolo e copertina, davvero unici. Il titolo, visto a primo acchito, per chi non ha letto la trama può sembrare che parli dell’arrivo del primo figlio, infatti era ciò che credevo anche io se devo dirlo in tutta franchezza. Purtroppo non leggendo quasi mai le trame ( delle Graphic Novel ancora meno che dei libri, visto che sono brevi e a volte dicono anche troppo) mi sono lasciata trasportare dal titolo e dalla copertina. Devo dire che assieme sono un connubio perfetto, solo che non parlano della prima figlia perchè Fabien ha già una figlia, ma della secondogenita e della sua esperienza visto che è nata con la sindrome Down.

L’ambientazione varia sempre molto all’interno del volume. La storia ha inizio in Brasile, si sposta in Francia e si muove fra le varie regioni francesi fino a spostarsi nuovamente. Fabien non è un e l’epoca sembra essere abbastanza moderna, sarà di qualche anno fa vista la nascita di Julia, la figlia di Fabien, che racconta la sua esperienza in merito alla nascita della sua secondogenita.Risultati immagini per Non è te che aspettavo Autore: Fabien Toulmè

I personaggi di questo volume non sono moltissimi. Avremo sicuramente modo di conoscere bene e nel dettaglio l’autore e le sue paure più profonde, conoscerlo nell’intimità e nel sentirsi un genitore sia per quanto riguarda la prima figlia che per la seconda.

La paura principale di Fabien è quella di avere una figlia che abbia qualche tipo di patologia. Fin da bambino ha sempre avuto timore dei ragazzi con la sindrome Down e, dopo varie visite di sua moglie, il giovane autore ha paura che la figlia possa essere nata trisomica. E’ proprio quando i suoi dubbi saranno fondati che tutto crolla sulle sue spalle come un macigno. Tutto diventa difficile

Risultati immagini per Non è te che aspettavo Autore: Fabien Toulmè

Il perno centrale di questo libro, è la sindrome Down di Julia e le paure che ha suo padre. In queste pagine scoprirete le paure del secondo figlio, l’ansia che questo non sia come ci si aspetta, la paura della sindrome Down, la rabbia, la tristezza e il dolore. 

Lo stile dell’autore è semplice, scoprirete tutto leggendo il libro nel dettaglio. Una storia difficile, che pone Fabien autore di questo volume sotto i riflettori. Infatti lui si spoglia di ogni minima cosa e si mette a nudo di fronte ad ogni difficoltà.

La grafica è particolare, non mi ha fatto particolarmente impazzire ed è difficile in alcuni momenti distinguere la vera e propria differenza fra un ragazzo con la sindrome Down da uno che non ce l’ha. Ci sono solo alcuni tratti che lasciano presagire la cosa, come la rotondità del volto o il fatto che sia allungato, il naso fatto in maniera diversa. Dal viso, qualcosa si riesce a contraddistinguere, stessa cosa che capita poi anche nella quotidianità, non solo nel fumetto. 

Cosa che sicuramente contraddistingue questo fumetto dai precedenti, oltre al fatto che è una vera e propria autobiografia dell’autore sulla sua esperienza con sua figlia con la sindrome Down, è il fatto che i disegni non hanno mai un colore omogeneo e delineato. La storia procede a colori in base ai sentimenti che muovono l’autore e le difficoltà che esso incontra. Ci sono periodi in cui c’è malinconia e quindi viene utilizzato il blu, ci sono momenti dediti alla tristezza o in cui c’è rassegnazione, dolore, distacco. Tutti questi sono rappresentati da un colore. C’è un momento in cui le pagine sono completamente blu, altre in cui sono verdi, altre rosse o arancioni. Tutto questo dipende dalle emozioni provate dal giovane protagonista e padre di Julia.

Nonostante avere un figlio sia una benedizione, Fabien mette in campo persino il distacco per sua figlia ed il fatto che per lei non riesce a provare niente, non riesce neppure a sentirla come sua figlia. Se vista così può sembrare una cosa completamente disarmante e orribile anche solo da pensare masi parla solo per esperienza, per cui posso dire che è una storia di un padre ce si trova di fronte ad una cosa inaspettata e che non sa come gestirla. Aveva paura che potesse succedergli e gli è successo cogliendolo completamente alla sprovvista.

