SECRET SANTA 2017

BUON POMERIGGIO PARTICELLE!

E buon lunedì! Vi siete riposati dal Week-end lungo? Spero di si. Io abbastanza, vi racconterò anche diverse cose questa settimana ma prima ho un qualcosina di bello per voi!

Anche se leggermente in ritardo vogliamo inaugurare il Secret Santa fra blogger e lettori! Si ringrazia sopratutto La lettrice in soffitta per aver ideato questa bella idea da utilizzare quest’anno e si ringrazia per l’aiuto:

Vuoi conoscere un casino?Libri, Libretti e LibracciTempo di Libri –  Milioni di Particelle (che sono io xD)

COME FUNZIONA?

Il Secret Santa è, e mi sembra piuttosto evidente, Segreto. E vi chiederete anche cosa sia, ovviamente. Tutti i partecipanti si aspettano di ricevere un regalo e di e di farne altrettanto. L’iniziativa consiste nel fare un regalo a una persona sconosciuta fra i tanti partecipanti all’iniziativa e a sua volta riceverete un regalo da qualche altro lettore. Non si saprà da chi proverrà il regalo fino a che non lo avrà fra le sue mani.

Quindi ecco alcuni passaggi per chi è ancora sconosciuto di questo mondo: 

  1. Troverete un form nel quale inserire: Nome/Cognome, indirizzo, Cap e mail dove potervi contattare. Se soffrite di particolari allergie, intolleranze e qualcosa vi fa davvero molto schifo, segnalatelo. 
  2. Le organizzatrici del Secret Santa smisteranno fra loro i vari indirizzi e vi contatteranno per informarvi a chi fare il regalo.
  3. Ad ognuno di voi verrà affidato un nome e un indirizzo. Sarà quella la persona alla quale dovrete inviare un piccolo regalo.
  4. Non è detto che la persona a cui invierete il regalo sia colei che si occuperà del regalo per voi. Gli abbinamenti saranno casuali.
  5. Essendo SEGRETO, sarebbe carino non andare a comunicare al destinatario la futura sorpresa.

Altre NOTE IMPORTANTI!

  • Il Secret Santa si basa sull’onesta. Se vi iscrivete, partecipate senza deludere gli altri partecipanti che si sono impegnati.
  • Noi organizzatrici non ci occupiamo di reclami, resi o quant’altro in caso il regalo venga smarrito da poste italiane. Se conoscete il sistema postale, sapete come funziona ovviamente.

I REGALI

Prima che vi mettiate le mani ai capelli, sappiate che non è una gara al regalo più grande o più bello. Certo, se volete fare un regalo un pò più oneroso nessuno vi frena. Potete fare piccoli pensieri come ad esempio una candela, bustine di te’, segnalibri o oggetti di cartoleria, non per forza libri ecco. La scelta di cosa regalare e quanto spendere sta a voi. 

IL FORM

Ecco qui il form da compilare. Basta rispondere entro il 18 dicembre. 🙂


Noi vi aspettiamo numerosi! 

A presto,

Sara ©

Annunci

NASCE FENYSIA (LA NUOVA SCUOLA PER I LINGUAGGI DELLA CULTURA) E PRESENTAZIONE FESTIVAL PAZZA IDEA – PROFILO FUTURO

BUON POMERIGGIO PARTICELLE CARE!

Ecco una nuova comunicazione per voi, nasce Fenysia! E poi ci sono una serie di informazioni che non potete non leggere. Ecco qui, tutto spiegato per voi:
Imparare a leggere per imparare a scrivere
Nasce Fenysia la nuova scuola per i linguaggi della cultura
ideata e diretta da Alba Donati
Nasce Fenysia, la nuova scuola di linguaggi della cultura diretta da Alba Donati: narrazione, giornalismo, arte, cinema, traduzione, linguaggio giuridico, editoria e comunicazione. La Scuola, con sede a Firenze in Palazzo Pucci, parte da un concetto molto semplice: per scrivere si deve prima saper leggere. Capire la ricchezza e la profondità di un testo, esercitarsi sulle comparazioni di linguaggi diversi, è un primo necessario passo verso la scoperta della propria lingua e dunque della propria scrittura. Presentata per la prima volta al pubblico a BookCity, inaugura così ufficialmente le iscrizioni e presentando i corsi 2018. Seguirà la presentazione a Roma, all’interno di Più Libri Più Liberi e infine l’inaugurazione, con open day, in Palazzo Vecchio a Firenze.

PRESENTAZIONI E CONFERENZE STAMPA

BOOKCITY – MILANO
19 novembre, ore 16.30
LA TRIENNALE, Sala Agorà
con Alba Donati, Giovanna Granato, Vittorio Sgarbi, Marco Vigevani, Simona Vinci
 
PIU’ LIBRI PIU’ LIBERI – ROMA
10 dicembre, ore 14,30
La Nuvola EUR, Sala Polaris
con Michele Ainis, Roberto Andò, Alfonso Berardinelli, Alba Donati, Eugenia Dubini
 
PALAZZO VECCHIO – FIRENZE
Sala d’Arme di Palazzo Vecchio
8 gennaio, ore 12.00
conferenza stampa
 
Palazzo Pucci, via dei Pucci 4
Open Day, ore 15.00
 
Con il saluto del Sindaco di Firenze Dario Nardella
Intervengono: Alba Donati (presidente Fenysia) Pierpaolo Orlando (Direttore Fenysia)
Luigi Paccosi (presidente Montedomini).
Intervengono: Michele AinisRoberto AndòAlfonso BerardinelliGiovanna GranatoMarianne SchneiderVittorio SgarbiSimona Vinci.
Saranno presenti: Giovanni Bogani, Anna Maria Carpi, Isabella Di Nolfo, Wlodek Goldkorn, Arabella Natalini, Susanna Nirenstein, Raffaele Palumbo, Eleonora Pinzuti, Sergio Risaliti, Marco Rossari.
 
