SEGNALAZIONE #289 – IL CUORE DI UNA RIBELLE DI JESS MICHAELS.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Cosa ne pensate di un nuovo libro romance storico e particolare? Siete pronti per un libro particolare, che magari potrebbe conquistarvi. Segue una serie quindi attenzione e vi lascio qui tutti i dettagli del caso. A voi:

Amazon.it: Jess Michaels: LibriTitolo: Il cuore di una ribelle (titolo originale: The heart of a hellion)
Autore: Jess Michaels
Traduttore: Isabella Nanni
Editore: The Passionate Pen LLC
Genere: Romance storico
Prezzo ebook: € 3,99 – disponibile anche in Kindle Unlimited
Prezzo cartaceo: € 14,55
Data pubblicazione: 1 dicembre 2022
Serie: I figli segreti del duca
Link di acquisto Amazon:
https://www.amazon.it/Cuore-Una-Ribelle-Jess-Michaels-ebook/dp/B0BLMBGPR1/
Trama/Sinossi: Selina Oliver ha sempre goduto di tutti i piaceri che offre la vita. Essendo una dei figli illegittimi del famigerato Duca di Roseford, perché non avrebbe dovuto? Ma Selina ha un segreto, che potrebbe distruggere il suo mondo. È anche la Volpe Senzavolto, una ladra audace che per anni ha rubato i gioielli più belli delle donne più cattive del ton. Ora suo fratello l’ha invitata a una festa in campagna dove uno dei premi che più desidera sarà a portata di mano. Come può una volpe astuta resistere a questo pollaio?
Derrick Huntington ha passato la vita a mantenere controllo e disciplina. Dagli anni trascorsi nell’esercito al suo attuale ruolo di investigatore per l’élite del ton, non ha mai esitato a compiere il suo dovere. Ora lui e il suo partner vengono inviati a un’esclusiva festa in campagna con un unico compito: catturare la Volpe Senzavolto prima che colpisca di nuovo e smascherare finalmente il criminale che lo intriga da anni.

Investigatore e delinquente si sfidano in una rocambolesca caccia che vedrà la seduzione usata come mezzo di distrazione, la nascita di un rispetto inaspettato e di un amore che potrebbe cambiare la vita di entrambi per sempre. Se solo riusciranno a sopravvivere.

Lunghezza: Romanzo autoconclusivo in versione integrale (75.000 parole)
Grado di sensualità: Avete delle mutandine ignifughe? Avrete bisogno di mutandine ignifughe, fidatevi.

Estratto

All’inizio rubare era stato un gioco. Era stata da sola, a tutti gli effetti, per tanto tempo. Essere indomita, selvaggia e senza freni era facile. Era divertente. Il più delle volte era divertente, in ogni caso. Ma non costava poco, questo era certo. A volte la paghetta di suo padre non era sufficiente, specialmente se una partita a carte non andava bene. La prima volta che aveva sfilato delle monete dalla tasca di una signora al Donville Masquerade era stato per necessità. Ma oh, che brivido le aveva dato.
Soprattutto perché aveva visto la signora essere sgradevole con una cortigiana solo pochi attimi prima. Denigrandola come se lei stessa non fosse in una casa di piacere clandestina a trastullarsi. Prendere quella moneta aveva portato a prendere altre cose. A continuare il gioco per divertimento, svago e profitto. Selina era diventata molto brava. Tanto brava che una volta aveva sfilato l’anello dal dito di Lady Tinman e la donna non se n’era accorta per ore. E la Volpe? Quell’alter ego di cui tutta la società ora parlava? Quello era nato quasi per caso. Le era sempre piaciuto disegnare. Era stato uno dei suoi pochi passatempi accettabili da ragazza. Una notte si era nascosta nella camera da letto di un gentiluomo dietro la tenda, aspettando che la famiglia si sistemasse per poter rubare l’amato anello con sigillo di un bastardo che aveva aggredito una sua amica
che lavorava a teatro, e si era disegnata una piccola volpe mentre aspettava. Quando aveva preso l’anello, non si era accorta di aver lasciato indietro il disegnino. Quando era stato trovato dopo aver scoperto l’anello mancante… be’, l’imprevisto
era stato creduto un biglietto da visita. Così lo era diventato. Amava abbozzare le sue piccole volpi, un modo per dire a chi era al potere che qualcuno in mezzo a loro li distruggeva dall’interno. Che tutti pensassero che la Volpe Senzavolto dovesse essere un uomo era a volte irritante. Ma con quante cose si poteva farla franca quando si veniva sottovalutati!


Biografia autore

Jess Michaels è un’autrice bestseller di USA Today. Sebbene abbia iniziato come autrice tradizionale pubblicata da Avon/HarperCollins, Pocket, Hachette e Samhain Publishing, e anche da Mondadori in Italia nella collana “I Romanzi Extra Passion”, nel 2015 è passata al self publishing e non si è mai guardata indietro! Ha la fortuna di essere sposata con la persona che ammira di più al mondo e di vivere nel cuore di Dallas. Quando non controlla ossessivamente quanti passi ha fatto su Fitbit, o quando non prova tutti i nuovi gusti di yogurt greco, scrive romanzi d’amore storici con eroi super sexy ed eroine irriverenti che
fanno di tutto per ottenere quello che vogliono senza stare ad aspettare.

Biografia traduttrice:

Isabella Nanni si è laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne ed è iscritta al Ruolo Periti ed Esperti per la categoria Traduttori e Interpreti. Le sue lingue di lavoro sono Inglese, Tedesco e Spagnolo, da cui traduce verso l’italiano, lingua madre. A gennaio 2019 è risultata vincitrice ex aequo del concorso di traduzione de “La Bottega Dei Traduttori”. Dopo un MBA da diversi anni è libera professionista e si occupa di traduzioni, sia editoriali che tecniche. È inoltre consulente commerciale per editori di testate trade. È l’orgogliosa madre di due splendide giovani dal sangue misto come Harry Potter, emiliano e campano. Coltiva rose di tutti i colori e con una vita di riserva studierebbe arabo, cinese e russo. Non potendo, si affida ai colleghi traduttori per allargare i suoi confini culturali.


Cosa ne pensate? Pensate possa piacervi questo volume? Fatemi sapere, io come sempre vi aspetto.

A presto,

Sara ©

RECENSIONE #618 – POET X DI ELIZABETH ACEVEDO.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Siete pronti per una nuova recensione? Io sono qui per portarvi una nuova lettura, che spero apprezzerete come l’ho apprezzata io. Non è una novità visto che il libro era uscito da un po’ e io l’avevo acquistato da tempo ma ero curiosa e finalmente ne avevo le possibilità. Ecco qui:

71un1a3polTitolo: Poet X
Autore: Elizabeth Acevedo
Pagine: 355
Data di uscita: 27 aprile 2021
Editore: Sperling&kupfer
Link d’acquisto: https://amzn.to/3YUjA3n
Trama: C’è potere nella parola. Avere quindici anni non è mai facile, men che meno se hai un corpo dalle curve prorompenti che non passa inosservato e che sembra raccontare tutto di te prima ancora che tu apra bocca. Xiomara se ne rende conto in fretta, mentre cammina per le strade di Harlem, inseguita da fischi e commenti lascivi, perciò impara a difendersi come può, con la lingua tagliente e i pugni levati. Non si concede mai di abbassare la guardia, se non quando appunta i suoi pensieri su un quaderno con la copertina di pelle, in cui scrive d’amore, di passione, del difficile rapporto con la madre, tradizionalista e molto religiosa, che mai e poi mai deve venire a conoscenza dei suoi tumulti interiori, dei suoi desideri più reconditi. E che la metterebbe in punizione, se venisse a sapere che la figlia si è iscritta al club di poetry slam della scuola, dove ha la possibilità di interpretare le sue poesie. Xiomara è consapevole di rischiare grosso, ma una volta assaporata la libertà di raccontare ad alta voce il suo mondo, come può accettare di tornare al silenzio?

RECENSIONE

donna con fiore rosso sulla testaLa storia ha inizio con Xiomara pochi giorni prima del rientro a scuola e lei è adolescente, grande, bellissima e dirompente. E’ lei che fa a pugni con chi la infastidisce e con chi infastidisce il suo gemello Fra, piuttosto che lui, è una tipa tosta e arguta, che ha tanto da dire ma che sottostà alle regole di sua madre, religiosa convinta e devota a Dio, per cui i loro figli devono rimanere puri e non fare cose di cui ci si può pentire o provocare vergogna. Xiomara non ama le imposizioni e non crede in Dio come sua madre, ma vuole combattere per i suoi diritti e per farlo utilizzerà la poesia.

