SEGNALAZIONE #51 – BUON NATALE 2.0 DI SILVIA DEVITOFRANCESCO

BUON POMERIGGIO LETTORI!

E buon venerdì! Oggi torno con una nuova segnalazione per voi! Di chi sto parlando? Quest’autrice, non so se lo ricordate, è stata già ospitata su questo blog con una segnalazione quindi non dovrebbe esservi nuova ma in caso la state scoprendo adesso, potete trovare – spollicciando sul blog – qualcosa di suo. Basta inserire il suo nome nella barra di ricerca dopotutto. Ecco qui che ve ne parlo:

Risultati immagini per buon natale 2.0 silvia devitofrancescoTITOLO: Buon Natale 2.0
AUTORE: Silvia Devitofrancesco
EDITORE: Selfpublishing
GENERE: Umoristico
FORMATO: Unicamente ebook
PAGINE: 112
PREZZO: 1.49 euro / aderente al programma Kindle Unlimited
SINOSSI: “Il Natale non è solo un periodo dell’anno ma un modo di essere.” 

Natale, tempo di addobbi, cenoni, regali e… immancabili smartphone, social network e trilli a destra e sinistra. In questa tempesta tecnologica che sembra avvicinare persone lontane e allontanare chi è vicino, viene spontaneo chiedersi dove sia finito il fascino della tradizione, del calore familiare, degli abbracci, degli
sguardi. Con uno stile leggero e ironico l’autrice pone a confronto il Natale di ieri e di oggi, quello della
tradizione con le immancabili tombolate tutti assieme e quello moderno con le tante immagini postate, messaggi inviati in stile “copia e incolla” e video in diretta. Una simpatica sfida per unire generazioni, aprire confronti senza mai perdere il sorriso. E tu, lettore, sei legato al Natale tradizionale o ami quello 2.0?
Dopo la commedia romantica “Un secondo, primo Natale”, l’autrice torna a regalare ai suoi lettori lo scintillio della festa più magica dell’anno.

BOOKTRAILER:

LINK ACQUISTO: http://amzn.to/2zIoOmg


Cosa ne pensate cari lettori? Vi piace? Fatemi sapere nei commenti!

A presto,

Sara ©

Annunci

SEGNALAZIONE #50 – STORIA DI CENTO OCCHI DI STEFANO TEVINI

BUON POMERIGGIO PARTICELLE LETTRICI!

Il 26 ottobre 2017 esce nelle librerie il romanzo “Storia di cento occhi” dell’italiano
Stefano Tevini. Un romanzo per chi ama le storie distopiche in cui presente e futuro,
uomo e tecnologie, si uniscono in un connubio tanto affascinante quanto pericoloso. A voi tutti i dettagli:

Risultati immagini per storia di cento occhiTITOLO: Storia di cento occhi

AUTORE: Stefano Tevini

USCITA: Ottobre 2017
PREZZO: 12 euro
PAGINE: 128
ISBN: 978-88-97561-60-6
COLLANA: Narrativa

Consigliato a chi:
attende con ansia la 4a stagione di Black Mirror, divora le storie distopiche in cui presente e futuro, uomo e tecnologie, si uniscono in un connubio tanto affascinante quanto pericoloso.

«I cavi, una nebbia di vasi capillari di rame rivestiti di gomma, convogliano un intero sistema nervoso periferico fatto di ottiche di precisione e microfoni ambientali in un cordone ombelicale innestato qui, nel mio grembo di acciaio e plexiglass».

Trama: Chiuso nel suo grembo metallico, A.R.G.O. vede. Innesto perfetto di software organico e hardware di prima sperimentazione, A.R.G.O. controlla la città attraverso una rete di microfoni e telecamere che convogliano voci, immagini e oceani di dati in un cervello disincarnato. Il progetto è un brevetto Sicurever, multinazionale leader nel mercato della sicurezza. Ma chi è davvero A.R.G.O.? E qual è il suo rapporto con Stefano, un anonimo scrittore che sembra conoscerlo, e temerlo, più di tutti? Crocevia tra distopia e science fiction, Storia di cento occhi esplora le inquietanti possibilità del futuro che incombe oltre la soglia della quotidianità. Il romanzo è impreziosito dal taglio obliquo del manufatto, oramai segno distintivo della casa editrice, il quale esprime simbolicamente la volontà di pubblicare opere trasversali, oblique, aperte alle ispirazioni più singolari dell’arte della narrazione.