Ufficio stampa: Luigi Scaffidi – 347 6414901 – luigi_scaffidi@libero.it
Responsabile dei corsi: Debora Ercoli – 349 0907797 – info@scuolafenysia.it

PAZZA IDEA – PROFILO FUTURO

23-26 novembre 2017

Centro Comunale d’Arte e Cultura “Il Ghetto” – Cagliari

Ingresso libero per incontri, lectio e workshop

Giunto alla sua sesta edizione, il festival cambia prospettiva: la contemporaneità e i percorsi possibili per il futuro saranno il filo conduttore di quest’anno. Attraverso un approccio di contaminazione tra le diverse discipline, scrittori, artisti, illustratori, giornalisti, filosofi e performer, racconteranno il nostro tempo e la loro idea di futuro.
 
Quattro giornate di incontri, reading, workshop e proiezioni, a conclusione di un lavoro annuale, secondo l’ottica applicativa che da sempre caratterizza il festival, per avvicinare letteratura, arte contemporanea, musica, scienze sociali, nuovi linguaggi, psicologia, cinema, poesia e interattività. L’anima multidisciplinare della kermesse si è dispiegata negli scorsi anni attraverso gli incontri e le lectio magistralis con scrittori, giornalisti, grandi intellettuali e creativi: da Annamaria Testa a Oliviero Toscani, Aldo Cazzullo, Edoardo Albinati, Derrick De Kerkhove, Patrizia Cavalli e molti altri hanno accompagnato le incursioni di “Pazza Idea” nei territori della creatività e dell’arte.
L’indagine sul futuro possibile è dunque al centro del festival di quest’anno, per provare a capire dove stanno andando i singoli e le collettività, quali sono i nuovi fenomeni che raccontano l’evoluzione dei sentimenti, dei modi di comunicare, delle mutazioni avvenute o “in divenire”. Come ci hanno cambiati i social network, nel linguaggio e nelle relazioni, o come si evolve il concetto, la forma e sostanza del lavoro; cosa è successo ai rapporti tra le generazioni, o ancora l’arte come instancabile rivelatore della realtà, i linguaggi alternativi della musica e del cinema che raccontano di storie e persone in un futuro già immaginato molto tempo fa. C’è anche il tema delle migrazioni e del tentativo di erigere nuovi muri, naturalmente: il futuro non può prescindere dal confronto con le culture “altre”, di un mondo che diventa sempre più vicino e quotidiano.
 
Si comincia dunque giovedì 23 con l’anteprima della nuova mostra del pittore Salvatore Garau. Costruzione di identità, avanguardia e visionarietà della musica saranno i temi dell’incontro con Luca Scarlini, a partire da un’icona quale è stata David Bowie con il suo alter ego Ziggy Stardust; di musica, cantautorato e nuovi linguaggi si continuerà a parlare con i musicisti Andrea Appino e Francesco Pellegrini di Zen Circus; chiuderà la giornata Massimo Cirri di Caterpillar-Radio 2 con le sue sette tesi sulla magia della radio.

Venerdì 24 l’arte contemporanea sarà al centro dell’incontro con Adrian Paci: l’artista ripercorrerà le tappe principali del suo lavoro artistico, che dalla natia Albania lo ha condotto a Milano e all’affermazione internazionale. A seguire Mario Baudino dialogherà con Stefano Salis su pseudonimia, eteronimia e identità molteplici nell’arte, nella letteratura e nella vita moderna. Il “Profilo Futuro” è anche quello dei sentimenti e delle relazioni, qualche volta delle identità misteriose: la letteratura ci viene in soccorso attraverso le parole di Mario Desiati e Elena Stancanelli sulle nuove forme di relazioni emotive e sentimentali, mentre il cinema con l’invenzione del reale sarà al centro dell’incontro con il critico e produttore cinematografico Dario Zonta.
 
Sabato 25 si parlerà di nuovi linguaggi e mondi digitali con la sociolinguista Vera Ghenoe il filosofo Bruno Mastroianni. A seguire, Umberto Ambrosoli racconterà dei mutamenti in corso nella società interconnessa, del diritto all’oblio e del dovere della memoria, a partire del suo ultimo saggio firmato con Massimo Sideri. La fine delle illusioni di una generazione, quella che di colpo si scopre “disagiata”, e lo sradicamento come normalità nel prossimo futuro saranno al centro del dibattito con Raffaele Alberto Ventura e Chiara Barzini, partendo dalle loro recenti opere, di cui si è molto discusso negli ultimi mesi. Chiuderà la serata la proiezione del documentario Ferrante Fever, dedicato al fenomeno letterario che ha animato il dibattito culturale sui media italiani e internazionali.
 
L’evoluzione del lavoro è il focus dell’incontro, domenica 26, con Marta Fana, a partire del suo saggio sulle nuove forme di precariato e di sfruttamento legalizzato. A seguire, Andrea Ferraris e Renato Chiocca, in dialogo con Igort, racconteranno di frontiere chiuse e ferite aperte, di com’è nata la loro graphic novel ambientata lungo il confine tra Messico e Stati Uniti, dove sono stati testimoni di una diaspora che nemmeno il muro voluto da Trump è in grado di fermare. Il linguaggio come atto creativo per definire il mondo che ci circonda, le nuove parole per definire i mutamenti della società, anche a tavola: il saggista Massimo Arcangeli e lo chef Alessandro Falchi saranno i protagonisti dell’ultimo incontro del festival con uno spettacolo finale all’insegna della contaminazione delle arti.
 
