WWW WEDNESDAY #62

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Oggi io vi porto il WWW Wednesday – rubrica ideata da Should Be Reading – in cui vi mostro le mie letture di questa settimana. Ci terrei che anche voi mi facciate sapere le vostre! Ecco qui:

What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?

91o4fbrvxelAl momento sto portando a termine due letture. La prima, l’avevo iniziata a fine agosto, ma, tra una lettura e l’altra più urgenti, ho dovuto rimandare. Sto finendo Nevernight, Mai dimenticare di Jay Kristoff, primo volume della serie arrivata in Italia grazie a Mondadori Oscar Vault. Avevo iniziato il file in digitale ma dopo averlo acquistato sicuramente acquista molto più valore essendo davvero ben fatto nella struttura e nella grafica. La recensione uscirà a breve, non temete.

2pqqvsb

Altra lettura che sto ultimando in questi giorni è L’ultima vita del Principe Alastor di Alexandra Bracken edito Il battello a vapore, che ringrazio molto per avermi permesso la lettura. Secondo e ultimo volume di una duologia molto leggera ma allo stesso tempo misteriosa e magica, questa storia continua portando il giovane Prosper Redding in una serie di vicende che lo metteranno a repentaglio e, con lui, lo spirito malvagio di Alastor. Trovate la recensione del primo volume QUI mentre la recensione di questo arriverà a breve.


What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?

978880471326HIGHo appena finito di leggere Il re malvagio di Holly Black della Mondadori, che ringrazio, per via dell’uscita e del Review Party che ne è stato organizzato. Secondo volume dopo Il principe Crudele, questa storia riprende le vicende di Jude, umana nel mondo magico, alle prese con l’ormai Sommo Re Cardan, da lei tanto odiato. Per chi fosse curioso e non avesse ancora mai iniziato la serie vi consiglio di leggere la recensione del primo volume QUI. Per chi in vece fosse curioso del secondo volume ed ha già letto il primo, trova la recensione QUI, online da ieri, data di uscita del libro.


What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?

ImmagineDevo sicuramente leggere una miriade di libri. Da quale cominciare prima, in realtà non ne ho idea. Vorrei comunque recuperare un thriller della Newton Compton e Non avremo più paura di Jenni Hendricks e Ted Caplan edito Garzanti. Mi ha incuriosito sin dal primo momento e non potevo lasciarmelo sfuggire. Vi terrò aggiornati perché questa sarà sicuramente una lettura molto bella, che non  vedo l’ora di iniziare.



Voi cosa state leggendo? Cosa leggerete? Rispondete alle domande se volete,  io vi aspetto!

A presto,

Sara ©

WWW WEDNESDAY #61

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Io tutto bene, e nel bel mezzo di questa settimana vi piazzo una rubrica che non facevo da un po’. Vi porto nuovamente il WWW Wednesday che è un po’ che non ne porto e, per cambiare ogni tanto credo ci voglia – rubrica ideata da Should Be Reading – in cui vi mostro le mie letture di questa settimana. Ci terrei che anche voi mi facciate sapere le vostre! Ecco qui:

What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?

51r0ax0bxtlnella-bocca-del-lupoIn questa settimana mi sono data parecchio da fare. Ho letto Sette abbracci e tieni il resto di Stefano Tofani, un libro per ragazzi edito Rizzoli. E’ stata una lettura piacevole e ve ne parlerò nei prossimi giorni, non temete.

Altra lettura della settimana è stata Nella bocca del lupo di Michael Morpurgo e illustrato da Barroux, una biografia di un uomo che faceva parte della Resistenza nella Seconda Guerra Mondiale. Edito Rizzoli, ve ne parlo domani, tenetevi pronti.

A breve, inizierò L’anno dopo di te di Nina De Pass edito Sperling&Kupfer in anteprima per via dell’evento che ci sarà per questo libro. Sono davvero curiosa di leggerlo, sembra davvero molto carino e speriamo non deluda le aspettative. Che dite, vi piace?

cover 3


What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?

6d26480b-f6f4-43f9-8703-7b17bbc850b861Hq7oO+j9LHo finito di leggere Iron Flowers, Regina di Cenere di Tracy Banghart il secondo volume di questa bella serie. Una lettura che mi ha coinvolta, come lo è stato per il volume precedente e che spero prendiate in considerazione. Il primo volume era Iron Flowers. Trovate QUI la recensione del primo volume e QUI quella del secondo (non vi consiglio di leggere la recensione del secondo se ancora non avete letto il primo).

