REVIEW PARTY: SABBIE MOBILI – TRE SETTIMANE PER CAPIRE UN GIORNO DI MALIN PERSSON GIOLITO (#182)

BUONGIORNO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci qui in questo giovedì con la nuova uscita del momento, un thriller di cui presto, nel 2019 ci sarà una serie tv su Netflix. Ringrazio la Salani per avermi permesso la lettura e ringrazio Sara di Bookspedia, che mi ha coinvolto in questa bella iniziativa. Ecco qui il libro:

9788893810166Titolo: “Sabbie mobili: Tre settimane per capire un giorno
Autore:  Malin Persson Giolito 
Editore: Salani
Genere: Thriller
Data di uscita: 31 Maggio 2018
Link d’acquisto: https://amzn.to/2Ja26ff
TramaStoccolma, il quartiere più elegante. Nella classe di un liceo cinque persone sono a terra, colpite da una raffica di proiettili. Accanto a loro, Maja Norberg: diciotto anni appena compiuti, brava studentessa, popolare, ragazza di buona famiglia. Tra le vittime ci sono il suo fidanzato, Sebastian Fagerman, il figlio dell’imprenditore più ricco di Svezia e la sua migliore amica, Amanda. Nove mesi dopo, il processo sta per cominciare. Maja è accusata della strage e ha trascorso un lungo periodo in custodia cautelare. I giornali non le hanno dato tregua, nessuno crede alla sua innocenza, la ragazza della porta accanto si è trasformata nella teenager più odiata di Svezia.  Peder Sander, l’avvocato difensore, ha il difficile compito di mettere in discussione quello che ormai sembra scontato per tutti, la colpevolezza della ragazza, e di fare emergere la verità di Maja. Che cosa ha fatto? O, forse, è quello che non ha fatto ad averla condotta a questo punto? Attraverso la voce di Maja, irriverente, dura, unica, ripercorriamo i fatti fino ad arrivare a quel terribile giorno. L’incontro con Sebastian, un amore malato e totalizzante, feste, tradimenti. E, mentre il racconto prosegue, si sgretola la facciata rassicurante di una comunità agiata in cui gli adulti si voltano dall’altra parte per non vedere i loro figli che – tra violenza, tensioni razziali e problemi di droga – affondano sempre di più nelle sabbie mobili. Un crime avvincente e fuori dagli schemi, ma non solo. Sabbie mobili è un romanzo che dipinge con cruda acutezza i risvolti più bui della società occidentale di oggi. 

RECENSIONE

Risultati immagini per gif ragazza che sparaLa storia ha inizio a scuola. Maja ha fra le braccia Sebastian, suo fidanzato e figlio dell’uomo più ricco di Svezia, morto. Gli altri compagni tra cui Amanda la sua migliore amica e il suo coordinatore di classe Christer giacciono a terra con delle pallottole in corpo e nell’aria c’è odore di uova marcia e polvere da sparo.

Maja è l’unica sopravvissuta e dopo nove mesi in carcere si apre il suo processo per aver ucciso i suoi amici. Le accuse nei suoi confronti sono pesanti e tutti la vedono come un mostro perchè lei era lì a puntare l’arma contro le persone a cui voleva bene e davanti al giudice non piange, non attira l’attenzione, anzi sembra impassibile.

Cosa succederà a Maja? Cos’è successo in quell’aula scolastica? Cos’è che lega tutti in quell’aula anche se sono tutti così diversi fra loro? Cosa provava Maja per Sebastian? E come vive ora tutto ciò che le sta accadendo? 

E i giornalisti. Non voglio guardare neanche loro. Capisco cosa vogliono: vogliono spiegare chi sono, dire che ero così o cosà, che la mia infanzia è stata in un certo modo, i miei genitori in un altro, che ‘non stavo bene’, che bevevo troppo, che fumavo le sigarette sbagliate; che ascoltavo la musica sbagliata, che frequentavo le persone sbagliate, che non ero ‘una ragazza normale’; che mi immaginavo delle cose e non ne capivo delle altre. A loro non interessa sapere cos’è successo, vogliono incasellarmi in un riquadro il più piccolo possibile. Perché così sarà più facile liquidarmi. Vogliono essere convinti di non avere nulla in comune con me. Solo allora riusciranno a dormire la notte. Solo allora potranno pensare che ciò che è successo a me non potrebbe mai, mai, mai succedere a loro.

La trama è ben scritta e mette la giusta curiosità al lettore che, curioso si avvicina al libro in questione. Personalmente è stata la cosa che mi ha attirato maggiormente. In genere, anche se è sbagliato lo ammetto, la prima cosa a catturarmi è la copertina. Anche se generalmente non leggo libri solo per la copertina – ci mancherebbe solo – (anche perchè generalmente quelle italiane lasciano parecchio a desiderare), mentre questo mi ha catturato da subito per la storia che cela. Una trama che rispecchia completamente il libro senza ricadere in spoiler.

Risultati immagini per störst av alltLa copertina originale è questa che trovate qui di lato. Trovo ci sia un collegamento tra la piscina della foto e la piscina di casa di Sebastian ma trovo comunque la cosa fuorviante per quanto riguarda la storia stessa. Trovo sia molto bello l’adattamento italiano anche se piuttosto inquietante. Anche qui però, non ne vedo troppo il senso ma decisamente è migliore di quella originale.

Il titolo originale, come potete vedere è Störst av allt che (traducendolo tramite Google translate che non so poi quanto sia affidabile) sarebbe approssimativamente “Più grande di tutti”. Non so di preciso a chi si riferisca ma sicuramente ha avuto un senso per l’autrice. Il titolo italiano lo trovo interessante come scelta anche se avrei evitato il sottotitolo che è senz’altro inutile e superfluo.

L’ambientazione è una piccola frazione svedese, precisamente a Djursholm. L’ambientazione, per quanto venga vista solo in alcuni punti l’ho ritenuta davvero espressiva. Difficilmente un libro mi trasporta completamente in un posto e questo ci è riuscito anche per quanto riguardava il processo stesso. L’epoca è abbastanza moderna, non è specificata ma sembra ambientata ai giorni nostri.

Non so come farò ad ascoltare. Ma perdere la concentrazione è pericoloso, perché se lo faccio arrivano i rumori. Il rumore di quando sono entrati in classe e mi hanno trascinato via, il rumore della testa di Sebastian che cade a terra con un tonfo sordo. Mi rimbomba dentro, appena mi lascio andare ritorna. Mi conficco le unghie nel palmo della mano, cerco di fuggire da lì. Ma non funziona. Non riesco a eliminare quel rumore. Il mio cervello mi trascina sempre di nuovo in quella classe. A volte mentre dormo mi capita di sognare quel momento. E quello subito prima che arrivassero. Io che gli tenevo la mano sulla ferita per fermare il sangue: lui sdraiato sulle mie ginocchia e io che premevo con tutte le mie forze. Per quanto forte premessi non riuscivo a fermare il flusso di sangue. Era come cercare di trattenere l’acqua che spruzza da un tubo di gomma che si sta staccando dal rubinetto. Lo sapevate che il sangue può spruzzare? Che è impossibile da fermare con le mani? E Sebastian diventava sempre più freddo. Di notte sento ancora – ancora e ancora – le sue mani diventare sempre più fredde. Ci è voluto poco. (…) Non sapevo che si potesse sognare la sensazione che dà la pelle di qualcun altro, oppure un rumore. Eppure si può, perché a me succede di continuo.

Risultati immagini per gif ragazza che sparaI personaggi di questa storia di cui ritengo di over parlare sono soltanto due anche se ce ne sono diversi che interagiscono con la storia e con la protagonista stessa. Trovo tutti ben strutturati e costruiti finemente, uno diverso dall’altro, visti dal punto di vista di Maja. Trovo interessante il suo profilo e mi è piaciuta la struttura contorta del personaggio.

Maja Norberg. Il suo vero nome è Maria Norberg ed è una ragazzina chiusa, enigmatica e silenziosa. E’ una ragazza inizialmente misteriosa che impareremo a conoscere nel corso della lettura. Durante il romanzo sapremo tutti i suoi pensieri ed elaboreremo i suoi punti di vista rispetto i suoi compagni e la comunità che gira attorno a tutto.

Sebastian Fagerman è figlio dell’imprenditore più grande di Svezia è un ragazzo chiuso. E’ un ragazzo non particolarmente intelligente e sa che gli amici si vedono soltanto nel momento in cui mette i suoi soldi in mostra. Nonostante la sua maschera di ragazzo popolare e ricco nasconde una profonda insicurezza che lo renderà fondamentale in questa storia.

E poi’ vi bisbiglierete a vicenda, ‘tu non sei chiunque. C’è una ragione per cui dentro quella cella ci sei proprio tu’. Perché non volete certo pensare che ‘sarebbe potuto capitare a voi’. Voi volete che io abbia qualche rotella fuori posto. Volete essere sicuri di non avere niente in comune con me. Voi non ve ne andate in giro a pensare i miei pensieri, voi non avreste mai fatto quello che ho fatto io, non direste mai quello che ho detto io, ossignore quanto credete che quel che è successo a me non potrebbe mai succedere a voi, io invece me lo merito, io sono caduta nella mia fossa. Io ero ossessionata da Sebastian, avevo dei disturbi empatici, ero viziata, distante dalla realtà. Forse ero perfino tossicodipendente: non possiamo fare finta che sia così? Voi invece non siete ossessionati, voi non fate uso di droghe, voi avreste contattato la polizia. Voi non siete me. (…)  ‘Il caso è solo il modo che ha Dio per rimanere anonimo’ ha detto qualcuno. Tutto ciò che ha un significato è il risultato di una lotteria.

Il perno centrale è il processo di Maria Norberg chiamata da tutti Maja. Perchè i suoi compagni sono morti, tra cui il suo fidanzato, il suo coordinatore scolastico che lei trovava gentile e buono nei loro confronti e la sua migliore amica Amanda. Una storia particolare vista dagli occhi della ragazza accusata della morte dei suoi compagni.

Lo stile utilizzato è stato particolarmente descrittivo e fitto – a tratti un po’ lento – ma molto, molto bello. Scritto in prima persona dal punto di vista di Maja, la storia si svolge in tre settimane di processo, in cui la protagonista ripercorrerà a ritroso tutto ciò che le è accaduto. Il thriller è particolarmente complesso pieno di terminologie giuridiche, che ritengo siano state studiate con efficace minuzia e che affascinano il lettore sotto diversi punti di vista. Sbalzeremo temporalmente più e più volte durante il racconto indiretto di una ragazza sotto processo, che ripercorrerà tutti i passaggi, le amicizie, le storie d’amore, l’infanzia con i genitori e l’incontro con il giovane e affascinante Sebastian. 

La cosa bella di questo personaggio è la vastità e il modo in cui l’autrice stessa la descrive. Nonostante sia appena diciottenne, Maja è piuttosto intelligente ed ha pensieri veramente profondi per la sua età verso la società, le persone che la circondano e tutto ciò che le accade. Il personaggio appare quasi ambiguo ed è l’autrice a tessere una tela complessa che apprezzerete. Passerete dal pensare che Maja sia un’ingenua o una killer spietata a pazza o che sia priva si sentimenti, al fatto che fosse completamente sola o semplicemente sfacciata, non per forza in quest’ordine. Lo farete, ve l’assicuro. Passerete sotto diversi profili e processi che vi porteranno da detestare i personaggi ad amarli percorrendo un percorso difficile e tortuoso. Che sicuramente vi stupirà. 

Oltre al cercare di capire cos’è successo quel giorno trovo interessante, quindi, il personaggio poco comune di Maja e il suo punto di vista davvero unico nel suo genere.

