BUONA PASQUA DA Milioni di Particelle!

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Oggi non ci saranno post relativi a libri o chissà cosa, voglio utilizzare questo posto solo per farvi i miei più sinceri auguri di Pasqua e per avvisarvi dei giorni in cui il Blog resterà a riposo.

Di domenica sapete che non pubblico mai nulla quindi il giorno di Pasqua sarei stata comunque ferma. Lunedì ci sarà un bellissimo evento che spero voi seguiate. Altro giorno in cui sarò ferma è il 1 Maggio. Il 25 Aprile ci sarà comunque un post e spero che continuiate a leggermi anche nei giorni di pausa e riposo.

Con questo, voglio farvi un grande augurio di buona Pasqua e… non mangiate troppa cioccolata!

Easter holiday concept with cute handmade eggs, bunny, chicks and party hats in bowl on wooden table

Preparatevi all’arrivo di tante novità librose e a delle novità in fatto di rubriche dal mese prossimo! Non vi spoilero nulla ma avrete il post di presentazione a breve quindi restate sintonizzati, mi raccomando!


Un abbraccio grandissimo!

A presto,

Sara ©

NOVITA’ IN LIBRERIA PER NEWTON COMPTON, FABBRI, RIZZOLI, DEAGOSTINI, SPERLING&KUPFER E FAZI EDITORE.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci qui con una lista bella sostanziosa di nuove uscite che sono arrivate in libreria o sono in procinto di uscita. Spero possiate trovare qualcosa di interessante tra le tante cose che stanno per popolare le nostre librerie. Ecco qui:

NEWTON COMPTON

Risultati immagini per Due cuori in affitto f. kingsleyTitolo: Due cuori in affitto

Autore: Feliscia Kingsley
Pagine: 352
Prezzo: € 10
E-book: € 5.99
Trama: Summer ha ventisette anni ed è californiana. Blake ne ha quasi trentatré ed è un vero newyorkese. Lei aspira a diventare una sceneggiatrice di successo, ma per ora è solo assistente del direttore di produzione di una serie tv. Lui è uno scrittore da svariati milioni di copie e i suoi bestseller sono sempre nella classifica dei libri più venduti. Summer è fidanzata con un uomo molto più grande di lei, mentre
Blake è single per vocazione. Lei è una persona ordinata, precisa e mattiniera, fa yoga e beve tè verde; lui fa colazione con un Bloody Mary e due sigarette, vive nel caos e non si sveglia mai prima delle due del pomeriggio. Summer e
Blake non hanno proprio niente in comune, a parte una casa delle vacanze negli
Hamptons, che per un mancato passaggio di informazioni è stata affittata a
entrambi. Qualcuno se ne deve andare, ma tutti e due hanno ottime ragioni per
restare. E le ragioni potrebbero aumentare con il passare dei giorni…


FABBRI

Risultati immagini per GIO EVANCENTO CUORI DENTROAutore: Gio Evan

Titolo: Cento cuori dentro

Il nuovo libro di Gio Evan, una storia intima sul filo dell’autobiografia, da un poeta che ha trasformato l’amore in una filosofia

Il 12 aprile esce in tutte le radio il nuovo singolo Himalaya Cocktail, che anticipa il secondo disco dell’artista previsto per l’autunno

Trama: Uno scrittore, Leon, il suo manager, Bruce, che è anche il suo migliore amico, un consigliere-santone di origine guatemalteca, Bongo, che non esce mai di casa. O meglio, esce di casa solo per salire sul suo tetto, ad ammirare il cielo. Leon è nel pieno di una crisi creativa ed esistenziale, che non fa che aggravarsi quando incontra la ragazza: non sa il suo nome, non sa da dove venga e non riesce neppure a parlarci, sa solo che è bellissima, come un’isola della Nuova Caledonia. E che l’atavica insicurezza che lo tormenta da sempre non potrà fare altro che mettersi di mezzo. Ma Leon non ha fatto i conti con l’irruenza pazza di Bruce, con la saggia lungimiranza di Bongo e, soprattutto, con i novantanove cuori che si porta dentro. Una storia intima sul filo dell’autobiografia, da un poeta che ha trasformato l’amore in una filosofia.


RIZZOLI

Autore: Cressida Cowell
Titolo: Il tempo delle streghe

Pagine: 390
Prezzo: € 17,50 
Dai 9 anni

Dopo Il tempo dei maghi un nuovo avvincente romanzo di avventura e magia tra coraggiosi guerrieri, astuti maghi e perfide streghe

Trama: Un enorme pericolo incombe sul Bosco Selvaggio: le Streghe sono tornate, il Re Stregone si è risvegliato ed è deciso a trovare la Magia-che-ha-potere-sul-ferro e a impossessarsene. Xar però ha un piano per sconfiggerlo e salvarsi dalla Magia Malvagia che, a causa di una macchia sulla sua mano, rischia di infettarlo. Peccato che lui sia rinchiuso nella prigione di Gormincrag… Nel frattempo la regina dei Guerrieri, Sychorax, ha convocato il celebre Fiutastreghe e i suoi cacciatori perchè scovino e distruggano queste creature malefiche. Ma il rischio è che insieme alle Streghe scoprano il segreto magico di Desideria, ragazza guerriera in possesso di un potente libro degli incantesimi. Ancora una volta i destini di Xar e Desideria sono destinati a incontrarsi e scontrarsi nella più improbabile delle alleanze.