Poco prima di Iron Flowers ho letto Nocturna di Maya Motayne, primo di una trilogia fantasy molto particolare edita Mondadori. Una storia ricca di magia fra le strade di una città che ricorda Barcellona e la Spagna. Trovate QUI la mia recensione che spero vi incuriosirà.


What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?

Risultati immagini per il re malvagioDi preciso non so dirvi esattamente una lettura che devo fare in seguito perchè ne ho davvero un’infinità in lista e spero di riuscire ad incastrarne più di qualcuna. Sicuramente leggerò Il re malvagio di Holly Black, edito Mondadori, secondo volume della serie iniziata con Il principe crudele. Trovate la recensione del primo volume online QUI e spero che questo secondo volume regga il confronto con il primo anche se non mi aspetto grandi cose come nel primo volume.



Voi cosa state leggendo? Cosa leggerete? Cosa avete letto? Rispondete alle domande se volete,  che io vi aspetto sempre!

A presto,

Sara ©

TEASER TUESDAY #52

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? La settimana è ricominciata da poco ed io vi porto la rubrica che non vi portavo da un po’… ideata da Should be Readingil Teaser Tuesday! Lo spiego sempre in cosa consiste il (per chi non sapesse di cosa si tratta) ma ve lo ricorderò ogni volta, non temete!

• Prendi il libro che stai leggendo.
• Aprilo in una pagina casuale.
• Condividi un piccolo spezzone di quella pagina ( ” Teaser ” ) .
• Attento a non fare
 spoil
er!
 Riporta Titolo e Autore così che i tuoi lettori possano aggiungere il libro alla loro Wishlist ( o meglio lista dei desideri!)  se sono rimasti colpiti dell’estratto.

In questa settimana ho intenzione di intraprendere diverse letture che spero prenderete in considerazione anche voi. Ora vi lascio tutte le letture con i rispettivi spezzoni, per incuriosirvi ancor di più. Attualmente sto leggendo Voi di Davide Morosinotto edito Rizzoli. Ecco a voi uno spezzone:Risultati immagini per voi davide morosinotto recensione

Lui si lanciò con lunghi balzi, portandola fino a quasi alle stelle, poi di novo giù, a una velocità che Blu non aveva mai provato, allora rise e aprì le braccia come fossero ali. Per un istante non ci furono problemi, né pensieri. Soltanto loro due con la loro gioia, la luna, il vento, la strada.


9788893420518_0_0_626_75Subito dopo aver finito questo, inizierò Non qui, non altrove di Tommi Orange edito Frassinelli che è un pochino che devo recuperarlo. Ecco qui che ve ne lascio un pezzettino:

Un tempo ci chiamavano indiani da marciapiede. Ci chiamavano indiani di città, superficiali, inautentici, rifugiati senza cultura, mele. Una mela è rossa fuori e bianca dentro. Invece siamo quello che hanno fatto i nostri antenati. Siamo il modo in cui sono sopravvissuti. Siamo i ricordi che non ricordiamo, che vivono in noi, e che non sentiamo.


Cosa ne pensate? Vi piacciono? Fatemi sapere presto cosa ne pensate, mi raccomando! Vorreste leggere uno di questi libri?

A presto,

Sara ©

WWW WEDNESDAY #60

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come ve la passate? Io tutto bene e, finalmente, posso dirvi che sono ufficialmente in vacanza! O almeno lo sarò da domani mattina quando metterò piede al mare! In questa settimana vi riporto nuovamente il WWW Wednesday che è un po’ che non ne porto e, per cambiare ogni tanto credo ci voglia – rubrica ideata da Should Be Reading – in cui vi mostro le mie letture di questa settimana. Ci terrei che anche voi mi facciate sapere le vostre! Ecco qui:

What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?

71qgu0nvfglAl momento ho appena finito di leggere una raccolta di poesie in inglese davvero molto carina che spero possiate apprezzare anche voi. Shame is an ocean I swim Across di Mary Lambert. Devo dire che è una raccolta molto bella sia esteticamente, vi basti guardare la copertina per rendervene conto e sia per le sue parole profonde e significative. Vi farò sapere al più presto con una recensione, non temete.