Amanda non ballerà mai più. Non canterà mai più. Non ascolterà mai più musica che in realtà non le piace perché capisce che ‘dovrebbe’ piacerle. Adoravo il fatto che Amanda mi lanciasse baci volanti e me li facesse acchiappare. Era superficiale e sciocca e distante dalla realtà ed egoista e io le volevo bene. Ovvio che le volevo bene. Era la mia migliore amica in assoluto. Non avrei mai potuto farle del male. Mai mai mai. Però l’ho fatto lo stesso.

Il libro è stato sicuramente impressionante. Consiglio a tutti la lettura di questo volume che, anche se lento nel suo procedere, è assolutamente ben costruito sia a livello strutturale che di contenuti. Difficilmente riuscirete a staccare gli occhi dalle pagine, vorrete sapere tutto. Chi è avvocato poi, amerà di sicuramente questo caso perchè giuridicamente e strutturalmente ben piazzato.

Malin Persson Giolito scrive un thriller con un potere comunicativo non indifferente. La sua penna è formidabile. Riuscirete ad entrare perfettamente sia nella sequenza degli eventi che nella testa di Maja. Entrerete nella scuola e vedrete la morte da vicino. Finirete in isolamento e verrete processati. Una storia potente, che entra dentro dalla prima all’ultima pagina.

Il mio voto per questo libro è di: 5 balene.

Senza titolo-1


Seguite le altre tappe del Review Party qui. Non lasciatevele sfuggire:

Sabbie Mobili - blog


Vuoi acquistare Sabbie Mobili – Tre settimane per capire un giorno e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Sabbie mobili: Tre settimane per capire un giorno o dal generico Link Amazon: Amazon.
Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ve ne pare? Io spero vi incuriosisca e che possa piacervi. Attendo i vostri commentini!

A presto,

Sara ©

 

WWW WEDNESDAY #54

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Spero bene. Io sono qui che come sempre vi porto altri libri e vi ricordo le mie letture così che se vi interessano possiate leggerle anche voi!! Rispondete anche voi nei commenti che io vi aspetto! Ecco le mie risposte al WWW Wednesday ideato da Should be Reading :

What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?.

41674bZZoKL._SY346_Questa settimana leggerò Ascolta i fiori dimenticati di Holly Ringland edito Garzanti, in uscita fra qualche giorno. Per quella data ci sarà un Blogtour e sono felice di farne parte. La cover è stupenda e spero mi piaccia molto questo libro.

Altro libro che devo leggere? Ne avrei diversi ma sto leggendo Mentre noi restiamo qui di Patrick Ness edito Mondadori. Non ho letto Sette minuti dopo la mezzanotte ma ho visto il film e conto di recuperarlo al più presto. Ma questo non volevo lasciarmelo sfuggire. Sembra davvero un bel libro e spero sia così.

 


What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?

Risultati immagini per sabbie mobili book51sPpg9lRKL._SX323_BO1,204,203,200_Questa settimana ho fato delle letture davvero interessanti.

Ho terminato La lista delle cose che non dimenticherò mai di Val Emmich edito Piemme perchè ho Partecipato al BlogTour. Un libro davvero molto carino che tra l’altro vi consiglio, non potete assolutamente perderlo. Troverete la mia tappa (recensione) QUI.

Risultati immagini per iron flowers

Ho letto Sabbie Mobili – Tre settimane per capire un giorno di Malin Persson Giolito edito Salani per il Review Party in vista dell’uscita. Su questo Thriller ci sarà presto una serie su Netflix che sono curiosa di vedere per capirne l’adattamento che ne verrà fuori. Recensione mooolto presto, tenetevi pronti.

Ho letto Iron Flowers di Tracy Banghart edito DeAgostini. Una dell uscite più attese che sono sicura vi piacerà. Un libro davvero bello, un fantasy che non dovete perdere. Troverete la Recensione relativa al Review Party QUI.


What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?

Risultati immagini per per lanciarsi dalle stelle di chiara parentiCosa non leggerò, più che altro. Questa sarebbe di sicuro la domanda ideale. Leggerò il nuovo libro che arriva per la Garzanti e che sono felice di leggere. Torna Chiara Parenti con Per lanciarsi dalle stelle che spero sia bello quanto il primo libro pubblicato dal’autrice. Tenetevi pronti che per il giorno dell’uscita ci sarà un Review Party tutto per voi.

Altra lettura che affronterò ve lo dirò più avanti perchè non ho ancora idea e vi farò sapere cosa leggerò prima rispetto ad altro. Voi tenetemi aggiornata sulle vostre letture, sono curiosa.


Voi cosa state leggendo? Cosa leggerete? Cosa avete letto? Rispondete alle domande anche voi, io vi aspetto!

A presto,

Sara ©

DUE ANNI DI NOI PARTICELLE!

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Sono felice di annunciare che oggi il mio BLOG compie ben DUE ANNI! Tanti auguri a me ma sopratutto a noi!
Risultati immagini per gif bacio

Sono davvero, davvero entusiasta di festeggiarlo con voi e di rendervi partecipi di tutto questo. Voi piccole particelle del mio blog avete reso tale tutto questo perché mi seguite con costanza e con passione amando i libri proprio come li amo io.

FESTEGGEREMO! Per questi DUE ANNI ci sarà un bellissimo Giveaway in cui ci saranno diversi premi a disposizione. Per motivi logistici e per permettere di crescere anche su altri social collegati al blog, questo GIVEAWAY si svolgerà probabilmente o su Instagram o su Facebook fra qualche giorno. Probabilmente dopo il 10 giugno.

Ho un periodo ultimamente particolarmente pieno di cose e mi dedicherei sicuramente meglio a tutto questo dopo quella data. Spero non sia un problema per voi attendere un pochino e sono sicura che capirete. Quindi tenete gli occhi aperti… fantastici libri vi attendono, tutte uscite abbastanza recenti.


Come sempre vi ringrazio per esserci e di supportarmi.
A presto,
Sara ©

REVIEW PARTY: IRON FLOWERS DI TRACY BANGHART (#181)

BUONGIORNO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Buon lunedì! Oggi vi porto un fantasy che mi ha davvero sorpreso. Ultimamente trovare un buon libro è sempre più raro, sopratutto nei fantasy e sono davvero soddisfatta che questo libro sia stato portato in Italia. Ringrazio la DeAgostini per averci permesso la lettura e ringrazio Silvia per aver organizzato quest’evento, includendomi.

89b530ed-f1fd-4d02-9468-f24fee584dbc

Titolo: Iron Flowers

Autore: Tracy Banghart
Genere: Fantasy
Data di uscita: 29 maggio 2018
Link d’acquisto: https://amzn.to/2LvfBoq
Trama: In un mondo governato dagli uomini, in cui le donne non hanno alcun diritto, due sorelle gemelle non potrebbero essere più diverse l’una dall’altra. Nomi è testarda e ribelle. Serina è gentile e romantica e ha sempre desiderato diventare una delle Grazie, una delle mogli del principe. Ma il giorno in cui le due ragazze si recano a palazzo, Nomi come ancella, Serina come candidata Grazia, accade qualcosa di inaspettato che cambierà per sempre le loro vite. Perché contro ogni previsione è proprio Nomi a essere scelta dal principe come sua donna, non Serina… E mentre per Nomi inizia così una vita a palazzo, tra sfarzo e pericolosi intrighi di corte, Serina, accusata di tradimento per aver mostrato di saper leggere, viene condannata nell’isola di Monte Rovina, una prigione di donne ribelli in cui per sopravvivere occorre combattere e uccidere. Per entrambe, la fuga è impossibile e un solo errore potrebbe significare la morte. Quando non c’è soluzione, l’unica soluzione è cambiare le regole, e a volte bastano due sole donne per farlo.

RECENSIONE

Risultati immagini per gif games of throne t donne

La storia ha inizio nella piazza principale di Lanos. Serina è lì con altre nove ragazze della stessa età in attesa di essere scelte come Grazie per l’Erede del Supremo e nuovo sovrano di Bellacqua. La famiglia di Serina è in un angolo: Nomi, la sorella, se sua sorella dovesse essere scelta sia in quel momento che dall’Erede, potrebbe cambiare vita divenendo l’ancella di sua sorella. Le due sorelle non potrebbero essere più diverse. Serina è sempre stata abituata ad essere sottomessa, una donna che deve rassettare e ai servizi degli altri mentre Nomi è ribelle e non ama stare in silenzio di fronte a ingiustizie o a qualsiasi altra cosa che per lei non sia corretta.

Serina viene scelta dal magistrato e portata a Bellacqua assieme a sua sorella Nomi come ancella. Le due si recano a palazzo dove l’Erede Malachi aspetta le sue prime tre Grazie. Solo che al momento della scelta delle Grazie, non viene scelta Serina ma sua sorella Nomi. Serina viene spedita sull’isola di Monte Rovina dove le donne ribelli, che uccidono che non servono o che leggono, vengono portate.

Cosa succederà alle due sorelle? Serina riuscirà a cambiare il suo modo di essere e sopravvivere a ciò che l’attende? Nomi si adatterà alla vita a palazzo? Si ribellerà anche lì?

Serina fissò Ines, poi la sorella, con il cuore che batteva a un ritmo forsennato. Nomi aveva gli occhi spiritati, e i capelli le sfuggivano dalla lunga treccia. Il semplice vestito marrone le si era sollevato su un fianco, rendendo l’orlo sbilenco. Anche in quel momento, con il suo abito migliore, sembrava più indomabile che mai. Una ragazza che odiava tutto delle Grazie e ciò che rappresentavano… e adesso era una di loro.

Immagine correlata

Risultati immagini per grace and fury

La trama è ben scritta e, personalmente è stata una delle prime cose a mettermi curiosità su questo libro. Non mi piace, però, l’ultima frase in cui, non c’è uno spoiler evidente o particolarmente pressante ma lascia presupporre troppo cosa accade all’interno del libro. Lo si comprende ancor di più dopo averlo letto.

La copertina, più che rappresentare il libro in se sembra parlare di Games of Thrones e la trovo decisamente fuorviante per ciò che il libro rappresenta. Amo particolarmente questa che vedete qui di fianco ed immagino rappresenti Nomi e il fuoco rappresenti il fatto della ribellione e del suo animo di fuoco e imponente. Apprezzo molto anche l’altra copertina con entrambe le sorelle sullo sfondo.

Il titolo italiano è presente nel libro, si parla proprio di quanto le donne a Monte Rovina siano dei fiori di ferro ma preferisco, anche qui, l’originale. Grace and Fury ovvero Grazia e Furia è sicuramente più azzeccato ed esprime meglio la storia nel suo complesso. Se volevano utilizzare il titolo in inglese come hanno fatto potevano lasciare l’originale che era meglio.

L’ambientazione è senz’altro di fantasia, come il libro stesso e ci divideremo fra Bellacqua, dove si trova il palazzo con Nomi e Monte Rovina, l’isola-prigione dove si trova Serina. L’epoca è indefinita. La storia si muove molto su qualcosa che non sono riuscita del tutto a comprendere: si accenna a treni – in un millesimo di secondo e lo ricordo bene – ma poi sembra tutto basarsi, come periodo storico, nel Medioevo.

Serina sentì il cuore sprofondare. Le donne non combattevano. Mai. Non contro gli uomini, e nemmeno le une contro le altre. La violenza implicava sempre la punizione più severa. Serina conosceva storie di donne che avevano cercato di difendersi: una lontana cugina che aveva resistito a un marito violento, una ragazza in una fabbrica tessile che aveva dato uno schiaffo a un uomo che aveva cercato di baciarla. Quelle donne erano state punite severamente. Frustate, incarcerate. Mandate a Monte Rovina o in una prigione simile. Dunque, come poteva essere consentito l’uso della violenza proprio nel luogo destinato ad arginarla?

