COVER REVEAL: “IL MOMENTO GIUSTO” DI SUSY TOMASIELLO.

BUON POMERIGGIO CARI LETTORI!

Eccomi qui! Oggi inizio il fine settimana con una novità! E sono felice che l’autrice mi abbia scelto per presentarla perchè Susy è sempre gentile e carina quindi sono entusiasta di presentarvi questo:

Oggi presentiamo la Cover Reveal di Susy Tomasiello.

 
Una storia romantica intitolata Il momento giusto edito dalla Titani Editori.
 

Trama

Victor ha un lavoro e una vita soddisfacente. Manca una ragazza nella sua vita, ma per lui non è un grande dramma. Sua madre invece la vede diversamente. Quando incontra Evelin, capisce che lei potrebbe essere la soluzione al suo problema. Le chiede di essere la sua ragazza per finzione, certo che così metterà a tacere sua madre. Quello che non si aspettava, era che Evelin si rivelasse davvero la ragazza perfetta e che infondo averla al suo fianco per davvero, non è niente male. Dal suo canto, Evelin, non avrebbe mai immaginato che un viaggio studio le avrebbe fatto trovare il grande amore. Perchè Victor è per lei, la cosa migliore che le poteva capitare. Si sono trovati al posto giusto al momento giusto e adesso devono fare di tutto per non perdersi.

Questa storia è nata come una storia breve e infatti Susy ha pubblicato i primi due capitoli sulle piattoforme gratuite on line, poi è diventata un vero e proprio romanzo e ha ricevuto la proposta di edizione.

Per poter leggere i primi due capitoli, ancora disponibili, bisogna andare QUI per WattpadQUI per EFP Fan Fiction.

E ora vediamo insieme gli Estratti con Card realizzati da BookCreativa mentre la copertina è realizzata da Umberto Marino.

Sono innamorato di te e non posso evitarlo, ogni formula matemica che conosco non trova soluzione di fronte a questa verità e volevo che lo sapessi.

Mi piace sentirlo parlare di una prossima volta, rende tutto ancora più reale. E sorrido ancora quando vado a casa. Sono certa che faticherò ad addormentarmi, perchè quegli occhi grigi occuperanno i miei sogni stanotte, ma li attenderò con ansia.
 
Il libro sarà disponibile solo in formato cartaceo.
 
L’autrice
Susy Tomasiello ama leggere ed è amministratrice del blog I miei magici mondi
Ama anche scrivere ed ecco tutti i suoi libri
Solo con te non ho paura, Ritornare a sorridere, Serenity Village, Voglio solo te, Puoi fidarti di me fino a quest’ultimo Il momento giusto.
Contatti sul suo blog personale o sulla Pagina Facebook

 

Cosa ne pensate cari lettori? A me la copertina piace molto! E il romanzo? Segnatelo, mi raccomando!

A presto,

Sara ©

Annunci

THORNY BLOGGERS – CATENA DI DISCUSSIONI LETTERARIE: AMORI MALATI.

BUON POMERIGGIO CARI LETTORI!

Oggi diamo il via ad una nuova iniziativa tra blogger. L’idea è nata dal blog: La lettrice in soffitta e, assieme ad altre blogger e come dice proprio il titolo del gruppo tratteremo di argomenti spinosi ma sopratutto SAREMO Spinose! Il riferimento non è  casuale e ci baseremo per la maggior parte sui libri, su argomenti di ciò che leggiamo o tutt’altro.

Ecco a voi i blog partecipanti:

La lettrice in soffitta – Tempo di libri  I miei magici mondi Milioni di Particelle (io) Anima in penna   The avid reader .

Per il momento questa, chiamiamola Rubrica, ci sarà una volta al mese ma potremo decidere di aumentare e farne diventare anche due al mese.

Passiamo all’argomento di oggi: Amore Malato

Non c’è una vera e propria definizione ma cercherò di essere la più chiara possibile. L’amore è il normale rapporto di coppia e penso che questo lo sappiate tutti. 

8

Personalmente non ho letto libri che ricorrono ad un amore malato, perchè la maggior parte ricorrono nella categoria Dark Romance ed io me ne tengo ben lontana, ma so quanto sia gettonata la cosa, sopratutto in Italia.

Il caso più unico che raro è stato il tanto agognato – tanto per fare un esempio – Cinquanta Sfumature di Grigio.

Fan sfegatati, odiatemi ora o tacete per sempre.

Io qui lo dico e qui lo ammetto non ho visto ne il film ne ho letto il libro e sinceramente solo a leggere la trama (come vale lo stesso per il trailer) mi si accapponava la pelle. Da brava quale sono però, mi sono documentata, perchè non posso parlare senza conoscere – ovviamente – quindi mi sono letta la trama completa che riassume in poche righe il succo della storia. 

Così cita testualmente Wikipedia

Ad Anastasia viene proposto un contratto, in cui sono elencate le “regole” da seguire durante la relazione con Christian: il loro rapporto dovrebbe essere ricondotto al ruolo di Dominatore e Sottomessa, Anastasia firmandolo acconsentirà a far divenire Mr Grey padrone e manipolatore di ogni aspetto della sua vita. Christian è abituato a non avere nessun tipo di relazione affettiva con una donna, il contatto è limitato alla sola vita sessuale, in cui lui impartisce ordini e la donna deve compiacerlo o verrà punita. I comandi variano dal tipo di vita da seguire durante la giornata, agli atteggiamenti da avere durante i momenti di intimità: così il bello e affascinante Christian si rivela essere un uomo sadico e masochista, dalle tendenze sessuali fuori dalla norma.” 

Udite udite: il bello è che sta scema oltre a firmare il contratto, che già dico…vabbe… (Se fosse nella realtà, fatevele due domande, voi lo fareste? NO GRAZIE!) ma ci si innamora pure. Che bella storia d’amore. (E’ Ironia *perchinonlocapisse*).

E questo è solo uno degli esempi ma ce ne sono davvero a bizzeffe e la gente è lì a idolatrare il belloccio di turno senza pensare che i libri/film che siano non sono solo tali ma portano dei messaggi. Ora ditemi, che messaggio porta questo libro? O tanti altri come questo?