Ho apprezzato molto tutto ciò che viene dopo l’accettazione di Julia, il fatto che venga mostrato anche come la gente è ignorante e dica cose senza alcun senso logico o il solo fatto di mostrare il comportamento di chi si trova di fronte ad una famiglia con un ragazzo o una ragazza con problemi o con differenze rispetto al normale.

Immagine correlata

Il libro è stata una vera e propria scoperta. Mi trovo a voler consigliare questo libro a tutti gli amanti delle Graphic Novel ma anche agli amanti delle autobiografie e delle storie davvero, davvero belle. Una storia unica, che amerete.

Fabien Toulmé è un autore che arriva dritto al cuore e si insedia all’interno per via delle sue paure. Nonostante non sia riuscita a sentirmi pienamente connessa a lui ho trovato una dolce affinità con sua moglie e le sue piccole. Una storia che entra nel cuore e s

Il mio voto per questo libro è di: 4 balene e mezzo.

quattro e mezzo


Vuoi acquistare Non è te che aspettavo e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Non è te che aspettavo o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!

Che ne pensate allora? Pensate possa fare per voi? Io, nel frattempo, vi aspetto!
A presto,

Sara ©

RECENSIONE GENERALE #283 – 4 CLASSICI a FUMETTI del BATTELLO A VAPORE: IL MERAVIGLIOSO MAGO DI OZ, IL GIARDINO SEGRETO, BLACK BEAUTY E IL GIRO DEL MONDO IN 80 GIORNI.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Finalmente vi porto questi quattro piccoli gioielli della Battello a Vapore, collana della Piemme Edizioni, che spero possano incuriosirvi. Ho ricevuto questi piccoli e bei volumi alla fiera di Bologna e ringrazio ancora molto la casa editrice per questo. Ve ne parlerò molto generalmente perchè sono dei grandi classici che – spero – conosciate bene. Per chi non dovesse conoscerli non è mai troppo tardi per conoscere una bella storia. In particolar modo ai giovani che possono avvicinarsi alla lettura di queste storie con leggerezza ma con tanto divertimento e bellezza. Ve li introduco e ve ne parlo:

Risultati immagini per I CLASSICI A FUMETTI IL GIRO DEL MONDO IN 80 GIORNI IL BATTELLO A VAPORETitolo: Il giro del mondo in 80 giorni
Autore: Jules Verne
Illustratore: Giopota
Prezzo: 10,00 euro
Link d’acquisto: https://amzn.to/2WSskpM
TramaPassepartout è il nuovo maggiordomo del londinese Phileas Fogg, ma fa appena in tempo ad arrivare nel nuovo posto di lavoro che deve prepararsi a ripartire. Il signor Fogg infatti ha fatto una scommessa con i gentiluomini del club che frequenta quotidianamente: gli spetteranno ventimila sterline se, grazie ai nuovi veloci mezzi di trasporto, riuscirà a tornare di nuovo a Londra in 80 giorni, facendo il giro del mondo! Grandi storie a fumetti per piccoli lettori. Età di lettura: da 8 anni.


Titolo: Black Beauty
Autore: Anna Sewell
Illustratore: Donata Pizzato
Prezzo: 10,00 euro
Link d’acquisto: https://amzn.to/2uOS8aB
TramaBlack Beauty è un bellissimo puledro nero che nasce in una fattoria della campagna inglese. È a partire da questi suoi giorni spensierati, passati al fianco della madre, che Black Beauty inizia a raccontare la sua storia, che lo porterà a guidare carrozze per le strade trafficate di Londra, a sfidare incendi e a subire molte angherie per mano dell’uomo. Ma sarà sempre per mano dell’uomo che Black Beauty vivrà la gioia dell’amicizia e della libertà. Grandi storie a fumetti per piccoli lettori. Età di lettura: da 8 anni.


Titolo: Il meraviglioso mago di Oz
Autore: L. Frank Baun
Illustratore: Agnese Innocente
Prezzo: 10,00 euro
Link d’acquisto: https://amzn.to/2VsxtEN
Trama: Dorothy vive in una fattoria in Kansas con gli zii e l’amato cagnolino Toto. Un giorno un tornado solleva la sua casetta e la trasporta in cielo per poi farla ricadere nel paese sconosciuto di Oz. Dorothy vuole tornare a casa, ma per riuscirci deve andare a chiedere aiuto al mago di Oz. Lungo il sentiero di ciottoli gialli Dorothy incontra nuovi amici che desiderano accompagnarla: uno spaventapasseri, un uomo di latta e un leone… Grandi storie a fumetti per piccoli lettori. Età di lettura: da 8 anni.