Le mattine di Pazza Idea – “Profilo Futuro” sono dedicate invece alla formazione di alto livello, completamente gratuita così come tutti gli eventi del festival. Quest’anno lo IED di Cagliari propone agli studenti delle scuole superiori un workshop esperienziale, che partendo dal passato consentirà di immaginare, attraverso gli strumenti grafici e i social, come sarà il futuro degli oggetti che popolano il nostro mondo. Il workshop di twitteratura, dedicato a Cesare Pavese, stimolerà i partecipanti ad avvicinarsi all’autore e ai contenuti della sua opera attraverso il metodo di TwLetteratura. Narrazione digitale e vissuti migratori saranno al centro del laboratorio coordinato da Lavinia Bianchi. Un esperto di letteratura e media digitali come Antonio Prudenzano (IlLibraio.it) racconterà nel suo workshop come cambiano le riviste letterarie nell’era dei social e degli ebook. Vera GhenoBruno Mastroianni approfondiranno un argomento quanto mai attuale: il bullismo e l’odio sui social network. Mentre l’artista contemporaneo Adrian Paci terrà un workshop con un gruppo di giovani artisti operanti in Sardegna, che avranno la possibilità di presentare i propri progetti e confrontarsi sulle prerogative, le criticità e il significato del fare arte oggi.
 
Pazza Idea – “Profilo Futuro” è un progetto dell’associazione Luna Scarlatta. Sul sito pazzaidea.org è possibile consultare anche il programma completo del festival.
 
/Dove/ 
Centro d’arte e cultura il Ghetto, via Santa Croce 18, quartiere Castello, Cagliari
 
/Info/
pazzaidea.org – lunascarlatta.it
Facebook: Pazza idea. Profilo Futuro – Luna Scarlatta; Twitter: @Luna_scarlatta; Instagram: @scarlattaluna, Hashtag: #pazzaidea17


Cosa ne pensate? Fatemi sapere se vi interessa, sembra un’opportunità interessante.

A presto,

Sara ©

THORNY BLOGGERS: CATENA DI DISCUSSIONI LETTERARIE – TEMI NELLA LETTERATURA YA, COSA ABBONDA E COSA MANCA.

BUONA SERA PARTICELLE LETTRICI!

Oggi, scusate il ritardo ma non ho avuto modo di preparare il post prima e ho dovuto scriverlo in tutta fretta ma eccovi il nostro appuntamento mensile. SAREMO Spinose anche stavolta! Ci baseremo per la maggior parte sui libri, su argomenti di ciò che leggiamo o tutt’altro.

Ecco a voi i blog partecipanti:

La lettrice in soffitta – Tempo di libri  I miei magici mondi – Milioni di Particelle (io)  Anima in penna  The avid reader – Loving Books


Negli Young Adult mancano molte cose e sembrano per la maggior parte creati tutti con lo stampino. Probabilmente libri con queste categorie che reputo mancanti ci sono ed io non li ho letti ma sono comunque una parte che secondo me risulta essere carente allo stato attuale:

Mancano storie vere (con vere non intendo autobiografiche) ed effettivamente reali. Un personaggio non può essere sempre figo, super fortunato o incontrare qualcuno che è così. Per carità esistono persone belle o brutte (anche se non è una classificazione che io non farei ma sono stereotipi dettati dalla società e non dico altro altrimenti dovrei aprire una parentesi lunghissima) ma non possiamo sempre leggere di lei/lui che incontrano la persona più bella del mondo e che gli cade irrimediabilmente ai piedi. E poi da adolescenti sappiamo benissimo tutti che è difficile avere una storia duratura. Quindi REALTA’, prego! Non è chiedere troppo?!

La storia d’amore. Perchè dobbiamo metterla per forza?! Se non s’innamorano non sono felici?! Io penso che si possa creare una buona storia anche senza la storia d’amore. O no?! E poi anche se ci fosse perchè dobbiamo per forza ridurci a parlare di amori eterosessuali?! Mi piacerebbe leggere anche di storie diverse, perchè sono realtà che ci appartengono. E poi perchè sempre il sesso? Anche no.

Mancano diverse etnie razziali e diverse culture. Gli americani/ inglesi che siano o l’uomo bianco in generale lo conosciamo tutti e ne abbiamo fin sopra i capelli. A quanti piacerebbe leggere qualcosa di effettivamente diverso, con dei giovani ragazzi cinesi (tanto per fare un esempio?!).

L’amicizia è talvolta surclassata dall’amore. E’ davvero più importante un fidanzato/a rispetto ai propri amici? (Oddio non metto in dubbio che c’è chi farebbe una cosa simile ma… Coerenza?!)

Cosa importante e da non sottovalutare. La pubblicità che ne viene fatta del libro in questione. Ma questo viene dopo che esso è stato scritto. Per la maggior parte delle volte viene esaltato un libro – qualsiasi – con una storia simile ad altre, vista e rivista e non il libro che tratta una tematica importante, con valori importante e con protagonisti importanti.


Per il momento non ho altro in mente, mi sto “scervellando” ma non mi viene niente di più al momento. Voi, invece cosa ne pensate? Vi ricordo che sulla pagina facebook del blog ha avuto inizio un GiveAway! 🙂

A presto,

Sara ©

 

READ ALONG: NEVE COME CENERE DI SARA RAASCH (CAP. 16 – 20)

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE!

