RECENSIONE #91 – WOLF 2 – IL GIORNO DELLA VENDETTA DI RYAN GRAUDIN.

BUON POMERIGGIO LETTORI!

Ecco qui una nuova recensione. Finalmente sono riuscita a portare a termine una delle letture della settimana avendo tutto davvero nel pieno ed essendo piena di cose da fare. Non vi ho abbandonato, tranquilli, vi penso sempre!

Ecco per voi che vi parlo del secondo ed ultimo volume della saga di Wolf:

09888-wolf-2-il-giorno-della-vendettaTitolo: Wolf 2- Il giorno della vendetta
Autore: Ryan Graudin
Editore: DeAgostini
Genere: Distopico
Serie: Secondo ed ultimo volume. Iniziato con Wolf – La ragazza che sfidò il destino.
Data di uscita: 6 giugno 2017
TramaGermania, 1956. La Resistenza festeggia: finalmente la guerra è finita. Yael, la ragazza dagli straordinari poteri che è miracolosamente sopravvissuta al campo di concentramento, ha ucciso Hitler davanti agli occhi del mondo intero. O almeno così tutti credono. Ma la verità è molto più complicata di come appare. Per portare a termine la propria missione, Yael ora non potrà più contare su un’identità segreta e dovrà imparare a fidarsi degli uomini che fino a quel momento ha tradito: Luka e Felix. Insieme a loro si spingerà oltre ogni limite pur di far cadere il Nuovo Ordine. Ma quando in gioco ci sarà la vita di chi ama fino a che punto sarà disposta ad arrivare?

RECENSIONE:

NB: Innanzi tutto ci tengo ad avvisarvi che se non avete letto il primo e avete intenzione di farlo non so se vi conviene proseguire nella lettura della recensione perchè potrei ricadere in spoiler per spiegare determinate cose. Cercherò di farne il meno possibile perchè detesto farli però potrebbero esserci. Per i più temerari, benvenuti.

La storia ha inizio dove era finita la precedente. Yael, sotto l’aspetto di Adele Wolf arriva alla fine del Tour dell’Asse e al Ballo riesce ad assassinare Hitler. L’omicidio finisce in diretta e nei paesi del Reich si scatena la Resistenza che non aspettava altro che questo segnale da parte della Valchitsa, la lupa, giovane protagonista di questa storia.

Yael scappa per non essere presa in ostaggio ma viene inseguita da Luka che finirà, assieme a Felix, per essere uno dei compagni del viaggio di ritorno a Germania. Qualcosa però andrà storto e i ragazzi si ritroveranno coinvolti in un viaggio turbolento, fatto di bugie, pericoli, minacce e tante altre cose.

Cosa succederà alla nostra protagonista? Chi incontrerà durante il suo viaggio? Riuscirà a salvare se stessa ed i suoi compagni di viaggio?

La ragazza cominciò a srotolare le bende. Quello che vide le spezzò il fiato e le disegnò linee dure come graffi intorno alle labbra. «Ho cercato di sistemare le dita…ma…» Alcune cose sono troppo rotte per poterle aggiustare. Questo aveva detto Felix alla ragazza a Tokyo, quando credeva di proteggere Adele da se stessa. Questo sentiva ora, fin dentro alla polvere delle sue stesse ossa frantumate.

La trama parte esattamente da dove avevamo lasciato la precedente quindi se avete intenzione di leggere il precedente e ancora non l’avete fatto, non leggete la trama di questo perché vi rovina il gusto della lettura precedente. Tutto sommato però è buona e scritta bene.

La copertina è molto bella, tutto sommato mi piace ed è similare alla precedente ma dai colori meno sgargianti. Però l’originale resta imbattibile, questa versione è carina ma è “italianizzata“. Il titolo vale la stessa cosa che vi ho detto riguardo al precedente. Non ne capisco l’utilità del sottotitolo e del cambio nome. Poteva essere lasciato l’originale, “Il giorno della Vendetta” mi suona come slogan pubblicitario e vi prego, no, non ci sta.

