RECENSIONE #530 – UN FILM CHE ODIO A MORTE DI COSTANTINO POMPA.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Oggi sono qui per portarvi una nuova raccolta di poesie, che spero possa piacervi. E’ un autore che vorrebbe essere conosciuto e spero che le sue poesie possano avvicinarsi a voi come è successo a me e che possiate ritrovarvi un po’ in lui. Ecco a voi che ve ne parlo subito:

71bnqh358wlTitolo: Un film che odio a morte
Autore: Costantino Pompa
Editore: Augh!
Data di uscita: 7 marzo 2018
Link d’acquisto: https://www.ibs.it/film-che-odio-a-morte-libro-costantino-pompa/e/9788893432016
Trama: Se sei arrivato fin qui, con un libro aperto, un libro di poesie, sei una creatura affamata. Non di solo pane. Come il nostro poeta, come Costantino Pompa. Forse hai gli occhi pieni di speranze, di ricordi del passato, e ti arrampichi per trattenere e raccontare voci altrimenti dimenticate. Forse combatti perché non si perdano le memorie, non si cancellino le macchie d’inchiostro dalla punta delle dita. Forse sei capitato qui per caso e poi, per un gesto d’amore, hai deciso di restare. Di una sola cosa sei sicuro. Malgrado tutto, siamo ancora tra i vivi.

RECENSIONE

person raishing his handLa raccolta di Costantino ci trascina in un piccolo mondo di una persona affamata di scrittura, di trovare il proprio posto nel mondo e di essere accettati per ciò che si è. 

Una raccolta sulla speranza, sul modo di vedere il mondo e sul fatto di viverlo continuamente affondando le unghie nel terreno e sul fatto che niente può cancellare ciò che siamo stati, magari basta solo scrivere qualche altra riga per diventare qualcos’altro.

Siete pronti ad ascoltare ciò che Costantino ha da dire al mondo? Riuscirete a ritrovarvi nelle sue parole? 

Lamenti notturni
Ho fame e non ho voglia
di crepare. Per questo
non scenderò a patti
col mio stomaco e
soffrirò nel buio
di una stanza orrenda
e che vorrei far saltare
in aria. E questo film
lo odio a morte.

La trama è incoraggiante ed incuriosisce subito. Si parla della vita, della speranza e della fame di qualcosa che dobbiamo continuare ad avere costantemente nella vita.

La copertina è molto semplice, si adatta agli standard della collana Augh! Edizioni mantenendo il loro stile, adattandoci comunque il riferimento a ciò che viene esposto nel titolo, ovvero i film. Quindi è la pellicola cinematografica a fare da sfondo a questo piccolo volume di poesie.

Il titolo è coinvolgente e attira il lettore che si chiederà di cosa effettivamente parli questa raccolta di poesie. Sembra da questo che si andrà a parlare di qualcosa relativo a film con la vita stessa ed effettivamente è proprio di questo che andremo a trattare e a leggere.

Valere la pena
Vorrei essere importante e decisivo
e non mi importerebbe di esserlo
per il potere di ricavarne.
Fosse anche soltanto per l’amore
di un pugno di persone.
Vorrei essere uno
che valga la pena
ricordare di aver amato:
l’esempio che io
vidi negli eroi,
che un bambino sogna di essere.

Il perno centrale di questa storia verte sulla forza di andare sempre avanti, oltre tutto ciò che la vita di difficile ci pone davanti. Ed è nell’insieme della raccolta che questo viene fuori, così come la voglia di essere guardato, non solo visto. Una raccolta forte e al contempo semplice che potrebbe colpirvi se condividete anche voi tutto questo.

person standing on brown wooden dock during daytimeLo stile utilizzato dall’autore è molto semplice. Le poesie non sono mai particolarmente brevi e concise ma ogni poesia colpisce e mette a nudo una parte dell’autore.

Le poesie – o parte di esse – che vedete all’interno della recensione sono quelle che mi hanno colpito maggiormente e che spero possano colpire anche voi. La cosa che magari mi sarei aspettata di più è una divisione in parti in cui c’è un crescendo o una specie di cambiamento relativo all’animo umano così come alla poesia stessa. L’ho trovato, su questo punto di vista, lasciato un po’ al caso e nonostante le poesie siano belle e colpiscano nel profondo. Così come mi sarebbe piaciuto che  la raccolta fosse poco più lunga, tutto qui.

(…)
E quando ve ne andrete via
a mostrare il bottino della famelica sentenza
io avrò ancora versi, pensieri, cuori che battono col mio.

Il libro è una piccola raccolta di una piccola bestia selvatica che cerca di sgomitare e farsi spazio, famelica in un mondo che cerca di seppellirci sempre di più, angosciandoci di insicurezze e dolore. Ma c’è sempre un modo per uscirne, e a volte anche scriverlo può salvarci, proprio come ha fatto l’autore di questa raccolta.

Costantino Pompa ci mostra la vita come fosse un film per ognuno di noi e delle difficoltà che ne derivano. Nonostante la vita possa sembrarlo, sta a noi viverla senza finire per odiarla (o almeno non troppo). Una lettura che consiglio vivamente.

Il mio voto per questo libro è di: 4 balene.

Senza titolo-2

Libro acquistato

Cosa ne pensate? Potrebbe piacervi questo volume? Fatemi sapere ovviamente, io vi aspetto come sempre.

A presto,

Sara ©

SEGNALAZIONE #221 – UN FILM CHE ODIO A MORTE e DI COSTANTINO POMPA.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Io tutto bene! Sono qui che vi porto una serie di nuove uscite librose, in questo caso poesie che spero prendiate in considerazione. Due libricini di poesie che spero troviate interessanti. Ecco a voi:

Un film che odio a morte - Costantino Pompa - copertinaAutore: Costantino Pompa
Titolo: Un film che odio a morte
Editore: Augh!