Cosa succederà a Xiomara e al suo gemello? Cosa cambierà nella loro vita e come riuscirà, una volta per tutte, a far comprendere ai suoi genitori che lei vale molto di più e la poesia o crescere ed essere se stessi non è così scandaloso?

È che più divento grande
più mi rendo conto
che la chiesa
tratta quelle come me in modo diverso.
Certe volte mi sembra
che il mio valore stia tutto tra le gambe
anziché tra le mie orecchie.
Certe volte mi sembra
che porgere l’altra guancia
potrebbe costar la vita a uno come mio fratello.
Certe volte mi sembra
che la mia vita sarebbe più facile
se non mi sentissi così in debito
verso un Dio che non mi pare affatto
essere presente anche per me.

La trama è ben scritta e incuriosisce fin dalle prime righe. Come ben sapete – almeno chi mi segue da tanto tempo – che non leggo la trama prima di leggere il volume e mi ritrovo a leggerla ora, prima di scrivere questa recensione. E’ una trama che colpisce e se si legge il libro, vista anche la sua particolarità, non potrete non amare questa storia, almeno io l’ho apprezzata davvero molto.

La copertina che è stata scelta è identica all’originale ma non mi fa particolarmente impazzire. Vediamo Xiomara o almeno colei che la rappresenta in primo piano ricoperta di colori differenti e di parole, quelle che vorrebbe dire e/o quelle che dice. E’ una copertina rappresentativa entro i limiti se si prende l’aspetto della poesia e delle parole, per il resto la trovo nella media e non spicca a differenza di altri volumi. Per quanto riguarda il titolo, anche questo è stato mantenuto come l’originale. Inizialmente non riuscivo a capire, visto senza averlo letto a cosa si potesse riferire la X ma spesso Xiomara si identifica così, anche quando si scrivono i messaggi e/o simili quindi è logico che è Poet per via della poesia e X come se appartenessero a Xiomara.

L’ambientazione della storia è Harlem, quartiere di Manhattan nella città di New York; l’epoca è moderna, contemporanea, ai giorni d’oggi se non si è capito.

Capisce all’istante quando sto per scoppiare,
se ci sta una battuta, se mi devo sfogare
o se è meglio dirmele in faccia.
Ma, soprattutto, Caridad non mi fa la morale.
Sa tutto dei miei problemi,
con la chiesa, coi ragazzi e con Mami.
Però non dice mai che sbaglio.
Le basta lanciarmi una delle sue occhiate
caritatevoli, e dirmi che tanto poi
me la caverò.

foglie sul libroI personaggi di questa storia sono diversi e tutti molto importanti nella vita di Xiomara: c’è suo fratello Fra che è molto dolce, da a vedere che si preoccupa poco eppure non è così ed è molto sensibile, c’è Caridad la migliore amica di Xiomara che frequenta assieme a lei catechismo e la chiesa e poi c’è la madre e il padre di Xiomara che sono delle figure quasi mitologiche persino per lei. Sua madre è una devota, avrebbe sposato volentieri Dio se non gli avessero imposto di sposare quello che ora è suo marito. E suo marito era un donnaiolo che ha dovuto mettere la testa a posto una volta che ha dovuto mettere su famiglia quindi finisce spesso per assecondare sua moglie pur di non sentire problemi. C’è anche Aman che finisce per essere molto importante all’interno della struttura narrativa e all’interno della storia e dei sentimenti della nostra protagonista di cui ora vi parlerò.

Xiomara è una quindicenne che ha irrimediabilmente bisogno di dar sfogo alla sua voce. E’ forte e non si lascia abbattere ne da bulli ne da persone che con uno sguardo la fanno sentire un oggetto desiderabile e non una persona. Xiomara è una combattente che spera di trovare il suo posto nel mondo, che viene costretta a seguire un Dio in cui non crede e a sottostare alle regole di sua madre che non vuole che abbia un ragazzo prima del college altrimenti sarebbe una vergogna e che vuole che resti vergine fino al matrimonio. Xiomara è una donna che vorrebbe dar sfogo alla sua voce con la poesia, in cui è molto brava tra l’altro ma al corso non può andare per via di sua madre che la costringe ad andare al catechismo da Padre Sean. Ma lo spirito di ribellione della ragazza è potente e cerca di combattere per se stessa e per ciò in cui crede ed è forse la sua unica salvezza.

Sono a letto
che penso al nuovo anno
e mi sembra
che mi si laceri la pelle.
Corpo da Amazzone, ma minuscolo
per quel che contiene.
Vorrei sgusciarmi come un uovo
picchiato su una tazza.
I prof dicono che
ogni anno è un nuovo inizio,
ma io sono convinta
di aver già iniziato da un pezzo.

donna in camicia con colletto bianco guardando la città durante la notteIl perno centrale è la voce di Xiomara e le sue poesie e la voce che con queste conduce sia il volume stesso che la sua vita. Le poesie sono un monito per andare sempre avanti nonostante le difficoltà e uno sfogo personale visto che le servono per mantenere in linea tutte le cose difficili, tutte le emozioni e i sentimenti dandone libero sfogo senza che nessuno possa entrare nel suo piccolo mondo.

Lo stile utilizzato dall’autrice si pone sempre dal punto di vista della nostra protagonista, Xiomara. E’ lei che dirige e trascina il lettore lungo la sua storia seppur sia tutta scritta in maniera del tutto diversa dal solito e completamente inaspettata. Immaginate un libro di poesie e un romanzo: metteteli assieme ed ecco che nasce la storia di Xiomara sotto forma di raccolta di poesie che ci illustrano il percorso evolutivo del personaggio, della sua storia e di ciò che le accade come fosse, in effetti, un volume che rappresenta un po’ il diario delle poesie di Xiomara e delle sue esperienze, in versi.

Le tematiche all’interno del volume non mancheranno e sono tutte molto importanti sia ai fini della storia che per l’evoluzione della storia, che per il lettore stesso che non solo imparerà a conoscere meglio il personaggio di Xiomara ma finirà per affezionarsi a lei e a comprendere tutto ciò che le succede e ad empatizzare con lei. Non è una storia semplice, questo è da metterlo in conto però non è neanche una storia impossibile. Xiomara è una ragazza che vorrebbe essere libera di scrivere, libera di fare ciò che desidera nei limiti ovviamente e di poter amare chi desidera visto che è comunque una ragazza e qualcuno può entrare nel suo cuore a quell’età. E la cosa più difficile sia per lei che per il suo fratello – con il quale nonostante siano infinitamente differenti cercano di spalleggiarsi e di aiutarsi a vicenda – è sconfiggere il grande mostro della Chiesa e di Dio che la loro madre ha imposto loro: non si deve peccare, si deve pregare, non si deve portare vergogna alla famiglia o a Dio e chi più ne ha più ne metta- E’ una storia che ti porta a detestare la madre di Xiomara sotto ogni piccola sfaccettatura, anche per il solo fatto di aver distrutto parte dei sentimenti e delle emozioni della ragazza che non sta facendo nulla di male, nulla che sia peccato, nulla che sia male per qualcun altro. 

Nonostante la storia mi sia piaciuta molto e questo confronto con la madre prima o poi per Xiomara era necessario, così come suo padre e l’affronto generale dei problemi stessi, abbia portato un po’ troppo radicalmente il cambio del genitore nei confronti della figlia che – ok può starci – ma l’ho percepito troppo repentino e troppo semplice, poco graduale. Forse ci sarebbe stato bisogno di qualche poesia in più per far comprendere il passaggio graduale da Dio e dall’essere impura alla comprensione di ciò che la figlia sta facendo però non ho trovato dispiacere in questo, anzi avrei voluto saperne molto di più anche su quello che accade, su ciò che cambia a livello di personaggi, a livello di emotività e di maturità di determinate cose, se così vogliamo metterla ovviamente.

Ciò che resta il must di quest’opera è che il tutto sembra essere il diario delle poesie di Xiomara con cui ha parlato della sua vita, delle sue emozioni e dei suoi sentimenti nei confronti di chi ha accanto ed è la cosa più bella che ci si aspetta, così come sono state strutturate alcune poesie, davvero ben strutturate.

L’unica persona con cui voglio parlare è Aman.
Ma anche se Frà mi presta
il suo telefono,
non saprei cosa dirgli.
Che è stata una splendida giornata,
ma poi tutto è crollato.
Che ho il cuore straziato più delle ginocchia.
Che non possiamo più rivederci.
Che pur di stare con lui mi farei
punire di nuovo?
Forse da dire non c’è proprio niente.
Ho solo voglia di essere abbracciata.

Il libro, finisce per essere una storia tanto originale quanto potente e rivoluzionaria. Sicuramente il suo metodo di scrittura e come è posta la storia da un tocco vincente al volume oltre alla potenza della storia che porta con sé. Spero possa incuriosirvi, ovviamente e mi trovo davvero a consigliarvi questa lettura.