E buon inizio settimana! Oggi iniziamo con il Read Along di Neve come cenere di Sara Raasch, edito Mondadori

readneve
In questo articolo, sono incaricata di dire a grandi linee cosa accade dal capitolo 16 al 20. Cercherò di non fare spoiler ne di raccontare grandi cose, mi terrò molto sul generale per non rovinarvi una lettura eventuale. Ecco di cosa andremo a parlare:

Titolo: Neve come Cenere
Autore: Sara Raasch
Serie: Snow Like Ashes #1
Prezzo: 12,50 euro
Pagine: 336
Editore: Mondadori
Data di pubblicazione: 28 Febbraio 2017
TramaDa sedici anni i cittadini del Regno d’Inverno sono stati fatti schiavi, privati della loro magia e del loro re. L’unica speranza per il popolo di Inverno risiede negli otto fuggitivi che sono riusciti a scappare e sopravvivere fuori dai confini, in attesa che giunga il momento del riscatto. Rimasta orfana durante la sconfitta di Inverno, Meira è stata allevata da Sire e ha vissuto tutta la vita come profuga. Sogna di diventare una guerriera e far risorgere Inverno, ma il suo cuore batte anche per Mather, il suo migliore amico nonché erede al trono. Quando gli esploratori scoprono dove è nascosto il medaglione magico in grado di ridare i poteri a Inverno, Meira decide che è giunto il momento di fare sul serio. Finirà coinvolta in un gioco pericoloso forse troppo spietato per lei. E soprattutto dovrà rendersi conto che il suo destino non le è mai realmente appartenuto.

 

CAPITOLI 16 – 20

Sarà arduo non svelarvi niente e non fare spoiler ma ci proverò comunque!

Capitolo 16

Risultati immagini per FAN ART SNOW LIKE ASHES

Meira scopre che le nozze con Theron sono solo a distanza di due settimane e va su tutte le furie. Esce tutto ciò che aveva trattenuto e non riesce più a ragionare, tant’è che riesce a scoprire un grande segreto. Qualcuno – non vi dirò chi è, ovviamente – li sta tradendo. Sta tradendo lei e gli Inverniani che sono assieme a lei ma al tempo stesso anche chi ha tradito è stato tradito. Sembra un gioco di parole ma è esattamente questo che succede.

Potrei anche essere come mi vuole, ma quella ragazza debole e innocente non avrebbe mai trovato questa.


Capitolo 17

Primavera è qui. A Cordell.

Cordell è sotto attacco e Primavera sta arrivando. Tutti si preparano a combattere ma cercano di tenere Meira a palazzo. Lei non ha intenzione così Mather e Theron la camuffano da soldato Cordelliano e nessuno sembra riconoscerla.


Capitolo 18

Risultati immagini per FAN ART SNOW LIKE ASHES

L’attesa è la cosa più estenuante dell’andare in guerra e Meira è costretta a viverlo, come a provare la guerra che non ha mai vissuto in prima persona.

Cinque secondi. Quattro secondi. Tre. Due. Uno. I due eserciti collidono e l’impatto genera un’onda d’urto tra gli uomini.

La battaglia ha inizio e Meira nella lotta perderà un importante pezzo di se e, quando un’ombra sopraggiunge su di lei, crede di essere finalmente salva. Ma finisce per essere miseramente catturata.


Capitolo 19

Un sogno. Hannah, la regina d’Inverno, parla con Meira nel sogno. E’ il Declino.  Al suo risveglio Herod è lì e lei è in gabbia. Sono diretti ad Abril, in Primoria, nel regno di Angra.

“La paura è un seme che una volta piantato non smette più di crescere”. Ricordo Sire che sussurra questa frase e così tengo a bada la paura.


Capitolo 20 

Meira finalmente incontra Angra e lui vuole qualcosa da lei. Qualcosa di cui lei non conosce, almeno non completamente.

Invece può usare la magia per spezzarmi o curarmi, quindi ci dev’essere qualcosa che lo aiuta. Qualcosa di più potente. Qualcosa come il Declino.

Lei ha ancora dei sogni strani e vede ancora Hannah che le parla ma non ne fa parola con nessuno. Vede Hannah nel periodo della guerra tra Inverno e Primavera. 


Posso solo dirvi che il libro mi è piaciuto molto, vi farò sapere tutte le mie impressioni nella recensione fra qualche giorno. Per il momento, se vi ho messo curiosità seguite tutte le tappe per farvi un’idea generale! 


Calendario tappe Neve come cenere – Read Along 
23 Ottobre – Coffee and Books  
– Dal capitolo 1 al capitolo 5 –
30 Ottobre –  Book Lover
– Dal capitolo 6 al capitolo 10 –
6 Novembre – Libri e Librai
– Dal capitolo 11 al capitolo 15
13 Novembre – Milioni di particelle 
Dal capitolo 16 al capitolo 20
20 Novembre – Anima in penna 
Dal capitolo 21 al capitolo 25
27 Novembre – Sognare – 
Dal capitolo 26 al capitolo 31

Appuntamento al 20 Novembre su Anima in penna,  per i capitoli dal 21 al 25!


Cosa ne pensate? Fatemi sapere se vi interessa perchè a me è piaciuto molto. Ve ne parlerò meglio in una recensione!

A presto,

Sara ©

APPUNTAMENTI AD EVENTI SUI LIBRI IN GIRO PER L’ITALIA.

BUON POMERIGGIO LETTORI!

Come state? Io bene! Eccomi che vi scrivo i nuovi eventi in arrivo e in programma in giro per l’Italia! 🙂 ci andrete? Io – purtroppo – no.

Eventi di Newton Compton a Bookcity (16/19 novembre 2017).