Genere: Poesie
Collana: Nuvole
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 1 marzo 2018
Pagine: 58
EAN:
9788893432016
Genere: Poesie

Link d’acquisto: https://www.ibs.it/film-che-odio-a-morte-libro-costantino-pompa/e/9788893432016
Trama: Se sei arrivato fin qui, con un libro aperto, un libro di poesie, sei una creatura affamata. Non di solo pane. Come il nostro poeta, come Costantino Pompa. Forse hai gli occhi pieni di speranze, di ricordi del passato, e ti arrampichi per trattenere e raccontare voci altrimenti dimenticate. Forse combatti perché non si perdano le memorie, non si cancellino le macchie d’inchiostro dalla punta delle dita. Forse sei capitato qui per caso e poi, per un gesto d’amore, hai deciso di restare. Di una sola cosa sei sicuro. Malgrado tutto, siamo ancora tra i vivi.


Trama: D’amore, d’amicizia e altre sciocchezze è la silloge d’esordio di Costantino Pompa: un viaggio interiore intimo e nuovo in cui si intravedono gli orizzonti di chi è riuscito a percepire la vita con occhi esperti che sanno cosa guardare, forgiati da esperienze importanti, di chi ha capito che la vita e la morte non sono poi così lontane. Il tono che emerge da tanta consapevolezza non è semplice tranquillità piuttosto quieta rassegnazione con un’unica ed evidente certezza: la vita nel suo svolgersi, ancorata al presente e dritta al domani, e nel suo nostalgico riavvolgersi attraverso i ricordi del passato. Il poeta è un Odisseo contemporaneo che non vuole raggiungere Itaca, ma vuole tornare simbolicamente dentro di sé attraverso le emozioni, trasfigurate in effigi interiori di straordinaria intensità.


Cosa ne pensate? Potrebbero piacervi? Spero lo facciano, davvero. Prestissimo vi parlerò del primo volume che vedete.

A presto,

Sara ©

RECENSIONE #527 – THE SUN AND HER FLOWERS DI RAPY KAUR.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Io ho ripreso il lavoro da una settimana e sono davvero a pezzi per la stanchezza che il cambio ha sviluppato. Ovviamente a breve che si rientra nel pieno regime del ritmo non si farà più caso a questo ma mi sento comunque un po’ spaesata. Sono qui per portarvi una nuova recensione che spero possiate apprezzare. 41qfuusb1cl._sy264_bo1204203200_ql40_ml2_Rientriamo nella normalità con una lettura leggera ma al tempo stesso potente. Ecco qui la raccolta di poesia che ho letto durante le vacanze:

Titolo: The sun and her flowers – Il sole e i suoi fiori
Autore: Rapi Kaur
Data di uscita: 13 settembre 2018
Pagine: 255
Link d’acquisto: https://amzn.to/2WxuSzh
Trama: The sun and her flowers. Il sole e i suoi fiori è una raccolta di poesie di dolore abbandono celebrazione delle radici amore e legittimazione di sé è divisa in cinque capitoli l’appassire. il cadere. il radicare. il crescere. il fiorire.

RECENSIONE

selective photography of purple petaled flowersQuesta raccolta di poesie è quanto di più dolce, suggestivo e originale. E’ una raccolta che celebra diverse emozioni e le mette completamente in gioco, su un piatto dove li serve al lettore che può divorarli o sentirsi vicino a quanto l’autrice trasmette con i suoi sentimenti. La raccolta, composta da cinque parti s’insinua fin nel profondo del nostro essere e riesce a colpire ognuno di noi, almeno con una di queste poesie. C’è chi si è sentito almeno una volta come in una di queste poesie e chi mente. Ed io ho trovato queste poesie incredibilmente vicine a me per diverse cose, uniche e magiche.

Siete pronti per entrare nel mondo di Rapi Kaur e sentirlo come fosse vostro? 

l’amore è capire
che abbiamo il potere di ferirci a vicenda
ma che faremo tutto ciò che è in nostro potere
pur di non farlo

La trama ovviamente è semplice, diretta e arriva dritta così come colpiscono le poesie stesse dell’autrice. Una trama dolce e leggera che ci mostra così come la raccolta viene suddivisa sia per come si presenta.

La copertina è molto semplice, lineare e poco impattante visivamente. Laddove il primo volume dell’autrice si muove sul nero e incanala l’oscurità che sembra esserci dentro, questo volume riporta la luce, dando uno spiraglio quasi etereo, di purezza e singolarità. Il titolo utilizzato per questa raccolta si rifà all’originale che viene sottotitolato con il tradotto. Il titolo non può essere più azzeccato visto che in questo volume si racchiude sia i punti d’ombra in cui la luce del sole non arriva, sia la rinascita, il calore con cui i fiori, nel loro ciclo vitale si nutrono. E’ un titolo originale e ben composto e sono davvero entusiasta del fatto che sia stato mantenuto come l’originale.

Cosa m’importa
se mi ami
o ti manco
o hai bisogno di me
se non agisci di conseguenza
se non sono l’amore della tua vita
vorrà dire che sarò la tua più grave perdita.

Il perno centrale di questa raccolta è l’autrice stessa che si racconta e mette a nudo la propria anima e il proprio cuore, mettendolo a disposizione di ogni lettore che deciderà di prendere in mano questa raccolta.

Lo stile utilizzato per questa raccolta è leggero e semplice. Le poesie sono per la maggior parte molto brevi ed evocativi. Aggiungendo anche le immagini e i disegni, la struttura del volume sale di un livello e si amplifica, rendendo tutto ancor più emozionante.

blooming orange petaled flowers at daytimeLa raccolta è suddivisa in cinque capitoli: l’appassire, il cadere, il radicare, il crescere, il fiorire. Ognuno di questi, così come il percorso partendo però dalla fase più oscura, ovvero dall’appassire fino al rifiorire, laddove ci sarà nuova vita e si tornerà a splendere.