«Questo attrito tra slancio vitale, perdizione ed emarginazione produce una combustione che Tevini rende con struggente lirismo». Corriere della Sera (ed. di Brescia)

«Consiglio assolutamente […] Stefano Tevini, altra dimostrazione che di autori validi ne abbiamo pure in Italia».
Aislinn, autrice per Fabbri Editore

«Un autore che percepisce il caos informe del mondo che lo circonda e per parte sua vorrebbe, forse, contribuire a porre un tassello per aggiustarlo».

Alessandro Preiser, su anonimascrittori.it


Biografia dell’autore:

Stefano Tevini nasce a Brescia nel 1981. Laureatosi in Filosofia nel 2004, si avvicina alla
scrittura poco dopo entrando a far parte del collettivo Anonima Scrittori, con cui inaugura una lunga e feconda collaborazione. Fra la sua produzione con Anonima Scrittori ci sono i racconti pubblicati nelle antologie Storie di (r)esistenza (ed. Argonauta) e Il bit dell’avvenire (ed. Tunuè). Nel 2013 pubblica il suo primo romanzo, Vampiro Tossico, seguito da Testamento di una Maschera, editi da La Ponga Edizioni. Stefano Tevini, inoltre, lotta nel circuito del wrestling indipendente italiano e recensisce fumetti per la versione online della rivista Nocturno.

Per maggiori informazioni:
http://www.safaraeditore.com
press@safaraeditore.com
info@safaraeditore.com


Cosa ve ne pare? Vi piace? Lasciate un commento che io vi aspetto sempre per sapere la vostra opinione!

A presto!

Sara ©

SEGNALAZIONE #49 – LA DONNA CHE ANNUSAVA LE LIBRERIE DI KEMPES ASTOLFI.

BUON POMERIGGIO LETTORI CARI!

E buon venerdì! Oggi ho per voi una segnalazione come ogni venerdì. Ritengo che questa uscita sia molto interessante e che dobbiate scoprire questo libro! Ecco qui a voi:

Cover La donna che annusava le librerieTitolo: La donna che annusava le librerie

Autore: Kempes Astolfi

Data di uscita ufficiale: lunedì 13 novembre

Genere: Romanzo

Casa editrice: Prospettiva Editrice

Costo: 14 €

Prevendita (in lancio a breve, data segreta): 11 €

Sinossi: Denise è una tranquilla bibliotecaria di Clarkesville che durante i weekend visita e annusa in tutto il mondo quei luoghi incantati che regalano emozioni sotto forma di pagine. Un giorno, a Parigi, dentro Shakespeare & Co., Denise viene notata da una giornalista, Amanda Lisetti, che decide di incontrarla per saperne di più sulla sua storia, sui suoi gesti. Quella che inizialmente doveva essere una semplice intervista per un blog si trasforma in un rapporto profondo tra due donne che iniziano a farsi forza l’un l’altra per uscire da quello che sono diventate oggi. Il mistero che si cela dietro il passato di Denise è turbolento quanto la difficoltà che la bibliotecaria prova anche solo nel raccontare e ricordare il suo dramma interiore. È davvero possibile lasciarsi andare completamente e vivere una volta per tutte, dimenticando un passato lastricato di ostacoli e momenti difficili da rivangare? Chi è veramente Denise? Perché non vuole parlare, aprirsi e raccontare davvero cosa ha vissuto, partendo dal suo rapporto col misterioso Adam? E cosa sta cercando nelle librerie di tutto il mondo? Cosa accade quando, dopo aver nascosto lo scrigno dei ricordi in un angolo remoto della mente, si incontra la persona che ne possiede la chiave? Denise, con le sue paure, le sue angosce e la sua voglia di vivere nonostante tutto, scoprirà che nulla accade per caso nel personale percorso chiamato vita. La Donna che annusava le librerie è una ricerca dell’impossibile, una sfida alla forza di volontà, un percorso magico tra libri e librerie di tutto il mondo.

