SEGNALAZIONE #29 – PUOI FIDARTI DI ME DI SUSY TOMASIELLO.

BUON POMERIGGIO CARI LETTORI!

Per voi oggi ho una nuova segnalazione. Mi fa davvero piacere presentarvi il nuovo libro di una mia cara amica blogger, come me. Già la conoscete, se mi seguite da un bel pò di tempo ma se non conoscete i suoi libri potete trovarli girando sul mio sito.

Ecco il suo nuovo libro:

Risultati immagini per FIDATI DI ME DI SUSY TOMASIELLOTitolo: Puoi fidarti di me

Autore: Susy Tomasiello

Casa Editrice: Genesis Publishing

Pagine: 210

Link di acquisto: https://www.amazon.it/Puoi-fidarti-di-Susy-Tomasiello-ebook/dp/B071VTGCDJ/ref=sr_1_2?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1495134258&sr=1-2&keywords=puoi+fidarti+di+me

Formato digitale: 3.99

Formato cartaceo: 10.60

Genere: Romantico, contemporaneo

Data di pubblicazione: 20 maggio 2017

SinossiSara ama il suo gatto e il suo lavoro di maestra elementare. Il palazzo in cui vive è diventato per lei come una seconda famiglia e lentamente sta imparando a leccarsi le ferite che la vita le ha inferto. Stefano ha deciso di prendersi cura dell’unica famiglia che gli è rimasta: il suo fratellino Luca. Per farlo, si è trasferito ed ha cambiato casa e per quanto non sia facile per lui, non è pentito della sua scelta. Appena Sara e Stefano s’incontrano, tra loro scatta un’antipatia reciproca basata solo sui pregiudizi che inizialmente provano l’uno per l’altra. Stefano non ha mai conosciuto una persona più saccente di Sara, sempre pronta a rimproverarlo per ogni sua mancanza e Sara non sopporta la sua arroganza, non accettando mai consigli da chi vuole solo aiutarla. Decisi a frequentarsi non oltre il dovuto, dovranno fare i conti con le strane effrazioni che colpiscono il palazzo. Perché hanno puntato Sara? Che cosa centra lei con questi strani avvenimenti? Sara è spaventata e preoccupata e senza che se ne renda conto finisce con l’appoggiarsi a una persona che comincia a vedere sotto un’altra luce. Il suo problema però, è che da tempo ha smesso di fidarsi degli altri. Riuscirà Stefano con il suo sorriso sempre pronto a conquistare il suo cuore e soprattutto la sua fiducia?

ESTRATTO:

Quando ho ricevuto la chiamata dall’ospedale, quasi non riuscivo a credere che i miei genitori fossero morti sul colpo a causa di un’incidente d’auto. Sono stati sempre pieni di gioia di vivere e Luca era il loro regalo più bello. Nato a distanza di tanto tempo, era il loro miracolo e il bene più grande, e adesso non possono nemmeno essere qui a goderselo. Mi piange il cuore che Luca non potrà avere tanti ricordi di loro come invece ne ho io. Sono stati dei genitori magnifici e Luca non merita di vivere senza averli conosciuti a fondo. Devo fare in modo che non li dimentichi del tutto, anche se so che è complicato perchè so che parlare di loro gli fa ancora male. Quella pazza del piano di sopra aveva ragione quando ha detto che evo rispettare di più i sentimenti del mio fratellino. Non voglio deluderlo né essere poco partecipe della sua vita, ma conciliare il mio stile di vita con quello di un bambino non è facile.


Cosa ne pensate? Sembra davvero carino! Cosa state aspettando? Se vi interessa non vi resta che correre ad acquistarlo!

A presto,

Sara. ©

SEGNALAZIONE #28 – DIO 2.0 DI DANILO CONTI

 BUON POMERIGGIO LETTORI!

Buon venerdì e buon inizio fine settimana! Anche questa settimana 

Titolo: Dio 2.0Risultati immagini per dio 2.0 danilo conti

Autore: Danilo Conti
Editore: self publishing

Pagine: 310

Formato: ebook/cartaceo

Prezzo: 2,99 € / 13,99 (cartaceo Streetlib) / 19,50 € (cartaceo Youcanprint)

Genere: fantascienza distopica

QuartaA Gift Town, cittadina che rimanda alle realtà suburbane americane degli anni ’50, la popolazione vive nella costante adorazione e nel timore di Dio, figura manifestatasi nel cosiddetto “Giorno della Rivelazione”. L’umanità è tenuta a seguire alla lettera le regole di un nuovo testo sacro, pena la perdita di “punti sociali” e il rischio di finire all’Inferno, un luogo di cui poco si conosce e da dove la gente raramente torna indietro. Brian, un ragazzino di tredici anni pervaso di dubbi e ossessionato dal ruolo di Dio, inizia a mettere in discussione la società di cui fa parte e a tastare le pareti di quella che avverte come una gabbia invisibile.