Laddove alcuni versi possano sembrare scontati e banali, c’è un qualcosa che arriva dritto al cuore e colpisce, proprio perché almeno una volta un’emozione riportata è stata sicuramente vissuta. I versi riportati sono quelli dell’amore per se stessi, l’amore verso l’altro sesso che sia fisico, mentale, viscerale e/o platonico. 

Cosa c’è di più forte
del cuore umano
che si schianta di continuo
e ancora vive

Questa piccola raccolta di poesie unisce diversi punti con la vita di un fiore come la vita stessa dell’essere umano e della donna, dell’autrice e tanto altro. Un piccolo libricino da leggere e da tenere sul comodino, così che possa ricordarci ogni tanto che non siamo soli a provare determinate emozioni.

Rapi Kaur scrive una raccolta di poesie che lega tutti noi per la passione con cui i sentimenti ci legano e ci sfiorano o ci trascinano nel turbine potente che è la vita. Una lettura toccante, ancestrale, lirica, romantica.

Il mio voto per questo libro è di: 5 balene.

Senza titolo-1

Libro acquistato

Vuoi acquistare The sun and her flowers – Il sole e i suoi fiori e sostenere il Blog? Acquista da Qui: The sun and her flowers – Il sole e i suoi fiori o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ve ne pare? Lo avete letto? Pensate che possa fare al caso vostro? Fatemi sapere ovviamente, io vi aspetto come sempre!

A presto,

Sara ©

SEGNALAZIONE #217 – L’AGO DI CIBELE DI SIMONE FIOCCO.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci qui con una nuova uscita per voi che spero possa incuriosirvi e/o interessarvi. Come vi va in questo quasi week end di agosto? Siete in vacanza? Fatemi sapere sono curiosa. Ovviamente io sto per andarci quindi vi lascio una nuova uscita che magari potete portare in vacanza:

L'AGO DI CIBELE - Bakemono Lab - Casa editriceTitolo: L’Ago di Cibele
Autore: Simone Fiocco
Copertina flessibile
Pagine: 290

ISBN-13 : 978-8894826388

Editore: Bakemono Lab

Edizioni: cartacea

TRAMA:Roma, 2018. La città è battuta da un violento temporale primaverile. Gabriele, giornalista ed ex alcolizzato, torna a casa dopo una serata di svago. Laura, la sua compagna, non c’è. Non tornerà quella notte. Né quella successiva. La donna è sparita senza portare con sé le sue medicine. L’uomo teme subito il peggio e inizia una personale indagine, scavando nella vita della fidanzata alla ricerca di un dettaglio che possa indirizzarlo sulla giusta pista. Troverà invece Francesco, un investigatore privato dall’animo dannato, dedito ai vizi ma con un grande intuito. Insieme affonderanno in una storia torbida come le acque del fiume Almone, che nelle notti senza luna custodisce antichi segreti nel Parco della Caffarella. Dopo secoli di silenzio e oblio Gabriele e Francesco scoprono che qualcuno ha ripreso a versare sangue nelle acque del fiume e che gli antichi riti pagani non sono mai morti davvero. Trovare Laura diventa una corsa contro il tempo, ma c’è anche un altro problema: l’ago di Cibele non deve cadere nelle mani sbagliate.

BOOKTRAILERhttps://www.youtube.com/watch?v=9G0t8NlFzPI

BIOGRAFIA

Simone Fiocconasce a Roma il 1983 e fin da bambino la scrittura è stata un richiamo forte per lui. Appassionato di letteratura fantasy e horror, ma anche di fumetti e giochi di ruolo, dopo un travagliato percorso universitario alla facoltà di Filosofia comincia a seguire diversi corsi di scrittura e a collaborare con alcune riviste online. Oggi scrive a tempo pieno, continuando a studiare la scrittura in ogni sua sfaccettatura. Ha pubblicato il romanzo “L’ago di Cibele” con l’editore Bakemono Lab e il racconto “Il cravattino” all’interno dell’antologia “La cattiva strada” per l’editore Filigrana. Potete contattarlo dal suo sito www.simonefiocco.com.

L’Ago di Cibele è disponibile sui principali store on-line e sul sito dell’editore in formato cartaceo.


Cosa ne pensate? Fatemi sapere, io come sempre vi aspetto qui e spero possa piacervi. Fatemi sapere, mi raccomando!

A presto,

Sara©

SEGNALAZIONE #208 – SARA’ IL NOSTRO SEGRETO DI MARIA TERESA STERI.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci qui e già si sente profumo d’estate seppur l’anno non sia cominciato dei migliori, questo lo so. Sembra quasi di essere finiti nel loop dell’anno precedente. Speriamo migliori fino a terminare, altro non possiamo sperare. A parte questo, vi lascio questo bel volume che spero vi incuriosirà. A voi:

Sarà il nostro segreto: (Thriller Psicologico) eBook: Steri, Maria Teresa:  Amazon.it: Kindle StoreTitolo: Sarà il nostro segreto
Autore: Maria Teresa Steri
Data di pubblicazione: 5 maggio 2020
Genere: thriller psicologico
Pagine: 316

Trama: È notte fonda quando Valeria viene trascinata fuori casa dal marito Filippo, senza una spiegazione. Dopo una frenetica corsa, l’auto finisce fuori strada e Filippo perde la vita. Per la polizia non ci sono dubbi: si è trattato di omicidio. Disperata e stordita dall’accaduto, Valeria si rifugia presso la villa di famiglia del marito, che ospita una biblioteca privata dedicata alla musica. Con lo scorrere dei giorni, nella soffocante atmosfera della casa cominciano a emergere segreti collegati alla biblioteca e al fratello di Filippo, Raffaele, da sempre innamorato di Valeria. Mentre le indagini della polizia tentano di sbrogliare il caso, Valeria deve fare i conti con l’immenso dolore per aver perso l’uomo che amava. Una sfida che si fa ancora più ardua quando si convince che per vendicare la morte di Filippo c’è una sola strada: uccidere Raffaele. Il dubbio si insinua sottopelle. Cresce. Diventa ossessione. 