L’epoca e l’ambientazione sono le medesime dei precedenti ma siamo dove è finito il precedente. Il Tour dell’Asse è terminato a Tokyo, quindi da quel punto di partenza si arriverà a Molotov, in Russia e si tornerà a Germania. Siamo nel 1956, dopo la fine della seconda Guerra Mondiale, sotto la dittatura di Adolf Hitler. E’ un distopico che parte dal presupposto che la guerra sia finita con la Germania e il Giappone Vincitori.

Girò il viso in quel suo modo ferocemente bello, un lupo artico. Le sopracciglia inarcate. Luka si schiarì la gola. «Credo di non piacere molto alla tua nuova-vecchia amica». «Non piacevi neanche a me quando ci siamo incontrati la prima volta.» disse lei. Quando ci siamo incontrati la prima volta. Ci volle un momento a Luka per ricordare. Era stato nell’Olympiastradion. Yael indossava la faccia di Adele, parlava con le parole di Adele. Aveva capelli lucenti, la pelle luminosa di pioggia. A Luka la pelle bruciava di rabbia nel vedere Adele Wolfe in carne e ossa, per la prima volta dopo il sanguinoso scontro a Osaka. «Quello non conta. Pensavo fossi Adele. Se avessi saputo che eri tu…» «Sarebbe stato ancora peggio» disse Yael tranquilla nella notte che scorreva loro accanto. «Mi piacerebbe pensare di no» rispose Luka.

I personaggi, alcuni, non tutti sono i medesimi del libro precedente ma ne troveremo anche di nuovi. Avremo sempre:

Yael, la protagonista “mutapelle” centrale della nostra storia, una ragazza forte ma piena di scheletri nell’armadio e di persone che porta con se, nel cuore. Odia uccidere le persone, anche se a volte è costretta a farlo ed ha un cuore grande. Davvero.  Nonostante tutto quello che ha subito e continua a subire.

Felix è il fratello di Adele Wolf, la ragazza a cui Yael aveva rubato l’identità e il volto stesso. Sarà talmente legato alla sua famiglia per diventare una persona riprovevole sotto tutti i punti di vista. Questo suo lato è stato comprensibile, in parte giustificato ma completamente detestabile.

Luka si è rivelato tutt’altro rispetto al primo volume. E’ un tipo che si nasconde dietro ad una corazza di ironia sprezzante e superiorità per nascondere il suo essere debole. E’ un ragazzo davvero meraviglioso che io ho adorato sempre di più andando avanti nella lettura.

Ci sono altre persone di cui vorrei parlarvi ma per non fare spoiler non faccio nomi. Poi troveremo anche dei personaggi comunque secondari ma ben costruiti che troverete mano a mano che procederete nella lettura.

Ogni personaggio è stato strutturato molto bene e si riesce a definirlo in maniera precisa e dettagliata. Si riescono a provare le cose che vengono descritte e si riesce, anche, a amare/odiare determinati personaggi.

Questa le andava bene. Avrebbe gradito uno specchio, ma non ne aveva davvero bisogno. Sapeva che la sua faccia era giusta. Lo capiva dal modo in cui la stava guardando Luka. Aveva le palpebre arrossate dalle lacrime; e la fiamma di un’idea, di un piano, di un’urgenza di cambiare le cose ancora ruggiva dietro le sue iridi color indaco. «E’ la tua faccia migliore fin’ora» disse.

Il perno centrale è porre fine a questa dittatura e cercare di portare a compimento la ribellione della Resistenza in modo che vinca definitivamente sul paese.

Lo stile utilizzato è stato il medesimo del precedente. In questo volume avremo modo di conoscere meglio anche Felix e Luka e il loro passato, il perchè dei loro comportamenti. 

In alcuni punti, Yael diventa ripetitiva sotto il punti di vista delle perdite che ha subito nella sua vita ma l’azione all’interno del volume è sempre crescente e non si può fare a meno di apprezzarla. Nonostante questo ho completamente amato questo volume, come il precedente. La storia, scritta sempre in terza persona, balza da Yael a Felix, a Luka.

Si, lei ancora affrontava ogni giorno in cui il sole sorgeva. Si, ancora si fermava a recitare i coloro nomi ogni note in cui calava il buio. «Ricordo». Da dove veniva, attraverso cosa era passata. «I morti saranno sempre con noi». L’occhio di Vlad fu scosso da un fremito mentre lui si appoggiava allo schienale della sedia. «Ma non intendevo che dovresti prenderti del tempo per riflettere, Yael. Intendevo che dovresti prenderti del tempo. (…)».

