COVER REVEAL # – VIVI DI CHIARA CAVINI BENEDETTI.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci qui con una nuova uscita per voi che spero possa incuriosirvi. Siete curiosi di scoprire la copertina e di cosa si tratta? Questa settimana, lo giuro riprendo il tutto con regolarità, dovete scusarmi ma ho avuto un periodo un po’ così in cui ho rallentato tutto e avevo bisogno di staccare un po’. Sto tornando e più forti di prima. Ecco qui per voi:

TITOLO: Vivi
SERIE: Come una fenice #3
AUTORE: Chiara Cavini Benedetti
EDITORE: Queen Edizioni
GENERE: Distopico
PAGINE: 400
FORMATO: Ebook – copertina flessibile
PREZZO: Ebook € 3,99 – cartaceo 12,90
DATA DI PUBBLICAZIONE: 11/06/2021
NB: Libro disponibile in libreria e store online

Trama:

Un mondo distrutto dalla guerra.
Una città rinata dalla paura.
Un segreto oscuro, che non può essere cancellato.
Un’unica via di salvezza, che potrebbe essere irraggiungibile.
Alex e Nicholas non hanno più scelta. Il tempo scorre e la loro fine si sta avvicinando, decisa e
inevitabile. Se vogliono sopravvivere, devono lottare. Anche se, questa volta, i loro sforzi
potrebbero non essere sufficienti.
Dicono che l’amore possa superare qualsiasi ostacolo. Il loro riuscirà a sopravvivere alla morte?

*Ultimo volume della trilogia

LA COPERTINA

vivi-ebook_itunes (1)


Biografia Autore

Chiara Cavini-Benedetti è nata nel 1996 a Firenze, città che ha poi lasciato per trasferirsi in Scozia,
dove adesso lavora come Assistant Editor. Per lei, la scrittura non è solo una passione a cui non
sa rinunciare, ma è anche un’ancora di salvezza a cui si è sempre aggrappata nei periodi più
difficili della sua vita. “Come una Fenice”, suo romanzo di esordio e primo volume di una trilogia,
ripercorre con velati tratti biografici una storia che parla di paura, di dolore, di fiamme, di amore.
Una storia che parla di forza. La forza di non lasciarsi schiacciare, la forza di sapersi rialzare. La
forza di rinascere dalle proprie ceneri. Esattamente come una fenice.


Vi piace la copertina? Pensate sia inerente alla trama e che possa coinvolgervi? Fatemi sapere, io vi aspetto ovviamente!

A presto,

Sara ©

RECENSIONE #513 – NUVOLE ZERO, FELICITA’ VENTITRE’ DI STEFANO TOFANI.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Oggi vi porto una nuova recensione, che spero possiate apprezzare. Collegato al precedente volume dell’autore, Sette abbracci e tieni il resto, questo volume ci regala tantissime dolcezze ma anche tanto altro. Una lettura di cui ringrazio la Rizzoli e di cui vi parlo subito. Ecco a voi:

5179845-9788817155267-285x424-1Titolo: Nuvole zero, felicità ventitrè
Autore: Stefano Tofani
Data di uscita: 30 Marzo 2021
Pagine: 280
Link d’acquisto: https://amzn.to/3euTij5
Trama: È l’estate tra la quinta e la prima media, quella senza compiti. Ernesto passa le giornate a girovagare con i suoi amici, la Maura e il Cardella, e a misurare il cielo con uno strumento che una bufera di vento gli ha portato in cortile, un cianometro. Meglio tra le nuvole che a casa, d’altronde, dove i suoi genitori ormai litigano in continuazione. Un pomeriggio, Ernesto e il Cardella trovano in pineta una vecchia valigia che contiene due statuette di legno, uno strano libro e una piccola chiave. I due amici si dividono il bottino, ma al momento di separarsi una forza potente li attira l’uno verso l’altro. Sono le statuette che non vogliono stare lontane. Ma come fanno? Sono magiche? Grazie alla nonna, Ernesto scopre che le statuette, il libro e la chiave sono collegati con la leggenda di due innamorati vissuti nel ‘700. A quanto pare per ritrovarsi i due innamorati hanno bisogno proprio di lui, di Ernesto detto Quattrocchio. Nel frattempo a casa la situazione peggiora, ed Ernesto vorrebbe tanto far tornare insieme anche i suoi genitori Ma è tutto così complicato, come si fa a capire in che modo aiutare gli altri? E aiutare gli altri è sempre la cosa giusta da fare? Stefano Tofani torna a raccontare del tenerissimo Ernesto in un romanzo ironico, avventuroso e pieno di sfumature, come l’azzurro del cielo.

RECENSIONE

boy in red hoodie wearing black framed eyeglassesLa storia ha inizio l’estate tra la quinta elementare e la prima media per il piccolo Ernesto che ormai sta diventando grande. Vorrebbe che i suoi genitori restino per sempre insieme come vorrebbe non essere preso di mira dai suoi compagni di scuola, così come vorrebbe avere un’avventura emozionante o togliere in via definitiva i suoi occhiali. E’ all’improvviso, tra una scorribanda e l’altra con i suoi migliori amici, in un giorno qualunque Ernesto e il Cardella trovano una strana valigia nera contenente un piccolo libricino, due statuine e una piccola chiave. E’ lì che ha inizio la più grande delle avventure per Ernesto e per i suoi amici. Un avventura che cambierà tutto, soprattutto Ernesto stesso.

Cosa succederà visto che le statuine e il misterioso libro sembrano essere collegati a qualcosa del passato? Riuscirà Ernesto ad uscire dal suo guscio e a risolvere il mistero oltre ad avere la consapevolezza di chi si è davvero e cosa si è capaci di fare?

Ho cominciato a singhiozzare e ho nascosto la faccia in grembo alla nonna. La sua pancia profumava, era morbida e larga. Mi ha tolto gli occhiali, mi ha accarezzato e mi ha lasciato piangere in pace addosso a lei.

La trama è decisamente lunga. Sarebbe stato migliore e preferibile anche per il lettore avere qualcosa di meno dettagliato e che incuriosisse più il lettore. Fortunatamente tutta la trama l’ho letta dopo aver letto il volume quindi non mi sono tolta il gusto della lettura e mi sono goduta il volume. Un po’ lunga ma molto

La copertina è davvero molto carina e rappresenta ciò che la storia porta con sé. I due ragazzini che trovano la valigia fra gli alberi e scoprono cosa sta per accadere loro oltre a tutti i cambiamenti che l’apertura di quella strana valigetta porterà con sé. La trovo molto bella e in linea con la copertina del volume precedente, Sette abbracci e tieni il resto da cui le avventure di Ernesto hanno inizio. Il titolo è intenso e particolare, come per il volume precedente. E ho apprezzato tantissimo i riferimenti all’interno del volume al cielo e alle nuvole e alla felicità in base al cianometro.

L’ambientazione e l’epoca della storia non sono espressamente indicate ma sembra essere ambientato quasi negli anni novanta visti i giochi, la voglia di ritrovarsi in giro a giocare assieme, i giri in bicicletta e le piccole avventure quotidiane lontani dai genitori.

Mi è venuto da pensare che in quel momento, nonostante tutto, stavo bene e che forse certi momenti non me li avrebbe rubati mai nessuno, né il papà né la mamma, meno che mai il Cardella o chiunque avessi mai incontrato in vita mia: stare seduto all’ombra con il mio pallone, sudato dopo una partita finta, dopo aver fatto gol meravigliosi. L’estate, le cicale, le foglie che frusciano, il profumo dei panni stesi al sole e la pancia piena di spaghetti alle vongole e patatine fritte. Mi sbagliavo? Le cose, una per una, non possono essere belle anche quando la vita non lo è o ti fa innervosire?

I personaggi di questa storia non sono tantissimi e ci si concentrerà principalmente su Ernesto. Ci sono i personaggi che si concentrano attorno a lui ma saranno quasi esclusivamente da contorno: il Cardella, i genitori e la sua nonna. La sua amica e i Nasuto così come tutti i suoi compagni.