Ebook o cartaceo in vendita su Amazon: https://www.amazon.it/dp/B087YS37B7/
Prezzo ebook: 2,99 €
Prezzo cartaceo: 11,00 €
GRATIS con Kindle Unlimited
Primi capitoli scaricabili in pdf da qui: bit.ly/3f86j0j

Biografia autrice

Maria Teresa Steri è nata nel 1969 e cresciuta a Gaeta. Dopo la laurea in Lettere e Filosofia si è
trasferita a Roma, dove vive attualmente con il marito. Ha collaborato come giornalista pubblicista
nella redazione di quotidiani e riviste per la scrittura di articoli, la revisione di testi e l’impaginazione.
Cura il blog Anima di carta ( https://animadicarta.blogspot.com/ ) dedicato a chi ama scrivere e leggere.
Si interessa di scrittura creativa e antroposofia. È un’appassionata di Alfred Hitchcock. I suoi autori di
narrativa preferiti sono Ruth Rendell e Joyce Carol Oates. Nel 2009 ha pubblicato il suo primo
romanzo, “I Custodi del Destino” (Deinotera Editrice, fuori catalogo). Nel 2015 è uscito “Bagliori nel
buio”, un noir sovrannaturale, nel 2017 il thriller esoterico “Come un dio immortale” e nel 2019 la
seconda edizione del primo romanzo, interamente riveduto, con il titolo “Tra l’ombra e l’anima”.
“Sarà il nostro segreto” è il suo ultimo romanzo, pubblicato nel 2020.


ESTRATTO

L’idea di ucciderlo prese forma il giorno del mio compleanno. In altre circostanze avrei organizzato una cena in famiglia, sarei uscita a festeggiare con gli amici o avrei optato per un tête-à-tête in casa, solo io e te. In un altro tempo, un’altra vita. Ormai tu non c’eri più, e celebrare la mia nascita era diventato irrilevante. Un giorno qualunque.
Era tarda mattina, quando scesi in cucina per la colazione e trovai in bella vista una torta, poggiata proprio al centro del tavolo. Una sontuosa costruzione di pan di Spagna al cacao, rivestita di glassa a specchio, sormontata da riccioli di cioccolato e circondata da ciuffi di panna, come una regina attorniata dalla sua corte. In cima spiccava una candelina a forma di “35”. Non era difficile intuire chi l’avesse preparata. Il profumo tentatore del cioccolato si spandeva per la stanza, mentre contemplavo il dolce, combattuta tra la stizza e il desiderio di affondarvi un dito come una bambina incapace di contenersi.

Contatti:
Blog: https://animadicarta.blogspot.com/
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/mariateresasteri.books/
Facebook: https://www.facebook.com/mariateresa.steri
Instagram: https://www.instagram.com/mariateresasteri/


Cosa ne pensate? Potrebbe fare il caso vostro? Fatemi sapere, io vi aspetto come sempre!

A presto,
Sara ©

SEGNALAZIONE #205 – LA DONNINA DEI MISTERI DI RONALD ARKHAM.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come va? Ecco qui che arriva un nuovo week end e spero arrivi anche per voi il meritato riposo settimanale. Io in effetti non vedo l’ora che arrivi domani sera. Nel frattempo vi lascio una nuova novità in arrivo:

LA DONNINA DEI MISTERI (Italian Edition) by [Ronald Arkham]Titolo: LA DONNINA DEI MISTERI
Autore: Ronald Arkham
Pagine: 84
Data di uscita:
02 Febbraio 2021
Genere: Raccolta di racconti
Link amazon: https://www.amazon.it/dp/B08X6C6VR3/

Trama: Macabre cronache di una favolosa donnina fuori di testa

BREVI ESTRATTI

“La vita è un mosaico composto da terribili idee di ogni
genere.”

“E’ assurdo come un semplice pezzo di carta possa stravolgere il corso degli eventi.”

“Mentre i raggi delicati dell’alba accarezzavano le case dell’antico borgo, un piccolo cuoricino vivente si destò dal suo prezioso sonno.”

BIOGRAFIA

RONALD ARKHAM è lo pseudonimo di un 32enne brianzolo che lavora come Customer Care in un’azienda di energie rinnovabili. Questa sua prima pubblicazione è una raccolta composta di 8 racconti soprannaturali con una vena umoristica. La protagonista di tutte le storie è sempre Pillolina, una dolce donnina che durante episodi di vita quotidiana si imbatte in fenomeni paranormali. In estate pubblicherà il suo primo
romanzo MORTE VERDE.


Cosa ne pensate? Fatemi sapere ovviamente, io sono curiosa come sempre di sapere che ne pensate!

A presto,

Sara ©

 

BUONA PASQUA E PASQUETTA !

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

In questo sabato, so che non è molto bello e che sembriamo punto e a capo nella situazione in cui stiamo. Sembra di essere finiti di nuovo nell’anno scorso solo con molta più conoscenza e consapevolezza anche se con meno soldi e con poca voglia di fare visto come tutto ci sta distruggendo.

Spero che il prossimo anno possiamo tornare un po’ più alla normalità, perché così non se ne può evidentemente più. Vi mando un abbraccio grandissimo, virtuale e spero vi permetta per un momento di sentirci più vicini, nonostante tutto. Inoltre vi auguro tantissimi bei libri da leggere, ovviamente ❤

AUGURO A TUTTI VOI, MIEI LETTORI E NON, CHIUNQUE PASSI DI QUI E A TUTTI QUELLI CHE CONOSCO, 
UNA:

Easter holiday concept with cute handmade eggs, bunny, chicks and party hats in bowl on wooden table

E una serena Pasquetta, perché ci risentiamo martedì!


