SEGNALAZIONE #261 – LA ROSA E IL PETTIROSSO DI ARIANNA COLOMBA.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci qui con una nuova uscita per voi, con la quale chiudiamo anche questa settimana. Siete curiosi di scoprire di cosa sto parlando? Ecco a voi:

La Rosa e il Pettirosso (Il Bacio delle Tenebre Vol. 1) eBook : Colomba,  Arianna: Amazon.it: LibriTitolo: La Rosa e Il Pettirosso
Genere: Paranormal Romance
Editore: Self Publishing
Formati: Ebook, Kindle Unlimited e Cartaceo (in versione
speciale)
Autrice: Arianna Colomba.

Solo fino alla data di uscita il romanzo sarà in offerta lancio a 0.99€ anziché 2.99€

Sinossi: Sono solo due le cose che possiede Aileen: un sogno e una borsa che custodisce gelosamente. È in fuga da un passato fatto di incubi e orrori, verso la speranza di una nuova vita a Londra. Ma l’epoca Vittoriana è un pozzo nero, fuligginoso e letale, per chi ci si addentra in maniera incauta.
Nascosti dal fumo delle fabbriche e le ceneri dei camini, la città cova segreti antichi: intrighi, sette proibite, riti oscuri e identità nascoste ma soprattutto Nikolas, che sembra incarnarne ogni aspetto in un inquietante sguardo color inverno. Al ritmo martellante del mistero e dell’amore tormentato, le vite di più personaggi s’intrecciano, unendosi assieme per risolvere un mistero mortale fatto di sangue e Tenebre.

Un Paranormal Romance storico, La Rosa e Il Pettirosso, che nasce sotto il nome di “Il Bacio delle Tenebre”, pubblicato su Amazon nel 2019. Torna nel 2021 con un nuovo titolo, aspetto e scene aggiuntive, per arricchire un percorso che saprà tenervi incollati dalla prima all’ultima pagina.


Cosa ne pensate? Fatemi sapere, io vi aspetto come sempre e vi mando un caro abbraccio.

A presto,

Sara ©

RECENSIONE #574 – PILLOLE DI TENEBRE DI RONALD ARKHAM.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Oggi di nuovo su questi schermi per una nuova recensione, stavolta misteriosa e oscura, che ci porta e ci consente di immergerci in piccoli racconti horror di cui ringrazio l’autore per la lettura. Ecco che ve ne parlo subito:

41ygxqi86el._sx342_sy445_ql70_ml2_Titolo: Pillole di Tenebre
Autore: Ronald Arkham
Data di uscita: 12 dicembre 2021
Pagine: 130

Link d’acquisto: https://amzn.to/3KgUeEB
Trama: Un calderone con 9 racconti dark humor. Storie imprigionate in questo libro:

– MORSO DI LUNA: Microracconto di 2000 parole per il concorso RuleDesigner Racconti Liberi 2021 di Historica Edizioni. Letto da VIR La forza delle parole su Youtube
– TOMBA: Microracconto di 300 parole per il concorso 300 Parole per un incubo di Scheletri.com
– LA NOTTE DEGLI SPIRITI SANGUINANTI: Microracconto di 1000 parole per il concorso Halloween all’Italiana 2021 di LetteraturaHorror.it
– STRAORDINARI: Microracconto di 1000 parole per il concorso Racconti Fantasy 2021 di Historica Edizioni
– SOL INVICTUS: Microracconto di 1000 parole per il concorso Un Natale Horror 2021 di LetteraturaHorror.it
– ANIME IN POLVERE: Racconto post-apocalittico di 5000 parole
– ISOLA DELLE OMBRE: Racconto soprannaturale di 7000 parole
– RUBIN LAKE: Racconto del mistero di 6000 parole
FIOCCHI DI SANGUE: Racconto horror di 8000 parole

RECENSIONE

closeup photo of person's handPer questa raccolta di racconti non posso darvi un vero e proprio punto d’inizio o dire di cosa parla perché è un mix e un insieme di racconti horror e paranormali davvero ben scritti. Fin dal primo racconto si respira un’aria tetra, buia, oscura e misteriosa. Le capacità dell’autore sono proprio quelle di farci sentire all’interno di un vero e proprio racconto macabro, senza tralasciare nulla, anzi trascinandoci all’interno con violenza e determinazione. Le storie parlano di morte, di strane creature e di pericoli che si celano anche dietro la persona o la cosa che può apparirvi migliore di ogni altra con una tinta di humor, diciamo, sarcastico.

Siete pronti ad entrare nelle tenebre? Siete sicuri di voler affrontare un viaggio pericoloso e avvincente?  

Il sangue annaffiò le orchidee e Mordred, inerme, pensò che quel pezzettino di merda stava rovinando i fiori per sua moglie. Mentre l’uomo percepiva che la sua anima veniva spolpata, vide una bambina bionda, bella come una visione angelica, che timidamente si avvicinava. Sembrava la cucciola di una divinità.

La trama non vi è una vera e propria trama per questa storia, trattandosi di una raccolta di racconti. Vi sono descritti solo brevemente i racconti e il relativo titolo, con lunghezza e brevi dettagli. C’è una breve introduzione che, considerato anche la brevità dell’opera è giusto che ci sia un riferimento a questi senza parlarne troppo e finire per spoilerare una cosa già abbastanza breve.

La copertina mantiene la linea di tutte le copertine precedenti dell’autore. Se dovessi dire la mia, le copertine sono fuori tema rispetto i racconti e la linea utilizzata non mi fa impazzire. Non so e non conosco il perché della scelta dell’autore ovviamente ma trovo che si piazzi bene e si presti con la storia semplicemente per i colori che porta con sé e non per tutto il resto. Il titolo è semplice e ben composto. Visti i racconti che vengono raccolti all’interno, il titolo sembra avere una valenza puramente dimostrativa e fa il suo lavoro mostrandoci, in anteprima, a cosa ci troveremo di fronte.

L’ambientazione e l’epoca non sono specificate nel dettaglio, ma variano di storia in storia; in alcune è talmente tanto breve che è anche solo difficile comprendere dove siamo, pensate!

Vecchi sdentati vestiti di stracci che cantavano in gaelico, gatti decapitati che facevano le fuse a bambini senza volto.

person with red and silver eyeshadowI personaggi di questa storia sono dei più disparati. Non c’è soltanto un personaggio, ma essendo molti ne conosceremo di diversi. E’ ovvio che laddove la storia è più lunga, riusciamo a comprendere meglio il personaggio e le ragioni che lo spingono ad agire in determinati modi. Quando invece la storia è molto breve, si ha poca empatia con il personaggio e comprendere le motivazioni o tutto ciò su cui si aggira la storia finisce per essere maggiormente difficile. In linea generale le storie hanno tutte un filo comune e dei personaggi interessanti e ben strutturati, che l’autore riesce a comporre molto bene.

La storia che più mi ha catturato e del quale ho apprezzato particolarmente la protagonista è stata la prima storia, MORSO DI LUNA, visto che ha un retroscena particolare e incuriosisce molto.