Estratto

Il sole era ormai tramontato e lungo i viali le case iniziavano ad accendersi una dopo l’altra, come migliaia di ceri disposti sopra un enorme altare. I lampioni irradiavano dall’alto una luce calda e potente, che formava molteplici ombre al passaggio di Seth. Molte persone rientravano dal lavoro a quell’ora, a piedi o col tram, per riunirsi ai loro figli e alle loro mogli, che nella maggior parte dei casi facevano le casalinghe. Seth pensò che per Dio, dall’alto dei cieli, quella doveva essere una visione davvero emozionante, come le candeline di una torta di compleanno. Con un brivido, pensò che avrebbe potuto spegnerle tutte, in un soffio.

Autore: Danilo Conti è nato a Palermo nel 1990. Ha studiato cinema all’università di Roma 3 e adesso frequenta l’Accademia di Belle Arti nella sua città natale. Appassionato di musica, cinema e serie televisive, ha subito il fascino della cosiddetta fantascienza sociologica, apprezzandone la capacità di riflessione sulle dinamiche umane. Dio 2.0 è il suo primo romanzo.

Pagina Facebookhttps://www.facebook.com/Dio-20-314559912025875/


Cosa mi dite di questa segnalazione? Vi aspetto con un commentinooo!
A presto,
Sara ©

SEGNALAZIONE #25 – SPEGNI LA LUCE DI GIANLUCA ESPOSITO.

BUON POMERIGGIO CARI LETTORI!

Questo venerdì cosa ho per voi? Una nuova segnalazione! Ringrazio l’autore per avermi contattato e vi ricordo sin da adesso, che presto parlerò di questo libro sul blog perchè lo recensirò. Sto parlando di:

Titolo: Spegni la luceRisultati immagini per spegni la luce gianluca esposito
Autore: Gianluca Esposito
Self-publishing
Data di pubblicazione: 28 febbraio 2017
Pagine: 101

Prezzo: ebook 1.99 euro su queste piattaforme digitali:
  • Kobo
  • Amazon
  • Ibs
  • Google Play Store
  • Feltrinelli
  • Bookrepublic
  • Hoepli
Disponibile cartaceo 6,49 euro

Sinossi: E’ l’amore che scandisce il tempo o lo fa la vita?
Vita vissuta, vita da amare, vita spezzata, vita desiderata
E’ la vicinanza o la distanza a far battere di più un cuore?
E la pelle si sfiora o si custodisce?
E i ricordi, sono passati o da plasmare?
Ridisegnare e riscrivere
Tracciare o farsi tracciare?
Al buio o con la luce?
Scoprilo e … spegni la luce

20 racconti uniti in un unico filo conduttore: L’Amore.


Visualizzazione di 04.15.2017 (1).jpg

ESTRATTO:

Tutta apparenza niente sostanza, lo so che lo state pensando.

In realtà non è cosi, o almeno non è più cosi .

A. è stato un evento che lo ha scosso troppo fortemente.

Era pazzo di lei.

Se fosse stato possibile prenderle il sole per farle luce di notte lo avrebbe fatto.

Stavamo bene insieme e questo bastava.


Cosa ne pensate? Vi aspetto con tanti commenti!

A presto,

Sara. ©

SEGNALAZIONE #17 – LA PROFEZIA DEI VOLTURNI DI SUSANNE O’CONNELL.

