COVER REVEAL # – QUELLO CHE NON TI ASPETTI DI GIOVANNA ROMA.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Sono qui per portarvi un nuovo libro che spero possa incuriosirvi. Ovviamente ecco qui un nuovo cover reveal dove vi presento un libro che spro vi piaccia. Ringrazio l’autrice per aver contato sul mio blog. A voi:
TITOLO: Quello che non ti aspetti
FORMATO: digitale e cartaceo
AUTRICE: Giovanna Roma
Self-pubblishing
GENERE: Sentimentale
DATA PUBBLICAZIONE: 09 dicembre 2020
GRAFICO: SP Graphic Design
SINOSSI:
Sono noto per i miei scatti di rabbia. Ho il numero maggiore di penalità nella squadra di hockey e la faccia sulle riviste scandalistiche. Metto nei guai chi se lo merita e Hope Harley lo merita più di tutti. 
Questo finché scopro che qualcosa di più grande di lei manovra la sua vita. All’improvviso i miei soldi sono carta straccia, i muscoli inutili. La mia sregolatezza diventa un’esistenza vuota. 
Hope è cieca ai rischi. Sfida Golia, si lancia nel dirupo, non rimanda e ricomincia da zero ogni giorno.
La lezione più dura che mi abbia impartito? Lei è la verità, mentre io sono una bugia. 

LA COVER

CONTATTI & BIOGRAFIA:

BIOGRAFIA AUTRICE

Sono nata e cresciuta in Italia e viaggiato sin da bambina. I generi che leggo spaziano tra thriller, psicologia, erotico e dark romance. Anche quando un autore non mi convince, concedo sempre una seconda possibilità, leggendo un altro suo libro. Sono autrice dei romanzi “La mia vendetta con te, il suo sequel “Il Siberiano”, lo storico “Il patto del marchese” e la serie dark “Deceptive Hunters”.
Cosa ne pensate? Fatemi sapere ovviamente, io vi aspetto come ogni giorno!
A presto,
Sara ©

RECENSIONE #463 – GOLFO DI ROBERT WESTALL.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Una storia sicuramente particolare ci regala la Camelozampa che ringrazio per avermi permesso questa lettura. Sicuramente una lettura peculiare e interessante. Ecco che ve ne parlo subito:

GOLFO-cover-web-768x1089Titolo: Golfo
Autore: Robert Westall
Traduttore:  Sara Saorin
Pagine: 155
Data di uscita: 07 novembre 2020
Link d’acquisto:  https://amzn.to/3lUqsdh
TramaFiggis è diverso dai suoi coetanei. Se c’è qualcuno che soffre, anche lontano migliaia di chilometri, Figgis sta male come se accadesse a lui. Quando scoppia la guerra del Golfo, comincia ad avere strani sogni: dice di chiamarsi Latif e di vivere in Iraq. Ma se nella testa di Figgis c’è Latif, allora dov’è andato Figgis? Nel trentennale della Guerra del Golfo, torna in Italia il capolavoro di Robert Westall, più attuale e importante che mai.

RECENSIONE

character hand wallpaperLa storia ha inizio con Tom che racconta la vita prima che arrivasse suo fratello. Un fratello chiamato Andrew, soprannominato dai genitori Andy e da lui Figgis, come l’amico immaginario che aveva quando era più piccolo. Il fratello maggiore, protagonista di questa storia, ci parlerà del piccolo Figgis e delle sue fisse più strane nel corso della sua crescita, fino alla fissazione più grande in cui Latif sembra prendere il posto di Figgis sempre di più e nessuno riesca veramente a capire cosa succeda se non suo fratello Tom seppur non sappia darsi una vera spiegazione. 

Cosa succederà al piccolo Figgis? Tom cercherà di aiutare suo fratello o asseconderà ancor di più tutto ciò che gli sta accadendo? Chi è Latif e cosa è successo a lui, che vive nel pieno della Guerra del Golfo, dal lato di Saddam?

Volevo bene a mio fratello. Fin dal primo momento. Ma gliene volevo abbastanza? L’ho usato. Non si dovrebbe usare chi si ama. Forse quello che gli è successo è stata tutta colpa mia…

La trama di questo volume è leggera e intuitiva, sicuramente chiarisce molto la storia e mette curiosità nei confronti del lettore. Interessante e ben scritta che rende pan per focaccia alla storia. 

La copertina è davvero molto bella e in tema con la linea della Camelozampa e rispetto alle precedenti copertine e all’originale della copertina di Golfo, dell’autore. Le altre sembrano decisamente terribili rispetto a questa edizione e trovo la versione attuale davvero molto carina e inerente a ciò che viene raccontato nel volume in questione. Il titolo è stato semplicemente tradotto dall’originale. Devo ammettere che non avendo letto riferimenti alla breve trama in questione credevo che Golfo si riferisse al nome del protagonista, invece no. E’ assolutamente in riga con la storia trattata, posso assicurarvelo.

L’ambientazione è in una piccola cittadina americana nel periodo della Guerra del Golfo dove Saddam Hussein era a capo dell’Iraq e in televisione giungeva ogni tipo di notizia e si seguiva la cosa con interesse.

Qualche volta, quando eravamo da soli, chiamavo lui “Figgis”. Era un gioco tra noi. Avevo tre anni quando arrivò. I miei genitori temevano che fossi geloso. Ma come potevo essere geloso di lui? Lui era mio, come lo era stato Mister Figgis. Non mi limitavo a rendermi utile, come magari andando a prendere un pannolino nel cassetto per portarlo alla mamma, trascorrevo ore a guardarlo mentre dormiva. Domandandomi cosa avrebbe detto, una volta che avesse imparato a parlare. Dove saremmo andati assieme, una volta che avesse imparato a camminare.

soldier walking on wooden pathway surrounded with barbwire selective focus photographyI personaggi di questa storia sono molto pochi e sono sicuramente ben delineati e ben descritti dal punto di vista in prima persona di Tom, il maggiore della famiglia.

Tom è un ragazzino sveglio e perspicace, anche abbastanza tranquillo. A scuola sembra essere bullizzato e non ha molti amici se non suo fratello, Figgis che spera cresca presto per condividere con lui ogni cosa. Ha molto in comune con suo padre, come lo sport e finisce per svegliarsi ogni volta per dare retta al segreto e alla fissa di suo fratello, assecondandolo sempre di più.

Figgis è un ragazzino molto particolare e riesce a connettersi in modo assolutamente particolare con le persone in difficoltà, con le persone distanti nel mondo e che lo colpiscono particolarmente. Latif è uno di questi. Un ragazzino in guerra in Iraq al servizio di Saddam che lotta per un briciolo di vita che gli è stata rubata ed è stata mesa al servizio della guerra che rischia di farlo morire da un momento all’altro. Due personaggi che impareremo a conoscere una pagina dopo l’altra.

Io però non ero sicuro che si trattasse solo di fantasia o di cose viste in televisione. Perché Figgis mi garantiva che quelle nei suoi sogni erano persone vere, e poi lui non guardava mai quel tipo di programmi.
Non ne aveva bisogno. Inoltre, quello che mi raccontava era così particolareggiato: mi aveva mostrato perfino alcuni dei nodi che
usavano per legare le cose assieme. Ho provato più di una volta a coglierlo in fallo.

Il perno centrale di questa storia è il fratello di Tom, Figgis che ha delle strane fissazioni e sembra connettersi perfettamente al mondo attorno a lui. Le sue strane “Fisse” sembrano connetterlo al resto delle persone che lo circondano, in special modo ad un ragazzo della sua stessa età di nome Latif, che si trova sul fronte, in guerra in Iraq.

Lo stile utilizzato è molto fluido e diretto, intuitivo per qualsiasi tipo di ragazzo ed anche di bambino ma che cela dietro di sé un messaggio molto più profondo di quello che sembra trasparire rispetto alla semplicità del testo, come detto in precedenza, in prima persona dal punto di vista di Tom, il fratello maggiore di Figgis o Andy. Chiamatelo come preferite.

La storia è stata carina ma fin dalle prime “Fisse” o connessioni che avvengono fra Figgis e le altre persone tutto sembra molto confuso. Persino dopo, quando la connessione con Latif sembra essere sempre più prepotente, più forte e tutto assume una connotazione diversa rispetto all’inizio, resta comunque tutto molto confuso. Neanche il dottore che prende le redini della situazione sa dare un nome a ciò che sta accadendo. Perché l’autore non si sofferma su tutto questo? Perché lascia che tutto resti inspiegato dall’inizio alla fine? Questa è stata una cosa che è pesata molto all’interno della lettura e per cui faticavo ad andare avanti. Carina l’idea e la connessione ma la motivazione dietro troppo debole a mio avviso e troppo, davvero troppo labile. Si regge su un filo TROPPO sottile.

L’idea della guerra e delle difficoltà, che tutti siamo esseri umani e che dovremmo essere connessi fra noi, rende la cosa sicuramente interessante e ben strutturata. Infatti sono davvero sbalordita della scelta della storia e di cosa ne esce fuori tutto sommato.