3174326Altra lettura di questa settimana? L’assemblea dei morti di Tomàs Bàrbulo edito Marsilio editore. Questa è stata una gradita sorpresa che non aspettavo da parte dell’editore, qualche tempo fa ed è giunto il momento di recuperare ciò che è rimasto in arretrato. Avendone molti ho deciso che era giunto il momento. E’ un thriller e spero che possa piacermi. Anche qui, vi farò sapere presto!

 


What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?

6279cc4e60c049f19e5916903f81c7c8

Ho appena finito di leggere diversi libricini la scorsa settimana. Chi più o meno interessante ma ecco ciò che ho letto.

Ho letto Non leggerai di Antonella Cilento edito Giunti editore. Fa parte di una nuova collana di libri per ragazzi chiamata Arya. Non mi ha particolarmente colpito se devo essere totalmente sincera ma è sicuramente una trovata originale da parte dell’autrice. Trovate la recensione di questo libro online da ieri online QUI.

51tf0itpsll._sx331_bo1204203200_Ho letto inoltre La leggenda dei Quattro, Il clan dei lupi di Cassandra O’Donnell, un libro per ragazzi edito Il battello a Vapore, sicuramente carino nella struttura ma anche abbastanza già visto come tipologia di libro. Particolare è sicuramente la struttura dei quattro clan e della scelta curiosa degli animali. Sicuramente i ragazzi apprezzerebbero molto di più la lettura. Trovate la recensione QUI.

9381659_3935873Ho letto, per finire, Regina di Ossa di Alisa Kwitney  edito Giunti una rivisitazione al femminile di Frankestein. Inizialmente quando è uscito in lingua non ne ero particolarmente colpita ma devo dire che mi ha comunque sorpreso in qualche modo. Trovate la recensione online domani.

 

 


What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?

4389186-9788817118989-285x424In seguito ho intenzione di leggere i libri che ho portato con me in vacanza. Non so da cosa inizierò prima, perché andrò molto in base a cosa voglio leggere prima ma di sicuro vi farò sapere.

Sono molto curiosa di leggere Voi di Davide Morosinotto edito Rizzoli quindi probabile che partirò da quello, non so dirvi con precisione. Vi tengo aggiornati, non temete!

 



Voi cosa state leggendo? Cosa leggerete? Cosa avete letto? Rispondete alle domande, mi raccomando, che io vi aspetto sempre! Fatemi sapere!

A presto,

Sara ©

RUBRICA: IN VIAGGIO COI LIBRI #1 – INGHILTERRA… in collaborazione con The beauty and a Pile of Books.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Oggi eccomi con la prima tappa del nostro viaggio lungo i luoghi che io e la mia cara The Beauty and a Pile Of Books avremo in comune, avendo però letto due libri diversi. La mia cara amica Deb ha letto un altro libro e vi parlerà di questo, io invece il libro che fra poco vi dirò, di cui trovate già la recensione online.

The Sailor's Club (1)

Questa tappa ci porta in…

INGHILTERRA


Ovviamente io e Deborah abbiamo letto due libri completamente diversi ed io ho letto

I figli del Re di Sonya Harnett.

figlire

Il libro è ambientato ai tempi della Seconda Guerra Mondiale, nel 1940, e passiamo da Londra, ad un piccolo luogo di campagna chiamato Heron Hall, in cui è presente lo Snow Castle. 

Londra viene citata all’interno del libro ma viene vissuta veramente poco dai protagonisti quindi non avremo modo di scoprire molto della città attraverso le loro parole e le loro azioni se non per uscire dalla città e del fatto che questa, in periodo di guerra sia costantemente sotto bombardamento.

Risultati immagini per london 1940

Molto di più, si avrà modo di scoprire la campagna di Heron Hall e lo Snow Castle. La casa dello Zio Peregrine, il piccolo paese di campagna che, ai tempi in cui è stato ambientato il libro, doveva essere ancora più caratteristico di quanto non lo sia magari oggi. Snow Castle e la sua leggenda si appigliano al cuore del lettore fino a rimanerne ammaliati persino dalle semplici rovine e da immaginarlo proprio come lo Zio Peregrine lo racconta ai suoi nipoti.

