SEGNALAZIONE #202 – L’ULTIMA FATA 3 – CUORI INFRANTI DI STEFANIA BERNARDO.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Sono qui di nuovo con voi con una nuova uscita che spero possa piacervi e incuriosirvi. Che ne pensate? Fatemi sapere cosa ne pensate, mi raccomando! Ecco a voi:

Segnalazione: "L'ultima Fata 3 - Cuori Infranti" di Stefania Bernardo, Self  Publishing - La bottega dei libriTITOLO: L’Ultima Fata 3 – Cuori Infranti
AUTORE: Stefania Bernardo
EDITORE: Self – Publishing
VOLUME: N. 3 (conclusivo della saga L’Ultima Fata)
LUNGHEZZA 240 pagine
GENERE: rosa storico – fantasy
DATA DI USCITA: 26 febbraio 2021
PREZZO: 0,99 €
FORMATI DISPONIBILI: ebook, cartaceo e Kindle Unlimited
GLI ALTRI DUE VOLUMI DELLA SAGA
1 – Il signore dei Boschi
2 – La Corte Malvagia

QUARTA DI COPERTINA: C’era delicatezza e potenza, in lei, in quel momento. La stessa che mostrava la natura durante il temporale. Una bellezza mozzafiato eppure pericolosa. Il cuore infranto di una fata può essere il più crudele dei nemici. William è ritornato in Scozia ma decide di voltare le spalle ai vecchi legami. Una decisione, la sua, in grado di scatenare conseguenze imprevedibili. Eira, rimasta sola, tenterà in ogni modo di comprendere il potere che cresce in lei sempre più forte. Un richiamo che si tinge di tinte oscure. Una maledizione che sta per essere spezzata. Cuori Infranti è l’ultimo volume di una saga che vi farà immergere in oscure lotte di potere tra i clan, seguendo le orme del Piccolo Popolo e di un amore complicato e testardo come la Scozia.

ESTRATTO

Lei fermò i suoi passi e poi girò di scatto il volto. Parte della treccia si era sciolta e ora fili d’oro le incorniciavano il viso.
La foschia del bosco li aveva quasi raggiunti e sembrava che Eira stesse fluttuando su un mare di nuvole. Gli occhi ardevano,
limpidi come l’acqua di fonte e allo stesso tempo furenti come le spume delle onde in un giorno di tempesta. C’era delicatezza
e potenza, in lei, in quel momento. La stessa che mostrava la natura durante il temporale. Una bellezza mozzafiato eppure
pericolosa. William si ritrovò a trattenere il respiro, stretto a metà tra un rispetto reverenziale e l’amore che non riusciva più a
fermare.

L’AUTRICE

Stefania Bernardo nasce a Ivrea il 17 dicembre 1985. È autrice di romance storici e d’avventura. Ha esordito con
il romanzo La Stella di Giada, a cui fanno seguito Royal Fortune e Scura come la notte. Affascinata dalla storia
inglese e scozzese, ha studiato con particolare attenzione il XVIII secolo, gli Hannover, le rivolte giacobite e le
biografie dei pirati più famosi dell’epoca. Bliss è il suo primo romanzo contemporaneo.

Contatti:
Sito: stefaniabernadoblog.com
Facebook: https://www.facebook.com/stefaniabernardoautrice/
Instagram: https://www.instagram.com/stefania_bernardo_/
Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/184468896212475/185641676095197


Cosa ne pensate? Fatemi sapere io vi aspetto sempre ovviamente con opinioni e qualsiasi cosa vogliate!

A presto,
Sara ©

SEGNALAZIONE #201 – IL SIGNORE DELLA COMUNICAZIONE DI MARIA CHIARA PIAZZA.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? E buon giovedì cari e bei lettori ed oggi vi porto un nuovo libro che spero – ovviamente come sempre – che possa incuriosirvi e piacervi. La copertina promette bene, no? Curiosi? Ecco a voi:

Il signore della comunicazione - Maria Chiara Piazza - Libro - ISEAF - I  sassi neri. Serie verde | IBSTitolo: Il signore della comunicazione
Autore: Maria Chiara Piazza
Editore: ISEAF Books
Collana: I sassi neri. Serie verde
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 8 ottobre 2020
Pagine: 22
Brossura
EAN: 9788832212211
Genere: Urban Fantasy
Peso: 0,374 Kg
Dimensione: 15x2x21 cm

Trama: Hermes, il dio della comunicazione, è un anziano pellegrino che vaga per la Terra incessantemente, presidiando ogni flusso di notizie. Ma tutto è un Far West e tutto è mosso da vanità. Vorrebbe farla finita, ma a un immortale non è concesso neanche di morire. Non resta che la vendetta, con un piano di comunicazione volto al male per realizzare, attraverso Social Media, Dark Web, Fake News e balorde app informatiche, il suo programma di distruzione totale. Sarà l’arrivo sulla scena di Marie, infaticabile ufficio stampa dell’ONU, di una celebre coppia di youtubers e di uno scienziato pazzo a mandare di traverso i suoi piani, mostrando che ancora per l’uomo, forse, c’è una flebile speranza.