Libri di donne che si innamorano del proprio stupratore, storie di violenza che magicamente diventa amore o persone che si annullano totalmente perchè sono vittime di ciò che subiscono. Ok, esiste la sindrome di Stoccolma e va bene (fino a un certo punto) ma cavolo, non vi cimentate mai in ciò che leggete? Sinceramente una cosa del genere mi farebbe solo che schifo e non mi passerebbe mai per l’anticamera del cervello di innamorarmi del mio aguzzino. (E prego che la pensiate nello stesso modo se no stiamo andando verso il declino più assoluto). Qui, allora nasce spontanea la domanda: come fa tanto a piacervi questa roba? Non ne ho idea.

Il brutto di questi libri che trattano l’amore malato in se, è che tendono a giustificare sempre il lato del cattivo, come se chi fa queste cose – quindi lo stupratore, l’aguzzino, o chicchessia, sia sempre commiserato e fatto passare per il *poverino* di turno. NO, NESSUNA GIUSTIFICAZIONE.

Popolo di lettori, esprimetevi.


Detto questo, non mi dilungo troppo altrimenti il post viene pubblicato domani xD. Non odiatemi, mi piacerebbe sentire qualche vostra opinione.

A presto,

Sara.

ECHI LONTANI, VOCI VICINE #18

BUON POMERIGGIO LETTORI!

Oggi iniziamo il primo lunedì del mese con la mia rubrica.  Una citazione che più mi piace al mese (in teoria ma ho saltato qualche mese).

Di cosa parleremo oggi? Quale citazione avrete? 

Eccola qui:

Talvolta crediamo di aver nostalgia di un luogo lontano, mentre abbiamo soltanto nostalgia del tempo vissuto in quel luogo quando eravamo più giovani e freschi.
Così il tempo ci inganna sotto la maschera dello spazio.
Se facciamo il viaggio e andiamo là, ci accorgiamo dell’inganno.

– Arthur Schopenhauer


Arthur Schopenhauer (1788 – 1860) è un filosofo del diciannovesimo secolo. Abbraccia il filone dell’Illuminismo e del Romanticismo, e alle teorie di Platone seguendo una scia di dottrine per lo più orientali.


Cosa ne pensate? Fatemi sapere se questa citazione vi piace, io l’adoro.

A presto,

Sara. ©

SEGNALAZIONE #32 – LA FINE DEL MONDO ARRIVA DI VENERDI’ DI ISABEL C. ALLEY.

BUON POMERIGGIO CARI LETTORI!

Oggi, invece che di venerdì che ho un altro post tutto per voi, ho deciso di lasciarvi una segnalazione! Di cosa si tratta? Di un libro che leggerò nel mese quindi avrete presto anche una recensione.

Di chi vi sto parlando?

copertina-acinf-sito2b252812529Titolo: La fine del mondo arriva di venerdì

Autore: Isabel C. Alley

Casa editrice: auto-pubblicato

Genere: Romance

Data di pubblicazione: 19 maggio 2017

Formato: ebook (cartaceo presto disponibile)

Prezzo ebook: € 2,99

Pagine: 280

Sito web: http://www.isabelcalley.com

Facebook fan page: https://www.facebook.com/DiarioIsabel

Scheda Goodreads: https://www.goodreads.com/book/show/35153623-la-fine-del-mondo-arriva-di-venerd?from_search=true

Link Amazon: http://amzn.eu/4OBb7e1

Disponibile anche su Kindle Unlimited

Trama: Può una piccola decisione, apparentemente priva d’importanza, cambiare un’intera esistenza? Può l’amore, il sentimento più brillante e puro che esista, risvegliare un cuore assopito e renderlo allo stesso tempo così vulnerabile? Giulia avrebbe potuto ottenere la vita perfetta: una brillante carriera da avvocato, due splendidi bambini, un marito medico elegante e distinto. Invece si ritrova sola, in una mattinata di fine giugno, a boccheggiare per i trenta gradi della sua casa e il post-sbronza del venerdì sera. Durante il suo viaggio verso una meta solida e sfarzosa, uno strano meccanismo arriva a cambiare la direzione dei binari su cui il treno Giulia si sta muovendo: un meccanismo che porta il nome di Lia. È la sua nuova coinquilina, romana, con una zazzera enorme di riccioli in testa, a scuotere Giulia dall’apatia che tormenta le sue giornate, portandola con sé nel mondo della rievocazione storica. È là, tra allegri festeggiamenti, danze intorno al fuoco, abiti di lino e radure immerse nei monti che Giulia conosce la libertà, la spensieratezza, l’amore. È là che conosce Fran. Fran, capace di portare l’oro dell’estate nel grigio inverno di Giulia. In estate, però, nascono anche le tempeste e non sempre le tempeste si placano. A volte possono lasciare dietro di loro un vuoto oscuro, come se ci si trovasse, tutto a un tratto, alla fine del mondo. La fine del mondo può arrivare nel momento più inaspettato, prendendo da sola un appuntamento con ognuno di noi. Per Giulia ha scelto il venerdì. 

Biografia:

Isabel C. Alley: emiliana, impiegata, cosplayer. Passa tutto il giorno con la testa tra le nuvole, anche se a volte è costretta a tornare con i piedi per terra per buttare giù un bilancio o una dichiarazione dei redditi. Nerd fino al midollo, se non vi risponde si è probabilmente persa nella lista dei saldi di Steam. Ama la lettura, la scrittura, i videogiochi e la rievocazione storica. Doveste mai capitare a casa sua, vi accoglierebbe con le mani piene di stoffe, sogni e colla a caldo, insieme ai suoi bellissimi gatti. Ha scritto la serie de “I Diari di Isabel” e il libro “La Boulevard”. “La fine del mondo arriva di venerdì” è il suo quinto romanzo.


Cosa ne pensate? Io lo trovo interessante e spero si riveli tale. Io vi aspetto come sempre!

A presto,

Sara. ©

PROSSIME USCITE PER DEAGOSTINI, FAZI e LAINYA, SONZOGNO, MARSILIO, NEWTON COMPTON E MONDADORI

BUON POMERIGGIO CARI LETTORI!