I personaggi principali di questa storia sono le due voci narranti. Queste due si svolgono su due piani inizialmente simili ma principalmente diversi e divisi. Procedono anche in maniera inversa: inizialmente odierete Serina e il suo modo di fare e apprezzerete sicuramente più Nomi ma andando avanti nel corso della lettura apprezzerete il cambiamento di Serina che avrà all’interno di Monte Rovina e Nomi si manterrà su un piano abbastanza normale. Ci saranno anche altri personaggi ma vi parlerò delle nostre due protagoniste principali.
Nomi è una ragazza sveglia, intelligente e ribelle. Non gli è mai piaciuto starsene al suo posto e non sopporta come la sorella abbia dedicato la sua vita per diventare Grazia e stare al servizio degli altri pensando solo ad essere ben vestita e di bella presenza, annuendo a testa bassa e senza dire la propria opinione. E’ una ragazza che neanche davanti all’Erede e al Supremo si piega, nulla riesce a piegare il suo animo e il suo spirito. Infatti ha imparato a leggere da suo fratello Renzo anche se è severamente proibito alle donne del loro paese.

Serina è una ragazza devota alla sua famiglia ma sopratutto al suo popolo. Lei è chiusa ma cambierà il suo modo di essere non appena sua sorella verrà nominata Grazia dell’Erede e lei è costretta a proteggerla quando trovano un libro nella sua stanza, condivisa con Nomi. Serina si sente comunque in dovere si difendere sua sorella e prende lei la colpa, venendo condannata a passare il resto dei suoi giorni sull’isola di Monte Rovina. Lì le donne sono costrette a sopravvivere in gruppi e vengono messe uno contro l’altra a combattere in un’arena per vincere una razione in più rispetto alle altre.

Con un’ondata di nausea, Serina pensò a Nomi e al suo segreto, al suo rifiuto di sottomettersi. Per quale altro motivo l’avrebbe desiderata Malachi, se non per piegare il suo spirito? Serina era stata troppo docile, troppo obbediente. Era stata educata per esserlo. Una furia e un terrore mai provati prima la travolsero con la forza di un maremoto. Guardò verso l’oceano, il suo bagliore distante appena visibile attraverso gli alberi. Sua sorella era confinata in una prigione fatta di sete e pizzi, a soffrire per mano dell’Erede. Contro la sua volontà. In quel preciso istante, Serina fece una scelta. Monte Rovina non l’avrebbe piegata. E sicuro come il fuoco che divorava l’isola dall’interno, non avrebbe permesso che l’Erede piegasse Nomi. Sarebbe fuggita. In un modo o nell’altro sarebbe fuggita. E avrebbe salvato sua sorella.

Selene by DanielleFiore

Il perno centrale è il femminismo che in questa storia è davvero preponderante. La storia introduce tematiche che la gente, in alcune culture e alcuni paesi vivono tutt’ora. Come ad esempio che le donne siano inutili praticamente per tutto tranne che per servire ed essere considerate come un oggetto. In questo libro infatti le donne non possono leggere, devono portare i capelli lunghi e devono parlare solo se interpellate. Un libro sulla forza delle donne e sulla ribellione che da esse scaturisce.

Lo stile utilizzato è stato molto semplice e fluido. Nonostante in alcuni punti non accadessero cose esorbitanti o non ci siano plot twist evidenti – ma molto radi – la storia è stata molto bella e interessante. Primo di una serie fantasy, questo libro vi trascinerà in un mondo da cui non vorrete più uscire, ve l’assicuro.

Non ho apprezzato particolarmente solo una cosa che è quella che ha fatto il modo che la mia valutazione passasse da cinque, ovvero il massimo, a quattro e mezzo. La storia, sia per quanto riguarda Nomi che quanto riguarda Serina prende una piega – come dire … – amorosa. E’ quest’infatuazione, sopratutto nel caso di Serina è davvero fuorviante e inutile sotto tutti i punti di vista. Di sicuro avrebbe reso meglio se se la fosse cavata da sola o comunque non serve per forza la parentesi amorosa, basta a volte anche “un’amicizia” o un escamotage differente. Nel caso di Nomi la situazione amorosa è più che giustificata ma il lato di Serina – almeno sotto questo punto di vista – per me è un NO.

«In tutti i racconti, le donne rinunciano a ogni cosa» disse Maris, con voce tesa. «Dobbiamo cedere, sempre. Nessuno pensa che potremmo reagire. Perché credi che sia così?» Nomi pensò alla regina Baccaro e alle sue figlie, tradite dai loro stessi consiglieri uomini e cancellate dalla storia. Pensò alla lettera nascosta nella sua stanza. A voce bassa, sapendo di camminare su una corda sospesa sul vuoto, mormorò: «Perché hanno paura di quello che accadrà quando lo faremo».

Il libro è stato davvero molto bello e decisamente significativo sotto molti aspetti. Sono felice che sia stato mandato un messaggio e abbia risaltato all’interno del libro mantenendosi tale per tutto il tempo. Consiglio questo libro agli amanti dei fantasy e non, un libro che apprezzerete.

Tracy Banghart scrive un fantasy che intriga e affascina il lettore con il messaggio. La storia di due sorelle legate da un destino che le separa e le mette in difficoltà passo dopo passo. Nomi e Serina sono due personaggi particolari e originali narrati da una penna davvero unica.

Il mio voto per questo libro è di: 4 balene e mezzo.

quattro e mezzo


Seguite le altre tappe qui, vi aspettano:

33469222_1367381583363085_764534183329529856_o


Vuoi acquistare Iron Flowers e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Iron Flowers o dal generico Link Amazon: Amazon.
Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate? Fatemi sapere con un commentino se leggerete questo libro. Vi piace?
A presto,
Sara

RECENSIONE FILM – IL GIARDINO DELLE PAROLE SU NETFLIX.

BUON POMERIGGIO CARISSIME PARTICELLE!

Oggi voglio parlarvi di un film che spero vi emozionerà. Una storia che mi ha colpito molto e di cui voglio parlarvi. Ho visto questo film su Netflix perchè ne ero particolarmente attratta da diverso tempo e appena ne ho avuto modo ho recuperato. Spero di leggere al più presto anche il manga relativo. Ecco qui:

61ElGRBaiqL._SY445_Titolo: Il giardino delle parole (Kotonoha no niwa)

Tipologia: Film

Durata:  minuti

Lingua: Italiano

Link d’acquisto film: https://amzn.to/2IlUvuL

Link d’acquisto manga: https://amzn.to/2IpyUx8

Tratto dal manga Il giardino delle parole

Trama: Takao è uno studente di liceo che aspira a diventare uno stilista di calzature. Un giorno di pioggia, in un giardino, fa la conoscenza di Yukari Yukino, una giovane donna più grande di lui. Con molta discrezione, senza chiedere nulla sulle proprie vite private, compresi il nome e l’età, i due cominciano a scambiare qualche parola, per poi avvicinarsi sempre più, giorno dopo giorno, ad ogni nuovo incontro. Ma quell’incanto che sembra quasi sospeso nello spazio e nel tempo è destinato presto a svanire, per lasciare posto a una realtà dalla quale entrambi non potranno fuggire…

TRAILER


RECENSIONE

Risultati immagini per il giardino delle parole gif

La storia ha inizio in una giornata di pioggia. Takao Akizuki fa il primo anno delle superiori e si reca in un giardino per andare sotto il solito gazebo dove in genere si ferma sempre. Takao non va mai a scuola quando piove e si reca in questo giardino proprio per disegnare modelli di scarpe. Il suo sogno è quello di fare il calzolaio e gli piace dilettarsi nel creare e nel disegnare dei modelli. La donna che è lì in quel preciso momento appare misteriosa e cita i versi di un tanka (un componimento poetico breve). Lei è la signorina Yukari Yukina, una donna molto più grande di Takao, che fugge dal suo lavoro per recarsi in quel giardino che si trova a condividere con TakaoI due sono estranei l’una per l’altro ma cominceranno condividendo il rumore della pioggia assieme, sotto quel gazebo condividendo dei momenti solo nei giorni di pioggia.

Cosa succederà fra i due? Si conosceranno meglio? Cosa scopriranno l’uno dell’altra?

Quand’ero piccolo il cielo mi sembrava molto più vicino. Per questo mi piace la pioggia… perchè porta l’odore del cielo.

Risultati immagini per il giardino delle parole gifAmbientato a Tokyo durante la stagione delle piogge, il Giardino delle Parole è il luogo in cui entrambi si rifugiano per scappare da qualcosa o semplicemente per isolarsi dal mondo. Sia Takao che Yukari sono fragili e chiusi ma trarranno uno la forza dall’altro e ne usciranno più forti di prima.

Inoltre, è meraviglioso come la pioggia riesca a rendere tutto estremamente più bello. Personalmente non amo molto le giornate di pioggia ma visivamente, in questo film, avrei voluto essere sotto la pioggia tutto il tempo per quanto essa stessa è resa affascinante agli occhi di chi guarda. In più, non si può fare a meno di sperare che piova per far si che i due si vedano di nuovo e, vi assicuro, lo farete. Lo spererete con tutta l’anima.

Nonostante la brevità di questo film d’animazione, la storia è comune ma al tempo stesso originale. Vi farà innamorare, commuovere e sperare. Sopratutto sperare.

Risultati immagini per il giardino delle parole gifIl rombo del tuono, nel cielo nuvoloso. Forse pioverà… e quando accadrà, resterai con me?

Il rombo del tuono nel cielo nuvoloso e anche se non piovesse resterò con te.

I personaggi che troveremo all’interno di questa storia sono soltanto due, essendo i principali che tengono in piedi tutta la storia. Anche se la storia fra i due sembra del tutto impossibile, essendo lui un quindicenne e lei una ventisettenne, non potrete fare a meno di sperare per tutta la durata del film.

Risultati immagini per il giardino delle parole gifTakao Akizuki  è un ragazzo che frequenta il primo anno delle scuole superiori ed ha 15 anni. Sogna di diventare un calzolaio e uno stilista di scarpe. E’ un ragazzo molto chiuso ed ha pochi amici. Vive da solo e fa diversi lavoretti per cercare di mantenersi e per mantenere la sua passione e la retta della scuola in cui sogna di andare in futuro.

Yukari Yukino è una donna di 27 anni apparentemente misteriosa che beve birra e mangia cioccolato di prima mattina e non vengono rivelate molte informazioni su questo personaggio, almeno inizialmente. Andando avanti si scopriranno diverse cose e scopriremo che la donna ha avuto diversi problemi sul lavoro che l’hanno resa vulnerabile e fragile.

Risultati immagini per il giardino delle parole

Makoto Shinkai riesce a rendere reale e veritiera una semplice storia. Non crea fantasy o storie con elementi magici e particolari come per Miyazaki. Shinkai racconta delle semplici storie che potrebbero essere benissimo vere o accadute. La semplicità e la bellezza con cui ci riesce è semplicemente sorprendente.

Immagine correlata

Questo film animato, realizzato dall’omonimo manga, è tenero, unico e semplicemente coinvolgente. Le parole di Takao e di Yuzuki entrano nel cuore. Il finale, inoltre, è giusto e ben calibrato anche se vorrei tanto sapere come continua. (Uffa!)

Uno dei migliori che abbia visto e che mi sento di consigliare sia ad amanti dei manga che non. E’ veramente un film per tutti, pieno di significato e con una grafica fantastica.


Cosa ne pensate? Vi piace? Io lo spero vivamente e spero che vediate questo film davvero molto molto bello.