ESTRATTO

CAPITOLO PRIMO

PROLOGO
IL VECCHIO PELLEGRINO

Avanzava solitario, con passo fermo e pesante. La testa piegata verso terra, senza guardarsi intorno, senza contare più le miglia percorse, né il tempo trascorso. Camminava. Camminava sempre. Ora in una landa infuocata ripresa dall’alto da un elicottero; ora sul luogo di un delitto illuminato da un flash; ora nel corridoio di un Ministero spiato da una fonte in incognito; ora su un barcone clandestino alla deriva, inquadrato da un fotoreporter. Il suo incedere aveva un ritmo rallentato, viaggiava su una frequenza fissa, con un’andatura moderata e prudente. Attraversava folle di persone in fuga da paesi in guerra, code di automobili su autostrade allagate, scalava gli spalti di uno stadio in delirio e percorreva navate di cattedrali gremite. Sapeva parlare ogni lingua, padroneggiava tutte le culture e conosceva la totalità dello scibile. Il mondo, nella sua vastità, era il luogo della sua esistenza e, percorrendolo incessantemente, dava forma e sostegno alla sua dottrina. Non si fermava mai, non poteva farlo, il suo compito lo obbligava ad andare ovunque ci fosse bisogno di lui. Nei secoli, il suo potere si era esteso in maniera titanica, ma contrariamente i segni di questa potenza non risiedevano nella sua fisicità. Poeti, scultori e storici lo avevano sempre ritratto come un giovane atletico senza barba. Oggi, invece, era un vecchio canuto, irsuto e appesantito. Il viso rugoso, il corpo segnato dai colpi del tempo e dalla sua vertiginosa evoluzione. Gli occhi stretti in piccole fessure lasciavano intravedere poco della sua forza e della sua astuzia proverbiale. Uno sguardo spento e triste contrassegnava il suo viso, rivolto al mondo con rassegnato disinganno. Ad ogni passo, si sosteneva al suo caduceo o kerỳkeion, un bastone vecchio e scheggiato come lui. A tracolla portava sempre un borsellino di pelle, custode di una molteplicità di risorse. Un piccolo guscio di tartaruga era il ciondolo che ondulava intorno al suo collo, un avvoltoio lo scortava dall’alto volando e un gallo, dal piumaggio nero, trotterellava zelante al suo seguito. I suoi abiti da viaggiatore erano consunti e strappati in più punti. L’himation, il mantello che gli ricadeva sulle spalle, usurato da millenni di peripezie, era liso e frusto e nulla faceva ipotizzare che quell’indumento potesse essere tanto prodigioso, da renderlo invisibile ad occhio umano. I mortali non potevano vedere né lui, né gli animali a lui sacri che lo accompagnavano sempre. Da secoli ormai, aveva scelto di non apparire, di non intervenire più sul libero arbitrio altrui, ma solo di presenziare agli eventi e catalogare gli atti. Gli bastava battere le mani o schioccare le dita o soffiare l’aria con le labbra, sulle orecchie degli uomini, perché il suo potere si manifestasse, assecondando le loro relazioni, trasmissioni e informazioni. Sapeva da tempo che il suo intervento non avrebbe contribuito a migliorare le cose, l’uomo era divenuto un corridore indipendente, incurante dei segnali divini e poco incline all’ascolto. Portava come di consueto il petaso e i talari, il cappello e i sandali alati, strumenti indispensabili al suo mestiere, ma anche quei simboli divini erano consumati e logori. Riusciva ancora a volare, certo, ma quanta fatica ad ogni salto nello spazio, quanto dolore sentiva sulle gambe e sulla schiena ad ogni svolta e atterraggio. Lo sbattere delle ali non era più agile e lesto come un tempo, si era fatto arduo e gravoso. Un’artrosi connaturata lo piegava e non c’era cura per la sua infermità. Neppure il riposo gli era consentito, era vincolato alla sua natura e alla sua funzione. Era una macchina ammaccata, ingolfata e lorda che procedeva solo per inerzia. Poteva ritrovarsi di fronte allo scenario spaventoso di intere foreste abbattute da venti tempestosi di scirocco, oppure a quello di ruderi di costruzioni, divelte da terremoti, e di corpi morti sotto le macerie. L’ubiquità era il suo dono e la sua maledizione.


Cosa ve ne pare? Pensate possa piacervi? Io spero di si, c’è anche un bel prologo! Io vi aspetto come sempre.