Ernesto è l’amico che tutti avremmo voluto avere o la persona che ci siamo sentiti almeno una volta nella vita. E’ un ragazzino sensibile, dolce e con il suo paio di occhiali pronto a scoprire il mondo che lo circonda con occhi curiosi. Ama la sua famiglia e spera che i suoi genitori possano tornare a stare assieme, così come ama sua nonna. Non sopporta molto il Cardella, eppure è l’unico amico che riesce ad avere visto che viene spesso bullizzato dagli altri del gruppo della sua scuola. E’ un bambino fragile, che si sente spesso solo ma che ha molto da dare al mondo. Ed è un ragazzino che adora l’avventura.

Al ritorno dal mare sono successe due cose che mi hanno spappolato: ho preso le statuette da sotto il letto e quella della duchessa piangeva. Calde lacrime scendevano mute dai suoi occhi di perla. In serata poi è passato papà e mi voleva parlare; gli ho fatto dire dalla mamma che non avevo voglia di vederlo.

Il perno centrale di questa storia, oltre alla crescita e alla maturità che Ernesto si ritrova ad assumere nel corso delle sue avventure, è la valigetta e le due statuine con il libro all’interno. E’ una storia magica, particolare e sicuramente originale che dona un valore aggiunto al tutto.

silhouette of man riding in bikeLo stile utilizzato dall’autore è semplice, lineare e scorrevole. La lettura è stata piacevole e molto veloce, non ci vuole più di qualche ora per terminare la lettura e apprezzerete questo volume così come il precedente che, seppur collegati, possono essere letti anche singolarmente.

All’interno del volume troverete anche un piccolo cianometro di cartoncino, utile per misurare sia il cielo che la felicità di Ernesto, o se volete la vostra. In effetti i riferimenti del protagonista all’interno del libro sono la cosa più bella che c’è all’interno del volume. Ci regalano, quasi fosse una specie di diario di bordo, la felicità di Ernesto e la sua forza, le sue debolezze e tutto il resto.

La storia delle due statuine regala magia, suspance, mistero e avventura ad un libro per ragazzi davvero molto carino e dolce. Ho apprezzato il contesto, l’utilizzo e il modo in cui è stato strutturato il tutto. Il punto focale è sicuramente Ernesto ma tutto ciò che si muove attorno, l’avventura e la rivincita del fatto che sia sempre e costantemente preso di mira regala un sorriso al lettore che vede finalmente un riscatto per il giovane ragazzo. Una storia che non solo regala tanti sorrisi e avventure ma anche la maturità di un personaggio che sta crescendo e cambia con l’autore e il lettore stesso.

Una storia che vi invito a leggere ovviamente, per tutti voi curiosi e desiderosi di tornare bambini una volta ancora assieme a Ernesto e alla combriccola che lo circonda.

E’ stato un miracolo a salvarmi, poco prima del precipizio: mi hanno fermato le braccia storte di un arbusto, quando ormai mi vedevo già in volo, quand’ero già sicuro di morire. Sono scoppiato a piangere. Era un pianto diverso da tutti gli altri pianti: non nasceva negli occhi, nasceva in tutto il corpo, in ogni cellula. Veniva da chissà dove e non finiva più.

Questo libro per ragazzi può essere letto anche singolarmente ma se si legge anche il precedente date un valore aggiunto al tutto. E’ un volume dolcissimo, che vi farà emozionare e che spero deciderete di dargli un’opportunità.

Stefano Tofani scrive un libro SUPERIORE! Ernesto è un ragazzino formidabile e saprà trascinarvi in un’avventura avvincente e misteriosa. Ernesto è sensibile, dolce e buono, in cui potrete facilmente rispecchiarvi. Preparate gli attrezzi e partiamo assieme a lui per misurare il cielo e la nostra felicità.

Il mio voto per questo libro è di: 4 balene e mezza.

quattro e mezzo

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

Vuoi acquistare Nuvole zero, felicità ventitré e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Nuvole zero, felicità ventitré o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate? Potrebbe piacervi? Spero proprio di si ovviamente! Fatemi sapere che ne pensate!

A presto,

Sara ©

SEGNALAZIONE #206 – L’ULTIMO RINTOCCO DI DIEGO PITEA.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci qui finalmente in un altro fine settimana e più andiamo avanti più ci avviciniamo all’estate. Speriamo anche che la situazione migliori per tutti, sono davvero esausta di tutto questo marasma. Però, ci tengo a tirarvi su il morale, quindi ecco che vi lascio una libro che spero vi incuriosisca:

L'ultimo rintocco eBook: Pitea, Diego : Amazon.it: Kindle StoreAutore: Diego Pitea
Titolo: “L’ultimo rintocco”
Editore: goWare
Numero pagine: 424
Genere: thriller psicologico
Protagonista: Richard Dale, psicologo Asperger con la passione per la liquirizia e gli scacchi
Personaggi principali: Doriana guerriera, profiler U.A.C.V., Marani commissario U.A.C.V.
Ambientazione: Roma giorni nostri
Trama: “L’essenza del male ha preso forma umana”. È questo che pensa Richard Dale, psicologo e criminologo, entrando nella  camera da letto di un appartamento alla periferia di Roma. A terra giace una donna incinta con un taglio sopra il pube. Del feto nessuna traccia e sulla parete una scritta enigmatica: “Rosso”. A interpellarlo è Marani, il capo dell’Unità Analisi Crimini Violenti, per indagare sull’“Escissore”, un serial killer edonista, crudele e geniale, con il vezzo di lasciare sulla scena del crimine degli indizi che, opportunamente decifrati, permettono di risalire all’identità della prossima vittima. Coadiuvato dalla profiler Doriana Guerrera, Dale analizzerà, come in una macabra caccia al tesoro, le tracce lasciate dall’assassino, ma quando tutto sembra aver fine avrà inizio il vero incubo, che lo porterà a scontrarsi con le sue paure più profonde e con un nuovo rompicapo all’apparenza insolubile… fino allo scoccare dell’ultimo rintocco.

Biografia

Diego Pitea ha 45 anni e vive a Reggio Calabria, nella punta dello Stivale. Ha iniziato a scrivere a causa di un giuramento, dopo un evento doloroso: la malattia di sua madre. Il tentativo è andato bene perché il suo primo romanzo Rebus per un delitto è risultato finalista al premio “Tedeschi” della Mondadori, affermazione ribadita due anni dopo con il secondo romanzo: Qualcuno mi uccida. È sposato con Monica – quella del libro – e ha tre figli meravigliosi: Nano, Mollusco e Belva.

Curiosità

L’idea del libro mi venne mi venne di colpo, come tutte le trame dei miei libri, mentre passeggiavo in vacanza sul lungomare di Palermo. Definita la storia, avevo bisogno di qualcosa per il rompicapo del libro, ma per diverso tempo girai a vuoto. Mi serviva qualcosa di misterioso ma al tempo stesso
reale, qualcosa che la gente avrebbe potuto riconoscere. La soluzione me la diedero le mie agenti letterarie di allora. Mi descrissero un oggetto strano che raccontava una storia straordinaria, quella che serviva per il mio libro. Ne restai talmente colpito che passando da Roma, con il libro già
scritto, volli andare a vederlo. Non mi dilungo troppo per non rivelare nulla della trama. In questo libro compare per la prima volta la figura di Samuele, il figlio di Richard Dale, che avrà una parte
fondamentale nel quarto libro e sono elencate alcune delle passioni di Dale – e mie: scacchi, pittura e le sue famose liquirizie.