Note Autore

Kempes Astolfi nasce a Civitavecchia.  La Donna che Annusava le Librerie è il suo quinto libro. È l’ideatore del Movimento Fotografico Letterario “KomeSto?”Dal 2001 inizia la sua carriera di regista e sceneggiatore, girando cortometraggi e videoclip. Nel 2006 consegue il diploma di Regia e Sceneggiatura alla Scuola delle Arti.  Nel 2007 stampa i “K? Calendars” a diffusione internazionale. Dal 2008 gira il mondo col “KomeSto? Tour”, versione live della manifestazione ideata sul suo portale. Nel 2012 filma l’episodio pilota di “Invade The Trash Series”. Nel 2013 crea il Movimento “30SecondsEvents”, organizzando diversi FlashMob tra lui “30 Seconds Into Our Souls” e pubblica il suo primo libro, LAbbraccio Perfetto”. Nel 2014 firma il videoclip de LArtefice “Da Roma a Malibù”. Nello stesso anno pubblica il suo secondo libro, “Aneddoti Curiosi sul Gioco del Calcio”. Nel 2015 è assistente alla regia di “On Air. Nel 2016 pubblica “Cosa Pensano i Gatti Italiani dei Felini Stranieri”. Nel 2017 partecipa alla produzione di un film in America e pubblica l’open book “Mille Racconti per Mille Parole” conosciuto anche come Un Milione di Parole”.

www.facebook.com/kempes.astolfi

www.instagram.com/kempesastolfi

Alcune Presentazioni Programmate prima dell’uscita ufficiale

9 novembre – Pescara, Anteprima al FLA, http://www.pescarafestival.it

10 novembre – Mondadori Francavilla

11 novembre – Ascoli Piceno (da confermare)

Presentazioni Programmate dopo dell’uscita ufficiale

14 novembre – Novara

15 novembre – Milano


Cosa ne pensate cari lettori? Fatemi sapere che io vi aspetto! Lo sapete!

A presto,

Sara ©

SEGNALAZIONE #49 – SARAH GILMORE: LA CUSTODE DI FABIO FANELLI

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE!

E’ venerdì! Finalmente! Non siete contenti? Non sentite l’aria del fine settimana in arrivo? o si, non vedo l’ora che arrivi il sabato per riposarmi.

Risultati immagini per Sarah Gilmore: La CustodeTitolo: Sarah Gilmore: La Custode
Autore: Fabio Fanelli
Serie: La Custode
Data uscita: 19 giugno 2017 
Editore: self publishing
Pagine: 361
Genere: Fantasy Young
Sinossi: Il mondo magico è in grave pericolo. Il nemico è in agguato pronto ad agire. Solo una ragazza può salvarlo: una ragazza comune del destino speciale.
Sarah è testarda, caparbia, coraggiosa e determinata, ma non sa di possedere queste doti fin quando non si scontra con il suo destino: diventare la Custode di un potente Grimorio. Il suo cuore puro le permetterà di accedere al grande potere che custodisce il libro ma, poco avvezza alla magia e a ciò che ne deriva, riuscirà a fronteggiare gli Oscuri che vogliono conquistare il potere assoluto? 
Saprà adattarsi a una nuova vita piena di pericoli ed ostacoli da affrontare? 
Che aspettate? Immergetevi nel mondo di Sarah Gilmore. 

Amore, Amicizia, Intrigo, Mistero e Magia sono gli ingredienti perfetti per un romanzo che vi stupirà!

Chi sono? Sono un semplice ragazzo che ama leggere.
Detto così sembrerebbe molto riduttivo ma vi dirò di più: è stato un vero e proprio colpo di fulmine. Ricordo che, quando ero piccino, correvo in edicola per acquistare i Piccoli Brividi. Dopo aver impietosito mia madre, mio padre o il malcapitato di turno, per acquistarli, li leggevo in tutta fretta per poterne comprare un altro e un altro ancora. Devo ringraziare una persona in particolare, è merito suo se il mio amore per i libri continua a crescere giorno dopo giorno: la mia Professoressa di Italiano. Fu lei che mi fece appassionare ai classici. Pirandello, Victor Hugo, Primo Levi, Antonio Fogazzaro e tanti altri hanno saputo catturare la mia attenzione, coinvolgendomi nel loro mondo, nel loro stile e nel loro modo di vedere la vita. Il cammino verso la scoperta dei libri era appena iniziato, pian piano il sentiero si divise e di classici passai ai romanzi contemporanei. Approdai al genere Fantasy, al Thriller e ai gialli.

Qual è il mio libro preferito? Questa domanda per molti potrebbe sembrare difficile, ma per me non lo è affatto. I miserabili, senza ombra di dubbio. Una storia struggente che mi ha fatto piangere, sorridere, arrabbiare e mi ha fatto comprendere quanto la vita possa essere difficile.