Sharon G. Flake scrive un libro che difficilmente può passare inosservato e di cui spero vi regali dei begli attimi di lettura. Una struttura coinvolgente, un tema forte e sconvolgente. L’autrice riesce a donare la giusta voce a una ragazza che ha tanto da dare al mondo che la circonda. Perdetevi nel mondo di Xiomara, ne sarete i benvenuti.

Il mio voto per questo libro è di: 5 balene.

Senza titolo-1

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

Vuoi acquistare Poet X e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Poet X o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate? Pensate che questo volume possa piacervi? Io come sempre vi aspetto qui e vi mando un caro abbraccio!

A presto,

Sara ©

RECENSIONE #617 – THE SKIN I’M IN. IL COLORE DELLA MIA PELLE DI SHARON G. FLAKE.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci qui, a chiudere l’anno con una nuova recensione ovviamente, prima di Capodanno. Non temete che arriveranno ancora altre recensioni dei libri dell’anno in corso anche perché avendo meno giorni a disposizione per la pubblicazione e meno giorni per dedicarli alla scrittura delle recensioni, sono rimasta un pochino indietro e quindi almeno questa e la prossima settimana saranno di recupero di recensioni. Vi parlo di questa lettura, che spero possa interessarvi:

10fecedbed9949fabd0944ce0fe68df2Titolo: The skin I’m in – Il colore della mia pelle
Autore: Sharon G. Flake
Data di uscita: 7 aprile 2021
Pagine: 156
Link d’acquisto: https://amzn.to/3VX6Yqg
Trama: A tredici anni Maleeka sa già che non importa cosa indossi, come ti pettini, quanto ci provi: a scuola qualcuno troverà comunque il modo di farti sentire diversa e sbagliata. Ecco perché ormai si lascia comandare a bacchetta da Char, la bulletta peggiore dell’istituto. Fino all’arrivo della professoressa Sanders, con i suoi completi di marca e la voglia sul viso che la renderà subito oggetto di scherno. Sarà lei a vedere il potenziale di Maleeka, aiutandola ad affrontare i pregiudizi dei compagni e a scoprire la passione per la scrittura. Un romanzo – scritto in prima persona dalla protagonista tredicenne Maleeka – che affronta temi molto attuali come il razzismo, l’accettazione di se stessi, la violenza che si subisce a scuola, la forza di non piegarsi di fronte alle minacce.

RECENSIONE

ragazza in camicia bianca dietro foglie verdi durante il giornoLa storia ha inizio a scuola. Maaleka ha tredici anni e si sente in perenne difficoltà visto le difficoltà economiche in cui riversano lei e la madre che la costringe, ovviamente per questi motivi, a vestirsi con dei vestiti striminziti e ricamati a mano che lei stessa le prepara. Già Maaleka si vergogna del colore della sua pelle per la quale la prendono in giro, figurarsi per l’abbigliamento. E’ per questo motivo che si lascia comandare a bacchetta da Char la quale, in cambio, le presta a giornata i suoi vestiti da mettere, e lei si sente meno in imbarazzo seppur è costretta a farle i compiti e a sentirsi perennemente in debito con lei, a farle da schiavetta personale e a commettere le peggiori delle azioni scolastiche visto che Char è la peggior bulletta dell’intero istituto. E’ quando sopraggiunge a scuola una nuova insegnante, la professoressa Sanders – donnona dal viso con una voglia strana – che sembra voler rimettere le regole in pista e di rimettere tutti in riga, ognuno al proprio posto, comprendendo il vero valore di Maleeka che non è quello di sottostare ai bulli della sua classe e della scuola.

Cosa cambierà all’interno dell’istituto dopo l’arrivo della nuova professoressa? Riuscirà Maleeka a trovare un nuovo posto nel mondo e a farsi valere così com’è? Ci sarà almeno una persona che riuscirà a rimettere in riga la bulletta Char?

«Per me non ha nessun senso» dice, senza nascondere il suo fastidio. La Saunders dà l’impressione di doverci pensare, prima di trovare una buona ragione. Si porta le dita alle labbra e i suoi occhi esplorano il soffitto come se la risposta potesse nascondersi lì. «Voglio che sappiate come ci si sente a vivere nella pelle di qualcun altro e a vedere il mondo attraverso gli occhi di qualcun altro»

La trama è piuttosto semplice e breve, concisa, leggera, Nonostante il volume sia breve e altrettanto leggero di lettura nasconde – come lo fa la trama – dei profondi significati che riusciremo a comprendere veramente soltanto leggendo il volume e scoprendo a cosa andremo incontro conoscendo davvero la piccola e dolce Maaleka.

La copertina di questo volume è davvero molto dolce dove in primo piano c’è Maleeka che sulla sua maglietta ha il titolo di questo volume. E il viso dolce della ragazzina tredicenne finisce per catturare molto più del resto, che è la persona principale di questa storia se la guardiamo sommariamente. Il bordo bianco permette di mettere in risalto il volto e la pelle di Maleeka che è meravigliosa così com’è. Il titolo di questa storia mantiene l’originale con l’aggiunta di un sottotitolo : “Il colore della mia pelle”. Ed è questo sia a porre una qualche traduzione al titolo e a porre i vertici su cui si svilupperà la storia e il colore della pelle di Maleeka, in questo volume, conta davvero molto.

L’ambientazione è una scuola americana e l’epoca non è specificata, almeno non direttamente. Non si sposta molto dalla scuola, quasi tutta la storia si concentra in questo spazio o a casa di Maleeka o casa di Char.

Quando le risate si esauriscono, varie mani si alzano. Alcuni dicono cose buffe e divertenti, altri no. John-John dichiara che la sua faccia dice al mondo che con lui non si scherza. Che conviene rispettarlo, altrimenti… Io non ho mai visto niente del genere sul viso di John-John. A guardarlo sembra più impaurito che cattivo. A quanto pare la gente vede quello che vuole, quando si guarda allo specchio.

photo en niveaux de gris d'une femme avec un collier en argentI personaggi della storia non sono poi moltissimi, anzi ci si concentra quasi esclusivamente su Maleeka seppur non manchino dei personaggi cardine che cambieranno e hanno influenzato il modo di vivere della protagonista in questi anni. Per Maleeka sua madre è una figura importante nonostante non se ne parli molto ma cerca sempre di gestire tutto in autonomia mentre Charleese – quella che lei reputa sua amica ma è solo una bulletta da quattro soldi in cerca di attenzioni – è quella che determina un po’ tutto ciò che succede nella sua vita: il suo modo di vestire ad esempio, che se non fosse per Char, Maleeka vestirebbe con i vestiti cuciti da sua madre e non In come vorrebbe essere; il suo rendimento scolastico che finisce per cambiarlo drasticamente visto che in cambio dei vestiti, Char vuole i compiti fatti ed essendo Maleeka studiosa e “secchiona” come non può on far comodo? Poi c’è la professoressa Saunders che prima non era tale ma lavorava dentro una grande azienda. Stanca di quel lavoro è entrata in questo istituto di qualche sobborgo e non ha mollato la presa, portando il cambiamento sia fra gli alunni che fra gli insegnanti che permettono che i ragazzi prendano il sopravvento sull’istituto e su loro stessi, piuttosto che tentare di riportarli in riga e di fermarli.

Ma torniamo a Maleeka. E’ una ragazzina di appena tredici anni, insicura. E’ soggiogata da Char che le permette di mettere i suoi vestiti e sentirsi più accettata dalla comunità ma è consapevole che è sempre tutto in bilico su un filo che può spezzarsi da un momento all’altro. E’ un personaggio chiuso ma che con la sua scrittura e la sua forza interiore dettata da qualcuno che crede in lei – in questo caso la professoressa Saunders – si sente accettata anche se pensa di essere diversa perché in primis è lei ad accettarsi così com’è. Questo è importante per non sentirsi demoliti e Maleeka ne ha proprio bisogno, così come di una direzione e di  una vera e propria scossa nella sua vita.

Salto giù dal lavandino e mi sporgo verso lo specchio, pensando a mio padre. «Maleeka» mi diceva, «devi imparare a guardarti con i tuoi occhi. È l’unico modo per sapere chi sei davvero.»

