RECENSIONE SERIE TV # – UNDONE (Prima e seconda Stagione) SU AMAZON PRIME.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come la va? Eccoci qui in questo sabato con una recensione che spero possa fare al caso vostro. Per me è stata una delle serie più carine viste negli ultimi tempi e sono felice davvero sia di averla recuperata – visto che avevo notato che era consigliata ai fan di Life Is Strange – sia perché è interessante la storia e lo sviluppo che ne è stato fatto. Ve ne parlo subito:

a3fe9913e726d8afbdb728990e71f817066c435d43bde92c5ab74432ef49c7ee._ri_v_ttw_Titolo: Undone
Piattaforma: Amazon Prime
Episodi: 8 prima stagione / 8 seconda stagione
Durata media: 30 minuti
Trama: UNDONE è una serie animata di mezz’ora a puntata, che cambia genere, che esplora la natura elastica della realtà attraverso il suo personaggio centrale Alma, una ventottenne che vive a San Antonio, in Texas. Dopo essere rimasta coinvolta in un incidente d’auto ed essere quasi morta, Alma scopre di avere una nuova relazione con il tempo. Sviluppa questa nuova capacità per scoprire la verità sulla morte di suo padre.

TRAILER


RECENSIONE

Mikael — Rosa Salazar in Amazon Prime's Undone (2019)...La serie ha inizio con Alma che segue attentamente la sua vita e la segue in maniera monotona e ripetitiva, sentendosi quasi di troppo per tutto quello che le succede. Trova che la sua vita sia mediocre e troppo monotona tra sua madre, sua sorella Becca e Sam – il suo fidanzato – e che non possa fare nulla per cambiare il loop in cui sembra finita dentro fino a che non ha un incidente e questo al suo risveglio cambierà del tutto la prospettiva della sua vita. Il padre di Alma è morto che lei e sua sorella erano soltanto delle bambine e lei non è mai riuscita ad accettarlo del tutto ed è quello l’esatto momento in cui lei riesce a vederlo, a parlarci e ad interagire con lui. Lì la convincerà che probabilmente è stato ucciso, che lui non voleva andarsene via per sempre quel giorno e costringe Alma ad indagare sul suo passato tentando le leggi del tempo e dello spazio con dei poteri che Alma scopre di possedere.

Riuscirà nell’intento e riporterà indietro suo padre? Cosa cambierà nella vita di Alma ora che ha questi poteri? Sarà in grado di controllarli davvero o finirà anche lì in un loop da cui non riuscirà ad uscire? Cosa succederà ora che nella vita tante cose stanno per essere messe in discussione?

Mikael — Rosa Salazar in Amazon Prime's Undone (2019)...La serie animata, come potete anche vedere dalle gif, si svolge su attori che hanno veramente interpretato il ruolo che spettava loro e sopra è stata strutturato l’effetto che sembra disegnato su di loro. Non riconoscete nei panni della protagonista Alma i tratti dell’attrice Rosa Salazar che ha interpretato diversi film tra cui Alita Angelo della Battaglia? Ho apprezzato molto il suo personaggio che è a tutto tondo per molti versi: spiritosa quanto basta e ironica tagliente, dice sempre quello che pensa e cerca disperatamente attenzioni dalla sua famiglia e dalle persone a cui vuole bene seppur cerchi irrimediabilmente di allontanare tutti. E’ un personaggio con cui ho avuto modo di rispecchiarmi per alcuni versi, anche a me piace essere ironica e tagliente come lei e diretta quando serve. E’ una persona che ha parecchie difficoltà e fragilità e si sente anche piuttosto sola; dopo la morte di suo padre soffre di un qualche tipo di abbandono che la spinge a non arrendersi e a provare a riportare a tutti i costi indietro suo padre e – per quanto riguarda la seconda stagione – sistemare l’intera famiglia.