Titolo: Il giardino Segreto
Autore: B. Barnett
Illustratore: Fabio Pia Mancini
Prezzo: 10,00 euro
Link d’acquisto: https://amzn.to/2Vw3pZ8
Trama: Mary è appena arrivata dall’India nella brughiera inglese, è senza genitori e non conosce nessuno. Non è strano quindi che sia scorbutica e imbronciata: si annoia e non ha nulla da fare. È così che, anche se fa freddo e minaccia sempre pioggia, Mary comincia a esplorare i giardini che circondano la grande casa in cui vive. Fino a quando scopre un muro e una piccola porticina, chiusa a chiave… Grandi storie a fumetti per piccoli lettori. Età di lettura: da 8 anni.


RECENSIONE GENERALE

Quattro grandi classici che si trasformano in quattro piccoli gioielli da vedere e toccare con mano. Conoscerete quasi sicuramente queste storie grandiose e avvincenti: Il meraviglioso mago di Oz, Il giardino Segreto, Black Beauty e Il giro del mondo in ottanta giorni. Sono dei libri davvero meravigliosi, sia nelle loro storie principali come immagino sappiate già, sia in questa loro versione ed edizione in cui sono tutti davvero carinissime.

Personalmente di questi grandi classici avevo letto soltanto il giardino segreto, Il Giro del mondo in ottanta giorni non mi ha mai tentato la storia in generale,  Il Meraviglioso mago di Oz  ho visto i film mentre per quanto riguarda Black Beauty non lo conoscevo e sono felice di aver avuto modo di venirne a conoscenza perchè è davvero adorabile.

I piccoli libricini sono delle vere e proprie opere d’arte. Sono stati disegnati da quattro diversi illustratori e sono davvero incredibili, fatti ognuno con uno stile diverso come potete anche notare dalla copertina e sono davvero adatti ad un pubblico di più piccini. 

Ho adorato in particolar modo lo stile di Donatella Pizzato che trasforma e rende Black Beauty e tutti i cavalli in maniera egregia e fiera. Infatti ho adorato la struttura fisica degli animali e la maestosità che ha donato loro in questa storia.

Per quanto riguarda Il meraviglioso Mago di Oz ho trovato adorabili i personaggi, costruiti in maniera semplice ma meravigliosa. Avrei voluto abbracciarli tutti perchè sembravano dei piccoli peluche “dolciosi”. Agnese Innocente rende la lettura leggera e stravagante proprio come Oz stesso si presenta.

Particolare è lo stile del giovane Fabio Pia Mancini che trasforma Il Giardino Segreto in maniera particolare giocando con colori chiari, pastello, trasformando le tonalità di colore per ogni stagione che passa nel corso della storia. I suoi tratti particolari si distinguono e rendono la storia autentica e veramente dolcissima. 

Lo stile di Giopota per Il giro del mondo in Ottanta giorni non mi è nuovo perchè ho notato per via di un suo libro pubblicato per la Bao che vorrei leggere prima o poi. Ha uno stile particolare ma molto bello ed ha reso il tutto molto interessante anche attraverso il viaggio nei vari paesi, utilizzando dei colori forti ma che si intonavano bene all’interno della storia.

Tutti i libri in questione sono delle vere perle e sono adorabili, adatti a ragazzi e giovani lettori che vogliono scoprire delle opere classiche in maniera leggera e divertente. Spero che tanti lettori decidano di prendere in considerazione questi libricini perchè meritano davvero tanto.

La Battello a Vapore non si smentisce mai ed accompagna i più piccoli da diverse generazioni e non delude. Questi Classici a Fumetti come tante altre bellissime letture vi attendono in libreria e spero che voi possiate prenderle in considerazione per voi, un figlio, un fratellino o una sorellina più piccoli o chiunque vogliate per imparare a crescere nella lettura di queste opere.

Ringrazio la casa editrice per le copie omaggio

Cosa ve ne pare di questi bei gioielli? Spero possiate apprezzare la bellezza e il lavoro di questi artisti su degli intramontabili classici.

A presto,

Sara ©

INEDITO: “SHEETS DI BRENNA THUMMLER”.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE!