A presto,

Sara ©

SEGNALAZIONE #74 – E SE… DI ELIANA CICCOPIEDI

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccomi qui cari e bei lettori! Oggi porto con me un nuovo libro e ve lo segnalo sperando seriamente che vi piaccia molto. Si prospetta interessante ed è proprio per questo che ve lo propongo. Ringrazio Eliana per la sua gentilezza, come sempre. Eccovi qui il suo libro:

Risultati immagini per e se eliana ciccopiediTitolo: E se…
Autore: Eliana Ciccopiedi
Uscita:  gennaio 2018
Casa editrice: self-publishing
Genere: rosa
Formato: ebook e cartaceo
Pagine: 299
Prezzo: ebook 2.99 cartaceo 12.00
Amazon:  https://www.amazon.it/se-Eliana-Ciccopiedi/dp/887163893X
Kobo: https://www.kobo.com/it/it/ebook/e-se-4
Google play: https://play.google.com/store/books/details?id=oJlIDwAAQBAJ
Apple Ibook: https://itunes.apple.com/it/book/e-se/id1343042468?mt=11

TramaE se la felicità non fosse solo un’intima convinzione? Leonardo non ha altri sogni da realizzare; quando irrompe sulla scena incanta il pubblico, raccoglie applausi e consensi. Elena dalla sua poltrona osserva la vita inconsapevole, incapace di assaporarla veramente. Le incrollabili certezze di Elena, la tranquilla e anonima quotidianità in cui ha circoscritto la sua esistenza. L’intensità con cui Leonardo affronta la vita, sempre oltre, per nascondere la sottile malinconia che lo segna. Due mondi lontani, opposti. Un ritardo clamoroso e un treno perso condurranno Elena e Leonardo a condividere lo stesso istante di vita. E se non avessero fatto altro che cercarsi? E se la vita si riducesse tutta a quell’unico istante? Basta così poco a trasformare un potrebbe essere in un E se…

ESTRATTO

Sembrava esserci una muta domanda in quello sguardo. Quegli occhi si chiedevano chi lei fosse, come se non si trattasse della prima volta in cui si erano incrociati, e perché, nonostante questo, lei fosse scesa dal treno senza neppure una parola. Non sapeva cosa rispondere a quello sguardo. Gli sorrise e basta.


Cosa ve ne pare? Fatemi sapere con un commentino che io vi aspetto sempre!

A presto,

Sara ©

RECENSIONE #180 – JONAS E IL MONDO NERO DI FRANCESCO CAROFIGLIO.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccomi qui con una nuova recensione per voi. Ringrazio ancora la Piemme per avermi permesso di partecipare al BlogTour (trovate la mia tappa QUI). Ora vi parlo di questo libro e spero vi piaccia. Ecco qui:
downloadTitolo: Jonas e il mondo nero
Autore: Francesco Carofiglio
Editore: Piemme
Genere: Libri per ragazzi
Data di uscita: 8 maggio 2018
Link d’acquisto: https://amzn.to/2rY41cb
Trama: Jonas ha dodici anni e una vita normale. Almeno così sembra. In realtà nasconde un segreto: vede cose che altri non vedono. Presenze discrete, all’inizio, poi sempre più inquietanti. Arrivano da un’altra dimensione e pare che stiano cercando proprio lui. Un giorno Jonas si ritrova un biglietto in tasca, un messaggio cifrato, che sembra indicargli la strada da seguire. E, a poco a poco, si rende conto che è tutto vero: esiste un mondo sconosciuto, molto vicino a noi, e sta per trasformare la realtà in uno spaventoso universo senza luce. Il Giorno degli Incroci si avvicina e toccherà a Jonas fare la scelta più difficile: un incredibile atto di coraggio per impedire che il Mondo Nero prenda il sopravvento.

RECENSIONE

Immagine correlataLa storia ha inizio in un giorno come tanti. Jonas è a casa e legge il suo libro sul letto, come gli piace fare di solito, lo fa sentire protetto da strani esseri che Jonas vede per la strada e gli altri invece no. Così ripensa a quando era stato dal dottore. Gli aveva fatto vedere dei fogli e lui ci aveva visto solo delle semplici macchie. Il dottore aveva detto che non c’era nulla di preoccupante in lui e che l’amico immaginario per qualche bambino era normale. Peccato che ora non era più tanto bambino e quelli che continua a vedere non sono mai stati suoi amici.

Cosa succederà al giovane Jonas? Chi sono le figure che continua a vedere per la strada e in giro? Il Mondo Nero è alle porte e lui, riuscirà ad accorgersene?

C’è una storia che non è stata raccontata. È una storia di magia e stregoneria, di anime nere e di cuori gonfi di vendetta. Questa storia comincia in una piccola città, dove fa sempre freddo e dove non succede niente, ogni giorno. Eppure qualcosa succede. Eppure qualcosa sta succedendo. Qualcosa di terribile. Tutto è cominciato da lì.

La trama è ben scritta e di sicuro rappresenta perfettamente la storia. Infatti è questa che mi ha spinto a voler leggere questa storia e a mettermi curiosità. Una storia particolare e originale sul punto di vista dell’inventiva da parte dell’autore.

La copertina è abbastanza cupa e decisamente inquietante. Non amo particolarmente questa copertina e non rappresenta poi molto il tutto. Si, si parla del Mondo Nero, un mondo senza luce ma allo stesso tempo di tante altre cose. Jonas in copertina sembra essere rappresentato come se fosse negativo con quegli occhi dallo sguardo cattivo mentre Jonas è il più innocuo del mondo. E’ persino un tipo pauroso, figuriamoci. Il titolo, invece, mi piace molto e definisce la storia in tutto e per tutto, a differenza della copertina che spegne il tutto.

L’epoca non è definita ma sembra senz’altro contemporanea.

Proprio davanti ai suoi occhi. Il naso, la bocca, e gli occhiali. Fece un salto indietro. Davanti a lui c’era lui, un altro lui, che lo guardava.Muto, e cieco. Con la bocca cucita e gli occhi vuoti. Jonas parlò ancora, e le parole diventarono tante luci di candela che illuminarono l’ambiente. Si accorse che dietro l’altro lui c’era della gente. Erano tutti zitti con gli occhi vuoti e guardavano fissi nella sua direzione. Erano tutti ciechi. Erano tutti lui, e continuavano a guardarlo. Alla fine urlò. Un lampo si accese e illuminò per un istante un salone enorme, senza tetto. Una specie di chiesa senza finestre. E al posto del soffitto un cielo nero pieno di nuvole. Poi di nuovo il buio, e il silenzio.

Immagine correlataI personaggi di questa storia non sono poi tantissimi. Sicuramente Jonas è rappresentato molto bene anche se lascia al dubbio la sua condizione mentale che vi spiegherò più avanti.

Jonas è un ragazzino poco sveglio che vede delle cose che lui chiama fantasmi. Non sa di essere speciale e di poter aver l’opportunità di salvare tutti dall’arrivo del Mondo Nero. E’ un ragazzo decisamente poco coraggioso ma innamorato anche se non sa di preciso cosa possa essere per lui l’amore. Un personaggio particolare ma ben costruito.

Melampo è un personaggio piuttosto strano. Si muove fra le “pieghe del tempo” diciamo e lo sfrutta a suo favore. Melampo ha diverse centinaia di anni e nessuno si accorge di lei, solo Jonas può vederla come altri soggetti nel corso dei secoli. Sarà una spalla su cui Jonas potrà contare all’interno di questa storia.

Sei un Ragazzo Porta. Un Ragazzo Porta. Jonas poteva aprire le porte dei mondi. E una volta aperte nessuno era in grado di prevedere cosa sarebbe accaduto. – Un Ragazzo Porta? – Già. – E dove si trovano queste porte? – Vorrei saperlo anch’io. Jonas ricordò di nuovo quello che gli aveva detto la Voce, nel buio profondo di quella notte. Le porte tra i due mondi. Allora chiese a Melampo cosa sarebbe successo se le porte si fossero aperte. Se lui avesse aperto le porte. – Il Mondo Nero si mangerà il tuo, lo risucchierà nelle sue giornate senza speranza. Loro vogliono che tu faccia questo. Non c’è nessun altro in grado di farlo al tuo posto. Solo tu puoi aprire le porte e solo tu puoi decidere di farlo. Per questo proveranno a prenderti, proveranno a ricattarti. Ora sanno chi sei.

Il perno centrale è il Mondo Nero e l’ossessione di Jonas per tutto questo. Jonas vede delle presenze strane e le cose cominciano ad intensificarsi. Ci saranno minacce, arriverà Melampo e riceverà regali davvero strani da una zia che lui non ha mai sopportato. Una storia decisamente particolare e sicuramente originale.

Lo stile utilizzato è decisamente semplice, sopratutto nel parlato avendo delle pagine interamente dedicate ai discorsi che sono semplici scambi di battute. La storia, infatti, è scorrevole e la leggerete in pochissime ore. Nulla di complicato se non per il Mondo che l’autore stesso a costruito attorno al nostro. C’è il nostro mondo e in parallelo il Mondo Nero, un mondo oscuro . C’è l’Extramondo e ci sono i Ragazzi Porta. C’è Melampo, una ragazza che l’aiuterà, una dei pochi amici veri che Jonas riuscirà a farsi. Il World Building che l’autore ha creato è senz’altro buono anche se ancora adesso fatico a comprendere se ciò che l’autore abbia riportato in questa storia, ovvero il Mondo Nero e tutto il resto sia effettivamente ciò che succede o se sia solo il frutto della fervida fantasia (o di una malattia mentale) di Jonas. Probabilmente questa potrebbe essere semplicemente una mia impressione ma è l’impressione che mi ha dato leggendolo. Infatti mi piacerebbe davvero avere un riscontro su questo piano con l’autore per sapere almeno se è così o se la storia è completamente fantastica e la situazione mentale di Jonas non ha niente a che vedere.

Nonostante questo non sono stata completamente soddisfatta da questa storia. In alcuni momenti il tutto è sembrato totalmente superficiale e lasciato al caso. Si al tutte le spiegazioni dell’Extramondo, del Mondo Nero e dei Ragazzi Porta ma ci sono diverse situazioni ed eventi che accadono ma non sono per nulla spiegati e il lettore si ritrova appeso in situazioni spiacevoli. Ad esempio (SPOILERil fatto che la Zia che gli regala lo stereoscopio ma che non venga spiegato il gesto ne coinvolta direttamente a parlare con il giovane ragazzo. Quando viene minacciata la mamma di Jonas… evento che accade ma rimane lì sospeso perchè nessuno ne parla. La madre non se lo ricorda?

Ci sono diverse cose a cui sono rimasta appesa e non ne ho compreso l’effettivo messaggio che l’autore ha tentato di trasmettere.  Per non parlare del finale, che per quanto possa essere carino, è stato abbandonato a se stesso ed è decisamente poco chiaro.

Provò a raccontarsi quello che era successo, sin dall’inizio. Tutto era cominciato con le visioni. Quelle presenze tra la folla. Persone di passaggio che sembravano guardarlo e che lui non riusciva a distinguere con esattezza. I primi tempi aveva provato a raccontarlo a sua madre, ma lei non capiva, lo guardava come si guarda uno strano, sorrideva e gli passava la mano fra i capelli. Allora ci aveva rinunciato. Poi c’erano state le altre apparizioni, tipo quel cane nero con gli occhi fiammeggianti che lo fissava minaccioso. Queste facevano più paura, perché adesso sembravano interessarsi a lui. Era un dato di fatto ormai, vedeva cose che gli altri non riuscivano a vedere. In realtà, a pensarci bene, era sempre stato così. Sin da quando era piccolo.