L’abuso però che Tom fa dall’inizio alla fine del volume della connessione di suo fratello mi ha alquanto disturbata. Invece di aiutare suo fratello finisce per incuriosirsi lui continuando a sottoporlo a stress continuo. Ho trovato, infatti, questo messaggio tremendamente sbagliato e quando cerca di redimersi sembra essere difficile recuperare ciò che è successo. Per giustificare il tutto poi sopraggiunge il finale che non ho trovato per nulla corretto nei confronti del piccolo Figgis.

C’è un filo anche di razzismo all’interno del volume come tematica trattata ma lasciata parecchio fine a sé stessa. Infatti si capisce la posizione che prende Tom rispetto al resto ma tutto resta così, non muta niente, anzi resta fin troppo leggero nonostante suo padre reputi anche lui che gli iraqeni debbano essere sconfitti. Non prende posizione Tom e ne dice quattro a suo padre. Se ne sta in silenzio a guardare.

Per essere di vecchia data questo volume però mi sento di giustificarlo da queste tematiche sociali che attualmente sono più trattate che in precedenza. Ma non mi sento comunque di farlo del tutto e su tutto.

Non so perché ci andai tanto pesante con Figgis in quel nostro gioco notturno. Forse in un certo senso lo invidiavo. Figgis il visionario, perso in un mondo tutto suo. Figgis, che non si annoiava mai in compagnia
di se stesso, con i suoi pensieri. Io invece ho sempre avuto bisogno degli amici. Se una sera vengo lasciato da solo, apro il frigo e mi rimpinzo di schifezze, accendo la televisione e mi riempio la testa di altre schifezze e alla fine vado a letto di pessimo umore. Ho bisogno che succedano cose, ho bisogno che ci sia dell’azione. Penso che questa storia di Latif fosse come avere un giocattolo nuovo e ne approfittavo il più possibile, una notte dopo l’altra. Figgis stava solo fingendo?

Il libro è sicuramente particolare ma lo consiglio più ad un ragazzo più grande che comprende il messaggio che cela questo volume rispetto ad un bambino che non può capire completamente la storia e ciò che vuole comunicare l’autore in queste pagine. Anche agli adulti perché no.

Robert Westall connette due bambini lontani chilometri, di due fazioni che si combattono mettendo a repentaglio la mente di uno per permettere all’altro e a chi lo circonda di scoprire la brutalità del mondo e di quanto sia dura vivere la guerra e chi la vive per un ideale personale. Siete pronti a connettervi anche voi con Latif?

Il mio voto per questo libro: 3 balene.

Senza titolo-3 (2)

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

Vuoi acquistare Golfo e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Golfo o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò.


Cosa ne dite? Fatemi sapere che ne pensate! Sono curiosa di vostre opinioni ovviamente.

A presto,

Sara ©

PROSSIME USCITE PER FAZI EDITORE, NEWTON COMPTON, MARSILIO, DEA PLANETA, FANUCCI, LEGGEREDITORE, ROBIN EDIZIONI, LES FLANEUR EDIZIONI, E GENESIS PUBLISHING.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Spero stiate bene e in salute che in questo periodo sicuramente non guasta. Io sto bene e con questo vi porto questa  nuova serie di volumi in uscita per le nostre amate e care case editrici. Ecco che vi lascio qui di seguito tutti i dati. A voi:

ROBIN EDIZIONI

La piazza - Angela Vecchione - Libro - Mondadori StoreTitolo: La piazza
Autore: Angela Vecchione
Prezzo: € 16,00
Pagine: 280
Trama: Antonio ha un peso che lo opprime, ricordi che solo l’eroina può rendere sopportabili. Giuliana tiene nascosto dentro di sé un passato traumatico, da cui vorrebbe fuggire. Domenico, invece, il passato non lo vuole dimenticare, perché nessun altro debba subire la sua stessa ingiustizia. Salvatore dell’illegalità ha fatto un mestiere, legandosi alla camorra. Storie diverse, ma tutte legate a Rosa, una donna plasmata da legami famigliari in cui crede ostinatamente, nonostante gli abusi subiti dagli uomini della sua vita. Tutti eccetto Domenico che, come i suoi figli, le ha dato solo amore. Proprio quando una verità tremenda riemerge, a Rosa tocca l’onere di difendere la sua famiglia dai criminali legati al marito e mettere in salvo il futuro dei suoi figli. A qualunque costo.


LES FLANEUR EDIZIONI

Un thriller per aiutare la Lega Italiana Fibrosi Cistica Romagna Onlus? Si  può fare!Il ricavato di questo volume andranno a Lega Italiana Fibrosi Cistica Romagna Onlus
Titolo
: Nessun nesso

Autore: Federico Fabbri
Genere: Narrativa
Collana: Maigret
Pagine: 190
Prezzo Cartaceo: € 15,00
Codice ISBN: 978-88-313-14-626
TramaUn braccio che spunta dalla terra come un fiore appassito sconvolge la quiete di una cittadina di provincia, proprio nel giorno in cui il
commissario Santo Fabbri è a casa per la grande festa di compleanno di sua figlia. Ed è soltanto l’inizio di un disegno criminale imperscrutabile che sacrificherà giovani vite innocenti, agiterà l’opinione pubblica e toglierà il sonno al commissario e ai suoi agenti, mettendo in crisi perfino il cinico ispettore Tegon, conosciuto per l’insofferenza alle regole e le infallibili doti investigative. In una corsa disperata contro il tempo ma bloccati in un loop fatto di nuovi cadaveri, indizi insignificanti e false piste, Fabbri e Tegon si troveranno a giocare una partita sanguinosa in cui lo sfuggente serial killer si divertirà a manipolarli fino a condurli alla rivelazione finale.


FAZI EDITORE

nell'antro dell'alchimista 2Titolo: Nell’antro dell’alchimista. 
AutoreAngela Carter
Genereracconti
Data di Pubblicazione19/11/2020
Formatocartaceo, ebook
Pagine: 392
Trama: Angela Carter, indimenticabile autrice del Novecento inglese dotata di una fantasia inesauribile, trovò la sua forma espressiva ideale nel racconto; è al racconto che affidò il suo testamento letterario e fu esso a consacrarla come una delle autrici di spicco della sua epoca. Questo secondo volume della ricca raccolta Nell’antro dell’alchimista contiene “Venere nera”, in cui la scrittrice reinventa la storia di alcune grandi figure della letteratura: Jeanne Duval, la musa affascinante e riluttante di Baudelaire che non ha mai chiesto di essere chiamata Venere nera, è intrappolata nella passione malata del poeta; Edgar Allan Poe dimostra in ogni pensiero e azione quanto avevano ragione i suoi amici quando dicevano che «chi beve prima di far colazione è perduto»; Puck, il folletto di Sogno di una notte di mezza estate, circondato da fate affette da un terribile raffreddore, smania d’amore omosessuale per un essere inafferrabile. Il volume include anche i racconti di “Fantasmi americani”, che intreccia storie del Nuovo e Vecchio Mondo: Lizzie Borden, la ragazza che uccide i genitori a colpi d’accetta, fa un’inconsueta gita al circo; un giovane pianista stringe un patto col diavolo in un bordello del Sud; un onesto studente viene accompagnato in un viaggio attraverso gli ambigui residui dell’Età dell’Oro hollywoodiana; la Maria Maddalena di Georges de La Tour subisce alcune straordinarie trasformazioni…


NEWTON COMPTON

Il mio romantico Natale - Newton Compton EditoriTitolo: Il mio romantico Natale
Autore: Vi Keeland, Penelope Ward
ISBN: 9788822746269
Collana: narrativa n. 2758
Pagine: 132
Prezzo: € 3,99
Trama: L’ultima cosa di cui avevo bisogno era di condividere un Uber con un avvocato arrogante. La vigilia di Natale, sotto la neve. Non bastava essere diretta in tribunale per ritirare il mio pacco regalo con dentro
una notifica di sfratto. Ma forse questa giornata potrebbe nascondere dei risvolti positivi. Tra me e il Sexy Scrooge si è stabilito un contatto, è innegabile. E ora la nostra corsa sta per finire. Ci rivedremo?
Un gioioso equivoco
Devo ricordarmi di chiedere a Babbo Natale un paio di occhiali, quest’anno. Ho scambiato un uomo favoloso che riposava fuori dal mio palazzo per un senzatetto bisognoso di un pranzo, e abbiamo litigato. Io stavo solo cercando di fare una buona azione, visto che siamo anche sotto le feste, ma lui mi ha dato della presuntuosa. Per questo l’ho insultato. Se solo potessi non rivederlo più… Ma sembra proprio che il destino abbia altri programmi.
Natale di baci a New York
Doveva essere soltanto un bacio con un estraneo. L’ho fatto per dimostrare che non avevo perso il mio senso dell’avventura. Ma si sa che anche i piani meglio architettati possono fallire. Forse, dopotutto, questo Natale troverò anch’io qualcosa nella calza…


Un piccolo amico per Natale - Newton Compton EditoriTitolo: Un piccolo amico per Natale
Autore: Gloria Stewart
ISBN: 9788822736802
Collana: Anagramma n. 933
Pagine: 320
Prezzo: € 9,90
Trama: Gloria Stewart e la sua famiglia – sette persone in tutto – vivono in una piccola casa con due modeste camere da letto e senza riscaldamento. Sono abituati al freddo e alla fame, anche se ogni anno mamma Lil riesce sempre a rendere magica l’atmosfera delle feste, preparando una cena con cibo sufficiente a sfamare persino un eventuale ospite: c’è sempre qualche
bisognoso a cui offrire un pasto caldo. Per la piccola Gloria, cresciuta in povertà, la vita è piena di difficoltà e disagi. Ma quando alla porta compare un cucciolo randagio, Gloria scopre quanto l’amicizia di una piccola peste a quattro zampe possa essere leale e incondizionata. Eppure c’è una
preoccupazione che la affligge: come può la sua famiglia sfamare un’altra bocca, quando il cibo basta a malapena per loro? Con il trascorrere degli anni, l’amore di Gloria per i suoi amici pelosi non fa che aumentare e, una volta cresciuta, ha intenzione di portare avanti l’eredità di sua madre: assicurarsi che nessuno si senta mai solo, a Natale!