Come state? Ecco qui che vi presento le novità delle prossime settimane! Quante sono? Tante, come al solito ma io ve le divido come sempre per ogni Casa Editrice e mi piacerebbe sapere quale preferite/aspettate! Ecco qui:

DEAGOSTINI

Wolf 2Titolo: Wolf 2. Il giorno della vendetta 
Autore: Ryan Graudin
Data di pubblicazione: 6 giugno 2017
Il secondo, attesissimo capitolo della serie bestseller iniziata con Wolf.
Trama: È il 1956 e il mondo è in fermento: dopo decenni di dominio assoluto, Hitler è stato assassinato e la Resistenza è pronta a prendere le armi. A innescare la scintilla è stata Yael, la ragazza dagli straordinari poteri mutaforma, miracolosamente sopravvissuta al campo di concentramento. È solo grazie al suo coraggio se il Nuovo Ordine ha le ore contate. O almeno così tutti credono. Ma la verità è molto più complicata di come appare, e le conseguenze di quanto è accaduto sono devastanti. Ora Yael è in fuga in territorio nemico. Non è sola, però. Insieme a lei ci sono Luka e Felix, i due ragazzi che ha dovuto tradire per portare a termine la sua missione e che adesso vuole proteggere a ogni costo. Ed è nel bel mezzo del caos che il passato e il futuro di Yael si scontrano, obbligandola a fare i conti con i propri sentimenti. L’adrenalinica conclusione dell’appassionante saga di Ryan Graudin, iniziata con Wolf. La ragazza che sfidò il destino. Un romanzo straordinario dal finale travolgente, in cui l’arma più letale non è quella capace di uccidere, ma quella in grado di condizionare interi popoli.


Time DealTitolo: Time Deal 
Autore: Leonardo Patrignani 
Data di pubblicazione: 13 giugno
Il ritorno di un grande autore italiano di fama internazionale.
Trama: Ci sono promesse che non possono essere mantenute. Come quella che Julian ha fatto ad Aileen. Era solo un bambino quando l’ha vista per la prima volta, e se n’è innamorato perdutamente. Da quel momento ha giurato che non l’avrebbe lasciata mai. Che sarebbe rimasto con lei per sempre. Ma si può davvero promettere per sempre? Non in una città come Aurora. Una metropoli schiacciata da un cielo plumbeo e soffocata dall’inquinamento, in cui l’aspettativa di vita è scesa drasticamente. Almeno fino all’arrivo del Time Deal, un farmaco in grado di arrestare l’invecchiamento cellulare. Nessuno ne conosce i possibili effetti collaterali, solo qualcuno immagina quali possano essere le conseguenze morali e sociali. La città è divisa in due: da una parte chi insegue ciecamente il sogno della vita eterna, dall’altra chi invece rifiuta di manipolare la propria esistenza e preferisce che il tempo scorra secondo natura. Julian è tra questi ultimi. Ma Aileen non ha avuto scelta: figlia di un noto avvocato, che finanzia da sempre la casa farmaceutica del Time Deal, è stata sottoposta al trattamento. Finché qualcosa va storto. Aileen inizia ad accusare disturbi della memoria, e poi sparisce nel nulla. Julian però è disposto a tutto pur di ritrovarla. E di regalarle il loro per sempre. Dalla penna di un autore bestseller internazionale, un romanzo dal ritmo serrato e dalla travolgente storia d’amore. Una lettura sorprendente che vi terrà incollati fino all’ultima pagina.


Risultati immagini per dream magic deagostini

Titolo: Dream Magic

Autore: Joshua Khan
Editore: DeAgostini
Genere: Fantasy
Data di uscita: 16 maggio 2017
Trama: Le persone in tutta la Gehenna stanno scomparendo, persino il timorato esecutore Tyburn. Molti dei nobili credono che i sequestri siano opera dei troll settentrionali e quando Baron Sable e altri vanno a combatterli, Castle Gloom è lasciato nelle mani degli scudieri. Lily sta lottando con i suoi crescenti poteri da negromante. Il castello si riempie di fantasmi, attratti come le falene dalla magia. Gli zombie vagano in campagna, alcuni che già erano lì, altri risvegliati da Lily. Le famiglie sono turbate dai morti che ritornano, quindi Lily cerca di includerli nella vita quotidiana, nel risentimento dei vivi.

Poi Lily viene attaccata nel suo castello da un misterioso mago conosciuto come Dreamweaver, un giovane uomo determinato a conquistare Gehenna con i gioielli-ragni, strane creature cristalline il cui morso non uccide, ma spinge le vittime a dormire. Lily scopre presto che Dreamweaver raccoglie i sogni per alimentare la sua magia. Lily entra nel regno del sonno noto come il tempo del sogno, nel tentativo di risvegliare tutti i sognatori prigionieri. Ma si trova intrappolata dentro un sogno, dove la sua famiglia è ancora viva. Con l’aiuto di Thorn e di Ade, sempre fedele, dovrà in qualche modo superare il malvagio Dreamweaver usando la propria magia contro di lui e recuperare il suo regno.


FAZI:

Titolo: Absence – Il gioco dei quattro
Autore: Chiara Panzuti
Collana: LaynYA
Genere: Fantasy
Pagine: 382
Prezzo:  cartaceo 15,00 / ebook 6,99 

TramaViviamo anche attraverso i ricordi degli altri. Lo sa bene Faith, che a sedici anni deve affrontare l’ennesimo trasloco insieme alla madre, in dolce attesa della sorellina. Ecco un ricordo che la ragazza custodirà per sempre. Ma cosa accadrebbe se, da un giorno all’altro, quel ricordo non esistesse più? E cosa accadrebbe se fosse Faith a sparire dai ricordi della madre? La sua vita si trasforma in un incubo quando, all’improvviso, si rende conto di essere diventata invisibile. Nessuno riesce più a vederla, né si ricorda di lei. Non c’è spiegazione a quello che le è accaduto, solo totale smarrimento. Eppure Faith non è invisibile a tutti. Un uomo vestito di nero detta le regole di un gioco insidioso, dove l’unico indizio che conta è nascosto all’interno di un biglietto: 0°13’07”S78°30’35”W, le coordinate per tornare a vedere. Insieme a Jared, Scott e Christabel – come lei scomparsi dal mondo – la ragazza verrà coinvolta in un viaggio alla ricerca della propria identità, dove altri partecipanti faranno le loro mosse per sbarrarle la strada. Una corsa contro il tempo che da Londra passerà per San Francisco de Quito, in Ecuador, per poi toccare la punta più estrema del Cile, e ancora oltre, verso i confini del mondo. Primo volume della trilogia di Absence, Il gioco dei quattro porta alla luce la battaglia interiore più difficile dei nostri giorni: definire chi siamo in una società troppo distratta per accorgersi degli individui che la compongono. Cosa resterebbe della nostra esistenza, se il mondo non fosse più in grado di vederci? Quanto saremmo disposti a lottare, per affermare la nostra identità? Un libro intenso e profondo; una sfida moderna per ridefinire noi stessi. Una storia per essere visti. E per tornare a vedere.