Il perno centrale della storia fa perno sulla resilienza e la forza della nostra protagonista sul capire che vale, come tutti gli altri, che ha uno scopo e che la sua pelle non la rende diversa da tutte le persone che la circondano. E’ una storia di forza, di maturità, di coraggio e di una tenerezza sconvolgente, di una ragazza che assieme all’aiuto di una persona adulta che credeva in lei, può credere in se stessa e cambiare radicalmente la vita e le persone che le stanno accanto e che non sono quelle che credeva.

donna in canotta nera in piedi accanto a un albero spoglio durante il giornoLo stile utilizzato dall’autrice è in prima persona dal punto di vista della nostra amata protagonista che conoscerete e apprezzerete pagina dopo pagina, comprendendo persino i suoi gesti estremi mossi dalla paura e dall’incapacità di gestire determinate situazioni. Il volume ha una struttura narrativa semplice e poco articolata, soprattutto di veloce lettura che potrete completare al massimo con un paio d’ore, forse anche meno.

Le tematiche affrontate, come avete capito dalla trama e da ciò che vi ho scritto in precedenza non mancheranno e saranno tutte molto importanti l’una con l’altra. Una delle tematiche più importanti è il colore della pelle di Maleeka che è spesso soggetto di derisione, di canzoncine stupide e di differenze fra compagni, fra relazioni instaurate e quant’altro. E’ anche per questo che la protagonista si sente esclusa o di poco conto, quando il colore della sua pelle non cambia nulla rispetto al resto. E così anche altri temi che spingono a mettere la Sanders in posizione di difesa nei confronti di Maleeka spingendola a fare dei lavoretti per la scuola o di dedicarsi alla scrittura – che poi le riesce incredibilmente bene e gioca un ruolo fondamentale all’interno del volume come ancora di salvezza ma anche per comprendere al meglio i sentimenti e le emozioni che giocano nel cuore della protagonista.

La cosa che ogni volta mi sconcerta è il fatto che i professori sembrano giocare un ruolo completamente passivo nella vita dei giovani ragazzi e molto spesso questo avviene per paura di ritorsioni coi genitori o con gli alunni stessi. Sempre più, specialmente negli ultimi tempi le figure dei professori si spengono e non riescono neanche ad arrivare ad accendere l fiamma dell’interesse verso una determinata materia per degli elementi che andrebbero isolati e che dovrebbero ricevere o cure adeguate o assistenza o qualsiasi tipo di bisogno occorre loro. Purtroppo lì ci si va a scontare anche con i genitori che molto spesso creano un muro e finiscono per dare ragione a loro stessi o ai figli precludendo un esistenza decorosa anche agli altri che, poi, subendo sempre finiscono per essere quelli che vanno in terapia per curare ciò che è stato causato dal male. In terapia oggi ci va il buono per imparare a difendersi e a tenere testa al cattivo e non il contrario per cercare di aiutare le difficoltà effettive he ci sono. E questo mi sconvolge e mi delude come donna e come futuro genitore e come colei che ha subito angherie ai tempi scolastici. Ed è un po’ quello che accade anche all’interno di questo volume e l’unica a cercare di cambiare le cose nel sistema malato è la professoressa Saunders che non ha paura, che combatte e lotta per ciò che è giusto senza fare del male a nessuno ma cercando di far emergere i deboli e di far smettere i forti di smontare e demolire i più fragili.

Lei si irrigidisce. Continuo a parlare. «Alcuni di noi sono del colore sbagliato. Altri hanno misure sbagliate. Qualcuno ha la faccia sbagliata. Ma questo non ci rende persone sbagliate, giusto?» Mi siedo sul mio banco e ci metto i piedi sopra, come lei prima. «Ok, spari, ma lo sa che non ho tutti i torti. Anch’io ho i miei lati buoni.»

Il libro è stata una lettura veloce e piacevole che, nonostante sulla fascia di età sulla quale si basa e il fatto che sembra riportare temi e argomenti pre-adolescenziali, ci dimostra molto più di questo e ci porta la forza di una giovane ragazza che diventerà un’adulta e che può essere monito e un punto su cui molti ragazzi possono cominciare a vivere una vita diversa da quella che hanno, in cui si sentono sottomessi  e deboli o insicuri di come si è. Consiglio la lettura agli adolescenti, ai ragazzi delle medie – dovrebbe essere letto in tutte le scuole – e agli adulti così che non smettano mai di imparare. Un libro che tutti dovrebbero leggere.

Sharon G. Flake è stata molto brava a rendere questo libro attuale sia ai tempi della sua uscita all’estero forse più di quanto lo sia ora. E’ stata una voce per tutte le ragazze che come Maleeka vedono la propria pelle come un motivo di vergogna e di frustrazione e si sentono ancor più fragili di quello che sono. Ricordate, non siete soli e non c’è solo gente orribile su questo pianeta e tutti insieme possiamo cambiare e migliorare e distruggere l’ignoranza di chi sminuisce gli altri per sentirsi migliore.

Il mio voto per questo libro è di: 4 balene.

Senza titolo-2

Libro acquistato

Vuoi acquistare Ascesa alla divinità e sostenere il Blog? Acquista da Qui: The skin I’m in – Il colore della mia pelle o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate? Potrebbe piacervi? Lo spero davvero perché merita. Vi mando un caro abbraccio e vi aspetto qui, come sempre.

A presto,

Sara ©

RECENSIONE #616 – QUESTO INVERNO DI ALICE OSEMAN.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Altro giro, altra corsa con una nuova recensione per voi, che spero possa interessarvi e/o incuriosirvi. Io ho voluto acquistare questo volume assieme all’altro che è uscito sempre della Oseman per continuare a leggere la saga di HEARTSTOPPER che adoro. Spero questo volume possa piacervi, visto che è una chicca aggiuntiva ad altri volumi:

978880477124higTitolo: Questo inverno
Autore: Alice Oseman
Data di uscita: 15 novembre 2022
Pagine: 120 
Link d’acquisto: https://amzn.to/3j95yKE
Trama: Il Natale in genere è una festa tranquilla in casa Spring. Ma quest’anno non è proprio un Natale normale: è stato un inverno difficile per Tori, suo fratello Charlie e anche per il piccolo Oliver. Per cui, questo 25 dicembre, il piano è quello di sopravvivere alla giornata uscendone indenni. E se per Oliver ciò significa giocare a Mario Kart con suo fratello e sua sorella, per Tori e Charlie implica necessariamente lasciarsi alle spalle il passato.

RECENSIONE

La storia è molto breve e si riferisce a un’unica giornata per Nick e Charlie, otto mesi dopo l’inizio della loro relazione, proprio il giorno di Natale. Charlie esce da un periodo in cui è stato chiuso in un istituto psichiatrico per via del suo problema alimentare e il disturbo con il cibo e tutti sembrano di saperla lunga su come si sente o su come dovrebbe essere osa la sua vita, che dovrebbe mangiare e questa giornata sembra così lunga da uscirne completamente indenni. 

Riuscirà Charlie assieme all’aiuto di sua sorella Tori, di suo fratello Oliver e del suo Nick a uscirne e a riscoprire la magia del Natale? Cosa succederà nel corso della giornata di Natale? Cosa cambierà per Charlie e per Tori, dopo questa giornata?

Mi rifiuto di pensare ai mesi scorsi, a me e Charlie, a tutta la tristezza. Metterò un muro fra me e tutta questa roba. Solo per oggi. «Buon Natale» dico. Cerco di non riaddormentarmi, ma è inutile, e scivolo nel sonno con la risata di Oliver che mi risuona nelle orecchie.

La trama di questa storia è piuttosto breve anche per via del volume che è piuttosto ridotto visto che si tratta di un centinaio di pagine o poco più e la storia si compone di un misto fra narrazione e illustrazioni. Nonostante questo, però, non è una trama fuori contesto e ci mostra ciò di cui ci andrà a parlare la storia e ciò che succede a Charlie e a Tori ha molto da dire.

La copertina di questa storia è piuttosto semplice e si mantiene sia sulla linea della collana originale utilizzata dall’autrice per questi libri unici e che con i loro colori sgargianti e cromatici finiscono per colorare la nostra libreria con tanto di allegria e buon umore. Con questo rosso si vede all’interno di una lampadina la piccola dimora dei Spring circondata dalla neve e viene racchiusa proprio all’interno di quella struttura per commisurare il fatto che la storia viene racchiusa all’interno della singola struttura e lì cresce, si dipana e muore – per così dire. Il titolo si rifà precisamente all’inverno e più precisamente al Natale sotto cui la storia si struttura ed è una semplice traduzione letterale della storia, niente di particolare al riguardo.

L’ambientazione del piccolo volume si riduce tra Casa Spring e casa di Nick, quindi si mantiene tutto in un micro cosmo controllato e piccolo; l’epoca si riferisce a otto mesi dopo che Nick e Charlie si sono messi assieme, ovvero qualche mese dopo gli ultimi avvenimenti del quarto volume di Heartstopper.