MARSILIO

L'uomo della dinamite

Autore: Henning Mankell
Titolo: L’uomo della dinamite

traduzione di Alessandra Albertari, Alessandra Scali
Pagine: 176
Collana: Romanzi e Racconti
ISBN: 978-88-297-0807-9
Trama: È un sabato pomeriggio del 1911, quando un giovane operaio della squadra di brillatori alle prese con la costruzione di una strada ferrata nel Sud della Svezia rimane coinvolto in un’esplosione devastante. Anche se tutti lo danno per spacciato, Oskar Johansson sopravvive alla dinamite che ha fatto a pezzi il suo corpo, e si riprende il lavoro e la vita. Una vita di passioni assolute: l’amore profondo per una donna che gli resterà sempre vicino, tre figli, e un travolgente ardore civile e politico che lo animerà sino alla fine dei suoi giorni. Riuscirà a vedere l’inizio di qualcosa che vagamente assomiglia alla rivoluzione da lui tanto attesa e che non ha mai smesso di immaginare dall’isolotto dell’arcipelago dove trascorre le sue estati; un desiderio che nutre la sua anima, persuadendolo che la dissoluzione di quella società così iniqua sia vicina: «Un bel botto di dinamite, e tanti saluti a tutti.» Il romanzo d’esordio di Henning Mankell, oggi pubblicato in Italia per la prima volta, è il racconto poetico e penetrante di un vero eroe della classe operaia che lotta per l’anima di una nazione: ispirato dall’appassionato desiderio di giustizia sociale che pervade anche i suoi polizieschi, L’uomo della dinamite racchiude in germe tutto il futuro lavoro del suo autore, attraversato da una profonda malinconia, e da un’incrollabile fiducia nell’individuo.

DEA PLANETA

Il giardino segreto di Frances H. Burnett | Libri | DeA Planeta LibriTitolo: Il giardino segreto
Autore
:

Pagine: 256 
Data pubblicazione: 1 dicembre 2020
Trama: Per Mary Lennox le storie hanno un potere straordinario. Le basta raccontarne una ad alta voce per superare i momenti difficili. Ma la sua partenza per l’Inghilterra e la sua misteriosa e sterminata brughiera sta per cambiare ogni cosa. Mary andrà a vivere insieme a uno strano ricchissimo zio che non ha mai visto, e che, di certo, non ha tempo per le storie. All’improvviso, il mondo di Mary inizia a crollare. I suoi genitori non ci sono più, l’amata India, la terra delle storie, è più lontana che mai. Sembra che non ci sia rimedio a nulla. Almeno fino a quando Mary non incontra Colin, il cugino che non ha mai conosciuto. E Dickon, espertissimo di natura, di animali, sempre pronto ad ascoltare. Insieme a loro Mary attraverserà il maniero dello zio fino a scoprire un meraviglioso giardino, un luogo incantato che custodisce un segreto, ma… dove è proibito mettere piede. Ed è qui che l’avventura inizia. È qui che la storia prende vita. È qui che Mary Lennox troverà la sua vera casa.


FANUCCI /  TIME CRIME 

Titolo: Regola nr. 1: Non morire
AutoreVolker Klupfel e Michael Kobr
GenereThriller
Data di Pubblicazione: 5 novembre 2020
FormatoCartaceo / Kindle
Pagine252
Trama: Una vita all’aperto in una foresta, senza casa e sempre in fuga: questo è tutto quello che sanno Cayenne e suo fratello Joshua. Solo il loro leader, Stephan, conosce il motivo per cui sono costretti a vivere in quelle condizioni e quale pericolo devono affrontare. Hanno trascorso ogni minuto della loro esistenza sempre insieme e li ha allenati molto duramente, con esercitazioni al limite delle loro possibilità. E tanto Stephan non tollera alcun contatto con la società quanto Cayenne desidera una normale vita da adolescente. Ma non ha idea che presto avrà bisogno di tutto ciò che Stephan le ha insegnato. Perché la lotta per la sopravvivenza è già iniziata: la prima regola è quella di non morire e la seconda è quella di difendersi… ma da chi? E perché?

LEGGEREDITORE

Titolo: Tutto cominciò con un segreto

Scrittrice: Jill Mansell
Genere: Contemporary Romance

Serie: Autoconclusivo 

Numero pagine: 304
Costo: 15,00 €
Data di uscita: 19 Novembre 2020
Trama: Lainey ha perso tutto. Ma grazie a una piccola bugia, che forse tanto piccola non è, ha la possibilità di realizzare il lavoro dei suoi sogni. Molto presto andrà a vivere in una splendida casa in riva al mare con l’incarico di contenere i fan ossessionati da un attore che dice di essere in pensione ma non lo è, e di organizzare la sua famiglia decisamente vivace. Per tutto questo, vale sicuramente la pena mantenere nascosto il suo segreto. E poi, Lainey, non è in cerca d’amore, affatto. Ha deciso di prendere una pausa da quel tipo di sentimenti. Sì, certo, è quello che si ripete ogni giorno, ma poi accade l’inevitabile. Seth, il nipote dell’attore, è tanto attraente quanto la chimica che nasce tra loro è potente e irresistibile. Ma cosa succederebbe se venisse a sapere del suo segreto? E se, per pura coincidenza, anche Seth ne avesse uno ancora più grande? Ogni cosa prenderebbe una piega diversa.

GENESIS PUBLISHING

Titolo: Tenebrae – Verso un mondo oscuro e ammaliante

Tutto ciò è stato realizzato con uno scopo fondamentale: fare del bene. Infatti, tutti proventi della vendita saranno devoluti in beneficienza all’Associazione AAIS onlus impresa sociale:

Collana: Miscellanea
Genere: Raccolta di Racconti, Horror, Suspense, Mistery.
ISBN978-960-647-110-0
Data di uscita: 30 Ottobre 2020
Prezzo Ebook: € 2,99
Prezzo Cartaceo: € 10,60
Pagine: 207
TramaTanti autori, diversi stili narrativi e un mix di generi letterari, accomunati tra loro da un unico scopo: realizzare venti racconti dalle tinte horror, misteriose, magiche, thriller, divertenti. Tenebrae – Verso un mondo oscuro e ammaliante è una raccolta eterogenea, che può essere apprezzata anche dal lettore più esigente, ma che ha come aspettativa fondamentale la suspense. Ogni autore, con la propria personalità, ha dato vita a storie originali, che lasciano col fiato sospeso, con un sorriso sulle labbra, con i brividi sulla pelle. Ci sono tutti gli ingredienti per rendere questa antologia “oscura e ammaliante”. Pronti per tuffarvi nelle spire di un viaggio inquietante e imprevedibile?
Gli Autori: SILVIA ALONSO – PASQUALE AVERSANO – MONICA BRIZZI – GRETA CIPRIANO – G. ELETTRA CORMACI – GABRIELE CRISPO – VERONICA D’APPOLLONIO – NICOLA FOSCHINI E SABRINA FAVA – JAMES ADRIAN FENOS – FABRIZIO GIULIANO – CHIARA GOZZINI – MONICA MARMENTINI E ARY BAZZANI – LARA PREMI – GIUSEPPE RAUDINO – SERGIO ROSSA – FRANCESCA ROSSI – FRANCESCA SANTI – TANIA SARNA’ – SUSY TOMASIELLO – AUGUSTO TOTARO.


Cosa ne pensate di tutti questi volumi in uscita? Siete curiosi di qualcuno di questi? Fatemi sapere, sono felice di saperlo.