Risultati immagini per Strade di notte faziAutore: Gajto Gazdanov
Titolo: Strade di notte
Traduzione di Claudia Zonghetti

Collana: Le strade

Pagine: 250

Prezzo: euro 16,50

ISBN: 978-88-9325-067-2
Sinossi: Un tassista russo vaga per le strade buie della Parigi degli anni Trenta. È una Parigi misera e splendida, popolata da un sottobosco di personaggi ai margini: nobili decaduti, filosofi alcolizzati, prostitute in disgrazia, emigrati afflitti da manie di persecuzione. Sono animali notturni, le mille sfaccettature della disperazione umana. Incontri fugaci regolati dal caso, compagni di viaggio con cui condividere un pezzo di strada nell’inevitabile cammino verso la morte. Il tassista osserva, ascolta e si lascia trascinare nelle loro tragiche, insulse esistenze per sfuggire alla solitudine che lo attanaglia e all’amara consapevolezza della vacuità della propria vita, una vita priva di legami e di futuro, una vita da esule, da eterno viaggiatore in terra straniera. E sullo sfondo aleggia lo spettro della grande Russia, patria perduta e rimpianta, della quale in queste pagine si respira tutto il fascino malinconico.


Risultati immagini per il volto ritrovatoAutore: Wajdi Mouawad

Titolo: Il volto ritrovato

Collana:Le strade

Pagine: 200

Prezzo: euro 17,00

Isbn: 978-88-7625-951-7

Trama: Wahab è un bambino libanese brutalmente colpito dalla violenza della guerra civile appena scoppiata. Il conflitto imperversa, e la famiglia decide di trasferirsi in “un paese lontano e piovoso”. È l’addio di Wahab alle montagne bianche della sua infanzia, alla sua terra, alla sua lingua madre. Passa qualche anno e un giorno, rientrando da scuola, Wahab trova l’appartamento inspiegabilmente cambiato, soprattutto nel luogo che gli era più familiare, la sua camera. L’incubo diventa insostenibile quando non riconosce più la madre, né la sorella. Si convince così di essere diventato pazzo e decide di fuggire da quella casa ostile. Comincia allora la fuga dell’adolescente: Wahab affronta il freddo, la solitudine, il terrore di essere scoperto e punito. Una serie di incontri misteriosi scandisce le varie tappe del suo peregrinare, finché lo ritroviamo, ormai diciannovenne, pittore. Attraverso le sue tele si sforza di ricostruire il volto della madre, grazie al quale, paradossalmente guidato dalla collera, conduce il proprio tentativo di riconciliazione. Giunto al capezzale della madre morente, Wahab riconosce finalmente il volto dimenticato, e ritrova nei suoi tratti tutta la propria esistenza.


SONZOGNO

Autore: Gary Taubes
Titolo: Contro lo zucchero
Dal 8 giugno in libreria
Trama: Negli Stati Uniti e in altri paesi, compreso il nostro, l’obesità è un problema molto comune. Il diabete, inoltre, è più diffuso che mai. Nel mondo industrializzato, queste e altre patologie a esse correlate – come per esempio l’ipertensione, le malattie cardiovascolari e i tumori – affliggono la nostra salute alla stregua di vere e proprie epidemie. Eppure gli stili di vita stanno cambiando: la lotta al sovrappeso è all’ordine del giorno e l’imperativo “mangia di meno e muoviti di più” sembra avere attecchito presso gran parte della popolazione. Ma allora cos’è successo? Cos’è che non va? Con lo scrupoloso stile scientifico e divulgativo che lo contraddistingue, Gary Taubes dimostra che è sbagliato accusare le nostre presunte pigrizie e golosità. Il vero colpevole è un altro: lo zucchero. Le sue responsabilità continuano a essere minimizzate, se non addirittura sottaciute, per ignoranza e perfino per la presenza di forti interessi economici. Scavando nella storia di questa “dolce sostanza” – dai suoi usi come conservante nei cibi e come additivo nelle sigarette, fino all’abuso di fruttosio e altri surrogati – l’autore smonta la maggior parte delle nostre idee preconcette (ed errate), offrendo una nuova prospettiva che ci permette di prendere decisioni informate sull’utilizzo dello zucchero, come individui e come società.

Il romanzo sulla grande regina
da cui è tratta la serie tv di successo
trasmessa in Italia da
 laeffe

Autore: Daisy Goodwin
Titolo: Victoria
Dal 1 giugno in libreria

Trama: Vittoria ha solo diciott’anni quando, nel 1837, la morte dello zio Guglielmo IV la innalza al trono d’Inghilterra. Esce da un’adolescenza malinconica e nei suoi primi giorni da regina viene guardata a vista dalla madre e dall’onnipresente e ambizioso Sir Lord Conroy, che esercita una grossa influenza sugli affari di stato e si sente minacciato dal carattere indipendente della giovane sovrana. Sebbene il potere la seduca fin da subito e le conferisca una straordinaria energia, le prime mosse dell’inesperta Vittoria sono però piuttosto avventate, soprattutto quando solleva pesanti, e ingiusti, sospetti contro l’inseparabile dama di compagnia di sua madre, accusata di intrattenere una relazione con l’odioso Conroy. Questo e altri passi falsi gettano una luce sinistra sulla regina, che non piace né al parlamento né ai sudditi. Gli scandali si succedono, insieme agli intrighi della corte per ostacolare la sua ascesa. Inoltre, agli stentati inizi sembra che stia per aggiungersi un matrimonio di pura convenienza dinastica. E invece… Le nozze con il cugino Albert si riveleranno il felice punto di svolta della vicenda pubblica e sentimentale di Vittoria d’Inghilterra, destinata, grazie alla non comune abilità politica e all’intrepida personalità, a segnare l’Ottocento britannico e a diventare una delle più grandi figure femminili della storia.