Autore: Giulia Ciarapica 

Titolo: Una volta è abbastanza

Pagine: 368

Prezzo: € 19

Trama: Dal dopoguerra agli anni Sessanta, è una storia familiare tutta italiana quella narrata da Giulia Ciarapica – tra le blogger italiane più seguite – in questo suo primo romanzo. Annetta e Giuliana sono sorelle e vivono in un borgo sperduto dell’entroterra marchigiano. Sono diverse, ma l’amore che le unisce è viscerale, nonostante poi la vita lo metta a dura prova, come ci racconta l’autrice in pagine che scorrono veloci come solo nei migliori romanzi, aprendoci le porte di una comunità della provincia profonda, dove si combatte per il riscatto e tutti lottano per un futuro diverso. 


SPERLING&KUPFER

I fiori non dimenticanoTitolo: I fiori non dimenticano
Autore: David Whitehouse
Genere: Mystery

Data di uscita: 2 Aprile 2019

TramaDove ha trent’anni, ma non ha un passato: non sa niente della propria infanzia, dei genitori che non ha mai conosciuto, e neanche dello strano nome che gli hanno donato. Dal centralino del reparto emergenze di Londra, si occupa di risolvere i problemi che sconvolgono le vite altrui; mentre lui trascorre una vita solitaria. Tuttavia, la sua stessa esistenza viene stravolta all’improvviso quando la scatola nera del volo PS570 Giacarta-Londra, scomparso nel nulla nel 1984, viene ritrovata per caso nell’Oceano Indiano. Da quel momento, Dove inizia a rivivere nella sua mente ricordi che in realtà non gli appartengono. Quei ricordi, infatti, sono di Peter Manyweathers, un addetto alle pulizie di New York che, nel 1984, dopo aver ritrovato una strana lettera d’amore all’interno di un volume di botanica alla Brooklyn Library, era diventato un instancabile cacciatore di fiori rari. Una passione che aveva condotto Peter in una ricerca ai quattro angoli del mondo. Attraverso i ricordi di Peter, anche Dove percorrerà terre selvagge e meravigliose, rivivrà la grande solitudine di quello sconosciuto che abita la sua mente, ammirerà i fiori esotici e ne sarà conquistato. Forse, proprio nella ricerca dei fiori si cela la verità sul tragico destino del volo PS570. E forse, ripercorrendo i passi di Peter, Dove potrebbe svelare il mistero della propria identità.


Un ricordo ti parlerà di noiTitolo: Un ricordo ti parlerà di noi
Autore: Colleen Hoover
Genere: Romance

Data di uscita: 9 Aprile 2019

Trama: La storia tra Quinn e Graham è stata una vertigine di emozioni fin dal loro primo rocambolesco incontro. Si sono conosciuti nel giorno peggiore della loro vita, e da allora non si sono più lasciati. Oggi, però, quell’amore perfetto è minacciato dalle mille imperfezioni del loro matrimonio. Gli errori, i segreti e gli inevitabili contraccolpi della vita, accumulatisi nel corso degli anni, li stanno distruggendo. E allontanando. Non è facile individuare chi abbia più colpe. Ed entrambi sono bravi nel fingere che nulla sia cambiato. D’altronde, è duro ammettere che si è arrivati al capolinea quando l’amore c’è ancora. Si tende a credere che un matrimonio finisca solo quando la rabbia e il disprezzo prendono il posto della felicità. Ma Quinn e Graham non sono arrabbiati l’uno con l’altra. Semplicemente non sono più gli stessi di un tempo, stentano a riconoscere nell’altro la persona di cui si sono innamorati e il loro rapporto è pericolosamente vicino a un punto di non ritorno. A un passo dal vuoto, tuttavia, il ricordo di chi erano e una promessa racchiusa in una scatola di lettere custodita da tempo potrebbe salvare il loro amore, e loro stessi. Perché, a volte, l’amore ha soltanto bisogno di ritrovare la strada di casa. 

FAZI // LAINYA

è tempo di ricominciareAutore: Carmen Korn
Titolo: È tempo di ricominciare
Collana: Le strade
Pagine: 564
Prezzo in libreria: € 20
Prezzo E-Book: € 9.99
Data Pubblicazione: 08-04-2019

Trama: È il 1949. La guerra è finita. I nazisti sono stati sconfitti. Come molte altre città, Amburgo è ridotta a un cumulo di macerie e in parecchi si ritrovano senza un tetto sulla testa. Fra questi, Henny, che ha finalmente accettato di sposare Theo e continua a cercare la cara Käthe, che risulta ancora dispersa nonostante l’amica sia sicura di avere incrociato il suo sguardo, la sera di San Silvestro, su quel tram… Nel frattempo, mentre Lina e la sua compagna Louise aprono una libreria in città, Ida si sente delusa dal modesto ménage coniugale con il cinese Tian, pur avendo mandato all’aria il suo precedente matrimonio per stare con lui, e ricorda con nostalgia la sua giovinezza di rampolla di una famiglia altolocata. Sono in molti ad aver perso qualcuno di caro, e sono in molti ad attendere il ritorno di qualcuno, giorno dopo giorno, alla finestra. Ma per i sopravvissuti tornare a casa non è facile, si ha paura di cosa si potrebbe trovare, o non trovare più. Gli anni passano, i figli delle protagoniste crescono e anche loro hanno delle storie da raccontare. Sullo sfondo, la ripresa dell’economia tedesca e le rivoluzioni sociali che hanno scandito gli anni Cinquanta e Sessanta: lo sbarco sulla Luna, la costruzione del Muro di Berlino, il riarmo e la paura del nucleare, l’arrivo della pillola anticoncezionale, l’irruzione della televisione nella vita quotidiana delle famiglie, l’inizio dei movimenti studenteschi e la musica dei Beatles. Dopo Figlie di una nuova era, il secondo, attesissimo capitolo di questa fortunata e appassionante trilogia che racconta la vita di quattro amiche nella Germania del Novecento.