Concludo dicendo che questa duologia è stata davvero esaltante. Premetto che il periodo storico in cui è ambientato, sotto la dittatura Hitleriana, non l’amo particolarmente, ma mi sono assolutamente ricreduta su questo piano.

Una storia ben fatta, ben costruita. Si riesce ad entrare nella storia, a viverla in prima persona e si capiscono tante cose di quei tempi. Quante persone hanno perso, come sono stati trattati e le condizioni di terrore in cui versava la popolazione.

Sono stata completamente rapita da questa storia, nonostante la Graudin in  alcuni punti sia stata ripetitiva in ciò che prova Yael. Mi sono sentita marchiata anche io delle sue stesse perdite e di tutto ciò che ha passato. Il finale poi non ve ne parlo, mi sono addirittura commossa. 

Una storia sorprendente e spettacolare. Consiglio, consiglio, consiglio!

Il mio voto per questo libro è di: 5 pesciolini.picsart_09-22-09.39.42-1.jpg


Cosa ve ne pare? Io ve lo consiglio! Vi aspetto con tanti bei commenti!!

A presto,

Sara. ©

 

 

RELEASE BLITZ + GIVEAWAY – CASSIA DI GIOVANNA ROMA.

BUON POMERIGGIO CARI LETTORI!

Per questo mercoledì ho in serbo per voi una novità, invece della solita rubrica del mercoledì. Abbiamo il Release Blitz del nuovo romanzo di Giovanna Roma. Ecco qui che ve ne parlo:

TITOLO: Cassia unnamed (3)
SERIE: Deceptive Hunters #3
AUTRICE: Giovanna Roma
Self-pubblishing
GENERE: Dark romance
DATA PUBBLICAZIONE: 16 maggio 2017
PREZZO: € 2,99
Su Goodreads: https://www.goodreads.com/book/show/35046608-cassia


BOOKTRAILER:

https://youtu.be/C-tiGEn39OI

SINOSSI: Non posso tornare indietro, né procedere con la mia vita. Sono stata classificata inadatta a vivere nella società. Rinchiusa come un animale. E questo ha attirato la loro attenzione. Stanno venendo a prendermi. Uno dei due vuole quello che nascondo nella testa. Vuole scagliarmi contro la sua preda. L’altro vuole togliermi di mezzo per sempre. Entrambi mi spingono verso il precipizio e io sono costretta all’impensabile. La loro offerta non ha affatto il gusto di un’offerta. Uscirne è impossibile. Divengo parte di un piano già in atto. Divengo l’ultima creatura nella quale pensavo di tramutarmi per continuare a vivere. Divengo una cacciatrice. >> Attenzione<< Questo romanzo contiene situazioni inquietanti, scene violente, linguaggio forte e rapporti sessuali di dubbio consenso o non consensuali. Non adatto a persone sensibili al dolore e alla schiavitù. Non sono frasi fatte, è la verità. Si prega di seguire l’avvertimento.

OPERE PRECEDENTI:

La mia vendetta con te (dark romance);

Il Siberiano (dark romance);

Il patto del marchese (regency);

Adam (dark romance, Deceptive Hunters Series #1);

Razov (dark romance, Deceptive Hunters Series #2).

ESTRATTO:

teaser grafico

Adam non ribatte, prende del tempo per osservarmi. Persino quando tace incute soggezione. Non sa cosa dire, ho vinto. Ne sono convinta finché il suo pollice preme intimidatorio sulla mia gola. «Non tirare la corda.» Il fumo esce dalla sua bocca e mi lacrima gli occhi. Quando il volto ricompare dalla foschia, avrei preferito rimanerne nascosta. «Perché si spezza» sussurra sotto i miei colpi di tosse. Infine allunga un braccio indietro e restituisce il bicchiere a Kirill. «Cassia non è pronta per la missione. La sua incapacità di sottostare alle direttive di un superiore è evidente.» L’amico afferra il calice. Ormai Adam mi dà le spalle. Le mani iniziano a sudarmi. «Non ti improvvisi sicario dall’oggi al domani.» Kirill si sposta per liberargli l’uscita. «Non capisci cosa siano il duro lavoro e la disciplina.» Spegne la sigaretta con un gesto brusco sul portacenere del carrello dei liquori. Mi condanna senza guardarmi. Ho l’assurdo senso di panico quando deludo qualcuno, quando temo che mi stiano abbandonando perché non mi sono impegnata abbastanza. Il nodo alla base della gola è difficile da mandare giù. «Aspetta!» urlo d’impulso. Non ci penso. Se l’avessi fatto, mi sarei tappata la bocca con entrambe le mani. Adam si irrigidisce, ma attende che prosegua per onorarmi dei suoi occhi. Sperava nella mia resa? «Sono pronta a lavorare…» La sua testa si inclina, lo sguardo intercetta la mia figura. «Per Razov.» E i suoi smeraldi diventano selvaggi e abissali. Il mio petto riprende a gonfiarsi d’aria, il sangue a fluire misurato nelle vene. Lavorerò per lui, non per te. Mai per te. ©

“Deceptive Hunters Series” – “Cassia” di Giovanna Roma


GIVEAWAY:Banner giveaway

Il giveaway prevede ben tre copie digitali del romanzo “Cassia”. Il contest durerà dal 16 al 23 maggio. Il 24 estrarrò il vincitore attraverso i miei canali social e consegnerò i premi il giorno stesso sui loro kindle. Partecipare è semplice e sono certa molti passaggi li abbiate già fatti 😉 :

– #Like alla mia pagina autrice su Fb;
– #Condividere il post fisso della mia pagina sulla vostra bacheca Fb in modalità PUBBLICA;
– #Commentare il mio post fisso con i link (o screen) di entrambe le vostre recensioni per
“Adam” e “Razov” su Amazon. Capite bene che si tratta dell’ultimo romanzo di una serie e
vorrei evitare che vi roviniate il finale. 🙂
Entrare nel mio gruppo Giovanna Roma’s News non è obbligatorio, ma molto apprezzato. 🙂

Desiderate accedere a estratti, booktrailer, eventi e teasers esclusivi per questo e i prossimi romanzi? Entrate in >> Giovanna Roma’s News << e scoprirete tante novità prima dei vostri amici, discuterete con altre lettrici e seguirete in diretta i miei lavori.


PINTEREST: https://it.pinterest.com/romagiovannarom/

BLOG: http://giovannaroma.blogspot.it

GOODREADS: https://www.goodreads.com/user/show/44044342-giovannaroma

TWITTER: @_GiovannaRoma_

FACEBOOK: https://www.facebook.com/pages/GiovannaRoma/1575715406038001 GRUPPO FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/240558366303299/

GOOGLE+: https://plus.google.com/u/0/116988856383520592979/posts

CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCz06Hf1iEeH8zZLbvx0aCQ

img_3541-1-x-ebook_fotorBIOGRAFIA AUTRICE: Sono nata e cresciuta in Italia e viaggiato sin da bambina. I generi che leggo spaziano tra thriller, psicologia, erotico e dark romance. Anche quando un autore non mi convince, concedo sempre una seconda possibilità, leggendo un altro suo libro. Sono autrice dei romanzi “La mia vendetta con te, il suo sequel “Il Siberiano” e lo storico “Il patto del marchese”.


Cosa ne pensate? Partecipate in tanti, io vi aspetto!

Alla prossima,

Sara. ©

RECENSIONE #52 – DIVERGENT DI VERONICA ROTH.

BUONA POMERIGGIO CARI LETTORI!