MARSILIO

Risultati immagini per sillabario di malintesi marsilioAutore: Francesco Merlo

Titolo: Sillabario dei malintesi

Storia sentimentale d’Italia in poche parole

collana Nodi 

Pagine: 416

Prezzo: € 20,00

Trama: Ci sono parole come «rottamare», «torni a bordo, cazzo!», «comunismo», «lucciole» e «musulmano», che in un certo momento storico sono state al centro di tutto, «capitali» della vita italiana. L’Italia e il suo linguaggio sono i principali protagonisti della militanza di Francesco Merlo nel giornalismo, un mestiere «che si sta irrimediabilmente guastando». «Ho cominciato giovanissimo a raccontare il progetto politico delle convergenze parallele e ora sto qui a raccontare il progetto politico del vaffa», scrive di sé l’autore che prova a comporre la storia d’Italia dal dopoguerra a oggi associando parole invece di date e luoghi. Così la parola «terrone» esplora il Sud e si combina con «Unità», «briganti», «emozioni». «Casa» spiega il paesaggio e il potere, «tangente» la corruzione, «referendum» illumina la monarchia, l’aborto, il divorzio… e il «sì ma anche no». Questo libro non insegue i significati e le etimologie, e non è una difesa purista della lingua. È una narrazione di parole che decifrano Milano e Roma, il delitto Moro, la fine della Dc, lo stile Agnelli e la musica di Morricone. E sono parole i caratteri di un popolo: furbizia, doppiezza, trasformismo, peccato. E poi, nel paese delle parolacce e del chiasso, c’è il silenzio di quegli italiani che non sprecano parole. Questo sillabario propone un metodo e, alla fine, scopre che le parole non somigliano alle cose che nominano, e che dunque la storia d’Italia è una storia di malintesi.


Risultati immagini per Il tramonto di una nazioneAutore: Ernesto Galli della Loggia

Titolo: Il tramonto di una nazione

Retroscena della fine

Collana Nodi

Pagine: 352

Prezzo: € 20,00

Trama: «Una nazione al tramonto è un paese che non riesce più a crescere, che si smaglia e si disunisce, e che consuma una frattura con il proprio passato, non riuscendo neppure più a immaginare un futuro. Smarrito il filo della sua vicenda novecentesca, l’Italia odierna è in una condizione siffatta». Ernesto Galli della Loggia ha raccontato negli ultimi vent’anni la crisi del nostro paese in tutte le sue forme: la politica scossa dalla fine delle appartenenze e dal trionfo dell’antipolitica, la società incapace di conciliare multiculturalità e salvaguardia della tradizione nazionale, i valori cristiani indeboliti sotto il peso di innumerevoli tensioni. Passando in rassegna senza sconti tutti i sintomi di un malessere quotidiano –assenza di visione della politica, ristagno dell’economia, una giustizia piena di ambiguità e dai tempi esasperanti, un sistema d’istruzione che non riesce più a fungere da ascensore sociale, il divario Nord-Sud che si aggrava –, queste pagine restituiscono oggi un impietoso ritratto politico e sociale dell’Italia incapace di essere protagonista del proprio tempo. Una metamorfosi tale da indurre l’autore a una considerazione solo apparentemente paradossale: «Sono nato italiano ma mi viene da chiedermi, a volte, se morirò tale. Nella mia generazione, quella che ha visto la luce durante o a ridosso della guerra, sospetto proprio di non essere il solo che più o meno consapevolmente si pone una domanda come questa».


Questa notte morirai
Autore: Viveca Sten

Titolo: Questa notte morirai

Pagine: 432
Collane: Farfalle / I GIALLI
ISBN: 978-88-317-2750-1

Prezzo: ebook 9,99

Trama: Nella moltitudine di isole e isolotti che si estende a perdita d’occhio al largo di Stoccolma, Körso è da sempre terreno proibito. Per molti anni quella piccola isola dominata da un’alta torre ha ospitato il durissimo addestramento di un celebre corpo di truppe scelte, rimanendo interdetta ad abitanti e turisti dell’arcipelago. Anche Thomas Andreasson, di nuovo in servizio all’anticrimine di Nacka, dal quartier generale di quel reparto d’élite si è per lo più tenuto alla larga, ma ora è lì che lo portano le indagini sulla morte sospetta di uno studente di psicologia, trovato impiccato nella sua stanza. Marcus Nielsen, ventidue anni, lavorava a una tesina sull’ambiente militare e stava raccogliendo materiale sui soldati dell’Artiglieria costiera che stazionavano a Körso. E forse è proprio in quel luogo, che solo uno stretto separa da Sandhamn e di cui nessuno sembra sapere nulla, che vanno cercate le ragioni della sua morte. Thomas decide di approfondirne la storia e si rivolge a Nora: chi meglio di lei, l’amica d’infanzia che nell’arcipelago ha trascorso ogni estate della sua vita, potrebbe aiutarlo nelle ricerche? Nora ha alle spalle un divorzio faticoso, ed è ben felice di potersi distrarre. In un’appassionante caccia alla verità sullo sfondo magico di una natura incantevole, Thomas e Nora intuiscono che il male del presente ha le sue radici nei drammatici segreti che l’isola custodisce. Segreti su cui, negli anni, in troppi hanno taciuto, alimentando una furia cieca che ora esige la propria vendetta.