A presto,

Sara ©

RECENSIONE IN ANTEPRIMA #462 – CHESIRE CROSSING DI ANDY WEIR E SARAH ANDERSON.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Sono qui per portarvi una bella e nuova lettura di cui ringrazio la Mondadori Oscar Vault per l’opportunità. Non mi aspettavo davvero niente di simile, un universo in cui tre ragazze di tre grandi capolavori letterari si ritrovano assieme in un mix divertente e diverso dal solito. A voi: 

51ztgbo7n4lTitolo: Chesire Crossing
Autore: Andy Weir & Sarah Anderson
Pagine: 131
Data di uscita: 17 novembre 2020
Link d’acquisto: https://amzn.to/3pIymsz
TramaSono passati anni da quando Alice, Dorothy e Wendy hanno compiuto i loro favolosi viaggi nel Paese delle Meraviglie, a Oz e sull’Isola-che-non-c’è. Ora eccole qui, ormai adolescenti, a Cheshire Crossing: una scuola molto speciale dove impareranno a gestire le loro straordinarie esperienze e il loro dono di attraversare mondi magici. Ma proprio non sanno starsene buone buone sedute al banco, e iniziano di nuovo ad attraversare le dimensioni, lasciandosi dietro una scia di caos completo. E se fosse solo un po’ di confusione il problema, poco male. Il fatto è che, senza volerlo, fanno incontrare la malvagia Strega dell’Ovest e Capitan Uncino, unito ora in una coppia davvero diabolica. Per fermarli le tre ragazze dovranno fare ricorso a tutti i loro poteri e mettere insieme una squadra di improbabili alleati da tutto il multiverso! Cheshire Crossing è un viaggio vertiginoso, divertentissimo e sconfinato attraverso i classici della letteratura e i loro mondi fantastici come non avete mai osato immaginarli.

RECENSIONE

La storia ha inizio con Alice addormentata in un campo dove suo padre l’ha ritrovata, nel 1904 e dopo anni in varie strutture psichiatriche, finisce a Cheshire Crossing dove pensa di essere trattata come negli altri posti in cui è stata in precedenza. Quello che non sa è che in quella struttura stanno per arrivare altre due ragazze molto simili che sono andate in mondi fantastici e pericolosi, proprio come il suo. Dorothy de Il mago di Oz, Alice di Alice nel Paese delle Meraviglie e Wendy di Peter Pan, si uniscono in una versione adattata diversa dal solito, in un mix di magia, divertimento e pericolo.

Cosa succederà alle tre giovani protagoniste? Cosa succederà loro in questo viaggio fantastico e pericoloso? Cosa scopriranno e cosa dovranno combattere? 

Sarah Andersen on Twitter: "Some people have been asking about whether Cheshire  Crossing will be coming back. The answer: yes, and we're hard at work.…  https://t.co/sfjZvJxfaS"

La trama di questo volume è semplice, dolce e invita alla lettura immediatamente. Devo dire che ero piuttosto curiosa della lettura più che altro perché sapevo che era una graphic novel e che c’erano in ballo diverse protagonisti di grandi classici e che hanno viaggiato in posti particolari e magici. Sicuramente una lettura che incuriosisce anche i meno curiosi.

La copertina è stata utilizzata quella nella stessa versione originale. E’ particolare e ricorda molto i libri dei classici, almeno per quanto riguarda i colori utilizzati. Nel disegno vediamo le tre protagoniste principali di quest’avventura che, nonostante sembrino diverse da come le ricordiamo, le troveremo davvero agguerrite. Il titolo è, anche qui, come l’originale e non modificato riportando semplicemente il nome della struttura dove le ragazze si troveranno assieme.

L’ambientazione è il Cheshire Crossing, una scuola speciale dove le ragazze saranno studiate per questi poteri e finalmente vengono credute in qualche modo. L’epoca si adatta in qualche modo a quando sono strutturate le storie originali.

Cheshire Crossing: Amazon.it: Weir, Andy, Andersen, Sarah: Libri in altre  lingue

I personaggi di questa storia, come vi ho già preannunciato sono le tre protagoniste dei tre grandi classici. Un trio di personaggi particolari, con un crossing di anche altri mix di personaggi dove troveremo anche Mary Poppins e via discorrendo, che non sto qui a dirvi perchè dovrete scoprirlo.

Alice è in versione sicuramente molto diversa da come la conosciamo nel grande classico di Caroll, che comunque non dispiace. E’ puntigliosa, spocchiosa e irriverente. Non ha peli sulla lingua, senza filtri ma è comunque coraggiosa e pronta a tutto per salvare se stessa e chi le sta a cuore anche se sembra non darlo a vedere.

Wendy è totalmente diversa da come la ricordavamo. Capello corto, forte e determinata, con i pantaloni che a quell’epoca per una donna erano davvero difficili da immaginare. E’ forte, coraggiosa e non teme il giudizio delle altre.

Dorothy è la più similare all’originale seppur le sue scarpette sono argentate e non rosse (o almeno così io ricordo ma non ho letto Il mago di Oz quindi mi perdonerete se dico un’eresia). E’ una ragazzina tenace ma anche con la testa sulle spalle che cerca di fare di tutto pur di non tornare ad Oz e cercare di salvaguardare la vita delle altre coinquiline.

Sarah Andersen on Twitter: "Cheshire Crossing, a story coming to @tapas_app  written by @andyweirauthor illustrated by me and colored by @phalluson  coming soon!… https://t.co/AKAbNaBTwh"

Il perno centrale, per l’appunto, è il Cheshire Crossing, il luogo dove le ragazze si ritroveranno assieme, con ciò che le unisce e ciò che le permette di spostarsi da un luogo magico all’altro.

Se vi aspettate la Alice, Wendy e Dorothy dei grandi classici dimenticatele immediatamente. Ho letto tante e diverse opinioni riguardo il volume in questione e ammetto che ci sono cose, specialmente una/due che non mi sono piaciuti per niente. Ma nonostante questo, non giudico la scelta del cambio di capigliatura ad Alice o all’utilizzo dei pantaloni per Wendy o per il semplice fatto che la strega del mago di Oz non fosse brutta. Ci sono stati dei cambi repentini e credo che la scelta sia stata voluta, non casuale. Se l’autore avesse voluto riprendere per fila e per segno tutte le cose dei tre classici avrebbe fatto un semplice mix a fumetti delle tre storie e basta.

Per quanto riguarda lo stile e la grafica, quindi, potete reputarli assolutamente lontani dal quadro dei vecchi classici ma si discosta completamente su entrambi i fronti. Questo non lo vedo per forza un male, anzi, credo sia ottimale per un punto di vista diverso e originale di questi tre personaggi e di queste storie.

Ho trovato potente, invece, il mix che l’autore e l’illustratrice sono riusciti a creare. Ci sono delle differenze – assolutamente vero e sono evidenti – ci sono anche dei termini di cui sono rimasta perplessa e che avrei preferito fossero posti in modo diverso ma probabilmente tratta anche l’originale, non riguarda solo la traduzioni. 

Non ho apprezzato due semplici fatti. In primis, quello di Peter Pan che sembra voler soddisfare ad ogni costo dei desideri sessuali. Questa è sicuramente la cosa più disagiata di questa storia e di questo volume in generale. Avrei evitato se fossi stato l’autore di mettere un fattore simile. In seconda battuta quello di reputare le ragazze – dopo essere state vittime di abusi in diverse strutture, di essere dichiarate pazze e quant’altro di entrare a far parte di un’altra struttura in cui si sentono prigioniere e solo alla fine a casa o se così possono veramente chiamarla. 

Nonostante questo che ho appena enunciato, ho apprezzato molto la semplicità della lettura e il fatto che tutto fosse così leggero, semplice, dolce e ricco di azione e avventura. Ci porta in tre mondi in contemporanea dove si segue ogni spostamento rincorrendo i personaggi da un posto all’altro sperando che tutto si sistemi. Una lettura entusiasmante.

Cheshire Crossing by Andy Weir

Il libro è una lettura particolare e divertente. Consiglio a chi ha amato questi grandi classici ma che allo stesso tempo sa che si trova di fronte una lettura assolutamente leggera, frivola che mixa diverse cose e regala un momento di semplicità o comunque che si ha la consapevolezza che sia qualcosa di completamente frivolo.

Andy Weir e Sarah Anderson creano un crossing over tra diversi libri, diverse storie mescolando fra loro varie cose e inventandone di nuove, cambiando particolari frullando tutto in un mix particolare e unico, assolutamente originale.

Il mio voto per questo libro: 3 balene e mezzo.

tre e mezzo

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

Vuoi acquistare Chesire Crossing e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Chesire Crossing o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò.


Cosa ne pensate di questa graphic novel? Fatemi sapere mi raccomando, io vi aspetto!

A presto,

Sara ©

SEGNALAZIONE #182 – NEL CUORE DELL’EMERGENZA DI SIMONA MASTRANGELI.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Come passerete questo week end?

Titolo: Nel cuore dell’emergenza
Autore: Simona Mastrangeli
Genere: medical novel
Link: QUI

Incluso con Kindle Unlimited … quindi se volete approfittarne anche per una recensione ne sarei più che lieta!

Trama:Non è semplice essere catapultati in prima linea, ma un’emergenza può insegnarci tante cose. Nel cuore dell’emergenza è un racconto romanzato di un’avventura che mostra la vita di una specializzanda al primo anno di anestesia, nella terapia intensiva in questi giorni di crisi. Cosa accade dietro quella porta con su scritto “Divieto d’ingresso, Area coronavirus”?

Scopo: budget permettendo (al momento ci esce sì e no un ciambellone fatto in casa) i proventi verranno utilizzati per comprare qualcosa in terapia intensiva. Rispetto all’inizio della stesura la situazione sembra migliorare. L’idea, chiarita anche nel libro è di acquistare un tablet per le videochiamate ai parenti dei pazienti. Scoprirete tutto leggendo, idee e motivazioni annesse!