Come state? Io piuttosto bene e buon Lunedììì!!! Oggi vi presento la recensione di un libro che sicuramente conoscerete bene visto che è uscito da un bel po’ di cui c’è anche una trasposizione cinematografica. Ma io non l’avevo mai letta e ho cominciato chiedendomi perchè non l’ho cominciata prima! :O Pazza! Avrei dovuto perchè mi ha colpito molto. Sto parlando di:

divergent_book_by_veronica_roth_us_hardcover_2011Titolo: Divergent
Autore: Veronica Roth
Pagine: 487
Prezzo: 10,99 € – il tascabile.
Sinossi:  Dopo la firma della Grande Pace, Chicago è suddivisa in cinque fazioni consacrate ognuna a un valore: la sapienza per gli Eruditi, il coraggio per gli Intrepidi, l’amicizia per i Pacifici, l’altruismo per gli Abneganti e l’onestà per i Candidi. Beatrice deve scegliere a quale unirsi, con il rischio di rinunciare alla propria famiglia. Prendere una decisione non è facile e il test che dovrebbe indirizzarla verso l’unica strada a lei adatta, escludendo tutte le altre, si rivela inconcludente: in lei non c’è un solo tratto dominante ma addirittura tre! Beatrice è una Divergente, e il suo segreto – se reso pubblico – le costerebbe la vita. Non sopportando più le rigide regole degli Abneganti, la ragazza sceglie gli Intrepidi: l’addestramento però si rivela duro e violento, e i posti disponibili per entrare davvero a far parte della nuova fazione bastano solo per la metà dei candidati. Come se non bastasse, Quattro, il suo tenebroso e protettivo istruttore, inizia ad avere dei sospetti sulla sua Divergenza…

RECENSIONE: 

La storia ha inizio una mattina come tante ma non per Beatrice, giovane sedicenne Abnegante. Tutti le persone arrivate all’età di sedici anni devono fare un Test Attitudinale che deciderà le loro caratteristiche principali ed in quale fazione sono più portate. Questi test non sono vincolanti ma consigliano. Il giorno della scelta della fazione ognuno può scegliere come meglio crede per se. Restare nella propria fazione con la propria famiglia o cambiare e non rivedere più i familiari. Perché La fazione prima del sangue

Vi spiego le cinque diverse fazioni così che possa risultarvi tutto decisamente più chiaro perchè inizialmente ho avuto difficoltà tecniche anche io.

Gli Abneganti è la fazione altruista e dedita a regole ferree. Prima il bene degli altri e poi il prossimo. Nella fazione non sono previste forme di divertimento perché reputano il proprio piacere o divertimento come atto di egoismo/vanità. Il loro colore è il grigio.
Gli Eruditi sono i sapienti, dediti alla conoscenza e pensano sempre a migliorare loro stessi e la comunità in cui vivono costruendo e studiando meticolosamente. Il loro colore è il blu.
Gli Intrepidi sono forti, aggressivi e combattivi. Proteggono la città e sono addestrati per qualsiasi cosa possa accadere. Il coraggio è la loro caratteristica principale. Il loro colore è il nero.
I Candidi sono trasparenti ed Onestà è la loro parola d’ordine. Mentire non rientra certo nelle loro doti visto che la loro natura li porta sempre a dire la verità. Loro non mentono mai. Il loro colore è il bianco.
I Pacifici sono dediti al lavoro della terra e dei campi e non serve dire il perché del loro nome; infatti non prendono parti e prendono decisioni insieme, come una vera comunità. Si occupano di tutto questo per tutte le fazioni ed operano in fattorie all’estremo della città. I loro colori sono il rosso e l’arancione.
Poi ci sono gli Esclusi che sono coloro che non rientrano in nessuna delle categorie. O perchè infrangono le regole della fazione o perchè non superano l’iniziazione.

La nostra protagonista si troverà di fronte ad un test inconcludente in cui risulta Divergente, una persona che per la società potrebbe essere pericolosa, e decide al giorno del test di abbandonare la sua famiglia per scegliere gli Intrepidi. Sarà la scelta giusta?

Il motivo principale per cui ho scelto gli intrepidi: non perchè sono perfetti ma perchè sono vivi. Perchè sono liberi.

La trama è piuttosto in linea con la storia e sembra non destare sospetti di tutto il caos che succede e che ti lascia pagina dopo pagina incollata al libro. E non fa spoiler di ciò che accade quindi direi che è assolutamente cosa ottima.

La copertina non mi fa impazzire devo dire, come anche le prime e vere originali che penso conosciate già. La cosa che almeno è comprensibile che il simbolo sulla copertina sarà quello degli Intrepidi, quello che la nostra cara e giovane protagonista Beatrice, sceglie.