NEWTON COMPTON

Titolo: Lo sbaglio

Autore: Elle Kennedy

In uscita il: 08/06/2017

Prezzo: € 10,00
ISBN: 9788822704320
Pagine: 320

The Campus Series
Dall’autrice del bestseller Il contratto

Trama: John Logan, tra i ragazzi più popolari dell’università, può avere qualsiasi ragazza. È una stella dell’hockey, ha fascino da vendere e nessuno ha il coraggio di negargli nulla. Ma dietro il suo sorriso assassino e quei modi da ragazzo sicuro di sé, si nasconde una crescente disperazione per ciò che lo aspetta dopo la laurea. Una strada senza uscita e il progetto di una vita in cui non si riconosce. Un incontro sexy con la matricola Grace Ivers è la distrazione perfetta per non pensare al futuro, ma quando un banale errore manda a monte la loro avventura, Logan decide che trascorrerà l’ultimo anno cercando di ottenere una seconda possibilità. Questa volta però le regole del gioco le detta lei, e non ci saranno concessioni né scorciatoie…


MONDADORI: 

atlas obscuraTitoloAtlas Obscura: Guida alle meraviglie nascoste del mondo

Autore: Dylan Thuras, Ella Morton, Joshua Foer

Pagine: 488

Prezzo: 35 €

Data di uscita: 06/06

TramaNato da un popolarissimo sito web, Atlas Obscura raccoglie oltre 600 luoghi tra i più bizzarri e misteriosi al mondo. Un compendio di prodigi naturali e architettonici in grado di ispirare al tempo stesso meraviglia e il desiderio irrefrenabile di viaggiare. Dal pozzo a gradini in India che ricorda un’opera di Escher alle grotte delle lucciole in Nuova Zelanda, dal gigantesco baobab in Sudafrica che ospita al suo interno un bar alla “festa del salto del neonato” in Spagna, Atlas Obscura ci delizia mostrandoci tutto quanto, al mondo, è inaspettato, misterioso, nascosto. E ancora, il grande organo a stalattiti in Virginia, il cratere in Turkmenistan – detto la “Porta dell’inferno” – che brucia da oltre 45 anni, le bare appese alle pareti rocciose di un promontorio nelle Filippine, o il “pronosticatore di tempeste” azionato da sanguisughe conservato nel Devon, in Inghilterra… Più Wunderkammer che guida tradizionale, Atlas Obscura è dedicato al viaggiatore da poltrona come all’amante delle avventure più estreme. Con descrizioni accurate e avvincenti, centinaia di fotografie, grafici e mappe di ogni regione del mondo, è un libro da aprire dove capita e leggere. Con un’unica avvertenza: una volta cominciato è impossibile smettere.


Sei QuattroAutore: Hideo Yokoyama

Titolo: Sei Quattro

 

Prezzo: euro € 20,00

Pagine: 600

Trama: Una ragazzina convinta di avere un viso bruttissimo smette di andare a scuola e poi abbandona i genitori senza farsi mai più trovare. Il padre – capo dell’ufficio stampa del dipartimento della polizia di Tokyo – non solo è martoriato dalla sua vicenda personale, ma continua a ricevere misteriose telefonate mute legate a un caso infelice che risale a vent’anni prima: un’altra ragazza sparita nel nulla e che la polizia non è riuscito a risolvere. L’indagine immersa in una sorta di burocrazia “esotica” ci racconta la complessa natura gerarchica della società giapponese, con i suoi rituali stravaganti e ferrei, dolorosi e soggiogati da un concetto di onore e sottomissione sconosciuti per il lettore occidentale. Se Mikami Yoshinobu, il capo ufficio stampa della polizia regionale, potesse trasferire lo sconforto che prova nel corpo di un suo nemico, quest’ultimo stramazzerebbe di schianto per il dolore: sua figlia Ayumi è scappata da casa, a soli sedici anni, e da tre mesi è introvabile. L’ultima volta che Mikami l’ha vista era accovacciata al buio in un angolo della sua stanza e si colpiva il volto con i pugni, se lo graffiava. “Non la voglio questa faccia” gridava. Ayumi era convinta di avere un viso bruttissimo, come quello del padre. Questo straordinario crime giapponese, paragonato dal “Guardian” ai romanzi di Stieg Larsson, si apre con una scena all’obitorio dove Mikami, appunto, è stato chiamato per identificare un corpo di ragazza, forse quello della figlia. Che non è, con sollievo dell’ex ispettore. Per ovvie associazioni, dolorosi ricordi si fanno strada nella mente del poliziotto riportandolo al 1989, il sessantaquattresimo e ultimo anno dell’era Shúwa, e a un problematico caso che la polizia all’epoca non era riuscita a risolvere. Una bambina era stata rapita e uccisa, nonostante il pagamento del riscatto richiesto. I colpevoli mai trovati. L’impopolare caso Sei Quattro, come era stato chiamato, che da anni ormai aveva steso un’ombra sulla credibilità del dipartimento e delle istituzioni, in una società dove il primo comandamento è quello di “non lasciare mai un crimine impunito”. Un caso che riemerge drammaticamente ora, dopo quattordici anni, dal momento che il capo della Polizia nazionale vuole venire in visita per scusarsi ufficialmente con la famiglia della fanciulla uccisa. Piccoli fuochi si accendono nella memoria di Mikami, forse un’anomalia nelle procedure, forse alcuni comportamenti non chiari dei colleghi, forse alcuni vuoti nel castello di una burocrazia vasta e complessa. Lentamente, in modo inesorabile, la maledizione del caso Sei Quattro riprende la sua forma più spaventosa per attirare nuove vittime nella tenebra. Romanzo epico sul raffinato sistema dei rapporti relazionali ed etici all’interno della società e delle istituzioni giapponesi – una cultura comportamentale a noi sconosciuta -, il libro è stato confrontato, per la sofisticata costruzione, a una torre Jenga – in cui ogni elemento, anche il più periferico, deve essere mantenuto perché l’equilibrio della struttura non venga compromesso. Anche per questo ormai si parla di Sei Quattro come di un bureaucracy thriller, unico esemplare di un nuovo genere. Sei Quattro ha venduto, in Giappone, un milione di copie in sei giorni dall’uscita ed è stato recentemente pubblicato da prestigiosi editori, in Inghilterra e in America, divenendo un caso editoriale.


Cosa ne pensate? Io aspetto un vostro commentino!

Alla prossima,

Sara. ©

RECENSIONE #61 CARRY ON DI RAINBOW ROWELL

BUONASERA CARI LETTORI!