Sabato 18 novembre – ore 17.00

STREGATA DAL FANTASY. SCARLETT THOMAS TRA HARRY POTTER E FAHRENHEIT 451

Con Scarlett Thomas e Alessandra Tedesco

Castello Sforzesco – Sala Viscontea – Piazza Castello, 1


Sabato 18 novembre – ore 19.30

GIALLO STORICO VS NOIR CONTEMPORANEO

Con Marcello Simoni, Nicola Verde, Marilù Oliva e Romano De Marco

Palazzo Morando – Costume Moda Immagine – via Sant’Andrea, 6

Un evento a cura di Bookteller Eventi Letterari


Sabato 18 novembre – ore 21.00

SIRIA, FOREIGN FIGHTERS: PADRI E FIGLI

con Dimitri Bontinck, Lorenzo Cremonesi e Paolo Giordano

Fondazione Corriere della sera – Sala Buzzati – via Balzan, 3


Domenica 19 novembre – ore 15.00

SAGHE DA OSCAR. NAPOLEONE E I MEDICI STAR DELLA LETTERATURA

Con Simon Scarrow, Matteo Strukul e Massimo Lugli

Castello Sforzesco – Sala Viscontea – Piazza Castello, 1


Sabato 18 novembre – ore 10.00

SCRIVERE, PUBBLICARE, VENDERE LIBRI TRA CARTA E DIGITALE

Con Irma Cantoni, Anna Premoli, Leonardo Patrignani, Stefano Bordigoni, Clelia Frasca e Stefano Izzo

Terrazza Aperol – Piano 1 – Piazza Duomo


Domenica 19 novembre – ore 17.00

5000 SFUMATURE DI MR DARCY. Il personaggio maschile nella narrativa rosa

Con Agostina Costa, Stefania Pescali, Virginia Bramanti, Ledra, S.M. May, Raffaella V. Poggi

Centrale District Starhotels Anderson – Piazza Luigi di Savoia, 20

Un evento a cura di Sognando tra le righe


Eventi della DeAgostini a Bookcity (16/19 novembre 2017)

Giovedì 16 novembre 

Scritture diffuse: premiazione della selezione per racconti inediti RaccontALI
ore 18.00 – Filiale Intesa San Paolo (Piazza Cordusio, 4)
Premiazione di RaccontALI, il concorso organizzato da ALI – Associazione Lavoratori Intesa Sanpaolo e Libromania. 


Sabato 18 novembre

E se non ci fosse nulla di più speciale che essere assolutamente normali?
ore 10.30 – Biblioteca Sicilia (via Luigi Sacco, 14)
Mavis Miller presenta Lisbeth e il segreto della città d’oro (DeA) e Lisbeth e il giardino dei fiori incantati (DeA)


Scrivere, pubblicare, vendere libri tra carta e digitale
ore 10.30 – Terrazza Aperol (Piazza Duomo)
Inaugurazione della seconda edizione di Fai viaggiare la tua storia, la selezione per opere di narrativa inedita organizzata da Autogrill e Libromania. Partecipano:Irma Cantoni, vincitrice della prima edizione con Il bosco di Mila, gli autori bestseller Anna Premoli (Newton Compton Editori) e Leonardo Patrignani(DeA), Stefano Bordigoni (Ad Libromania), Clelia Frasca (Newton Compton Editori) e Stefano Izzo (DeA Planeta).

Caccia al topo con Annalisa Strada
ore 15.00 – Muba (via Enrico Besana, 12)
Una caccia al topo che si trasforma nell’avventura più divertente di sempre. 
Annalisa Strada presenta il suo nuovo libro Topi ne abbiamo? (DeA)

Educazione giovanile: la parola a insegnanti e psicoterapeuti
ore 16.30 – Fondazione Adolfo-Pini
Alberto Pellai, autore di L’età dello tsunami (De Agostini) dialoga con Enrico Galiano e Isabella Milani

Ricette sane, semplici, buone e trasportabili per genitori e bambini in movimento
ore 17.00 – Libreria Colibrì (via Laghetto 9/11)
Alessandro Vannicelli presenta il suo ultimo libro Baby Schiscetta (De Agostini) insieme a Francesca Valla (Tata TV). 


Domenica 19 novembre

Hyperversum e Time Deal: viaggio nella narrativa fantastica italiana contemporanea
ore 10.30 – Castello Sforzesco
Leonardo Patrignani, autore di Time Deal (DeA), dialoga con Francesco Trento e Cecilia Randall, autrice di Hyperversum (Giunti).


Eventi della Mondadori a Bookcity (16/19 novembre 2017)

VENERDI 17 NOVEMBRE

Malleus                               

Scriptorium                                                               18.30              Libreria Rizzoli

Teresa Ciabatti

La più amata                                                             19.30              Sala Lab, Triennale

Daria Bignardi

Con Marc Augé                                                         20.30              Teatro Dal Verme


SABATO 18 NOVEMBRE

Shi Yang Shi                                  

Cuore di seta                                                             11.00              Fondazione Feltrinelli

Davide Mosca

Le notti nere di Praga                                                12.00              Palazzo Morando

Pierluigi Battista

A proposito di Marta                                                  12.00              Sala del Grechetto/Sormani

 Pinuccio

Trumpadvisor                                                            14.00              Teatro Parenti

 Fabio Volo

Quando tutto inizia                                                   14.30              Teatro Elfo Puccini

Maria Pia Ammirati

Due mogli, 2 agosto 1980                                         14.30              Sala Lab, Triennale 

Giorgia Lanzilli, The Pozzolis Family

La famiglia va in scena                                              15.00              Sala del Grechetto/Sormani

Carlo De Filippis

Il paradosso di Napoleone                                         15.00              Arci Bellezza 

Fabio Genovesi

Il mare dove non si tocca                                          15.00              Teatro Parenti

Caringella

Dieci lezioni sulla giustizia                                        16.00              Archivio di stato