A Heartstopper novella — THIS WINTER: TikTok made me buy it! From the YA  Prize winning author and creator of Netflix series HEARTSTOPPER : Oseman,  Alice: Amazon.it: Libri

I personaggi della storia, stavolta, sono diversi e non si concentra solo sul punto di vista di Nick o Charlie cosa che avviene nelle graphic novel di riferimento e precedenti a questa pubblicazione. Avremo un punto di vista del tutto inedito che ci lascerà sicuramente sorpresi e che non ci deluderà.

Sto parlando dei fratelli di Charlie, in particolar modo Tori, sorella maggiore di Charlie che tiene ai suoi piccoli fratelli ma che è sempre sulle sue, si mantiene distaccata nel modo di fare, nel vestirsi sempre di scuro e simili ma che ha un cuore grande per quei due monellacci dei fratelli. In particolar modo è preoccupata per Charlie e che non si lascia avvicinare tanto facilmente da lei, prendendola come se non gli importasse di lui. Dall’altro lato abbiamo Oliver, il piccolo casinista di casa che vorrebbe tutte le attenzioni per sé anche se sono tutte sugli altri e vuole un mondo di bene ai suoi fratelli maggiori che lo trattano come una piccola mascotte.

Poi, c’è chi conosce Charlie e chi mente. Se avete letto i libri passati – ovvero la serie di Heartstopper – non potrete non apprezzare e amare il giovane Spring e la sua love story con Nick che sembra un tenero orsacchiottone dolce. Qui avremo modo di conoscere un lato diverso di Charlie, più spigoloso e duro, chiuso dovuto dall’uscita dall’istituto che si è occupato di lui per il suo disturbo alimentare e per via dei commenti dei vari parenti – ignoranti aggiungerei e me lo passerete questa volta perché: a chi non è mai capitato di essere nella situazione di Charlie nel corso delle feste e di voler rispondere a quel parente scortese? O di ricevere domande scomode? E’ difficile e Charlie fa già fatica a tenersi in piedi con le sue gambe, figurarsi a ricevere trattamenti simili che finiscono per colpire anche Tori e anche lei si trova in condizioni difficili e che la fanno sentire a disagio.

«Ma è Natale» replico. «Tanto lo sappiamo tutti» continua come se non mi avesse sentito «che sono lo zimbello della famiglia». «Non è vero». Lui si affaccia all’ingresso per afferrare la giacca e la busta di regali per Nick. Questo inverno è stato una merda. Prende le chiavi e apre la porta. Sta piovendo Il freddo si insinua dentro. Voglio piangere.

Il perno centrale di questa storia si concentra su un’unica giornata – il Natale – e ci mostra come può essere difficile una giornata tipo di questo genere per degli adolescenti e ci mostra sia le loro difficoltà e i disagi, il loro punto di vista e la visione del mondo vista dai loro occhi, come ci si sente se ci vengono poste domande scomode da persone che ci conoscono poco e che credono di sapere tutto di noi.

Lo stile utilizzato utilizzato ripiega su più punti di vista: inizieremo con Tori per poi passare ad altri personaggi con la differenza – rispetto agli altri volumi della serie – che qui la storia è in forma scritta con qualche illustrazione e non solo in forma illustrata come avviene per i precedenti volumi che ci parlano di Charlie e Nick. La struttura della storia si svolge unicamente in poche ore di un unico giorno, quindi il tutto risulta abbastanza veloce, breve e conciso ma pieno di significati e messaggi che non passano inosservati al lettore.

Il Natale diventa una festa ostica quando si comincia a perdere la magia di quando si è bambini e riunire dei parenti che non si vedono quasi mai, può risultare difficile e ci pone sotto l’obiettivo soprattutto se succedono delle cose nella vita che finiscono facilmente per essere di dominio pubblico. Charlie, per Natale, è già scosso di quanto gli è accaduto e finisce per sentirsi lo zimbello della famiglia per via delle domande che gli fanno, per il fatto di essere gay e per il suo disturbo alimentare di cui non si sente compreso e, chi non sa porre le giuste domande e non sa avere il giusto buon senso e il tatto, finisce per metterti solo che in difficoltà.

Immaginate cosa può essere poi per un adolescente che magari non ha neanche tanto spirito di risposta pronta o non si sente compreso già dall’origine cosa si può causare. Nonostante questo e i messaggi che l’autrice cerca di porci, c’è anche una soluzione che va trovata nelle persone vicine, che ci vogliono bene e che veramente ci comprendono.

Una lettura che ho sentito vicina – perché a chi non è mai capitato il parente rompipalle che non sa stare con gli altri, diciamocelo! Per cui se avete amato la serie precedente e se volete leggere una piccola storia e sentirvi anche se solo per una piccola parte, vicini a Charlie per ciò di cui vi ho parlato, allora la storia fa per voi. Lo apprezzerete.

«Stai bene?» e io iniziato a piangere, come succede spesso quando mi fanno questa domanda. Non voglio che mi veda piangere, perché è già successo abbastanza negli ultimi tempi ed è pure Natale, per cui cerco di rimanere immobile il più possibile sulla sua spalla, ma questo non gli impedisce di accorgersene.

Il libro che, per chi ha seguito Heartstopper, è d’obbligo e che troverà interessante e ben costruito per sottolineare ulteriori disagi, problematiche e quant’altro e come è possibile bypassarle se non risolverle del tutto. Una storia che consiglio se avete amato Nick e Charlie, non potete non leggerla.

Non solo Alice Oseman riesce a portarci dei temi importanti a galla e ci pone quesiti seri che spingono il lettore a riflettere a tutti quei momenti in cui ci trovavamo in una situazione scomoda o di difficoltà ma ci permette di scoprire quel punto di vista, analizzarlo e comprenderlo, sperando di non trovarsi mai in quelle circostanze. Questa piccola storia ci insegna a non mollare, ad essere forti e determinati sempre e, nei momenti difficili, saper riconoscere chi ci è accanto per sorreggerci ed aiutarci veramente.

Il mio voto per questo libro è di: 5 balene.

Senza titolo-1

Libro acquistato

Vuoi acquistare Questo inverno e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Questo inverno o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate? Potrebbe fare al caso vostro? Spero prima di questo leggiate le graphic novel legate al mondo di Nick e Charlie. Potete trovare su Netflix anche la serie TV dedicata a loro due. Vi stiamo aspettando tutti! Siete pronti per una nuova storia d’amore dolce, tenera e adorabile?

A presto,

Sara ©

PROSSIME USCITE PER LAND EDITORE, NPS EDIZIONI, NEWTON COMPTON EDITORE E FAZI.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Cosa ne pensate di queste letture? Siete pronti a scoprire le prossime nuove uscite? Ecco come sempre, suddivise per editore, io ovviamente vi aspetto. Ecco a voi:

NEWTON COMPTON

La bambina di Auschwitz - Tova Friedman - Malcolm Brabant - - Libro -  Newton Compton Editori - 3.0 | IBSTitolo: La bambina di Auschwitz
Autore: Malcolm Brabant, Tova Friedman
ISBN: 9788822763884
Collana: 3.0 n. 257
Pagine: 288
Prezzo: € 9,90
TramaLa storia vera di Tova, una tra i pochissimi ebrei a essere uscita viva da una camera a gas Tova Friedman è una delle più giovani sopravvissute ad Auschwitz. A soli quattro anni scampò alle esecuzioni di massa nel ghetto della città polacca in cui viveva insieme alla sua famiglia. A sei anni fu fatta salire su uno dei treni diretti verso l’inferno in terra e deportata nel campo di concentramento nazista di Auschwitz-Birkenau. Nonostante la giovane età, in quel luogo fu testimone di terribili atrocità e si trovò, come pochissimi altri hanno avuto la possibilità di testimoniare, dentro una camera a gas. In questo libro Tova Friedman racconta finalmente la sua storia.


Promessa mortale - Angela Marsons - Libro - Mondadori StoreTitolo: Promessa mortale
Autore: Angela Marsons
ISBN: 9788822771827
Collana: Nuova Narrativa Newton n. 1294
Pagine: 320
Prezzo: € 9,90
Trama: Per la detect ive Kim Stone non è raro trovarsi di front e a brutali casi di omicidio, ma stavolta c’è qualcosa di diverso. La vittima infatti è il dottor Gordon Cordell, un uomo dal passato oscuro coinvolto in una precedente indagine, e Kim continua a domandarsi chi potesse desiderarne la morte. Uno strano senso di

inquietudine la accompagna mentre muove i primi passi a ritroso nella vita della vittima. Quando il figlio di Cordell finisce in coma in seguito a un drammatico incidente e, pochi giorni dopo, viene rinvenuto il corpo di una donna morta in circostanze sospette, Kim non può fare a meno di ipotizzare un collegamento tra le vittime. Tutti gli indizi sembrano puntare verso il Russells Hall, l’ospedale dove Gordon Cordell lavorava, su cui aleggia un’oscura e impenetrabile rete di segreti e omertà. Se i sospetti della detective Stone dovessero rivelarsi fondati, ad attenderla potrebbe esserci il più spietato serial killer che abbia mai incontrato.