DEAGOSTINI

Le ragazze non possono entrare di [Lockhart, E.]Titolo: Le ragazze non possono entrare
Autore: Emily Lockhart
Genere: Youg Adult
Data di uscita: 30 Aprile 2019
Trama: Frankie ha tutto quello che una ragazza potrebbe desiderare. È bella, intelligente, non ha paura di dire quello che pensa e ha tutti i ragazzi ai suoi piedi, compreso Matthew, eccentrico, ricchissimo e irresistibile. Matthew è anche il leader della più antica società segreta del liceo super posh che entrambi frequentano. E Frankie darebbe qualunque cosa per entrarne a far parte. Per la prima volta nella sua vita, però, sembra proprio che debba accettare un “no” come risposta. Perché queste sono le regole. Perché le ragazze non possono entrare. Nel prestigiosissimo Ordine dei Basset Hound le donne non sono ammesse: tutti i membri sono rigorosamente maschi. Ma Frankie non è una studentessa come le altre. E non si ferma solo perché qualcuno le ha detto che per lei non c’è posto. Neanche se questo finisse con lo stravolgere le regole della scuola più antica e rinomata del mondo.

Cosa ve ne pare? C’è qualcosa che stavate aspettando? Fatemi sapere, mi raccomando!

A presto,

Sara

COVER REVEAL # – TRATTIENI IL RESPIRO DI DEBORA FERRAIUOLO.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Oggi vi porto un nuovo libro che spero riesca ad incuriosirvi come merita. La cover sta per essere svelata e, tenetevi pronti perchè è molto carina. I dettagli sono tutti qui sotto e spero che possa interessarvi. Ecco qui:

Titolo: Trattieni il respiro
Autore: Debora Ferraiuolo
Serie: The Breathless Series – Volume 2
Genere: Narrativa contemporanea
Casa Editrice: Ultra
Collana: Ultra Romance
Pagine: 282
Copertina: flessibile
Prezzo Cartaceo: 15,90 €
Prezzo ebook: non ancora definito
Data di uscita: 11 Aprile 2019
Trama: Sono passati tre anni da quella sera a Parigi e l’amore tra Daniel e Aurora sembra aver superato tutte le difficoltà iniziali. I loro universi così lontani hanno trovato uno spazio in cui vivere quel sentimento testardo e senza limiti che li unisce. Adesso, sono pronti a tutto pur di difendere ciò che hanno costruito insieme, pur di sfidare ogni ostacolo, perché la vita è un viaggio e quello di Aurora e Daniel non è dei più facili. Basta poco, solo l’essenza di un attimo, e il loro futuro non è più così certo. Basta poco e tutto quello che hanno conquistato può dissolversi nell’aria come una folata di vento. Quando decidono di voler mettere su famiglia, Aurora inizia ad accusare dei malori e scopre che la sua salute e quella della loro bambina potrebbero essere seriamente compromesse. Da questo momento i loro equilibri crollano. Lui è arrabbiato col mondo, ha paura di perderla e le strappa una promessa: esserci, domani e sempre. Lei è spaventata ma determinata a salvare la figlia più di ogni cosa al mondo, anche al costo della sua stessa vita. Riuscirà a non infrangere l’ennesima promessa o dovrà convincere Daniel a sopravvivere ed essere felice senza di lei? Un romanzo doloroso e toccante, capace di scuotere anche gli animi più duri.

LA COVER

Trattieni il respiro - Copertina

Debora Ferraiuolo Nasce nel 1991 nella provincia di Napoli, a Castellammare di Stabia, dove vive. Laureata in economia aziendale, si diletta nella scrittura nel tempo libero coltivando la sua più grande passione fin dall’adolescenza. Nel 2016 conosce il mondo di Wattpad e con le sue storie raggiunge il cuore di milioni di lettori. Nel 2018 arriva in libreria con il suo primo romanzo Tutto quello di cui ho bisogno (Ultra), primo volume della trilogia The Breathless Series, di cui Trattieni il respiro è il secondo episodio.


Cosa ne pensate? Fatemi sapere, mi raccomando, ci tengo!

A presto,

Sara ©

REVIEW PARTY: Recensione L’ORSO E L’USIGNOLO DI KATHERINE ARDEN (#277)

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Innanzitutto voglio ringraziare la mia banana che finalmente domani rivedo, Sara di Bookspedia per avermi invitato a partecipare e ringrazio la Fanucci per averci permesso la lettura in anteprima. Ecco qui che vi presento una nuova e interessante serie da leggere. A voi la recensione del primo volume:

9263848_3791295Titolo: L’orso e l’usignolo
Autore: Katherine Arden
Editore: Fanucci editore
Data d’uscita: 3 aprile 2019
Link d’acquisto: https://amzn.to/2YGhYv4
Trama: In uno sperduto villaggio ai confini della tundra russa, l’inverno dura la maggior parte dell’anno e i cumuli di neve crescono più alti delle case. Ma a Vasilisa e ai suoi fratelli Kolja e Alësa tutto questo piace, perché adorano stare riuniti accanto al fuoco ascoltando le fiabe della balia Dunja. Vasja ama soprattutto la storia del re dell’inverno, il demone dagli occhi blu che tutti temono ma che a lei non fa alcuna paura. Vasilisa, infatti, non è una bambina come le altre, può “vedere” e comunicare con gli spiriti della casa e della natura. Il suo, però, è un dono pericoloso che si guarda bene dal rivelare, finché la sua matrigna e un prete da poco giunto nel villaggio, proibendo i culti tradizionali, compromettono gli equilibri dell’intera comunità: le colture non danno più frutti, il freddo si fa insopportabile, le persone vengono attaccate da strane creature e la vita di tutti è in pericolo. Vasilisa è l’unica che può salvare il villaggio dal Male, ma per farlo deve entrare nel mondo degli antichi racconti, inoltrarsi nel bosco e affrontare la più grande minaccia di sempre: l’Orso, lo spaventoso dio che si nutre della paura degli uomini. Nell’incantevole scenario della tundra russa, il primo capitolo di una nuova trilogia fantasy.