Estratto:

Electra digrignò i denti, ‹‹me la pagherai!›› disse.
Madida di sudore, portò allo stremo il suo corpo. I muscoli tesi delle braccia deviavano le sfere di fuoco lanciate da Connor. Forte, veloce e scattante, Electra colpì duramente Xaviar che si piegò in due dal dolore. Scavalcandolo con un salto, fece perno su di lui assestando un calcio sul volto di Connor, che venne catapultato a qualche metro di distanza.
‹‹Damian non è il momento giusto per fare un sonnellino…›› urlò Electra, ma il ragazzo inerme, rimase sdraiato sull’asfalto.
Quattro sfere di fuoco le vennero lanciate contro, Electra recuperò tutte le sue energie e deviò ancora una volta l’attacco di Xaviar. Le sfere esplosero inghiottendo tra le fiamme un lampione, distruggendolo completamente.
Era in difficoltà. Le gambe le tremavano, cadde in ginocchio esausta. 
Carpe diem. Connor raccolse tutte le sue energie, scagliando una sfera più grande e minacciosa delle altre, Electra non riuscì a contenere l’attacco. Il muro di protezione innalzato venne neutralizzato, la sfera lo attraversò, ferendole il braccio e facendole perdere l’equilibrio. Barcollò e cadde per terra, in balia del nemico.
Sanguinava copiosamente. Ferita e stordita non riusciva ad alzarsi. Connor in piedi vicino alla ragazza ansimante era pronto a scagliare il suo ultimo attacco.
‹‹No!›› Damian riaprì gli occhi appena in tempo, si rialzò gettandosi a peso morto contro Connor, bloccandolo a terra. 
Damian occupato com’era a fronteggiare Connor non sarebbe stato d’intralcio, Xaviar non perse quell’occasione, una volta eliminata la ragazza sarebbero passati in vantaggio. Prese il pugnale dalla sua cintura. Electra sfinita, crollata a terra, seguiva con lo sguardo l’Oscuro ma non riusciva a gestire il suo corpo. Cercò di alzarsi inutilmente, non le era rimasto un briciolo di energia. Ormai era giunta la sua fine! ‹‹Electra!›› urlò Damian.

Cosa ne pensate? Vi piace? Fatemi sapere con un commentino!

A presto,

Sara ©

SEGNALAZIONE #48 – IL SEGNO DELLA TEMPESTA DI FRANCESCA NOTO.

BUON POMERIGGIO PICCOLE PARTICELLE!

Come state? Io bene! Finalmente, ecco che arriva il fine settimana e porto una nuova segnalazione con me. Mi ha inviato questo l’agenzia letteraria Saper Scrivere e presto, a Novembre, ci sarà un Review Party, quindi vi farò sapere cosa ne penso! Ecco che ve ne parlo:

cover_il2bsegno2bdella2btempesta2b2Titolo: Il segno della tempesta

Autore: Francesca Noto

Data d’uscita: 18 Aprile 2016

Editore: Astro Edizioni

Prezzo: € 2,99 Ebook / € 12,67 Cartaceo

Trama: Lea Schneider ha un dono, o forse una maledizione. Riesce a percepire con impressionante chiarezza le emozioni altrui. È sempre stato un fardello complicato da gestire, in grado di trasformare la sua adolescenza in un inferno. Anni dopo, le sue capacità tornano a manifestarsi con forza. In preda a strani sogni premonitori, Lea decide di fuggire verso la regione più selvaggia della Florida, dove è stata concepita vent’anni prima. Ciò che non sa è che quel viaggio – come il suo dono – fa parte di un disegno più grande. Chi è Sven, il ragazzo senza un passato e dotato di capacità ben più potenti delle sue? Nuove forze scoprono le carte di una partita antica, di cui i due giovani sono il fulcro.


Info sull’autore: Francesca Noto vive a Roma, dove è nata nel 1977, con il marito e due figlie. Laureata in lettere antiche con indirizzo archeologico, ha poi scelto di seguire il suo sogno di lavorare nella scrittura creativa ed è diventata una giornalista, editor e traduttrice professionista di narrativa. Appassionata fin da bambina di heroic fantasy, scherma medievale, equitazione, giochi di ruolo e videogiochi, ha iniziato a scrivere il suo romanzo d’esordio, Il segno della tempesta, nel periodo dell’università, per concluderlo e pubblicarlo nel 2016 con Astro Edizioni. Al momento sta scrivendo il suo secondo romanzo, un sequel stand-alone dal titolo I figli della tempesta, che uscirà per Astro Edizioni a ottobre 2017.


Cosa ne pensate? Vi piace? Vi incuriosisce? Fatemi sapere, mi raccomando!