Upload Season 1 GIF by Amazon Prime Video - Find & Share on GIPHYL’interpretazione e la struttura dell’intero cast è sorprendente e ho apprezzato molto la determinazione e la struttura dei personaggi in funzione degli eventi oltre a tutti i collegamenti che sono stati fatti che richiedevano una serie non indifferente di scelte e di situazioni da sistemare in funzione e in conseguenza di ciò che succede. L’incastro infatti che ne viene fatto è davvero ben fatto e non c’è momento – almeno personalmente – in cui abbia trovato qualcosa che non combaciasse o che non trovasse effettiva risposta alle domande fatte. Anzi, ogni qualvolta che l’incastro veniva risolto e/o svelato ho apprezzato le supposizione fatte fra me e me o con chi ha condiviso la visione con me. 

Jacob Undone GIFs - Get the best GIF on GIPHYIl tempo e lo spazio così come i poteri di Alma e di suo padre, Jacob, finiscono quasi in secondo piano nel momento in cui la storia prende piede e la cosa più importante si riduce al fatto che la famiglia debba tornare al completo o debba ricevere l’amore che si è guadagnata e/o meritato anche se si finisce per creare nuove linee temporali e si finisce per creare qualcosa di totalmente differente da ciò che si credeva lasciando indietro, in ogni caso, tutto ciò che è stato che a volte tenta di riaffiorare. E’ una storia che si concentra sulla forza e l’amore verso i propri famigliari, verso se stessi e verso la voglia di cambiare ogni cosa. Alma con i suoi poteri non vuole solo riportare suo padre ma è determinata a cambiare la sua condizione di vita, è disposta a perdere la persona che ama, è disposta a rischiare di scambiare una vita che conosce con una che potrebbe non piacerle o che potrebbe non essere all’altezza per lei.

Ho apprezzato molto la storia che nella seconda stagione colpisce la mamma di Alma e la nonna – madre però di Jacob – che lui fin dagli albori della serie tenta di aiutare seppur quasi miseramente. Ho apprezzato gli incastri fatti e il finale della seconda stagione che ci permette di sperare nell’arrivo di una terza che rivolti completamente quanto accaduto nelle prime due e riportando l’attenzione di Alma non più sui suoi famigliari e sull’aiuto che deve alla sua famiglia ma dovrà essere completamente dedicato a se stessa e a ritrovare ciò che fin dall’inizio sembra aver accantonato pur di aiutare il resto delle persone che la circondano. E’ una storia famigliare a tutto tondo in cui Alma riesce a creare un collante determinante per ogni puntata e non pensavo potesse piacermi così tanto.

Undone' Season 2 Review: Prime Video Animated Series Returns Better |  IndieWire

La storia ci permette di riflettere sulla vita e sulle scelte che facciamo giorno dopo giorno e dove queste finiscono per portarci irrimediabilmente senza occasione alcuna di poter porre rimedio. Ma se qualcuno potesse rimediare a dei vecchi errori, cosa succederebbe in cambio tutto attorno a noi? Come cambierebbero le nostre vite e quelle delle persone a cui vogliamo bene? Avremo sempre fatto queste scelte o ne avremo fatte altre? Cosa migliorerà e cosa finirà per peggiorare? Tanti sono gli interrogativi e la storia ci mostra si, ciò che potrebbe migliorare ma che non si può aggiustare realmente tutto perché occorre anche accettare che le cose brutte a volte accadono e bisogna saper accettare le difficoltà e le cose a cui non si può effettivamente porre rimedio.

Spero che la terza stagione sia confermata e arrivi presto perché sono davvero curiosa di saperne di più e di vedere come finirà la storia di Alma, Jacob, Becca e Camila e di come si muoveranno le fila di questa famiglia un po’ strana ma che somiglia a quella di tante altre persone per le dinamiche e le vicende trattate. Infatti oltre al pizzico di magia e a tutti i collegamenti spazio-temporali che vengono svolti egregiamente è la famiglia e la forza di andare avanti ciò che cambia e trascina veramente in questa serie TV che saprà conquistarvi dalla prima all’ultima puntata. Non vedo l’ora di saperne di più cara Alma, quindi sbrigati a tornare! 

Review: Undone – Write Now and Later


Cosa ne pensate di questa serie? Le darete un’opportunità? Spero lo farete perché merita davvero la visione, ve l’assicuro. Io come sempre vi aspetto qui e vi abbraccio.