La storia è ambientata, come avete potuto comprendere dalla trama a Chicago. Una Chicago sconvolta dalle guerre e suddivisa in fazioni oltre che isolata dal resto del mondo fuori. L’epoca è relativamente futura, anche se non è specificata una vera e propria data.

Ora mi domando se abbiamo tutti davvero bisogno di queste parole – Intrepidi, Eruditi, Divergenti, Alleanti – o se possiamo semplicemente essere amici, amanti, fratelli e sorelle, e definirci solo in base alle scelte che facciamo e all’amore e alla lealtà che ci lega.

I personaggi sono molti ma io vi parlerò di quelli principali e che prenderanno più piede all’interno di questo libro.

Beatrice è la protagonista e voce narrante della storia. Per la maggiore la sentirete nominare con il nome di Tris (nome che decide di cambiare all’arrivo nella nuova fazione). Una ragazza che sembra non sapere cosa vuole dalla sua vita e si ritrova al centro di qualcosa più grande di lei. Leggete e scoprite!

Caleb è il fratello di Tris. Un ragazzo apparentemente dolce e altruista. Alla cerimonia della scelta stupirà tutti con il suo improvviso cambiamento nel voler diventare un trasfazione. Capirete meglio leggendo.

Quattro è l’addestratore nella fase di iniziazione degli Intrepidi. Un ragazzo forte, deciso e misterioso, almeno inizialmente. Nel corso del libro si apre totalmente e cambierà decisamente scoprendo un lato debole, uno dolce, uno coraggioso e tanto  ancora.

e Cristina è l’unica vera amica di Tris. Da quando cambia fazione lei sarà tutto ciò che ha e tutto ciò a cui tiene, dopo Quattro. Si sostengono e si fanno forza in un posto che sembra essere tranquillo ma che cela molti lati oscuri.

Se Peter cerca di provocarmi, lei mi difenderà. Mi rimprovero fra me e me per la mia debolezza. Gli insulti di Peter non dovrebbero toccarmi, e io dovrei concentrarmi su come migliorare nel combattimento, non sulla sconfitta di ieri. E dovrei avere la volontà, se non la capacità, di difendermi da sola, senza fare assegnamento su nessun altro.

Il perno centrale è Tris ed il suo segreto, la sua Divergenza. Cercherà di mantenere tale la cosa per sopravvivere ma la fazione che ha scelto non è di certo una passeggiata come pensava. Dovrà lottare col sangue e con i denti per restare in piedi e per restare nella fazione.

Lo stile utilizzato è stato piuttosto semplice anche se molto profondo. L’autrice analizza molto cosa prova la protagonista anche nelle singole cose che fa. Quindi a volte può risultare pesante, a volte no. Ma ho notato molto la differenza fra Carve The Mark ultimo libro dell’autrice rispetto a questo libro con cui ha esordito. Il testo utilizzato è molto più scorrevole rispetto a quanto lo sia stato l’ultimo uscito ma ho avuto il piacere di notare che l’autrice risulta essere sempre brutale in alcune cose.

La cosa che ancora mi risulta incognita è l’essere Divergente cosa comporta. Non viene spiegato e non viene approfondito e spero che nei prossimi volumi venga spiegato in modo da capire cosa può succedere e perché siano così pericolosi. (Forse perché nessuno può controllarli?)

Devo dirti una cosa’ bisbiglia. Io faccio scorrere le dita lungo i tendini della sua mano e lo guardo. ‘Forse sono innamorato di te’. Sorride un po’. ‘Aspetto di essere sicuro per dirtelo comunque’ ‘Molto premuroso da parte tua’ dico, sorridendo anch’io. ‘Dovremmo trovare un foglio di carta così potresti fare una tabella o un grafico o che so io’. Sento la sua risata contro il mio fianco, il suo naso scivola lungo la mia mascella, le sue labbra premute dietro il mio orecchio ‘Forse sono già sicuro’ ammette ‘È solo che non voglio spaventarti’. Ridacchio ‘Pensavo mi conoscessi meglio’ … 

Ammetto che subito dopo aver letto il libro sono corsa a vedere il film, più per curiosità che altro e devo dire che il film è stato piuttosto deludente su tutta la linea. Il libro stravince su tutti i fronti, senza ombra di dubbio. Di tutta la durezza negli allenamenti per l’iniziazione, di tutto il percorso che è stato fatto è stato decisamente sminuito.