A presto,

Sara ©

SEGNALAZIONE #47 – NON E’ COLPA MIA DI LUCIA MAGIONAMI E VANNA UGOLINI.

BUON POMERIGGIO CARI LETTORI!

E’ venerdì! Finalmente è venerdì! Queste settimane volano, ma come mai? :O E il freddo sopraggiunge sempre di più. Io vi tengo compagnia a modo mio, come sapete, con una nuova segnalazione per oggi, di due autrici che parlano di un tema forte. Ecco qui:

Autori: Lucia Magionami, Vanna Ugolini 
Titolo: Non è colpa mia –Voci di uomini che hanno ucciso le donne 

Premessa di Gabriella Genisi, Prefazione di Cristiana Mangani e Claudia Fulvi

Isbn: 9788860748898
Pagine: 284
Anno di pubblicazione: 2017
Editore: Morlacchi editore
Prezzo: € 14,00

Ci sono mille altri modi. La violenza è una scelta, una scelta da non fare.

Trama: Una giornalista e una psicologa insieme per capire cosa passa nella mente e nel cuore degli uomini che hanno ucciso le loro donne, per tentare di riconnettere esperienze di femminicidi alla realtà dei fatti ma, anche, al contesto culturale e al percorso psicologico che porta uomini normali a diventare assassini e a non assumersene, però, nel profondo, la responsabilità. 
Dalle interviste di Luca, Giacomo, Luigi risulta chiaro che non sono mostri, non sono malati. Sono persone normali. Le autrici lo affermano con forza: non ci sono raptus, né scatti d’ira, il percorso verso il femminicidio è più lungo, lastricato di silenzi, di prigioni culturali, di diversi modi di intendere la vita, dell’incapacità di dare un nome ai sentimenti, alle situazioni e quindi di riconoscerle. 
«Arriviamo a un punto e decidiamo se usare la ragione o la forza. Se vogliamo mantenere ad ogni costo il potere su una persona fino ad arrivare a toglierle la vita o se vogliamo amare, liberamente, accettare che questo possa finire e possa far male.»

Comunicato Stampa 

Il libro e’ Un viaggio nell’anima di uomini che hanno ucciso le donne. Un libro che è un percorso emotivo ed evocativo ma anche uno strumento per capire cosa succede in una relazione violenta, scritto a quattro mani dalla psicologa psicoterapeuta Lucia Magionami e dalla giornalista Vanna Ugolini.

Il punto di partenza sono le interviste fatte a tre uomini che hanno ucciso le donne con cui avevano condiviso un progetto di vita. Dalle interviste a Luca, Giacomo e Luigi risulta chiaro che siamo di fronte a uomini normali, non certo dei mostri. Persone comuni eppure assassini. Sono stati disposti a ripercorrere con la memoria i passi compiuti verso gesti irrimediabili, a raccontare la propria storia. Il libro è una ricerca profonda che risponde alla necessità di capire, per poi comunicare, cosa spinge un uomo ad uccidere l’amore della propria vita, cosa succede in quei minuti in cui si decide – o non si decide, semplicemente si fa – di svoltare e diventare assassini. Tanto le parole dell’intervistatrice sono tese a cercare di capire cosa accade nella mente di una persona normale che arriva ad uccidere la propria compagna, tanto diventa forte la loro resistenza e il loro tentativo di giustificazione. Non è colpa mia, dicono i tre all’unisono, usando parole diverse ma che vanno a convergere nello stesso punto. La nostra ipotesi è che siano incapaci, anche dopo anni di carcere, di riconoscersi fino in fondo colpevoli e responsabili. E che il carcere, lungi dall’essere un luogo di recupero, non diventa nemmeno un luogo di espiazione della pena.

E dal libro emerge anche quello che le autrici Magionami e Ugolini lo affermano chiaramente: non ci raptus né scatti d’ira: il percorso verso il femminicidio è più lungo, lastricato di silenzi, di prigioni culturali, di diversi modi di intendere la vita, dell’incapacità di dare un nome ai sentimenti, alle situazioni e, quindi, di riconoscerle. “Arriviamo a un punto e decidiamo se usare la ragione o la forza – scrivono le autrici – Se vogliamo mantenere a ogni costo il potere su una persona fino ad arrivare a toglierle la vita o se vogliamo amare, liberamente, accettare che questo possa finire e possa far male”. Gli sono mille altri modi diversi dalla violenza per chiudere una relazione. La violenza è una scelta. Una scelta da non fare.