In un tempo lontano tutta la sua esistenza era racchiusa nel suo laptop. Foto, film, serie tv, libri, musica, documenti. Tutto digitalizzato. Teneva una copia del materiale più importante nel cellulare, per non rischiare mai di perdere nulla. Con un solo zainetto poteva portarsi appresso tutta la sua vita ovunque. Era l’era di Internet, un’epoca infame ritenuta falsamente di sviluppo e innovazione, dove tutta la conoscenza e le informazioni vivevano in una gigantesca nuvola invisibile di elettroni.

Il perno centrale delle storie si muove su una base chiaramente horror, con dei piccoli riferimenti humor molto dark, quasi al limite. E’ ovvio che l’allegoria dell’humor è collegato proporzionalmente a quanto accade nell’’horror e quanto questo a volte sa bizzarro o ai limiti dell’inverosimile. Il fulcro della storia si incentra sulla tenebra, sulle piccole pillole che l’autore ci racconta e che ha raccolto per i lettori in questo volume.

Lo stile utilizzato dall’autore è il medesimo di volumi precedenti. E’ lineare, fluido e molto particolare, in special modo nei dettagli. Le storie sono tutte molto macabre, cruente, determinate e, ad ogni modo, soprattutto originali. Il testo completo si legge in pochissimo tempo, quindi sappiate che potete leggerlo in qualsiasi contesto, anche fra una pausa e l’altra.

La pecca principale di questa raccolta di racconti è che molti sono talmente brevi che non si fa in tempo ad elaborarli o non si fa in tempo a carpire tutto ciò che l’autore sta cercando di comunicarci, perché è dato per scontato. Come se già si conoscesse. Ed è per questo che essendo troppo breve non si riesce né a comprendere a fondo il contesto effettivo, né i movimenti e le dinamiche che si aggirano attorno alla storia. Non che i racconti non siano leggibili, o non si comprendano, non fraintendetemi. Semplicemente c vorrebbe, almeno in qualche caso, qualche riga in più. Dall’altro lato ovviamente comprendo che il testo è stato utilizzato per un contest e raccolto appositamente qui quindi è normale che abbia questa valenza.

grayscale photo of trees and pathway

Una vacanza per fuggire dai propri demoni.
Entrambe le donnine avevano bisogno di staccare la spina e svuotare la mente da pensieri cupi ed angosciosi. Volevano godersi un viaggio spensierato per voltare pagina dalle loro vecchie vite ed iniziare un nuovo capitolo. Pillolina aveva finalmente deciso di usufruire delle sue ferie arretrate e, per non essere disturbata, aveva impostato il cellulare per bloccare tutte le telefonate. Era davvero stufa di vendere impianti fotovoltaici e bici elettriche. Sapeva che stava contribuendo a salvare il pianeta, ma la sua anima aveva bisogno di un altro tipo di nutrimento.

Il libro è una piccola raccolta per gli amanti del genere horror, ma una scoperta per chi vuole approcciarsi al genere e non ha avuto modo di provare fino ad ora, o non ne è mai troppo convinto. L’autore ci permette di avvicinarci al genere con determinazione e l’abilità di chi naviga in questo genere già da un po’. Consiglio la lettura, veloce e sicuramente originale.

Ronald Arkham scrive dei racconti che spaventano ma che al contempo stesso contengono un humor spiazzante e non così scontato come sembra. Una lettura che vi porterà in posti differenti, tutti con un finale drammaticamente sconvolgente.

Il mio voto per questo libro è di: 3 balene e mezzo.

tre e mezzo

Si ringrazia l’autore per la copia omaggio

Vuoi acquistare Pillole di Tenebre e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Pillole di Tenebre o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate? Potrebbe fare al caso vostro? Vi piacerebbe leggerlo? Fatemi sapere, io come sempre vi aspetto.

A presto,

Sara ©

SEGNALAZIONE #253 – DONAMI IL TUO CUORE PER SEMPRE DI ESTER ASHTON.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Spero bene, per me è tutto ok! Sono qui per portarvi un nuovo volume che spero possa essere nel vostro interesse. Ecco qui che ve ne parlo:

Donami il tuo cuore per sempre (Turner Series Vol. 3) eBook : Ashton, Ester:  Amazon.it: LibriTitolo: DONAMI IL TUO CUORE PER SEMPRE
Autore: Ester Ashton
Serie: THE TURNER SERIES 3,5
Genere: romance suspense
Data di uscita: 22 Febbraio 2022
Ebook: 2,99
Cartaceo: da definire

Trama: L’incontro con Anya Summers, riporta John Turner alla vita, accendendo nel suo cuore forti sentimenti che credeva sepolti dopo aver perso la sua famiglia.
Il passato però irrompe nella loro bolla di felicità e nemmeno Anya questa volta basterà a
ostacolare ciò che è destinato a succedere.
Qualcuno li minaccia…
Qualcuno trama nell’ombra la loro morte.
John farebbe qualunque cosa per proteggere Anya, anche a costo della sua stessa vita. 
Riusciranno entrambi a sconfiggere le minacce del passato?
Il loro amore avrà finalmente il lieto fine sperato?

BIOGRAFIA

Ester Ashton è lo pseudonimo che Ester Barbone usa per pubblicare i suoi romanzi. Romana di adozione nasce in quel di Bari alcuni anni fa… La sua avventura con il mondo della scrittura nasce quasi per caso, quando la voglia di mettere la fantasia su carta prevale su tutti gli altri hobby che una semplice casalinga può coltivare. A marzo 2010 esordisce con il suo primo romanzo fantasy dal titolo “Damned for the Eternity – The secret” e dopo pochi mesi si classifica terza al “Premio Letterario Nazionale Circe – una donna tante culture”, nella sezione letteratura edita fantasy. Da allora non si è più fermata, spaziando dal genere fantasy a quello romantico. A febbraio 2012 si è classificata semifinalista al “Premio Internazionale Penna D’autore”, con il romanzo “Una passione nel tempo – il mistero”. Amante da sempre del romance, decide di cambiare genere e lanciarsi sull’erotic pubblicando con una CE “Perverse love”, primo volume della serie Davemport Agency che in pochi giorni scala le classifiche su Amazon e diversi altri store online. Da lì seguiranno poi Sedotta da te e Destinato ad amarti, sempre della medesima serie. “Solo una notte per amarti” e “Tra le tue braccia”, sono i primi racconti erotici pubblicati con la Delos Digital. Sentendosi più sicura in questo genere ha continuato a scrivere altre serie: la Spy in love e la Marines sex and love di cui il primo romanzo, Potrei amarti, sarà pubblicato in inglese tra dicembre/gennaio 2019. Ma la sua penna, sempre attiva e in fermento, ha già una nuova serie in fase di scrittura e il primo romanzo sarà on line entro la fine del 2018.


Cosa ve ne pare? Fatemi sapere, sono curiosa delle vostre opinioni ovviamente. Come sempre vi aspetto.