Se volete scoprirne i segreti, però, dovrete leggere il libro! Io non vi dirò di più.Risultati immagini per campagna inghilterra e zone collinari

Sinceramente, un bel viaggio nella campagna lontano dalla capitale Londinese lo farei di sicuro. Penso che si scoprirebbero tante cose interessanti o comunque posti che nessuno magari si prende la bega di visitare o anche solo di guardare. A Londra ci sono già stata, ed è stata una bella esperienza, sicuramente da rifare. Oltre alla zona centrale, dei monumenti storici, quella dei parchi e sicuramente Notting Hill, la zona è davvero adorabile.

Adesso, non vi resta che passare da The beauty and a pile of books e leggere il suo unto di vista. ❤


Vi auguro una buona serata. Spero vi sia piaciuto.

A presto,

Sara ©

TEASER TUESDAY #51

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? La settimana è ricominciata da poco ed io vi porto la rubrica che non vi portavo da un po’… ideata da Should be Reading: il Teaser Tuesday! Lo spiego sempre in cosa consiste il (per chi non sapesse di cosa si tratta) ma ve lo ricorderò ogni volta, non temete!

• Prendi il libro che stai leggendo.
• Aprilo in una pagina casuale.
• Condividi un piccolo spezzone di quella pagina ( ” Teaser ” ) .
• Attento a non fare
 spoil
er!
 Riporta Titolo e Autore così che i tuoi lettori possano aggiungere il libro alla loro Wishlist ( o meglio lista dei desideri !)  se sono rimasti colpiti dell’estratto.

Risultati immagini per ferryman amore eternoHo appena iniziato Ferryman, Amore eterno di Claire McFall edito Fazi editore. E’ un anteprima che aspettavo da molto e sono davvero curiosa di poterlo finalmente leggere.

Vi lascio lo spezzone del prologo: 

Si sedette sul pendio della collina e aspettò. Un altro giorno, un altro incarico. Davanti a lui un binario arrugginito spariva nelle buie profondità della galleria. Il fitto grigiore della giornata nuvolosa impediva alla luce di penetrare oltre l’arco di pietra dell’ingresso. Il ragazzo non staccava gli occhi dall’apertura. Ma era un’attesa priva di tensioni, la sua. Non provava alcun fremito d’eccitazione o d’interesse. La curiosità si era esaurita da un pezzo. Ora l’unica cosa importante era portare a termine il lavoro. Aveva occhi gelidi e impassibili. Intorno a lui si alzò un vento ghiacciato, ma non sentì freddo. Era concentrato, attento. Poteva accadere da un momento all’altro.


Risultati immagini per demons of timeSubito dopo aver finito Ferryman inizierò questo libro in inglese che è da un po’ che devo recuperarlo. Demons of time di Varun Sayal è il primo libro della serie Time Travelers Book e sono sicura che sia interessante proprio come lo è stata la precedente raccolta di racconti dello steso autore.

Two hundred years ago, you wreaked havoc as the bloodthirsty princes Trilesh and Vapt, when you mercilessly incinerated ten thousand large villages and their inhabitants.

Time travel is a power, a blessing, a gift, which you could have used for humanity. Instead, you have abused it to take countless lives…


Cosa ne pensate? Vi piacciono? Fatemi sapere presto cosa ne pensate, mi raccomando! Vorreste leggere uno di questi libri?

A presto,

Sara ©

RUBRICA: “IL CAFFE’ LETTERARIO” #1 – LA FIGURA DELLA MAMMA NELLA LETTERATURA.

BUON POMERIGGIO CARI PARTICELLE LETTRICI!

Oggi iniziamo il primo dei due progetti che abbiamo in porto io e la dolcissima Deb di  The beauty and a pile of books e inauguriamo con il nostro primo Caffè letterario insieme. Essendo a Maggio la festa della Mamma abbiamo deciso di parlare di questo argomento in comune esplorando ognuna delle proprie considerazioni al riguardo.

Caffè Letterario

LA FIGURA DELLA MAMMA NELLA LETTERATURA

person carrying baby on lap

Come sapete, nella letteratura la figura della mamma è sempre stata l’emblema ed ha raffigurato sia un punto di forza per i vari personaggi che come funzione di supporto / consiglio.

E’ sempre stata una figura rilevante che ha ispirato da sempre autori, poeti e artisti di ogni tempo ed epoca. La madre è colei che da la vita e che cresce i figli e che trasforma delle piccole creature negli uomini che siamo. 

Fin dai tempi si è cercato di rappresentare la figura della mamma ed ha sempre avuto un ruolo quasi centrale, il simbolo dell’amore incondizionato, di una forza della natura e di un rapporto che nessuno potrà mai sciogliere. E’ conforto nei momenti di dolore e la prima che condividerà le gioie del proprio figlio.