Estratto

Prima parte
Capitolo 1
11 agosto
L’uomo in tuta bianca passò loro copriscarpe di plastica, una cuffia e dei guanti azzurri. Li indossarono in silenzio e con movimenti esperti. Era una procedura familiare che eseguivano, ormai, con il pilota automatico, come una liturgia, come la vestizione del prete prima della messa. L’uomo porse loro un barattolo verde. Richard v’infilò controvoglia indice e medio, estraendo una sostanza cerosa bianca che si passò sotto il naso. Odiava quel maledetto odore, odiava quella sensazione di dita attaccaticce e il bruciore che lasciava per giorni, ma era un prezzo che pagava quasi volentieri. Il fetore stagnante proveniente dall’interno l’aveva convinto a non fare troppo lo schizzinoso. «Comincia la festa» fece all’indirizzo di Doriana. Lei annuì. Fece segno all’uomo in tuta bianca di precederli. Oltrepassarono una porta in legno con un buco al centro coperto da un foglio di compensato. Una lampadina pendeva dal soffitto e illuminava un corridoio con l’intonaco scrostato a chiazze irregolari. «La stanza è quella in fondo a destra» fece l’uomo con la tuta bianca. La voce attraverso la mascherina suonò falsa, metallica. Su un tavolinetto sulla sinistra, Richard vide due foto: nella prima una donna con in braccio un bambino di circa tre anni, lo sfondo leggermente sfocato, da cui s’intravedeva uno scivolo e un’altalena; l’altra ritraeva la stessa donna, quasi in primo piano, abbracciata a un uomo stempiato a cui mancava un incisivo; sorridevano, sembravano felici. I sorrisi, i figli, il cane. Lo aveva notato in diversi luoghi nei quali era stato per un omicidio: le persone ci tenevano a mostrare gli aspetti migliori della loro vita, come un esorcismo, come una barriera che tenesse lontano il male. Sarebbe stato bello, pensò. Purtroppo non era servito a niente. Oltrepassarono una cucina che si apriva sulla destra. Un tavolo bianco scheggiato in più punti e quattro sedie, una delle quali spaiata. Diverse macchie di umidità calavano dal tetto in corrispondenza dell’angolo più lontano; erano sul punto di ricongiungersi per attaccare la parte bassa del muro. Svoltarono a sinistra. La porta della stanza da letto. Il fetore, nonostante la canfora, si fece più intenso. Vennero investiti da un’aria pregna, che li avvolse come un sudario. Richard ebbe l’impressione che l’umidità fosse sul punto di condensarsi in tante piccole goccioline. L’uomo con la tuta bianca si scostò e, senza dire niente, ritornò indietro. Davanti, un ambiente quadrato tre per tre. Altri uomini in tuta bianca si muovevano in silenzio come in un rito pagano. Addossato alla parete di fronte vi era un letto con la testiera in ottone e sopra, appeso, un quadro che raffigurava la Madonna, i lineamenti del viso erano stati dipinti in maniera così approssimativa da farla sembrare un efebo. Uno degli uomini del team della scientifica si sporse sul letto, la macchina fotografica a pochi centimetri dal dipinto, per cogliere una scritta sulla superficie del vetro: “Rosso”. Degli schizzi di sangue tracciavano un solco immaginario che partiva da un lenzuolo candido, adagiato sul pavimento, di fronte al letto. Sotto, un corpo.


Che ve ne pare? Fatemi sapere, mi raccomando! Io vi aspetto sempre.

A presto,

Sara ©

 

 

SEGNALAZIONE #205 – LA DONNINA DEI MISTERI DI RONALD ARKHAM.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come va? Ecco qui che arriva un nuovo week end e spero arrivi anche per voi il meritato riposo settimanale. Io in effetti non vedo l’ora che arrivi domani sera. Nel frattempo vi lascio una nuova novità in arrivo:

LA DONNINA DEI MISTERI (Italian Edition) by [Ronald Arkham]Titolo: LA DONNINA DEI MISTERI
Autore: Ronald Arkham
Pagine: 84
Data di uscita:
02 Febbraio 2021
Genere: Raccolta di racconti
Link amazon: https://www.amazon.it/dp/B08X6C6VR3/

Trama: Macabre cronache di una favolosa donnina fuori di testa

BREVI ESTRATTI

“La vita è un mosaico composto da terribili idee di ogni
genere.”

“E’ assurdo come un semplice pezzo di carta possa stravolgere il corso degli eventi.”

“Mentre i raggi delicati dell’alba accarezzavano le case dell’antico borgo, un piccolo cuoricino vivente si destò dal suo prezioso sonno.”

BIOGRAFIA

RONALD ARKHAM è lo pseudonimo di un 32enne brianzolo che lavora come Customer Care in un’azienda di energie rinnovabili. Questa sua prima pubblicazione è una raccolta composta di 8 racconti soprannaturali con una vena umoristica. La protagonista di tutte le storie è sempre Pillolina, una dolce donnina che durante episodi di vita quotidiana si imbatte in fenomeni paranormali. In estate pubblicherà il suo primo
romanzo MORTE VERDE.


Cosa ne pensate? Fatemi sapere ovviamente, io sono curiosa come sempre di sapere che ne pensate!

A presto,

Sara ©

 

RECENSIONE #512 – NONOSTANTE TUTTO DI JORDI LAFEBRE.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci con una nuova recensione per voi che spero possa colpirvi. Era davvero un bel po’ che avevo puntato questo libro, sin dalla presentazione dell’uscita della casa editrice Bao Publishing. Vi parlo di questo piccolo ma dolce volume, a voi e spero vi piaccia:
nonostante-tutto

Titolo: Nonostante tutto
Autore: Jordi Lafebre
Data di uscita: 11/02/2021
Pagine: 152
Link d’acquisto: https://amzn.to/3sv1iEs
Trama: La vita va in una direzione precisa. Dalla A alla Z, dal principio alla fine. Questa storia invece va al contrario, dalla Z di Zeno, libraio, sognatore, eterno studente, alla A di Ana, sessantenne che ha fatto il sindaco del suo paese per una vita, e ora è pronta a cominciare a vivere davvero. Li incontriamo a inizio della storia che si ritrovano, dopo anni, emozionati come ragazzini. Li ritroviamo, alla fine del libro, che si incontrano per la prima volta, perché in questo libro di Jordi Lafebre i capitoli sono numerati da 20 a 1, e la storia d’amore di Ana e Zeno è raccontata in ordine inverso, ma se gli anni diminuiscono, man mano che la lettura procede le emozioni aumentano. Un racconto perfetto, che sa raccontare i complessi incastri del cuore.

RECENSIONE

La storia ha inizio dalla fine, dove Ana e Zeno, dopo anni passati a rincorrersi, finalmente anziani riescono a uscire e ritrovarsi come avrebbero voluto fare per anni. Zeno è un eterno sognatore, un libraio, un uomo che ha viaggiato ed è stato in giro per il mondo perché non sa stare fermo e non sa cosa voglia dire fermarsi in un luogo che sente veramente come casa. Ana è sempre stata una donna in carriera, sindaco della sua cittadina e si prodiga per tutti. L’unica cosa che però non è mai riuscita ad avere veramente è una vita con Zeno, nonostante i loro cuori siano sempre stati vicini seppur a mille miglia di distanza.

Come si sono conosciuti Zeno ed Ana? Cosa li ha portati a starsene così lontani, nonostante il loro amore duri da una vita intera? Può un amore durare davvero così tanto?