FAZI EDITORE

Burr - Gore Vidal | Fazi EditoreTitolo: Burr
Autore: Gore Vidal
Data di uscita: 09-12-2022
Pagine: 604

Trama: Burr è il primo romanzo del ciclo Narratives of Empire: sette libri che, tra feroci polemiche e grandi consensi, hanno accompagnato Gore Vidal per oltre trent’anni. Una vera e propria controstoria dell’America, dalla costituzione degli Stati Uniti fino al secondo dopoguerra, in cui s’intrecciano magistralmente episodi e personaggi reali e d’invenzione. New York, 1833. Il colonnello Aaron Burr, settantasette anni, si è appena sposato. È ormai un anziano politico considerato da molti un mostro, ma è determinato a raccontare la sua storia. Sceglie di confidarsi con un giovane giornalista, Charles Schermerhorn Schuyler. Insieme, esplorano il suo passato. Nel 1804, da vicepresidente, Aaron Burr sfida in un duello la sua nemesi politica, Alexander Hamilton. Lo uccide. Nel 1807 viene arrestato, processato e infine assolto dall’accusa di tradimento. La cronaca che emerge è la parabola travagliata di un uomo, statista di successo spesso temuto, sullo sfondo del continuo dramma civile di una giovane nazione. E laddove l’antieroe protagonista è un affascinante gentiluomo, i suoi avversari altro non sono che comuni mortali: George Washington è un ufficiale militare incompetente che ha perso la maggior parte delle sue battaglie; Thomas Jefferson è un ipocrita che ha ordito un complotto contro di lui; Alexander Hamilton è un opportunista di nascita bastarda troppo ambizioso. Finalista al National Book Award nel 1974, Burr è lo straordinario ritratto di una delle figure più complesse e incomprese tra i Padri Fondatori degli Stati Uniti tratteggiato dall’acuminata penna di Gore Vidal.


NPS EDIZIONI

Gli impiccati non muoiono subito - Maena Delrio - Libro - Nati per Scrivere  - | IBSTitolo: Gli impiccati non muoiono subito
Autore: Maena Delrio
Genere: thriller
Pagine: 168
Formato: cartaceo e digitale
Prezzo: 15 euro / 2,99 euro
ISBN cartaceo: 9788831-910507
Copertina di Mala Spina
Data di uscita: 20 dicembre 2022
Trama: Genova. Novembre 2018. Una festa privata, su uno yacht di lusso, finisce in tragedia. Arbatax, Sardegna. Pochi giorni dopo. Il cadavere di un ricco imprenditore viene ritrovato, dilaniato dai cinghiali, nel bosco che conduce all’antico faro. Sembra un incidente, ma l’ispettrice Marcialis non è convinta. Muove le corde giuste, fa pressione, sprona all’indagine, fino ad addentrarsi nei segreti oscuri del promontorio, luogo maledetto secoli prima, destinato a portare alla rovina chiunque vi abiti. Riuscirà una donna a spezzare la catena del fato?


LAND EDITORE

m.media-amazon.com/images/I/71PZMJgxKPL._AC_UY218_...Titolo: La promessa di un inverno
Autore: Marcella Ricci
Genere: Romance
Prezzo cartaceo:
15,00 euro

Sinossi: Un pilota deluso dall’amore. Una giovane biologa che cerca un posto da chiamare casa.
Natale 2004

Per Francesco questa è una notte come un’altra. Pilota d’aereo con l’animo indurito dalle delusioni, sa che il giorno successivo sarà identico a quello precedente, costellato da un lavoro che risucchia tutte le sue energie, una donna a caso che gli scalderà il letto… e poi l’ennesimo hotel, identico a quello in cui si trova adesso, testimone solitario di una vita sempre più vuota. Non riesce a dormire, Francesco… e così, quando si affaccia alla finestra di quella stanza anonima, nota un airone volare verso l’orizzonte. Un’illuminazione arriva all’improvviso: là fuori c’è una donna che lo aspetta, qualcuno in grado di catturare il suo cuore per non lasciarlo andare mai più. Ma come farà a trovarla?


Un giorno alla volta (I romance Land Editore) eBook : Pillinger, Dominique:  Amazon.it: LibriTitolo: Un giorno alla volta
Autore: Dominique Pillinger
Genere: Romance
Prezzo cartaceo:
17,00 euro
Sinossi: Mai June avrebbe pensato di potersi innamorare di un uomo come Roberto: deciso, dedito al lavoro e sempre pronto a stuzzicarla,. Ed è per questo che farà di tutto per respingerlo, se non fosse che Roberto è stranamente determinato a voler conoscere quella ragazza sfuggente e delicata. Quando June capisce che lui è il suo filo rosso, realizza che il modo di amare di Roberto non conosce mezze misure: ha deciso di donare a lei, una ragazza fra tante, la sua intera esistenza, le sue attenzioni, il suo tempo e una passione travolgente… ma tutto questo ha un prezzo, ed è la fiducia che Roberto pretende di ricevere in cambio. Fiducia che, quando viene meno, trasforma l’uomo di cui June si è innamorata in un estraneo freddo e scostante. Un anno dopo, riusciranno June e Roberto a perdonarsi e a tornare a sperare in un futuro insieme?


Cosa ne pensate di queste uscite? C’è qualcuna di queste uscite che vi interessa? Spero possiate apprezzare, ovviamente.

A presto,

Sara ©

COVER REVEAL # – LA FATA DEI FIORI DI ROSSANA MURDACA.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci qui, un altro giorno pieno di novità per parlarvi di queste nuove uscite, tutte quante per voi. Sicuri di voler sapere di cosa si tratta? Ecco a voi che ve ne parlo:

Titolo: La fata dei fiori

Autrice: Rossana Murdaca

Genere: Contemporary Romance

Tipologia: Autoconclusivo

Uscita: 2 dicembre 2022

Prezzo: promo a 0,99 poi 2,69 euro

Casa Editrice: Blueberry Edizioni

Pagine: 250 circa

LA COPERTINA

La fata dei fiori

Trama:
Rosalynne Clark ha ventotto anni e lavora nell’agenzia pubblicitaria dei genitori a New York. Da qualche mese però, a causa della turbolenta condizione economica dell’attività di famiglia, la sua vita ha assunto una piega inaspettata e ha dovuto prendere in mano la situazione fingendosi la fidanzata di Leo Holand, figlio di uno degli uomini più illustri nell’industria dei profumi. Jacob Miller ha trent’anni e lavora come naso in un’azienda di profumi nella city, ma ha una fortissima passione per la scrittura di libri per bambini. Uomo di bell’aspetto, curato e con un animo gentile, è dedito alla famiglia e alla lettura. 
Le loro vite si intrecceranno in maniera inaspettata a Solvang, cittadina nativa di Rosalynne, dove si rifugia per riflettere, e meta per Jacob che, su richiesta del nonno malato, vi si reca per ritrovare un oggetto speciale. La semplicità e le emozioni che proveranno li uniranno fin dal primo momento e faranno sbocciare in loro una speciale armonia. Ma riusciranno a risolvere tutte le questioni del passato, a vivere un nuovo amore e scoprire la magia di quel luogo incantato nativo della “Fata dei Fiori”?


Cosa ne pensate di questo nuovo libro? Volete sapere di cosa parla? Non vi resta che leggerlo! Io come sempre vi aspetto qui, come sempre.

A presto,

Sara ©

COVER REVEAL # – LA GITANA DI JANE HARVEY-BERRICK.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

e buon martedì! Eccoci qui con una nuova uscita che spero sia interessante e possa fare al caso vostro, ovviamente. Avete letto questa serie? Un nuovo libro vi aspetta; a voi:

TITOLO: LA GITANA
SERIE: THE TRAVELING SERIES #5
Jane Harvey-Berrick
Dal 18 novembre sarà disponibile in libreria e in tutti gli store online!

Trama: Nata in una famiglia di circensi, Gypsy lascia l’Irlanda per incontrare suo cugino che lavora in un circo itinerante dall’altra parte dell’Atlantico.
Lei ha un dono speciale: sa guarire i cuori spezzati e spera di poter sanare anche il suo.
Mentre viaggia per l’America, incontra molte persone che hanno bisogno del suo aiuto: una cameriera innamorata, un ragazzo in fuga e un meccanico solo che ha perso la strada e il senso della vita.
Con lo sfondo del circo itinerante, tra segatura e polvere di stelle, Gypsy si dirige verso ovest, in cerca d’amore e della possibilità di costruire una famiglia.