A presto,
Sara ©

SEGNALAZIONE #200 – ELBRUS DI GIUSEPPE DI CLEMENTE E MARCO CAPOCASA.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Sono qui per proporvi una nuova segnalazione di un libro di cui vi avevo già parlato e che ho già recensito (trovate QUI la recensione) ma che se vi siete persi, è giusto che lo prendiate in considerazione. Ecco a voi:

Risultato immagini per Elbrus Autore: Giuseppe Di Clemente e Marco CapocasaTitolo: Elbrus
Autore: Giuseppe Di Clemente e Marco Capocasa
Pagine: 313
Data di uscita: 15 ottobre 2020
Editore: Curcio 
Trama: Anno Domini 2113. La Terra è al collasso. I cambiamenti climatici prodotti dal riscaldamento globale hanno determinato nuovi equilibri geopolitici. Il sovrappopolamento e le migrazioni di massa verso i paesi “non più freddi” sono parte di un problema più esteso: l’imminente scarsità di risorse che permettano il sostentamento del genere umano nel prossimo futuro. L’esplorazione spaziale ha fallito nel suo obiettivo fondamentale, la fondazione di colonie autosufficienti dove l’Uomo del futuro potesse emanciparsi. Gli ostacoli non sono quelli dovuti alle tecnologie disponibili, ma alla natura stessa della specie umana. Ma la soluzione è dietro l’angolo e viene da un altro sistema solare, dalle cui profondità siderali, decine di anni più tardi, un messaggio risveglierà il Viaggiatore e con lui tutti i suoi simili.

BOOKTRAILER

ESTRATTO

Eccola l’arroganza dell’uomo che erode gli equilibri che la natura ha costruito in milioni di anni, a
opinione di molti l’ennesimo sopruso, un abominio di leghe di metallo.

BIOGRAFIA

Giuseppe Di Clemente nasce a Roma nel 1976. Appassionato fin da ragazzo di astronomia e fantascienza, la necessità di comprendere talune dinamiche della nostra esistenza lo porta a conseguire la laurea in economia, il che dà un’ulteriore impronta alla sua personalità, contribuendo a una visione complessa e contraddittoria del mondo. Nasce così il suo primo romanzo Oltre il Domani (L’Erudita – Giulio Perrone Editore, 2019), un racconto trasversale, dove la fantascienza è genere e pretesto per interrogarsi sul futuro degli uomini.

Marco Capocasa, antropologo molecolare, deve la sua passione per la fantascienza alle letture dei classici di questo genere. Laureato in Scienze Biologiche e in Antropologia Culturale, successivamente ha conseguito un dottorato di ricerca in Antropologia Molecolare. Autore di decine di articoli su riviste scientifiche internazionali, insieme a Giovanni Destro Bisol ha recentemente pubblicato due libri di divulgazione scientifica: Italiani. Come il DNA ci aiuta a capire chi siamo (Carocci, 2016) e Intervista
impossibile al DNA. Storie di scienza e umanità (il Mulino, 2018). Elbrus è il suo esordio nella narrativa del fantastico.

https://scholar.google.com/citations?user=NUcLwEYAAAAJ&hl=it
https://www.researchgate.net/profile/Marco_Capocasa
https://www.goodreads.com/author/dashboard?ref=nav_profile_authordash


Cosa ne pensate? Pensate che possa piacervi? Fatemi sapere, io sono sempre curiosa di avere vostre opinioni, vostre idee!

A presto,
Sara ©

SEGNALAZIONE #199 – PIU’ CHE UMANO (IL PASSATO CHE NON C’E’ PIU’) DI FABRIZIO “JORILY” ZUCCARI.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Sentite odore di week end nell’aria? Io si e non vedo l’ora di riposarmi un po’, ne ho la necessità. Spero che dalle vostre parti vada tutto per il meglio. Per sollevarvi un po’ il morale io al solito propongo delle belle letture che so che aspettavate. Ecco a voi:

downloadTitolo: Più che umano (Il passato che non c’è più)
Autore: Fabrizio “Jorily” Zuccari
Editore: Lupieditore
Genere: Sci-fi/Poliziesco
Prezzo: 4,99€ (Kindle) – 14,99€ (Paperback)
Formato: Kindle –  Kindle Unlimited e Cartaceo
Data di uscita: 26/06/2020

TramaIn un mondo futuro che non è più il suo il detective Adam Lasttri prova a ricostruire il puzzle di piccoli pezzi del suo passato intrecciando la sua vita con indagini su trafficanti di organi, omicidi, potenti corporazioni e la sua nuova famiglia di colleghi della polizia di Cidice, Città di Costa Est, la megalopoli una volta nota come New York. Riuscirà un detective newyorkese, rimasto ibernato per oltre duecento anni, a risolvere un caso che potrebbe salvare la razza umana e restituirgli il suo passato?