E se vi va, raccontatemi dove sarete e cosa mangerete, anche per sentirci un po’ più vicini in questo periodo che tende ad allontanarci tantissimo.

A presto!

Sara ©

RECENSIONE #505 – UP ALL NIGHT DI GIULIA ARGNANI.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Ecco qui con una nuova lettura che ho intrapreso giorni fa. Un libro che spero possa piacere anche a voi e che vi incuriosisca. Acquistato durante il primo lockdown, in offerta, non vedevo l’ora di leggerlo e ne ho approfittato ora che avevo un buchino piccino piccino. Ecco che ve ne parlo:

51vatanqw9lTitolo: Up all night!
Autore: Giulia Argnani
Data di uscita: 21 giugno 2018
Pagine: 172
Link d’acquisto: https://amzn.to/2MVKbgp
Trama: La graphic novel d’esordio di Giulia Argnani (Janis Joplin: Piece of My Heart)!
Come in Janis, è la musica il filo che si snoda per le sue pagine e sottolinea la storia d’amore della fotografa Chiara e della musicista Greta, ragazze che passeranno insieme un anno indimenticabile. Un viaggio che tra momenti di grande felicità e delusioni porterà le due a capirsi meglio.
Il volume contiene un capitolo extra inedito!

RECENSIONE

La storia ha inizio con Chiara che rientra a casa, dopo varie commissioni del periodo pre-natalizio ricco e pieno di impegni. E’ stanca e quando si mette a letto non riesce a dormire perché i pensieri sembrano prendere il sopravvento; è così che decide di uscire e di andare in un locale di musica live dove quella sera si esibisce Greta con la sua chitarra e una canzone che conoscerete sicuramente – ma che non vi dirò. E’ in quel momento, questo strano incontro del destino cambierà la vita ad entrambe.

Cosa succederà a Chiara, ora che ha incontrato Greta? E Greta, donna di mondo dalle certezze ferree, riuscirà a mantenere saldi i suoi cardini o vacillerà? Cosa cambierà fra le due?

ARF! 2018, Edizioni BD: Intervista a Giulia Argnani, autrice di Up All Night  | Fumetti - BadTaste.it

La trama di questa storia è molto, molto semplicistica e nella breve descrizione dice quanto più è possibile sul lasciare indizi per questa storia. Scrivere meno era impossibile ma lo era anche farlo di più, altrimenti si sarebbe finiti in una serie di spoiler non necessari.

La copertina è davvero molto carina e rappresentativa della storia che andremo a leggere, seppur sia in bianco e nero mentre la copertina ci lascia immaginare i colori delle nostre due protagoniste: Chiara che fissa il lettore nella speranza di essere salvata, forse? O di raccontarci qualcosa con lo sguardo? Greta invece è immersa nella sua musica e non sembra neanche accorgersi della ragazza al suo fianco talmente è concentrata. Il titolo della storia è ciò che rappresenta un po’ questa storia. Up all night! ovvero In piedi tutta la notte, è quello che fanno le due protagoniste per via dei concerti e delle serate di Greta che suona in vari locali e Chiara che i ritrova a seguirla fotografando le loro imprese e avventure. Ma non è solo questo che le terrà sveglie, c’è anche l’amore l’una per l’altra che le trascinerà in un vortice che le fa fare le ore piccole praticamente ogni sera.

L’epoca è abbastanza moderna e contemporanea, forse siamo solo indietro di qualche anno, non di più.

a clacca piace leggere...: anteprima ~ up all night

I personaggi di questa storia sono molto pochi e il campo si ristringe alle due protagoniste della storia che ci ritroveremo a leggere, che ci condurranno un passo dopo l’altro attraverso l’incontro tra due persone terribilmente diverse che si trovano in un momento in cui entrambe cercano l’evasione e qualcosa da condividere con una persona dissimile ma terribilmente unica e da non lasciarsi scappare.

Chiara è una ragazza molto chiusa, riservata che vive in casa con i suoi parenti e sua nonna anche se ha una parte esclusivamente per lei. Per la nonna farebbe di tutto infatti annulla spesso tante cose per lei. Ama la fotografia e ha suonato anche dei strumenti seppur sia accaduto quando andava all’oratorio. E’ una ragazza semplice, vulnerabile e anche piuttosto fragile.

Greta fin dal primo momento si presenta come un fiume in piena: le piace divertirsi, viaggiare in diverse parti del mondo e conoscere quanta più gente possibile, si adatta a qualsiasi luogo per vivere e adora la sua musica e dove questa la porta ogni giorno. E’ uno spirito libero, una ragazza di mondo che sente, dopo aver incontrato Chiara, di aver forse trovato il posto in cui fermarsi.

Up all night: musica, passioni e lunghe notti insonni – Lo Spazio Bianco

Il perno centrale di questa storia non è solo la musica o la fotografia, passioni delle due protagoniste ma molto, molto di più. Questa storia è l’imprevedibilità della vita e le sorprese che a volte questa può riservarci. Possono arrivare amore o amicizia, dolore o condivisione, emozioni positive o negative che possono arrivare cos’, all’improvviso. 

Lo stile e la grafica utilizzati sono belli, leggeri e delicati. La storia, come potete vedere dalle immagini allegate in recensione potete vedere che la storia si struttura in bianco e nero ed è molto molto carino nonostante mi aspettavo fosse a colori.

