PROSSIME USCITE PER RIZZOLI, NEWTON COMPTON, DEAGOSTINI, PIEMME, DELRAI, FAZI E SONZOGNO.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Prendete come sempre carta e penna e mettetevi comodi perchè ci sono delle uscite che dovete assolutamente segnarvi. Come sempre suddivise per editore, eccole qui:

RIZZOLI

Titolo: Brianna la secchiona
Autore: Terri Libenson
Genere: Libri per ragazzi
Data di uscita: 11 Settembre 2018
Trama: Brianna è intelligente, seria e responsabile: una studentessa modello. Quanto vorrebbe imparare a lasciarsi andare, fare nuove amicizie e conquistare quel ragazzo che le piace tanto! Izzy invece è una sognatrice: si distrae in continuazione, non pensa ad altro che a inventare storie divertenti, e proprio non ne vuole sapere dello studio e dei compiti. Ma il talent show organizzato dalla scuola potrebbe inaspettatamente cambiare tutto, e far scoprire a Izzy e Brianna che sono molto più vicine di quanto avrebbero mai creduto…

L'amico nascosto di [Marsh, Katherine]Titolo: L’amico nascosto
Autore: Katherine Marsh
Genere: Libri per ragazzi
Data di uscita: 18 Settembre 2018
TramaQuando Ahmed arriva a Bruxelles non sa dove andare; ha quattordici anni ed è solo. Suo padre, con cui è partito dalla Siria per fuggire la guerra, è disperso nel mar Mediterraneo. Ahmed si nasconde perché  non vuole finire in un istituto per minori non accompagnati, e vagando riesce a entrare in una cantina che diventa il suo rifugio. Nella casa sopra di lui vive Max, un ragazzo americano che trascorre un anno a Bruxelles con la sua famiglia. Non è bravo a scuola, non ha nessuna voglia di imparare il francese e il Belgio non gli piace.
Ahmed e Max sono quasi coetanei, ma le loro esperienze non potrebbero essere più diverse. Eppure il loro incontro è l’inizio di una grande avventura, di quelle che solo due veri amici possono affrontare.

Titolo: Figli di Sangue e Ossa
Autore: Tomi Adeyemi
Genere: Fantasy
Data di uscita: 2 ottobre 2018
Trama: Zélie Adebola  ricorda quando il territorio di Orïsha canticchiava con la magia.
I Bruciatori accendevano le fiamme, le Correnti seguivano le onde e la Mietitrice, la madra di Zélie, convoncava le anime. 
Ma tutto è cambiato la notte in cui la magia è sparita. Per ordine di un re spietato i maji sono stati uccisi, lasciando Zélie senza una madre e la sua gente senza speranza. Ora Zélie ha una sola possibilità di riportare la magia e colpire la monarchia.
Con l’aiuto di una principessa ribelle, Zélie deve raggirare il principe sovrano e poi riuscire a fuggire, il quale è ben determinato ad  eliminare la magia per sempre.
Il pericolo è in agguato ad  Orïsha, dove spiriti vendicativi attendono nelle acque.
Eppure il più grande pericolo potrebbe essere la stessa Zélie mentre lotta per controllare i suoi poteri e i suoi sentimenti sempre più crescenti per un nemico.

FAZI

RECENSIONE: Cambio di rotta (Elizabeth Jane Howard)Titolo: Cambio di rotta
Autore: Elizabeth Jane Howard 
Genere: Fiction
Pagine: 432
ISBN: 9788893254601
Trama: Emmanuel e Lillian Joyce sono una coppia di mezz’età appartenente all’alta borghesia londinese ebraica e cosmopolita. Lui è un drammaturgo di successo, lei, più giovane del marito, è una donna fragile, raffinata e mondana. A mediare tra i due, il manager tuttofare Jimmy Sullivan. I Joyce conducono una vita da girovaghi: Londra e New York per il lavoro di Emmanuel, ma anche frequenti vacanze in varie località del Mediterraneo. Emmanuel tradisce Lillian con molta disinvoltura, con le giovani attrici e le segretarie che subiscono il suo carisma; complice anche l’abile lavoro di Jimmy, Lillian accetta con rassegnazione le infedeltà del marito e conduce una vita ovattata. Quando c’è bisogno di una nuova segretaria, entra in scena Alberta, una ragazza molto giovane e ingenua che proviene da una numerosa famiglia di campagna e si ritrova catapultata all’improvviso in un mondo a lei del tutto sconosciuto. Mentre i due uomini cominciano a subire il fascino semplice della ragazza e Lillian inizia a temere che Alberta diventi la prossima amante di suo marito, l’irrequieto quartetto si trasferisce su un’isola greca, dove le dinamiche fra i quattro personaggi prenderanno una piega inaspettata…


PIEMME

Titolo: Il malefico caso Alastor contro Redding
Autore: Alexandra Bracken
Genere: Libri per ragazzi
Data di uscita: 25 Settembre 2018
Trama: Può esserci di peggio che ritrovarsi preda di un vendicativo spirito maligno che vuole distruggere tutta la tua stirpe. Lo sa bene Prosper Redding, pecora nera della sua illustre e blasonata famiglia, che da secoli vanta solo figure vincenti. A un soffio dai suoi tredici anni, scopre che l’incredibile fortuna dei Redding è legata al patto che il suo bis-bis-avolo stipulò – e poi ruppe – con un maleficente, uno spirito maligno che concesse splendore e successo in cambio di eterna servitù negli inferi. Sfortunatamente il demone Alastor non si rivela un tipo facile al perdono e, dopo tre secoli dall’incantesimo che avrebbe dovuto annientarlo, si risveglia dentro il corpo del ragazzo a reclamare vendetta. Prosper ha poco tempo per cacciare fuori di sé il malefico ospite, e deve riuscirci senza firmare nessun contratto. Perlomeno senza clausole di eterna servitù, se possibile. 

DELRAI

Risultati immagini per van helsing delrai segnalazione

Titolo: Van Helsing. Blood never lies

Autore: Natascia Luchetti

Data di Pubblicazione: ottobre 2018

TramaLa vera storia dell’uomo che ha trasformato la sua vita in leggenda, la cui stessa esistenza era un’arma contro le Bestie: Abraham Van Helsing. L’essere umano deve conoscere il mondo per poterlo capire appieno ed è ciò che pensa il giovane Van Helsing nell’approcciarsi all’università e al suo futuro da medico, ma l’oscurità lo attende e non gli lascia tregua, incamminandolo per la via a lui destinata. È nelle ombre più fitte che l’incubo ha inizio, una verità inspiegabile da Abraham considerata inconcepibile: esiste il Male, esiste il Bene. Ogni tipo di creatura sovrannaturale vive tra gli uomini, con loro, e questi non ne hanno coscienza. Continuano le loro vite, schiavi della superstizione e dell’ignoranza. È impossibile concepire un futuro senza l’abisso delle tenebre e la lotta per la sopravvivenza ha inizio, perché chi uccide il male, assorbe il male. A condurre il braccio del cacciatore una sola verità, che domina persino il suo cuore: il sangue non mente mai. Dalla penna gotica di Natascia Luchetti, una nuova sfida per riportare in vita una personalità dalle tinte complesse e dal forte senso di giustizia. Dopo Dracula, Love Never Dies, e Il battesimo di sangue, omaggio al più grande essere sovrannaturale mai esistito, Van Helsing, Blood Never Lies, ci introduce alla verità della Luce.


NEWTON COMPTON

Risultati immagini per Piccoli momenti d'amore a ParigiTitolo: Piccoli momenti d’amore a Parigi
Autore: Ella Carey
Genere: Historical Fiction
Data di uscita: 6 Settembre 2018
Trama: Cat Jordan fa la fotografa a New York ed è pronta a cominciare un nuovo entusiasmante capitolo della sua vita insieme al fidanzato, il principe azzurro dell’alta società che ha sempre sognato. 

Quando però viene a sapere di avere ereditato una casa in Francia da una sconosciuta, una certa Isabelle de Florian, tutte le sue certezze vengono meno. Parte subito per Parigi, dove scopre di essere l’intestataria di un appartamento in cui il tempo si è fermato: sotto strati di polvere si nascondono tesori risalenti alla Belle Époque. La cosa più strana è che i parenti della donna non avevano idea dell’esistenza dell’appartamento. Ma chi era Isabelle de Florian? E perché ha preferito lasciare la casa a un’estranea piuttosto che alla sua famiglia? In cerca di risposte, Cat si immergerà nel passato, al punto da cominciare ad allontanarsi dalla vita newyorkese. E quando l’attrazione per il nipote di Isabelle diventerà innegabile, non sarà più in grado di decidere che cosa lasciar andare e cosa, invece, rivendicare come proprio…


Risultati immagini per Testimone silenziosaTitolo:  Testimone silenziosa
Autore: Holly Seddon
Genere: Thriller
Data di uscita: 12 Giugno 2018
Trama: Il caso Amy Stevenson fece scalpore nel 1995. A soli quindici anni, Amy scomparve percorrendo il tragitto da scuola a casa e fu ritrovata, tre anni dopo, in coma. Il suo aggressore non fu mai identificato e la foto del suo viso angelico venne affissa a ogni angolo delle strade, onnipresente anche nei notiziari.
Quindici anni dopo, Amy è in un ospedale, circondata da poster di celebrità degli anni ’90 e dimenticata ormai dal resto del mondo. Solo la giornalista Alex Dale le si avvicina, impegnata in un’inchiesta sulle condizioni dei pazienti in stato vegetativo. 
Qualcosa, però, studiando quella storia, la spinge a rimettersi a indagare su quel caso mai risolto. Nella speranza che aiutare Amy possa rappresentare anche la sua salvezza, in un periodo professionalmente piuttosto complicato, si imbarca in un’indagine molto più pericolosa di quello che avrebbe mai potuto immaginare. E una volta che avrà iniziato a scavare nel passato della ragazza, non sarà più possibile per lei tornare indietro.