Estratto:

“«Come ti ho ripetuto in passato, Adam, quelle che noi chiamiamo memorie cognitive, sembra siano rimaste intatte: la tua conoscenza delle arti marziali, l’uso delle armi, le leggi del codice penale, in quanto fanno tutte parte di quell’area del tuo cervello più interna, che ha subito di meno gli effetti dell’ibernazione.» Con un altro gesto noncurante Schwany alzò ulteriormente la luce del suo ufficio e
si sedette dietro alla scrivania trasparente dove erano comparsi, nel momento stesso in cui si era seduto, una serie di rapporti e dati statistici e fisiologici del sottoscritto. «È la tua corteccia esterna che, temo, abbia subito il danno maggiore. La tua capsula non si è aperta normalmente, ma è stata perforata dal laser di una scavatrice…» reclinò la testa all’indietro e lo schienale della sua poltrona si adattò alla nuova posizione.
«Non voglio darti vane speranze: è altamente improbabile che tu possa, anche in un lontano futuro, recuperare i tuoi ricordi. Lo scongelamento non controllato e le scariche elettriche usate per riattivarti il battito ti hanno letteralmente fatto un reset di quell’area del cervello: quelle informazioni NON CI SONO PIU’.»

Link sito web: https://www.facebook.com/Jorily69
Booktrailers: https://www.youtube.com/user/piopopolino

Biografia

Fabrizio “Jorily” Zuccari, 3/8/1969. Cittadino del mondo, sognatore del XX secolo di creature fantastiche e navi spaziali che vanta ricordi della TV in bianco e nero. Cresciuto in parallelo alla storia dell’informatica, ambito nel quale lavora da più di 25 anni, trova sempre riflessi di colore anche tra i grigi 1 e 0 dei bit del suo computer. Ha pubblicato diverse raccolte di racconti brevi comici, fantastici e romantici. Finalmente alla sua “prova del romanzo vero”.


Cosa ve ne pare? Pensate possa piacervi? Fatemi sapere ovviamente, io vi aspetto come sempre!

A presto,
Sara ©

SEGNALAZIONE #198 – IL DUCA TRADITO DI JESS MICHAELS.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Cosa mi raccontate di bello? Io niente di che se non vorrei che sta pandemia finisse, comincia davvero a stressarmi sta cosa. Detto questo, ecco qui che vi lascio un nuovo libro che spero allieterà le vostre giornate. Siete curiosi? Ecco a voi tutti i dettagli:

Il duca tradito eBook: Michaels, Jess, Nanni, Isabella: Amazon.it: Kindle  StoreTitolo: Il duca tradito (titolo originale: The broken duke)
Autore: Jess Michaels
Traduttore: Isabella Nanni
Editore: The Passionate Pen LLC
Genere: Romance storico
Prezzo ebook: € 3,99 – disponibile in Kindle Unlimited
Prezzo cartaceo: € 14,55
Data pubblicazione: 16 febbraio 2021
Serie: Il Club del 1797
Lunghezza: Romanzo autoconclusivo in versione integrale (70.000 parole)
Grado di sensualità: da restare a bocca aperta
Questo è il terzo libro della serie Il Club del 1797.
Trama/Sinossi: Adelaide Longford è la zitella intellettualoide meno considerata di Londra e a lei va bene così. Essere ignorata le dà la possibilità di uscire di casa di nascosto e assumere segretamente le vesti dell’attrice più famosa del momento, Lydia Ford. Recitare su un palcoscenico e sentire gli applausi di chi la guarda è l’esperienza più emozionante della sua vita. Fino a quando non entra nella sua vita Graham Everly, Duca di Northfield. Il duca è un uomo distrutto dopo l’umiliante perdita della sua fidanzata di lunga data per colpa del suo presunto migliore amico e iniziano una relazione carnale che le accende la passione in corpo. Graham non capisce perché sia ​​così attratto sia dall’occhialuta e salace Adelaide sia dall’appassionata Lydia, ma ben presto si ritrova emotivamente coinvolto con entrambe e indeciso su quale futuro perseguire. Quando Graham scoprirà l’identità segreta di Adelaide, sarà in grado di accettare entrambe le parti della giovane donna? E riuscirà a salvarla da un pericolo in agguato che nessuno dei due avrebbe mai potuto prevedere? 