A presto,

Sara ©

SEGNALAZIONE #252 – LETTERE DA EMERSON PASS DI TESS THOMPSON.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Nuovo venerdì per noi e nuovo libro che vi presento e che spero possa piacervi, ovviamente. Se non vi piace, ci ho provato. Ecco che ve ne parlo subito:

The Spinster (Emerson Pass Historicals #2) by Tess Thompson | GoodreadsTitolo: Lettere da Emerson Pass (titolo originale: The spinster of Emerson Pass)
Autore: Tess Thompson
Traduttore: Isabella Nanni
Editore: autopubblicato dall’autrice
Genere: Romance storico
Prezzo ebook: € 4,99 – disponibile anche in Kindle Unlimited
Prezzo cartaceo: € 14,75
Data pubblicazione: 20 gennaio 2022
Serie: Emerson Pass Historical
Link di acquisto Amazon: https://www.amazon.it/Lettere-Emerson-Historical-Italian-Editions-ebook/dp/B09J4571V1/
Trama/Sinossi: Colorado, 1919. Josephine Barnes scrive ogni giorno al suo adorato fidanzato che combatte tra le trincee della Grande Guerra. Devastata dal dolore quando viene ucciso in combattimento, giura di non sposarsi mai e nasconde la disperazione dedicandosi alla costruzione della prima biblioteca della città. Ma rimane senza fiato quando un gentiluomo cortese le scrive chiedendole
di farle visita per restituirle le lettere contenenti le sue dichiarazioni d’amore. Philip Baker è sopravvissuto alla guerra ma è tornato a casa gravato da un angosciante segreto. Anche se sa che è sbagliato, non riesce a smettere di leggere i bellissimi sentimenti lasciati tra i beni del commilitone ucciso. Seppur tormentato dal senso di colpa, non riesce a resistere alla tentazione di contattare la donna straordinaria che gli ha catturato il cuore con le sue parole. Quando Josephine invita Philip a unirsi alla sua estroversa famiglia per le feste natalizie, si sente combattuta tra la lealtà verso un fantasma e i crescenti sentimenti per l’uomo galante che sembra conoscerla da una vita. E quando Philip si prepara a rischiare tutto dicendole la verità sul defunto fidanzato, teme di poter distruggere per sempre la felicità di Josephine. Riusciranno a liberarsi del loro doloroso passato per abbracciare la passione cui erano destinati? “Lettere da Emerson Pass” è il secondo libro della commovente serie storica Emerson Pass. Se vi piacciono le eroine forti, gli scenari commoventi e le grandi saghe familiari, allora adorerete questo libro di Tess Thompson.

Estratto

«Sono state davvero le mie lettere a farti venire qui?» mi domandò. «Sì, volevo andarmene dalla città. Come ha detto tuo padre: c’è troppa gente. Quando ero malato, mi sono detto che se fossi sopravvissuto, sarei venuto qui per vedere tutto di persona.» E per vedere te. Lo tenni per me. «Spero che non troverai la città troppo tranquilla.» Josephine si appoggiò alla staccionata. «Non credo. Devo farti una confessione.» «Sì?» «Ho letto tutte le tue lettere quando sono stato abbastanza bene. Mi hanno aiutato a guarire. So che probabilmente sembra ridicolo.» «No, non è ridicolo.» Mi guardò con attenzione, come se fossi un tipo strano che voleva decifrare ma che non riusciva a capire del tutto. «È dolce, in realtà. Leggere le lettere di una ragazza che non conoscevi sembra una cosa piuttosto romantica.» «Mi hanno dato gioia quando ne avevo più bisogno. Come un buon libro.» «Immagino che avrei fatto altrettanto nella tua situazione. Eri solo e spaventato e avevi bisogno di una distrazione.» Josephine fece un respiro profondo e guardò le travi del tetto. «C’erano parti destinate solo a Walter. Sono leggermente mortificata al pensiero di quello che ci ho messo dentro. Devo esserti sembrata una ragazzina infatuata.» «Mi hai fatto desiderare che qualcuno provasse quei sentimenti per me.» «Non essere ridicolo» disse lei. «Non sono così brava a scrivere.» «Mi permetto di dissentire.»

Biografia autore

Tess Thompson è un’autrice pluripremiata di narrativa femminile romantica contemporanea e storica con quasi 40 titoli pubblicati. È sposata con il suo principe, Mister Miglior Marito, ed è la madre della loro famiglia allargata di quattro figli e cinque gatti. Mister Miglior Marito ha diciassette mesi meno di lei, il che fa di Tess la tardona di casa, un titolo che porta con orgoglio. È orgogliosa di essere cresciuta in una piccola città come quelle dei suoi romanzi. Dopo essersi laureata alla University of Southern California Drama School, sperava di diventare un’attrice ma invece ha avuto la vocazione di scrivere narrativa. È grata di passare la maggior parte dei giorni nel suo ufficio a mettere insieme i suoi personaggi mentre Mittens, il suo gatto preferito (shhh…non ditelo agli altri), dorme sulla scrivania.

Biografia traduttrice:

Isabella Nanni si è laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne ed è iscritta al Ruolo Periti ed
Esperti per la categoria Traduttori e Interpreti. Le sue lingue di lavoro sono Inglese, Tedesco e Spagnolo, da cui traduce verso l’italiano, lingua madre. A gennaio 2019 è risultata vincitrice ex aequo del concorso di traduzione de “La Bottega Dei Traduttori”. Dopo un MBA da diversi anni è libera professionista e si occupa di traduzioni, sia editoriali che tecniche. È inoltre consulente commerciale per editori di testate trade.  È l’orgogliosa madre di due splendide giovani dal sangue misto come Harry Potter, emiliano e campano. Coltiva rose di tutti i colori e con una vita di riserva studierebbe arabo, cinese e russo. Non potendo, si affida ai colleghi traduttori per allargare i suoi confini culturali.


Cosa ne pensate di questo volume? Fatemi sapere, io ovviamente vi aspetto sempre, mi raccomando.

A presto,

Sara ©

SEGNALAZIONE #246 – CONTRAPPUNTO DI STEFANIA BERNARDO.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Eccoci con una nuova segnalazione per voi che spero possa farvi piacere! Siete pronti a scoprire un nuovo volume? Per voi, vi lascio tutte le info necessarie:

Contrappunto eBook : Bernardo, Stefania, Graphic, Romance Cover,  Editoriali, Eadon Servizi: Amazon.it: LibriTitolo: Contrappunto
Autore: Stefania Bernardo
Pagine: 390
Disponibile in: ebook, cartaceo, kindle unlimited
Uscita: 22/10/2021
Offerta : 0,99 € fino dal 22 al 31 di ottobre
Prezzo ebook: 2,99 €
Link d’acquisto: https://www.amazon.it/Stefania-
Bernardo/e/B011EN2UG8

Citazione:

La musica scaturiva improvvisa dal cuore in subbuglio. Da quel contrappunto di sentimenti contrastanti che provava. La voglia di stargli lontano, il desiderio di sentirlo intorno a sé. Due melodie in contrasto tra loro che si rincorrevano e si combattevano.


Quarta di copertina: 
La musica è tutta la sua vita, eppure è costretta a nascondere il proprio talento. Sorella del compositore più acclamato d’Inghilterra, Glenna Whitby deve accontentarsi di essere una semplice insegnante.
Decisa a star lontano quanto più possibile dal matrimonio, la serenità si infrange quando la sua migliore amica viene coinvolta in un oscuro giro di ricatti. Una situazione che costringerà Glenna a chiedere aiuto al conte di Berwick. Libertino scanzonato e appassionato intellettuale, Philip le offrirà protezione, dandole la sua parola di gentiluomo che tra loro ci sarà sempre e solo una cortese amicizia.