undefined
Titolo: Chi ha ucciso mia sorella
Autore:  Julia Heaberlin
Genere: Thriller
Data di uscita: 20 settembre 2018
TramaHa pianificato questo momento da quando aveva solo dieci anni.
Ossessivamente, metodicamente, ha previsto ogni dettaglio, si è immaginata ogni possibile scenario. Adesso è quasi certa che l’uomo che ha rapito e ucciso sua sorella sia seduto sul sedile del passeggero proprio accanto a lei. Carl Louis Feldman è un fotografo e sostiene di non avere alcun legame con la serie di omicidi avvenuti in Texas molti anni prima, ma una scatola di vecchie fotografie fa sospettare il contrario. Determinata a scoprire la verità, la ragazza l’ha convinto a seguirla in un viaggio di dieci giorni, loro due soli. Chi è davvero Carl Louis Feldman? Ha veramente ucciso sua sorella? È un impostore o un uomo dal cuore spezzato? Un artista o un pazzo? O, magari, a essere pazza è la ragazza seduta al posto di guida…

Titolo: Universi sconosciuti

Autore: Angela Contini

In uscita il: 18/09/2018

Hunted Series

Autrice del bestseller Tutte le stelle del cielo
Trama: Abby Allen si definisce “un’edizione limitata”, non per esemplare bellezza, ma per una serie di qualità che la rendono un tipo curioso e un po’ fuori dal comune. Diciotto anni, logorroica e con la sorprendente capacità di creare situazioni imbarazzanti, Abby ha una fissa per Superman e spera di incontrare un ragazzo che, pur senza superpoteri, gli assomigli almeno un po’, per integrità ed eroismo. Il destino sembra accontentarla e quando incontra Kevan, la sua vita prende improvvisamente una strana piega, dando inizio a una girandola di eventi che un passo alla volta, riveleranno il segreto che è sepolto nel suo passato. In una realtà dove nessuno è ciò che sembra, si sta compiendo una guerra aliena in cui si muovono personaggi intriganti e complessi. Le loro storie si intrecceranno irrimediabilmente le une alle altre, costringendo Abby a subire agghiaccianti rivelazioni su se stessa. Saranno Kevan e un gruppo di ragazzi dotati di poteri straordinari ad accompagnarla in questa avventura, e mentre scende a compromessi con il suo nuovo io, sarà l’amore che prova per Kevan a tenerla saldamente ancorata alla realtà. E allo stesso tempo, la costringerà a prendere decisioni che la allontaneranno sempre di più dal suo supereroe.


SONZOGNO

La luna nera Titolo: La luna nera
Autore: Winston Graham
Prezzo: 18,00
Pagine: 544
5 libro della Saga di Poldark

Trama: Cornovaglia, 1794. Tra Inghilterra e Francia infuria la guerra, ma gli affari di Ross Poldark finalmente prosperano, e il suo amore per Demelza, passato attraverso prove tanto difficili, sembra ora aver ritrovato la serenità. Tanto più che Elizabeth, la vecchia fiamma di Ross andata in sposa a George Warleggan, ha appena dato alla luce un bambino, nato prematuramente in una notte di eclissi lunare. Intorno a loro, però, le passioni avvampano, e nuovi personaggi entrano in scena. Compare infatti il giovane Drake, fratello di Demelza, affascinante e povero come lei, che suscita l’amore di Morwenna, sorella di Elizabeth, promessa a un ricco reverendo. E intanto Ross dovrà lanciarsi in nuove avventure per salvare l’amico Dwight, fatto prigioniero dai francesi. Ma la vera minaccia alla felicità dei Poldark è un oscuro segreto che sta per essere rivelato e rischia di distruggere ogni cosa.


DEAGOSTINI

Titolo:  Il custode delle ossa
Autore: Fiona Cummins
Genere: Thriller
Data di uscita: 23 Ottobre 2018
Chi trova tiene, chi perde piange. 

TramaLa vita di Erdman Frith sta letteralmente andando in pezzi. All’amato figlio di soli sei anni è stata diagnosticata una malattia crudele e inarrestabile, la moglie è sul punto di lasciarlo, e la sua vita professionale è su un binario morto. Il piccolo Jakey è affetto dalla sindrome dell’Uomo di pietra, una rarissima malattia genetica destinata a trasformarlo, col tempo, in una sorta di statua vivente. Il Collezionista conduce una doppia vita. Di giorno è una persona perfettamente normale, marito devoto e scrupoloso impiegato dai modi schivi e dimessi. Di notte si trasforma in qualcosa di affatto diverso e incredibilmente sinistro. Quando Clara Foyle, cinque anni appena, scompare vittima di un probabile rapimento, il sergente Etta Fitzroy e la sua squadra si gettano nelle indagini con tutta la rabbia e l’angoscia che si provano di fronte a un’innocente in pericolo – e a una famiglia distrutta dal terrore. Ma, cinque anni dopo, la polizia annaspa ancora nel vuoto e l’identità del colpevole rimane avvolta nel più completo mistero. Mentre anche Jakey di colpo sparisce come nel nulla, le sorti di questi cinque personaggi si scoprono più legate che mai. E alla detective Fitzroy non resta che sbrogliare le fila di questa ingarbugliata matassa in una corsa contro il tempo per salvare Jakey e tanti altri come lui.


Titolo: Nebbia a Tangeri
Autore: Cristina López Barrio
Data di uscita: 16 Ottobre 2018
TramaUn romanzo, Nebbia a Tangeri, e un nome, Paul Dingle, scarabocchiato sul suo frontespizio. Sono gli unici indizi che Flora ha a disposizione per ritrovare l’uomo misterioso che, incontrato per caso in un bar di Madrid, le ha regalato la vertigine di una notte indimenticabile. Perché con quello sconosciuto, la prudente, sposatissima Flora ci è finita a letto, e adesso che lui sembra sparito nel nulla, accettare di non rivederlo più è semplicemente impossibile. Così, forte solo del desiderio che le corrode le viscere, Flora si lascia tutto alle spalle parte alla volta di Tangeri, per cercare l’autrice del romanzo e scoprire chi sia davvero Paul Dingle, personaggio di carta e insieme protagonista in carne ossa dell’incontro che le ha stravolto la vita. Coinvolgente, esotico e pieno di svolte inattese, Nebbia a Tangeri è la storia di un doppio amore proibito che si snoda tra passato e presente. Per raccontare, attraverso un romanzo nascosto tra le pagine di un altro romanzo, la vertigine del desiderio e i misteri più profondi del cuore.

Titolo: No Exit
Autore: Taylor Adams
Genere: Thriller
Data di uscita: 25 Settembre 2018

TramaÈ la sera del 23 dicembre, la bufera di neve del secolo infuria da ore, e la giovane Darby corre contro il tempo per raggiungere il capezzale della madre, in fin di vita a molte miglia di distanza. Ma nel parcheggio della stazione di servizio in cui è costretta a fermarsi, nel retro di un camioncino dai vetri parzialmente oscurati, Darby vede qualcosa che non avrebbe dovuto vedere. Qualcosa di tanto incongruo da farle sospettare di esserselo immaginato: una rosea manina infantile affacciata tra le sbarre di una gabbia per cani. Inizia così, con un dettaglio fuori posto nel mezzo di una notte che più bianca non si può, l’escalation destinata a trasformare una situazione ordinaria in un serrato susseguirsi di colpi di scena.

Sarà presto un grande film 20th Century Fox dallo stesso produttore di Minority Report Wolverine e Get Shorty


Titolo: Il mio amico a testa in giù
Autore: Sabina Colloredo
Genere: Young Adult
Data di uscita: 2 Ottobre 2018

Trama: Virginia ha una vita apparentemente perfetta, fino al giorno in cui il mondo le crolla addosso. Il padre se ne va, lasciando lei, la sorellina e la mamma in grosse difficoltà economiche. Le tre donne di famiglia sono così costrette a cercare un nuovo appartamento e a ricominciare da capo. Ma voltare pagina non è affatto semplice: la vita sembra impossibile in un posto che non si riesce a chiamare casa. E Virginia si trova a crescere più in fretta del previsto, perché tocca a lei occuparsi della madre, ormai sull’orlo della depressione, e della sorellina, che non ha più nessun riferimento. Come farà a tenere insieme i cocci della sua famiglia, quando anche il suo stesso cuore sembra andare in pezzi, diviso tra due ragazzi appena conosciuti?


Titolo: L’estate di Eden
Autore:  Liz Flanagan
Genere: Young Adult
Data di uscita: 16 Ottobre 2018

TramaÈ una mattina di settembre, l’estate è già un ricordo e Jess si sta preparando per andare a scuola. La solita felpa nera, il solito eyeliner scuro sugli occhi, e la solita attenzione a nascondere i tatuaggi che le coprono il corpo. Presto però Jess si rende conto che quella non è una mattina come tutte le altre. Perché la sua migliore amica, Eden, è scomparsa. La polizia inizia le indagini e interroga subito Liam, l’ex ragazzo di Eden, che sembra nascondere più di un segreto. Ma le ricerche procedono per le lunghe, Jess è inquieta e troppe domande le affollano la mente. Domande sull’ultima estate insieme a Eden. E se l’amica avesse sempre cercato di dirle qualcosa? E se il tempo a disposizione per ritrovarla stesse per scadere? Per Jess inizia una corsa adrenalinica, contro tutto e contro tutti: solo lei può salvare Eden, e deve farlo in fretta.