Estratto

«Raccontatemi di voi» chiese con un tono un po’ troppo tagliente. A quel punto Adelaide si girò e lo fronteggiò. Aveva gli occhi spalancati e le mani serrate davanti a sé. «Raccontarvi… di me?» Graham incrociò le braccia. «Andiamo. Abbiamo tutti un passato. In questo momento mi chiedo come diavolo ve ne restiate a fare da tappezzeria. Siete interessante e intelligente.» La giovane alzò leggermente gli occhi al cielo. «I due tratti distintivi di una zitella, Vostra Grazia, dovreste saperlo.» Lui si fece avanti, solo un po’. Non abbastanza per i suoi gusti, ma abbastanza perché gli occhi di Adelaide si spalancassero leggermente nell’oscurità. «E attraente» aggiunse, sorpreso di scoprire che lo pensava davvero. Nonostante i suoi capelli raccolti, il vestito orrendo e gli occhiali che gli impedivano di vedere bene i suoi occhi, c’era qualcosa di interessante nel suo viso affilato. Zigomi alti, labbra carnose, collo lungo e bello. Adelaide fece un lungo passo indietro e quelle labbra carnose si assottigliarono in un’espressione corrucciata. «Che cosa state facendo?» Graham sbatté le palpebre. La maggior parte delle donne avrebbe riso e cinguettato davanti al suo complimento, ma Adelaide sembrava davvero… arrabbiata. «Che cosa sto facendo?» ripeté e si sentì piuttosto stupido ad aver ripetuto a pappagallo le sue parole. Lei annuì. «Vi state prendendo gioco di me. Siete stato nelle sale da ballo con me dozzine di volte e non mi avete mai degnato nemmeno di uno sguardo.» Graham si agitò leggermente. «Be’, non sono più fidanzato adesso.» Adelaide aggrottò la fronte e smise di tenere intrecciate le mani. Lo fissò per un attimo, due, troppo a lungo, troppo da vicino. E poi lo sconvolse quando gli girò intorno e tornò nella sala da ballo. «Buonanotte, Vostra Grazia» gli disse da sopra la spalla, fredda e sprezzante. Lui si voltò a guardarla allontanarsi, la vide chiudersi la porta alle spalle e lasciarlo solo sulla terrazza. Ed era scioccato dal fatto che voleva seguirla. Prenderla per il braccio. Costringerla a continuare la loro conversazione. E non era qualcosa che si era aspettato quando l’aveva scelta per ballare. E non era qualcosa che voleva. Niente affatto.

Biografia autore

Jess Michaels è un’autrice bestseller di USA Today. Sebbene abbia iniziato come autrice tradizionale pubblicata da Avon/HarperCollins, Pocket, Hachette e Samhain Publishing, e anche da Mondadori in Italia nella collana “I Romanzi Extra Passion”, nel 2015 è passata al self publishing e non si è mai guardata indietro! Ha la fortuna di essere sposata con la persona che ammira di più al mondo e di vivere nel cuore di Dallas. Quando non controlla ossessivamente quanti passi ha fatto su Fitbit, o quando non prova tutti i nuovi gusti di
yogurt greco, scrive romanzi d’amore storici con eroi super sexy ed eroine irriverenti che fanno di tutto per ottenere quello che vogliono senza stare ad aspettare.

Biografia traduttrice

Isabella Nanni si è laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne ed è iscritta al Ruolo Periti ed
Esperti della CCIAA di Bologna per la categoria Traduttori e Interpreti. Le sue lingue di lavoro sono Inglese, Tedesco e Spagnolo, da cui traduce verso l’italiano, lingua madre. A gennaio 2019 è
risultata vincitrice ex aequo del concorso di traduzione de “La Bottega Dei Traduttori”. Dopo la laurea ha seguito un corso di perfezionamento in Marketing e successivamente un Executive MBA presso il Politecnico di Milano. Ha lavorato in ambito Marketing, Comunicazione e Business Development per diverse aziende manifatturiere e di servizi a supporto delle attività internazionali. Da diversi anni è libera professionista e continua ad occuparsi di traduzioni, sia editoriali che tecniche anche in ambito legale. È inoltre consulente di business development per editori di testate trade.


Cosa ne pensate? Fatemi sapere ovviamente. Io vi aspetto come sempre.

A presto,
Sara ©

SEGNALAZIONE #197 – INGANNO IMPERFETTO DI ANDREA BINDELLA.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Siete pronti per una nuova segnalazione? Eccoci finalmente per un nuovo libro che spero possa piacervi, come tutti i libri che vi presento. A voi:

Inganno Imperfetto: Una razza tradita. La fine della libertà. eBook:  Bindella, Andrea: Amazon.it: Kindle StoreTitolo: Inganno Imperfetto
Autore: Andrea Bindella
Editore: Self Publishing
Genere: Fantascienza/Cyberpunk
Formato: Elettronico e Cartaceo
Pagine: 198
Prezzo: eBook € 2,49 / Cartaceo € 9,99
ISBN: 9798669993634
Quarta di Copertina: «Odio questo posto, questa prigione senza sbarre, questo pianeta infetto!»
Cosa faresti se la tua esistenza fosse divisa tra realtà e virtualità e se questa condizione diventasse imprescindibile? Se il tuo vissuto, ritenuto “reale”, si confondesse con delle sessioni di gioco virtuali?
La vita, sulla terra, ruota intorno a una fantomatica società che tiene in pugno i pensieri della gente attraverso un gioco, un’esperienza oltre-reale in grado di proiettare chiunque nelle più disparate situazioni; un gioco in cui emergono la vera natura e i desideri delle persone, una realtà che incatena e avvinghia ognuno tramite sofisticati chip nel cervello, tanto da rendere la partecipazione a queste “sessioni” una vera e propria dipendenza. Ma qualcosa inizia a muoversi: le persone cominceranno a chiedersi se la loro vita, i loro gesti, i loro stessi pensieri sono davvero parte del loro vissuto o se, piuttosto, questi pensieri non siano il frutto di una programmazione in grado di determinare il modo in cui percepiamo il mondo.