Informazioni sugli autori

Vanna Ugolini, laureata in Economia, giornalista professionista, è vice-caposervizio alla redazione di Terni de «Il Messaggero», è madre di tre figli. Si è occupata di cronaca nera e giudiziaria seguendo i casi più importanti avvenuti prima in Romagna e poi in Umbria. Ha partecipato come docente a master post-universitari sulla comunicazione per l’Università degli Studi di Perugia e come relatrice a numerosi convegni su temi legati allo sfruttamento della prostituzione e violenza contro le donne. Nel 2011, insieme al Siulp, (sindacato di polizia) ha prodotto un documentario verità sullo spaccio di droga a Perugia dal titolo Zbun. Cliente. Ha pubblicato diversi libri tra cui Tania e le altre. Storia di una schiava bambina (Stampa Alternativa, 2007), con cui ha vinto il Premio Le Ragazze di Benin City (2008) e Nel nome della cocaina (Intermedia Edizioni, 2011). È presidente dell’associazione Libertas Margot, composta da professionisti che si occupano di violenza di genere.


Lucia Magionami, psicologa e psicoterapeuta, dal 2003 lavora sulla tematica della violenza di genere. Oltre alla libera professione che svolge presso i suoi studi a Firenze e Perugia, si occupa di formazione e sensibilizzazione sulla tematica della violenza di genere sia come libera professionista sia come consulente presso enti pubblici, inoltre è stata relatrice a più convegni riguardanti la violenza intra familiare. Attualmente fa parte dell’associazione “Libertas Margot” con sede a Perugia, la quale ha costituito, a livello regionale, il primo sportello di ascolto per gli uomini che agiscono violenza. Dal 2015, sempre a Perugia, ha formato il primo gruppo di “Libroterapia: parole lette, emozioni raccontate”, che organizza cicli di incontri di terapia di gruppo per parlare di emozioni e di sentimenti attraverso i libri scelti dal terapeuta per fare un viaggio attraverso la psiche. 

luciamagionami.blogspot.it

Cosa ne pensate? Fatemi sapere e tenetemi aggiornata! Io come sempre sono qui, che vi aspetto!

A presto,

Sara ©

SEGNALAZIONE #47 – ANGELS – WINGS OF LIGHT DI GIOIA DE BONIS.

BUON POMERIGGIO PARTICELLE!

Gioia, l’autrice di questo romanzo che è uscito da poco, è davvero gentilissima e sono felice di segnalare qualcosa di suo! Presto avrete una recensione di un altro suo romanzo qui sul blog!

Ecco che ve ne parlo: Risultati immagini per Angels-Wings gioia de bonis

AUTORE: Gioia De Bonis
TITOLO: Angels- Wings of light
SERIE: Angels Saga (vol. 1)
E-BOOK /CARTACEO: —

LINK D’ACQUISTO: https://www.amazon.it/ANGELS-WINGS-LIGHT-SERIE-Vol-ebook/dp/B0762BP93S
USCITA: 5 ottobre 2017
TRAMA: Secoli fa Dio diede il libero arbitrio anche agli angeli, e questi decisero di amarsi sopra ogni cosa. Adam, Aidan e Aileen sono nati da quest’amore, e fanno parte dell’ottava generazione di Nahalia, ovvero i nati senza ali. È giunto il tempo del Discendit de caelo, e se c’è una cosa che Adam odia è proprio questa stupida tradizione.
Lui non ha bisogno di un anno fra gli umani per decidere cosa fare da grande: LUI SA COSA VUOLE!
La sua vita però sta per cambiare … il suo incontro con Heather, sebbene non sia dei più dolci, scombinerà la sua vita, i suoi piani.
Adam dovrà presto rispondere ad una domanda: siamo destinati ad essere quello che altri hanno deciso per noi o l’amore può sconvolgerci a tal punto da travolgere le nostre vite?
Cosa sarà disposto a sacrificare Adam per amore?
E TU … TU COSA FARESTI PER AMORE?
Ma l’amore non è il solo ostacolo … qualcuno trama nell’ombra per rubare le ali ad un angelo e quale più ghiotta occasione del Discendit de caelo?

ESTRATTO:

Risultati immagini per Angels-Wings gioia de bonis


Risultati immagini per Angels-Wings gioia de bonis


Cosa ne pensate cari lettori? Vi piace?! Io vi aspetto come sempre con un bel commentino!

A presto,

Sara ©