Divisi dalle classi sociali, il loro legame, però, diventerà ogni giorno più complice fino a spingersi verso le soglie di una inopportuna intimità, mentre insidiosi pericoli minacceranno la loro vita. Feste peccaminose, ricevimenti sfarzosi, agguati e crudeli pettegolezzi si alternano alla melodia romantica di cuori palpitanti.
Un amore sospirato che tuttavia arde di una passione incontrollabile.

L’autrice

Stefania Bernardo nasce a Ivrea il 17 dicembre 1985. È autrice di romance storici e contemporanei. Ha esordito con il romanzo La Stella di Giada. Ama leggere, immergersi nella natura e ha un debole per il Settecento! I suoi romanzi sono ricchi di passione e intrighi, avventura e segreti da svelare.
Tra le sue pagine troverete a farvi compagnia pirati e nobili, cuori ribelli e donne forti, fate e mascalzoni, inguaribili sognatori e indomiti combattenti…


Iscrizione alla Newsletter con ebook in regalo:
https://stefania-bernardo.mailchimpsites.com/
Blog: https://stefaniabernardoblog.com/
Facebook: https://www.facebook.com/stefaniabernardoautrice
Gruppo Facebook : https://www.facebook.com/groups/184468896212475
Instagram: https://www.instagram.com/stefania_bernardo_/


Cosa ne pensate? Potrebbe piacervi? Fatemi sapere, io vi aspetto come sempre.

A presto,

Sara ©

TEASER TUSDAY #63

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Buon martedì! Ideata da Should be Reading oggi vi porto queste : il Teaser Tuesday in cui vi lascio un piccolo estratto delle mie attuali letture! Lo spiego sempre in cosa consiste (per chi non sapesse di cosa si tratta) ma ve lo ricorderò ogni volta, non temete!

• Prendi il libro che stai leggendo.
• Aprilo in una pagina casuale.
• Condividi un piccolo spezzone di quella pagina ( ” Teaser ” ) .
• Attento a non fare
 spoil
er!
 Riporta Titolo e Autore così che i tuoi lettori possano aggiungere il libro alla loro Wishlist ( o meglio lista dei desideri!)  se sono rimasti colpiti dell’estratto


Attualmente devo portare a termine due letture che spero possano piacervi, più una terza che è breve e spero di concludere questa sera sul tardi prima di andare a dormire.

9788822767103_0_536_0_75Vi parlerò nella prossima settimana di La vendetta degli Dei di Hannah Lynn edito Newton Compton che spero possa incuriosire, visto il primo volume di cui vi ho parlato anche in precedenza, ovvero Il segreto di Medusa. Io sono davvero curiosa di ciò che andrò a leggere quindi tenetevi pronti. Ecco qui un piccolo pezzettino del volume in questione:

«La dea accetterà un unico sacrificio», disse. «Un’unica morte sul suo altare nel tempio di Aulide». Agamennone annuì in fretta. «Sì, qualunque cosa desideri. Mi rimetterò subito in marcia. Me ne occuperò questa sera stessa». Un’unica morte. Era abbastanza semplice. Doveva solo scoprire quale animale. Chinò la testa in segno di rispetto per l’indovino, ma quando la rialzò, il vecchio gli prese la mano. «Non è un animale che vuole», disse, con una voce che avrebbe potuto avere mille anni. «Ma una fanciulla. La tua figlia più bella, Ifigenia».


Il secondo volume in questione è il secondo volume di una serie che ha avuto inizio con Ferryman e segue con Ferryman. Oltre i confini di Claire McFall edito Fazi editore per la collana Lainya. Siete curiosi di sapere come andrà a finire fra i due innamorati? Se siete intanto curiosi di carpire la storia del volume precedente, ecco QUI la recensione. Lo spezzone di questo secondo volume:

 C’era una sola spiegazione possibile, ma il punto era proprio quello: era una cosa impossibile. Susanna era rimasta seduta lì per molto tempo – sebbene, nella terra perduta, il tempo fosse del tutto relativo – e non era riuscita a formulare nessun’altra risposta tranne quella che le provocava identiche scariche di paura ed eccitazione.
In qualche modo, Tristan aveva trovato una porta per il mondo dei vivi.


41ygxqi86el._sx342_sy445_ql70_ml2_Il volume che vorrei finire? Pillole di tenebre di Ronald Arkham, in self Publishing. Ho già letto in precedenza un suo volume ed ero curioso di capire come si sarebbe svolto anche questo ovviamente. E’ una raccolta di mini racconti tendenti all’horror o comunque sul thriller, mistero e quant’altro. Siete curiosi. Un piccolo pezzettino per voi:

Certe volte le fiamme che parevano corroderle gli organi non le davano tregua, lasciandola a malapena respirare.


Cosa ne pensate? Quali di questi volumi vi ispira di più? Cosa state leggendo in questi giorni? Ovviamente come sempre vi aspetto e spero possiate trovare il libro che vi incuriosisca.

A presto,

Sara ©

SEGNALAZIONE #243 – TUTTI I LIBRI DI LORENZO BOSISIO.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci qui con una nuova uscita, ma stavolta non vi parlerò di un singolo volume ma di più volumi assieme dello stesso autore, che spero possano interessarvi. Non siete curiosi di scoprire di cosa si tratta? Ecco per voi:

ROMANZI

Amazon.it: La guerra degli Incubi - Bosisio, Lorenzo - LibriTitolo: Guerra degli incubi
Autore: Lorenzo Bosisio
Pagine: 628
Editore: self
Trama: Aska è un ragazzo come gli altri. Incastrato nella realtà del suo paesino natale non ha grandi prospettive per il futuro, anche se nel suo intimo sogna di vivere avventure. Non sa che nel suo cuore è celata un’eredità millenaria, un potere capace di compiere meraviglie. Una notte la morte bussa alla sua porta e in un baleno la sua vita cambia radicalmente. Scampato per un soffio, il ragazzo si trova catapultato nel mezzo di una epica guerra per la sopravvivenza dei Quattro Regni contro un antico male mai sconfitto, il Signore degli Incubi. Un esercito di mostri sciama sui Quattro Regni distruggendo tutto ciò che si para sul suo cammino e tocca a un manipolo di eroi, guidato dalla saggezza millenaria di Ailamar, opporsi al male dilagante in una lotta disperata e senza quartiere. Mentre la guerra devasta il mondo in un vortice di follia distruttiva, Aska affronta un viaggio attraverso l’ombra che alberga in lui alla ricerca di una verità dimenticata. In quel momento e in un luogo fuori dal tempo, Aska, affronta la sua nemesi in uno scontro che chiuderà un’era e ne aprirà una nuova. Sarà un’epoca di luce o un periodo di cupa tenebra? Guerra degli Incubi è un romanzo dal ritmo serrato ambientato in un mondo popolato da creature fantastiche e da uomini dotati di poteri straordinari, in cui la manichea lotta fra il bene e male assume una dimensione epica unica e originale. Se vi è piaciuto il ciclo dell’Eredità, la saga di Shannara o la trilogia di Tenebre e Ossa, amerete questo libro.