Nonostante tutto - Jordi Lafebre e un amore che torna indietro con il tempo
La trama di questa storia è molto semplice, scorrevole e tende a mostrarci ciò che ci troveremo a leggere. Una storia che parte dalla fine, dall’incontro di due amanti ormai anziani, adulti, con una vita passata a rincorrersi, di cui scopriremo ogni minimo dettaglio di come poteva andare e non è andata o di come è andata e non sarebbe mai potuta andare. Una storia d’amore che allo stesso tempo d’amore non è, ma è molto di più.
La copertina è meravigliosa e sembra quasi trasportarci all’interno di un film animato o un cartone animato francese di altri tempi. La pioggia, il fatto che sia sbiadita come fosse bagnata dalla pioggia e i due amanti sotto l’ombrello che forma un dolcissimo cuore. La particolarità della copertina sta nel fatto che li vediamo da giovani a camminare sul ponte in cui noi li vedremo, invece, da anziani. E’ una particolarità unica, sensazionale e magica che ci mostra come poteva essere e come invece non è stato. Una storia che è riuscita ad emozionarmi tantissimo e che spero lo farà anche con voi.
Il titolo è quanto di più strano io abbia mai visto nella storia dei titoli, persino nelle graphic novel, eppure è un titolo che rappresenta la storia meglio di qualsiasi altro. Nonostante tutto, l’amore fra Zeno e Ana è ed è rimasto sempre lo stesso e Nonostante tutto i due si sono sempre ritrovati, vita e scelte differenti a parte. Ho trovato la scelta unica, originale e azzeccatissima.

Lafebre, un romantico a fumetti:
I personaggi di questa storia sono sostanzialmente due persone quanto più diverse fra loro e che l’autore poteva immaginare. Due personaggi con uno spirito, una vita e dei progetti differenti ma con un cuore che batte all’unisono. Ve ne parlo subito:

Ana è una persona coscienziosa, determinata e sagace oltre che con i piedi ben piantati a terra. Sindaco della sua città da una vita, ha mandato avanti progetti su progetti cercando di mantenere salda e viva la sua vita personale e matrimoniale così come quella lavorativa impegnandosi quanto più possibile in tutto ciò che fa, dedicando anima e corpo ai cittadini per cui si adopera. Ha sposato Giuseppe ed ha avuto una figlia, una vita tranquilla nonostante il suo cuore sia sempre appartenuto solo e soltanto a Zeno.

Zeno è un sognatore dal principio. Acquisisce una vecchia libreria alla morte di suo padre ma che decide di sfruttare soltanto quando ormai è anziano. Ha viaggiato in lungo e in largo per il mondo facendo il marinaio così come tantissime altre cose nella vita. Nonostante amasse Ana con tutto se stesso, non è mai stato uno con i piedi piantati laddove erano le sue radici ed ha preferito il mare, il viaggio e l’avventura nella sua vita. Il suo cuore però è rimasto sempre a casa.

Nonostante tutto”: l'amore che inizia dalla fine
Il perno centrale di questa storia è l’amore fra Ana e Zeno. Una storia che resta idilliaca: fatta di strane telefonate programmate e molto lontane fra loro, di lettere a volte mai recapitate e di sogni ad occhi aperti. Entrambi avrebbero voluto condividere la vita con l’altro ma la diversità tra i due è tanta e nessuno dei due permette all’altro di mettere in pausa la propria vita per l’altro. Infatti i due si trovano a rincorrersi per una vita senza riuscire a prendersi mai e questo li porterà ad avvicinarsi solo una volta che i due sono anziani, hanno avuto e goduto le loro rispettive vite e non hanno più nulla da perdere.
Lo stile e la grafica utilizzati all’interno di questa storia sono molto semplici, i disegni limpidi e lineari dai contorni delicati e dolcissimi. I colori si mantengono su tonalità principalmente molto chiare, quasi pastello ma ha anche dei risvolti più scuri mantenendo comunque una tonalità chiara, dolce e decisamente molto semplice.
Il punto di forza di questa storia è l’unicità con cui si compone il volume, ovvero il fatto che la storia sia strutturata partendo dalla fine, dal capitolo finale, risalendo al primo capitolo. La storia si snocciola partendo dall’appuntamento che Zeno ed Ana riescono ad avere nella loro città natale dopo tantissimi anni in cui i due non si vedevano. Sono una coppia sgangherata, poco amalgamata ma che continua ad amarsi per tantissimo anno, da lontano e in maniera silenziosa oltre che alquanto difficile ai tempi d’oggi.
Ana e Zeno si rincorrono nelle pagine, così come si sono rincorsi nella vita e questo li spinge ad un amore ancor più grande l’uno per l’altra, concedendosi con la mente e con il cuore più che con la presenza. Due personaggi diversi, agli antipodi, tra terra e mare e tutto quello di distante che riusciate ad immaginare. Ho apprezzato le lettere, i pensieri, tutto ciò che fra loro è stato costruito e mi piacerebbe rileggerlo anche al contrario per avere la bellezza delle cose ancor più chiare. Le ultime scene, mute e silenziose che rispecchiano quanto l’amore possa essere imprevedibile, un fulmine a ciel sereno e quanto possa cambiare le nostre vite, avvalora ancor di più questa lettura.
Nonostante tutto - La Recensione - Games Academy
Il libro è un piccolo gioiello per gli amanti delle graphic novel così come delle storie d’amore dolci e, con molta probabilità, impossibili. Eterni sognatori di un amore che si spera di trovare una volta nella vita, questo è il libro che fa per voi, così come per me. Ho trovato questa lettura unica nel suo genere, per animi sensibili e che sa come far riflettere sull’importanza di ciò che uno vuole nella vita così come quello che, allo stesso tempo, vuole il proprio cuore.

Jordi Lafebre scrive una storia d’amore che non è mai stata tale. Una storia per la quale i due protagonisti hanno creduto per un’intera vita, rincorrendola seppur viaggiando su due binari completamente diversi. Un amore che va oltre il tempo e lo spazio e che resta nel cuore di chi non smette mai di sognare. Un libro che amerete.

Il mio voto per questo libro è di: 5 balene.

Senza titolo-1

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

Vuoi acquistare Nonostante tutto e sostenere il Blog? Acquista da Qui:

Nonostante tutto o dal generico Link Amazon: Amazon

.
Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate? Fatemi sapere cosa ne pensate, sono davvero molto curiosa di avere vostre opinioni al riguardo. Come sempre, vi aspetto!
A presto,
Sara ©

COVER REVEAL # – PIPER DI K.L. SHANDWICK.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Buon inizio settimana a tutti e buon lunedì! Oggi sono qui con un nuovo cover reveal per voi che domani si ricomincia con le recensioni, che qualche libricino lo abbiamo letto nel week end nonostante tutto. Siete curiosi? Vi parlo intanto di questo e dovrete aspettare domani per saperne di più. A voi:

TITOLO: Piper
SERIE: Last Score – Spin Off
AUTORE: K.L. Shandwick
EDITORE: Queen Edizioni
GENERE: Contemporaneo
PAGINE: 270
FORMATO: Ebook
PREZZO: € 3,99
DATA DI PUBBLICAZIONE: 27/05/2021
NB: Libro disponibile nei vari digital store.

Trama: So cosa pensano tutti. Credono che io sia troppo innocente per lo stile di vita che mi sono scelta.  Forse hanno ragione. Forse lo sono davvero. Ma a volte bisogna solo seguire il proprio istinto, anche se poi si ottiene un fallimento. E poi, maggiore è il rischio, più in alto si può arrivare. Le cose stanno così: ho un talento musicale e la possibilità di avere un incredibile nuovo inizio. L’unico problema è Simon McLennan, il mio mentore, nonché una famosa rockstar che fa parte
della band del mio padre adottivo. Il fatto che Simon pensi sempre e solo ai propri interessi è una cosa risaputa. Ma io ho una cotta segreta per lui. Questa attrazione è reciproca oppure lui è fuori dalla mia portata? Ho sempre vissuto all’ombra di un passato oscuro e solitario, ma questo è il mio momento di brillare. Il mio momento per prendermi tutto ciò che voglio. Anche se questo potrebbe mettere a rischio la mia possibilità di stare con Simon.

COVER

piper_web

Biografia Autore.