Titolo: Il filo che ci unisce
Autore: Robin Benway
Genere: Young Adult
Data di uscita: 30 Ottobre 2018

TramaNon avere né fratelli né sorelle non è poi tanto male. È così che l’ha sempre pensata Grace, figlia unica e adottata di una famiglia benestante. Ma quando all’ultimo anno di liceo scopre di essere incinta, Grace deve ripensare a tutte le sue teorie. Dare in adozione la bambina che sta crescendo dentro di lei è la scelta più difficile che abbia mai fatto, e all’improvviso sente il bisogno di saperne di più. Sulla sua storia, sulla sua vera madre. Scopre così di non essere affatto figlia unica. Come un uragano nella sua vita arriva no una sorella e un fratello. Maya, che ha un anno meno di lei e che ha un opinione su tutto.
Soprattutto sulla famiglia appena ritrovata. E Joaquin, che ha passato tutta la vita in affido e che non ha alcune intenzione di aprire il suo cuore a nessuno. Tanto meno alle due sorelle. Una straordinaria storia che parla del significato della famiglia in tutte le sue forme.


Cosa ve ne pare? Avete adocchiato qualcosa? Lo spero perchè sono davvero uscite interessanti.

A presto,

Sara ©

Annunci

BLOGTOUR – IL DESTINO HA ALI DI CARTA DI TOR UDALL: “IL GIARDINO E I SUOI SEGRETI”.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Oggi per voi ho in serbo una tappa interessante per questo BlogTour. Ringrazio infinitamente la Garzanti per averci permesso la lettura e le ragazze che vi condurranno alla scoperta di questo libro. Ecco qui che ve ne parlo:

7cb8f-immagineTitolo: Il destino ha ali di carta
Autore: Tor Udall
Data di uscita: 13 Settembre 2018
Link d’acquisto: https://amzn.to/2MlxnJK
Trama:Come ogni giorno, la giovane Chloe è seduta in riva al lago circondata da alberi secolari. Qui, al sicuro nel silenzio dei Kew Gardens, il più grande giardino botanico di Londra, Chloe si dedica all’arte degli origami con cui cerca di dare voce a quello che non riesce a dire. Fare origami è l’unico modo per sentirsi protetta da una colpa segreta che non riesce a lasciar andare. Come lei, anche Jonah ha scelto i Kew Gardens per allontanarsi dal caos e rimettere insieme i pezzi di un’esistenza su cui sente di non avere più il controllo. I due ragazzi sembrano non avere nulla in comune, se non di essere anime solitarie e alla deriva. Eppure l’anziano Harry Barclay, il custode dei giardini che li osserva ogni giorno, sa che non è così. Sono mesi che la sua vita scorre secondo un antico rituale: assistere al mutare delle stagioni, preservare le piante più deboli, rispondere alle domande strambe della piccola Milly, la bambina appassionata di fiori rari che gli fa compagnia. Ma soprattutto sono mesi che Harry aspetta. Aspetta che quella promessa che il giardino custodisce possa finalmente essere realizzata. Sa che Chloe e Jonah sono quelli giusti per svelare un segreto lontano. Per raccontare di un amore che supera i confini del tempo. Solo allora loro quattro saranno liberi. Solo allora, proprio come gli origami di Chloe, potranno dare nuova forma alle loro ali fragili e volare in alto per riconquistarsi il loro posto nel mondo.
La mia tappa è questa:

IL GIARDINO E I SUOI SEGRETI


Questa storia è incentrata praticamente quasi tutta all’interno del giardino di Londra: il Royal Botanic Gardens, ovvero il Kew Gardens.
Il giardino sembra portare con se magia oltre un flusso che collega ogni personaggio l’uno con l’altro. Tutto questo è semplicemente la vita che scorre lenta e li rappresenta singolarmente unendoli mano a mano. E‘ proprio il giardino ad unire Harry, Jonah, Milly e Chloe. Età diverse, persone diverse ma con destini intrecciati in maniera indissolubile da un filo invisibile.
Ecco la mappa del giardino che trovate all’interno del libro:

Ci sono alberi che sono in continuo mantenimento ed Harry, il custode del giardino tiene tutto sotto controllo sul suo quaderno per fare in modo che tutto sia in ordine. Ma Harry non fa solo questo. Oltre a prendersi cura di Milly quando va a fargli visita, ad Harry piace osservare cosa accade nel parco.

Conosce bene chi viene ogni giorno, come Jonah, un giovane artista rimasto vedovo troppo giovane. Audrey, sua moglie era davvero dolce ed Harry siede quando nessuno è nei paraggi sulla panchina che è stata installata nel parco in sua memoria. Poi c’è Chloe che passa il suo tempo a disegnare o a fare splendidi origami che a volte lascia per il parco quasi volesse lasciare un suo passaggio. Entrambi scelgono quel giardino per sfuggire o trovare conforto per i difficili e dolorosi momenti della loro vita ma non sanno che essere lì, in quel preciso momento è provvidenziale l’uno per l’altra.

Harry è sempre nei Kew Gardens quando i cancelli sono ancora chiusi, per stare immerso nella natura prima che chiunque altro si sia svegliato e la maggior parte delle persone trovi qualcosa in cui credere. Lui non vuole avere niente da spartire con le divinità tradizionali; se esistono, sono bastarde. Eppure, proprio in questo luogo, si celebra il miracolo quotidiano dei petali che si aprono, di un passero che si dirige verso il sole. Lo percepisce in continuazione: l’impulso di creare nel profondo dell’universo. È in ogni alberello la cui unica ambizione è produrre mele. Harry crede fermamente nel desiderio di prosperare proprio di ogni essere vivente. Ma soprattutto, se rimane in silenzio, nota che gli animali condividono alcuni rituali: come quello scoiattolo laggiù, che si ferma al sorgere del sole. È come se stesse prendendo parte al tutto, consapevole di qualcosa che a lui sfugge. Di qualsiasi cosa si tratti, lo spinge a essere umile. Lo vede anche nelle persone che entrano.

La piccola Milly è qualcosa di più vicino ad una famiglia per Harry e lui risponde per lei a strambe domande con cui entrambi si tengono compagnia.

Harry si occupa del parco ed osserva scorrere le stagioni e le persone passare a Kew Garden non solo per preservare le piante e rispondere a Milly ma aspetta qualcosa che scoprirete soltanto dopo che lo avrete letto. Chloe e Jonah – che non si conoscono ma condividono dentro di loro dolore – stanno per affrontare un percorso attraverso i giardini orientali, la Pagoda, passando per il lago verso la panchina di Audrey fino all’Orangerie e scendendo fino al Campanile, girano in lungo e in largo questo parco che vi farà innamorare e che li porterà ad avvicinarsi. Harry è un buon osservatore e un ottimo compagno con cui passare il tempo all’interno dei giardini di Kew Garden.

Un viaggio dolce, struggente e doloroso accompagnerà i nostri protagonisti in un valzer con la vita in cui vince soltanto chi decide di mettersi in gioco e ritornare a vivere.

Harry si siede su una panchina con il suo diario. Sulla pagina aperta sono annotate osservazioni sulla ninfea gigante, la Victoria cruziana: «La foglia ora misura circa due metri di diametro; sta per fiorire». Fa roteare il mozzicone di matita fra le dita, quindi alza lo sguardo verso il Ruined Arch, una delle stravaganti costruzioni dei Kew Gardens. 

Siete pronti per un viaggio nel bel giardino poco fuori Londra? I nostri personaggi vi aspettano proprio lì, per accogliervi a braccia aperte. Dirò ad Harry di tenere aperte le porte per voi!


Seguite le altre tappe, mi raccomando:

Tappe bt


Cosa ne pensate? Fatemi sapere con i vostri commenti e se lo leggerete!

A presto,

Sara ©

 

REVIEW TOUR – COME FERMARE IL TEMPO DI MATT HAIG (#213)

BUONGIORNO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccomi qui per una nuova recensione per voi con un nuovo evento. Spero che vi piaccia e che anche voi possiate leggere questo libro che mi ha colpito davvero molto. Ringrazio Sara di Bookspedia per aver organizzato l’evento e la casa editrice Edizioni E/O per averci permesso la lettura. Ecco qui:
cover_9788833570006_2662_600Titolo: Come fermare il tempo
Autore:  Matt Haig
Genere: Fantasy
Data di uscita: 29 agosto 2018
Link d’acquisto: https://amzn.to/2wZxB3F

TramaPensate a un uomo che dimostra quarant’anni, ma che in realtà ne ha più di quattrocento. Un uomo che insegna storia nella Londra dei giorni nostri, ma che in realtà ha già vissuto decine di vite in luoghi e tempi diversi. Tom ha una sindrome rara per cui invecchia molto lentamente. Ciò potrebbe sembrare una fortuna… ma è una maledizione. Cosa succederebbe infatti se le persone che amate invecchiassero normalmente mentre voi rimanete sempre gli stessi? Sareste costretti a perdere i vostri affetti, a nascondervi e cambiare continuamente identità per cercare il vostro posto nel mondo e sfuggire ai pericoli che la vostra condizione comporta. Così Tom, portandosi dietro questo oscuro segreto, attraversa i secoli dall’Inghilterra elisabettiana alla Parigi dell’età del jazz, da New York ai mari del Sud, vivendo tante vite ma sognandone una normale. Oggi Tom ha una buona copertura: insegna ai ragazzi di una scuola, raccontando di guerre e cacce alle streghe e fingendo di non averle vissute in prima persona. Tom deve ad ogni costo difendere l’equilibrio che si è faticosamente costruito. E sa che c’è una cosa che non deve assolutamente fare: innamorarsi. 

RECENSIONE

Brown Hourglass on Brown Wooden TableLa storia ha inizio con la premessa più grande di tutte che Hendrik ha detto a Tom per essere al sicuro all’interno della società degli Albatros: Non innamorarsi di un effimera (ovvero un essere umano normale) e spostarsi ogni otto anni da un posto all’altro per evitare di avere problemi”.

Tom Hazard è affetto da una disfunzione chiamata Anageria o almeno così sarebbe stata chiamata da un dottore che voleva renderla pubblica ma che non ci è mai riuscito. Questa specie di disfunzione consente a Tom di vivere una vita lunga secoli perchè un anno di Tom è all’incirca quindici anni per una persona normale. Tom è nato in Francia nel 1581 ed invecchia, prima o poi morirà, ma vive a lungo e con la possibilità di essere immune a molte malattie infettive nel corso dei secoli. Passano secoli prima che lui scopre di non essere da solo e che una società può proteggerlo a determinate condizioni. 