RECENSIONE

Risultati immagini per katherine arden the bear and the nightingaleLa storia ha inizio un gorno d’inverno. Dunja, la badante della famiglia Petrovna sta raccontando una storia e lì, Marina Petrovna dice di essere incinta di una nuova figlia, colei che sarà Vasilisa, che sarà forte, indomita, magica e piena di coraggio.

Ed è proprio così che sarà la giovane ragazza che vedremo dalla nascita lungo il suo percorso di crescita alla scoperta di se stessa e dei suoi poteri. Tutto nel villaggio sembra essere calmo e sereno, le creature e gli uomini vivono legati dalla tradizione e dai racconti ma quando arriva Anna, quella che sarà la matrigna di Vasilisa e il giovane parroco, tutto verrà messo in discussione.

Cosa succederà nel percorso di crescita di Vasilisa? Cosa scoprirà di se stessa e di chi la circonda? Le storie che le raccontava Dunja, sono vere? Cosa rischiano gli abitanti del posto?

«Molto bene, tienilo al sicuro per lei, allora, finché non sarà grande… ma non oltre. Non credo debba spiegarti cosa succederà se mi inganni. »

Immagine correlata

Le copertine della serie completa in inglese.

La trama è molto buona. A prescindere dal fatto che io avevo puntato questo libro da diverso tempo addietro, mette sicuramente curiosità anche per chi lo nota per la prima volta. Di sicuro, a chi piacciono le favole, le ambientazioni russe e le rivisitazioni, apprezzerà questa storia, non c’è che dire. 

Per la copertina sono davvero entusiasta del fatto che sia stata utilizzata una delle due versioni originali. Personalmente preferivo l’altra versione ma anche questa è molto bella ed è da ringraziare per il solo fatto che sia stata lasciata così. Io la trovo molto veritiera con la storia e sicuramente rappresentativa.

Il titolo è stato semplicemente tradotto, quindi il mix tra i due è sicuramente vincente. Sono anche qui soddisfatta del risultato e che non ne sia uscito fuori qualcosa di strano o che non c’entrava nulla con il resto.

L’ambientazione è un piccolo villaggio poco fuori dalla capitale Mosca, in Russia. Un luogo fatato, in mezzo ai boschi. L’epoca è indefinita anche se sembra 

«Non è colpa di Vasja se Madre è morta» aggiunse Saša, con tono più sommesso. Pëtr non disse nulla, Saša si alzò in piedi, fece un inchino al genitore e spense la candela con un soffio.

I personaggi di questa storia sono molti e sono tutti caratterizzati molto bene. L’autrice, nonostante abbia inserito nella storia molte comparse e molti personaggi fissi avrebbe potuto avere caos e somiglianze fra i vari personaggi, quando invece, è riuscita e destreggiarsi molto bene.

Ritengo di dovervi parlare di Vasilisa molto più che degli altri personaggi, essendo loei la vera protagonista di questa storia. Di Vasilisa Petrovna, sua madre non aveva dubbi fin prima della sua nascita. Sarebbe stata forte e coraggiosa oltre che avrebbe avuto i stessi poteri di sua nonna. E così è stato anche se con la sua nascita ha condotto sua madre alla morte. 

Vasilisa essendo la più piccola di casa e quindi un po’ quella più viziata, ha sempre infranto le regole e non è mai stata agli ordini di nessuno. E’ selvaggia e temeraria e non si fa sottomettere. Ama la sua famiglia e i suoi fratelli, sopratutto suo padre Petr e la Dunja, la donna che si occupa di loro da quando sono nati. Vasilisa è una ragazzina che riesce a vedere le piccole creature che a circondano e riesce ad amarle e farsi amare da tutte per la sua gentilezza e per la sua sagacia. Ha un rapporto particolare con i cavalli e riuscirà persio a parlare con loro. Non c’è dubbio che Vasja, sia un personaggio davvero unico e inimitabile, non vi pare?

«Perché dovrei scegliere di morire?» «Tre nascite. Una morte» sintetizzò il Bannik.«Non è così? Non dimenticarmi, Vasilisa Petrovna.»

Immagine correlataIl perno centrale della storia è Vasilisa stessa che, lungo il percorso che la porta dalla nascita all’adolescenza, si trova di fronte a situazioni diverse che la metteranno davanti a delle scelte, a volte anche difficili. 

Lo stile utilizzato è stato molto raffinato e particolare. La storia, riprende una delle favole russe più famose, quella di Vasilisa La Bella e la plasma come meglio crede. Ne ho lette anche altre di questa rappresentazione e questa, a mio parere, si discosta molto per tante cose ma che sicuramente mantiene le ambientazioni magiche e misteriose.

L’autrice porta alla luce diverse favole russe raccontate da Dunja, che non so se siano effettivamente vere nella cultura russa, ma che funzionano e rendono la storia straordinariamente particolare e bella da leggere.

Nonostante poi, questo sia un libro “DI PRESENTAZIONE” diciamo, dei prossimi due che ne verranno – perchè racconta da prima della nascita e mano a mano tutto il percorso di crescita di Vasilisa e molto poco del fulcro dell’azione – è stato veramente un ottimo libro. L’autrice è riuscita a raccontare i primi quindici anni della giovane Vasilisa, della sua famiglia e del suo villaggio in maniera eccelsa, portando con se tutti i cambiamenti che sono derivati nel corso del tempo e plasmando la storia nel corso degli anni, cosa davvero molto difficile.