Eccoci di nuovo qui nell’inizio di questo fine settimana e sono pronta per voi con una nuova segnalazione che mi ha inviato gentilmente Elisabetta De Martino, traduttrice di questo romanzo.
La profezia dei Volturni di [O'Connell, Susanne]
 Vi sto parlando di:
Titolo: La profezia dei Volturni
Autore: Susanne ‘O Connell
Prezzo: 4,49 euro
Formato: ebook
Editore: Babelcube Inc. (18 luglio 2016)
Pagine: 280
Sinossi“Ribellati, esita e indugia, creatura… ma sii pronta quando arriverà il tuo destino!”
La vita di Vagóor, giovane guerriero dell’acqua, cambia repentinamente quando inizia a dubitare della solenne profezia su cui si basa tutta l’esistenza del suo popolo. Una storia fantasy molto avvincente, ambientata in un mondo incantato apparentemente puro e sublime, che però diventa presto “così tetro e fosco da far credere di essere finiti in un romanzo di Stephen King” (dalla recensione di una lettrice).
Secondo le regole della sua comunità, Vagóor, che compirà presto 17 anni, dovrà affrontare le tre pericolose prove che, in base alla profezia, ogni giovane Volturno deve tentare di superare per salvare il suo popolo.
Ma Vagóor si ribella. Avrà ragione lui, ritenendo che la profezia a cui il suo popolo crede tanto fermamente sia solo una menzogna, oppure sarà vero che i Volturni vennero confinati dal nemico sulla terraferma e devono tornare a essere acqua per poter vivere di nuovo, felici e immortali, nel proprio elemento? Riuscirà inoltre a conquistare il cuore della bella Mirihanna, anche se proprio lei sembra essere la sua più accesa rivale? L’esitazione terminerà quando avrà inizio la battaglia decisiva…
Un mondo diverso. Un amore complicato. Una fede che vuole trovare compimento e… un terrificante nemico che deve essere distrutto in battaglia.
Link d’acquisto:  https://www.amazon.it/profezia-dei-Volturni-Susanne-OConnell-ebook/dp/B01K7K0V8S/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1490036495&sr=1-1&keywords=la+profezia+dei+volturni.
Estratto:
Il ribelle
Warla haat matang.
Era questo il cuore della profezia dei tempi arcaici, tramandata dalla lingua antica, che predestinava la vita dei Volturni e si traduceva con “Diventa acqua”. I Volturni credevano che la profezia un giorno si sarebbe compiuta per tutto il loro popolo. A tal fine uno di loro doveva superare tre prove, motivo per cui tutti i giovani Volturni maschi gareggiavano per distinguersi nello svolgimento dei compiti. Vagòor, invece, aveva a molti anni dubbi sulla veridicità della profezia.

Cosa ne pensate? Vi piace? Io lo trovo molto carino e penso sia interessante. Fatemi sapere!

Alla prossima,
Sara. ©

SEGNALAZIONE #13 – LE PAROLE ACCANTO DI MICHELA ZANARELLA.

BUON POMERIGGIO CARI LETTORI!

Buon fine settimana a tutti innanzi tutto! Oggi vi propongo una uova segnalazione tutta particolare (in cui vi è tutto spiegato, sia sul libro che sul progetto che se ne occupa!):

LE PAROLE ACCANTO

UN NUOVO PROGETTO DI CROWDFUNDING DI INTERNO POESIA

E’ partito il 23 gennaio il nuovo progetto di crowdfunding di Interno Poesia per la prevendita della raccolta di poesie Le parole accanto di Michela Zanarella (prefazione di Dante Maffia). Scopo della campagna, organizzata in collaborazione con Produzioni dal Basso, la prima piattaforma italiana di crowdfunding, fondata nel 2005 (tra le prime in Europa), è coinvolgere e rendere protagonisti lettori e scrittori in un processo partecipativo che prevede la prenotazione di una o più copie del libro e l’ottenimento di altre ricompense, tra cui l’inserimento del proprio nome in una pagina del libro dedicata ai Lettori sostenitori del progetto.

C’è tempo fino a giovedì 23 febbraio per sostenere il progetto Le parole accanto, la nuova importante raccolta di Michela Zanarella, autrice padovana da anni residente a Roma, che, come afferma nella postfazione Antonino Caponnetto, con questo libro “si avventura, con le parole al suo fianco, in un viaggio vitale e necessario nelle dense e oscure profondità di sé e delle proprie origini”.

Il libro

Dalla prefazione di Dante Maffia: “Michela Zanarella è ormai scrittrice affermata e conosciuta, una che la poesia la scrive e la legge con attenzione e con passione e che sa coniugare la propria biografia con le accensioni che le vengono dagli altri, con atti di agnizione che sono la fermezza della sua lealtà innanzi tutto con se stessa e poi con il mondo.