Tom riuscirà a ritrovare sua figlia avuta secoli prima e probabilmente con la sua stessa disfunzione? Riuscirà ad essere finalmente felice e come poter cominciare a vivere oltre il continuo scappare?

«La prima regola è non innamorarsi» disse, togliendo col dito una briciola di cialda dal tavolo prima di accendersi un sigaro. «Ce ne sono altre, ma questa è la principale. Non innamorarsi. Non amare. Non sognare l’amore. Se tieni fede a questa regola, andrà tutto bene». Guardai oltre le volute di fumo del suo sigaro. «Dubito che mi innamorerò di nuovo». «Bene. Naturalmente hai il permesso di amare il cibo, la musica, lo champagne e i rari pomeriggi soleggiati di ottobre. Puoi amare lo spettacolo delle cascate e l’odore dei vecchi libri, ma l’amore per gli esseri umani è vietato. Siamo intesi? Non creare legami con il tuo prossimo, e vedi di affezionarti il meno possibile alle persone che incontri. Perché altrimenti finirai col perdere lentamente la ragione…».

La trama è veramente accattivante come poi risulterà tutto il libro. Avevo notato questo libro per la prima volta l’anno scorso a Londra quando era appena uscito e ne parlavano ovunque: la metro era invasa di cartelloni e anche nelle librerie il libro era molto in voga. Infatti ero indecisa se acquistare questo o quello che poi ho acquistato perchè erano entrambi molto belli – almeno sembravano. Sono così meravigliata di trovare il libro fra le mie mani in questo momento ed averlo letto in anteprima anche prima del libro che poi ho comprato a Londra – non perchè fosse brutto ma per mancanza di tempo. 

Risultati immagini per how to stop timeLa copertina è stupenda e sono super felice che l’editore abbia deciso di mantenere l’originale come potete vedere qui di lato. Il titolo, come la copertina, è semplicemente tradotto dall’originale e sono felice anche qui che non sia stata modificata. Entrambi sono un’accoppiata vincente e sono totalmente soddisfatta sia esteticamente che nella storia. Un libro da leggere, ma vi spiegherò i dettagli più avanti.

L’ambientazione è il mondo e l’epoca è anch’essa un avanzare di secoli e date su date. Ora Tom si trova a Londra e insegna storia ma lui vive dal 3 marzo 1581 ed è nato in Francia, un piccolo paesino chiuso in tutti i sensi. Ha vissuto diverse epoche ed ha visitato centinaia di posti in giro per il mondo.

Mi sono innamorato una volta sola in vita mia. Immagino che, in un certo senso, questo faccia di me un romantico. L’idea che noi tutti abbiamo un unico vero amore, e che dopo la sua scomparsa nessun altro possa reggere il confronto. È un’idea dolce, ma la realtà è terrore puro. Dover affrontare innumerevoli anni di solitudine dopo. Esistere quando il senso della propria vita non c’è più. E il senso della mia vita, per un po’, è stato Rose. Ma dopo la sua morte molti bei ricordi furono offuscati dall’ultimo. Una fine che fu anche un terribile inizio. L’ultimo giorno trascorso con lei. Perché è stato quel giorno, quello in cui mi diressi verso Chapel Street per rivederla, a plasmarne tanti altri nel corso dei secoli. E così… Ero fermo davanti alla porta di casa sua. Avevo bussato, aspettato e poi bussato di nuovo.

accessory, antique, blurI personaggi di questo romanzo sono diversi e tutti particolarmente passeggeri se non per alcuni. Ritengo però sia importante soffermarsi sul protagonista principale e colonna portante di questa storia davvero unica nel suo genere.

Tom Hazard è uno dei tanti nomi che ha il protagonista a forza di viaggiare attraverso i secoli cambiando continuamente identità. Il suo vero nome è Estienne Thomas Ambroise Christophe Hazard. Per una volta dopo secoli utilizza l’abbreviazione del suo nome perchè è così che si sente un po’ più se stesso. E’ stato in diverse parti del mondo, probabilmente ha una figlia ancora viva chiamata Marion ed ha amato una sola donna nella sua vita: Rose. Sa suonare tantissimi strumenti ognuno adatto alla sua epoca a cominciare dal liuto. E’ un uomo intelligente e ricorda tantissime cose nonostante abbia più di 400 anni sulle spalle. Tom sembra depresso, o almeno lo è per il fatto che ha vissuto tutti questi anni ed ha perso sempre tutto. Ha un solo amico, Omai, che non vede da secoli ed è in costante ricerca di sua figlia, sempre che sia ancora viva e sia come lui. E’ un personaggio particolare

Una volta a casa comincio a dare un’occhiata al programma degli allievi del settimo anno, e il primo argomento che compare sullo schermo fiocamente illuminato è “I processi per stregoneria nell’Inghilterra dell’epoca Tudor”, che so già essere parte integrante dei programmi ministeriali. Mi rendo conto che c’è un motivo per cui lo sto facendo. Per cui voglio diventare un insegnante di storia. Ho bisogno di domare il passato. La storia, insegnarla e raccontarla, è questo. Un modo per controllare e disciplinare il passato. Per trasformarlo in un animale domestico. Ma la storia che si è vissuta è diversa da quella che si legge su un libro o sullo schermo di un computer. E ci sono eventi del passato che non si possono domare.

Risultati immagini per gif tempoIl perno centrale è proprio il tempo. Il tempo è la variabile che conduce questa storia su più livelli, è il filo conduttore che porta il protagonista a viaggiare attraverso i continenti e i secoli invecchiando sempre più lentamente rispetto ai normali esseri umani. Il tempo è qualcosa di misteriosamente indefinibile per Tom, che cerca delle risposte nella propria vita che nessuno potrà mai dargli veramente.

Lo stile utilizzato è stato abbastanza semplice e fluido sebbene in alcuni punti la storia andasse lentamente. L’autore in alcuni punti, oltre a soffermarsi sulla vita attuale di Tom, si sofferma su dei punti nei ricordi in cui pensare e ricordare sembrano sia una benedizione che un maleficio. All’interno di questo volume la storia è narrata in prima persona dal nostro protagonista Tom Hazard e lascia spunti e riflessioni importanti oltre a trasmettere un messaggio potente e – a tratti sconvolgente.

Il tempo è una variabile quasi futile all’interno del romanzo, sopratutto per il protagonista. Eppure nonostante per lui il tempo sia di gran lunga pesante e difficile da sopportare, lascia intendere quanti errori abbiamo commesso in passato e continuiamo a ripetere come una ruota, non impariamo mai. Lascia intendere quanto siamo fragili e quanto la nostra vita sia breve, un misero granello nel corso dei secoli.

Una storia che vi consiglio con tutto il cuore.

Le persone che ami non muoiono mai. Così mi aveva detto Omai tanti anni prima. E aveva ragione. Non muoiono. Non del tutto. Vivono nella tua mente, come hanno sempre vissuto dentro di te. Tieni accesa la loro luce. Se le ricordi abbastanza bene, sono ancora in grado di farti da guida, come la luce di stelle spente da tempo è in grado di guidare le navi attraverso acque sconosciute. Se smetti di piangerle e cominci ad ascoltarle, hanno ancora il potere di cambiarti la vita. In poche parole, possono essere la tua salvezza.

Il libro è stato sconvolgente e attraente sotto diversi punti di vista. Un libro che oltre a narrare una storia ci porta diversi spunti per riflettere, tutti importanti ed io consiglio a voi questo libro perchè possiate coglierli tutti e condividerli, portarli con voi e farli vostri, perchè no. Un libro che vi catturerà.

Matt Haig scrive del tempo e lo fa permettendoci di percorrere diversi secoli senza muoverci da dove siamo. Il tempo è meschino, ci porta via le persone care e ci consente di essere soltanto delle effimere. Ma ci concede di vivere e di fare della nostra vita ciò che vogliamo, sta a noi utilizzarlo al meglio. Un libro che fa riflettere sul tempo a nostra disposizione e al fatto che dovremmo godercelo sempre, in ogni istante, perchè ciò che abbiamo perso, poi, non ritorna.

Il mio voto per questo libro è di: 5 balene.

Senza titolo-1


Seguite le altre recensioni, tutte bellissime che vi stanno aspettando per scoprire questo libro assieme:

Banner


Vuoi acquistare Come fermare il tempo e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Come fermare il tempo o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate di questo libro? Io spero che lo leggiate perché è davvero meraviglioso e vi colpirà proprio come ha colpito me. Fatemi sapere se vi ho convinto.

A presto,

Sara ©

BLOGTOUR: I CARTONI DI LEI E LUI DI LILLETTA ELY E MAX RAMBALDI – INTERVISTA A LILLETTA.