Le tematiche affrontate sono tante, a partire dagli attacchi di panico di Chiara, dall’amore fra le due donne ed io apprezzo molto il fatto che la storia abbia tematiche LGBTQ+, così come si parla di amicizia, di dolore e di grandi sentimenti importanti. Il più importante sembra essere il destino: ogni giorno ci confrontiamo con diverse realtà e incontriamo tante persone ma quanti sono davvero in grado di cambiare la nostra vita seppur per un breve e intenso attimo?

Questa è la storia di due donne in cui il destino regala qualcosa di intenso e bellissimo che può durare un secondo o una vita. Ma che importa? L’importante è viverlo a pieno, no? Una storia che saprà catturarvi, fidatevi.

IoVoceNarrante - Dalla parola all'immagine: Up all night una storia d'amore  a ritmo di musica

Il libro in questione è stata una lettura inaspettata. Nonostante il finale non sia come me lo aspettavo mi è piaciuto molto di più di come invece poteva finire. Una graphic novel romantica e dolorosa che affronta diverse tematiche importanti e che ci lascia con un dolce velo di malinconia.

Giulia Argnone ci fa viaggiare quasi fossimo su una giostra mostrandoci tanti sentimenti quanto un inverno può darci e quanto la vita stessa riesce a donarci, regalandoci persone, ricordi da costruire, la musica e tantissime cose belle ma che può regalarci contemporaneamente anche il dolore, la nostalgia e la malinconia del tempo che scorre – a volte fin troppo veloce.

Il mio voto per questo libro è di: 5 balene

Senza titolo-1

Libro acquistato

Vuoi acquistare Up all night! e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Up all Night! o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate? Potrebbe piacervi? Se amate le graphic novel e la musica, questa storia fa per voi! Fatemi sapere ovviamente, io vi aspetto.

A presto,

Sara ©

IL SALOTTO DELLE PARTICELLE: IL PODIO, LE TRE LETTURE MIGLIORI E PEGGIORI DEL 2020.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci di nuovo insieme per questo appuntamento con Il Salotto delle Particelle. Oggi, per chiudere quest’anno ed augurarvi un buon Anno sono qui per chiudere il 2020 parlandovi delle tre migliori letture di quest’anno e delle tre peggiori che ho fatto con il blog. Ovviamente invito caldamente a lasciare delle considerazioni, le vostre letture che avete preferito e quelle che non vi sono piaciute.

Partiamo con le migliori o le peggiori? Io partirei con il meglio così che danno ancor più nell’occhio e poi vi parlo delle tre peggiori letture del 2020 – almeno per quanto mi riguarda.

LE MIGLIORI LETTURE DEL 2020

Ce ne sono stati diversi ma, risfogliando tutte le letture fatte vi lascio quelle su cui ho lasciato più il cuore quest’anno e su cui un pezzo di me. C’è anche un quarto volume che va a pari con il terzo perché è davvero bello e non potevo non metterlo qui. Quest’anno ho preferito molte graphic novel e sono felice di averle lette perchè si sono rivelate davvero un successo e una cosa bellissima da leggere.

1. Ruggine di Francesco Vicentini Organi, Fabiana Mascolo (Illustratore)

51v-s6raukl._sy445_ql70_ml2_

Emozionante. Ecco cosa posso dire per descrivervi con una sola parola questa graphic novel. Descrive esattamente come ci si sente quando si ha di fronte l’amore e ce lo porta in maniera delicata, dolce e raffinata. Una graphic novel delicata che vi emozionerà.

2. A ondate di A.J. Dungo

a-ondate001

Una graphic novel emozionante che parla della biografia dell’autore e che ci lascia senza parole. Una storia commovente che tra le onde del mare, vi trascinerà e vi cullerà in una storia che sentirete fin dentro alle ossa.

2 bis. Laura Dean continua a lasciarmi 

Piccola premessa. Nonostante io li abbia amati allo stesso modo, sia Heartstopper che Laura Dean continua a lasciarmi, vi lascio (al secondo posto in paro con A ondate), quest’ultimo. Sappiate che li ho amati entrambi allo stesso modo. Sono nel mio cuore.

91ixgiamol

Una storia sul riconoscere quando l’amore è nocivo e quando è il momento di risvegliarsi dal torpore e seguire davvero il proprio cuore, anche se questo può far male. Una storia di una ragazza che continua ad amare una sua compagna di classe popolare che non la rispetta e la mette sempre per ultima, come se fosse l’ultima ruota del carro continuando ad andare con altre ragazze. Una storia di rivincite e di cogliere quando è il momento di voltare pagina e porgere il cuore altrove.

3 . Qui nel mondo reale di Sara Pennypacker

9788817149020_0_0_0_75

Una storia per ragazzi in cui mi sono rivista tantissimo con il protagonista, che avrei voluto abbracciarlo e dirgli lo so, ci sono io con te, ce la faremo in due. Una storia di un bambino che cerca di tirar fuori se stesso mano a mano scegliendo la strada giusta per andare avanti.


LE PEGGIORI LETTURE DEL 2020

Sappiate che anche per questi tre volumi, SCEGLIERE è stato difficile. Perché ho avuto anche altre letture che non mi hanno convinto  quest’anno ma alla fine ho optato per questo trio simpatico. Comunque nessun libro è sprecato e anche i libri che non ci piacciono ci lasciano qualcosa quindi sono comunque – da una parte – felice di averli letti. 

1. Era il mio migliore amico di Gilly MacMillan

71sjxdlws6l

Al primo posto troviamo questo volume: lento, un thriller con poco entusiasmo, scontato e poco scorrevole. Le tematiche che l’autore ha cercato di introdurre secondo me andavano trattati meglio ma pazienza. Una lettura che non ho apprezzato e di cui avevo aspettative più alte almeno a livello di coinvolgimento trattandosi di un thriller che si presenta come psicologico.