Estratto

Tutta la notte. Ci ho pensato tutta la notte e, guardando la sveglia digitale sul comodino, mi accorgo che sono già le 5:00 del mattino di lunedì 23 marzo del 2020, quando decido ad alzarmi dal letto. Avrei comunque dovuto farlo nel giro di un quarto d’ora per prepararmi ad andare in reparto. Ho sperato per più di un mese che non arrivasse fin qui, in Veneto. E, una volta arrivato, che non si spandesse a macchia d’olio per tutta la nazione. Ora prego solo che questo terribile momento finisca presto e che la gente si renda conto di quello che sta accadendo. È da giorni che mi sveglio la mattina con la paura di quello che può essere successo nella notte. Accendendo il cellulare, ogni volta scopro l’apertura di una nuova ala dell’ospedale adibita a terapia intensiva zona Covid-19: nuovi malati, nuovi turni da coprire sempre con lo stesso personale.
Ogni turno prego che i presidi basteranno anche per il giorno dopo. Che noi medici saremo sufficientemente protetti, ma purtroppo a oggi non è per tutti così. Ogni volta che indosso il camice temo di non averlo fatto bene, che sia rimasta una zona scoperta, che il virus possa aggredire anche me e che poi io possa trasmetterlo ai miei cari.
Questo significa essere in pandemia. Questo significa essere costantemente a rischio. Questo significa essere medico: combattere, non sempre ad armi pari, e avere paura. Molta paura, perché per noi il rischio è alto. Ma il giuramento di Ippocrate m’impone di essere al servizio dei malati bisognosi e io, nonostante la paura, lo rispetto. 


Cosa ne pensate? Fatemi sapere mi raccomando che io vi aspetto come sempre!

A presto,

Sara ©

RECENSIONE #461 – LA RAGAZZA DEGLI ORSI DI SOPHIE ANDERSON.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Sono qui per portarvi una nuova recensione che spero apprezzerete. Un libro per ragazzi, edito Rizzoli, che ringrazio assolutamente per la lettura di cui ero curiosissima non appena era già uscito in lingua. Non vedo l’ora di parlarvene ed ora lo faccio subito, sperando che possa incuriosire voi e i lettori più piccoli. Ecco solo per voi:

51x6l8hzgjlTitolo: La ragazza degli orsi
Autore: Sophie Anderson
Pagine: 375
Genere:  Fantasy
Data di uscita: 27 Ottobre 2020
Link d’acquisto: https://amzn.to/35rEjSt
Trama:
Yanka si interroga da sempre sulle proprie origini: è sicura che il mistero che avvolge la sua nascita abbia a che fare con l’irrequietezza che le agita il cuore. Per quanto ami il villaggio in cui è cresciuta con la madre adottiva, infatti, Yanka sente di appartenere a un altro mondo. La natura sembra parlarle; la foresta che circonda la sua casa le sussurra richiami sempre più insistenti. È lì, lei lo sente, che si nascondono le risposte che cerca. È lì, tra fiumi gelati e vulcani infuocati, che vive il ricordo di una storia scintillante come il più limpido cielo notturno. La sua storia: quella di Yanka l’orsa.

RECENSIONE

Young Bear (a got fan art), Kelly Perry | Bear art, Character art, Fantasy  artworkLa storia ha inizio con Yanka che ricorda un’orsa quando era bambina. Un animale dolce, protettivo che sapeva tenerla al caldo ma che allo stesso tempo l’ha lasciata andare. Probabilmente è solo un sogno, o forse no, ma Yanka che ora va verso l’adolescenza, si fa sempre più grand e robusta. Molto più grande di tutte le persone del villaggio, tant’è che viene chiamata Yanka l’Orsa e continua ad interrogarsi sul suo passato, sulle sue origini, perché sente di non appartenere veramente a quel piccolo villaggio dove è cresciuta con Mamocka e con l’unico amico vero, Sasha. C’è qualcosa che le sfugge e sembra sempre che la natura, gli animali che la circondano la chiamino a loro. Quando succede qualcosa di veramente troppo strano da spiegare Yanka decide che è il momento di partire per scoprire tutto sul suo passato.

Cosa succederà a Yanka? Ma soprattutto cosa scoprirà sulle sue origini? Dove sono i suoi genitori e perché si è sempre sentita così fuori posto e mai davvero a casa, in quel villaggio?

La mia mamma adottiva, Mamochka, dice che avevo all’incirca due anni quando mi trovò fuori dalla grotta dell’orsa. Dice che me ne stavo in piedi nuda nella neve, ma con le guance rosa e calde e il più grande dei sorrisi. Capì all’istante che eravamo destinate a stare insieme.

La trama di questo volume è dolce, curiosa e lascia intendere tutto e niente. Avevo adocchiato ovviamente questo volume già quando è uscito all’estero e non vedevo l’ora di leggerlo perché ho apprezzato molto il volume precedente dell’autrice e 

La copertina è stata mantenuta come l’originale ed è meravigliosa sia nei colori che nella struttura sul fronte ma anche sul retro. I dettagli di questa storia, per chi sa coglierli ci sono tutti e potrete scoprirli pagina dopo pagina. Oltretutto, anche all’interno e nella sovraccoperta l’edizione è stupenda. Chapeau! Il titolo si differenzia leggermente dall’originale. Mentre è The girl who speaks bear quindi La ragazza che parla con l’orso. Posso comprendere il perché non è stata utilizzata nella traduzione e apprezzo il cambio titolo intelligente e curioso. Connubio ben strutturato.

L’ambientazione e l’epoca non sono definiti però ci si ritrova in un piccolo villaggio, nella neve del gelido inverno che sta per arrivare, sempre mantenendosi all’interno della cultura russa, riportando ancora una volta fra noi anche la casa sulle zampe di gallina che troviamo nel primo volume ma con diverse abitanti al suo interno – che amerete esattamente come l’altro volume.

Un giorno mi piacerebbe scoprire la storia del mio passato, e spero che sia un racconto pieno di meraviglia, che spieghi chi sono e perché sono diversa, perché sento gli alberi che sussurrano segreti, la presenza della foresta, e mi chiama a sé.

The Girl who Speaks Bear – Sophie AndersonI personaggi di questa storia sono diversi e variegati anche se sicuramente il più importante è la protagonista indiscussa di questa storia, ovvero Yanka l’Orsa. Nonostante questo, di cui vi parlerò fra poco, c’è Mamochka che è un personaggio unico e l colonna portante di Yanka. C’è Sasha, il suo migliore amico da sempre, Trappola il suo animale da compagnia, il lupo, Anatoly, l’amico che ha raccontato un sacco di storie a Elena e tanto tanti altro da scoprire.

Yanka è una ragazzina curiosa, che ama le storie e che vorrebbe saperne di più su ciò che è stato nel suo passato e sul perché la foresta sembra richiamarla sempre più a sé, più di quanto faccia il villaggio e i suoi abitanti. Ama la sua Mamochka ma è allo stesso tempo ossessionata da ciò che c’è al di là della sua casa, la curiosità delle storie e le mappe da riprodurre pur di sentirsi a casa. Una ragazzina coraggiosa, forte e intraprendente che metterà tutta se stessa e la verità avanti a tutto.

La paura che mi striscia dentro si lancia al galoppo. Non abbiamo mai lasciato il villaggio; non abbiamo mai avuto bisogno di nulla che la foresta non potesse darci. Ho paura di quello che sta succedendo, ho paura che le persone mi vedano ridotta così e ho paura di mettermi in viaggio  per farmi pizzicare e punzecchiare da strani dottori lontano da qui.

The Girl who Speaks Bear – Sophie AndersonIl perno centrale di questa storia è la scoperta del passato e delle origini di Yanka l’orsa, la protagonista di questo dolcissimo volume. Un significato che vale molto, specialmente per la piega che prenderà questa storia.

Lo stile utilizzato dall’autrice è il medesimo del volume precedente, in prima persona dal punto di vista di Yanka l’Orsa; stavolta, però, ci porta un messaggio del tutto diverso e una tematica importante ai fini della storia. 

Il tema della scoperta del passato e di se stessi è predominante. Il coraggio, la forza di voler conoscere ciò che è stato e ciò che la rende come è adesso, rende il personaggio ancor più interessante. Ho amato infinitamente le scelte della protagonista e la tenacia, la forza di volontà e la scoperta, il mettersi in gioco che completa il suo quadro e oltre a renderla dolcissima la rende anche molto coraggiosa. La rende originale, unica, dolce e tanto tanto altro.

Le illustrazioni all’interno del volume danno un valore aggiunto alla lettura e la rendono – oltre che bella – sicuramente sensazionale e tenerissima. Trovo che sia una storia molto dolce nel suo complesso e queste non fanno che avvalorare la tematica e la dolcezza unica e infinita di questo volume.

L’unica cosa che lascia un po’ di stucco sono le tante fiabe/storie che l’autrice inserisce all’interno del volume e che vengono raccontate a Yanka o che quest’ultima racconta ai suoi amici. Ci stanno in alcuni contesti, in altri risultano troppo, a volte anche abbastanza scontate. Comprendo sia una lettura per ragazzi quindi le giustifico pienamente e mi piacciono – non fraintendetemi – ma a volte forse sono state troppo. Sembra quasi che la soluzione sia sempre lì pronta e servita. Leggermente più complesso o articolato da captare, no?