Cito parte della tappa che io ho scritto qualche giorno fa per il BlogTour: 

“Il Mondo Nero è quasi un paradosso. E’ tutto ciò che di oscuro in ognuno di noi. Tutto ciò che si nutre di noi e ci rende apatici e oscuri, tutto ciò che ci fa perdere e ci rende diversi.

Il libro non è stato male ma non mi ha fatto neanche impazzire. Mi sento comunque di consigliarlo visto il messaggio profondo che nasconde al suo interno.

Francesco Carofiglio scrive una storia per ragazzi incentrata sulla fantasia ma che allo stesso tempo tocca la sensibilità dell’animo umano. Il buio e l’oscurità possono insinuarsi dentro di noi in qualsiasi momento della nostra vita ed è lì che occorre essere pronti ad accendere la Luce.

Il mio voto per questo libro è di: 3 balene.

Senza titolo-3 (2)


Vuoi acquistare Jonas e il Mondo Nero e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Jonas e il mondo nero o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate? Fatemi sapere con un commentino se leggerete questo libro. Vi piace?

A presto,

Sara ©

PROSSIME USCITE PER NEWTON COMPTON, MARSILIO, MONDADORI, LONGANESI, RIZZOLI, FRASSINELLI, SPERLING&KUPFER E DEAGOSTINI.

BUON POMERIGGIO CARI LETTORI!

Eccomi qui con le nuove uscite della settimana. In un giorno mi sono arrivate un sacco di mail e ho agglomerato tutte le uscite in questo post per farvele conoscere. Come sempre sono divise per editore e spero veramente che vi incuriosiscano e che vi piacciano! Eccole qui:

NEWTON COMPTON

undefinedTitolo: Wrong Love
Autore: Penelope Douglas
Genere: Romance
Data di uscita: 24 maggio 2018
Trama: L’ex campionessa di tennis Easton Bradbury sta facendo del suo meglio per essere una brava insegnante. Cerca di risvegliare l’interesse dei suoi studenti annoiati e così facendo prova a lasciarsi alle spalle il passato. Quello che l’ha spinta a voltare pagina non ha più importanza, ha deciso che deve andare avanti. Ma ora che l’incontro genitori-insegnanti è alle porte, comincia a sentirsi in ansia. E la situazione peggiora quando Tyler Marek entra in classe. È un uomo affascinante, con dei bellissimi occhi azzurri. E per Easton non è difficile capire come mai suo figlio abbia problemi a scuola. Tyler, infatti, sa gestire bene gli affari, ma avere a che fare con un adolescente è tutta un’altra storia… Specie se l’attrazione per la sua insegnante comincia a farsi disperatamente intensa. Qualcosa in lui colpisce Easton, che nell’uomo che le sta davanti nota un misto di vulnerabilità, passione ardente e orgoglio. Quel desiderio è un tabù, ma il bisogno di lui è una certezza. Anche se significasse riportare alla luce i segreti più nascosti.

undefined

Titolo: Una questione di cuore
Autore: Karen Swan
Genere: Fiction
Data di uscita: 24 maggio 2018
Trama: 1974. Elena Damiani ha una vita perfetta. Nata e cresciuta nel lusso, è indiscutibilmente bella: una condizione che le ha sempre aperto tutte le porte. Nessun uomo può resistere al suo fascino. All’età di ventisei anni è già al suo terzo matrimonio, quando capisce di avere incontrato la sua anima gemella. Eppure quello di cui si è appena innamorata è l’unico uomo al mondo che non potrà mai avere, e né il suo fascino né i suoi soldi potranno cambiare le cose. 2017. Francesca Hackett sta vivendo la sua dolce vita romana: accompagna i turisti in giro per la Città Eterna e cerca di dimenticare i fantasmi del suo passato a Londra. Un giorno trova nella spazzatura una borsa: decisa a restituirla, scopre che la proprietaria è la famosa viscontessa Elena dei Damiani Pignatelli della Mirandola. Elena entra subito in sintonia con la giovane che le ha restituito la borsa rubata, contenente una lettera mai aperta, risalente a dodici anni prima. E Francesca si trova ben presto affascinata dai racconti di Elena, ricchi di storie sensazionali. Ma dietro quelle storie si nasconde un segreto sconvolgente…

undefined

Titolo: ll giardino delle rose
Autore: Dot Hutchison
Genere: Thriller
Data di uscita: 24 maggio 2018
Trama: Sono passati quattro mesi dall’esplosione al Giardino, dove giovani donne chiamate “le farfalle” erano tenute prigioniere. Gli agenti dell’FBI devono ancora fare i conti con le conseguenze del tragico episodio, aiutando le sopravvissute a ricostruirsi una vita dopo il trauma. Con l’inverno che sta per volgere al termine, per le farfalle si prospettano giorni più lunghi e più caldi per riprendersi. Per gli agenti, invece, l’imminente arrivo della primavera viene annunciato da una scoperta raccapricciante, uno schema che si ripete: vengono ritrovate delle giovani donne morte, sempre all’interno di una chiesa, con uno squarcio all’altezza della gola e il corpo interamente circondato da fiori. La sorella di Priya è stata una delle vittime, all’epoca dei fatti. Adesso Priya e sua madre vivono da fuggiasche, spostandosi di continuo alla ricerca di un nuovo inizio. Ma quando la ragazza finisce nel mirino del maniaco, il lavoro degli agenti per proteggerla diventa una drammatica corsa contro il tempo…

undefinedTitolo:  L’estate delle coincidenze 
Autore: Ali McNamara
Genere: Romance
Data di uscita: 24 Maggio 2018

Trama: È una magnifica estate e Ren Parker è a caccia: il suo lavoro, infatti, è quello di scovare in giro per l’Irlanda la casa perfetta per un cliente molto esigente. La sua ricerca la porta fino alla costa occidentale dell’isola, nella piccola città di Ballykiltara. Qui sorge Welcome House, un piccolo gioiello. C’è solo un problema: nessuno ha idea di chi sia il proprietario. Quella casa è una sorta di leggenda per gli abitanti della cittadina. La sua porta è sempre aperta per chi ha bisogno di un tetto e non mancano mai scorte di cibo per i poveri o chiunque passi per una sosta. Mentre Ren indaga sulla proprietà, per capire come avviare una trattativa, comincia a immergersi nella storia e nei racconti che circondano la vecchia casa, aiutata da Finn, l’affascinante gestore dell’albergo in cui alloggia. Riuscirà a scoprire il segreto della misteriosa Welcome House?

MARSILIO

Risultati immagini per Jesper Stein Akrash libroTitolo:Akrash
Autore: Jesper Stein
Prezzo Cartaceo: 18,50 €
Numero pagine: 432
TramaAkrash, nel gergo delle bande di Nørrebro, vuol dire «sbirro». Pronunciato all’inglese, però, è «a crash», un crollo, una crisi, e proprio in un momento di crisi profonda il lettore incontra Axel Steen in questa sua terza avventura. Il poliziotto, uno dei migliori investigatori della squadra omicidi di Copenaghen ma anche uno dei più discussi, a causa di una vita dedita all’abuso di alcol, droghe e sesso occasionale che lo avvicina agli ambienti della malavita più spesso di quanto i suoi superiori siano disposti a tollerare, sembra davvero avviato sulla strada dell’autodistruzione. Nel frattempo Jens Jessen, capo di Steen, nonché nuovo compagno della sua ex moglie, dalla quale ha appena avuto un bambino, viene a sapere che la mafia russa è riuscita a infiltrare un informatore nella polizia danese. Axel Steen, ovviamente, è tra i principali sospettati. Nel frattempo l’ex moglie Cecilie, che è avvocato, assume la difesa di Moussa, celebre capobanda di Nørrebro, accusato di essere il mandante di tre omicidi nell’ambiente del narcotraffico.


La metà di bosco
Autore: Laura Pugno

Titolo: La metà di bosco

Collana: Romanzi e Racconti
Trama: Salvo Cagli, medico dell’Unità del Sonno che soffre d’insonnia, accetta l’invito dell’amico Kostas, che gli offre per un po’ di vacanza la casa di famiglia nell’isoletta egea di Halki. Il sole della magnifica estate sembra placare ogni cosa, donare pace a Salvo, acquietare il ricordo della moglie Adele e della figlia Lili, che ormai non fanno più parte della sua vita. Ma un giorno, dopo una gita notturna in barca alla vicina isola di Krev, una ragazza cade in mare e scompare. Viene ritrovata qualche giorno dopo sulla spiaggia. Uccisa con un colpo d’arma da fuoco.
Ma non è certo un giallo quello che Laura Pugno, come sempre abilissima nel trasformare in altra cosa le sue narrazioni, va a costruire. È piuttosto un viaggio di iniziazione al lutto. Nel bosco di Krev, infatti, le persone che muoiono tornano a vivere per un breve tempo: il tempo necessario perché i loro cari le salutino, le piangano, le abbraccino; perché i segreti vengano rivelati o chiusi per sempre; perché i conflitti si risolvano o si fissino per l’eternità. 

 


MONDADORI

Mentre noi restiamo qui di [Ness, Patrick]

Titolo:  Mentre noi restiamo qui
Autore: Patrick Ness
Genere: Young Adult, Fantasy
Data di uscita: 5 Giugno 2018

TramaCosa succede se non sei il Prescelto?Quello che dovrebbe combattere gli zombie, o i fantasmi che mangiano l’anima, o qualunque cosa diavolo sia questa nuova cosa, con le luci blu e la morte? E se tu fossi come Mikey? Che vuole solo laurearsi e andare al ballo di fine anno e magari finalmente trovare il coraggio di chiedere a Henna di uscire prima che qualcuno vada e faccia esplodere il liceo. Ancora. Perché a volte ci sono problemi più grandi, e a volte devi solo trovare lo straordinario nella tua vita ordinaria.

 


L'albero dei desideri di [Applegate, Katherine A.]
Titolo: L’albero dei desideri
Autore: Katherine Applegate
Genere: Libri per ragazzi
Data di uscita: 22 maggio 2018
TramaAvvicinati a un albero e mettiti in ascolto. Forse ciò che sentirai non sarà solo il mormorio delle foglie. Se sei fortunato, potresti incontrare un albero come Rubra, pronto a raccontarti una storia. Rubra è la grande quercia rossa che cresce nel mezzo di un prato, fra due case. Tra i suoi rami e nelle sue cavità vivono gli animali del quartiere. Tutti la chiamano “l’albero dei desideri” e ogni anno, a maggio, affidano ai suoi rami biglietti carichi di sogni e speranze. Nella sua lunga vita Rubra ha osservato ciò che si svolgeva attorno a lei silenziosamente, senza mai interferire. Ma l’arrivo di Samar, la giovane ospite della casa azzurra, costretta alla solitudine dai pregiudizi della gente, e un terribile episodio che minaccia la sua stessa vita, la convincono a rompere il silenzio. Il tempo a disposizione poco, ma forse basterà per compiere un’ultima significativa azione: esaudire il desiderio d’amore di una bambina.