Le parole accanto è un libro la cui scrittura è sapiente e pacata e riesce a cogliere sfumature essenziali capaci di illuminare aspetti reconditi della realtà e della psiche. Si avverte che l’esperienza personale, anche all’interno degli affetti più intimi, ha lasciato tracce indelebili che tornano a dettare ombre, eppure non troviamo il minimo di recriminazione, non troviamo anatemi. La poetessa ha assorbito tristezze e dolori e ne ha fatto parole di poesia con un semplicità che, come vado sostenendo da decenni, è il solo mezzo per riuscire ad ottenere della vera poesia, quella che rinnova la sostanza della realtà e perfino della verità”.

Un piccolo estratto:

Vengo a respirare

Vengo a respirare 

dai tuoi confini lontani

e ci trovo tutto l’amore che non ho mai capito

io che ti ho sentito madre troppo tardi

terra impastata nella nebbia

fatta di cielo mai limpido e in lotta con il tempo. 

Poso lo sguardo dove si ferma anche il vento

nella semina che sa di grano ormai maturo

e chiudo nel cuore quel colore

che ha l’odore del pane e delle stanze di casa. 

Ti sento radice che indossa le mie vene

meta che ho lasciato troppo presto

sperando di trovare altrove

il senso del mio canto.

E intanto 

vado con la mente dove il fiume si sveglia

in quel silenzio che cammina tra i campi

fino a sera. 

E resto tra le distanze a cercare quel poco sole

sempre incerto

che mi ricorda che un giorno farò ritorno

tra i fili d’erba e le strade di polvere

dove sono stata bambina.

Visualizzazione di PdB Zanarella1.png

L’Autrice

Michela Zanarella è nata a Cittadella (PD) nel 1980. Dal 2007 vive e lavora a Roma. Ha pubblicato le seguenti raccolte di poesia: Credo (2006), Risvegli (2008), Vita, infinito, paradisi (2009), Sensualità (2011), Meditazioni al femminile (2012), L’estetica dell’oltre (2013), Le identità del cielo (2013). È inclusa nell’antologia Diramazioni urbane (2016), a cura di Anna Maria Curci. In Romania è uscita in edizione bilingue la raccolta Imensele coincidente (2015). Autrice di libri di narrativa e testi per il teatro, è redattrice di Periodico italiano e Laici.it. Le sue poesie sono state tradotte in inglese, francese, arabo, spagnolo, rumeno, serbo, greco, portoghese, hindi e giapponese. Ha ottenuto il Creativity Prize al Premio Internazionale Naji Naaman’s 2016. È ambasciatrice per la cultura e rappresenta l’Italia in Libano per la Fondazione Naji Naaman. È alla direzione di Writers Capital International Foundation. Socio corrispondente dell’Accademia Cosentina, fondata nel 1511 da Aulo Giano Parrasio.

Video:

https://www.youtube.com/watch?v=PdP7nLGjSQQ&t=85s


Cos’è il Crowdfunding

Dall’inglese crowd (folla) e funding (finanziamento), il crowdfunding indica la raccolta collettiva di fondi per sostenere la realizzazione di progetti di persone e organizzazioni.

Il crowdfunding impiegato da Produzioni dal Basso è di tipo rewarddonation: i sostenitori di un progetto sono ricompensati in base all’ammontare della propria offerta (ad esempio ottenendo il prodotto per il quale viene effettuata l’offerta), modalità utilizzata da Interno Poesia per il progetto Le parole accanto, oppure effettuano donazioni (senza ricompensa).

Perché il Crowdfunding

Interno Poesia ha scelto di affidarsi a Produzioni dal Basso, uno dei maggiori e storici portali di crowdfunding in Italia e in Europa, per sostenere e promuovere progetti editoriali di qualità, eliminando definitivamente la necessità di chiedere un contributo fisso per la produzione di opere letterarie (poesia in primis) ed attivare un sistema virtuoso, dal basso, che coinvolga persone e organizzazioni per la nascita e la promozione di opere in versi.

Info su Interno Poesia

Interno Poesia, nato ad aprile 2014, è tra i principali siti letterari per la promozione e divulgazione della poesia: contemporanea, del ‘900, edita e inedita, italiana e straniera.