Oggi vi presento la recensione di un nuovo libro che è uscito da poco nelle librerie ed è edito Piemme editore, che ringrazio infinitamente per questa lettura. Sto parlando di:
carry-onTitolo: Carry on
Autore: Rainbow Rowell
Editore: Piemme
Pagine: 538 
Prezzo: ebook €6,99 e cartaceo €17,00
Data di pubblicazione: 21 marzo 2017 
SinossiSimon Snow è il peggior prescelto di sempre. Questo è ciò che sostiene Baz, il suo compagno di stanza. Baz potrà anche essere un vampiro e un nemico, ma ha probabilmente ragione. Per la maggior parte del tempo infatti Simon non sa far funzionare la sua bacchetta, oppure non sa controllare il suo inestinguibile potere mandando tutto a fuoco. Il suo mentore lo evita, la sua ragazza lo ha lasciato, e un mostro con la sua faccia si aggira per Watford, la scuola di magia in cui frequentano l’ultimo anno. Allora perché Baz non riesce a fare a meno di stargli sempre intorno?

RECENSIONE: 

La storia innanzi tutto è una fan-fiction. Sapete cos’è una fan-fiction? 

Una fanfiction o fan fiction (abbreviato in fanfic, FF o fic) è un’opera scritta dai fan prendendo come spunto le storie o i personaggi di un’opera originale, sia essa letteraria, cinematografica o televisiva…  (Fonte Wikipedia)

Per chi ha letto Fangirl è facile riconoscere i personaggi di questo libro: la stessa autrice, infatti, utilizzava Cath la protagonista di Fangirl come scrittrice di fan fiction dell’opera dell’autrice Gemma T. Leslie e utilizza i suoi stessi personaggi, Simon e Baz, per una storia tutta sua. (Gemma T. Leslie è stata comunque inventata da Rainbow Rowell quindi è una fan-fiction di se stessa diciamo xD) La storia comunque è simile ad Harry Potter quindi si tratta di una storia di magia e scuole fantastiche, personaggi fantastici e amori incantati.

Quindi passiamo all’inizio di questa di storia. Ci troviamo con Simon Snow, il Prescelto, che torna alla scuola di magia di Watford dopo una lunga estate di solitudine in uno dei tanti orfanotrofi che ogni anno è costretto a passare in rassegna. L’Arcimago, ovvero il preside della scuola, pensa che per lui sa meglio così. Ma proprio mentre è sulla strada per Watford, si ritrova in pieno combattimento con un essere che vuole catturarlo. Simon con la sua spada lo uccide e si rimette in cammino.

Una volta arrivato, Snow, ritroverà Penelope ed Agatha, rispettivamente migliore amica e fidanzata, che l’aspettano con ansia. In più, sa già che ritroverà il suo acerrimo nemico Basil Tyrannus Pitch, meglio conosciuto come Baz, con cui condivide la sua stanza.

Ma un mistero avvolgerà la scuola dove il misterioso Tedio è sempre in agguato. Riuscirà Simon a dare un senso a tutto quello che succede? Riuscirà a sconfiggere il Tedio?

Mentre alle cose belle non mi sono concesso di pensarci affatto. Ecco cosa fa impazzire davvero, la nostalgia delle cose belle. Ho una lista di tutte le cose che mi mancano di più, ma mi impedisco di passarla mentalmente in rassegna finché non mi trovo a un’ora da Watford. Allora la scorro punto per punto. L’effetto è lo stesso di quando ci si immerge piano piano nell’acqua fredda. Però al contrario… un immergersi graduale in qualcosa di piacevolissimo, in modo che lo shock non ti sconvolga. Avevo undici anni quando ho iniziato la mia lista di cose belle, e forse a questo punto un paio di voci potrei anche cancellarle, ma è più difficile di quanto si creda.

La trama è giusta e non dice troppo rispetto a quello che dovrebbe essere. Non svela quasi niente ma è comunque buona.

La copertina mi piace molto e rispetto all’originale è decisamente ben fatta. (La trovate qui di lato) Ne ho visto anche una versione che sembra quasi di leggere un fumetto. Una cosa davvero penosa. Devo riconoscere che qui la Piemme ha fatto davvero un buon lavoro. Il titolo non è stato tradotto e direi che anche questo è un bene ed apprezzo vivamente la cosa. Il titolo stesso si riferisce al testo di una canzone a quanto ho potuto capire dal libro ma è comunque significativo di per se. Ecco il pezzo a cui mi riferisco:

«Easy come, easy go. Little high, little low. » Mi faccio avanti in silenzio, non voglio interromperlo a metà di un incantesimo. Specialmente se sta cercando di resuscitare una persona.«Carry on, carry on» canta l’Arcimago.

Carry on significa Proseguire/Andare Avanti quindi ci sta all’interno della storia.

La storia si svolge tra Watford, la scuola di magia e Londra e l’epoca è decisamente moderna. Dei maghi dei nostri tempi.

Gli sollevo il mento.«Baz. » «Vattene, Snow. » «Non sei un mostro» dico. Nella mia mano il suo viso è freddo quanto quello di un cadavere. «Mi sono sbagliato. Per tutti questi anni. Sei un bullo. Uno snob. E uno stronzo totale. Ma non sei uno di loro. » Lui fa per allontanare il viso, ma io lo tengo stretto. Quando apre gli occhi, vedo due pozze di grigio, di nero e di sofferenza. Non riesco a sopportarlo. Ringhio di nuovo. E il fuoco si ritrae. «È questo ciò che merito» mi dice. Scuoto la testa. «Be’, non è quello che merito io, però. » «Allora vattene. » Vedo il tremolio del fuoco riflesso nei suoi occhi, significa che l’incendio ci circonda. «No. Non ti ho mai girato le spalle. E non comincerò certo adesso.»

I personaggi sono diversi e la storia si bilancia su più livelli. Troveremo:

Simon è un mago, il Prescelto e l’erede dell’Arcimago. Un ragazzo chiuso, solo e che si circonda di pochi ma buoni amici. Un tipo sbadato, potente e a tratti anche piuttosto bizzarro.

Baz è un mago ma è anche un vampiro. L’acerrimo nemico di Simon Snow con cui divide la stanza. Ma è anche studioso, attento ai rischi e innamorato – oltre che figo su tutti i fronti.