Mi chiedo, se Mamochka fosse qui, fingerebbe di non vedere che sto parlando con un lupo? Sorrido al pensiero, poi apro la bocca e lascio che le parole della storia corrano fuori.

Il libro è un piccolo gioiellino assolutamente da leggere e da regalare ai più piccoli. Ho trovato questa storia indispensabile e tenera, forte e audace. Una storia che spero molti di voi leggeranno, ne vale assolutamente la pena.

Sophie Anderson ci porta in una fitta foresta misteriosa che può far paura ma che regala magia, sentimenti ed emozioni uniche. Una storia di una bambina e di un’orsa, della ricerca di se stessi e del coraggio di intraprendere un viaggio che può portare la serenità seppur questo presenti molti ostacoli. 

Il mio voto per questo libro: 5 balene.

Senza titolo-1

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

Vuoi acquistare La ragazza degli orsi e sostenere il Blog? Acquista da Qui: La ragazza degli orsi o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò.


Cosa ne dite? Fatemi sapere, mi raccomando. Sono davvero felice di  aver parlato di questo volume.

A presto,

Sara ©

RECENSIONE #460 – COSI’ SI PERDE LA GUERRA DEL TEMPO DI AMAL EL-MOHTAR E MAX GLADSTON.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci qui con una serie di nuove recensioni in arrivo per voi e che spero possano incuriosirvi. Vi porto questo volume di cui ero curiosissima e  ringrazio la Mondadori Oscar Vault per la preziosa opportunità di lettura. Ecco qui che ve ne parlo:

978880472982HIG-337x480

Titolo: Così si perde la guerra del tempo
Autore: Amal El-Mohtar, Max Gladstone
Pagine: 216
Data di uscita: 3 novembre 2020
Link d’acquisto: https://amzn.to/3kAnr0g
Trama: TRA LE CENERI DI UN MONDO morente, Rossa trova una lettera su cui c’è scritto “Bruciare prima di leggere”. Inizia così la strana corrispondenza tra due agenti rivali in una guerra che si dipana attraverso le vastità del tempo e dello spazio. Rossa è membro dell’Agenzia, una distopia tecnologica post singolarità. Blu appartiene al Giardino, un’unica ampia coscienza che risiede in tutta la materia organica. I loro passati sono pieni di sangue; i loro futuri si escludono l’un l’altro. Non hanno nulla in comune, tranne il fatto che sono le migliori. E sono sole. Ma quella che è iniziata come una serie di provocazioni e sfoggio di vittorie, diventa presto un gioco pericoloso, che sia Rossa sia Blu sono ben determinate a vincere. E così la sfida si trasforma in qualcosa di più. Qualcosa di epico. Qualcosa di romantico. Qualcosa che potrebbe cambiare il passato e il futuro e che potrebbe farle uccidere. Perché in fin dei conti c’è pur sempre una guerra in corso. E qualcuno deve vincerla. Non è così che funziona?

RECENSIONE

this is how you lose the time war | TumblrLa storia ha inizio con Rossa in missione. E’ lì, fra un cadavere e l’altro a gustarsi la vittoria di un pezzo di qualcosa che è passato, perduto e che non tornerà. E’ in quel momento che Rossa nota qualcosa di strano e pensa sia un trucco, una beffa, qualcuno che voglia porre fine alla sua vita credendola una stolta e una sprovveduta. Una lettera, di quelle che non si vedevano da anni e secoli, messa lì per lasciarsi prendere e lei lo fa, la porta con sé e non le succede niente, anzi, dopo aver letto le parole di Blu, le viene voglia di rispondere. Eppure non è così semplice perché entrambe appartengono a due fazioni distinte e separate, che seguono leggi diverse ed entrambe si combattono da secoli.

Cosa scoprirà Rossa di Blu e Blu di Rossa? Cosa hanno in comune le due? Perché questa corrispondenza sembra unirle così tanto nonostante siano appartenenti a due fazioni opposte e nonostante le due non possano essere più di quello che effettivamente sono sempre state? Cosa cambierà nel corso della loro corrispondenza?

Le lettere sono una specie di viaggio nel tempo, non credi? T’immagino ridere per il mio scherzetto; t’immagino lamentarti; t’immagino buttare via le mie parole. (…) A dirla tutta, preferisco la conferma di lettura: la stretta di mano immediata della telepatia lenta attraverso le nostre connessioni. Ma questa è una tecnologia affascinante, con i suoi limiti.

La trama è semplice, diretta, forte. Una trama che dice tutto ma che allo stesso tempo apre le porte alla lettura spingendoti nel cercare di saperne di più. Curiosa e che invoglia a scoprire il volume che ci troveremo di fronte.

La copertina è bellissima e sono felice che sia stata mantenuta tale e quale all’originale. Vediamo due piccoli uccellini, uno rosso e uno blu, come i nomi delle due protagoniste frastagliati dal tempo e dallo spazio che sembra separarle. Una copertina pensata al millimetro e davvero curiosa. Sarei curiosa di sapere il perché della scelta dei due uccellini, perché è l’unica cosa che non mi è chiarissima. Il titolo è stato semplicemente tradotto dall’originale e trova una connotazione particolare una volta che si è letta questa storia e si capisce a cosa si riferisce. Un titolo particolare che si riferisce alla guerra e al tempo più che a Rossa e a Blu e alle loro lettere. Lo trovo diretto e molto bello; assieme alla copertina accoppiata di sicuro vincente.

L’ambientazione è il tutto e il niente, è il mondo che circonda queste due protagoniste attraverso i secoli, passando di epoca in epoca rendendo la storia magica ma di cui si vorrebbe sapere sempre di più.

Nessun amico, quindi? Blu! Non è affatto quello che mi aspettavo. Non so… Credo che vi immaginiamo tutti radunati intorno a un falò a cantare vecchie canzoni di lotta. Sei mai stata sola?

Book FanartI personaggi principale sono tendenzialmente due e sono ben eviscerati sia dai loro movimenti lungo il percorso che le vede protagoniste, sia per la corrispondenza che le due si scambiano.

Blu non può essere più diversa da Rossa. Figlia del Giardino, sa di essere forte, temuta e pericolosa. Ha avuto una persona nella sua vita ma nel cuore sembra sempre avere le lettere di Rossa che la colpiscono ogni volta con violenza e impeto nel cuore nonostante a volte sia quella che si trattiene di più seppur segua la sua avversaria come un segugio.

Rossa è intraprendente, ama la solitudine e la lettura. Nonostante fra le due sembra quasi essere la più audace, c’è molta dolcezza e tenerezza in lei. E’ un personaggio duro, combattivo e forte che colpisce il lettore ancor prima di quanto lo faccia Blu.

Le parole possono ferire, ma sono anche ponti. (Come i ponti che sono tutto ciò che Gengis si è lasciato alle spalle.) Ma forse un ponte può essere anche una ferita? (…) I miei ricordi di te si perdono nei millenni, e in ognuno compari tu in movimento. Quest’immagine di te in casa, con un marito, l’infuso di rosa canina, il tramonto e il fiume, mi riempie il cuore.

Il perno centrale di questa storia è la strana e misteriosa corrispondenza di due donne che sono divise da ogni cosa: tempo, fazione, spazio e luogo ma che le rende ancor più vicine di ogni altra cosa. 

Lo stile utilizzato è particolare, articolato e che può non piacere a tutti. Non è scorrevole e quelle poche pagine che compongono il libro – rispetto a tanti altri fantasy o di genere similare – e risulta molto più lungo di ciò che effettivamente è. Infatti devo dire che specialmente nei punti in cui non vi è corrispondenza ma si descrivono scene e cosa le due fanno, la cosa risulta prolissa e lenta.

Effettivamente, in realtà delle due si sa davvero poco e niente. Ovvero, non tanto delle due persone nella loro intimità di scrittura o nel loro io ma di cosa effettivamente le circonda e su cosa effettivamente combattono. Si, le due sembrano essere in viaggio nel tempo e sembrano lasciarsi delle lettere cifrate in qualche strano modo che solo loro riescono a decifrare evitando la tecnologia che può fregarle ma avvalendosi di carta e quant’altro, ma effettivamente tutto resta fine a se stesso.

Mi spiego meglio. La corrispondenza epistolare fra le due è davvero molto bella e ben scritta. Emoziona e appassiona il lettore nel cercare seriamente di capire cosa succederà fra le due ma a livello di ciò che accade attorno a loro, a cosa le caratterizza e a cosa le porta ad essere ciò che sono diventate, per cosa combattono è tutto molto volubile e confuso. Non è chiaro per niente e nonostante questa corrispondenza sia meravigliosamente curiosa e gli autori puntino tutto su questo, il resto del volume è completamente carente a livello di contenuti.

Ho compreso che effettivamente il contorno interessa relativamente poco agli autori e la storia in fin dei conti si concentra sulle lettere ma c’è bisogno anche di fare chiarezza nella mente del lettore, non solo di colpire il cuore che per quanto fragile può affezionarsi ai personaggi. Su questo punto mi ha spiazzata e confusa quindi nonostante la corrispondenza fra le due sia molto bella, non ho apprezzato il resto. A quel punto sarebbe stato più saggio utilizzare il volume componendolo solo di lettere ma trapelando spiegazioni dalle loro parole. Sarebbe stato sicuramente più vero e reale per il lettore.