Matteo Righetto, Mauro Corona

Madre natura                                                            16.00              Museo Scienza e Tecnologia

Antonio Dikele Distefano, Luca Bianchini

Come eravamo e come possiamo essere                    16.00              Teatro Dal Verme

Giorgio Montefoschi

Il corpo                                                                     16.30              Libreria Rizzoli

Paolo Crepet

Il coraggio                                                                 16.30              Sala del Grechetto/Sormani

 Maurizio Martina

Dalla terra all’Italia                                                    18.00              Museo Scienza e Tecnologia

 Simon and the stars

Oroscopo 2018                                                         18.00              Teatro Dal Verme

 Michele Dalai

La lentezza della luce                                                18.30              Fondazione Pini

 Piccoli/Palumbo

Escobar                                                                     20.00              Spazio Base


DOMENICA 19 NOVEMBRE

Piero Angela                                              

Il mio lungo viaggio                                                   11.00              Teatro Parenti

Vittorio Sacchini, Sergio Perego

Andrà tutto bene                                                      11.00              Libreria Rizzoli

Matteo Lancini       

Abbiamo bisogno di genitori autorevoli                    12.30              Libreria Rizzoli

Licia Troisi, Roberto Recchioni

Il linguaggio delle storie                                            12.30              Spazio Base

 Michelle Hunziker

Una vita apparentemente perfetta                            14.00              Museo Scienza e Tecnologia

 Daniele Doesn’t Matter

E buonanotte                                                            14.30              Teatro Maciachini

 Maria Rita Parsi                 

Se non ti amo più                                                      15.00              Libreria Rizzoli

 Vanni Santoni

L’impero del sogno                                                   15.30              Libreria Mondadori Duomo

 Fabio Genovesi, Teresa Ciabatti

Compleanno Lettura/Corriere della sera                    16.00              Fondazione RCS

 Federico Rampini

Le linee rosse                                                            16.00              Museo Scienza e Tecnologia

 Gratteri/Nicaso

Fiumi d’oro                                                               16.00              Archivio di stato

 Lisa Casali                                      

Quanto basta                                                            16.00              Palazzo Greppi

 Alessandro Perissinotto                                       

La neve sotto la neve                                                16.30              Palazzo Morando

 Sofia Viscardi                                                        

Dal romanzo al film                                                   16.00              Teatro Maciachini

 Raffaele Morelli                 

Prenditi cura di te                                                     17.00              Circolo Filologico Colonne

 Francesco Sole

#poesia                                                                     17.00              Arci Bellezza

 Chiara Barzini

Terremoto                                                                 17.00              Libreria Mondadori Duomo

 Paola Calvetti

Gli innocenti                                                             19.00              Galleria d’arte moderna


NOVITÀ PISA BOOK FESTIVAL – 10, 11, 12 NOVEMBRE DELRAI EDIZIONI

Ardenti deliri di Alessandra Paoloni

In anteprima al PISA BOOK FESTIVAL
un ARTBOOK firmato Alessandra Paoloni, Catnip Design e Delrai Edizioni.

Genere: Artbook
Collana: Cassiopea
Pagine: 76
Data di uscita
Cartaceo: dicembre 2017
Prezzo: Cartaceo: 18,00 euro
IBSN 9788899960322

Trama: Una serata danzante tra lo sfarzo di una villa ottocentesca, i profumi delle donne dagli appariscenti abiti e uomini colti ed eleganti. L’anima dei pensieri si tramuta in pieno ardore, mentre lo spirito dei presenti rimugina sulla vita e i perché dell’esistenza. Tante domande, risposte, personalità, si soffermano sulla realtà in un avvicendarsi di motivazioni che conduce chissà dove. E non c’è essere umano che non pensi, non c’è vita separata da un’altra, persiste l’atmosfera calda e magica di una serata di fine Ottocento, dove il mistero dell’umanità si dispiega e diventa afferrabile al lettore che si immerge tra le immagini e i monologhi interiori. Dunque, benvenuto, questa sera balleremo io e te e rifletteremo su chi tu sia veramente.

Alessandra Paoloni vive in un paesino alle porte di Roma. Fin da bambina nutre un interesse viscerale per la lettura e per la scrittura, tanto da credere di essere nata con la penna già in mano, pronta a volare in luoghi lontani e mondi diversi con la fantasia. Ama trarre ispirazione dalle piccole cose, anche quotidiane, e non rinuncerebbe 

 

mai al freddo autunnale, alla cioccolata calda e a un buon libro. La passione con cui vive la scrittura le ha regalato un percorso editoriale che ha avuto inizio dieci anni fa, un viaggio che dura tuttora e che l’ha vista cimentarsi in tanti generi diversi, senza mai porsi limiti. E chissà dove la porterà la voglia di andare lontano… Questo è il suo primo libro per la Delrai Edizioni con cui ha intrapreso un’originale collaborazione. 


Ci andrete a questi due eventi? A me piacerebbe andarci purtroppo, invece, me ne sto a casa. Fatemi sapere, mi raccomando!

A presto,

Sara ©

BLOGGER RECOGNITION AWARD

BUON GIORNO LETTORI E TANTI AUGURI A ME!