Oggi voglio consigliarvi in inglese questa uscita per Diamond Books. Una Graphic Novel che leggerò a breve e che spero vivamente mi piaccia. Ve ne parlerò in inglese ed uscirà il 28 di agosto, come inedito ma potete sempre usare il traduttore nella barra di lato se avete difficoltà.
Ecco qui che ve ne parlo:
AVAILABLE AUGUST 28, 2018
Marjorie Glatt Feels Like a Ghost…
 
A practical thirteen-year-old in charge of the family laundry business, Marjorie’s daily routine features unforgiving customers, unbearable P.E. classes, and the fastidious Mr. Saubertuck who is committed to destroying everything she’s worked for.

Wendell is a ghost. A boy who lost his life much too young, his daily routine features ineffective death therapy, a sheet-dependent identity, and a dangerous need to seek purpose in the forbidden human world.

When their worlds collide, Marjorie is confronted by unexplainable disasters as Wendell transforms Glatt’s Laundry into his midnight playground, appearing as a mere sheet during the day. While Wendell attempts to create a new afterlife for himself, he unknowingly sabotages the life that Marjorie is struggling to maintain.

Written and illustrated by Brenna Thummler, Sheets portrays the determination of a young girl to fight, even when all parts of her world seem to be conspiring against her. It proves that second chances are possible whether life feels over or life is over. But above all, it is a story of the forgiveness and unlikely friendship that can only transpire inside a haunted laundromat.

Sheets will be available August 28, 2018. For more information on how to buy this title, please contact your DBD Sales Representative or send an email to our DBD Customer Service Representative Sophia Moreno here.

Brenna Thummler will be attending BookExpo and BookCon 2018 in New York City where she will be signing advanced copies of Sheets at the Lion Forge booth located at Booth #1802a. To preview her graphic novel, see below.

     PREVIEW HERE     
SHEETS
Published by: Lion Forge

Written by: Brenna Thummler

Illustrated byBrenna Thummler

ISBN: 9781941302675

Price: $12.99

Format: Softcover, 240 pages, Color

Age Rating: Ages 9 and up

Release Date: 08/28/2018


Cosa ve ne pare? Io lo trovo davvero molto carino! Vi aspetto come sempre.

A presto,
Sara ©

RECENSIONE SERIE TV – ERASED SU NETFLIX.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE!

Oggi porto con me una nuova recensione di una serie che ho visto diverse settimane fa su Netflix. E’ un adattamento del manga Erased (僕だけがいない街 Boku dake ga inai machi, lett. “La città in cui io non ci sono”) è un manga scritto e disegnato da Kei Sanbe. Una storia di cui vi parlerò fra poco:

18b4dc2fd7220d35cb93b58f462de98aa42e907f

Nome serie: Erased

Puntate: 11

Stagioni: 1

Dove potete trovarla: Netflix

TramaSatoru Fujinuma è un 29enne mangaka fallito, che non riesce ad esprimere la sua arte come vorrebbe e intanto lavora come fattorino per la consegna a domicilio di una pizzeria di Tokyo. In passato, a seguito ad un misterioso accadimento, ha ottenuto il talento soprannaturale di vedere in flash i momenti precedenti alla morte delle persone, cerca quindi di evitare tali morti ove possibile. Tuttavia un grave accadimento sconvolgerà la sua vita, Satoru dovrà discolparsi di un grave delitto, che non ha commesso. Sarà sbalzato indietro nel tempo, alle elementari, quando nella sua città d’origine (in Hokkaido) imperversava un pedofilo serial killer… è tutto collegato? La suspense sarà al centro dell’intrigo…

TRAILER (CON SOTTOTITOLI IN INGLESE)

TRAILER (CON SOTTOTITOLI ITALIANO)

https://www.netflix.com/it/title/80173711


RECENSIONE

Risultati immagini per gif erased netflix

Satoru e Airi

Il tutto ha inizio in un pomeriggio come tanti altri. Satoru Fujinuma dopo essere stato rifiutato come tante altre volte per i suoi lavori di manga, definiti senza emozione e sentimento, è al lavoro con la sua giovane collega Airi, giovane ragazza esagitata che cerca di mettersi un po’ di soldi da parte per coltivare le sue passioni. Entrambi fanno consegne di pizza e rispettivamente hanno una consegna ognuno. E’ lì, mentre è in moto e riparte da un semaforo all’incrocio che Satoru viene rispedito indietro di un minuto, di nuovo al semaforo. Sa già cosa sta accadendo, è un particolare fenomeno che lui stesso ha soprannominato Revival che gli consente di cercare la causa di un pericolo imminente e di cercare di fermarla in modo che non accada. E’ lì che lui salverà un piccolo bambino dall’essere investito da un camion, il cui uomo alla guida si era sentito male. Dopo vari eventi che accadono, Satoru torna a casa e sua madre gli riporterà alla mente gli episodi di rapimento alle elementari e dell’uomo che era stato accusato per questo: Jun Shiratori, detto Yuuki. La bambina, tra quelle rapite, fu Kayo Hinazuki. E’ da qui che la vita di Satoru finisce in un tripudio di eventi che lo riporteranno in un Revival più grande che lo riporterà alle elementari per far si che lui salvi i bambini dal rapimento.