BUONGIORNO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Oggi vi porto una novità che sono sicura apprezzerete. Un volume sui cartoni animati e le anime degli anni ottanta e novanta di cui ringrazio Alice per avermi incluso e per la sua disponibilità nell’organizzazione. Ecco qui il volume:

downloadTitolo: I cartoni di Lui & Lei
Costo: 14,70 – solo formato cartaceo
Autore: Elisabetta “Lilletta” Tosi
Illustratore: Max Rambaldi 
Formato libro: copertina flessibile 14×21
Si più acquistare solo tramite il crowfounding ( https://it.ulule.com/icartonidiluielei/ – link attivo dal 1 settembre) 
Sinossi: “Alabarde spaziali, bacchette magiche, apocalissi e palloni da calcio”.
Bastano questi elementi per rievocare la stragrande maggioranza dei cartoni animati trasmessi tra gli anni ’80 e ’90, che ci hanno accompagnato nei nostri primi passi e oltre. Perché dunque non ripercorrere le storie di maghette, robottoni e sportivi in poche righe con un pizzico di ironia? Ci sarà anche un gatto a farvi da guida, forza, non potete dire di no!In questo libro Elisabetta (alias Lilletta) riprende lo stile riassuntivo dei suoi video di YouTube per rivivere insieme gli anime più iconici della nostra infanzia e adolescenza, accompagnati dalle bellissime illustrazioni di Max Rambaldi, poliedrica artista, che porta in ogni serie Indy, il gatto di Lilletta (sua guest star fissa) per invadere ogni cartone di cui si parla! Un libro di oltre 180 pagine realizzato come un diario ricolmo di colori e ricordi, cammei più o meno facili da indovinare di amici e colleghi delle due autrici, e anche un giochino segreto!Se tutto ciò non fosse bastato ad attirare la vostra attenzione, vi ricordo che l’elemento felino scorre potente in ogni pagina! Contiamo su di voi per poter portare alla carta luce quest’opera!

La mia tappa per questo BlogTour è 

L’INTERVISTA A LILLETTA

Ciao Lilletta, benvenuta nel mio blog. Cominciamo con calma. Raccontaci un po’ di te e del tuo libro.

Buongiorno Sara innanzitutto grazie dell’ospitalità Mi presento, sono Elisabetta, alias Lilletta, una ragazza (anche se a 30 anni e passa forse ragazza non è l’accezione più corretta ma sorvoliamo!) che un giorno ha scoperto di divertirsi parlando di cartoni animati su You Tube e da allora non ha più smesso. Ed il libro che sta per uscire è un po’ una sfida con me stessa, alla mia perenne insicurezza, ma soprattutto è volto a  scoprire se il format dei video che pubblico sul web sarebbe riuscito ad interessare anche in versione cartacea!

Com’è nata l’idea e dove hai preso ispirazione per questa vostra opera?

Un giorno mentre ero in pausa pranzo al lavoro stavo guardando un video di Max e mi si è accesa una lampadina: visto che lei aveva un enorme talento nel disegnare e io una capacità di…sparare cretinate, mi perchè non unire le nostre menti per creare un libro sui cartoni animati? Nello stile dei miei video e accompagnato dalle illustrazioni di Indy in versione anime!

Chi è Indi? E perché avete scelto proprio lui a fare da guida all’interno di questo volume?

Sia io che l’illustratrice, Max, adoriamo i gatti: io ne ho uno, lei..molteplici! pertanto abbiamo pensato che chi meglio di un felino avrebbe potuto fare da collante tra le tante trame che il libro avrebbe affrontato?

La storia è incentrata sui cartoni animati degli anni novanta e sicuramente ci sono alcuni che abbiamo amato più di altri. Qual è il cartone animato che preferisci in assoluto e perché?

Risultati immagini per SAILOR MOON GIF

Il cartone che senza ombra di subbio ha segnato la mia infanzia è stato Sailor Moon, per una serie infinita di ragioni; in primis perché voleva trasmettere il messaggio che ogni ragazza poteva cambiare le carte in tavola, essere l’artefice del proprio destino, ma soprattutto poteva salvare la situazione! Poi quei costumi sgargianti e quegli scettri colorati non potevano che fare breccia nel mio animo fanciullesco! Però a pari merito con Sailor Moon non posso non citare “Il mistero della pietra azzurra” un anime che racchiudeva azione, avventura, misteri archeologici e magia; una combo per me irresistibile.

Il libro è suddiviso in diverse tematiche, ognuna diversa con relativi anime di riferimento. Come avete scelto quelle da trattare e come avete suddiviso il lavoro fra di voi?

Prima di tutto abbiamo stilato un elenco degli anime che più ci ricordavano la nostra infanzia o dei quali ci siamo maggiormente appassionate; in secondo luogo abbiamo cercato di dividerli per sottocategorie. Le prime due sono state le più facili perché capisaldi dell’animazione anni ’80 e ’90 ovvero gli anime sulle maghette ed i robottoni. Poi ci siamo rese conto che abbondavano anche i cartoni che parlavano di futuri fantascientifici ed apocalittici, le serie ispirate ai romanzi e così via. Diciamo che una volta elencate le serie, esse si sono quasi suddivise da sole 🙂

Qual è stata la cosa più difficile durante la creazione del libro? La struttura, l’impostazione, le idee, i disegni o i personaggi? O qualcos’altro?

La parte più ardua per me è stata senza dubbio quella di mettere nero su bianco le storie delle varie serie che mi appassionavano senza perdermi in nomi finto-americani del nostro adattamento o  trame che, per certi versi, spesso si somigliavano. L’impostazione e le idee, per fortuna, erano fresche sin dal primo momento. Per Max, invece, illustrare più di 100 gatti ed imparare un programma apposito per l’impaginazione è stata un’autentica sfida!

Avete in mente altri progetti in mente insieme a Max o intraprenderete qualcosa in solitaria?

Di idee per fortuna (o purtroppo) non siamo mai a corto! Siamo molto curiose di vedere come andrà questo progetto per valutare se Indy dovrà tornare “al lavoro” nel prossimo futuro per fare da guida attraverso altri cartoni o, perché no, serie tv!

Ti ringrazio per la disponibilità e ti saluto anche a nome dei miei lettori.

Grazie a te nuovamente per l’ospitalità e la gentilezza! A presto!


Ecco qui tutte le tappe, quindi potete andare a vedere e seguirle qui:

fb_date


Spero vi piacerà! Vi aspetto come sempre vi aspetto curiosi!

A presto,

Sara ©

REVIEW PARTY – LA TEORIA IMPERFETTA DELL’AMORE DI JULIE BUXBAUM (#212)

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Io bene e sono qui per parlarvi di un nuovo evento tutto per voi! Come vedete ne arrivano uno dopo l’altro e per settembre tenetevi pronti che sarà così quasi tutto il mese. Ringrazio la DeAgostini per averci permesso la lettura e ringrazio Paola per aver organizzato l’evento. Ecco qui che ve parlo, tenetevi pronti!

38007835_2134024359965387_5097695558340968448_nTitolo: La teoria imperfetta dell’amore
Autrice: Julie Buxbaum
Pagine: 380 pag.
Prezzo: 0.99 euro (ebook) | 14.90 euro (cartaceo)
Data di uscita: 04/09/2018
Link d’acquisto: https://amzn.to/2QibzSx
Trama: E se amore e amicizia fossero due risultati diversi della stessa equazione? A volte basta cambiare prospettiva per dare senso al mondo. Da quando suo padre è morto in un incidente d’auto, Kit non è più la stessa. Non ha più voglia di ridere, scherzare o confidarsi con le amiche di sempre. L’unica cosa che desidera è chiudere fuori il mondo intero e voltare pagina. Per questo decide di lasciare il tavolo affollato a cui si siede ogni giorno in mensa e prendere posto a quello di David. David, che gira per i corridoi della scuola con le cuffie nelle orecchie e non parla con nessuno. David, che è un genio della fisica ma quando si agita trema come una foglia. I due non potrebbero essere più diversi, ma lentamente quei pranzi in solitudine diventano un appuntamento fisso, atteso, e tra sguardi e parole sussurrate, Kit e David imparano a essere amici. Forse qualcosa di più. Fino a quando David decide di aiutare Kit a ricostruire che cosa è successo il giorno in cui suo padre è morto. Perché David non sopporta le questioni irrisolte, non sopporta le equazioni lasciate a metà. E farebbe di tutto per ricomporre i pezzi del cuore infranto di Kit. Ma il sentimento che li lega sarà abbastanza forte per resistere alla verità?

RECENSIONE

Risultati immagini per gif coppia adolescenti a scuolaLa storia ha inizio con Kit che misteriosamente si siede lontano dai suoi amici di sempre e si mette a pranzare al tavolo di David. Per lui è un mistero e si mette a sfogliare il suo quaderno per pensare agli incontri degni di nota con Kit. Bastano poche parole per conquistarsi l’attenzione di Kit che è in lutto perchè ha perso suo padre appena due settimane prima. Basta che lui le dica: “Tuo padre non sarebbe dovuto morire. E’ ingiusto“. E’ lì che Kit trova ciò che cerca. Qualcuno di schietto e dritto al punto e che non la compatisca come fanno tutti ricordandole costantemente la sua sofferenza. Così giorno dopo giorno i due mangiano sempre assieme e inventano su idea di Kit Il Progetto Incidente; David pensa possa farle bene.

Cosa succederà fra i due? Riusciranno a portare a termine il loro progetto? Riuscirà piano piano David ad uscire dal suo guscio? Kit riuscirà ad elaborare almeno in parte il suo lutto?

È stato questo a ucciderlo: l’impatto. Mamma non sa che, il giorno dopo, mentre lei si stava facendo un riposino a base di Xanax, ho preso un taxi fino allo sfasciacarrozze per vedere i resti dell’auto. Avevo bisogno di sentire che era reale. Di avere le prove che mio padre era morto per davvero. Non perso, come aveva detto il dottore. Non era da qualche altra parte ad aspettare che noi lo trovassimo. Non c’era niente da vedere, se non origami di Volvo. Ho scattato una foto, ma non mi è sembrato più vero di prima. L’incidente era uno spazio in bianco. Una storia che ci era stata raccontata con personaggi che non conoscevamo, vite che non ci interessavano. Però c’era la macchina e mio padre era morto, mentre io non lo ero. Io non lo ero.

La trama è ben scritta ed è sicuramente accattivante. L’unica cosa che avrei evitato sono le ultime righe o essere meno specifici evitando di raccontare la maggior parte del libro. Infatti devo dire che quando ho accettato questo review ero curiosa perchè mi avevano colpito solo le prime righe – ormai sapete che non leggo tutta la trama PRIMA di leggere il libro a parte in eventi rari – ed ho fatto bene a non leggerle perchè mi sono goduta la lettura molto di più.