Si, oggi divento un anno più vecchia ed ho raggiunto il quarto di secolo! La mia faccia è sconvolta :O mi sembra ieri quando ero ancora a scuola! Ma a parte questo, che credo vi importi poco oggi vi annuncio che sono stata nominata per il premio Blogger Recognition Award ovvero il mio blog è rientrato nella classifica dei quindici blog da tenere d’occhio! Delle belle soddisfazioni dopo tutto 🙂

Blogger recognition awards

In particolare voglio ringraziare per la nomina Francesca del blog Libri, Libretti, Libracci, un blog che seguo sempre con piacere a cui vi consiglio di fare una visitina perchè sempre ben curato! Poi Francesca è dolcissima ❤
 
Ecco le regole!
1 Ringraziare il blogger che ti ha nominato e inserire il link al suo Blog ✔
2 Scrivere un post per mostrare il proprio riconoscimento ✔
3 Raccontare la nascita del proprio Blog ✔
4 Dare consigli ai nuovi blogger ✔
5 Nominare altri 15 blogger ai quali vuoi passare il segno di riconoscimento ✔
6 Commentare sul Blog di chi ti ha nominato e fornirgli il link al tuo articolo (anche sulla pagina Fb) ✔
 
Milioni di Particelle non ha una storia particolarmente lunga. E’ nato a fine Maggio del 2016 ed ho iniziato con la recensione di Verso Te di Salvatore Carvelli, un autore emergente. La scelta del libro è stata del tutto casuale, più che altro ho iniziato per dare una voce alla mia passione.
Ho sempre amato leggere, come amo scrivere. Infatti il nome del Blog non è per niente casuale. Avevo una pagina su Facebook dove scrivevo e si chiama La milionesima particella di un corpo senza cuore. Dico si chiama perchè c’è ancora, è solo nascosta perchè – quando e se ne avrò voglia –  è probabile che torni online e visibile al mondo. Per il momento mi sta bene così.
Milioni di Particelle riprende il nome della mia vecchia pagina su Facebook proprio perchè è stata il mio rifugio per molto tempo e avevo bisogno che il nome del Blog me la ricordasse.
Perchè è sempre così che mi sono sentita: una piccola particella di un corpo senza cuore. Una particella piccola e insignificante, la milionesima. Ed è così che è il mio Blog: piccolo, probabilmente il Milionesimo che vi parlerà di libri ma per me importante, dove io mi ritrovo e posso parlare liberamente di ciò che mi piace oltre che condividerlo con gli altri, che non è poco.
Ecco, questa sono io. E questo è il mio blog.
Ai nuovi blogger cosa posso dire? Siate voi stessi e fate quello che vi piace con il cuore, nel rispetto di voi stessi e degli altri. Seguite le vostre passioni, sempre.
15 BLOG che meritano di ricevere il Blogger Recognition Awards:

Vi piace? Spero che siate felici della nomina e vi lascio che mi preparo per il pomeriggio e per la serata: la palestra mi aspetta! Festeggerò sabato con i miei amici. 

A presto,

Sara ©

RECENSIONE #118 – THE CASTOFFS V.1: MAGE AGAINST THE MACHINE DI M.K. REED, BRIAN SMITH, MOLLY OSTERTAG E WYETH YATES.

BUON POMERIGGIO LETTORI!

Oggi ho una nuova recensione per voi. L’editore estero, la Diamond Book Distributor dopo una Subscription al loro sito mi ha inviato gratuitamente l’ebook di questa Grapich Novel. Ed io ve l’ho recensito! Cosa ne pensate? (NB: Ovviamente questa Graphic è in lingua inglese!)

Titolo: The Castoffs, V.1: Mage Against the Machine33830449

Autori: M.K. Reed, Brian Smith (Writer and Colorist), Molly Ostertag (Illustrator), Wyeth Yates (Illustrator)
Pagine: 119
Pubblicazione: 12 Aprile 2017
Editore: Lion Forge, Roar / Diamond Book Distributor
ISBN: 1941302270
Lingua: Inglese 
Trama: It’s Mage against the Machine! Magic vs technology in Roar’s newest graphic novel. When three apprentice mages are sent to help a neighboring guild, they reignite a decades-old war with a robot army that has destroyed the world.
Traduzione italiana (tradotta da me)È i Maghi contro le Macchine! Magia contro Tecnologia nel nuovo romanzo grafico di Roar. Quando tre maghi apprendisti vengono inviati per aiutare una gilda vicina, riaccendono una guerra decennale con un esercito robotico che ha distrutto il mondo.

RECENSIONE:

Primo di una serie di volumi, The Castoffs è una Graphic Novel che colpisce con impatto immediato.

La storia ha inizio nel mezzo di una battaglia. I Maghi stanno cercando di salvare quante più persone possibili dall’attacco sconsiderato delle Macchine ma è sempre più difficile e si trovano in difficoltà. Leda riesce a svegliarsi e finalmente i suoi amici hanno un aiuto in più e riescono a sconfiggere le macchine nonostante le perdite.

La storia riprende vent’anni dopo. I Maghi più giovani vengono addestrati dai più grandi e Leda è diventata una persona di rilievo all’interno del campo. Viene a sapere di una voce che giunge da una gilda vicina e manda i suoi migliori studenti in ricognizione: Charris con il potere del vento, Trinh con il dono dell’invisibilità e Ursa sembra essere inutile se non con le sue pozioni, ma nasconde un potere considerevole.

Cosa starà succedendo alla gilda vicina? Riusciranno i tre Maghi ad essere all’altezza del compito che le è stato lasciato?

99

La trama è semplice ma forse un po’ troppo breve. Sarebbe potuto essere un pò più esplicativo ma comprendo anche che il libro avendo solo 137 pagine non si voglia raccontare troppo.

La copertina, invece, è molto carina e rappresentativa della storia in se per se. Al centro troviamo proprio i tre ragazzi Maghi a cui viene affidato il compito e la Macchina, rappresentativa della categoria. Il titolo che significa i Reietti, non mi è chiaro se si riferisca ai Maghi o alle Macchine. Avremo modo di rivedere la faccenda andando avanti.