K.L. Shandwick è una scrittrice di romanzi Contemporary Romance, Suspence Romance e New Adult Romance, che dal 2015 si dedica alla scrittura a tempo pieno. Ha lavorato come ostetrica e assistente sociale, ma durante l’adolescenza ha seguito la sua passione per la musica lavorando come merchandiser per gruppi rock. La carriera di scrittrice di K.L. è iniziata solo quando è stata sfidata a scrivere un capitolo di un libro, da cui è seguita la pubblicazione della sua prima serie, “The Everything Trilogy”. Dal 2013, K.L. ha pubblicato quindici romanzi e cinque novelle. Grazie alla sua capacità di osservazione, riesce a infondere nei suoi personaggi sentimenti reali in cui lettori riescono a immedesimarsi, creando storie mozzafiato. Momenti toccanti sono bilanciati dal suo acuto senso dell’umorismo, che rendono i suoi libri impossibili da mettere giù una volta iniziati. Quando partecipa ai firmacopie, sia nel Regno Unito che all’estero, ama incontrare i suoi lettori e parlare di libri.

Visita il suo sito: http://klshandwick.com/


Cosa ne pensate di questa bella lettura? Fatemi sapere se può essere di vostro gradimento. Io vi aspetto come sempre ovviamente!

A presto,

Sara ©

SEGNALAZIONE #204 – LA VENDETTA DI NIRAK DI MARIA CRISTINA PIZZUTO.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Eccoci qui con una nuova uscita che spero possa incuriosirvi. La copertina è molto semplice e la storia sembra particolare. Che ve ne pare? A voi:

Titolo: La vendetta di Nirak
Autrice: Maria Cristina Pizzuto
Genere: Fantasy con connotati fiabeschi, romantici e gotici.
Pagine: 146
Editore: PubMe
Uscita: 24 febbraio 2021
Formati disponibili: Cartaceo 15,00€
Trama: Questo libro raccoglie la trilogia delle avventure di Castel Marina, o meglio le peripezie all’interno di un Castello di un piccolo borgo, che sorge a picco sul mare. Esse sono delle storie raccontate, da nonna Erica ai nipoti, in una delle tante vacanze invernali davanti ad un caldo caminetto. Si parte a descrivere l’infanzia e l’adolescenza della Signorina Elisabetta, la figlia del Sig. Nirak, padrone del castello, fino ad un fatidico incidente, che porterà Elisabetta alla morte e così anche a quella di suo padre. Il Castello diventerà un albergo. Da qui parte il susseguirsi di persecuzioni e vendette del fantasma del Sig. Nirak nei confronti dei clienti, alla ricerca di un’anima simile a quella della sua bambina deceduta e farla sua per sempre. Ma lo spettro non ha fatto i conti con lo spirito di Elisabetta, che continuerà a proteggere le persone prese di mira, dall’incubo del fantasma di suo padre. Solo il sacrificio di Sabrina, molto simile caratterialmente ad Elisabetta, porrà fine a tutte le vendette del Sig. Nirak restituendo tranquillità alle generazioni future.

BIOGRAFIA

Sono nata a Milano e la mia infanzia l’ho trascorsa a Bresso (MI) All’età di 13 anni la mia famiglia si è separata. Mio papà è rimasto a Bresso, (MI) mentre io e mio fratello di 10 anni in meno di me, siamo andati ad abitare a Gorgonzola (MI). Ho fatto lì tutte le superiori. Era un liceo scientifico sperimentale ad indirizzo ambientale. Ho fatto i primi 6 mesi di università alla Bicocca con facoltà di Geologia. Al secondo anno avrei potuto prendere l’indirizzo di geologia marina ma mi sono fermata molto prima perché avevo capito che non era quella la mia vera vocazione. Appena ho trovato lavoro sono uscita da scuola. Ho scritto dalla 3° media circa, in primis poesie poi mi sono dedicata sia a quelle che a scrivere racconti con modalità diverse di scrittura. Attualmente abito a Fara Gera d’Adda (BG).


Cosa ne pensate? Fatemi sapere, mi raccomando! Io vi aspetto e vi abbraccio.

A presto,
Sara©

PROSSIME USCITE PER ALWAYS PUBLISHING, FAZI, MONDADORI, DEA PLANETA, NEWTON COMPTON, RIZZOLI, SALANI, LES FLANEURS E MARSILIO EDITORE.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

E buon inizio settimana! Come state? Spero bene e in salute! Quest’oggi vi porto tantissime novità che spero apprezzerete. Come sempre, suddivise per editore, ecco qui le uscite che stanno per arrivare o sono arrivate da pochi giorni in libreria. Siete pronti? Curiosi?

FAZI EDITORE

quello che non saiTitolo: Quello che non sai
Autore: Susy Galluzzo
Pagine: 268
Data di uscita: 08-04-2021
Trama: Cosa succede quando non si ha più voglia di essere una madre? Cosa può fare una donna stretta tra gli obblighi familiari e la sua vita di prima? Michela, detta Ella, ha passato gli ultimi anni a crescere la figlia Ilaria, dedicandosi a lei in ogni momento anche a scapito del suo lavoro di medico e del rapporto con il marito Aurelio. Ella conosce tutte le manie e le ansie di Ilaria, sa quanto è brava a tennis ma anche quanto le è difficile concentrarsi a scuola. Dopo un allenamento, Ilaria si distrae guardando il cellulare, ferma in mezzo alla strada, mentre una macchina avanza veloce verso di lei. Ella non fa niente per avvisarla: rimane immobile a osservare la figlia che, salva per un soffio, se ne accorge. In quell’istante, inevitabilmente, tra loro si rompe qualcosa. Ella così inizia a sfogarsi scrivendo un diario rivolto alla propria madre, morta quindici anni prima: pagina dopo pagina, racconta delle crepe che si allargano fino a incrinare in modo irreversibile i delicati equilibri familiari, si addentra nei propri ricordi per riportare a galla vecchi e nuovi conflitti, rimpianti e sensi di colpa, per trovare infine la forza di affrontare la verità e ricominciare. Viaggio negli equilibri precari di una famiglia all’apparenza perfetta, Quello che non sai è un romanzo sulla maternità e sul timore di non essere mai all’altezza. Attraverso la storia di un distacco necessario, narrata in un crescendo di sentimenti contrastanti, l’autrice inscena il fallimento personale della protagonista cambiando continuamente prospettiva in un gioco psicologico complesso e molto appassionante. Un libro intenso che affronta un tema tabù con grande abilità e coraggio meditando in maniera profonda sul lato oscuro che è in ognuno di noi e su quello che una donna non confesserebbe mai, neppure a se stessa.


ALWAYS PUBLISHING

SEGNALAZIONE USCITA: "La verità che non ti ho mai detto" di Kandi Steiner -  LeggoAncoraDieciMinuti...Titolo: La verità che hai sempre saputo
Autore: Kandi Steiner
Genere: Romance contemporaneo
Pagine: 280
Collana: Ever
Data di uscita: 15 aprile 2021
Prezzo cartaceo: € 10.50
Prezzo ebook: € 3.99
Traduzione: Francesca Gazzaniga
L’atteso e doloroso capitolo conclusivo del duetto La verità dell’autrice bestseller Kandi Steiner.
Trama: Il matrimonio di Charlie Pierce sembra giunto al termine. Reese Walker, il suo primo amore, è tornato nella sua vita ed è riuscito a risvegliare la sua anima con il più travolgente degli amori, dopo anni di infelicità. Ma il marito di Charlie, Cameron, non è disposto a restare a guardare mentre la donna che ama e a cui ha promesso una vita insieme viene portata via da un altro. Non senza combattere per lei. Con un gesto inaspettato, Cameron convince Charlie a concedergli due mesi di tempo per dimostrarle che il loro legame non si è spezzato e il futuro che sognavano insieme è ancora possibile. Due mesi per recuperare un rapporto distrutto dal dolore, dai silenzi, dai tradimenti e dal tempo. Reese non è contento di essere costretto all’attesa prima di poter iniziare la sua nuova vita con Charlie, ma capisce di dover assecondare i suoi desideri per vederla felice. Così Charlie si ritrova sempre più confusa sia dalla determinazione del marito che da nuove e inaspettate rivelazioni sul suo nuovo amore. Eppure sa bene che al termine dei due mesi la attende una scelta inesorabile: quella tra l’uomo con cui sognava tutta una vita insieme e il primo ragazzo che le aveva mai rubato il cuore. Ma sarà abbastanza forte da affrontarla? Si dice che ci siano sempre due versioni per ogni storia. Ma di alcune, ne esistono tre. Come i cuori coinvolti.