Il rapitore è ancora a piede libero, ma chi sarà il colpevole?

Satoru finirà in un vortice di emozioni, avvenimenti e sensazioni che lo cambieranno e che saranno davvero determinanti per la storia generale.

Ho paura all’idea di guardare dentro di me…

Satoru

Risultati immagini per gif erased netflix

Satoru (alle elementari)

Il protagonista di questa storia, al centro di tutto è Satoru e devo ammettere che entrambi gli attori, sia colui che interpreta Satoru 29enne che il bambino delle elementari hanno reso credibile il personaggio. Satoru è un ragazzo intelligente ma non particolarmente sveglio sotto qualche punto di vista. Ama disegnare manga ed ha questa strana capacità, questi Revival che lo rendono speciale ma che allo stesso tempo lo mettono in situazioni pericolose.

La mia preferita all’interno della serie è stata sicuramente Kayo Hinazuki. Una bambina chiusa, fragile, con una situazione famigliare delicata e sempre in solitaria, isolata dai suoi stessi compagni di classe. “Sei stupido?” è la sua frase chiave nei confronti del nostro Satoru ed io l’ho trovata davvero un personaggio ben costruito e davvero meraviglioso sotto tutti i punti di vista. La piccola attrice che interpretava Kayo è stata davvero brava a rendere il personaggio veritiero sotto tutti gli aspetti.

Kenya Kobayashi è uno dei compagni di classe di Satoru delle elementari che ha una parte predominante all’interno di questa storia. Lui è figlio di un avvocato ed ha un forte senso di giustizia. E’ un ragazzo decisamente molto sveglio per la sua età e si rende da subito conto che c’è qualcosa che non va nel comportamento di Satoru. Un personaggio ben fatto, anche se poco credibile sotto il punto del fatto che si rende conto di determinate cose così velocemente.

Risultati immagini per kayo hinazuki netflix

Kayo Hinazuki

Questa serie trasmette un’insieme di emozioni contrastanti per cui non riuscirete a fare a meno di staccare gli occhi dalla visione. Vorreste mangiarvi la serie puntata dopo puntata. La durata delle puntate è abbastanza ragionevole, durano soltanto 30 minuti ma ognuna porta con se tantissimi avvenimenti che in ogni puntata si mescolano e il fiato sarà sospeso sempre più. Le puntate sono in giapponese con i sottotitoli in italiano o potrete decidere di ascoltarla in inglese con eventuali sottotitoli. Non mi è affatto dispiaciuta la visione in giapponese con i sottotitoli perché, dopo aver provato ad ascoltare in inglese, mi sembrava ridicolo e ho preferito la versione audio originale.

Immagine correlata

Kenya Kobayashi

L’unica cosa che non ho apprezzato particolarmente è come è stato preso l’assassino/rapitore in questione. E’ stata poco convincente ma per il resto posso ritenermi davvero soddisfatta

Consiglio a tutti voi di guardare questa serie perchè merita davvero tanto, un thriller fantastico, che ha tratti surreali e unici nel suo genere. I Revival di Satoru sono un punto fondamentale della storia come gli avvenimenti di quando era bambino che lo portano ad affrontare nuove consapevolezze e nuovi modi di vedere la sua vita e quella delle persone che lo circondano. Ad ogni Revival Satoru è sempre più sicuro di se stesso e delle persone che gli vogliono bene e che gli sono vicine. Da sua madre a Kayo ai suoi migliori amici come Kenya Kobayashi.

Una serie thriller sul valore dell’amicizia, sulla forza della verità e sulla consapevolezza di se stessi.

Ps: Questa serie è stata prodotta sulla base del manga Erased di Kei Sanbe che trovate in tutte le fumetterie. Era stato già adattato a cartone animato e questo è il suo secondo adattamento ma formato film.


Cosa ne pensate? Fatemi sapere con un commentino!

A presto,

Sara ©