Risultati immagini per julie buxbaum what to say next

La copertina originale è quella che vedete qui di lato. E’ semplice e diretta ma se devo scegliere probabilmente andrei per quella italiana anche se nessuna delle due mi fa impazzire particolarmente ne mi colpisce. Voi quale delle due preferite? Il titolo originale  è, come vedete qui di lato What to say next che sta a significare “Cosa diciamo dopo”. E’ sicuramente rappresentativo della storia e lo capirete leggendo ma in italiano è diventato, come vedete La teoria imperfetta dell’amore – che potrebbe essere allo stesso modo rappresentativo – ma preferivo invece qui la versione inglese. 

L’epoca è moderna, la storia è ambientata ai giorni d’oggi e ve ne innamorerete – ne sono sicura.

«Hai tutta l’aria di essere figlia unica.» «Non riesco a decidere se sia un insulto o un complimento.» «Nessuno dei due. È un’osservazione. Ho sempre pensato che sarei stato ancora più solo, se non avessi una sorella.» «Stai dicendo che sembro sola?» Parlare con David Drucker è così. Si va dritto al punto. (…) «No, non proprio. Ma c’è una strana quiete in te. Se fossi un’onda radio, avresti le tue personalissime frequenze. Il che ti isola, visto che non penso che riescano a sentirti tutti.» Sta parlando ai miei piedi ma poi, all’improvviso, alza lo sguardo e mi fissa negli occhi. Il contatto visivo sembra crudo e intimo, e mi vengono i brividi. Sbatto le palpebre per prima. «Sì, insomma, hai anche tante altre onde, tutte quelle frequenze generalmente condivise, quelle che soprattutto a me mancano, ma le onde più importanti, quelle essenziali, sono quelle più difficili da decifrare per le altre persone. In ogni modo questa è la mia teoria.» 

I personaggi principali che guidano la storia sono due e sono anche ben strutturati e trattati. Non viene tralasciato nulla ed ogni dettaglio di questi due personaggi esce fuori in tutta la loro bellezza. L’autrice riesce a rendere i personaggi e protagonisti principali di questa storia così bene che ci si affeziona fin da subito e non si riesce a lasciarli andare.

Immagine correlata

David è MERAVIGLIOSO. L’ho adorato fin da subito, mi sono bastate le prime righe all’inizio del libro ed ero già completamente rapita dal suo modo di fare e dalla sua brutale schiettezza che a volte ho anche io. David però ha una forma borderline della sindrome di Asperger che – attualmente – non si chiama più così ma si chiama HFA ovvero autismo ad alto funzionamento. Nessuno ne è a conoscenza perchè tutti pensano che David sia uno sfigato, pezzo di merda o semplicemente ritardato o strambo. David non è nulla di tutto questo, è semplicemente un ragazzo unico e particolare che affascina con i suoi punti di vista e riesce a strapparti anche una risata. David si annota ogni cosa sul suo quaderno ad anelli e lo fa per migliorare se stesso e il suo fatto di essere chiuso e per migliorare le sue relazioni sociali. Infatti gira per la scuola con le sue cuffie e guarda continuamente in pavimento solo per paura di incrociare lo sguardo di qualcuno.

Kit ha perso suo padre in un incidente stradale. E’ dilaniata dal dolore che suo padre sia scomparso così, da un giorno all’altro e non riesce a darsi pace. In casa sono rimaste solo lei e sua madre e le sue amiche sembrano preoccuparsi solo dei loro stupidi problemi. Nessuno sembra capirla, nessuno si preoccupa che suo padre non c’è più. L’unico che ricorda suo padre parlando di lecca-lecca e del fatto che non dovesse morire è proprio David, una persona che Kit non si sarebbe mai aspettata. Kit è per metà indiana ed ha qualche chiletto in più rispetto alle classiche ragazze-modello-standard che vengono utilizzate in questi contesti. E’ una ragazza semplice, che chiede poco dalla vita e che vorrebbe suo padre ancora con lei, di nuovo insieme. David sarà la sua àncora, il suo rifugio felice con cui pranzare.

Una mattina di inizio estate, quando avevo quattro anni, mamma mi ha portato in piscina a nuotare. (…) Quel giorno la piscina era deserta e io avevo addosso i braccioli Wonder Wings, che purtroppo non trasmettevano né una sensazione di meraviglia, né quella di volare, ed erano invece scomodi e stretti. Mi sono lamentato, immaginando già i segni rossi che mi avrebbero lasciato sulle braccia, ma poi mia madre mi ha preso per mano e ci siamo buttati in acqua e ho sentito per la prima volta quel sussulto gelido. In qualche modo ho trovato il coraggio di mettere la faccia sott’acqua, fino alle orecchie, e il mondo è diventato blu e si è offuscato e attutito e poi, alla fine, è diventato tranquillo. Questa è casa mia, mi ricordo di aver pensato. Questa. Ora. Dove c’è spazio per respirare, ma non c’è aria. Questa è casa mia. Ed è esattamente come mi sono sentito quando il palmo di Kit ha toccato la mia faccia. Come nuotare per la prima volta. Come scoprire la magia che c’è nell’acqua. Come tornare a casa.

Immagine correlataIl perno centrale di questa storia è proprio la collisione di due mondi apparentamene diversi: Kit e David. Il sole e la luna sotto diversi aspetti che condivideranno molto più di quello che avrebbero creduto possibile.

Lo stile utilizzato è semplice diretto e fluido più che mai. Leggerete questo libro in una manciata di ore e difficilmente riuscirete a staccare gli occhi da questo libro.

Oltre la sindrome di David che – non parlo da esperta in campo ma solo da chi ha letto più di qualcosa al riguardo – mi è sembrata ben strutturata e particolarmente conosciuta dall’autrice che sembra essersi documentata molto bene, ho trovato particolarmente ben costruito il bullismo. Che è poi ciò che – purtroppo – succede anche nella società moderna con i ragazzi di oggi. Il bullismo e il cyber-bullismo sono temi delicati ma costruiti ad HOC in questo romanzo. Non è stato inventato e messo a casaccio, anzi è davvero sorprendente quanto questo colpisca sia David come parte attiva della storia ma anche il lettore stesso.  Quindi un libro dalle tematiche importanti. Ma anche Kit non scherza in fatto a problemi e tematiche. Anche qui si parla di lutto e di dolore e il fatto che non sia stata utilizzata la classica ragazza modella ha aiutato non poco. Infatti Kit ha origine indiane ed ha quelle forme in più nel so corpo tanto. Ho apprezzato molto anche questo. Dal lato di Kit, comunque, nulla è semplice e l’unico che sembra capirla è proprio David.

Ho apprezzato i due punti di vista, quello di Kit e quello di David, entrambi in prima persona e in quanto POV di questa storia li ho ritenuti davvero sorprendenti e importanti. Sono un grido di allarme, un messaggio profondo verso i giovani d’oggi che sembra non si lascino scalfire da nulla eppure hanno bisogno più di chiunque altro di aiuto.

«Comunque, il tuo tutor di fisica non può essere così intelligente se non capisce quanto sei speciale.» Miney sorride come avrebbe fatto la vecchia Miney, con il suo solito sorriso, e poi mi avvolge in un grande abbraccio. Sebbene non abbia voglia di essere abbracciato, glielo lascio fare, perché è mia sorella e la persona che preferisco in tutto il mondo e nel giro di poche ore sarà molto, molto lontana. «Ti voglio bene, Little D. Così come sei. Quindi okay, puoi cambiare, ma non cambiare davvero, va bene?» «Okay» concordo, anche se non ho idea di cosa voglia dire. «Ho paura, Miney.» «Tutte le persone migliori ne hanno» risponde.

Un libro che mi ha provocato sentimenti contrastanti ma entrambi positivi: mi ha strappato diversi sorrisi in più di un’occasione ma ho anche provato rabbia per chi si è comprtato da schifo con David

Julie Buxbaum è una scrittrice davvero sorprendente ed è stata una scoperta davvero inaspettata. Un libro dolce, toccante, divertente ed allo stesso tempo con un messaggio profondo che tocca il cuore. Un libro semplice ma incredibilmente profondo che farà breccia nel vostro cuore.

Il mio voto per questo libro è di: 4 Balene e mezzo.

quattro e mezzo


Seguite qui le altre recensioni, mi raccomando, non perdetele!

41396067_2201445553223267_10798217797042176_o


Vuoi acquistare La teoria imperfetta dell’amore e sostenere il Blog? Acquista da Qui: La teoria imperfetta dell’amore o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ve ne pare? Vi aspetto con tantissimi commenti super positivi, visto che questo libro è veramente carino!

A presto,

Sara ©

BLOGTOUR AND REVIEW – KEEPER OF THE BEES BY MEG KASSEL (#211)

GOOD MORNING MY BEAUTIFUL READER!

Today I have a BlogTour and Review Party about a book that I love. I thank the publisher, the organizer and Netgalley for allowing me to participate and read this book in exchange for an honest review. [Se volete leggere la recensione in italiano vi basta scorrere giù in fondo e la trovate subito dopo quella in inglese]:

KotB_1600 (1)Title: Keeper of the Bees
Author: Meg Kassel
Genre: YA Paranormal
Release Date: September 4, 2018
Genre: Entangled Teen
Summary: Beauty and the beast like you’ve never imagined!” —New York Times bestselling author Pintip DunnKEEPER OF THE BEES is a tale of two teens who are both beautiful and beastly, and whose pasts are entangled in surprising and heartbreaking ways.
Dresden is cursed. His chest houses a hive of bees that he can’t stop from stinging people with psychosis-inducing venom. His face is a shifting montage of all the people who have died because of those stings. And he has been this way for centuries—since he was eighteen and magic flowed through his homeland, corrupting its people.
He follows harbingers of death, so at least his curse only affects those about to die anyway. But when he arrives in a Midwest town marked for death, he encounters Essie, a seventeen-year-old girl who suffers from debilitating delusions and hallucinations. His bees want to sting her on sight. But Essie doesn’t see a monster when she looks at Dresden.
Essie is fascinated and delighted by his changing features. Risking his own life, he holds back his bees and spares her. What starts out as a simple act of mercy ends up unraveling Dresden’s solitary life and Essie’s tormented one. Their impossible romance might even be powerful enough to unravel a centuries-old curse.