ESTRATTO

Quando il sole era alto nel cielo, giunsero in cima all’ultima altura e la piana si aprì sotto di loro: una distesa verde a perdita d’occhio, fino al limite dell’orizzonte, come un mare infinito d’erba rigogliosa. Un enorme crepaccio a forma di croce, largo più di due miglia nel centro e lungo diverse decine, sfregiava la pianura come una gigantesca cicatrice mai guarita. Si narrava che quel baratro non avesse fondo e che fosse l’accesso diretto all’Abisso, patria dei demoni. Nel mezzo della Voragine, su un disco di pietra che fluttuava nel vuoto, si ergeva Atkhala, la città d’Argento, il Quinto Regno, la patria del Consiglio dei Maghi. Da lontano le otto guglie di cristallo del Palazzo del Consiglio spiccavano come lance d’argento e le mura di pietra bianca brillavano al sole come marmo candido. Dalle quattro enormi porte di accesso alla città, lunghi ponti di cristallo, sospesi nel vuoto, si lanciavano come arcobaleni oltre la Voragine verso i quattro punti cardinali dove, sulla terra ferma, terminavano le Grandi Strade che univano la città alle capitali dei Quattro Regni.


Oltrebosco eBook : Bosisio, Lorenzo: Amazon.it: LibriTitolo: Oltrebosco
Autore: Lorenzo Bosisio
Pagine: 116
Editore: La strada per Babilonia
Trama: Un ragazzo si sveglia in un bosco. Non sa chi è, né come ci è arrivato. È solo, affamato e infreddolito. Dovrà imparare a sopravvivere e lottare contro la natura ostile, aggrappato alla speranza di trovare una via di uscita verso casa, verso quella vita di cui non ricorda altro che piccoli frammenti sconnessi. Un ragazzo si sveglia ogni mattina e lotta contro la realtà opprimente della periferia di una grande città. Combatte contro una famiglia disastrata. Si ribella contro una scuola che lo vuole controllare. Cresce in un ambiente ostile, una giungla dove solo il più forte ce la fa. Due storie così diverse, ma con un legame molto forte. Quale destino le unirà? Un romanzo che parla di speranza, amore, coraggio.
Età di lettura: da 12 anni.

ESTRATTI

Il ragazzo levò lo sguardo dal terreno sotto di lui e la cercò. L’oscurità della notte era così fitta in quel bosco che riusciva a malapena a distinguere il suo profilo, nonostante fosse molto vicina. Allungò il braccio stando attento a non perdere l’equilibrio e le sfiorò la mano. La ragazza lo fissò preoccupata. I suoi occhi erano così bianchi che sembravano illuminare tutto intorno a loro come piccole lune argentee. Sedevano l’uno accanto all’altra su due massicci rami di un grande albero, a diversi metri da terra. Sotto di loro, nascosta alla loro vista, strisciava silenziosamente la creatura che li braccava da tempo.


RACCONTI

Amazon.it: Lorenzo Bosisio - Solo disponibili: LibriTITOLO: Eternità (Sussurri)
AUTORE: Lorenzo Bosisio
PAGINE: 19
EDITORE: self
TRAMA: C’è chi pensa che l’amore trascenda il tempo. C’è chi pensa che esista molto più di quello che i nostri sensi percepiscono. Alberto non ci crede, lui sfida i misteri e gli eventi inspiegabili in cerca di una spiegazione scientifica e puntualmente ci riesce. Questa volta però, la sua sanità mentale sarà messa a dura prova, le sue credenze saranno scosse fino alle fondamenta. Sarà l’amore a vincere alla fine?


Specchio by Lorenzo BosisioTITOLO: Specchio (Sussurri)
AUTORE: Lorenzo Bosisio
PAGINE: 26
EDITORE: self
TRAMA: Il confine fra realtà e follia è sottile come la superficie di uno specchio. Attraversarlo è rapido come un alito di vento, il viaggio di ritorno è impossibile come alcune verità. Specchio è una storia di amore, fantasmi e follia che vi condurrà oltre quel confine. Saprete tornare indietro?

Nero notte, rosso sangue (Sussurri) eBook : Bosisio, Lorenzo: Amazon.it:  Kindle StoreTITOLO: Nero notte, rosso sangue (Sussurri)
AUTORE: Lorenzo Bosisio
PAGINE: 16
EDITORE: self
TRAMA: Se poteste scegliere di vivere libero da ogni vincolo, seguendo solo il vostro istinto più primordiale, lo fareste? Nero Notte, Rosso Sangue è un racconto dark di amore, sesso, rabbia, violenza, ma anche di estrema libertà. Ogni scelta ha un prezzo. Sarete disposti a pagarlo?

LINK UNICO RACCONTI:


BIOGRAFIA AUTORE

Sono nato a Milano nel 1975 e vivo a Nova Milanese. Sono laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni e lavoro per una multinazionale del settore Information & Communication Technology nella consulenza in
ambito IT Service Management. Quando non sono impegnato nel lavoro, dedico il mio tempo alla famiglia: mia moglie Daniela e i miei due figli, Giulia e Andrea. Ci sono tre cose che vi voglio raccontare di me. La prima cosa è che adoro scrivere, e quando lo faccio ci dedico tutto me stesso: è il mio modo per
comunicare le emozioni, affidandole al mezzo più sincero che ci sia, il foglio. Un foglio non ti giudica, non ti compatisce, non è tuo amico o nemico: è uno specchio, e se hai il coraggio di affrontarlo, sa restituirti molto più della tua sola immagine. La seconda è che adoro la nostra lingua, e quando la vedo maltrattata divento pignolo ai limiti dell’acribia. Questo a volte mi attira delle critiche, ma la sciatteria e il pressapochismo mi fanno davvero infuriare. In compenso so essere generoso, leale e sincero verso chi sa conquistarsi la mia stima. L’ultima è che adoro sperimentare. Una sola vita mi va stretta, quindi cerco di riempirne ogni momento: oltre a lavorare e a scrivere, sono maestro di arti marziali, suono la chitarra – e se potessi vorrei dedicarmi anche al pianoforte –, leggo molto, ascolto musica, guardo un sacco di film, appena posso frequento musei e seguo eventi d’arte. Odio perdere tempo con cose o persone che non mi fanno stare bene, ma mi piace moltissimo condividerlo con chi invece lo rende speciale. Sono autore fantasy, sia per giovani menti che per un pubblico un po’ più adulto, e horror. Al momento ho pubblicato due romanzi e tre racconti brevi.


Cosa ne pensate? Fatemi sapere ovviamente, io come sempre vi aspetto!

A presto,

Sara ©

RECENSIONE #547 – MORTE VERDE DI RONALD ARKHAM

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Oggi vi porto un racconto che spero possa incuriosirvi. Io l’ho trovato davvero strano e ve ne parlerò lungo questa recensione. Siete curiosi di scoprire cosa ci troveremo a leggere? Ecco che ve ne parlo:

51nindc2qulTitoloMorte verde
AutoreRonald Arkham
GenereThriller
Casa editriceSelf Publishing
Data di Pubblicazione: 18 maggio 2021
FormatoCartaceo, Ebook
Pagine104
Link d’acquisto: https://amzn.to/30eI5yZ
TramaUn antico male si risveglia per inghiottire un paesino nell’oblio. Una cometa misteriosa, un incidente imperdonabile. A Carfax, un piccolo villaggio sperduto nel bosco, le persone cominciano a scomparire. Lilith, la piccoletta dagli occhi smeraldo, dovrà sviluppare tutte le proprie risorse per sopravvivere alla spietata fame delle tenebre.