A presto,

Sara ©

RECENSIONE SERIE TV # – LA RUOTA DEL TEMPO su Amazon Prime.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Iniziamo con una nuova recensione questa settimana! Siete pronti a trovare il Drago che sconfiggerà il Tenebroso? Pronti a scoprire di cosa vi sto per parlare? Ecco a voi che ve ne parlo:

wheel-of-time-2Titolo: La ruota del tempo
Episodi: 8
Lingua: Italiano
Genere: 
fantastico, avventura, azione
Piattaforma: Amazon Prime

Durata episodi: 50/55 min circa
Trama: Moiraine, membro di un’organizzazione magica, porta cinque giovani in un viaggio, credendo che uno di loro possa essere la reincarnazione del Drago, il cui avvento potrebbe salvare il mondo o distruggerlo.

TRAILER

RECENSIONE

La Ruota del tempo è una serie suggestiva che soffre la sovrabbondanza di  fantasy | Wired ItaliaLa storia ha inizio con una fuga. Un uomo corre e cerca di sfuggire alle rosse Aes Sedai visto che nel Randland è vietato per gli uomini incanalare ma l’Unico Potere è possibile che venga incanalato solo dalle donne, perché questi finiscono per impazzire. Moiraine e il suo custode, Al’Lan Mandragoran sono, al contempo, alla ricerca del Drago Rinato e la sua ricerca la porta in un piccolo villaggio alle pendici delle montagne, vicino ai Fiumi Gemelli, in cui si trovano quattro ragazzi che emanano un qualcosa di riconducibile al Drago Rinato. Uno di loro potrebbe esserlo: Rand al’Thor, Perrin Aybara, Egwene al’Vere e Matrim Cauthon. I quattro ragazzi verranno reclutati e portati via da Moraine che non è certa di chi di loro possa essere il vero Drago Rinato, così da consentirgli di essere comunque l’uno la spalla dell’altro.

Cosa succederà nel percorso che li porterà alla Torre Bianca? Chi di loro è il vero Drago e da che parte deciderà di schierarsi? Il Tenebroso tornerà? Cosa potrà fare lo strano gruppo per cercare di fermarlo?La ruota del tempo': il trailer della nuova serie tv fantasy - Magazine -  quotidiano.net

La trama che si sviluppa attorno a questi personaggi è piuttosto variegata fin dalle prime battute. Avremo modo di conoscere sia Moraine, le Aes Sedai e i loro custodi così come la combriccola di ragazzi proveniente da un unico piccolo paese nei pressi dei Fiumi Gemelli, che rischiano all’unisono la vita comprese le loro famiglie.

Il cast e i personaggi sono variegati e sono differenti sia per etnia dell’attore che per come vengono gestiti all’interno della serie stessa. Non a caso ci sono anche i gitani che fanno parte di un gruppo che non utilizza la violenza e si farà strada all’interno del cast e della storia insediandosi in parte della storia. Emozionalmente ci sono personaggi e storie di coppie che colpiscono più di altre ma la cosa che colpisce più di tutte è il rapporto tra Aes Sedai e il suo custode che li porta ad essere molto più che compagni ma dei veri e propri amici, confidenti e persone sulle quali si può sempre contare. Infatti è proprio il rapporto di Moraine con il suo Custode a rendere il tutto particolare e speciale. Non a caso poi l’attrice è anche molto brava, infatti si ricorda per film anche Gone Girl con Ben Affleck per esempio.

La Ruota del Tempo: prime immagini e trama della serie fantasy PrimeL’ambientazione scenica e visiva così come per il vestiario e gli effetti grafici direi che è stato creato un buon prodotto, soprattutto considerando che la piattaforma di visione e produzione è quella di Amazon e non Netflix. E’ ovvio che c’è chi su questo può dissentire o meno ma tant’è, almeno per me. A parte questa piccola parentesi, l’ambientazione ha il suo perché e una volta presi all’interno della visione sembra di essere completamente immersi nel verde e in quei territori. Il vestiario si adatta molto all’epoca e gli effetti grafici dell’Unico Potere e delle mosse relative a questo dei vari attori sono ben costruiti. Il tutto crea un mix buono e positivo per la serie stessa che la pone sotto un riflettore di interesse per gli utenti.