Acquista ora il romanzo Cyberpunk e scopri cosa sta succedendo sulla Terra!

Fallo ora, prima che sia – anche per te – troppo tardi.

Estratto

Prese posto in una fila centrale e con molta cautela cercò di farsi un’idea di chi fossero quelle persone intorno a lui e soprattutto di che genere di posto si trattasse. «Ben trovati, amici! Per aspera sic itur ad astra!» li salutò un uomo attraverso il microfono del palco. «Ad astra!» risposero in coro i presenti. «Per chi non mi conoscesse ancora, potete chiamarmi Baphomet» sorrise. «Ovvio che si tratti di un artifizio, come qui e tutto il resto». Un brusio si sollevò tra la folla. «Non vi agitate, è ancora presto. Se siete venuti qui è perché siete alla ricerca della verità e vi starete chiedendo tutti la medesima cosa: potrà Baphomet renderci uomini liberi?». Fece una breve pausa per osservare i volti dei presenti. «La verità, signori miei, vi renderà liberi!». Un applauso improvviso lo interruppe. «Vi prego, non c’è bisogno di applaudire. Non vorrete sembrare tante foche ammaestrate, voglio sperare, o almeno, lasciamo credere loro che non ci abbiano ammaestrato così bene, in fondo». «Rendici liberi, Baphomet!» urlò, una donna, tra la folla. «Sì! Rendici liberi!» strillarono, altre persone, in coro. «Tutto a suo tempo, l’importante è che non mi interrompiate ogni tre parole, altrimenti faremo notte solo con i convenevoli». La folla scoppiò a ridere. «Amici, fratelli! Verrà il giorno in cui ci ribelleremo, ma per farlo, dobbiamo tracciare un percorso e seguirlo fino alla meta. Sono tante le cose che ho da dirvi e vi assicuro» fece una breve pausa per dare più enfasi alle proprie parole «che molti di voi le rifiuteranno, nonostante le prove schiaccianti che vi mostrerò. Non preoccupatevi, è normale. Il cervello stenta a credere alla realtà quando questa è talmente assurda da dover essere per forza vera».

Inganno Imperfetto – Andrea Bindella

 

Biografia

Andrea Bindella è nato a Perugia e vive ad Assisi. A dodici anni inizia a scrivere la sua prima opera, un libro di fantascienza intitolato Il Ritorno delle Furie, “pubblicato” su un quaderno a quadretti, di quelli che si usavano alle medie. Pur coltivando la scrittura come passione, dopo aver conseguito il diploma all’Istituto Tecnico per Geometri, inizia gli studi in Ingegneria Civile che decide poi di interrompere per dedicarsi alla libera professione e aiutare la sua regione a rialzarsi dopo il terremoto del 1997. Quando la crisi finanziaria ed economica del 2008 travolge il suo settore professionale e tutto sembra perduto, Andrea trova la forza e il sostegno per andare avanti proprio nella scrittura: capisce che non serve piangersi addosso e che occorre rimboccarsi le maniche. Scrivere lo spinge a una continua riscoperta e crescita interiore. Oltre alla scrittura, Andrea ama cucinare, ascoltare musica rock, pop e jazz e fare lunghe passeggiate immerso nel rumore della risacca del mare d’inverno. Nel 2017 scopre il self-publishing; questa opportunità lo sprona a trovare la forza di tirar fuori dal cassetto le sue storie e pubblicarle.


Cosa ne pensate? Potrebbe fare il caso vostro? Fatemi sapere, ovviamente. 

A presto,

Sara ©

SEGNALAZIONE #196 – MARGHERITA E PUNTO – IL DILEMMA DI ESSERE AMATA DI SIMONETTA GALLUCCI.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Cosa leggete di bello? Io sono qui per lasciarvi una nuova segnalazione che spero prenderete in considerazione. Ecco che ve ne lascio traccia, spero che possa incuriosirvi:

Titolo: Margherita e punto – Il dilemma di essere amata
Autore: Simonetta Gallucci
Editore: Maratta Edizioni
Prezzo: € 12,00 cartaceo
Trama: Cos’è “Margherita e punto”? Una favola moderna. Margherita, la protagonista, è una di noi: come me, come te, come quella ragazza seduta da sola al tavolino del bar, come quella che ti dà il resto alla cassa del supermercato. Ognuna di noi può essere Margherita, con le sue insicurezze, le sue storie sbagliate e la voglia
di essere amata semplicemente per ciò che è. Così l’eroina di questa storia si lancia in amori fatui, sperimenta il mondo dei siti d’incontri, incappa in uomini complicati. Cade e si rialza. Fino a trovare l’amore vero, che le appare all’improvviso dopo una notte dolorosa e in una forma che non si sarebbe mai immaginata. Perché l’amore è così: inaspettato e travolgente. Grazie a quest’incontro Margherita imparerà ad accettarsi e ad avere il coraggio di essere semplicemente sé stessa.