Con l’obiettivo di diversificare la ricerca e la proposta culturale nasce Interno Poesia Editore, un progetto editoriale esclusivamente dedicato alla promozione della poesia contemporanea attraverso la nuova collana Interno Libri

Andrea Cati è il fondatore e curatore del progetto Interno Poesia. Chi collabora con IP: Maria Grazia Calandrone, Claudio Damiani, Mario De Santis, Valerio Grutt, Franca Mancinelli, Giovanna Rosadini, Francesca Serragnoli, Andrea Sirotti

Per maggiori informazioni

Produzioni dal Basso: www.produzionidalbasso.com

Interno Poesia: www.internopoesia.com

E-mail: posta@internopoesia.com

Il progetto completo è visionabile seguendo questo link: https://www.produzionidalbasso.com/project/le-parole-accanto


Cosa ne pensate? Io vi aspetto con tanti commenti !

A presto,

Sara. ©

SEGNALAZIONI #6 – E’ QUI CHE VOLEVO STARE DI MONICA BRIZZI

BUON POMERIGGIO CARI LETTORI!

Ecco che oggi vi segnalo questo romanzo che l’autrice mi ha gentilmente richiesto che non sembra poi tanto male:

TitoloÈ qui che volevo stare

Autore: Monica Brizzi
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/ilmondodim/
Casa editrice: autopubblicato
Genere: romance
Pagine: eBook: 150 ; cartaceo: 248
Prezzo: eBook:  1.99 € ; cartaceo: 11,48
Formato: eBook e cartaceo
Data di uscita: 30 marzo 
Link Amazon: (eBook): 
https://goo.gl/Jcjwvj
Link Amazon (cartaceo): https://goo.gl/1PX1Qa
 

Sinossi:  Una promessa fatta dieci anni prima. Tornare in Grecia, ancora una volta, tutti insieme. È questa l’idea che spinge un gruppo di trentenni a ripetere la gita dell’ultimo anno di scuola. Peccato che Sofia, una ventinovenne così rossa e piena di lentiggini da essersi meritata il soprannome di Gnomo, non sia pronta a ritrovare tutti, soprattutto Michele, l’ex da cui cerca di scappare. Ma anche Giusti e Paolucci, l’imbucato Martinelli, le ragazze della E, il professore di storia dell’arte, la bidella, Tommaso, l’amico di sempre, il ragazzo di Ragioneria che conosce sin dai tempi delle medie. Tra strane scoperte, nuovi amori, tradimenti, serate in discoteca, pianti e risate a non finire, immersa nella Grecia delle grandi divinità, Sofia riuscirà una volta per tutte a sconfiggere la sua chimera?
ESTRATTO:

Davanti ai nostri occhi stanchi e accaldati appare il minibus da sedici posti che abbiamo prenotato per tutta la settimana. Il nostro autista è un uomo sulla cinquantina con dei baffi a punta talmente pronunciati che sono lì e lì per dire “Pedro, esto es Estathè!”, ma per fortuna mi ricordo di essere in Grecia, e non in Spagna, e ascolto il suo vero nome. Zenas, dice di chiamarsi in una lingua a metà tra l’inglese e il greco. Stefano Giusti di greco ha sempre saputo poco, non più di quanto ne sapessi io, ma evidentemente qualcosa in quella zucca semivuota è rimasto e se ne esce con un kalòs kai agathòs che sciocca tutti, autista compreso.
«Sei proprio un coglione Stefi! È greco antico! È come se ti parlassero in latino!» abbaia Anita sistemandosi lo zainetto sulla spalla.
«Il concetto di unità di bellezza e valore morale nello stesso individuo dovrebbe essere compreso da tutti, indipendentemente dalla lingua parlata», ci ammonisce Marco Pitti.
Scuoto la testa perplessa e vedo che anche Tommaso fa la stessa cosa.
«Cosa sono venuto a fare?»
«La Norvegia era indubbiamente la scelta migliore.»
«Norvegia, ragazze bionde, fiordi, ragazze bionde», elenca per ricordarsi cosa si sta perdendo.  
«Ti sei dimenticato le ragazze bionde.»

Sull’autore: Monica Brizzi, classe 1983, scrive da quando è poco più che una ragazzina. Ama leggere un po’ di tutto, dai grandi classici alla fantascienza. Quando scrive, però, finisce quasi sempre per raccontare storie d’amore ironiche. Oltre a È qui che volevo stare è autrice di Innamorarsi ai tempi della crisi Il mio supereroe, edito da Delos Digital. Gestisce un blog in cui parla di tutto e di niente, anche se i temi conduttori sono la scrittura, i libri e la sua timidezza.