E’ stato tutto molto coinvolgente, mi sono sentita anche io parte degli Intrepidi, una categoria molto forte e decisa di cui avrei voluto far parte anche io. Pensate che mi è bastata una giornata per terminarlo, quindi che dire?

Lo consiglio? Ovvio che si. Una partenza di una saga che si prospetta interessante.

Il mio voto per questo libro è di : 5 pesciolini.

picsart_09-22-09.39.42-1.jpg


Allora, voi cosa ne pensate? Sono sicuro che voi lo avete già letto ma mi piacerebbe sapere cosa ne pensate anche voi!

Alla prossima,

Sara. ©

SEGNALAZIONE #12 – RAZOV DI GIOVANNA ROMA.

BUON POMERIGGIO LETTORI CARI!

Ecco qui che oggi vi presento il nuovo romanzo di Giovanna Roma, che ha dato voce al seguito della sua serie, Deceptive Hunters, ecco qui i dettagli:Risultati immagini per razov giovanna roma

TITOLO:   Razov

SERIE: Deceptive Hunters #2

AUTRICE: Giovanna Roma

Self-pubblishing

GENERE:  Dark romance

DATA PUBBLICAZIONE: 17 gennaio 2017

ISBN:  9788822889782

PREZZO: € 2,99

PAGINE:   300

LINK DI ACQUISTO: 

Amazon: http://amzn.to/2ktGyOX

iTunes: http://apple.co/2jxN7vL

Kobo: http://bit.ly/2jqakSK

GPlay: http://bit.ly/2ktBPNe

BOOKTRAILER:

http://bit.ly/2ktGWsD

SINOSSI:  Poche cose mi interessano davvero: le banconote di grosso taglio e le armi. Tutto quello che non è compreso in queste due categorie è tagliato fuori.

Lisa Petrova rientrava nella seconda.
Era la scelta per sbaragliare la concorrenza e rafforzare il mio Impero. Era la garanzia di un caricatore d’arma d’assalto a vita.
Poi mi è esplosa tra le mani. La sicura che la conteneva si è sganciata. Inganni e segreti sono saltati in aria. Il mondo di entrambi si è capovolto. Strano a dirsi, ma non potevamo essere più distanti di così.
Era convinta che fossi il mandante della Morte, mentre io concedo, ai popoli in lotta, il potere di difendersi.
Se non lo credete, avete un’errata concezione di ciò che è giusto e sbagliato.
Permettetemi di aggiustarvi.


OPERE PRECEDENTI: La mia vendetta con te (dark romance);

Il Siberiano (dark romance);

Il patto del marchese (regency)

Adam (dark romance).Visualizzazione di banner gruppo.jpg

PINTERESThttps://it.pinterest.com/romagiovannarom/

BLOGhttp://giovannaroma.blogspot.it

GOODREADShttps://www.goodreads.com/user/show/44044342-giovanna-roma

TWITTER: @_GiovannaRoma_

FACEBOOKhttps://www.facebook.com/pages/Giovanna-Roma/1575715406038001

GRUPPO FACEBOOK: https://www.facebook.com/groups/240558366303299/

GOOGLE+https://plus.google.com/u/0/116988856383520592979/posts

CANALE YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCz06Hf1iEeH8zZL-bvx0aCQ

PAGINA AMAZON:  http://amzn.to/2jfQVBt

BIOGRAFIA AUTRICE: Sono nata e cresciuta in Italia e viaggiato sin da bambina. I generi che leggo spaziano tra thriller, psicologia, erotico e dark romance. Anche quando un autore non mi convince, concedo sempre una seconda possibilità, leggendo un altro suo libro. Sono autrice dei romanzi “La mia vendetta con te, il suo sequel “Il Siberiano” e lo storico “Il patto del marchese”.


Cosa ne pensate?

A presto,

Sara. ©

RECENSIONE #5 FLAWED DI CECELIA AHERN.

BUONASERA A TUTTI CARI LETTORI! *Di nuovo, lo so*

Come state? Spero tutto bene. Eccomi con una recensione tutta per voi! 