Dall’antica mitologia greca la figura materna è una figura importante nella crescita del personaggio e dell’autore stesso che si sente ispirato e poi, ne parla o la riproduce nelle proprie opere, in base a come ha vissuto la relazione con la propria madre.

Sicuramente le due madri che mi vengono in mente sono un po’ il simbolo di intere generazioni e sono sicura che almeno una delle due l’avrete sicuramente conosciuta.

Risultati immagini per la signora bennetLa signora Bennet. Ora, io non ho letto Orgoglio e Pregiudizio (e qui lo so parte il BUUUUH facile, lo so. Lo recupererò, appena ne avrò modo, non temete) ma in compenso ho visto il film ed ho potuto notare quanto la Signora Bennet, madre di tanti figli sia davvero una delle mamme che rappresentano la categoria delle mamme super apprensive, che si intrufolano e cercano di intromettono nella vita dei figli in ogni dove.  E questo tipo di madre è presente anche oggi, posso assicurarvelo. Comunque rispecchia molto sia la realtà del tempo a cui era ambientato il libro sia quella attuale.

Immagine correlataE come dimenticare la dolce Margaret Curtis March, di Piccole donne? Io ricordo quel libro con estrema dolcezza ed è stata una delle mie prime letture ai temi. Ero soltanto una bambina quando ho letto questo libro ma ricordo come se fosse oggi il legame che univa le sorelle e la mamma di queste giovani ragazze che da sola, con le proprie forze, si ritrova a dover campare e tirare su l’intera famiglia. E nonostante tutte le difficoltà non abbandona le figlie al proprio destino, anzi le accompagna dolcemente e le indirizza in maniera saggia.


photo of mother and child beside body of waterTrovo, però, sotto mio modesto parere, che nella letteratura moderna la madre sia una figura abbastanza sottovalutata se non proprio surclassata. La figura genitoriale, in molti libri, molti molti libri che ho letto, non è quasi mai presente perchè:

  1. Il protagonista è orfano.
  2.  Genitori non menzionati come se effettivamente uno vivesse da solo.
  3. I genitori non hanno più la valenza di una volta, sia perchè le generazioni sono cambiate e tutto si è evoluto sia perchè non si sente più – probabilmente – necessario menzionarli come invece si faceva prima.
  4. Se il protagonista è grande il genitore non viene proprio citato o se viene citato risulta avere un passato catastrofico.

Infatti ultimamente ho riscontrato una carenza effettiva a livello genitoriale, anzi le madri cominciano anche ad essere più “umanizzate” non solo come figura che indirizza. Spesso si da per scontato che, perchè è nostra madre tutto ci è dovuto o che solo noi possiamo soffrire e stare male. Invece anche loro soffrono, sia per i loro che per  nostri problemi. E, spesso, nessuno se ne accorge.

baby clinging on back

Una madre che ha avuto dei problemi potenzialmente problematici a livello emotivo e psicologico è la mamma di Noi siamo tutto, di Nicola Yoon. Per parlarvi della madre di Madeline e farvi degli immensi spoiler se non avete letto il libro quindi me ne baderò bene dal parlarvene. Potrete capire ciò che ho detto soltanto dopo aver letto il libro. O la madre di Stanley e Miren de L’albero delle ossa, che per la piccola figlia malata cerca di fare il possibile ma è quasi sempre assente o da la colpa al piccolo Stanley. In una lettura attuale che invece ho fatto, ho trovato interessante il personaggio della madre ne La madre perfetta, o la madre dei quattro protagonisti de Gli immortalisti, che anche non essendo un personaggio principale fa da collante di tutto senza che nessuno se ne renda conto.

La figura della madre quindi sta variando nel corso del tempo e dall’autorità suprema  che si occupa dei figli e da la vita per loro si modella e diventa anche altro, una persona con anch’essa i suoi problemi, un individuo con le sue debolezze che però resta il fulcro principale, quello che ci da la vita e che ci ama dal nostro primo respiro.


Cosa ne pensate? Vi piace questa rubrica? Non siete curiosi di scoprire quale sarà l’argomento del prossimo mese? Spero che l’articolo possa interessarvi e che passiate a leggere anche la mia dolce collega.

A presto,

Sara ©