Nel corso della lettura non si riesce a capire dove voglia arrivare la storia e, sopratutto, non si capisce chi siano l’Orso e l’Usignolo che vengono poi citati all’interno del libro. Tutto sembra essere meravigliosamente incomprensibile e misterioso ma la storia si svela a mano a mano e capiremo percorrendo passo passo tutte le cose assieme a Vasilisa stessa. E’ sicuramente un libro innovativo e originale che spero si faccia ancora più interessante nei prossimi volumi. 

«Il re dell’inverno ti aiuterà» disse. «Ha promesso. Lo abbiamo sentito tutti. È molto vecchio, ed è nemico del tuo nemico. Ma non devi fidarti di lui. » (…) «Ti credo» mormorò Vasja. «Tu sei mia amica.» «Che il tuo cuore sia puro, Vasilisa Petrovna»

Il libro è sicuramente un inizio di serie sorprendente. E’ originale, cupo e misterioso, ricco di informazioni che ci serviranno per i prossimi volumi. Non posso che consigliare questo volume di sicuro agli amanti del fantasy ma anche a chi piacciono le favole russe e le ambientazioni russe, magiche e ricche di meraviglie.

Katherine Arden mi ha colpito in ogni sua sfumatura.Una storia che vi trasporterà nel gelo dell’inverno, in un bosco infestato di creature magiche. Non riuscivo a staccare gli occhi dalla lettura. Un libro emozionante e raffinato. 

Il mio voto per questo libro è di: 4 balene e mezzo.

quattro e mezzo

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

Seguite le altre tappe, mi raccomando:

Orso e usignolo bnner (1)


Vuoi acquistare L’orso e l’usignolo e sostenere il Blog? Acquista da Qui: L’orso e l’usignolo. La notte dell’inverno o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Che ne pensate? Vi piace? Fatemi sapere, mi raccomando che ci tengo!

A presto,

Sara ©

TEASER TUEASDAY #50

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? La settimana è ricominciata da poco, lo so, ed io vi porto la rubrica che non vi portavo da un po’… ideata da Should be Reading: il Teaser Tuesday! Lo spiego sempre in cosa consiste il (per chi non sapesse di cosa si tratta) ma ve lo ricorderò ogni volta, non temete!

• Prendi il libro che stai leggendo.
• Aprilo in una pagina casuale.
• Condividi un piccolo spezzone di quella pagina ( ” Teaser ” ) .
• Attento a non fare
 spoil
er!
 Riporta Titolo e Autore così che i tuoi lettori possano aggiungere il libro alla loro Wishlist ( o meglio lista dei desideri !)  se sono rimasti colpiti dell’estratto.

9263848_3791295Sto finendo di leggere L’orso e l’usignolo di Katherine Arden edito Fanucci per l’evento di domani. E’ un libro molto particolare ma lo sto trovando davvero interessante. Domani troverete la recensione online e spero che possa piacervi.

Ecco lo spezzone:

«Se ci fosse un po’ di silenzio» rispose aspramente l’anziana signora. Molto tempo prima, era stata anche la sua balia. «Vorrei ascoltare una storia» disse Marina all’improvviso. Il tono della voce era delicato, ma lo sguardo cupo. Dunja la guardò preoccupata. Fuori sibilava il vento.«Racconta la storia di Nonno Gelo, Dunjaška. Raccontaci del demone del ghiaccio, il re dell’inverno, Karačun. Lui è in giro stanote, ed è infuriato per il disgelo.» Dunja esitò. I bambini più grandi si guardarono l’un l’altro. In russo, Nonno Gelo era chiamato Morozko, il demone delle gelate invernali. Ma molto tempo fa, la gente lo chiamava Karačun, il dio della morte. Con quel nome, era il signore dell’inverno che andava dai bambini cattivi di note e li congelava. Era una parola nefasta, ed era di cattivo auspicio pronunciarla nei periodi in cui spadroneggiava in quelle terre. 

51ug4qj9qol._sx326_bo1204203200_

Libro che invece comincerò in questi giorni è I ribelli di Giugno di Christian Antonini edito Giunti. Ho letto il suo libro precedente e sono felice che l’autore mi abbia ricontattato per permettermi di leggere anche questo.

Ecco un piccolo spezzone dall’incipit:

Guardo il mio discorso. Ci ho passato intere notti a riscriverlo e sistemarlo, ancora e ancora. «Siamo qui, oggi, per ricordare un grande uomo…» Stringo i denti. No, non funziona. Prendo il microfono. «So che non scorderemo mai quei giorni e il modo in cui un uomo solo ha difeso chi voleva fuggire. l sue armi erano pochi semplici gesti, li ricordate?» Chiudo una mano a pugno, la batto piano sul leggio. Noto che tra il pubblico in molti annuiscono. Hanno riconosciuto il movimento. «Per me questo sarà sempre il segno della ribellione. Quell’uomo era Aristides de Sousa Mendes e ci ha salvati tutti».


Cosa ne pensate? Vi piacciono? Se riesco a finire I ribelli di Giugno prima del fine settimana ne leggo anche un altro visto che ne ho tantissimi da recuperare. Quali sono le vostre letture? C’è uno spezzone che vi piace tra i due?