RIZZOLI

Barry Squires - Heather Smith - eBook - Mondadori StoreTitolo: BARRY SQUIRES
Autore: HEATHER SMITH
Pagine: 216
Prezzo: € 15,00
Trama: 1995 isola di Terranova. Quando vede per la prima volta la compagnia di danza locale in un’ispirata performance nella nuova sala del bingo, il giovane Finbar (Barry) Squires vuole disperatamente diventare parte del gruppo. I ballerini del Full Tilt Irish Step sono lo spettacolo più richiesto a St. John (seguiti a ruota da Alfie Bragg e la sua Cornamusa Delusa) e, avendo visto due volte Riverdance, Barry è assolutamente convinto che spaccherà all’audizione. Così finalmente sarà noto per qualcosa, oltre alla macchia sulla guancia per la quale viene preso in giro da quando è nato. Certo, ha un talento non immediato e un temperamento un po’ impulsivo, e il suo percorso per diventare una star è messo a rischio dal fatto che in famiglia non lo prendono sul serio, impegnati ad affrontare la depressione post-parto della madre dopo la nascita dell’amato fratellino Gord. Ma per fortuna ha il supporto di un cast di personaggi quantomeno vivace: l’ubiqua nonna Squires, il vecchio rocker inglese Steven lo Storto, un gruppo di anziani della casa di riposo Un Gradino dal Divino e Saibal, l’amico pakistano con cui condivide scherzi e scorribande. E saranno proprio loro a sostenerlo anche quando si troverà davanti a un dolore che non può nemmeno pronunciare, e a insegnargli l’importanza e la gioia della condivisione e dell’accettazione di sé.


SALANI

Tutti matti per gli Esposito - Pino Imperatore - Libro - Salani - Le stanze  | IBSTitolo: Tutti matti per gli esposito
Autore: Pino Imperatore
Pagine: 294 
Prezzo: 16,00 €
Trama: Tonino Esposito ci prova, a seguire le orme del padre, defunto boss del rione Sanità, e a diventare un criminale come si deve. Ma per quella vita ci vuole stoffa, e lui quella stoffa proprio non ce l’ha. Goffo, ingenuo, nullafacente e perseguitato dalla sfortuna, sembra incapace di combinarne una buona. Canzonato dalla moglie, dai quattro figli, dai suoceri, dalla domestica ucraina e persino da due iguane e da un coniglietto, è la pecora nera della famiglia e il delinquente più maldestro nella storia della camorra. Quando anche ’O Capitano, lo spirito di un ufficiale spagnolo che gli parla mediante un teschio presente nel cimitero delle Fontanelle, si rifiuta di dare ancora ascolto ai suoi lamenti e lo incita a darsi finalmente una mossa, Tonino capisce di aver toccato il fondo. Decide perciò di cambiare strada e di cercarsi, per la prima volta in quarantacinque anni, un lavoro onesto. Ma i guai non tarderanno a raggiungerlo, così come gli uomini del clan che hanno in mente per lui un compito ‘molto speciale’. Dirigendo un coro di voci esilaranti e di situazioni pirotecniche, Pino Imperatore si conferma un maestro dell’umorismo, quello che unisce l’allegria e l’amarezza, compiendo il grande miracolo di farci ridere delle nostre stesse debolezze e assurdità.


LES FLANEURS

Il verso giusto - Angela Aniello - Libro - Les Flâneurs Edizioni - Bohemien  | IBSTitolo: Il verso giusto
Autore: Angela Aniello
Genere: Narrativa
Collana: Bohèmien
Pagine: 178
Prezzo: € 15,00
ISBN: 9788831314824
Data di uscita: 10/4/2021
Trama: «A Taranto per essere liberi dovevamo chiedere il permesso e non volevamo più sottostare a questa regola imposta non so neanche da chi». Il tempo dilatato che la pandemia ha sottratto alla normalità, alterandola, per Chiara si è trasformato in un dono che le consente di rallentare, guardarsi indietro e ricordare. Così, alla vigilia del diploma, decide di scavare nel suo passato – a tratti doloroso come quello di molti tarantini – e di mettere nero su bianco la sua storia e non solo. Come in un film si susseguono tante immagini, alcune più nitide, altre volutamente sfocate perché ancora feriscono. Sullo sfondo, a tenere uniti i suoi ricordi, c’è sempre il mostro che divora senza pietà: l’Ilva. Chiara ripercorre la sua infanzia felice, scivolatale troppo in fretta dalle mani, e l’adolescenza, segnata da una perdita ma anche da rivincite, conferme e consapevolezze. Un viaggio non sempre facile ma in cui non è mai sola: ogni tappa è condivisa, con Maria, l’amica di sempre; Luca, il primo amore; e l’adorata prof. di Lettere, sua prima sostenitrice che la esorta a coltivare la passione per la scrittura. Pagina dopo pagina la bambina sognatrice che amava abbandonarsi alla fantasia lascia spazio a una ragazza matura, che con coraggio lotta per far trionfare la giustizia e che non ha paura di inseguire i propri sogni.


MARSILIO EDITORE

Autore: Lorenza Ghinelli
Titolo: Bunny Boy
Pagine: 176

Collana: Farfalle
ISBN: 978-88-297-0962-5
In uscita: 13 maggio 2021
Trama:

Lorenza Ghinelli torna ad esplorare il mondo dell’infanzia attraverso la sua protagonista bambina, Nina, sorda a causa di un incidente, ma dotata di una straordinaria sensibilità, che le fa sentire quello che gli adulti non sentono. Coinvolta in un’avventura che la porterà a confrontarsi con le ragioni del male, scivolando in un territorio in cui l’infanzia può essere nera e cannibale, ma comunque degna di essere riconosciuta.


Autore: Valentina Della Seta
Titolo: Le ore piene
Pagine: Non disponibile

Genere: Narrativa
In uscita: 20 maggio 2021
Trama: Ancora non disponibile.


Aspetta mezzanotte

Autore: Luciano Modica
Titolo: Aspetta mezzanotte
Pagine: 256
Collana: Farfalle

ISBN: 978-88-297-0840-6
Trama: Mauro Rapisardi è un professionista che, su mandato della magistratura, amministra aziende confiscate alla criminalità organizzata. L’ultimo suo incarico riguarda la Oran Ice Srl, azienda di lavorazione e commercio di prodotti agrumicoli, sequestrata al clan Finocchiaro dopo l’arresto del boss, che domina la zona Nord della provincia di Siracusa. Nello svolgimento delle sue mansioni deve destreggiarsi tra Santo Lo Faro, l’infido prestanome della società, Loredana, la contabile ninfomane, e Lucia, l’algida e bellissima moglie del boss che funge da direttore commerciale dell’azienda. Rashid è un immigrato clandestino di origini ghanesi che lavora nei campi cercando di mettere qualche soldo da parte per consentire il viaggio verso l’Italia alla moglie e ai due figli rimasti in Ghana. Ogni notte, a mezzanotte, Rashid e la donna volgono lo sguardo alla stella Vega e attraverso il suo luccichio, come fosse un alfabeto morse, si raccontano le loro giornate e le loro speranze. I guai per Mauro iniziano nel momento in cui si accorge che l’azienda si avvale di manodopera in nero, in gran parte costituita da clandestini. La sua indisponibilità a consentirne l’impiego nei campi costituisce un grave problema per il clan, disposto a tutto pur di far tornare l’uomo sui suoi passi. Quando si ritroverà con l’acqua alla gola, costretto a nascondersi da tutti, braccato sia dalla cosca che dalle forze dell’ordine, sarà in Rashid che Mauro cercherà un improbabile alleato. Ma anche quest’ultimo ha qualcosa da nascondere.