LA COVER

unnamed

ESTRATTI

“Tutti siamo nati, tutti moriremo e il nostro compito durante la vita è di compiere il nostro viaggio, trattando con gentilezza chiunque incontriamo.
Stai cercando l’anima gemella?
Sei alla ricerca di quell’unica persona al mondo che ti amerà e ti sarà di supporto, viaggerà con te lungo il cammino della vita?
Posso aiutarti.”

BIOGRAFIA

Jane Harvey-Berrickè un’autrice di romance contemporanei e new adult originali ed emotivamente profondi. Trova la sua ispirazione camminando sulla spiaggia dell’Oceano mentre ascolta il rumore delle onde. Ama l’Italia e ne apprezza profondamente la cultura, a partire da quella culinaria. Per la Delrai Edizioni ha pubblicato la Traveling Series e la dilogia sport romance scritta a quattro mani con Stuart Reardon, ex giocatore di rugby: Invincibile Idolo.


Cosa ve ne pare? Potrebbe fare al caso vostro? Io vi aspetto come sempre, ovviamente.

A presto,

Sara ©

REVIEW PARTY: Recensione in anteprima #595 : I LUPI DORATI DI ROSHANI CHOKSHI.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Altro giro, altra corsa per questo nuovo volume giunto per voi in libreria. Vi parlo di questo nuovo volume, di cui ringrazio la Mondadori per la lettura in anteprima e Maria Cristina per aver organizzato l’evento in questione. Sono qui per parlarvi di questo nuovo volume, che spero possa fare al caso vostro, ecco a voi:

516zkckyoxl._sx345_bo1204203200_Titolo: I lupi dorati
Autore: Roshani Chokshi
Data di uscita: 13/09/2022
Pagine: 432
Editore: Mondadori
Link d’acquisto: https://amzn.to/3BrQbmi
Trama: 1889. L’Esposizione Universale ha immesso nuova linfa alla città di Parigi, ma ha anche portato alla luce antichi segreti. Nessuno conosce le oscure verità quanto Séverin Montagnet-Alarie, cacciatore di tesori e ricco albergatore. Il potentissimo ordine di Babel lo contatta per costringerlo ad aiutarli in una missione, e Séverin si trova così a inseguire un tesoro che mai avrebbe immaginato: la sua vera eredità. Accanto a lui in questa insolita missione, un’improbabile squadra: un’ingegnera che ha un debito da pagare; uno studioso di storia esiliato dalla terra natia; una ballerina dal passato oscuro; e un fratello d’armi se non di sangue.
Dovranno unire le forze, usando tutta la loro astuzia e il loro sapere, per esplorare il cuore nero e allo stesso tempo scintillante di Parigi. Quello che scopriranno potrebbe cambiare il futuro dell’umanità. Sempre che riescano a sopravvivere.

RECENSIONE

20 The Gilded Wolves ideas | gilded, fan book, fan artLa storia ha inizio nel 1889, a Parigi, in cui quattro case dell’Ordine di Babele e sono unite ognuna da un segreto. Séverin Montagnet-Alarie è un cacciatore di tesori di queste case, così come nella stessa Parigi – se così vogliamo chiamarlo – viene contattato dall’Ordine di Babel per costringerlo ad aiutarli  a partecipare ad una missione per inseguire un tesoro inimmaginabile anche per lui: la sua eredità. Assieme a lui, ci sono altri bizzarri personaggi che lo seguiranno e si uniranno con tutti i rischi che comporterà il caso: ci sarà Tristan, Laila, Zofia ed Enrique, tutti con un passato difficile alla ricerca di un futuro nuovo, differente.

Riusciranno a trovare ciò che cercano? Cosa succederà lungo il loro percorso? Sopravvivranno a tutto ciò che accadrà sia per via dell’Ordine di Babel sia per tutto quello che la ricerca implicherà? Cosa li aspetta veramente?

Il compito sacro che ci è stato affidato consiste nel custodire l’ubicazione del Frammento di Babele d’Occidente. Strapparci questo potere segnerebbe, oserei dire, la fine della civiltà.

La trama è ben strutturata e anche difficile da impostare viste le informazioni che ci vengono fornite almeno inizialmente. E’ anche difficile cercare di rimanere i più vaghi possibili per cercare di non spoilerare quanto accade nel volume. Quindi apprezzo di certo il buon lavoro che è stato fatto per mostrare al lettore di cosa parla questa storia.

Per la copertina è stata utilizzata una delle due versioni originali e non mi dispiace la scelta effettuata, anche se preferivo la versione  completamente in verde o almeno era quella che avevo notato maggiormente in giro ai tempi della pubblicazione. Inizialmente pensavo che la versione italiana fosse una rivisitazione della stessa, invece esiste all’estero anche questa versione e sono felice che si stata mantenuta bene. Possiamo vedere al centro la Torre Eiffel, completata proprio nell’anno della Esposizione Universale, ovvero quando è ambientato questo volume. Il titolo di questa storia non è nulla di nuovo, se si va a prendere l’originale, visto che è stato semplicemente tradotto così com’è. Il connubio fra i due è buono e funziona, lasciando un quadro generale che si lascia apprezzare.

L’ambientazione della storia è Parigi, le sue strade e i suoi retroscena, nel periodo dell’Esposizione Universale, precisamente nell’anno 1889.

Non importa che i vestiti che indossi ti stiano bene, se non stai bene nella tua pelle.

The Gilded Wolves by Diana Dworak | Wolf character, Fan art, WolfI personaggi di questa storia sono differenti l’uno dall’altro, uniti dal lavoro che hanno da svolgere sotto lo stesso hotel, l’Eden. La peculiarità della storia, oltre ai misteri in sé sono i relativi poteri che i personaggi protagonisti hanno e che li rendono così differenti sia l’uno con l’altro che con altre storie. Il gruppo è ben amalgamato e possiamo distinguere tutti i protagonisti del volume per via dei propri tratti, del carattere e delle relative peculiarità. Ve ne parlo subito:

Séverin è un cacciatore di tesori e il proprietario, non che albergatore dell’Eden. E’ un tipo eccentrico, ironico, scaltro e furbo. Non si lascia intimorire e nutre interesse per i tesori, così come per le persone. Tant’è che il gruppo reclutato è davvero fuori dal comune e misto per ogni tipo di capacità possibile sia per come interagiscono con lui – si veda Zofia, che comunica quasi esclusivamente con lui.

Laila ha il potere di svelare la storia di un oggetto toccandolo. E’ una stella del Cabaret, con un passato oscuro, e viene riconosciuta spesso per via della sua maschera e del copricapo che indossa. Ama i dolci, tant’è che si perde in cucina e tende, a volte, ad ammonire gli altri componenti del gruppo, risultando quasi una madre.

Zofia è un’ingegnera polacca con un passato di arresti per via del suo carattere chiuso e refrattario; riesce nella Forgiatura dei metalli, ha un potere non indifferente per questo ed è davvero brava con i numeri, una vera matematica provetta. Ha un debito da pagare e vorrebbe continuare a frequentare i studi che ha dovuto abbandonare per via del suo arresto. E’ una ragazza silenziosa, che ama la notte e poco la compagnia. Sicuramente il personaggio che ho preferito.

Tristan è uno studioso fin da quando è bambino, ma non ha mai avuto di troppo bisogno di impegnarsi perché le riesce tutto molto facile e ha avuto fin da piccolo una richiesta spasmodica di incarichi. Ha un compagno di lavoro, Goliath, il suo ragno; la sua peculiarità sono i suoi occhi grigi e la Forgiatura in cui anche lui è bravo è anche lui bravo ma non di materiale solido come Zofia ma di liquidi, in particolare la linfa e i liquidi delle piante. E’ quello con cui Severin ha un legame più sentito e forte.

Enrique sembra il più ordinario rispetto a tutti gli altri. È lo storico del gruppo, di origini filippine e spagnola. Il suo obiettivo era quello di entrare nella cerchia ristretta di un gruppo rivoluzionario filippino, noto come gli Ilustrados ma non venne scelto per via del suo sangue spagnolo e andò via dalla sua terra natia. Lui, assieme alla sua polvere che è stata bandita e non potrebbe essere utilizzata, riesce ad assumere sembianze di persone e di passare negli oggetti.

«Lo stai facendo di nuovo» disse Enrique. «Cosa?» «Quella tua solita espressione truce con lo sguardo perso in lontananza. Che cosa nascondi, Séverin?» «Niente.» «Tu e i tuoi segreti.» « I segreti sono ciò che mantiene lucenti i miei capelli» disse Séverin passandosi una mano tra i ricci.