RECENSIONE

green white and black abstract paintingLa storia ha inizio nel cuore di Carfax in cui cominciano a succedere strani avvenimenti: le persone cominciano a sparire misteriosamente o finiscono per impazzire definitivamente. Tra animali e persone, nessuno sembra essere più al sicuro nei pressi del paese, così come a passeggiare tra i boschi.

Cosa sta succedendo a Carfax? Riuscirà a salvarsi qualcuno? Come è possibile fermare quanto sta accadendo nella zona?

Non aveva ancora incrociato un essere umano quel giorno. Si avviò all’ultimo piano per godersi il panorama e cercare un minimo di sollievo dall’oscurità. Carfax, il luogo in cui era nata e cresciuta, era diventato un paese fantasma.

La trama è piuttosto breve in vista del fatto che, in ogni caso, si tratta di un racconto. Scrivere qualcosa di più lungo e articolato equivale a spiegare troppo di ciò che avviene all’interno, quindi trovo che sia ben scritta, corretta ed esaustiva del racconto che andremo a leggere. Una trama ben fatta.

La copertina che mi sarei aspettata, nel mio immaginario, è sicuramente diversa da come si presenta poi effettivamente. L’albero poteva anche starci ma nel complesso mi aspettavo qualcosa di più “verde” diciamo. Un bosco, una cittadina spersa nel verde, delle persone nel bosco. Insomma, mi sarei aspettata qualcosa di diverso vista la storia e la tipologia di storia utilizzata. L’albero può essere bene o male riconducibile ma per i colori e la scelta non trovo dei collegamenti veri e propri. Per quanto riguarda il titolo, a differenza della copertina, è inerente a ciò che viene narrato e lascia un alone di mistero per quanto riguarda questa morte di colore verde. Perché è proprio questo il colore? Cosa starà a significare? Lo scopriremo solo leggendo ovviamente, ed avremo le risposte relative a questo titolo originale e peculiare.

L’ambientazione è Carfax, un paesino sperso tra i boschi e lontano dalla civiltà; l’epoca non è de tutto specificata. Potrebbe essere applicata a qualsiasi epoca anche se mi aggirerei poco dopo il medioevo o giù di lì avendo dei richiami antichi.

Il cellulare dentro il teschio portaoggetti vibrò ed emise una tenera vocina.
Muuu
Ronnie muggì e spalancò la palpebra sinistra. Era la suoneria per i messaggi di Lilith. 
Porta qua subito il culo!
Lui rispose quasi ad occhi chiusi.
Deh ma quanto sei dolce oggi! Hai fatto il bidet nella nutella?
Lilith era la persona preferita di Ronnie, anche perché era l’unico essere vivente che sopportava. Forse l’unica umana che avesse qualche onda cerebrale compatibile con le sue. Questo non toglieva il fatto che fosse un esserino demoniaco.

man standing behind green plantI personaggi all’interno del volume sono molteplici e vengono inter-cambiati quasi ad ogni capitolo. Solo alcuni troveremo in maniera più ricorrente di altri, come per quanto riguarda la protagonista di questa storia, Lilith, che cercherà di barcamenarsi in un mondo pericoloso che cercherà di uccidere o portare con sé anche lei. In tutto questo a darle supporto ci sarà il suo amico Ronnie e avremo modo di conoscere le diverse persone della cittadina, dalla signora con il cane all’uomo che le dà fastidio e via dicendo.

Tutto immobile e morto. Anche l’infame fabbrica Mulder sembrava abbandonata. Si chiese se non fosse il caso di fuggire a Ozwich. Anche se sin da bambina aveva sviluppato una specie di allergia per le città e la modernizzazione. Lei era una romantica, una nostalgica. Una piccola figura in movimento rovinò la staticità del panorama. Un bambino stava portando in grembo un fagotto verso il cuore del bosco.

Il perno centrale è, per l’appunto, la morte verde e tutto ciò che accade di misterioso in questo paese. Non solo le persone muoiono o scompaiono in misteriose circostanze ma nel bosco accadono delle cose che non sembrano catturare ogni abitante fino a portarlo alla follia più assoluta. E’ una storia misteriosa, che vi spingerà a chiedervi cosa ci sia dietro tutto questo.

Lo stile utilizzato è articolato ma non troppo complesso. Scritto in terza persona, la storia si focalizza sull’aspetto principale di ciò che avviene passando di singolo in singolo portando alla luce quanto più possibile. Ovviamente la storia essendo solo un racconto è molto breve e si focalizza ad ampio spettro sul generale, cogliendo l’essenza di ciò che sta accadendo all’interno del posto in questione. Il tipo di scrittura è ben composta e fluida, mi ha colpito fin dall’inizio solo la storia non è riuscita a coinvolgermi come doveva. Probabilmente anche non avere empatia con i personaggi non ha aiutato molto. Concentrandosi sul generale, infatti, si tralascia l’emozione di cosa si prova in quel momento che non arriva molto seppur ci siano dei momenti in cui il volume si sente che è in crescendo e la paura comincia ad albergare fra i soggetti coinvolti.

La cosa che non sono riuscita a comprendere bene è il mistero su cosa si fonda. Nonostante ci sia una spiegazione finale e si risalga a cosa sia accaduto veramente e cosa li abbia condotti a questo punto, posso dirvi che si resta con delle domande, si resta un pochino incompleti. Questa è stata la cosa a lasciarmi più perplessa e avrei preferito avere un chiarimento maggiore nonostante la storia mi sia piaciuta generalmente. Con molta probabilità se fosse stato più lungo il racconto, avrebbe chiarito magari i punti in cui mi sono sentita persa e avrebbe dato un’occasione migliore sia all’autore di chiarire bene tutto, sia al lettore di comprendere meglio le domande che si è posto.

Tutto il regno teme e disprezza la misteriosa creatura. In ogni strada voci infamanti e assurde circolano sul suo conto. Strega rinnegata, morte personificata, mostro proveniente da un altro pianeta, scarto di un futuro dannato.

Il libro è un racconto che si smuove fra il paranormale e il mistery. E’ una storia che, se devo dirla tutta, non mi ha coinvolto come speravo e che per alcuni versi non sono riuscita a comprendere del tutto, come se mancasse qualcosa per chiudere il cerchio; non so se mi spiego. Consiglio agli amanti del genere e dei racconti, potrebbe interessarvi, ne sono abbastanza certa.

Ronald Arkham ci porta in un luogo dove il mistero ci accompagna come mettiamo il piede fuori di casa ma che può insediarsi persino all’interno e riuscire a toccare corde e situazioni che non si credevano possibili. Un antico male si risveglia e voi siete pronti a non farvi prendere?

Il mio voto per questo libro è di: 3 balene.

Senza titolo-3 (2)

Si ringrazia l’autore per la copia omaggio

Vuoi acquistare Morte verde e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Morte verde o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate? Potrebbe piacervi? Fare al caso vostro? Fatemi sapere, io come sempre vi aspetto.