BIOGRAFIA

Simonetta Gallucci, classe 1984, è pugliese di origine e milanese di adozione. Ha imparato a scrivere a quattro anni e da allora non ha praticamente mai smesso nonostante la vita, prima da studente e poi lavorativa, l’abbia portata in una direzione completamente diversa. Laureata in Economia, attualmente lavora in una società informatica. I suoi racconti sono stati più volte premiati in concorsi nazionali per autori emergenti.


Cosa ne pensate? Fatemi sapere, io vi aspetto sempre ovviamente con opinioni ed altro.

A presto,
Sara ©

SEGNALAZIONE #195 – IO SONO UNA FAMIGLIA – IL GABBIANO DI LIZ CHESTER BROWN.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci qui con una nuova uscita per voi che spero possa interessarvi. Una nuova segnalazione che spero possa incuriosirvi e interessarvi. A voi tutte le informazioni:

Titolo: Io sono una famiglia – il gabbiano
Autore: Liz Chester Brown (pseudonimo di Francesca Sivori)
Genere: Narrativa
romanzo
Pagine:
240
Sinossi: Sullo sfondo di una Liguria arroccata tra cielo e mare, il libro racconta le vicende di Arianna,
dall’infanzia all’età matura. Un dramma familiare moderno che, con la leggerezza di un
battito d’ali, non volge mai in tragedia grazie all’incrollabile forza dell’amore. La protagonista, nata e cresciuta senza l’amore materno, riuscirà infatti a uscire dal suo labirinto tirando fuori tutta l’energia positiva e costruttiva trasmessale dal padre e tenuta soffocata dalla malattia della madre. Un vibrante racconto che la stessa autrice accosta, per analogie di contenuto e di impalcatura narrativa, al Notturno op. 48 n. 1 di Fryderyk Chopin.

Premi Letterari:
– Menzione speciale:
Premio Nazionale di Poesia e Narrativa Alda Merini 2020
– Finalista:
Premio Letterario Nazionale Bukowski 2020
– 3° classificato:
Premio Nazionale Giovanni Bovio di Trani 2020
– Menzione di merito:
Premio Letterario Internazionale Città di Sarzana 2020
– Finalista:
Concorso letterario Mario Soldati 2020
– Menzione al Merito:
Primo Premio Internazionale Dostoevskij 2020
– Riconoscimento di Merito:
Premio Letterario Città della Rosa
– Menzione speciale:
Premio Letterario Nazionale di Torino Il Paliotto 2020

Presentazione del libro:
– Genova, febbraio 2019, da Fabio Caccia
presso Passeggiata libro Caffè di piazza Sarzana;
– Milano, novembre del 2019, da Angelo Foletto
al MaMu di via Soave (evento inserito nel programma di BookCity);
– Milano, febbraio 2020, da Ariel Pensa al Lapsus Libreria Caffè di via Meda;
– Marina di Pietrasanta, luglio 2020;
– Marina di Pisa, luglio 2020, presso la libreria Civico 14.

Il libro è presente in circa 300 librerie in tutta Italia:
https://www.iosonounafamiglia.com/librerie
https://www.bookdealer.it/libro/9791220055055/io-sono-una-famiglia-il-gabbiano

Per saperne di più:
– BLOG: http://www.iosonunafamiglia.com
– video di presentazione su youtube: https://youtu.be/ANlx146cZEo
– pagina FB : Liz Chester Brown.
– Instagram: liz_chester_brown

BIOGRAFIA

Classe 1960, Francesca Sivori è musicista. Per molti anni si è dedicata all’organizzazione e alla direzione artistica di eventi legati alla musica classica, a Genova e a Milano. Oggi lavora per l’orchestra AllegroModerato di Milano (www.orchestraallegromoderato.it): è pianista conduttore nei laboratori di musica da
camera e ha fondato un’orchestra AM in Madagascar, a Diego Suarez. ‘Io sono una famiglia – il gabbiano’ è il suo primo libro; lo ha auto pubblicato e lo sta distribuendo nelle librerie indipendenti di tutta Italia.
Ha in cantiere altri due libri, uno dei quali racconta la storia di Angelino, personaggio de “Io sono una famiglia – il gabbiano”. 