A presto,

Sara ©

SEGNALAZIONE #112 – L’AMORE BRUCIA COME ZOLFO DI LUCIA MARIA COLLERONE.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Oggi sono nuovamente con una nuova segnalazione per voi che spero vi interessi e che possa piacervi. Ecco a voi tutti i dettagli:

Risultati immagini per Lucia M. Collerone L'AMORE BRUCIA COME ZOLFO

Autore: Lucia Maria Collerone

Titolo: L’amore brucia come zolfo

Pagine: 208

Data di uscita: 12/12/2018

Link acquisto: http://www.writeupsite.com/l-amore-brucia-come-zolfo.html

Link acquisto Amazon:  https://amzn.to/2CAn6qb

Genere : romanzo storico

Link autrice: 

Pagina FB autrice: https://www.facebook.com/luciamariacolleroneART/?ref=bookmarks

Canale Youtube: https://www.youtube.com/watch?v=FOB0lzzqMf4

Sito: www.luciamariacollerone

Trama / SinossiL’opera è un romanzo storico ambientato nella città di Caltanissetta nel momento in cui essa è il centro mondiale dello zolfo, la grande storia dell’Indipendenza dell’Italia e dell’economia basata sull’estrazione dello zolfo fanno da sfondo alle vicende sociali e umane di due classi sociali: quelle degli zolfatari e delle loro donne, che lottano duramente per sopravvivere in condizioni di vita e di lavoro disumane e aberranti e dei nobili padroni delle miniere che gestiscono la ricchezza e governano le povere, disperate dei “diavoli della pirrera”.

Molte storie s’intrecciano con il loro carico di sofferenza e umanità, esseri umani schiacciati dalla povertà assoluta e dalla disperazione, che si ergono a titani e non arretrano davanti al dolore, alla crudeltà del reale e rispondono alla vita con coraggio e forza sorprendenti. Ci sono uomini che le convenzioni sociali stigmatizzano e costringono a scelte di vita senza scampo, senza libertà.

Protagonista è Cecilia eroina tragica che spicca prepotentemente per la  sua bellezza d’animo, la sua capacità d’amore abnegazione per la famiglia, per la sua capacità di sognare oltre il reale e che accetta la prigionia di un amore dorato per sfuggire all’abbandono, alla solitudine,  ai pregiudizi che la avvolgono in una comunità becera e incapace di condivisione, troppo oppressa dalle sofferenza di una vita meschina, simbolo di tutte le donne che in ogni epoca, compresa la presente, sono abbandonate e scelgono di perdersi ,rinunciando a ciò che hanno di più caro, i figli.

Cecilia sa che un uomo può trasformarsi da diavolo in angelo attraverso le mani di una donna sapiente e che sappia prendersi cura di lui, non solo in modo materiale, ma dandogli amore e donandosi a lui.

Cecilia è sola in un mondo dove l’anello debole è la donna, dove quando una donna non ha un uomo a proteggerla, può solo diventare una prostituta. La sua bellezza particolare, diversa, quasi regale e la sua furbizia arguta, nonché la sua intelligenza operosa, la rendono appetibile agli occhi del barone che lei incontra e seduce quando è poco più che una bambina.

Il destino poi, combina le carte e lei diventa la preferita del Barone che diventa il suo Nonò. Cecilia cerca di evitare questa scelta, ma la via è segnala e a lei non resta che tentare si avere una vita vivibile concedendosi a quest’amore che la conquista, ma che porta con sé il dolore più grande, quello del dover rinunciare ai figli nati da tale unione. L’intreccio assorbe per il turbinio degli eventi, per il continuo cambio di azione e di situazione, per i capovolgimenti, che non coinvolgono solo Cecilia, ma tutto il mondo che è intorno a lei sia umano che storico.

La scrittura è veloce e curata nei particolari, crea immagini vivide e forti che nella mente del lettore diventano come scene da un film.

La storia narrata ha la sua fonte in una storia vera, realmente vissuta, i personaggi sono realmente esistiti e l’impianto della cornice è storicamente circostanziato e corrispondente al vero storico. Ciò che, invece, è frutto della creatività dell’autrice, è la ricostruzione della storia d’amore, che pur essendo realmente esistita, nell’evolvere dei fatti, è frutto della fantasia narrativa dell’autrice e della narrazione orale di chi è stato realmente a contatto con i protagonisti.

Biografia autrice

Lucia Maria Collerone ha 54 anni.Insegnante di lingua inglese in una scuola superiore; è PhD in Scienze cognitive e ricercatrice sui Disturbi Specifici dell’Apprendimento. Vive a Caltanissetta con il suo Totò con il quale è sposata da oltre 30 anni. Ha tre figli ed è nonna di Gioia una meravigliosa bimba di quasi 7 anni. Questo è il suo terzo romanzo. Il primo “Lungo il cammino” ha vinto il premio Cimitile sezione inediti nel 2003 ed è stato pubblicato da Guida editore (fuori catalogo in self sui principali store e on demand in libreria); il secondo è un romanzo Young adult sulla dislessia dal titolo “200 giorni. La dislessia tra i banchi di scuola e le pieghe della vita” edito per Arethusa Editrice (To) nel 2010 e disponibile in self publishing su Amazon. Scrive anche romance che sono la sua passione perché cambiare il mondo bisogna iniziare dalle donne. Il suo ultimo romance passio “La “Terra di Gelsomina” è su Kobo.

Curiosità su “L’amore brucia come zolfo”

Ho conosciuto questa storia dalla viva voce di una delle persone che l’hanno vissuta, una discendente di Cecilia. Avevo 17 anni e non sapevo niente di miniere di zolfo nè  di quel periodo della storia della mia città. Era una storia così triste che la lasciai seppellita i sotto il trascorrere della mia vita,ma iniziai a fare ricerca storica sulle miniere. Nel 2000 dopo 17 anni, quando la persona che me l’aveva raccontata morì, sentii il bisogno di scriverla perchè non venisse dimenticata e taciuta. Ci sono voluti altri 17 anni perchè la pubblicassi. Moltissime donne in quei terribili tempi, subirono il destino di Cecilia e nessuno ne ha mai parlato.La sua storia è uguale a quella di tutte le donne di ogni tempo e luogo che,senza nessuno che si prenda cura di loro devono abbandonare i frutti migliori della loro esistenza e perdersi. Volevo riscattare il suo nome e lavaro dall’ignominia che l’avvolgeva e restituirle un poco dell’amore dono che non ha mai ricevuto. Chi legge la sua storia non può che amare Cecilia è tutte le donne eroine dell’amore come lei. Questa è una seconda edizione; la prima in self, pubblicata l’anno prima, ha ricevuto ottine critiche e recensioni e ha trovato la casa editrice che l’ha reso edito dopo 17 mesi dalla prima pubblicazione.