A presto,

Sara ©

RECENSIONE #544 – THUNDERCLOUDS: WHERE’D THE LOVE GO? DI MARTINA FRALU.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Oggi finalmente riesco a parlarvi anche di questo volume. Ringrazio tantissimo l’autrice per l’opportunità di lettura che mi ha dato e di cui io ora ho l’opportunità di parlarvi. Siete pronti a scoprire questo nuovo volume? Ecco a voi:

41zdsveomylTitolo: Thunderclouds – Where’d the love go?
Autore: Martina Fralu
Pagine: 256
Data di uscita: 5 novembre 2019
Link d’acquisto: https://amzn.to/3py7gXr
Trama: “Dove è finito l’amore?” È questo ciò che si chiede Martha mentre, in bilico tra i binari e la riga gialla, sceglie a quale destino affidarsi. Può una relazione finita male portare una ragazza di ventisette anni a suicidarsi? Ciò che sappiamo per certo è che se Martha decidesse di farlo, di andare fino in fondo, David ce l’avrebbe sulla coscienza… per sempre.

RECENSIONE

a person drowns underwaterLa storia ha inizio alla stazione in cui Martha sembra aver deciso di togliersi la vita. La vita sembra averle remato continuamente contro ed aver portato questa giovane ventisettenne nella condizione di voler porre fine alla sua vita, di voler decidere di finire ogni cosa. E da lì, ripercorreremo la strada al contrario fino ad arrivare a questo momento scoprendo cosa c’è di sbagliato e cosa di buono nella sua vita, a partire dal suo ragazzo, David.

Ma cosa ha spinto Martha a compiere questo gesto? Cosa è successo in passato a Martha? Cosa c’è che non va nella sua vita e nella sua relazione con il  fidanzato David?

«quella donna ne ha passate il doppio di quello che di solito ne passa un normale essere umano» ribadisco per l’ennesima volta «non sarà stata una madre esemplare ma è comunque tua madre!» Ha sbagliato, è vero , e su questo siamo d’accordo… ma non può farle scontare quelle colpe per sempre, deve crescere ed accettare che non sempre si fanno le cose per piacere proprio, ogni tanto bisogna sforzarsi per mantenere le cose tranquille con gli altri.

La trama è molto corta e ci mostra fin dal primo momento su cosa andrà a parare questa storia, ponendoci fin dall’inizio un dubbio. Martha si ucciderà? E’ questo che ci si chiede nel corso del volume ed è questo il motivo davanti al quale il lettore verrà messo di fronte. L’amore può spingere una ragazza a mollare tutto e ad uccidersi? Una trama profonda, che in poche righe ci spinge a riflettere molto.

La copertina, se devo essere totalmente sincera, non mi fa impazzire. In tema con la storia? Possiamo trovarci un qualche collegamento ma non del tutto inerente alla storia trattata. Probabilmente la tazza con qualcosa di caldo rappresenta il fermarsi a rifletter, il dedicarsi del tempo, la calma e la tranquillità ovvero tutte cose che Martha non sembra avere e che sarebbe necessario avesse. Su questo punto di vista posso dire che ci siamo, se dovessi pensare all’immagine in sé senza cercare un collegamento così particolare, non trovo sia particolarmente inerente, tutto qui. Nonostante questo, i colori utilizzati mi piacciono molto. Il titolo del volume è in inglese. Il fatto del titolo in sé, posto in questo modo non è neanche male se non fosse per il sottotitolo, che avrei posto in italiano semplicemente per una mera comprensione del testo (non che così non lo sia, precisiamo). Lo dico per una questione che molte persone non conoscono magari bene l’inglese oppure, il volume viene banalmente scambiato per un volume in inglese già solo per il titolo. Potrebbe accadere. Non per questo, però, il titolo non mi piace, anzi. E’ proprio Where’d the love go? / Dov’è che va l’amore? a dare un senso a tutto il resto.

L’ambientazione del volume è italiana, in un piccolo paese tra Firenze e Lucca e l’epoca si aggira tra il 2018 e il 2019, quindi di impostazione recente.

«ma ultimamente litighiamo meno» osservo «perché invece di chiuderti in questa maniera non provi ad aprirti con me, a dirmi le cose? Qualsiasi cosa! Anche a me capita di non essere tranquilla a volte, ma è proprio in quei momenti che non vedo l’ora di tornare a casa e di abbracciarti! Perché per te non è lo stesso?» Perché per lui non è lo stesso? «io non so come fai» concludo «anche quando litighiamo io avrei voglia di stringerti, quando non ci sei ti cerco con gli occhi e mi manchi ad ogni minuto, tu invece…» tiro su col naso e la voce mi si rompe in gola «a te invece non importa» singhiozzo «forse non te ne è mai importato»

a woman sits on the end of a dock during daytime staring across a lakeI personaggi di questa storia non sono tantissimi, anzi sono davvero molto pochi. Il tutto si aggira maggiormente attorno alla protagonista principale, Martha che interagisce con pochissime persone, tra cui il suo fidanzato David, la sua collega Marica, un ragazzo che sembra essere particolarmente interessato a lei di nome Adam, e la sua migliore amica Sara. L’unico infatti su cui basarci maggiormente è il ragazzo, che non è decisamente un uomo sveglio o interessante, anzi, tutt’altro.

Martha è una ragazza di ventisette anni che lavora all’interno di una gelateria. E’ una ragazza che ha una relazione tossica, che ha una migliore amica che le vuole bene e un ragazzo che la segue costantemente e che la spaventa. Martha fondamentalmente è una ragazza sola e si sente altrettanto sola, sia per affrontare le questioni della vita sia nelle relazioni con gli altri. Non è brava a destreggiarsi con i sentimenti, interiorizza e non espone i problemi in maniera chiara, così da bruciare all’interno come una candela. Un personaggio non troppo lontano da molte altre persone nel mondo.

E allora mi dico “dai, non hai perso un granché… Lui non ti dava le attenzioni che cercavi, lui per te non era abbastanza” Mento sapendo di mentire. Perché invece tu, per me , forse abbastanza lo eri… Ma io non me ne rendevo conto.

woman reaching hand above water during daytime photoIl perno centrale di questo volume si muove nella vita di Martha dapprima di slancio, ponendoci sul punto di voler morire. Proseguendo però si prende una piega più soft che va in crescendo ponendoci le domande di Martha, i suoi motivi, il punto che la porta a porsi tra la vita e la morte considerando il fatto di farla finita davvero.

Lo stile utilizzato dall’autrice è scorrevole, fluido e si legge nel giro di poco tempo. Il punto di vista di Martha è quanto di più simile a tanti lettori, in prima persona. L’unica cosa che non convince pienamente sono una serie di cose che non sono arrivate come speravo, quando ho iniziato il volume in questione.

La storia, nonostante le tematiche affrontate che sono importanti e interessanti da affrontare nei libri perché ci portano sempre qualcosa da cui sia imparare che da conoscere, e qualcosa da non giudicare con tanta leggerezza, non sembra rilasciare il giusto sentimento e le giuste emozioni che ci si aspetta di provare. Ho seriamente fatto difficoltà ad entrare in empatia con Martha – e non perché non abbia mai avuto problemi, perché ho sofferto di depressione e tante altre belle cosine – ma proprio perchè non arriva ciò che vuole dirci. A volte l’autrice sembra aver trattenuto la protagonista, sembra quasi giustificarla rendendola quasi sciocca nei suoi problemi, quasi fossero futili. In questo caso forse avrebbe aiutato se la storia fosse stata su due livelli differenti o se avesse usato due personaggi differenti così da cogliere il personaggio di Martha anche con occhi esterni per poterla comprendere al meglio. Nonostante David sia particolarmente pessimo, ho trovato delle cose di Martha davvero banali per cercare di uccidersi, nonostante il fatto che si senta sola si nota più di qualche volta all’interno della lettura. So che è brutto detto così ma è semplicemente l’impressione che mi ha dato, Martha mi suscitava soltanto tanta rabbia – che è pur sempre un emozione quindi è già qualcosa rispetto al piattume più assoluto.