2. Darkdeep, I custodi di Buiofondo di Ally Condie e Brendan Reichs

978880472838hig-630x965-1

Al secondo posto, un fantasy per ragazzi che sinceramente lascia con poche parole. Laddove il primo volume non lo avevo trovato il massimo del massimo, questo secondo volume affossa anche il precedente e lo trascina in un vortice di qualcosa che gli autori cercano di costruire ma finiscono per fare una polpetta di cose insensate. Ok, a ragazzi o dei bambini magari potrà piacere ma vi assicuro che ho letto storie e/o  fantasy o ancora libri di avventura per ragazzi sicuramente più belli e avvincenti.

3. Una pesante verità di Nora Roberts

download

Al terzo posto lui, che nonostante la storia mi sia fondamentalmente piaciuta – o almeno la parte thriller inserita all’interno seppur marginale – ma che fa flop da tutte le parti specialmente nei personaggi. Speravo fosse migliore, lo ammetto.


Che ve ne pare? Fatemi sapere ovviamente le vostre letture, sono sinceramente curiosa di conoscerne e di sapere da voi quali sono.

A presto,

Sara ©

RECENSIONE #469 – IO SONO JAI DI CHRISTIAN HILL.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

E buon inizio settimana! Sono qui per portarvi la recensione di un volume di cui vi ho parlato nella rubrica sabato assieme alla mia socia bananosa, Sara di Bookspedia. QUI trovate l’articolo che potrebbe interessarvi sul mondo che viene trattato all’interno di questo volume. Ringrazio la Rizzoli per avermi permesso la lettura di questo volume:

5027572-9788817148955Titolo: Io sono Jai
Autore: Christian Hill
Pagine: 315
Anno di pubblicazione: 2020
Prezzo copertina: 17,00 €
Link d’acquisto: https://amzn.to/36MMg5n
Trama: A Hoardalya la vita è un’avventura. Le giornate trascorrono tra missioni segrete e imprese mozzafiato, e si affrontano senza paura anche i nemici più pericolosi. Perché Hoardalya è un videogioco, un mondo virtuale di cui Lucia, quindici anni e aspirante YouTuber, racconta tutti i segreti nei video che pubblica online insieme agli amici di sempre, Marco e Mirella. Durante una delle loro avventure, i tre si imbattono in un giocatore misterioso. Si chiama Jai e ha bisogno del loro aiuto: RF, uno dei gamer di Hoardalya più famosi su YouTube, è stato ucciso. Determinati a scoprire il colpevole del delitto, Lucia e i suoi amici danno il via alle indagini. A guidarli ci sono Real Mysteries, un nuovo videogioco ispirato a crimini realmente accaduti, e le segnalazioni di Jai, sempre più insistente ed enigmatico. Chi è? E perché è così interessato a risolvere il caso RF? Seguendo una pista dopo l’altra, i tre amici cercano di andare fino in fondo alla sfida e di completarne tutti i livelli. Ma questa volta non si tratta di un gioco e il confine tra il mondo reale e quello virtuale si fa a mano a mano più sottile. Lucia sarà pronta a varcarlo?

RECENSIONE

man playing on gaming lapto pLa storia ha inizio a casa di Lucia, dove sta giocando ad Hordalya con i suoi amici. Sua madre continua a chiamarla perché le vacanze estive sono arrivate ed è arrivato il giorno per partire. Lucia sta per raggiungere i suoi amici di gioco per stare assieme a loro per tre mesi dove assieme girano video per You Tube su loro giochi preferiti, giocano al loro gioco preferito e recensiscono nuove uscite; nel frattempo un nuovo giocatore di nome Jai appare alle loro porte finendo per incuriosirli. Quando, però, la morte del loro You Tuber preferito, Randolph Fantelmeyer, li sconvolge i tre amici, Jai comincia a dirsi preoccupato per la fine del suo migliore amico, RF, come per se stesso. 

Cosa è successo veramente a Randolph Fantelmeyer?
Cosa scopriranno i tre amici entrando su Realm Mistery? Chi è Jai e cosa vuole veramente da loro?

<T: Miss Rosalind Pikes> Devo andare, raga! Fatevi onore. Ciao, Jai, grazie. Spero di incontrarti di nuovo.
<T: Jai> Hordalya è un grande paese, Miss Pikes.

La trama è ben scritta, costruita bene anche se racconta potenzialmente fin troppo di ciò che questa storia ci sta mostrando. Va bene spiegare la storia ma così è un tantino troppo e si perde poi il fascino del mistero dello “scoprire”. Per fortuna delle trame leggo sempre le prime righe, al solito, e se mi incuriosiscono quelle il libro mi tenta.

La copertina è particolare, semplice anche se non si riesce a comprendere a pieno il significato. La scritta del titolo riporta a qualcosa di informatico ovviamente, come il braccio della ragazza in primo piano ma i panni in cui si trova Lucia sono normali, non quelli utilizzati nel gioco o in Hordalya. Il braccio di Lucia però riporta comunque alla parte dei giochi e all’informatica dei giochi in cui si troverà. Il titolo è semplice e nonostante così vedendolo avevo pensato che fosse il nome della ragazza principale, ci mostra il nome della figura misteriosa che comincerà ad incuriosire i tre protagonisti. E’ un personaggio che si mantiene nell’ombra e che tutti cercano di comprendere e scoprire. Chi è, però, Jai?

black computer keyboard on blue textileL’ambientazione è un piccolo paesino di montagna dove non prende neanche la connessione internet, infatti Lucia e i suoi amici per giocare e fare video devono spostarsi alla sede del lavoro del genitore di uno di loro altrimenti non riuscirebbero. L’epoca è moderna.