REVIEW 

Risultati immagini per gif beesThe story begins with the meeting between Dresden and Essie at the park. Dresden is cursed and has inside of bees that want to prick it in sight but, when their eyes meet, Essie – who suffers from degenerative hallucinations – see Dresden for what it is and start chatting with him as if nothing was. He even defines it as pretty. That’s where everything begins, with Dresden‘s act of mercy. A link will be established between them, forbidden to Dresden, which will endanger them and expose them to enormous risks. But Dresden begins to feel a special feeling for Essie and can not separate it in any way, even if it should.

What will happen in Dresden? Do you trust him? What will happen to them? What are they likely to meet both?

“Will I see you again, Dresden?” My throat goes dry and raw and aching. “Do you want to?” However she answers will be excruciating. There will be no recoverin g from this encounter. From the memory of her touch and her wide, trusting eyes. Good gods, from her embrace. She nods. I am doomed. “I’ll find you later. I’ll…” What? Knock on her door and ask her aunt if I can invite her to the movies? Not in this universe. “I will see you again, Essie. I’m not sure when.” “I’ll look for you,” she says, finally releasing her hold on my T-shirt. “Be careful.” And she’s gone, disappearing into the woods, back toward the trail.

The cover of the book is beautiful, it struck me as soon as I saw it and is absolutely representative of the story. The title could not be more explanatory than that.  Aesthetically it is perfect, nothing to say. The setting is Concordia, in Missouri, a small town in the United States of America and the era is modern.

The characters that are within this story are mainly two and are the two narrators of this story. They are well built and well placed, the author has left nothing out of this and I am particularly satisfied that despite everything in their problems the two found themselves. Here’s what I’ll talk about:

Dresden is an Beekeeper and he’s cursed. He is a particular human being who hosts a beehive inside his body. He himself becomes a swarm when he has to move from one point to another and is a kind of war machine. The bees look for sustenance and to do so he needs to prick negative or bad people into psychosis. In doing so, it follows the carriers of death so it affects people who would die anyway. His face changes in all the people who died because of those bites and this thing goes on for centuries but when he meets Essie, things change.

Essie is the youngest of her family and is said to suffer from the Wickerton curse, or suffers from debilitating hallucinations and makes it difficult to distinguish reality from fiction. In fact, when the two meet for the first time and see him with his actual form and sees his bees, he believes that the boy is all the fruit of his mind. But it is far from fiction. Dresden is real and she does not see a monster when she looks at it, as it happens with many other people.

Risultati immagini per keeper of the bees meg kassel

The central pivot is the curse that weighs on Dresden that will give a hard time to both along the course of the whole story, even bringing Dresden to protect Essie. Companion of the acclaimed “Black Bird of the Gallows” by the same author. They are both standalone and it is not necessary to read the other if you only want to read this.

The style used is very simple and fluid. The story is based on Dresden’s curse and Essie’s hallucinations but all this hides a mystery. Their meeting is providential enough to reveal a centuries-old curse. It will be possible? This is for you to find out but the story is interesting and original. It is a story that puts various aspects under a level and poses objective and subjective difficulties for both characters. Essie is certainly better as a character – I adored her for her simplicity and sweetness – despite Dresden has fascinated me a lot. You will not be able to get away from both characters and you will love a villain, I assure you – because here the bad of the situation is Dresden.

Many issues are addressed within this book, not as obvious as it seems: there is mental illness that is one of the points that I think were best treated, the mysteries and the magic, the curse and exceeding their limits , even the impossible, why not.

Meg Kassel has written an intriguing and particular story. A modern and original paranormal and fantastic fable that you will love. A retelling of Beauty and the Beast unique in its kind, forget how you know them because it’s all another story.

My vote for this book: 4 star and an half.

quattro e mezzo


RECENSIONE IN ITALIANO

Risultati immagini per gif beesLa storia ha inizio con l’incontro tra Dresden ed Essi al parco. Dresden è maledetto ed ha dentro di se delle api che vogliono pungerla a vista ma, nel momento in cui i loro sguardi s’incontrano, Essi – che soffre di allucinazioni degenerative – vede Dresden per ciò che è ed inizia a chiacchierare con lui come se niente fosse. Lo definisce persino carino. E’ lì che ha inizio tutto, con l’atto di misericordia da parte di Dresden. Si instaurerà fra loro un legame, proibito per Dresden, che li porterà in pericolo e li esporrà a dei rischi enormi. Ma Dresden comincia a provare un sentimento particolare per Essi e non riesce a separarsene in alcun modo, anche se dovrebbe.

Cosa succederà a Dresden? Essi si fida di lui? Cosa succederà loro? A cosa rischiano di andare incontro entrambi?

“Will I see you again, Dresden?” My throat goes dry and raw and aching. “Do you want to?” However she answers will be excruciating. There will be no recoverin g from this encounter. From the memory of her touch and her wide, trusting eyes. Good gods, from her embrace. She nods. I am doomed. “I’ll find you later. I’ll…” What? Knock on her door and ask her aunt if I can invite her to the movies? Not in this universe. “I will see you again, Essie. I’m not sure when.” “I’ll look for you,” she says, finally releasing her hold on my T-shirt. “Be careful.” And she’s gone, disappearing into the woods, back toward the trail.

La copertina del libro è stupenda, mi ha colpito non appena l’ho vista ed è assolutamente rappresentativa della storia. Il titolo non poteva essere più esplicativo di così. Inoltre in Italiano significa “Custode delle api” quindi esteticamente è perfetto, nulla da dire. L’ambientazione è Concordia, in Missouri, una piccola cittadina degli Stati Uniti d’america e l’epoca è moderna.

I personaggi che sono all’interno di questa storia sono principalmente due e sono i due narratori di questa storia. Sono ben costruiti e ben piazzati, l’autore su questo non ha tralasciato nulla e sono particolarmente soddisfatta del fatto che nonostante tutto nei loro problemi i due si sono trovati. Ecco che ve ne parlo:

Dresden è un apicoltore ed è maledetto. E’ un particolare essere umano che ospita un alveare all’interno del suo corpo. Lui stesso diventa uno sciame quando si deve spostare da un punto all’altro ed è una specie di macchina da guerra. Le api cercano sostentamento nutrendosi di paura e per farlo lui ha bisogno di pungere le persone negative o cattive inducendole alla psicosi. Nel farlo, segue i portatori di morte quindi colpisce persone che morirebbero comunque. La sua faccia muta in tutte le persone che sono morte a causa di quelle punture e questa cosa va avanti da secoli  ma quando incontra Essie, le cose cambiano.

Essie è la più giovane della sua famiglia e si dice che soffra della maledizione dei Wickerton, ovvero soffre di allucinazioni debilitanti e fa difficoltà a distinguere la realtà dalla finzione. Infatti quando i due si incontrano per la prima volta e lo vede con la sua effettiva forma e vede le sue api, crede che il ragazzo è tutto frutto della sua mente. Ma è tutt’altro che finzione. Dresden è reale e lei non vede un mostro quando lo guarda, come invece capita con tante altre persone.Risultati immagini per keeper of the bees meg kassel

Il perno centrale è la maledizione che grava su Dresden che darà filo da torcere ad entrambi lungo il corso di tutta la storia, portando persino Dresden a proteggere Essie. Compagno dell’acclamato “Black Bird of the Gallows” della stessa autrice. Sono entrambi dei standalone e non è necessaria la lettura dell’altro se volete leggere solo questo. 

Lo stile utilizzato è molto semplice e fluido. La storia si basa sulla maledizione di Dresden e sulle allucinazioni di Essie ma in tutto questo si nasconde un mistero. Il loro incontro è provvidenziale tanto da poter svelare una maledizione vecchia di secoli. Sarà possibile? Questo sta a voi scoprirlo ma la storia è interessante e originale. E’ una storia che mette sotto in piano diversi aspetti e pone delle difficoltà oggettive e soggettive ad entrambi i personaggi. Essie è sicuramente migliore come personaggio – l’ho adorata per la sua semplicità e dolcezza – nonostante Dresden mi abbia affascinato non poco. Non riuscirete a staccarvi da entrambi i personaggi e amerete un cattivo, ve lo assicuro – perchè qui il cattivo della situazione è proprio Dresden.

Tante tematiche vengono affrontate all’interno di questo libro, non così scontate come sembra: c’è la malattia mentale che è uno dei punti che secondo me sono stati trattati meglio, i misteri e la magia, la maledizione e il superare i propri limiti, anche l’impossibile, perchè no. Se leggete in inglese di sicuro vi consiglio la lettura.

Meg Kassel ha scritto una storia intrigante e particolare. Una moderna ed originale fiaba  paranormale e fantastica che amerete. Un retelling de La bella e la Bestia unico nel suo genere, dimenticate come li conoscete perchè è tutto un altro discorso.

Il mio voto per questo libro è di: 4 balene e mezzo.

quattro e mezzo


Meg Kassel is an author of fantasy and speculative books for young adults. A graduate of Parson’s School of Design, she’s been creating stories, whether with visuals or words, since childhood. Meg is a New Jersey native who lives in a log house in the Maine woods with her husband and daughter. As a fan of ’80s cartoons, Netflix series, and ancient mythology, she has always been fascinated and inspired by the fantastic, the creepy, and the futuristic. She is the 2016 RWA Golden Heart® winner in YA and a double 2018 RITA® finalist for her debut novel, Black Bird of the Gallows.