Punto a favore sicuramente la l’amore e la poeticità con cui le due tendono a scriversi nonostante siano in un mondo che demolisce tutto, un mondo fatto di tecnologia, di distruzione, di guerra e di tempo. Tempo che scorre e le porta a viaggiare in diverse epoche e le porta a scrivere lettere intrise di sentimenti profondi, di conoscenza e di curiosità. Lettere che ci portano indietro nel tempo, riportando nel cuore la voglia di scriverne ancora e ancora, come un tempo.

Altro punto a favore sicuramente è lo scritto che, composto a quattro mani, non lascia trapelare l’uno e l’altro amalgamando i due scrittori in un unica e complessiva opera che appare quasi come fosse scritta da un solo autore.

“S’inventerebbero questa guerra” pensa, “se non gliene avessero già inventata una.” Ma ora cerca compagnia, in uno dei posti dove può sempre trovarla.

Il libro è originale senza ombra di dubbio e sotto questo punto di vista posso solo dire che è una storia valida. Per il resto, mi aspettavo molto di più almeno a livello di comprensione e di livello generale di costruzione dell’opera, non solo incentrare la lettura sulle lettere dando sprazzi di ciò che accade attorno senza mai affrontarlo veramente.

Amal El-Mohtar e Max Gladstone scrivono un volume fatto di sangue, guerra e tempo ma fatto anche di tutte quelle parole nascoste fra le righe di una lettera che a volte non si pensava di avere il coraggio di scrivere. Una storia che consiglio a chi ama l’amore in tutte le sue forme dimenticando il contesto che si ha attorno.

Il mio voto per questo libro: 3 balene e mezzo.

tre e mezzo

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

Vuoi acquistare Così si perde la guerra del tempo e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Così si perde la guerra del tempo o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò.


Cosa ne dite? Pensate possa fare il caso vostro? Fatemi sapere, mi raccomando.

A presto,

Sara ©

SEGNALAZIONE #181 – BELLA E PERDUTA PATRIA DI MARCO CALONI.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Ecco un altro autore a cui sicuramente farà piacere avere una recensione su Amazon se mai decidereste di leggerlo. Vi lascio uno storico che spero possa incuriosire quanti più possibile di voi. Ecco a voi:

Bella e perduta Patria: Storia e Memorie di Marco Montanari 1845-1945 di [Marco Caloni]Titolo: Bella e perduta Patria
Sottotitolo: STORIA E MEMORIE DI MARCO MONTANARI 1845 – 1945
Autore: Marco Caloni
Pagine: 324
Prezzo: Gratis per KU e 4,99 euro normale.
Data di uscita: 28 SETTEMBRE 2020
Link d’acquisto: https://amzn.to/33vEsU0
Sinossi: Marco Montanari nasce a Roma il 25 aprile del 1845 e si affaccia alla vita assieme all’idea di libertà e di Patria che da nord a sud infiamma i cuori di un popolo diviso che sogna l’unità per la quale combatterà tenacemente. In giovane età incontra il Generale Garibaldi, questo evento segnerà tutta la sua esistenza, nella quale egli seguirà l’eroe del Risorgimento per cui nutre una autentica venerazione e lo affiancherà nelle imprese più significative che hanno fatto la storia del nostro Paese. In questo diario Marco racconta le difficili tappe dell’unità nazionale e i passi che l’Italia ha mosso verso il proprio consolidamento. Il racconto di cento anni vissuti in prima linea con ardore ed entusiasmo, il cui puntuale resoconto è arricchito da vicende personali altrettanto turbolente e avventurose. Pagine ricche di passione in tempi irripetibili di grandi utopie, scritte col sangue dei patrioti e destinate al Mito. Un romanzo in cui esultare ed esaltarsi, in cui riflettersi e su cui riflettere per non dimenticare ciò che siamo chiamati ad essere sulla scia di un sogno che ha radici lontane.

BIOGRAFIA DELL’AUTORE:

Marco Caloni è nato a Roma il 17 luglio 1963, dove ha sempre vissuto. Sin da piccolo appassionato di storia e della propria città, per poi rimanere attratto in età adolescenziale dall’epopea del selvaggio west che ne ha condizionato l’indole. Ha dedicato poi i suoi interessi alle vicende dell’Ottocento europeo, rimanendo affascinato dagli eventi costitutivi
dello Stato italiano e della sua identità nazionale che andava delineandosi in quegli anni. Ha trovato, a suo modo di vedere, la chiave di lettura dei mali endemici del nostro Paese e ha provato a spiegarli, scavando nel passato in “Bella e perduta Patria”.


Cosa ve ne pare? Fatemi sapere, mi raccomando! Io vi aspetto come sempre!

A presto,

Sara ©

RECENSIONE #459 – GLI INADOTTABILI DI HANNAH TOOKE.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci qui con un’altra recensione per voi che spero possa piacervi. Ovviamente ringrazio la Rizzoli per avermi permesso la lettura davvero piacevole. Un libro di cui sono molto felice di parlarvi, eccolo qui:

5009008-9788817146814-285x424-1Titolo: Gli inadottabili
Autore: Hannah Tooke
Collana: Ragazzi
Prezzo: 17.00 €
Pagine: 416
Data di uscita: 01/09/2020
Link d’acquisto: https://amzn.to/3nfyHRx
TramaAmsterdam, 1892. All’orfanotrofio del Piccolo Tulipano arrivano cinque neonati abbandonati nelle maniere più diverse, chi in una cesta a forma di bara, chi dentro un secchio per il carbone. Tutti modi comunque inaccettabili per la direttrice, l’arcigna e puntigliosa signora Gassbeek. Milou, Dita, Oval, Finny e Sem diventano presto gli “inadottabili”, casi disperati di cui la direttrice non riesce a liberarsi. Loro, però, sono uniti come fratelli e hanno trovato nell’amicizia la forza di resistere. Una speranza sembra profilarsi quando i ragazzi compiono dodici anni e un commerciante di zucchero, un certo signor Rotman, propone di prenderli con sé. Indossa abiti eleganti, ma ha baffi che fremono e un sorriso sbagliato. Per i cinque amici è l’inizio di un’avventura che richiederà tanto ingegno quanto coraggio. In un paese incantevole, tra i canali di Amsterdam e i mulini a vento del vasto polder, la loro fuga sarà costellata di atmosfere da brividi, messaggi segreti e colpi di scena. Nel solco dei migliori classici della letteratura per l’infanzia, Gli Inadottabili, diventato immediatamente un caso internazionale, unisce alla magia di Sophie sui tetti di Parigi di Katherine Rundell l’avvincente cupezza di Una serie di sfortunati eventi di Lemony Snicket.

RECENSIONE

The Unadoptables: Five fantastic children on the adventure of a lifetime:  Amazon.it: Tooke, Hana, Rubio, Ayesha L.: Libri in altre lingueLa storia ha inizio diverse notti all’orfanotrofio del Piccolo Tulipano in cui ci sono delle regole da rispettare per lasciare i neonati alla porta. Cinque di questi neonati vengono lasciati nei modi più disparati e con oggetti bizzarri o dentro ceste impensabili, specialmente per la direttrice Gassbeck, e da ai cinque dei nomi strani quanto i loro ritrovamenti al di fuori della struttura da neonati. Milou, Oval, Dita, Finny e Sem crescono all’interno dell’orfanotrofio e sperano sempre di essere adottati o addirittura che i famigliari vengano a riprenderli in qualche modo. Ma questo non avviene e i cinque diventano presto gli Inadottabili. Fino a che, un giorno, i cinque si sentono costretti a dover accettare un’offerta che li porterà lontani dalla loro casa, in missione, alla ricerca di qualcosa che neanche loro credono possibile. E una serie di guai ha inizio.

Cosa succederà ai cinque orfanelli? Riusciranno a costruire la famiglia che tanto desideravano? Cosa scopriranno l’uno dell’altro? 

«Forse non siamo arrivati in tempo…» disse piano. «Forse loro sono…» «Se fossero morti, la loro roba sarebbe stata portata via e il mulino venduto». disse Sem. (…) «E’ tutto così… misterioso» disse. «Devo scoprire che cosa è successo».

The Unadoptables by Hana Tooke – ACHUKA Children's Books UKLa trama è lunga e sicuramente sarebbe stata meglio una versione più concisa. Nonostante questo, però, posso dire che non troverete spoiler nonostante la lunghezza e tutto quello che trovate scritto riguarda solo e semplicemente l’inizio di questa storia che è tutta da scoprire.

La copertina è bellissima e dolcissima. Nonostante si differenzi totalmente dall’originale che vedete qui di lato – e anche questa veramente fantastica con i suoi colori unici e inimitabili – fa la sua figura e rende il volume differente, quasi un volume antico visto il disegno e la struttura posta sul dorso della copertina. Il titolo è stato semplicemente tradotto dall’originale, un termine grammaticalmente non corretto ma che rende effettivamente ciò che cerca di comunicare, ovvero i cinque ragazzi che non riescono ad essere adottati.