Un suo racconto è stato pubblicato nel portale rivista offline:
https://www.rivistaoffline.it/wp/2019/03/15/offline-n-3/
e tre nel blog di Booktomi:
http://www.booktomi.com/blog/?fbclid=IwAR2uwLek2VD0-U6SpnAcGAwFs3284ccdBSRbfmVUEXYKHQls_Y4LjF6Y_tQ


Che ne pensate? Fatemi sapere mi raccomando! Io vi aspetto come sempre, per opinioni, scambi, idee, qualsiasi cosa.

A presto,
Sara ©

SEGNALAZIONE # 194 – SULLA SOGLIA DI GIOVANNI PELI E STEFANO TEVINI.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Altro giro, altra corsa e vi presento una nuova lettura che spero possa piacervi o catturarvi. Stavolta è il turno di due autori che scrivono un libro particolare sicuramente. Siete pronti per questo? Ecco a voi:

Amazon.it: Sulla soglia - Peli, Giovanni, Tevini, Stefano - LibriTitolo: SULLA SOGLIA
di Giovanni Peli – Stefano Tevini
Editore: CALIBANO
Pagine: 184
Formato: 13×18
Prezzo: 14.00 €
Pubblicazione: 28/09/2020
ISBN: 9788894992762
Trama: Hanno vinto i buoni, e il futuro è diventato un inferno. Un’imprevedibile presa di coscienza globale ha trasformato il mondo in una dittatura di ciò che costituiva il riscatto morale della borghesia progressista, un vivere etico imposto per legge: politically correct, alimentazione vegan bio, decrescita e risparmio. Su tutto. Anche sulla vita umana. A 64 anni di età, si riceve obbligatoriamente l’eutanasia. Giovanni, 63 anni, ha poco tempo per recuperare il rapporto con ilo figlio Stefano entusiasta del regime, e per sognare una salvezza che sembra impossibile.

BIOGRAFIA

Stefano Tevini nasce nel 1981. Nel 2004 si laurea in Filosofia e subito si
avvicina alla scrittura, entrando a far parte del collettivo “Anonima Scrittori”.
Nel 2013 pubblica il suo primo romanzo, “Vampiro Tossico”, seguito da
“Testamento di una Maschera” nel 2015, entrambi per La Ponga. Sono del
2017 la raccolta di racconti “Riassunto delle puntate precedenti” (Augh!) e il
romanzo “Storia di cento occhi” (Safarà), oltre a diversi racconti in varie
antologie. Attualmente lavora come copywriter, lotta nel circuito del wrestling
indipendente e scrive di libri e fumetti per “Nocturno” e “Duels”, oltre a
collaborare con “Flatlandia”, il programma dedicato ai libri su Radio Onda
d’Urto. 


Giovanni Peli nasce nel 1978, ed è musicista, scrittore, bibliotecario ed
editore. Ha una vasta produzione poetica, musicale e in prosa, tra cui le
raccolte poetiche “Babilonia non dà frutti” (Eretica Edizioni, 2017), e “Incontro
al tuono vicino” (Prospero Editore, 2019), il romanzo “Il candore” (Oedipus,
2016) e i dischi “Sette giorni” (autoprodotto, 2019) e “Tutto ciò che si poteva
cantare” (Kandinsky Records, 2012).


Che ne pensate? Può fare al caso vostro? Potrebbe piacervi? Fatemi sapere, mi raccomando!

A presto,
Sara ©

 

 

 

SEGNALAZIONE #193 – DEDICATO DI PAOLO BIAGIOLI

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Eccoci qui giunti ad un altro fine settimana in cui vi lascio una nuova lettura da scoprire. Siete curiosi? Io di parlarvene si, quindi ecco a voi:

Vi segnalo un libro! - Dedicato di Paolo Biagioli ~ Passione LibriTitolo: Dedicato
AutorePaolo Biagioli
Genereraccolta
Casa editriceSelf-publishing
Formatoebook
Pagine31

Un viaggio bellissimo e commovente, a tratti persino struggente, che fa di Dedicato la cornice perfetta per una meravigliosa dichiarazione d’amore.

TRAMA:

Dedicato raccoglie le lettere d’amore piu belle, quelle piu intense, travolgenti e appassionate, scritte
dall’autore alla ragazza di cui e da sempre innamorato. Dedicato ripercorre, attraverso queste lettere,
gli anni di scuola che vanno dal loro primo incontro fino al giorno dell’addio, quando le loro strade
si dovranno, purtroppo, separare. 
Un viaggio bellissimo e commovente, a tratti persino struggente, che fa di Dedicato la cornice
perfetta per una meravigliosa dichiarazione d’amore.

BIOGRAFIA

Paolo Biagioli nasce a Jesi nel 1988. Tra le sue passioni c’è la lettura di romanzi e la chitarra. Dopo gli studi superiori si è buttato subito nel mondo del lavoro, coltivando però sempre la sua passione per la scrittura.


Vi aspetto, come sempre, qui con tantissimi libri. Fatemi sapere ovviamente che ne pensate! 
A presto,

Sara ©