La ruota del Tempo 1x04 Il drago rinato: la recensione | TV - BadTaste.ite cose che vengono lasciate un po’ a se stesse sono diverse, come ad esempio: la suddivisione dei colori delle Aes Sedai viene spiegato successivamente anche se non con completa convinzione e si fa fatica a cercare di capire la vera differenza di fondo se tutte appartengono alla stessa “casa”; come si sviluppi l’unico potere e come possa essere incanalato – donne e uomini è indifferente visto che i secondi sono veramente pochi; così come si svolgono alcune dinamiche dei personaggi: perché quattro persone papabili per essere il Drago Rinato tutte in un unico piccolo paesino? (Questa cosa non ha granché senso); così come altre piccolissime cose che sicuramente sul libro saranno più chiare.  

La Ruota del Tempo ci prova ma non giraNon avendo il libro ne la saga da cui viene sviluppata questa serie TV quindi non posso apprestarmi a fare paragoni sulla medesima differenza. Sicuramente, trattandosi di libri piuttosto voluminosi è certo che non può essere stato utilizzato tutto così come per ogni cosa ed è sicuramente impossibile una cosa simile, però non posso neanche sapere quanto si avvicina e in cosa si discosta totalmente. Posso altresì dire, però, che la serie mi ha incuriosito per quanto riguarda la lettura del volume, spingendo la mia curiosità su quel fronte. Quindi anche per chi non conosce la storia ne il volume ed è un amante del genere, può essere spinto con la visione alla lettura del volume relativo alla serie preposta.

Sommariamente credo sia un buon prodotto e una serie da vedere. Sappiamo già di per certo che sopraggiungerà una seconda stagione e che questa porterà al proseguo della serie, visto il finale che resta aperto e ci lascia intendere che nuovi continenti e nuove scoperte ci attendono sul fronte. Sono curiosa delle novità che arriveranno anche perché ho trovato questa serie ricca di magia, un buon fantasy e scorrevole nonostante le puntate siano comunque abbastanza corpose e lunghine. Una serie che vi consiglio.


Cosa ne pensate? Fatemi sapere ovviamente se pensate che possa piacervi, se l’avete vista o se la vedrete vari ed eventuali commenti.

A presto,

Sara ©

RECENSIONE SERIE TV # – STRAPPARE LUNGO I BORDI SU NETFLIX.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci qui con una nuova recensione per voi. Devo ammettere che non ho mai letto alcun libro di Zerocalcare però ne ho qualcuno in digitale così come i video durante la quarantena dei sketch che lui stesso pubblicava mi hanno fatto divertire. Quindi come non vedere questa serie? Diamogli una possibilità, mi sono detta. Ed ecco cosa ne penso:

256795951_4820515761327024_8486556761306624305_nTitolo: Strappare Lungo i bordi
Piattaforma: Netflix
Stagione: Prima
Episodi: 6
Durata episodi: 15 – 20 minuti
Trama: Ambientata nell’universo del fumettista Zerocalcare, la serie racconta, attraverso flashback e aneddoti, le vicende di Sarah e Secco, diretti verso qualcosa di incredibilmente difficile.

TRAILER

RECENSIONE

Strappare lungo i bordi: la meravigliosa serie di Zerocalcare - recensioneLa storia di Zero nasce e si basa su più livelli. E’ un autobiografico in cui Zeno si racconta e tra passato presente e cosa si aspetta dal futuro cerca di barcamenarsi in qualche modo. La storia si apre con Zero oggi, trentasettenne, che si trova a fare un bilancio della sua vita, a ricordare quando era adolescente, quando era bambino e, nel mezzo, quando ha conosciuto Alice, la ragazza di cui era stato innamorato. 

Strappare lungo i bordi: la recensione della serie Netflix di Zerocalcare -  NerdPoolAssieme a Zerocalcare si muoveranno i personaggi di Sara e Secco, la coscienza che ha la forma di un Armadillo e per l’appunto Alice. Da persona che non ha letto i fumetti ma che conosco Zerocalcare di fama e per qualche sketch che girava su internet, devo dire che non sono rimasta delusa, sapevo ed ero consapevole a cosa sarei andato incontro almeno sul punto di vista dello sviluppo dei personaggi e varie. Per quanto riguarda invece la struttura della storia, sono rimasta sorpresa per come si muove il complesso e la struttura della storia stessa, specialmente relativo alle tematiche trattate.