Risultati immagini per L'atlante dell'invisibileTitolo: L’atlante dell’invisibile

Autore: Alessandro Barbaglia

Prezzo: euro € 17,00

Pagine: 204

“Le cose infinite non finiscono, continuano invisibili.”
Trama: Ismaele, Dino e Sofia hanno quarantadue anni in tre quando nel 1989, in una sera di fine estate, rapiscono la luna in segno di protesta. Vivono a Santa Giustina, un lontanissimo paese fatto di baite di legno ai piedi delle Dolomiti che sta per essere sommerso da un lago artificiale, portandosi dietro tutti i loro ricordi, le gare con le lumache, il prato del castagno, i primi baci. Il progetto della diga risale al 1946. Ai tempi, gli abitanti di Santa Giustina non accettarono di abbandonare le loro case per trasferirsi al “paese nuovo” e rinunciarono ai benefici promessi nel caso di una resa immediata. Si avvicina però il momento dell’esproprio definitivo. Proprio negli anni Quaranta si sono conosciuti Elio e Teresa, e precisamente il 19 marzo 1946, in un bar Sport gremito di una folla accalcata per seguire la cronaca radiofonica della prima Milano-Sanremo del dopoguerra. Senza essersi mai visti né incontrati, Elio e Teresa – ormai anziani e da sempre innamorati l’uno dell’altra e del loro paese vicino a Milano – e i quattordicenni Dino, Ismaele e Sofia sono tormentati dalle stesse domande: “dove vanno a finire le cose infinite?”, “dove si nascondono l’infanzia, l’amore o il dolore quando di colpo svaniscono?”. E se Elio, per rispondere, costruisce mappamondi dalle geografie tutte inventate e sbagliate – descrivendo così la terra magica dove abita l’invisibile e costringendo Teresa a correggere tutto con puntiglioso realismo –, i bimbi di Santa Giustina via via che crescono si allenano a non smettere di scorgere l’invisibile tra le pieghe del reale e a conservarlo a modo loro, in una sorta di gioco segreto. In una danza fatta di immaginazione, ricordo ed elaborazione del lutto, Teresa incontrerà i bambini diventati adulti nella notte più incredibile delle loro vite: quella durante la quale, per pochi istanti di eternità, riemergerà il paese sommerso di Santa Giustina. E con lui l’amore, il dolore, l’infanzia e tutta la meraviglia che si nasconde nell’invisibile. 


LONGANESI

L'amante innocente di [Croft, Elle]Titolo: L’amante innocente

Autore: Elle Croft

Genere: Thriller
Data di uscita: 14 Giugno 2018
Trama: Bethany Reston vive a Londra ed è felicemente sposata. O così crede… Perché quando un celebre milionario la incarica di realizzare un reportage fotografico sul set del suo nuovo reality, Bethany scopre un mondo nuovo, fatto di emozioni che credeva sopite. Tutto avviene nella massima segretezza, perché nessuno – nemmeno la sua migliore amica, Alex – può sapere: Bethany cede alle lusinghe e al gioco di seduzione del suo nuovo datore di lavoro. Ma è in quel momento che accade l’impensabile. Quando il suo amante viene ritrovato privo di vita poco dopo uno dei loro incontri sfociato in un litigio, per Bethany inizia l’incubo. Lei è stata l’ultima a vederlo vivo, ma non può testimoniare perché deve proteggere il proprio matrimonio. E comunque, nessuno sa di loro… O forse qualcuno invece sa. E la minaccia. In modo sempre più grave, diretto, fino a che, al culmine dell’orrore, un giorno tornando a casa Bethany trova in cucina un coltello sporco di sangue. L’arma del delitto. Per proteggere il suo segreto, e la sua stessa vita, Bethany si dice che deve soltanto lasciar passare la tempesta. Ma la tempesta è appena iniziata, la polizia ormai è sulle sue tracce e, senza nessuno cui rivolgersi, Bethany capisce di avere soltanto una strada davanti a sé. Per provare la propria innocenza, deve essere lei a svelare l’identità del vero assassino. 

RIZZOLI

Titolo: Jack Bennet e la chiave di tutte le cose
Autore: Fiore Manni
Genere: Libri per ragazzi
Data di uscita: 22 maggio 2018
Trama: Jack Bennet è un bambino di dieci anni come tanti altri, forse solo un pochino più basso e più magro della media. Ogni mattina si alza, si avvolge intorno al collo la lunga sciarpa a righe azzurre che gli ha lasciato suo padre ed esce per le fumose vie di Londra. Come molti ragazzi del suo tempo lavora in fabbrica, perché la mamma è malata, e in famiglia non c’è nessun altro che possa provvedere a loro. Una mattina, sulla strada del lavoro, Jack incontra un curioso personaggio che pare sbucato dal nulla; un uomo del tutto fuori luogo, con il suo elegante completo viola nel bel mezzo della grigia città. Jack lo osserva incuriosito e lo saluta educato, poi lo ascolta con attenzione. E fa bene, perché la più grande delle avventure può cominciare in un giorno qualunque. L’uomo gli consegna una chiave, e con quella Jack inizia a viaggiare per mondi sconosciuti e bislacchi, dove incontra pappagalli tipografi, libri magici per tutte le occasioni, navi pirata, una ragazzina spavalda ma non troppo, un drago che sputa vapore e colleziona tesori. E molto, molto altro. 

SPERLING&KUPFER

Titolo: La locanda dei ricordi d’estate
Autore: Marissa Stapley
Genere: Narrativa
Data di uscita: 22 Maggio 2018

TramaCi sono luoghi che hanno il potere di curare ogni ferita. Per Mae, quel luogo si chiama Alexandria Bay, la cittadina a nord di New York dove è cresciuta insieme ai nonni, che da sessant’anni mandano avanti con passione Summers’ Inn, la locanda sul fiume. Lì sono di casa le sue memorie più care: il primo amore, il calore della famiglia, i pochi ricordi della mamma – con quei suoi consigli su «cosa fare quando fuori piove», quasi perle di saggezza per affrontare le piccole delusioni della vita. Ed è proprio lì, quindi, che Mae si rifugia il giorno in cui scopre che il suo futuro marito è sparito nel nulla, lasciando in bancarotta lei e tutti gli amici che avevano investito nella loro società. Ma le cose non sono più come prima. O forse è Mae a vederle sotto una luce diversa, adulta. Alla locanda, la nonna sta perdendo la lucidità di un tempo; sembra vivere in un passato di cui ricorda nitidamente ogni dettaglio e dal quale emerge all’improvviso, senza filtri, una rivelazione sconvolgente. In città, intanto, un incontro fortuito con Gabe, il suo primo grande amore, costringe Mae ad affrontare una volta per tutte la verità sulla fine della loro storia. Davanti a lei ci sono i segreti di una vita intera: un labirinto oscuro che dovrà attraversare se vorrà ritrovare la felicità per sé e la sua famiglia. Perché, se è vero che la casa è dove ti porta il cuore, a volte quel cuore ha bisogno di amore, perdono e buona volontà per rimettere insieme tutti i pezzi perduti per strada…


 

Titolo: Il piccolo atelier sulla Senna
Autore: Maxim Huerta
Genere: Narrativa
Data di uscita: 15 Maggio 2018
TramaA volte ci vuole una ventata di follia… Teresa è una giovane donna che vorrebbe colorare la sua vita. Il suo cuore è cucito di grigio da quando, bambina, ha perso la madre ed è passata sotto la tutela inflessibile di una zia gelida e severa. Sarà per questo che frequenta le lezioni private di un anziano pittore che è anche un po’ filosofo: è lui a insegnarle che, prima del colore, deve imparare a dominare l’oscurità e, anziché continuare a sfumare gli sbagli, spesso è meglio strappare il foglio e ricominciare da capo. Teresa non ha mai avuto il coraggio di prendere in mano la sua vita. Ma un giorno, passando davanti al negozio di un antiquario a Madrid, avverte un brivido che la spinge a entrare e a soffermarsi davanti a una vecchia insegna parigina: «Aux tissus des Vosges, Alice Humbert, nouveautés». Quella scritta colorata le parla di un tempo lontano, di una città affascinante e di una donna sconosciuta cui sente legato inspiegabilmente il suo destino. E così, in un istante, è presa dal desiderio di conoscere il mistero che si cela dietro quel nome, e lascia Madrid per la città delle luci. A Parigi, Teresa trova il negozio di stoffe abbandonato nei pressi della Senna, e proprio lì scopre vecchie fotografie di inizio Novecento che ritraggono una bellissima ragazza: Alice. Un frammento dopo l’altro, Teresa ricomporrà il quadro di una vita di cui avrebbe voluto essere protagonista: dalle umili origini all’ascesa nel bel mondo, dagli atelier dei pittori maledetti di Montparnasse a quello scintillante di Coco Chanel. S’immergerà nella storia di una donna che cercò la felicità a ogni costo, senza paura di attraversare le mille zone d’ombra dell’esistenza. E, grazie a quella storia, Teresa imparerà a riconoscere la luce che si nasconde anche dentro il bianco e nero, trovando finalmente la spinta per una nuova vita e un nuovo inizio tutto suo.

Feel Again (versione italiana) di [Kasten, Mona]Titolo: Feel Again
Autore: Mona Kasten
Genere: Romance
Data di uscita: 15 maggio 2018
TramaSawyer e Isaac non potrebbero essere più diversi tra loro. Lei è tosta, disinibita e, in apparenza, spietata. Lui è timido, impacciato e, con i suoi occhiali da nerd e il suo bizzarro abbigliamento fatto di bretelle e papillon, è letteralmente una frana con le ragazze. Dalla morte dei genitori, Sawyer se l’è sempre cavata da sola e non ha mai permesso a nessuno di avvicinarsi a lei. Men che meno Isaac Theodore Grant. Anzi, in circostanze normali, non lo avrebbe degnato nemmeno di uno sguardo, ma quando si ritrova nella stessa serata con lui e alcune ragazze lo prendono in giro, lei non può sopportarlo. Così, senza pensarci due volte, lo bacia di fronte a tutti. Il piano sembra funzionare… fin troppo bene, tanto che i due decidono di stringere un patto: Sawyer aiuterà Isaac a liberarsi dalla sua reputazione di nerd trasformandolo in un bad boy, in cambio lei potrà documentare il cambiamento e usarlo per il progetto finale del suo corso di fotografia. Ma quell’accordo, a prima vista innocuo, stravolgerà completamente il mondo di entrambi. E presto Sawyer tornerà a sentire qualcosa dentro, là dove aveva sperato di aver rinchiuso tutto, là in fondo al cuore.

FRASSINELLI

La seconda vita di [Pedemonte, Enrico]

Titolo: La seconda vita
Autore: Enrico Pedemonte
Genere: Narrativa
Data di uscita: 15 Maggio 2018
Trama“La seconda vita” è un romanzo che ci restituisce l’immagine vivida degli ultimi decenni del Novecento, quando i giovani occidentali erano animati da passioni politiche oggi inimmaginabili. Il romanzo si svolge nello spazio di sette giorni e si sviluppa su due binari paralleli. Da una parte c’è Pietro Lamberti, genovese, brillante scienziato, emigrato negli Stati Uniti all’inizio degli anni Settanta e presto finito a Los Alamos a progettare bombe atomiche, ora rifugiato in un piccolo appartamento di New York per scrivere al figlio John e raccontargli i molti lati oscuri della sua vita. Dall’altra c’è proprio John che, giornalista e attento osservatore, tornato a Genova per indagare su uno strano traffico di materiali radioattivi, si trova improvvisamente coinvolto in una situazione inaspettata e grave: mentre avverte un clima di pericolo intorno a sé, vede emergere tracce inquietanti e ambigue della vita del padre e dei suoi amici di un tempo, Nicola, Antonio e Luca. Quattro ragazzi inseparabili, che si erano incontrati nel pieno degli anni Sessanta, quando il mondo era rigidamente diviso tra «rossi e neri, comunisti e capitalisti, URSS e USA», e avevano fondato un’organizzazione segreta che identificava negli Stati Uniti il nemico da abbattere: una scelta che avrebbe condizionato profondamente la vita dei quattro, fino alle estreme conseguenze. Ed è proprio questo che Pietro – dal suo rifugio newyorchese – continua a raccontare al figlio: la sua vita ambigua e contraddittoria, il contrasto lacerante tra gli ideali della giovinezza e le esperienze della vita, e il difficile rapporto con gli amici di allora. Pagina dopo pagina, la consapevolezza che il tempo sta per scadere rende la lettera di Pietro al figlio non solo un racconto avvincente, ma anche uno struggente congedo.