DEAGOSTINI

Titolo: Ragazzi selvaggi
Autore: Luca AZZOLINI
Pagine: 224
Data di uscita: 11 maggio 2021
Trama: Luca fa il conto alla rovescia: con la terza media si chiudono tre anni d’inferno. Non vede l’ora, ormai è questione di settimane. Anche Mattia fa il conto alla rovescia: aspetta il giorno in cui le sue stupide erre non suoneranno più così stupide e riuscirà a dichiararsi a Clara, l’attaccante più tosta della squadra di calcio. E poi ci sono Massimo, Lorenzo, Alberto. Loro sono quelli che camminano in gruppo e in gruppo trascinano i ragazzi grassi sotto le docce gelide. Anche loro però fanno il conto alla rovescia: contano i giorni che li separano dallo scherzo di fine anno, quell’evento che li farà passare alla storia e farà ricordare i loro nomi tra le mura della scuola media. E così, mentre Luca conta e sembra svanire, e Mattia conta e pare sbocciare, loro, i ragazzi, selvaggi, continuano a montare lo scherzo. Non sono mostri, non vogliono fare del male. Ma più il rischio è alto più l’adrenalina sale, e più sale più è facile sbagliare. E qualche volta, un singolo errore può trasformare lo scherzo in un gioco mortale.


NEWTON COMPTON

Sei tu quello che voglio eBook: Wylde, Joanna: Amazon.it: Kindle StoreTitolo: Sei tu quello che voglio
Autore: Joanna Wylde
ISBN: 9788822756107
Pagine: 384
Prezzo: € 12,90
Reaper’s Series
Trama: Se c’è una cosa di cui Liam “Hunter” Blake è sicuro è che odia i Reapers MC. Nato e cresciuto tra i Devil’s Jack, conosce il suo dovere: difendere il club di motociclisti di cui fa parte dai suoi più antichi nemici, i Reapers. A qualunque costo. Ma perché usare la forza quando il capo dei Reapers ha una figlia ingenua e vulnerabile? Hunter ha desiderato Em dal primo momento in cui l’ha vista, e ora ha un’ottima scusa per averla. Em ha vissuto tutta la vita all’ombra dei Reapers. Suo padre è iperprotettivo, ed è il capo della banda. L’ultima volta che Em ha avuto un fidanzato, qualcuno gli ha sparato. E da allora gli uomini sono più interessati a compiacere suo padre che a farla divertire. Fino a che un affascinante sconosciuto non è entrato nella sua vita. Em si è sentita per la prima volta desiderata, a prescindere dal suo cognome. Possibile che l’uomo che affolla i suoi pensieri di notte non abbia paura di suo padre? Forse Liam è
davvero quello giusto…


Fidanzato part-time" di Anna Zarlenga - Cartonato - Anagramma - Il LibraioTitolo: Fidanzato part-time
Autore: Anna Zarlenga
ISBN: 9788822749055
Collana: Anagramma n. 952
Pagine: 288
Prezzo: € 9,90
Trama: Lisa è una ragazza schiva e un po’ imbranata. Dalla sua scrivania osserva furtivamente il bel medico per
il quale lavora come segretaria, sapendo che non riuscirà mai a rivelargli quello che prova. Un invito inaspettato da una ex compagna di scuola, che sta organizzando una rimpatriata con i vecchi amici, la mette improvvisamente di fronte a due verità che mal riesce ad accettare e che la fanno sprofondare nel malumore: non ha ancora realizzato niente nella vita e, soprattutto, è single. Ragion per cui sarà costretta a presentarsi da sola a quel rendez-vous. È troppo da sopportare. Occorre trovare una soluzione. Mike lavora nella pizzeria che appartiene alla sua famiglia da generazioni. Sexy e desiderato, è soprannominato “Mike pizza e merengue”, per il modo disinvolto con cui impasta la pizza. La sua
superficialità nelle relazioni amorose non piace però al nonno, che vorrebbe quindi affidare la gestione della pizzeria al fratello, ritenuto più “responsabile”. Anche Mike deve trovare una soluzione. Lisa e Mike non potrebbero essere più diversi, eppure condividono un obiettivo: fingere di avere un partner. E allora, che la messinscena abbia inizio! Un piano semplice, efficace e indolore. O forse no?


MONDADORI

lamica-dinfanzia.jpg?resize=221%2C300&ssl=1Titolo: L’amica di Infanzia
Autore: Jessica Fellowes
Pagine: 256
Data di uscita: 13/04/2021
Trama: Nonostante le profonde diversità, Bella e Kate sono amiche fin da bambine: Bella, introversa e insicura, vive all’ombra di Kate che invece ha imparato a utilizzare il suo fascino per manipolare le situazioni e si nutre dell’ammirazione dell’amica. Quando i genitori di Kate si trasferiscono in un’altra città, Kate tradisce la promessa di rimanere in contatto con Bella e sparisce. Molti anni dopo, si trovano a vivere nello stesso quartiere, entrambe adulte e sposate: Bella è un’artista affermata, Kate invece un’attrice di scarso successo, ma basta un attimo perché Bella ricaschi nella rete magnetica e pericolosa di Kate. Con il passare dei mesi la spirale di ambiguità della loro amicizia diventa sempre più feroce fino a degenerare durante una festa, dove Bella, complice l’amica, perde completamente il controllo. Una sera che segnerà per sempre il destino delle due donne con esiti drammatici. Jessica Fellowes, autrice della celebre serie “I delitti Mitford”, mette in scena un gioco di specchi in cui le due protagoniste sono a tratti complici, a tratti rivali, vittime e carnefici al tempo stesso. Il risultato è un noir domestico a regola d’arte.

 


Cosa ve ne pare? C’è qualcosa che vi piacerebbe leggere di questi volumi? Fatemi sapere ovviamente che io vi aspetto e sono super curiosa!
 
A presto,
Sara ©
 
 

RECENSIONE #511 – IL TEMPO PERSO IN AEROPORTO DI LORENZO FOLTRAN

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Oggi finalmente riprendo piano piano con le recensioni. Perdonate se per qualche giorno mi avete visto a singhiozzo ma ho un periodo un po’ confuso e ho bisogno di rimettere in linea le idee. Ringrazio tantissimo l’editore Graphe.it per avermi permesso la lettura di questo volume e anche all’autore. Eccoci che ve ne parlo subito:

41jfdmjdl._sx304_bo1204203200_Titolo: Il tempo perso in aeroporto
Autore: Lorenzo Foltran
Data di uscita: 7 aprile 2021
Pagine: 102 
Editore : 
Graphe.it

Link d’acquisto: https://amzn.to/2RTsPTv
Trama: Non una semplice antologia, ma una raccolta organica nella quale i singoli testi poetici sono organizzati in modo tale da raccontare una storia. Il tempo è il tema di questa raccolta che in tre sezioni ne esplora le molte sfumature. Esso appare come un elemento relativo che si dilata, si comprime, e che soprattutto passa, in rapporto però allo spazio dentro al quale scorre: la dimensione del sogno e della realtà alternativa dei videogame, l’ambiente non cronologico del ricordo o della riflessione, sono contrapposti allo scandire alienante della vita vera, dove il tempo è percepito soprattutto come perdita. Così il lettore procede fra giorni senza calendario o calendari appesi al muro per nasconderne le crepe; si riconosce fra ore piene e vuote, nei minuti precisi che occorrono per cucinare una pastasciutta che però risulta insipida. Insieme alla giornata si rischia di perdere talvolta la strada o il senso di sé: scrivere è allora l’antidoto al disperdersi dei propri momenti, anche quando è soltanto esaurita la pila dell’orologio.

RECENSIONE

silhouette of person across gray cloudsDopo aver letto il precedente volume di Lorenzo Foltran, In tasca la paura di volare, non potevo tirarmi indietro e dovevo leggere questo piccolo volume sulla poesia.