ATTENZIONE: Avendo letto il libro in lingua originale, qualche riferimento sarà in tale lingua. 

Titolo: Flawed #1flawed

Autore: Cecelia Ahern

Pagine : 336

Editore: Feiwel and Friends

Data di pubblicazione:  5 aprile 2016

Data di uscita in Italia: Voci di corridoio avvisano che Settembre dovrebbe essere pubblicato in italiano.

Sinossi originale: Celestine North lives a perfect life. She’s a model daughter and sister, she’s well-liked by her classmates and teachers, and she’s dating the impossibly charming Art Crevan. But then Celestine encounters a situation where she makes an instinctive decision. She breaks a rule and now faces life-changing repercussions. She could be imprisoned. She could be branded. She could be found flawed. In her breathtaking young adult debut, bestselling author Cecelia Ahern depicts a society where perfection is paramount and flaws lead to punishment. And where one young woman decides to take a stand that could cost her everything.

RECENSIONE: 

Celestine North è una figlia perfetta. Quella che tutti vorrebbero. Celestine ama la matematica, la logica e il suo ragazzo, Art. A parte qualche litigio con sua sorella Juniper, la sua famiglia vive serena in piena tranquillità.

Celestine ha sempre creduto che la società in cui vive sia estremamente perfetta, ma non è affatto come sembra.

Il mondo che la circonda è più meschino di quanto lei potesse credere.

Nel mondo in cui Celestine vive, occorre essere perfetti.

Sempre.

Basta un errore, uno solo per essere marchiati a vita con una F di Flawed, (imperfetto).

Ogni parte del corpo in cui si può essere marchiati ha una colpa.

I Flawed sono visti con disgusto, quasi fossero la feccia della società e la protagonista pensava che fosse giusto così.

Almeno fin quando non succede qualcosa che cambia sua vita e di chi la circonda.

Courage does not take over, it fights and struggles through every word you say and every step you take. It’s a battle or a dance as to whether you let it pervade. It takes courage to overcome, but it takes extreme fear to be courageous.


Devo dire, essendo una fan di Cecelia Ahern, che per aver cambiato stile e genere ha fatto davvero un buon lavoro.

E dopo averlo finito non vedo l’ora che venga pubblicato il secondo e ultimo libro per sapere come andrà a finire.


Flawed è stato un romanzo pieno di azione, suspance e intrecci inaspettati.

Celestine si ritrova a pagare il suo errore ritrovandosi in giochi politici in cui non avrebbe voluto essere e che non conosce.

Ognuno la riconosce e diventa un simbolo comune per tutti.

Come Katniss era la Ghiandaia Imitatrice per Panem così Celestine diventa un simbolo nel suo mondo.

E ne prende consapevolezza nel corso della storia.

Diventa una specie di piccola eroina senza esserne a conoscenza; ed è anche questo il bello.

Il dubbio che resta è: di chi fidarsi?

Celestine cambia, passando da un’estrema opinione ad un’altra, trascinando con sè molte persone che cercheranno di aiutarla.

Il romanzo è una conseguenza delle azioni imperfette degli uomini, che possono sembrare scontate ma non lo sono.

Ho trovato il personaggio di Art, il ragazzo di Celestine, quasi marginalizzato ed alla fine è stato un bene ai fini della storia perchè ho adorato Carrick.

Quest’ultimo si ritrova a condividere dei momenti con la protagonista che li portano a sentirsi più vicini, a cercarsi.

Il libro è stato scorrevole e leggero oltre che ambientato in un epoca moderna.  

Mi sono sentita vicino alla protagonista passo passo scoprendo sempre cose nuove.

Celestine è umana e nessuno può rinunciare ad esserlo.

Il messaggio è stato chiaro fin da subito ed ho apprezzato tutto questo: l‘essere umani e sentirsi tali.

Come dicono i detti “Nessuno è perfetto” e “Sbagliare è umano”.

Anche se in questo mondo non era consentito.

Mi è piaciuto molto.

Il mio voto per questo libro è: 4 conchiglie e mezzo.

quattro-e-mezzo


Cosa ne pensate? Non ho messo spezzoni perchè erano in inglese e anche trascriverli diventa impossibile.

Alla prossima,

Sara. ©