«Hai presente il teletrasporto? Immaginiamo che sia possibile. Metti che, per un guasto alla macchina, il tuo corpo originario non si distrugga durante l’operazione. Ti ritrovi, nuova, a destinazione ma rimane anche il tuo vecchio corpo al punto di partenza. Chi sei tu? Quella nuova o quella vecchia?» «Non lo so. Ci sono due io?» «Interessante, vero? Ti fa pensare. Cos’è la coscienza? Cos’è che ti rende te stessa?».

I personaggi di questa storia non sono molti ma hanno delle caratteristiche sicuramente preponderanti e dominanti ognuno dei personaggi. Forse Mirella e Marco si confondono un po’ tra loro perché si somigliano in determinate cose ma per il resto trovo che siano ben fatti e vengano risaltati all’interno del volume.

Lucia è un personaggio forte, autoritario e a cui piace entrare in un mistero e risolverlo. Ama Hordalya da sempre ma quando incontra Jai tutto cambia e sembra essere affascinata ancor di più da Real Mistery e dalla morte di quello che lei reputava quasi un amico per quanto lo seguiva e per quanto conoscesse a fondo il suo modo di giocare e i suoi video. Lucia ama fare i cosplay ed ama i videogiochi così come vuole bene ai suoi due migliori amici.

Marco e Mirella sono gli amici di Lucia da sempre e si curano sia dei video e del canale di Lucia, nonostante sia lei a gestirlo a pieno e sia effettivamente suo. Marco è protettivo, un amicone su cui si può sempre contare. Mirella è più paurosa ed ha una cotta per Marco praticamente da sempre. Sono due personaggi diversi su molti fronti ma simili per tanti altri. Da scoprire.

Jai è un personaggio che si mantiene misterioso dall’inizio del volume comparendo e scomparendo a proprio piacimento. Dice di essere il migliore amico dello You Tuber che è venuto a mancare ed è strano quando gli vengono poste determinate domande sia su lui stesso che sul suo migliore amico Randolph Fantelmeyer. E’ un personaggio che sicuramente incuriosisce il lettore, non c’è che dire.

Finalmente, un’immagine mostra il centro della stanza, dove giace il corpo di Randolph Fantelmeyer. E’ prono. Si vede solo la schiena, ma la testa e i capelli sono i suoi, non c’è dubbio. Indossa una maglietta nera e dei jeans. Il cappellino con il logo del suo canale è a terra, poco lontano. Ha una sneaker. Una sola: il piede destro è scalzo.

Il perno centrale di questa storia è il videogioco di Hordalya e la misteriosa morte dello You Tuber più famoso degli ultimi tempi, seguito da Lucia, Mirella e Mario praticamente da sempre. Questo mistero si infittisce quando appare Jai, che si dice suo amico e quando a tutto questo si inserisce anche Real Mistery in cui la morte di RF viene spiattellata e di cui si cerca una soluzione.

black computer keyboard on white tableLo stile utilizzato dall’autore è molto semplice e basico, adatto soprattutto ad un pubblico di piccoli/medio lettori da una fascia di 8-10 anni in su. Sicuramente gli amanti dei videogame e gli appassionati di You Tuber troveranno un libro adatto ai loro standard, che tratta tematiche moderne.

Per quanto riguarda il rapporto con i genitori, fra Lucia e sua madre Enrica come per gli altri personaggi di questa storia, è il tipico rapporto che c’è nella media di genitori-figlio degli ultimi periodi o delle ultime generazioni. Il genitore che dice che è troppo attaccato al telefono e alle cose elettroniche e il figlio che si isola e dice che il genitore non capisce niente, perchè ovviamente di giochi se ne intende sempre poco. Quindi trovo questo punto di vista sicuramente ben equilibrato e nella media, in cui ogni ragazzino può rispecchiarsi. 

Il mistero è ben costruito. Nonostante pensavo di aver capito qualcosa, risulta essere ancor più misterioso e la cosa infittisce e si rende ancor più interessante col proseguire della storia tanto da portar Lucia e i suoi amici ad andare a scoprire cosa può essere successo veramente al famoso You Tuber.

Nonostante sia stato interessante il fatto del teletrasporto all’inizio della madre, il collegamento che fa nel finale lo trovo davvero pessimo così come il consiglio che lascia a sua figlia Lucia. Questo messaggio può essere male interpretato e nocivo per i ragazzi che leggono ma dipende sempre dall’interpretazione che uno tende a dare alla questione. Ovviamente non penso sia stato quello l’intento dell’autore ma semplicemente penso sia un riferimento alla tecnologia che ormai si fa strada sempre più nelle nostre vite ma questo ha reso la mia valutazione più bassa di quello che credevo. Il finale non mi ha coinvolto, è stato banalotto e avrei sperato ci fosse un risvolto differente visto l’andamento delle cose.

«Be’» commenta Lucia grattandosi il mento, «qui gli indizi praticamente non ce ne sono. Lo spezzone era ripreso da un video di RF. Il resto è solo post-produzione». «Si, però tanta roba» aggiunge Marco. «Mica facile fare quegli effetti lì. Cioè, farli bene così, dico». «Io esco» dichiara Mirella. Un’altra occhiata tra Lucia e Marco: la seguono.

Il libro è originale, senza ombra di dubbio. Nonostante questo, non è riuscito a convincermi del tutto. Consiglio comunque ad un pubblico di giovani lettori più che ad un pubblico adulto.

Christian Hill ci porta in un mondo fatto di videogame in cui il mistero della morte di un famoso Youtuber porta la curiosità in dei semplici giocatori che lo seguivano.  Una storia moderna, originale e informatica con un mistero da svelare degno di un qualsiasi videogioco.

Il mio voto per questo libro: 3 balene.

Senza titolo-3 (2)

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

Vuoi acquistare Io sono Jai e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Io sono Jai o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò


Cosa ne dite? Pensate che possa piacervi  questa storia? Sicuramente adatta ai più piccoli. Fatemi sapere, mi raccomando!

A presto,
Sara ©