Il tempo è una cosa che personalmente mi ha sempre affascinato. Ci sono momenti che passano veloci, volano e altri momenti in cui tutto si comprime e il tempo sembra rallentare e da quasi il senso che non passi mai. Eppure passano entrambi nello stesso modo, lo scorrere è esattamente lo stesso, siamo noi che lo viviamo in maniera differente in base a come lo viviamo e a quale peso diamo alle cose. In questa raccolta si passa dallo scorrere veloce dei giochi e di quanto questo cambi quando uno è fermo, in attesa di qualcosa e si guarda attorno. Una raccolta sul tempo e sulla vita quella di Lorenzo Foltran, che spiazza e allo steso tempo ci accomuna tutti in un modo o nell’altro.

Misuro il tempo perso in aeroporto
all’andata e al ritorno.
(…)

La trama è decisamente molto semplice e ci introduce al mondo in cui Foltran cerca di catapultarci pagina dopo pagina. E’ una raccolta di poesie sul tempo, sulla vita e sui giochi, sui piccoli dettagli e sul punto di vista che ognuno può dare ad una piccola cosa, rispetto al punto di vista di un’altra persona. E’ una trama interessante e curiosa che cattura anche i più piccoli amanti della poesia contemporanea.

La copertina è molto minimal, anche rispetto al volume precedente. Per i libri di poesie adoro questo imprinting nella struttura del volume quindi posso dirmi soddisfatta della scelta della casa editrice di mantenere uno standard sobrio ma al tempo stesso efficace, con il titolo ben in evidenza. Sul retro della copertina troviamo comunque un disegno che rimanda ai manga giapponesi con un uomo con la valigia, in attesa, come fosse in aeroporto. Assolutamente in linea con tutto il resto. Il titolo è originale ed è questo più di ogni altra cosa – oltre al fatto che avevo già letto dell’autore in sé – a spingermi alla lettura del volume. Il tempo che si aspetta in aeroporto può sembrare lunghissimo se si attende di imbarcarsi, così come se si aspetta il ritorno di qualcuno e, se ci si sofferma sul guardarsi attorno si possono scorgere le piccole sfumature delle persone che si muovono attorno a noi e di tutto ciò che succede.

La mia preferita, tra tutte le preposte c’è anche questa volta. E’ una cosa in cui mi sono rivista quindi l’ho sentita parlarmi e dirmi sono qui per te. Eccola qui:

E’ successo davvero.
Erano giorni, luoghi
dove tu eri diversa,
anche se eri la stessa,
quella che non sei in vero
e che non sei per finta
nemmeno se per esserlo
ti sei impegnata al massimo.

planes at airport during daytimeIl perno centrale di questa raccolta è il tempo. Il tempo visto come attesa sia come piccole movenze delle persone che abbiamo a fianco o che abbiamo visto nel corso della nostra vita. E’ un tempo unico e indivisibile che ognuno vive e percepisce in maniera differente dando il proprio peso relativo in base all’angolazione in cui una cosa viene vista e vissuta. E’ una storia 

Lo stile utilizzato dall’autore si è evoluto ed ha maturato una consapevolezza maggiore rispetto al precedente volume, aggiungendo anche dei pezzi particolarmente lunghi. Nonostante questo apprezzo maggiormente i scritti brevi e concisi in cui riesce ad esprimere tutto se stesso nel migliore dei modi, molto più di quando allunga il tutto.

L’opera viene strutturata e divisa in tre parti: 

Il tempo perso in aeroporto. E’ questa la parte in cui l’autore si concentra sul tempo e analizza ogni piccolo dettaglio di ciò che riesce a scorgere e analizzare guardandosi semplicemente attorno. O almeno questa è l’impressione che sembra dare leggendo questa prima parte della raccolta. Dei pezzi che ci portano in aeroporto, seduti e in attesa della prossima partenza o dell’arrivo di qualcuno.

Sogni interattivi. Questa è la parte assai più strana e particolare oltre che originale che io abbia mai letto. Da giocatrice in alcune cose mi ci sono ritrovata e sono riuscita a comprendere la profondità di ciò che vuole cercare di trasmettere anche solo parlando di videogiochi. Qui l’autore prende il nome del videogioco e ci scrive su qualcosa di diverso dal solito, innovativo e che non mi era mai capitato di analizzare sotto quest’aspetto. Divertente, leggero e originale.

Adesso. E’ la parte introspettiva e che si riferisce – presumo – al momento stesso in cui viene scritto, quasi in concomitanza con il vissuto dell’autore stesso. Dall’alzarsi dal letto la mattina e al peso che una giornata di lavoro può portare ai ricordi a cui la mente ci consente di viaggiare. Anche qui ci ritroviamo nella modernità e nella quotidianità delle cose di tutti i giorni, spingendoci a riflettere su ciò che ci circonda.

Soppeso a coperta
il tepore nascosto
tra le piume e il lenzuolo.
Sogno appena rimosso
del sonno che è rimasto.
Ricordo, no, anzi, sento
ancora al ventre il peso:
il giorno di lavoro
passato e già futuro.

Questa raccolta di poesie ci porta in una dimensione in cui il tempo diventa assolutamente relativo, in un periodo in cui a volte il tempo sembra essere persino monotono, con giornate una uguale all’altra. Una raccolta semplice, originale e attuale. Consiglio la lettura per gli amanti della poesia e non, soprattutto per chi vede il tempo sotto una luce e una prospettiva completamente differente.

Lorenzo Foltran ci trascina nel suo mondo che potrebbe essere quello di ognuno di noi, analizzando ogni piccolo briciolo di tempo che ci circonda, come a guardare una clessidra che lentamente lascia cadere i suoi granelli. Una piccola raccolta da leggere.

Il mio voto per questo libro è di: 4 balene.

Senza titolo-2

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

Vuoi acquistare Il tempo perso in aeroporto e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Il tempo perso in aeroporto o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate?

A presto,

Sara ©

SEGNALAZIONE #203 – TUTTO CIO’ CHE SIAMO DI MONICA BRIZZI.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state miei cari lettori? Eeeeeeh eccoci qui finalmente con una nuova uscita che spero possa interessarvi, soprattutto agli animi romanticoni 😀 Infatti vi porto una storia che spero vi emozionerà. A voi:

Segnalazione: "Tutto ciò che siamo" di Monica Brizzi, Self Publishing - La  bottega dei libriTitolo: Tutto ciò che siamo 
Autore: Monica Brizzi
Genere: contemporary romance – autoconclusivo 
Serie: Social Series #2
Editore: self publishing 
Uscita: 1 marzo
Formato: ebook e cartaceo
Prezzo: € 2,99 
Pagine: 234
Link di acquisto:
Amazon
Kobo 

Sinossi/ quarta di copertina:

Gianluca Zetti è il mio peggior amico. O miglior nemico.  È intelligente e acuto, superficiale e poco empatico. Bello, ricco e con il mondo ai suoi piedi. È un ex calciatore, attualmente giornalista. È la mia nemesi. E lavoriamo insieme. Zoe Liu Gambetti è una giornalista, la migliore del suo genere. Bella da far male, vegana e orgogliosa, è la mia spina nel fianco. Da tutta la vita. La sua scrivania è a due passi dalla mia. Il che significa che sono finito.  

La Social Series è composta dai romanzi autoconclusivi:

  • Per un bacio e (molto) più
  • Tutto ciò che siamo 
L’autrice:

Autrice. Moglie. Mamma. Lettrice. Docente. Adora inventare storie e scriverle. Oltre a Tutto ciò che siamo è autrice della trilogia La Principessa dei Mondi e dei romance Ogni singola cosaAmore, libri e piccole follieÈ qui che volevo stare e Per un bacio e (molto) più, primo volume stand alone della Social Series.

Seguila su
 

Come vi sembra? Potrebbe fare al caso vostro? Potrebbe piacervi? Fatemi sapere, ovviamente. Io come sempre vi aspetto.
A presto,
Sara ©