L’ambientazione è fantastica e lepoca ha un non so che di post-apocalittico ma non saprei dire perché non è specificata.

888

I personaggi sono relativamente pochi ma interessanti e potenzialmente diversi fra loro.

Charris viene scelta da Leda perchè una delle più potenti nel suo gruppo. Peccato che proprio per questo che si crede forte e brava solo lei. Si sente un Leader e talvolta risulta antipatica.

Trinh è quella che personalmente mi è piaciuta di più. Il suo potere è utilissimo. E’ invisibile come un fantasma e può passare attraverso i muri, diventando quasi di vapore. E’ semplice, umile e si tiene da parte ma alla fine, almeno per me, è risultata la migliore di tutte.

Ursa è particolare ma giusta, almeno al momento. Sembra inizialmente inutile ed, anche se inganna Charris sui suoi poteri, lo fa a fin di bene. E’ molto utile alla squadra e riesce a mettere Charris in riga quando serve (praticamente sempre!).

7878

Il perno centrale è la guerra che imperversa, fra Maghi e Macchine. I tre ragazzi vagano per andare a vedere cosa succede ad una gilda vicina e scoprono che c’è qualcuno che vuole riportare in vita le Macchine. 

La grafica è stata molto accattivante. I disegnatori e gli illustratori hanno uno stile molto particolare e sicuramente riconoscibile. Ho preferito molto di più la prima parte, quella dei Maghi in guerra contro le Macchine e tutti i poteri che ne uscivano fuori. E’ stato pazzesco. Molto bello nei disegni.

La storia narrata è stata carina peccato nella mancanza di originalità almeno in questo volume. Spero che con i seguenti si riprenda. Vi spiego i motivi:

  1. I combattimenti finali sono deprimenti. Azione pari a zero e mi ha deluso la cosa perchè avrebbe potuto essere con più azione e invece no. Zero. Si sono limitati a poche mosse e tutto era risolto e mi è sembrato un pochino ridicolo.
  2. La persona che voleva riportare in vita le macchine si è capito da subito chi era e che potere potesse avere. Scontato come pochi.

454545

Il libro, tutto sommato è stato carino. Mi ha deluso un pò nel finale perchè mi aspettavo molto di più. Spero che vada migliorando andando avanti con i volumi e che ci siano battaglie davvero epiche perchè la storia sembra interessante e di sminuirla non me la sento.

Consiglio? Si, per chi vuole cominciare a leggere in inglese queste letture sono davvero semplici, veloci ed intuitive. Provare per credere.

Il mio voto per questo libro è di: 3 pesciolini

picsart_09-22-09.39.42-3.jpg


RECENSIONE IN INGLESE:

First of a series of volumes, The Castoffs is a Graphic Novel that hits with immediate impact.

History begins in the middle of a battle. The Wizards are trying to save as many people as possible from the ruthless attack of the Machines but it is getting harder and harder to find. Leda wakes up and finally her friends have more help and succeed in defeating the machines despite the losses. the story resumes twenty years later. Younger Wizards are trained by the Greater and Leda has become a major person within the camp. comes to know of a voice coming from a nearby guild and sends out his best students in reconnaissance: Charris with the power of the wind, Trinh with the gift of invisibility and Ursa seems to be useless except with his potions but hides a considerable power.

What’s going to happen to the nearby guild? Will the Three Wizards succeed in meeting the task they have been left behind?

The plot is simple but maybe a bit too short. it could have been a bit more explanatory but I also understand that the book having only 137 pages does not want to tell too much. The cover, on the other hand, is very pretty and representative of the story in itself. In the middle are the three Wizards who are entrusted with the task and the Machine, representative of the category. The title that the “Reietti” means is not clear to me if it refers to Wizards or Machines. We will have the opportunity to review the matter by going forward. ù

The setting is fantastic and the era has a do not know it post-apocalyptic but I can not tell why it is not specified.

The characters are relatively few but interesting and potentially different from each other.

Charris is chosen by Leda because one of the most powerful in his group. It’s a shame that just because you think that you are strong and just good. You feel a Leader and sometimes it’s disgusting.

Trinh is the person I personally liked most. Its power is very useful. It is invisible like a ghost and can pass through the walls, becoming almost vapor. It’s simple, humble and keeps aside but in the end, at least for me, it was the best of all.

Ursa is particular but right, at least at the moment. It seems initially unnecessary, and even though it deceives Charris over its powers, it does so well. It is very useful to the team and manages to put Charris in line when it is needed (practically always!).

The central pivot is the war that rages, between Wizards and Machines. The three guys wander to see what happens to a nearby guild and find out there’s someone who wants to bring the Machines back to life.

The graphics were very eye-catching. Designers and illustrators have a very distinctive and definitely recognizable style. I preferred a lot more the first part, that of the Wizards in War against the Machines and all the powers that came out. It was crazy. Very nice in the designs.

The narrated story was a sinful thing in the lack of originality at least in this volume. I hope that with the following we will resume. I explain why:

  1. Final battles are depressing. Action equal to zero and disappointed me because it could have been more action and not. Zero. They were limited to a few moves and everything was fixed and it seemed a bit ridiculous.
  2. The person who wanted to bring the machines back to life was immediately aware of who he was and what he might have. Discounted as few.

The book, all in all, was cute. I was disappointed in the final because I was expecting a lot more. I hope that it’s going to go better with the volumes and that there are really epic battles because the story seems interesting and to undo it I do not feel it. Council? Yes, for those who want to start reading in English these readings are really simple, fast and intuitive. seeing is believing.

My vote for this book is: 3 stars.


Vi piace? Cosa ne pensate? Fatemi sapere è, che io vi aspetto, come sempre!

A presto,

Sara ©