Il finale mi ha lasciato perplessa. Si pongono due situazioni in cui non si capisce più quale è reale e quale no. Ho riletto il finale cinque volte per cercare di capire se avessi compreso male o se mi ero persa qualcosa e continuo a sostenere che credo ci sia qualcosa che non mi è chiaro di ciò che l’autrice voleva effettivamente trasmettere. C’è qualcosa che non riesco a capire, quindi magari mi piacerebbe davvero confrontarmi con l’autrice e saperne di più. 😊

A volte, pensando che devo affrontare un’altra lunga giornata, penso che prima me ne faccio una ragione e meglio sarà per me, perché tu non tornerai ed è stupido continuare a rimanere attaccati a piccole ed insignificanti speranze, che in confronto alla tua porta chiusa a due mandate non sono niente di palpabile, di reale. E allora al dolore subentra la rabbia… E allora mi guardo allo specchio, vedo la stanchezza solcarmi la faccia e penso “ma sai cosa? Alla fine è meglio così! Alla fine tanto le cose non andavano quindi è bene che si provi a voltare pagina entrambi, a prendere strade diverse. Tanto prima o poi troverò qualcuno che sia migliore, che mi calzi a pennello e che mi renda felice veramente!”

Il libro nel suo complesso, se fosse stato sviluppato in maniera differente almeno per quanto riguarda quello che vi ho detto, non sarebbe stato male, anzi tutt’altro. Quello che non mi ha convinto è l’insieme delle tematiche e di come queste sono state trattate. Trovo comunque che, questo voto, rispetto a tutte le volte precedenti in cui mi è capitato di darlo, è più per come è stato posto il tutto che per la storia generale in sé che poteva essere a suo modo valida e interessante, quindi non è bocciato del tutto come si potrebbe pensare.

Martina Fralu ci lascia una storia di grande sensibilità, nella speranza di condurre tante persone che si trovano in situazioni complesse a non ricorrere ad un gesto tanto estremo, cercando di valutare al meglio prima, cosa ci sta distruggendo e cosa ci fa male, allontanandola. Una storia dai contorni duri e dai risvolti inaspettati.

Il mio voto per questo libro è di: 2 balene e mezzo.

due e mezzo

Si ringrazia l’autrice per la copia omaggio

Vuoi acquistare Thunderclouds – Where’d the love go? e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Thunderclouds – Where’d the love go? o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate? Lo avete letto? Lo leggerete? Fatemi sapere, sono curiosa di avere una vostra opinione ovviamente. Come sempre vi aspetto!

A presto,

Sara ©

COVER REVEAL # – IL FIORE DI TITANIO DI MARINA SARRACINO.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci di nuovo qui con una bella uscita che spero possa farvi piacere! Il tema è sicuramente sentimentale ma spero possa sciogliere i cuori anche di chi ama le cose un po’ più forti. Siete pronti ad addentrarvi in questo nuovo volume? Ecco che ve ne parlo:

Titolo: Il fiore di titanio
Autrice: Marina Sarracino
Genere: drammatico, sentimentale, a tema sport
Editore: self-publishing
Canale di vendita: Amazon
Pagine: 264
Uscita: 25 novembre 2021
Prezzo formato cartaceo: 9,99€
Prezzo formato e-Book: promo di lancio a 0,99€; gratis su Kindle Unlimited
ISBN: 9798488340770
Trama: Sarah ha vent’anni e una decisione fondamentale da prendere: come cambiare la sua vita. Un evento inatteso l’ha appena stravolta e ora tocca finalmente a lei dirigerne le giornate, ma deve fare i conti con un passato segnato dalla violenza domestica e con i traumi che vi restano aggrappati; trovare il coraggio per forgiare una Sarah diversa, le cui fragilità siano levigate da
nuova forza. L’occasione le si presenta una sera, quando è di ritorno dalla squallida taverna in cui lavora e subisce un furto. Aleandro, campione di boxe, la soccorre e la invita a frequentare la sua palestra, dove si svolge anche un corso di autodifesa per donne. Sarah ci mette piede titubante, ma resta folgorata dal pugilato: in quello sport la violenza ha delle regole e non può coglierla impreparata come avveniva sotto il suo tetto. Comincia a praticare la boxe e i maestri notano che ha ottime
potenzialità, mentre Aleandro man mano le riserva un amore pulito, quello che lei non conosce. Il desiderio di Sarah, diventare la persona che vuole essere davvero, forse può realizzarsi, ma alcuni scheletri chiusi nell’armadio scricchiolano contro la porta e non sarà semplice tenerli a bada.

COVER

Cover_iFdT

BIOGRAFIA

Marina Sarracino è nata a Napoli il 9 giugno 1987. È laureata in Progettazione e Gestione dei Sistemi Turistici presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II. Lavora come web content editor e correttrice di bozze per un’agenzia di servizi editoriali. Ha collaborato come articolista per il web nell’ambito turistico e culturale e ha redatto i contenuti della travel-guide dal taglio emozionale “Emotional guide. Travel guide emozionali di Barcellona, Londra, Malta e Marsiglia” (edita da App Tripper Srl e Regione Campania) e della guida di viaggio in lingua inglese “Traveller Guide for the city of Naples” (pubblicata da Visit Naples). Nel 2018 la Darcy Edizioni pubblica il suo romance new adult “Vivere a colori”, mentre nel 2019 la sua poesia “Uniti come noi” viene selezionata e pubblicata da Edizioni Mea nella raccolta letteraria #PrendiamoliPerMano, che affronta il tema dell’infanzia negata. Nello stesso anno, il suo racconto “Il cacciatore di felicità” vince il primo premio della sezione narrativa del concorso emozionARTI, bandito dall’Accademia Imago. A marzo 2020 Edizioni Mea pubblica il suo romanzo distopico “Heart Tech – Come diamanti nell’oscurità”, in cui la componente rosa non manca. Nello stesso mese, il suo racconto “In cerca di te” si classifica tra i vincitori del concorso Racconti Campani 2020, indetto da Historica Edizioni, e viene inserito nell’omonima  raccolta. Partecipa con il suo racconto “Le quattro mura più belle” all’antologia a scopo benefico “L’amore ai tempi del coronavirus”, pubblicata insieme ad altre 13 autrici e il cui ricavato viene interamente devoluto alla Protezione Civile. A ottobre 2020 pubblica in self la sua novella horror “Il fantasma del vecchio mulino”, ispirato a una leggenda di Napoli, mentre a giugno 2021 il romance suspense “Intrecci di rose e misteri”. Adora il mare, il cinema, l’arte e gli unicorni, che hanno dato il nome al suo blog: L’unicorno di carta.


Cosa ne pensate? Potrebbe piacervi? Fatemi sapere, ovviamente, io vi aspetto!

A presto,

Sara ©