DEAGOSTINI

Titolo: Ogni nostro segreto
Autrice: Katie McGarry 
Prezzo: euro 14,90
Data di uscita: 26 giugno 2018
TramaRibelle e indipendente, Abby lascia entrare solo pochissime persone nella sua vita. Non si fida di nessuno. E non è disposta a cedere all’amore. Mai. Per nessun motivo al mondo. Perché quello che fa per raccimolare spiccioli è un lavoro troppo pericoloso. Un lavoro di cui non va fiera, ma che – per via di suo padre e del doloroso segreto che entrambi custodiscono – non può abbandonare. Nei sobborghi di Louisville, Abby spaccia droga e ogni giorno si convince che non c’è altra scelta per lei, e che non le importa di niente e di nessuno. Ma a Logan importa di lei. Logan. Il ragazzo bello e dannato che farebbe di tutto per essere più di un amico per Abby. Eppure, quanto più i due si avvicinano, tanto più una fitta coltre di segreti li allontana. Segreti che, se svelati, potrebbero mettere fine a quel che sta nascendo tra loro.

Il ladro di minuti di [Lozano, David]
Titolo: Il ladro di minuti
Autore: David Lozano 
Genere: Libri per ragazzi
Data di uscita: 12 Giugno 2018
Trama: Quando le autorità decidono di sospendere una volta per tutte il 6 ottobre dal calendario, Edu è disperato. Hanno cancellato il suo compleanno! Come farà allora a diventare grande e crescere? Edu non vuole rimanere per sempre un bambino, e soprattutto non vuole rinunciare a soffiare sulle candeline per il resto della sua vita! Per quanto mamma e papà lo rassicurino però, sembra non esserci alcuna soluzione. Fino al giorno in cui Edu entra nel misterioso negozio del signor Vincinus che nasconde tra gli scaffali stramberie di ogni tipo: tutte rigorosamente vietate dalla legge! Proprio il signor Vincinus sembra avere ciò che fa al caso di Edu: una macchina aspira-minuti che gli consentirà di rubare i minuti necessari per creare un nuovo giorno del compleanno. Il macchinario però funziona in modo strano: non aspira solo il tempo ma anche la felicità legata a ogni singolo istante. E più Edu fa uso del diabolico marchingegno, più la felicità e gli amici sembrano allontanarsi da lui… Sarà davvero disposto a rinunciare a tutto ciò che ama pur di salvare il proprio compleanno?

Titolo: No Filter: L’amore non segue un copione

Autore: Jen Klein 
Genere: Young Adult
Data di uscita: Giugno 2018
Trama: Rainie si è ripromessa di cambiare. Non ha mai avuto una passione nella vita, qualcosa per cui dare tutta se stessa. È sempre stata pigra, non è mai andata a fondo delle cose. Se solo trovasse ciò che le interessa davvero… E all’improvviso conosce Tuck. E si chiede: un ragazzo può diventare una passione? In assenza d’altro sì, forse sì. E così per Rainie conquistare Tuck adesso è uno scopo. Lo scopo. Disposta a seguirlo a ogni costo, anche a pedinarlo, Rainie decide perfino di fare domanda presso la scuola di teatro in cui lui lavora durante l’estate. E sembra proprio che ogni cosa stia andando come Rainie l’ha pianificata, almeno fino a quando non conosce Milo, carino e con la passione per la fotografia… E adesso che i ragazzi sono diventati due le cose si complicano.


Autore: Eithne Shortall
Titolo:
L’amore nella fila 27

Data di uscita: 12 giugno 2018

L’amore è quella cosa che ti capita mentre sei impegnata a farti gli affari degli altri.

Trama: Cora Hendricks ha 28 anni, vive a Londra e lavora per una piccola compagnia aerea. Ha una spiccata passione per il whiskey, le coincidenze e il magico potere del destino. Dopo l’ultima, cocente delusione amorosa, ha rinunciato a cercare l’anima gemella. In compenso, si diverte a favorire incontri potenzialmente romantici tra i passeggeri che, ignari, si presentano al banco del check-in, affidandosi solo a internet e alla propria intuizione per fare in modo che i candidati fra loro più compatibili si ritrovino a sedere vicini. Dove? Nella fila 27, naturalmente: il minuscolo laboratorio amoroso nel quale Cora, con la complicità di una collega hostess, insegue la formula della felicità altrui. Ma se farsi gli affari degli altri è un ottimo modo per non pensare ai propri problemi, è pur vero che anche a Cupido può capitare di abbassare la guardia…


Autore: Olivia Crosio
Titolo: Quando mi sei accantoData di uscita: 12 giugno 2018

Lei, lui, l’altro. La brava ragazza, il bad boy e il buon cavaliere dai capelli d’oro. A unirli, trent’anni di avventure e di emozioni.

Trama: Courmayeur, estate 1973. Tutto inizia con tre ragazzi in fila indiana, diretti versi la cima del Monte Bianco, insieme senza quasi conoscersi.
Davanti c’è Alex, il ribelle del paese, capelli neri arruffati e atteggiamento da rockstar: un mito per le femmine e insopportabile per gli altri maschi. In fondo c’è Chicco, il bravo ragazzo dall’animo sensibile, camicia e viso pulito da signorino di città. Al centro sta Chiara, per entrambi “la piccola Chiara”, perché ha solo sedici anni e una bellezza innocente che va guidata e protetta. Sanno poco o niente l’uno dell’altra, né possono immaginare che da quel giorno il destino li terrà per sempre uniti. E per trent’anni si allontaneranno e si avvicineranno nei modi più imprevedibili, facendogli sperimentare tutte le follie del cuore.


Cosa ne pensate di queste uscite? Vi piacciono? Fatemi sapere con un commentino!

A presto,

Sara ©

BLOGTOUR: LA LISTA DELLE COSE CHE NON DIMENTICHERO’ MAI DI VAL EMMICH – RECENSIONE (#179)

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci qui… nuovo giorno nuovo Blogtour. Oggi vi presento l’uscita in arrivo in libreria – proprio oggi – per la Piemme, che ringrazio molto. Un libro dolcissimo che sono sicura vi piacerà. Un grazie enorme anche a Sara che mi ha coinvolto in questa bella iniziativa per questo libro. Ecco che ve lo presento:

51sPpg9lRKL._SX323_BO1,204,203,200_Titolo: La lista delle cose che non dimenticherò mai

Autore: Val Emmich
Editore: Piemme
Genere: Narrativa
Data di uscita: 22 maggio 2018
Link d’acquisto: https://amzn.to/2J0b92e
Trama: La piccola Joan ricorda tutto, ma proprio tutto. Non lo fa apposta. Ha un “disturbo della memoria autobiografica”. Si ricorda qualunque giorno della sua vita in ogni minimo dettaglio. Per esempio, quante volte sua madre ha pronunciato la frase «Non sbaglia un colpo» negli ultimi sei mesi (ventisette) o che cosa indossava quel giorno di sei anni fa in cui il nonno la portò a pescare (degli orrendi calzettoni). Ma Joan non vuole essere la bambina che ricorda tutto. Vuole essere la bambina che nessuno può dimenticare. E forse l’occasione per farsi ricordare arriva quando viene a stare a casa sua Gavin, un amico di gioventù del papà e come lui cantante e musicista. Joan lo conosce da sempre, e decide di farsi aiutare da lui nell’impresa che la renderà famosa: vincere il Concorso per nuovi cantautori indetto dalla sua scuola. Ma Gavin, purtroppo, non può aiutare nessuno: ha appena perso il suo compagno, Sydney, e con lui anche la gioia di vivere. Così, sarà Joan ad aiutare Gavin. A ricordare. I momenti che lui e Sydney hanno vissuto insieme, le piccole cose, ogni dettaglio che la bambina, negli anni, ha immagazzinato nella sua portentosa memoria. E, in cambio, forse, Gavin la aiuterà a scrivere la sua canzone…

RECENSIONE

Risultati immagini per gif chitarreLa storia si divide su due punti di vista. Tutto ha inizio con la piccola Joan fuori da scuola. Sono passate da un pezzo le quattro e mezza e suo padre sembra aver dimenticato di passare a prenderla. La professoressa è rimasta lì con lei ad aspettare suo padre mentre riflette su quante lei cose riesca a ricordare rispetto agli altri. Joan ha l’HSAM ovvero memoria autobiografica altamente funzionale e ricorda qualsiasi data da quella in cui si è macchiata la sua maglia preferita con del burro a quella in cui è morta sua nonna o tante altre cose ed ama la musica. Appunta tutto su un quaderno, anche le canzoni che scrive e suona la chitarra. Gavin è un attore discretamente famoso e ha interpretato una serie televisiva. E’ un amico dei genitori di Joan e ha perso da poco l’amore della sua vita, Sydney. Per questo i due si incontreranno.

Cosa succede fra la piccola Joan e il triste Gavin? Riuscirà Joan a scrivere la sua canzone per il contest? Gavin riuscirà a trovare un po’ di pace e a metabolizzare il suo lutto?

Le persone trovano un sacco di scuse quando non si ricordano di qualcosa. Danno la colpa a problemi di udito, o magari al fatto che sono troppo occupate, o troppo vecchie, o troppo stanche. Ma la verità è che non hanno spazio sufficiente dentro le loro scatole. Quando stavo per compiere cinque anni, la mamma mi ha regalato una scatola per le mie opere d’arte. Non ne poteva più che sparpagliassi in giro per casa disegni e progetti. Allora mi ha detto di scegliere i pezzi più importanti perché nella scatola non c’era spazio sufficiente per conservarli tutti. È così che funziona con il cervello della gente: c’è spazio solo per i ricordi più importanti, il resto si getta via. Però quando tocca a me essere gettata via perché non sono abbastanza importante è difficile non abbandonarsi alla depressione come fa John Lennon nel White Album quando canta I’m lonely and I wanna die. Specie considerando che io non getterei mai via nessuno, perché nel mio cervello lo spazio non manca mai. Voglio solo un po’ di giustizia.

La trama mi è saltata subito all’occhio e l’ho trovata dolcissima, per questo quando mi è stato proposto l’evento ho detto subito si. E’ una storia dolce e la trama incuriosisce e cattura nel modo giusto. Non potete perdervi questa lettura, assolutamente.

Risultati immagini per val emmich bookPer quanto riguarda la copertina devo dire che sono davvero entusiasta della scelta italiana della Piemme. Guardando poi l’originale che lascia decisamente a desiderare, stavolta, sono più che soddisfatta dell’adattamento italiano che rispecchia in pieno la storia, in tutto e per tutto. Ottimo lavoro sicuramente. 

Il titolo originale come potete vedere dalla copertina originale qui di lato è The Reminders che significa “I promemoria“. In italiano sarebbe stato sicuramente sminuente e sono davvero felice che sia diventato La lista delle cose che non dimenticherò mai. Sicuramente molto lungo ma decisamente appropriato per riassumere questa storia e azzeccato.

L’ambientazione si divide, almeno inizialmente, fra Los Angeles dove vive Gavin e The Heights, vicino a New York dove vive Joan. Da casa sua si ha una vista sul fiume Hudson fino a Manhattan. La storia comunque si svolge per la maggior parte a casa di Joan o comunque a New York. L’epoca è senza dubbio moderna, ambientata ai giorni d’oggi, precisamente nel 2013.