Estratti

Il Barone Ferdinando M. Tremò e si rituffò nei profondi occhi verdi di quel giovane uomo adirato. Sentì una morsa al cuore, un piacere sottile, una paura folle. Sì infilò in quelle fibre di vetro e, cercando appoggiò nella carrozza, disse: “Salvatore, tu sei Salvatore…”. 


Aveva un profumo dolce, di mandorla, e Cecilia si calmò. Ferdinando si staccò da lei e le prese la mano. La portò sotto il fico e sedettero a terra,Uno vicino all’alara. “Dove sei stata Cecilia, perché sei andata via”, chiese con un filo di voce Ferdinando. 

“Sono scappata via da voi, Signore. Provavo questo desiderio di stare con voi, e pensai che non era giusto, così me ne andai, ma la vita mia ha riportato da voi,ed eccomi!”, disse semplicemente lei.  “Non chiamarmi Signore, ti prego.Ferdinando, il mio nome è Ferdinando”, disse stringendole le mani. “Quanto è lungo il vostro nome!”, sussurrò sorridendo Cecilia. “Farmene uno tu di nome, Uno che ti piace, e tu mi chiamerai sempre così” propose il giovane con le parole che sorridevano. “Nonò” disse dopo averci pensato solo un poco. “Sì mi piace, Nonò. Nonò dI Cecilia”… sono il tuo Nonò e tu sei la mia Piccola Fiamma…


Cosa ne pensate? Vi incuriosisce? Aspetto opinioni, mi raccomando!

A presto,

Sara ©

 

 

RECENSIONE #271 – FISH BOY DI CHLOE DAYKIN.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccomi anche oggi con una recensione di un libro che spero possa emozionarvi e piacervi. Ringrazio tantissimo la Giunti per avermi permesso la lettura di questo libro per ragazzi davvero molto interessante. Ecco che ve ne parlo:

008533f59cb546e3a1993a194653c4fd-ntrlkfwiTitolo: Fish Boy
Autore: Chloe Daykin
Editore: Giunti
Genere: Libri per ragazzi
Data di uscita: 30 Gennaio 2019

Link d’acquisto: https://amzn.to/2CjfZmN

Trama: Billy ha 12 anni, adora l’oceano e la natura, e di fronte alla vita ha un’infinità di domande. Il suo mito è David Attenborough, il naturalista che ha una risposta a ogni domanda. Il padre lavora in un negozio, è premuroso e cerca di compensare le attenzioni mancate della madre, sempre stanca e affetta da affaticamento cronico. Così Billy è attratto dal mondo marino, dove non ci sono compagni che rubano le scarpe o una madre che non gioca con suo figlio… e una notte decide di immergersi sott’acqua e abbandonarsi. Per fortuna Patrick, il suo nuovo e unico amico, con un grosso atto di coraggio lo salva prima che sia troppo tardi… e l’avventura ha inizio!

RECENSIONE

Boy Soaked in WaterLa storia ha inizio un giorno come tanti altri. Billy come tutte le mattine va a nuotare e, mentre si trova a pensare alla sua ricerca di scienze, si trova davanti agli occhialini un pesce che comincia a parlargli. La cosa sembra strana e più torna in acqua, più il mistero si infittisce.

Billy, soprannominato Fish Boy proprio perchè ama il mare ed ama nuotare è un tipo solitario ed a scuola viene facilmente bullizzato dai suoi compagni. Ha un amico immaginario, un naturalista che da sempre ottimi consigli su animali e cose che possono accadere ed ha due genitori che lo amano molto, nonostante non gli stiano più dietro come prima, sopratutto ora che sua madre sta poco bene. Quando a scuola un bambino nuovo, Patrick, lo difende, Billy sente di aver trovato finalmente un amico vero, di cui fidarsi. Ma il pesce continua a parlare una strana lingua e nessuno sa cosa voglia dire…

Perchè quel pesce ha scelto proprio lui? Cosa vorrà dal giovane Fish Boy? Riuscirà Billy ad accettare se stesso, la malattia di sua madre e il suo nuovo amico Patrick?

Dal 1914 ad oggi, più di mille persone sono scomparse nel nulla in un’area di circa un milione e trecentomila chilometri quadrati. Scomparse dai radar, scomparse dalla faccia della Terra. Semplicemente, scomparse. Quella zona è stata chiamata il “Triangolo delle Bermuda”, e da allora quel nome le è rimasto addosso. Io penso che sia rassicurante dare un nome alle cose, per questo è stato fatto: ora che quella zona possiamo nominarla, ci sentiamo un po’ meglio. Come se dando un nome a qualcosa fossimo in grado di averla sotto controllo, anche se in realtà continuiamo a non capirne nulla. Poteva essere chiamata “La Melma che Inghiotte” o “La Bocca Assassina”. Potrebbe essere un buco nero, un portale spalancato su un’altra galassia o un campo di forze alieno. La sola verità è che non ne sappiamo nulla, nulla di nulla, e non facciamo che tirare a indovinare.

La trama di questo libro è ben scritta, riesce a catturare da subito e mette tanta tanta curiosità fin dal primo istante. Io ho un debole per i libri per ragazzi perchè ne ho scoperti tanti davvero belli e sono felice che questo sia no di quelli. 