L’ambientazione è Amsterdam, in cui si trova l’Orfanotrofio del Piccolo Tulipano e il destino di questi cinque ragazzi che cercheranno di costruire loro stessi e il loro stesso avvenire.  L’epoca del volume si aggira attorno il 1892 ed è resa molto bene dall’autrice lungo la narrazione della storia.

Milou si strinse al petto il suo pupazzo e accarezzò di nuovo la scritta, ignorando la piccola fitta di incertezza che cercava di farsi strada nel suo cuore. Anche lei sperava ne valesse la pena. La speranza era tutto ciò che le restava.

Review: 'The Unadoptables,' By Hana Tooke : NPRI personaggi di questa lettura sono i nostri cinque protagonisti seppur la storia sembra muoversi molto di più su Milou che su tutti gli altri. Sono tutti e cinque ben caratterizzati, ognuno con caratteristiche e cose che li rendono interessanti agli occhi del lettore.

Milou è una piccola bambina in una piccola bara col peluche a forma di gatto, con i capelli neri e gli occhi scuri. E’ una ragazzina sveglia e intraprendente che fa una lista di indizi e spera sempre di ritrovare la sua vera famiglia. E’ una sognatrice ma con i piedi per terra. Un personaggio interessante e originale su cui la storia si concentra molto più degli altri.

Oval, è stato lasciato dentro un secchio di carbone ed ha i tratti orientali, infatti si sente diverso da tutti gli altri non sentendosi a casa. E’ un ragazzino sempre sporco di fuliggine o carbone per via delle mappe che sa riprodurre e per i disegni che fa. Un personaggio di cui avrei voluto sapere di più.

Dita, quando è stata trovata era sistemata in giardino, con i suoi capelli biondi e il suo senso acuto. E’ un personaggio che si chiama con questo nome per via proprio delle sue dita che sono più del normale ed è abilissima nell’utilizzarle.

Finny con i riccioli rossi è stata lasciata fra panini e dolci ed è una ragazzina silenziosa e che non parla, anzi raramente. E’ dolcissima e si lascia intendere molto anche se il personaggio  non è valutato come avrebbe dovuto e avrebbe potuto dare molto di più.

Sem, sacchi di semola di grano, capelli color del grano è il più alto di tutti e si adopera per gli altri in tutto e per tutto.

Era questo che si provava ad amare un fratello? Forse. Ma in quel momento l’unica cosa che Milou sapeva era che avrebbe messo il mondo a ferro e fuoco se fosse servito a riavere (…). La paura si mescolò con qualcosa di nuovo, qualcosa di fiero e tagliente, qualcosa che assomigliava alla furia. 

Talking to Hana Tooke about her debut novel, The UnadoptablesIl perno centrale di questa storia sono i cinque orfanelli che cercano famiglia. La cercano talmente tanto ardentemente da cacciarsi in un’avventura grandiosa ed anche pericolosa per riuscire a scoprire l’appartenenza di Minou alla sua famiglia che l’ha abbandonata e di cui lei crede di avere indizi.

Lo stile utilizzato dall’autrice è semplice, veloce e scorrevole, un libro sicuramente per ragazzi e bambini. Questo non preclude la lettura anche agli adulti perché è sicuramente un libro in cui molti possono sia rivedersi che trovare qualcosa di nuovo e alternativo. Le illustrazioni sono meravigliose e rendono il volume ancor più bello e tenero.

Le tematiche sono sicuramente interessanti e ho apprezzato il semplice fatto che tutti possono rispecchiarsi in questo volume. Sia per il semplice fatto che ci si vuole sentir parte di una famiglia sia perché a volte famiglia è un concetto molto più ampio e la famiglia può essere anche solo le persone di cui ci circondiamo. E questo gruppo di dolcissimi ragazzi sono amici e complici prima di essere una vera famiglia. E sarà molto bello quando si renderanno conto che tutto questo viene prima di qualunque altra cosa.

Le dinamiche sono interessanti anche se i personaggi nonostante siano diversi, ci si concentri molto di più su uno rispetto agli altri. Avrei preferito che la storia cercasse di amalgamare le storie di ognuno di loro e risolvesse anche qualcosa degli altri, anche solo piccoli indizi o aiuti ma non c’è stato come non c’è stato troppo approfondimento su altri personaggi. Immagino anche che questo per un libro per ragazzi è abbastanza difficile come è difficile inserire il tutto in una storia simile perché o ci si concentra su una cosa o su un’altra. Quindi ho apprezzato la somma delle cose e il complesso di questa storia nella sua integrità e interezza.

«Credo che Edda avesse un marito, una volta» spiegò. «Ho trovato un paio di stivali da uomo accanto alla posta sul retro. Troppo grandi per essere i suoi». «Credi che sia morto?» Dita alzò le spalle. «Forse. C’è una specie di tristezza in lei, che non lascia intravedere molto spesso. Il tipo di tristezza che immagino si provi quando qualcuno ti manca molto».

Il libro è un’ottima lettura per grandi e piccini. E’ un volume emozionante, tenero e ricco di avventura, mistero e senso di famiglia, sia per via della ricerca che per via dei cinque orfani che sembrano essere più fratelli di chiunque altro. Consiglio assolutamente.

Hannah Tooke scrive un libro dolce, toccante e da leggere assolutamente. Siete pronti ad aprire il cuore a cinque piccole anime dolcissime che sperano solo di avere la famiglia che sognano da sempre? Un gruppo di “fratelli” acquisiti che conquisterà il cuore di ogni lettore che deciderà di adottarli.

Il mio voto per questo libro: 5 balene.

Senza titolo-1

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

Vuoi acquistare Gli Inadottabili e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Gli inadottabili o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò


Cosa ne dite? Pensate possa piacervi? Fatemi sapere, io vi aspetto.

A presto,

Sara ©

WWW WEDNESDAY #76

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Io bene, sono uscita finalmente dalla mia fase di letture folli ad ottobre che è stato un mese pieno di letture e uscite. Questo mese ne approfitto per recuperare cose leggermente più indietro anche perchè ne devo smaltire davvero un’infinità. Spero di conoscere anche le vostre e che, questa rubrica, – ideata da Should Be Reading – vi piaccia e mi diciate anche voi quali sono le vostre letture. Ecco qui:

What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?

91zf61zlcfl

51sb7bca13lDue libri che dovevo recuperare, due letture per ragazzi, spero leggere visto che il periodo non lo è tanto.

Ho iniziato da poco L’intreccio dei mondi di Jeremy Lachlan edito Mondadori e fin dalla sua uscita l’ho trovato interessante dalla sua presentazione della copertina e della trama. La copertina è favolosa come potete vedere e spero di poter risollevare questo mio 2020 con un’altra bella lettura. Vi saprò dire di più con l’andare avanti nel corso della lettura.

Altro volume che devo recuperare è Serpent King – Insieme siamo eroi di Jeff Zenter edito Rizzoli. E’ un po’ che è rimasto indietro anche questo ma cerco di recuperarli a breve. Ancora devo iniziarlo, quindi non so dirvi ma spero solo soddisfi le mie aspettative generali. Vi dirò di più quando ve ne parlerò nelle recensioni.


What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?

strange-manga-bao-cover978880472982HIG-337x480Scorsa settimana ho letto Strange di Yuruku Tsuyuki, una Graphic Novel edita Bao Publishing in completo stile giapponese, uno delle mie cose preferite per quanto si tratta di volumi nipponici. La storia sembra essere una raccolta di episodi diversi fra loro ma con lo stesso scopo, ma ve ne parlerò meglio nella recensione. Posso solo dire che mi è piaciuto molto.

Altro volume fresco fresco di week end è stato Così si perde la guerra del tempo, edito Mondadoridi Amal El-Mohtare Max Gladstone uscito in questi giorni in libreria, un volumino molto piccolo. La recensione arriverà a breve quindi tenetevi pronti ad avere info e news su questo. 

FB_IMG_1601463398473

Altro volume letto all’inizio della scorsa settimana è stato Tenebre e Ossa sempre edito Mondadori, di Leigh Bardugo che, purtroppo non mi ha fatto impazzire. Speravo sinceramente meglio visto quanti parlano bene sempre della serie di Grisha dell’autrice. Se volete saperne di più vi lascio QUI il link della recensione almeno potete capire i motivi per cui vi dico questo. L’unica cosa che spero è che i successivi siano migliori.


What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?

two-morrow-EBOOK-600x819Prossima settimana mi aspetta la lettura per un Review Party che avverrà poi nei prossimi giorni, intorno l’uscita del volume del nuovo libro di Beatrice Simonetti, edito Delrai Edizioni di cui vi ho parlato qualche giorno fa nel Cover Reveal, Two’Morrow. Spero sia bello come Rodion, il volume precedente dell’autrice perchè ho veramente aspettative alte. Speriamo bene.

Per quanto riguarda il secondo volume in lettura per la prossima settimana ancora non ne ho idea ma vi farò sapere aggiornandovi strada facendo perché non faccio piani troppo a lunga gittata perché tendo a cambiare o per via di imprevisti non vi do notizie, vi dico solo che vi farò sapere.


Voi cosa state leggendo? Cosa leggerete? Rispondete alle domande se volete, che io vi aspetto!
A presto,
Sara ©