Il perno centrale è quello di ritrovare a vera eredità di Severin che potrebbe cambiare la sorte non solo sua ma di tutti coloro che hanno deciso di collaborare e lavorare assieme a lui e il futuro dell’umanità. Non tanto e non solo per ciò che potrebbero trovare ma per quello che può cambiare anche dentro loro stessi.20 The Gilded Wolves ideas | gilded, fan book, fan art

Lo stile utilizzato dall’autrice è fluido, scorrevole e dinamico. Strutturato in terza persona, avremo modo di conoscere al meglio tutti i personaggi visto che ogni capitolo vedrà in primo piano ognuno dei personaggi di cui vi ho parlato prima.

La lettura è stata scorrevole e travolgente, nonostante ci siano delle cose che ho notato ma che non posso dire nel dettaglio. Vi spiego: ho avuto modo nel corso degli anni dall’uscita ad ora di leggere per il web, relativo al volume in questione, che ci sono delle somiglianze con Sei di Corvi ma, avendo seguito solo la serie TV per quel tipo di personaggi e non avendo letto la duologia, posso trovare una leggera similitudine nella composizione del gruppo e del luogo di reunion, ma non posso sbilanciarmi oltre. Magari potrò dirlo più in là.

L’ambientazione e il world building del volume (nonostante sia stato utilizzato un evento e un epoca storica effettivamente esistita e basata su eventi reali)  sono il punto forte di tutto, descritti in maniera egregia e impostata, così come il riferimento storico e tutta la suddivisione dei poteri e dei misteri che si aggirano attorno alle Case e all’Ordine di Babele. Ho apprezzato molto questa cosa e credo sia il punto che regge un po’ ogni cosa, gli indizi e il mistero su cui si fonda tutto il libro, che finisce per rendere magico il tutto. Ovviamente scopriremo molto di più con i volumi successivi, di cui ora sono curiosa.

Il punto di vista che si sbilancia da un personaggio all’altro può essere utile all’inizio se si vuole, come in questo caso, decidere di gestire un gruppo di personaggi coesi e uniti per una causa seppur tutti diversi. A lungo andare, però, la questione si complica e sarebbe stato semplice tenere tutto sotto un’unica voce che finisce per dire tanto ma anche per creare confusione.

L’orologio a pendolo in cima alle scale segnava le dieci. Tutto quel ritardo le provocò un dolore fisico. A quell’ora Séverin ed Enrique avrebbero dovuto essere già di ritorno. Qualcosa era andato storto.

Il libro è stata un’apertura di trilogia interessante e ben composta, che mi fa venire sicuramente voglia di scoprire cosa ci sarà in serbo in seguito. Consiglio la lettura a chi ama i fantasy moderni con dei riferimenti storici, in questo caso nel pieno della storia francese, rivisitando il tutto. Spero possiate apprezzare la lettura, ovviamente.

Roshani Chokshi ci regala l’emozione di vivere l’Esposizione Universale parigina con un misto di note e fragranze differenti, delle casate e la Forgiatura, che ci regalerà attimi unici e sicuramente originali. Vi unirete ad una banda davvero particolare, alla ricerca di eredità e di tesori che possono cambiare il corso e il futuro di ognuno di noi. Siete pronti per unirvi a Séverin e al suo gruppo strano e unico? Saprete stare al passo?

Il mio voto per questo libro è di: 4 balene.

Senza titolo-2

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

Seguite le altre recensioni con questo simbolino:

C6803C2C-3171-4204-9642-1CCBB8ECEEA8


Vuoi acquistare I lipu dorati e sostenere il Blog? Acquista da Qui: I lupi dorati o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate? Potrebbe fare al caso vostro? Pensate possa piacervi? Io come sempre vi aspetto!

A presto,

Sara ©

COVER REVEAL # – LA DONNA GIUSTA PER ME DI AURORA ROSE REYNOLDS

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Buon sabato! Eccoci qui con un nuovo cover reveal che spero possa piacervi, la copertina è molto carina. Cosa ne pensate di questo nuovo volume che sta aspettando voi? Ecco che ve ne parlo subito, a voi tutti i dati:

TITOLO: La donna giusta per me
AUTORE: Aurora Rose Reynolds
SERIE: HOW TO CATCH AN ALPHA VOL. 2
EDITORE: Queen Edizioni
GENERE: Rosa
PAGINE: 260
FORMATO: Ebook – copertina flessibile
PREZZO: Ebook € 4,90 – copertina flessibile 12,90
DATA DI PUBBLICAZIONE: 29 settembre 2022
Ebook disponibile in tutti gli store.

Trama:
Chrissie non ha tempo per gli uomini, che siano sexy o meno, perché il più delle volte ha a malapena il
tempo per dormire. Con una pasticceria fiorente che richiede tutta la sua attenzione, e con la piena
consapevolezza che non vale la pena struggersi per le relazioni, Chrissie è più che felice di stare da sola.
Peccato che abbia involontariamente attirato l’attenzione di “Mister Alto, misterioso e decisamente troppo bello”… e che lui stia solo aspettando l’occasione di avvicinarsi a lei.
Gaston è abituato a ottenere quello che vuole, ma sa che niente si ottiene senza fatica. Dal momento in
cui incontra Chrissie, si rende conto che quella donna che lo fa ridere, che profuma di cupcake e che ha un aspetto tremendamente invitante, sarà la sua più grande sfida. Se sarà fortunato, però, sarà anche la sua più grande ricompensa. Ma c’è qualcun altro che vuole Gaston a tutti i costi, anche se questo significa mettere a repentaglio la vita delle persone che lui ama. Gaston dovrà trovare il modo di sventare il pericolo e convincere Chrissie di essere l’uomo perfetto per lei.

LA COPERTINA

cover-ebook-vol-2-WEB

Biografia

Aurora Rose Reynolds è un’autrice bestseller del New York Times e di USA Today. Ha iniziato a scrivere con la speranza che i personaggi alfa nella sua testa la lasciassero in pace, ma alla fine ha colto l’occasione per condividere le sue storie con i lettori di tutto il mondo.


Cosa ne pensate di questo nuovo libro? Potrebbe fare al caso vostro? Spero di si, ovviamente. Come sempre vi abbraccio.

A presto,

Sara ©

SEGNALAZIONE #271 – NOTTI D’ACQUA DI SIMONA COLOMBA.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Spero bene. Le vacanze sono giunte al termine e spero che vi siate riposati. Ecco che vi porto un altro libro che spero possa fare al caso vostro. A voi:

Titolo: Notti d’acqua
Autore: Simona Colomba
ISBN: 979-12-5466-104-8
Formato: Rilegato
Genere: Narrativa
Collana: Percorsi

Anno: 2022 – Mese: maggio
Pagine: 56
Disponibilità immediata
Disponibile anche in formato eBook
Prezzo: 15,00 €
Casa editrice: Kimerik

SintesiNotti d’acqua nasce dalla trascrizione dettagliata di sogni molto intensi che invadono l’inconscio dell’autrice notte dopo notte tra il 2003 e il 2010. Viaggi onirici non pilotabili che manifestano l’urgenza di non sfumare alle prime luci dell’alba. In seguito a corsi terapeutici, pratiche letterarie, sperimentazioni linguistiche contaminate dal movimento artistico del Dadaismo, meditazione e ricerche approfondite, Simona Colomba intinge il pennino nelle sue conoscenze e nei suoi miraggi modellando il contenuto di questo libro dopo aver tentato a lungo di ignorarlo.
Notti d’acqua è l’avventura di un personaggio aperto ad ogni possibilità di identificazione. Può rivelarsi reale o immaginato, vissuto o raccontato, credibile o assurdo; può diventare la rappresentazione di noi, di altri o di nessuno. Chiunque si scelga di vedere tra le righe di queste pagine, attraversa paesaggi e paure, sente echi e voci, ascolta rumori e natura, incontra esseri favoleggianti. Ringrazia e riparte alla volta del successivo balzo nell’ignoto. Prende qualcosa da ogni esperienza e si lascia cambiare e scorrere come l’acqua del fiume che tanto lo rassicura.
La trama potrebbe sembrare un itinerario prestabilito nella propria interiorità, ma non è così. E’ più un pellegrinaggio alla ricerca del suo stesso significato. E’ un vagabondaggio senza meta precisa, in balìa degli stravolgimenti del caso. E’ tutto ciò che non si può etichettare né definire con precisione. E’ una chiacchierata dell’autrice con le sue chimere mentre attraversano per mano la sala principale del castello in aria. In fondo, imponente sul suo intoccabile e altissimo trono, Morfeo.


Cosa ne pensate? Fatemi sapere come sempre, io in ogni caso vi aspetto.

A presto,

Sara ©