Websitehttp://megkassel.com/

Twitter: https://twitter.com/megkassel

Instagramhttps://www.instagram.com/seemegwrite/

Facebookhttps://www.facebook.com/megkasselauthor

Goodreadshttps://www.goodreads.com/author/show/8353652.Meg_Kassel

Amazonhttps://www.amazon.com/Meg-


GIVEAWAY (US ONLY / SOLO STATI UNITI)

HERE


Blog Tour Organized By:
YA Bound Book Tours

YA Bound Book Tours


Cosa ne pensate? Fatemi sapere con un commentino!

A presto,

Sara ©

REVIEW PARTY – LA VOCE DELLE OMBRE DI FRANCES HARDINGE (#210)

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Nuovo giorno, novo evento! Sappiate che ci saranno una carrellata di eventi uno dietro l’altro in questo mese e spero che vi piaceranno. Ringrazio la Mondadori per averci permesso la lettura e ringrazio molto Claudia de L’universo dei libri per avermi coinvolto. Ecco qui:978880468972HIG-628x965

Titolo: La voce delle ombre
Autore: Frances Hardinge
Genere: Fantasy
Data di uscita: 28 agosto 2018
Link d’acquisto: https://amzn.to/2M3WDUZ
TramaIn una notte cupa e fredda, Makepeace viene costretta a dormire nella gelida cappella di un cimitero: lì nessuno potrà sentirla gridare terrorizzata nel sonno. Perché lei è molto diversa dalle ragazze che, nell’Inghilterra della metà del Seicento, vivono nel suo villaggio. Makepeace ha un dono, che è anche una maledizione: può accogliere gli spiriti dei morti che vagano alla ricerca di un nuovo corpo. E una sera, per la prima volta, è il fantasma di un orso a trovare rifugio dentro di lei. Quando intorno scoppia la guerra civile e Makepeace viene rapita da una famiglia nobile e misteriosa, l’orso diventa l’unico amico di cui può fidarsi. Insieme potrebbero cambiare le sorti del conflitto. Ma altri spiriti malvagi e potenti vorrebbero piegarla alla loro crudele volontà, per annientare il re e sconvolgere tutta l’Inghilterra…

RECENSIONE

Immagine correlataLa storia ha inizio a Poplar, un piccolo paesino poco fuori da Londra, nell’Inghilterra di metà del Seicento. Makepeace e sua madre vivono a casa di vecchi parenti e la ragazza si veglia di notte per degli strani incubi. La madre ha paura che queste continue urla notturne possano insospettire i parenti e la gente del paese facendo pensare che Makepeace sia marchiata per stregoneria. Così per diverse sere la lascia a dormire nella cappella del cimitero per aiutarla ad affrontare le sue paure e i suoi incubi. Una sera lo spirito di un Orso entra nel suo corpo e lo condivide con lei. All’inizio per Makepeace sembra difficile ma i due entrano presto in sintonia anche dopo che gli zii la trasferiscono dai parenti del padre di lei perchè stanchi di dover curare anche lei. E’ lì che Makepeace scoprirà cose inquietanti e dovrà diventare forte se vuole sopravvivere.

 Riuscirà a stabilire un legame con l’Orso che è entrato dentro di lei? Cosa succederà a Makepeace? Cosa scoprirà sulla famiglia di suo padre e su se stessa?

E in quell’attimo esatto fu investita da un’ondata invisibile. Una sensazione. No, un odore. Un olezzo come di sangue, di bosco d’autunno, di lana vecchia e umida. Era un odore caldo. Prudeva e pizzicava nella sua mente come un respiro. Le calmava i sensi, annebbiandole la vista e dandole la nausea. “Fantasma” fu il suo unico pensiero angoscioso. “Un fantasma”.

Risultati immagini per a skinful of shadowsLa trama è ben scritta e mette curiosità di sicuro. Non ci sono spoiler e sono sicura che se amate questo genere di storie, la apprezzerete di sicuro. Un libro davvero curioso che non mi aspettavo in questo modo.

La copertina è davvero stupenda e sono felice che la casa editrice abbia adottato proprio questa fra le versioni originali. Non la trovate molto bella anche voi? Sono felice che sia stato fatto questo bel lavoro, sono soddisfatta. Il titolo originale è A skinful of shadow che vuol dire “Una pelle d’ombra” ma l’adattamento italiano non è poi così male anche se poteva essere tradotta semplicemente com’era.

La storia si svolge in Inghilterra nel Seicento, ai tempi nei quali la stregoneria era un reato punibile con la morte. Un’epoca particolare in cui ci viene adattata una storia intrigante e misteriosa.

Quando se ne fu andato, Makepeace sentì sgorgare le lacrime. Percepiva sbarre di ferro arroventate sulla pelle della schiena. Quella sensazione le riportava alla mente dei ricordi, ma non erano i suoi. (…) Erano i ricordi lontani dell’Orso quando veniva ammaestrato, da piccolo. Sentì un’ondata di rabbia invaderla, e si strinse nelle braccia perché era il solo modo che aveva per abbracciarlo. Compresero qualcosa insieme in quel momento, Makepeace e l’Orso. Che a volte bisogna essere capaci di affrontare con pazienza il dolore, per evitare che ti venga inflitto altro dolore ancora. Ci sono volte in cui devi resistere a tutto e sopportare sofferenze e ferite. E forse, quando crederanno che tu sia domato e ammaestrato… potrebbe giungere un momento da cogliere al volo in cui sferrare il tuo attacco.

Immagine correlataI personaggi sono diversi all’interno della lettura ma ritengo di dovermi soffermare molto sulla protagonista principale che trascina lungo un’avventura davvero particolare e a tratti macabra.

Makepeace è una ragazza particolare, che fa sempre strani incubi. Makepeace non è il suo vero nome e lei non conosce quello vero perchè sua madre non vuole, gli ha dato questo quando entrambe si sono trasferite da dei vecchi parenti della madre per fare in modo che la figlia nonostante il padre non sia con loro sia accettata all’interno della comunità – sia del paese che quella religiosa per non destare sospetti. Makepeace è una ragazza sveglia, intelligente ed ha una particolarità: riesce a percepire i spiriti che si annidano nella gente o di coloro che sono morti. E’ una ragazzina coraggiosa e temeraria, che sfiderà ogni tipo di difficoltà per fare in modo che tutto torni alla normalità al più presto.

Makepeace non era abituata alla gentilezza, e lui ne aveva usata quasi più di quanta non potesse tollerarne. Da quando era morta la madre s’era aperta una smisurata voragine di dolore nel suo mondo, e aveva un bisogno disperato che qualcuno potesse colmarla. Per un momento tentennò in bilico, quasi sul punto di dire a James dell’Orso. Ma si morse la lingua e l’attimo passò. Era un segreto troppo grande da condividere con qualcuno che conosceva così poco. Lui avrebbe potuto tradirla. O non comprendere. Avrebbe potuto avere paura e decidere che era pazza davvero. L’amicizia con quel ragazzo era troppo nuova e fragile, e non poteva correre il rischio di perderla.

Il perno centrale di questa storia sta tutta nelle ombre, se proprio così vogliamo chiamarle. Sono spiriti, che possono essere benigni o maligni e sono spiriti delle persone che muoiono. Come l’Orso che è entrato dentro di lei e si è adattato a lei per tre lunghi anni.

Lo stile del testo è ben curato e  in terza persona sempre dal punto di vista di Makepeace che trascina tutto in un vortice pericoloso attraverso un’avventura tutta unica.  Ho letto questo libro nell’arco di una giornata ma con molta più calma ci si mette al massimo due o tre giorni. 

All’inizio la storia è lenta e sembra non riuscire a prendere piede ne a capire dove vuole effettivamente andare a parare. Più si va avanti però, più la storia si fa interessante e tutto sembra prendere senso. Inizialmente infatti ci sono gli incubi, l’incontro con Orso e lo spostamento nell’altra famiglia ma sembra tutto molto lento e piuttosto vago. Quando le cose cominciano a complicarsi, è lì che la storia comincia a uscire fuori e tutto si fa decisamente più emozionante e intrigante. Infatti, più si va avanti e più la storia si fa interessante. Dimenticate storie d’amore smielate perché questa storia è da pelle d’oca, in pieno stile gotico.

In quel momento Makepeace era in piedi e sputava schegge e pennacchi sfilacciati del fantasma. Ogni suono e immagine le giungeva pulsando. Il suo pensiero era un gabbiano perduto in una tempesta. Lei era l’Orso, e l’Orso era lei. Una pulsazione di consapevolezza. Lady April che cavava dalla manica uno stiletto, con la sveltezza dettata da secoli di pratica, e glielo puntava contro. Urlava qualcosa a pieni polmoni. Gridava aiuto? Chiedeva aiuto ai vivi? Aiuto ai morti? Un’altra pulsazione. Una stria rossa di dolore sul suo petto. Lady April era stata lesta come una libellula. (…) Fu allora che gli occhi gelidi, glaciali di Lady April sondarono nel profondo di Makepeace, e videro l’Orso. 

Se dovessi descrivere questo libro con una sola parola direi: singolare. Un fantasy oscuro, che vi coinvolgerà e vi porterà nel pieno di una guerra nella quale vince il più astutoConsiglio sicuramente la lettura.

Frances Hardinge scrive un fantasy originale, a tratti lugubre e tetro ma pieno di misteri e segreti affascinanti. Vi ritroverete in continua scelta fra morire o lottare condividendo il proprio corpo con degli spiriti. Una storia per cui farete meglio ad essere pronti… perché gli spiriti sono sempre in agguato!

Il mio voto per questo libro è di: 4 balene.

Senza titolo-2


Seguite le altre tappe qui, trovate gli altri blog partecipanti. Vi aspettiamo!

40309736_2206018106334356_2087148548721213440_o


Vuoi acquistare La voce delle ombre e sostenere il Blog? Acquista da Qui: La voce delle ombre o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate? Pensate che questo libro possa piacervi? Fatemi sapere!
A presto,
Sara ©