La rievocazione di Joan mi dà la sensazione di riconnettermi in qualche modo con il vero Sydney. Ho provato una specie di ebbrezza, di esaltazione, di pietoso sollievo dalla tristezza. Mi ha fatto superare la serata. Ci sono stati dei buchi nel suo racconto, ogni volta che è andata in bagno o ha perso la concentrazione, ma quasi non me ne sono accorto. Quello che c’era è stato così vivido e tipico di lui da creare una sensazione di realtà. Per diversi secondi di seguito ho sentito che Syd era qui davvero, che eravamo insieme, anche se solo per pochi istanti.

I personaggi di questa storia non sono tantissimi ma sono davvero ben costruiti i principali e la famiglia di Joan. I sentimenti e le emozioni di entrambi i protagonisti sono ben strutturati e calibrati e la cosa che stupisce è come i personaggi riescano ad entrare dentro fin nel profondo.

Joan è una bambina di dieci anni davvero intelligente. Oltre ad avere HSAM che le consente di ricordare qualsiasi cosa, lei vuole essere ricordata. Scrive canzoni, ama la musica e sa suonare la chitarra. Il suo doppio nome è Lennon come il cantante perchè i suo padre amava quel cantante e lei conosce tutte le loro canzoni. E’ una bambina arguta e sveglia. Non veste mai allo stesso modo perchè altrimenti un vestito corrisponderebbe a due ricordi e lei non può permetterselo. Si affezionerà a Gavin e diventeranno l’ancora una dell’altro.

Immagine correlataGavin è un uomo che sognava da una vita di fare l’attore ed ora ha debuttato in una serie televisiva. E’ triste per aver perso l’uomo e l’amore della sua vita, Sydney. Sydney era la cosa più importante per lui e si sente perso senza di lui. Quando va a trovare i genitori di Joan per cambiare aria trova una strana sintonia con la bambina che ricorda tutte le volte che Sydney è stato lì da loro. Lo aiuta a ricordare dei bei momenti, che anche se fanno male gli consentono di avere Sydney ancora lì con lui.

Penso alle centinaia di canzoni che papà ha scritto e registrato qui nel suo studio. Posso sentirle nella mia testa e posso anche vedere tutto quello che è successo qui, come il quartetto d’archi che papà aveva reclutato, e il quadro che era caduto dalla parete mentre papà suonava troppo forte la batteria, e quando era mancata la corrente cancellando una delle sue canzoni e così aveva dovuto riprendere daccapo e registrare per la seconda volta ogni singolo strumento. Difficile immaginare cosa succederà dopo nello studio. Lo vedo ogni anno a scuola quando cambiamo aula, o quando al centro commerciale un ristorante chiude e uno nuovo apre nello stesso posto. Presto papà toglierà tutte le sue cose e questo appartamento sembrerà vuoto e delle nuove persone vorranno riempirlo con la loro roba. Ma per me questo posto non sarà mai vuoto, sarà sempre pieno, perché ovunque guardo, tutto attorno, vedo quello che gli altri non vedono: i ricordi.

Il perno centrale di questa storia è diviso in due ma al contempo si unisce in una cosa sola. L’amore di una bambina per la musica e la fissazione di essere ricordata da tutti e il dolore di un uomo che ha perso tutto il suo mondo, la persona che amava. Quando queste due anime si incontrano ne nascerà qualcosa di meraviglioso. Unico.

Lo stile utilizzato è decisamente semplice e conciso. I capitoli si alternano passando dalla piccola e sensibile Joan al timoroso e chiuso Gavin. Entrambi soli uniti dalla passione per la musica e per i ricordi.

Joan vuole essere ricordata come lei ricorda qualsiasi cosa per via dell’HSAM. Gavin vorrebbe Sydney, l’uomo della sua vita, di nuovo acanto e si serve dei ricordi della piccola bambina per non dimenticare. Il tricheco e il merlo uniti più che mai nella scrittura di una canzone che li porterà a ricordare, sorridere, riflettere e commuoversi. Entrerete nel cuore di Gavin e vi aggrapperete al suo amore per Sydney amandoli entrambi, così diversi ma allo stesso tempo simili.

Interessante è la tematica dello HSAM di cui conoscevo molto poco se non nulla. Approfondirete questo assieme alla piccola protagonista che vi sembrerà un piccolo prodigio. Inoltre, all’interno del libro ci sono dei disegni che sono davvero unici e apprezzerete, assieme alla storia stessa.

E terrete per meno la piccola Joan lungo il suo percorso musicale ma anche a quello dei ricordi. Una storia davvero tenera e scorrevole, che leggerete in pochissime ore.

Finalmente la mia memoria mi serve a qualcosa. Rifaccio la stessa strada che ho fatto con Gavin quando siamo andati in città, giù per la collina e attraverso Hoboken. Diventa più difficile quando arrivo alla metropolitana, perché Gavin aveva usato una tessera gialla per superare i tornelli, ma io la tessera gialla non ce l’ho. A tutto il resto ci ho pensato. Sulla schiena ho la Gibson di papà e dentro la sua custodia morbida ci sono tutte le mie cose: il mio diario, il borsellino con gli spiccioli, i plettri di Sydney, le gomme da masticare e i documenti che ha mandato Felicia. Ma niente tessera gialla.

Il libro è stato davvero molto carino e decisamente tenero. Questo libro una volta iniziato non si riesce a smettere di leggere, consigliato!

Val Emmich scrive un romanzo che narra il dolore di un uomo e la passione di una bambina uniti dal vortice dei ricordi e dalla musica che li accompagnerà lungo il corso della storia. Una storia toccante, profonda e piena di dolcezza.

Il mio voto per questo libro è di: 4 balene e mezzo.

quattro e mezzo


Ecco la lista delle tappe che potete seguire. Seguiteli e non ve ne pentirete!

Val Emmich - calendario


Vuoi acquistare Less e sostenere il Blog? Acquista da Qui: La lista delle cose che non dimenticherò mai o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate? Fatemi sapere con un commentino se leggerete questo libro. Vi piace?

A presto,

Sara ©

BLOGTOUR: JONAS E IL MONDO NERO DI FRANCESCO CAROFIGLIO – UN MONDO SENZA LUCE

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Io bene e vi auguro uno splendido inizio settimana a tutti voi! Sono qui che vi porto un blogtour e una tappa davvero interessante su un libro per ragazzi. Ringrazio molto la Piemme con Il battello a Vapore per la lettura e la possibilità e chi ha creato l’evento che mi ha dato la possibilità di parteciparvi. Ecco qui:
 
downloadTitolo: Jonas e il mondo nero
Autore: Francesco Carofiglio
Editore: Piemme
Genere: Libri per ragazzi
Data di uscita: 8 maggio 2018
Trama: Jonas ha dodici anni e una vita normale. Almeno così sembra. In realtà nasconde un segreto: vede cose che altri non vedono. Presenze discrete, all’inizio, poi sempre più inquietanti. Arrivano da un’altra dimensione e pare che stiano cercando proprio lui. Un giorno Jonas si ritrova un biglietto in tasca, un messaggio cifrato, che sembra indicargli la strada da seguire. E, a poco a poco, si rende conto che è tutto vero: esiste un mondo sconosciuto, molto vicino a noi, e sta per trasformare la realtà in uno spaventoso universo senza luce. Il Giorno degli Incroci si avvicina e toccherà a Jonas fare la scelta più difficile: un incredibile atto di coraggio per impedire che il Mondo Nero prenda il sopravvento.
La mia tappa è: 

UN MONDO SENZA LUCE


Risultati immagini per gif mondo buioJonas ha dodici anni e apparentemente una vita normale anche se gli capita spesso di vedere cose che gli altri non vedono. Lui li chiama fantasmi ma non sa esattamente di cosa possa trattarsi. Il medico dice che è normale che il ragazzo abbia degli amici immaginari o cose del genere ma per lui, tanto normale, non è.

La storia è ambientata in una cittadina ma sta per succedere qualcosa, qualcosa che solo Jonas può fermare. Il pericolo era nascosto, nell’ombra e Jonas deve disporre di tutta la forza possibile. Esiste un mondo sconosciuto, il Mondo Nero, che aspetta il Giorno Degli Incroci per trasformare il nostro mondo in un universo senza luce.  

Il Mondo Nero è, in parte, dove sarà ambientata la storia di Jonas e il Mondo Nero. Questo è un luogo, tetro, buio e ovviamente senza luce. E’ un luogo che vuole prendere il sopravvento sul nostro mondo, è l’oscurità e un posto da cui stare alla larga. E’ un posto in cui niente è visibile e tutto si spegne: la vita, come tutto il resto.

Nel Mondo Nero tutto cambia forma e la modella a suo piacimento. Nel Mondo Nero non si può scegliere, non si ha futuro perchè il futuro è nero. Tutto ciò che succede nel Mondo Nero è oscuro, macabro e misterioso. Il Nero inghiotte tutto, nessuna luce lì può salvarti.

Quella voce. Gli era parso di cogliere, per un istante, una nota familiare in quel suono. – Questo è il Buio. La Voce. Quella cosa emetteva un suono che non somigliava a nessun altro suono ascoltato prima. Era come se quel suono fosse solido, oppure liquido, non lo sapeva, insomma non era solo un suono, o forse per niente un suono, ma una nuvola, come una nuvola, sì, una massa di pulviscoli che si spostavano a milioni fino alla sua testa, alle sue orecchie, ai suoi capelli, alle sue guance. Era come se quel suono lo invadesse e si infilasse nel suo corpo come un esercito di piccoli ragni nelle orbite vuote del teschio di un gigante.Immagine correlata

Oltre al Mondo Nero in se, in questo libro si parlerà dell’Extramondo. L’Extramondo è una specie di terra di mezzo, in cui ci sono degli esseri che vivono nascosti dalle civiltà. Questi esseri passano attraverso sotterranei, grotte, vecchie metropolitane,  ecc…posti di cui nessuno si preoccupa e in cui il tempo sembra essersi fermato. Nessuno riesce a vederli a parte qualche persona, una su un milione, proprio come Jonas. Si parlerà del tempo e di quanto esso sia volubile e possa cambiare, rallentare o velocizzarsi come nulla. E si parlerà di Ragazzi Porta, come Jonas. Le Porte collegano i Mondi. Il nostro a quello Nero e Jonas avrà il potere di aprire o chiudere quella porta per sempre in modo da slegare tutto o da unirlo per sempre.

Il Mondo Nero, in base alle descrizioni che vengono fornite e le informazioni che ne derivano, sembra piuttosto somigliante – almeno ciò che ha fatto pensare a me – al Sottosopra di Stranger Things. Risultati immagini per gif buio

Cadde, con un suono osceno, sopra una cosa umida e molle.Viscida, come una distesa di bava di drago. Sentiva puzza e freddo, come se il mondo se lo fosse ingoiato un pozzo putrido e profondissimo. Provò a tastare con le mani intorno a sé, affondavano nella gelatina. Un odore di stantio, di cantina allagata, di certi posti abbandonati da secoli. Provò a parlare, ma la voce non venne fuori. Gli era già capitato, in certi incubi. Quella sensazione di impotenza, aprire la bocca ed essere incapace di emettere un suono, adesso sentiva quella stessa disperazione.

Inoltre, il Mondo Nero è quasi un paradosso. E’ tutto ciò che di oscuro in ognuno di noi. Tutto ciò che si nutre di noi e ci rende apatici e oscuri, tutto ciò che ci fa perdere e ci rende diversi. 

Tutto ciò che serve per cancellare il buio e l’oscurità dentro di noi è la Luce. Non dobbiamo mai dimenticare di tenere accesa quella luce che ci salva e ci rende più vivi che mai. 


Seguite le altre tappe qui:

Jonas - calendario


Cosa ne pensate? Fatemi sapere con un bel commentino! Io vi aspetto.

A presto,

Sara ©