Zerocalcare a puntate su Netflix: «Ecco il mio armadillo in versione  cartoon»Zero si muove su un misto di cose che conosciamo tutti, che succedono ad ognuno di noi – ed è questo a renderlo vicino e attuale così come comprensibile da tutti – e le racconta a mo di intervista, come se fosse a parlare davanti allo schermo delle cose che gli sono capitate da bambino o da ragazzo: la maestra a scuola, il bucare una gomma, il mandare i curriculum e trovare lavoro, i bagni dei locali, i viaggi sui mezzi o l’ordine in casa. Ogni puntata al suo interno ha qualcosa che la contraddistingue, in più c’è la base su cui si muove la storia che si srotola mano a mano che si va avanti nelle puntate e riporta tutto ad Alice. I primi due episodi sono molto più leggeri e ironici di quelli che ne verranno dopo ma posso garantirvi che il mix fra ironia e serietà è giusto e ben costruito.

Spider-Man No Way Home: uno dei nemici del film viene preso a calci da un  personaggio invisibile?A catturare non è solo il personaggio di Zero che fra ironia, parolacce e ironia anche pesante, riesce a catturare chi lo guarda. Ci sono anche i pezzi comici di Secco che vorrebbe solo mangiare un gelato e non gliene importa nulla di ciò che gli succede attorno, c’è Sara che cerca di riportarlo alla realtà nonostante Zero veda delle cose a volte molto distorte e poi c’è l’Armadillo che è una voce della coscienza piuttosto singolare che fa fare anche delle scelte alquanto discutibili. Tutti i personaggi sono amalgamati fra loro e riescono a rendere all’interno della storia episodio dopo episodio, focalizzando l’attenzione nel momento più opportuno.

“E siamo pure stupidi, perché ci impuntiamo a fare il confronto con le vite degli altri, che ci sembrano tutte perfettamente ritagliate e impilate e ordinate, e magari sono così perfette solo perché noi le vediamo da lontano.”

Strappare lungo i bordi”, recensione della serie di Zerocalcare | Il FoglioLa tematica trattata, che riguarda principalmente Alice, è forte e lo stesso Zero cerca di sdrammatizzare sulla questione nonostante la cosa non sia affatto semplice. E’ attuale e può riguardare chiunque di noi. L’evento che accade così come la serie stessa portano Zero ad analizzare se stesso fin nel profondo, cercando i comprendere gli sbagli, cosa si poteva effettivamente fare e cosa no e cosa poteva andare meglio, chissà.

Nonostante c’è chi possa dire che questa serie animata possa essere a tratti persino paracula sul mercato di oggi, Zerocalcare ha saputo rendere benissimo. La tematica centrale era inaspettata e sono rimasta sorpresa di come si sono evolute le cose. Quindi paraculo, si, ma fino a un certo punto visto che ha dosato il giusto mix tra risate e serietà.

La cosa che più di tutti spiazza e lascia comprendere come Zero non può essere al centro di tutto e di come sia riuscito a trovare sé stesso, e abbia incasellato tutto accade nel momento in cui i personaggi degli amici come Sara e Alice assumono la loro reale voce e non quella che gli aveva dato lui, con la sua vocetta o quella del robot, nel caso di Alice. Da questo punto di vista la storia scatta in avanti e da un significato maggiore al tutto.

Consiglio la visione della serie a chiunque si voglia avvicinare a Zerocalcare e non conosca il suo mondo, anche perché chi lo conosceva già dubito che non abbia visto la serie. In ogni caso spero che possa piacere anche a voi e che vi faccia ridere, divertire, sorridere, commuovere e arrabbiarsi anche, perché no, così da comprendere tutti i passaggi di questa storia che non vi deluderà. Adesso non mi resta che aspettare l’arrivo della seconda stagione, SPERO PRESTO!

Strappare lungo i bordi: Zerocalcare debutta su Netflix il 17 novembre -  TeleNauta.it


Cosa ne pensate? L’avete vista? Fatemi sapere le vostre opinioni, io ovviamente vi aspetto come sempre.

A presto,

Sara ©