Penelope è la classica maga brava, intelligente e perspicace. Lei per ogni cosa ha una soluzione. Ma è decisamente un’ottima amica e una attenta osservatrice di cause e conseguenze per Simon e per chi li circonda.

Agatha è il una delle ragazze più carine della scuola, chiusa ed introversa. Il personaggio, oltre che punto di vista, che ho detestato di più. E’ opportunista, non è chiara sui propri sentimenti risultando falsa, e volta le spalle ai propri amici fregandosene altamente.

…e molti altri che scoprirete leggendo.

«A nessuno interessa se sei gay» commenta lui gelido. Sono seduto di traverso ora, vedo il suo profilo. Ha gli occhi stretti e la bocca è una riga diritta. «Insomma…» E mi va via la voce. Sono una frana in queste situazioni. «Mi piace guardarti. » Mi getta un’occhiata veloce e abbassa le sopracciglia, ma non si gira. «Mi piace questa cosa» continuo.«Questa cosa che stiamo facendo. » Mi ignora. «Mi piaci tu» dico. «E non m’importa se io non ti piaccio, ci sono abituato. Non saprei come comportarmi se fosse altrimenti. Però tu mi piaci, Baz. Mi piace questa cosa. Mi piace aiutarti. Sapere che stai bene. Quando in autunno non sei tornato a scuola, quando non c’eri… ho creduto di impazzire.» «Pensavi che stessi complottando contro di te. » «Sì» rispondo. «Però mi mancavi. » Scrolla la testa. «Tu non sei normale…» «Lo so. Ma questa cosa la voglio comunque, se me la permetti.» Baz si volta finalmente a guardarmi. «Che intendi per questa cosa, Snow?» «Questo» insisto.« Voglio essere il tuo ragazzo. Il tuo pessimo ragazzo.»

Il perno centrale è la storia tra Simon e Baz e l’evolversi della stessa. Inoltre anche il Tedio ha rilevanza particolare all’interno della storia: una minaccia per il mondo magico che i ragazzi dovranno saper affrontare quando sarà il momento.

Lo stile utilizzato è semplice e fluido oltre che coinvolgente, tipico della Rowell. Inizialmente ho fatto difficoltà ad ingranare non per lo stile ma per il personaggio, Simon, di per se molto chiuso e piuttosto solo. Quindi entrare nella sua ottica è stato difficile infatti ho apprezzato molto di più Baz con il proseguire della storia.

La storia si suddivide in libro primo, secondo e terzo in cui al suo interno sono contenuti i vari capitoli e i vari punti di vista.

Troveremo il punto di vista di Simon di Baz, di Penelope, Agatha, Lucy e l’Arcimago. Quindi la storia sarà molto variegata e troveremo diversi modi di vedere, diverse personalità e diversi eventi.

Butto fuori tutta l’aria di colpo e mi alzo. Poi mi giro verso la porta e chino la testa. Abbasso la voce, per non farmi sentire dalle altre ossa: «So che in genere vengo quaggiù per dirti che mi dispiace. Ma oggi sono qui per dirti che me la caverò. Non permettermi di essere una delle cose che ti impediscono di trovare la pace, madre. Ti prometto che me la caverò». Aspetto qualche istante, giusto… giusto per essere sicuro. Poi esco dalle Catacombe …

Insomma, questo libro è un misto fra Harry Potter – tra scuola e personaggi è c’è somiglianza: Snow è un Potter depresso, Baz è un Malfoy audace e figo, Penelope è la classica Hermione di turno mentre per Agatha non ho trovato nessuno di vagamente somigliante.) e i suoi personaggi, le creature di Narnia e i vampiri di non so cosa. Capisco che detta in questi termini non è rassicurante ma vi assicuro che vale la pena leggere questa storia.

Ho adorato la storia d’amore fra Baz e Simon. Mi sono innamorata anche io di questi due ragazzi (Tanto per la cronaca: Mi sono innamorata di Baz anche io, sappiatelo xD) ed è stato bellissimo leggere la spensieratezza e l’evolversi del tutto. Proprio come in Fangirl, l’autrice non si smentisce e riesce a far innamorare il lettore passo dopo passo, riga dopo riga.

Coinvolgente, valida e spensierata. Ti trascina in un mondo magico e ti fa innamorare perdutamente.

Un bel libro a cui dare una chance. Consiglio? Ovviamente, come non potrei.

Il mio voto per questo libro è di : 4 conchiglie.

picsart_09-22-09.39.42-2.jpg


Cosa ne pensate? Una storia di stregoneria e magia  tutta da leggere. Aspetto vostre opinioni.

Alla prossima,

Sara. ©

ECHI LONTANI, VOCI VICINE #17

BUON GIORNO LETTORI BELLI!

Buon inizio settimana a tutti e buon lunedì!!!! Oggi partiamo con ala rubrica “RIMODERNATA” passata da citazione della settimana a citazione del mese – per motivi logistici e pratici della sottoscritta.

Cosa vi aspettate oggi? Cosa pensate che vi lascerò da leggere come ispirazione del mese?! Tenterò di sorprendervi un pochino utilizzando qualcosa di particolare e che voglio leggere assolutamente.

“Non c’erano risa, né cori o suono d’arpe, e la fierezza e la  speranza suscitate nel loro cuore dal canto delle antiche canzoni sul lago si erano spente in una stanca malinconia. Sapevano che stavano per arrivare alla fine del viaggio, e che poteva essere una fine davvero orribile.”

-J.R.R. Tolkien (Lo Hobbit)

Se presa all’interno del libro ha un significato particolare. Ma immaginatelo nella vita, è una frase dura e allo stesso tempo toccante. La fine del viaggio può essere un qualcosa di cui possiamo tirare le somme, fieri e positivi ma può essere anche negativo. Ecco questo può essere un dubbio e l’ignoto a cui si va incontro pur sapendo di aver preso una scelta ben precisa.

John Ronald Reuel Tolkien (1892 – 1973) è stato uno scrittore inglese, filosofo, poeta e professore universitario. E’ conosciuto come autore dei grandi classici fantasy come Lo Hobbit, Il signore degli Anelli…


Cosa ne pensate? Lasciate un commento,

vi aspetto!

Sara. ©