La copertina di questo libro è davvero incredibile e l’ho amata in particolar modo. Sono felice perchè è stata mantenuta come l’originale e rispecchi la storia in tutta la sua integrità. C’è Billy e c’è il piccolo pesce Bob a fargli compagnia. Il disegno della copertina come tutti quelli che troveremo all’interno del volume sono davvero sorprendenti e sono davvero entusiasta del risultato che ha ottenuto questo libro. Il titolo è stato mantenuto come l’originale, non è stato neanche tradotto e riassume la storia così come la copertina, creando fra le due cose un mix unico e completo, che racconta la storia così com’è. Un’accoppiata vincente.

L’epoca è moderna, ai giorni nostri, una storia di un bambino che lotta contro i giudizi e il bullismo delle persone e contro una malattia che piega sempre di più sua madre.

Penso sia come con i lividi. La gente capisce quando qualcosa ti fa male solo quando quel dolore è ben visibile, quando lascia il segno. E quando questo succede, in effetti il male è passato, la gente crede a quello che vede. Se lo vedi, ci credi . E se la gente non lo vede, è un tuo problema. Ti lasciano solo.

Gray FishI personaggi di questa storia non sono tantissimi ma sono tutti ben strutturati, ognuno con le proprie caratteristiche ben delineate. Sicuramente a spiccare è il protagonista principale e voce narrante di questa storia, il piccolo Fish Boy: Billy.

Billy è un ragazzino intelligente che viene spesso bullizzato a scuola e non ha un amico. E’ intelligente e ama guardare dei documentari di cui conosce praticamente quasi tutto, talmente tanto da avere come amico immaginario David Attenborough, un naturalista. Ama la sua famiglia: si preoccupa per sua madre che sta sempre male e adora suo padre che fa di tutto per farlo divertire. Il piccolo Billy ama il mare e passa a nuotare al mare vicino casa tutte le mattine prima di andare a scuola. L’unico amico che riesce a farsi, oltre Patrick, un ragazzino che lo difende a differenza di tutti gli altri, è un piccolo sgombro di nome Bob che comincerà a parlargli.

Mi torna in mente quando ero piccolo, io e lei al parco sull’elefantino rosso, il camion dei vigili del fuoco, l’altalena di copertoni, e quella volta che il copertone è rimbalzato indietro andandole addosso e mamma è caduta a terra facendo finta di essere morta. A papà piaceva inseguirci, dovevamo correre fino alla stradina e poi nel prato. E io pensavo che sarebbe sempre stato così. Correvamo come se avessimo potuto correre per l’eternità, come se fosse stato possibile non fermarsi mai, come se le nostre gambe avessero potuto continuare a muoversi così, all’infinito.

Time Lapse Photography of Boy in Black Shorts Jumping on Body of WaterIl perno centrale di questa storia sta tutto nel mare. Quando un piccolo sgombro si avvicina a Fish Boy dicendogli una parola incomprensibile, Billy non sa cosa pensare. Quando poi un nuovo compagno Patrick diventa suo amico e crede in ciò che ha visto tutto comincia a prendere una forma, a muoversi e il piccolo pesce non sembra più solo un miraggio ma una realtà d’impatto per il giovane protagonista tanto da metterlo a dura prova.

Lo stile utilizzato dall’autrice è semplice e scorrevole. Ho letto questo libro nel giro di poche ore e dovete credermi se vi dico che incanta sotto tutti i punti di vista, dalla grafica alla storia. Per i pensieri e le idee, sia Patrick che Billy sono sembrati molto più grandi per la loro età su certe cose ma non hanno sfociato in cose del tutto assurde. Billy è molto intelligente ed ama i documentari, per questo ne sa tante e Patrick studia la magia da tanto tempo, è un abile mago, tanto da fare invidia persino a Billy.

I disegni che troverete all’interno del libro sono spettacolari e rendono questa storia ancora più magica, mostrando il contatto fra il piccolo Fish Boy e il mare stesso, la natura e la fauna che lo accompagneranno in questo viaggio incredibile e fantastico. Pagina dopo pagina entrerete sempre più a contatto fra Billy e il mare e lo strano sgombro Bob che assieme ai suoi compagni coinvolgerà Billy in un’avventura misteriosa, al largo, nel mare aperto.

Ho trovato questa storia davvero incredibile e originale. Mi ha ricordato in qualche modo Tutta colpa delle Meduse, che io ho adorato in ogni sua forma. Il mare sicuramente mi affascina in maniera particolare ma la storia mi ha catturato e mi ha trasportato accanto al piccolo Fish Boy. Mi sono innamorata di questo libro già dalle prime due pagine, posso solo dirvi questo e sono sicura che anche per voi sarà altrettanto.

Io sono Fish Boy. La mia mente si muove al ritmo delle onde. I miei pensieri ribollono come un mare in tempesta. Io sono Fish Boy. Io sono io.

Il libro è stato tenero, semplice e ricco di emozioni. L’ambiente famigliare che circonda Billy, le amicizie uniche e formidabili ed il tema del bullismo rendono questo libro unico.

Chloe Daykin, con questo libro, si conferma una dolcissima scoperta. Il libro scivola come l’acqua e riempie a mano a mano il cuore del lettore sedimentandosi piano nel cuore. Un libro che ci trasporta in mezzo alle meraviglie del mare. Consigliatissimo.

Il mio voto per questo libro è di: 5 balene.

Senza titolo-1

Si ringrazia la Casa Editrice per la copia omaggio

Vuoi acquistare Fish Boy e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Fish boy  dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate? Fatemi sapere mi raccomando, mi fa davvero piacere sapere le vostre opinioni!

A presto,

Sara ©