BLOGTOUR # – UNA SPERANZA NEL CUORE: CARD.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Novità per voi in arrivo oggi con questo nuovo blogtour e la relativa tappa. Ecco qui che vi parlo di questo libro che spero possa interessarvi davvero. A voi tutti i dettagli e la mia tappa:

Una speranza nel cuore di [Giustina Pnishi]Titolo: Una speranza nel cuore
Autore: Giustina Pnishi
Editore: Booksprint
Pagine: 438
Prezzo e-book: 3,49€
Prezzo cartaceo: 20,90€
Trama: Veronica, nata in un Paese in cui la donna è considerata di proprietà dell’uomo, contro la sua volontà è data in sposa giovanissima a un uomo che si rivela fin da subito violento. Ferita nel corpo e ancor di più nell’anima, subisce la vita convinta di non possedere gli strumenti per cambiarla. È l’incontro con Glauco a darle la forza di reagire e di ribellarsi al suo destino. Grazie a lui conosce finalmente l’amore, quello vero, intenso e passionale, ma anche tormentato. E poi c’è l’amore per Andrea, un sentimento tenero e affettuoso, quasi fraterno, che le dà stabilità. Nel mezzo l’amore più grande, quello per la figlia Giulia. Ma è possibile amare due uomini contemporaneamente? La vita di Veronica scorre velocemente tra gioie e dolori, segreti e bugie e un incubo che ritorna dal passato e che sembrava ormai sepolto. 

LA MIA TAPPA SONO LE CARD.

Eccole a voi! 

Giustina-card-2Giustina-card-1giustina-4Senza-titofggfdglo-1Senza-titolo-4


Che ne pensate? Vi piace? Fatemi sapere, mi raccomando che io vi aspetto come sempre.

A presto,

Sara ©

 

RECENSIONE SERIE TV – THE END OF THE FUCKING WORLD #2 SU NETFLIX.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccomi con una nuova recensione per voi e spero che possa piacervi. Ho finito proprio ieri di vedere la serie incastrando le puntate persino nella pausa pranzo del lavoro ma ce l’abbiamo fatta! Ecco qui che vi parlo della seconda stagione di The End of the F***ing World 2. 

teotfw_s2_vertical_main_rgb20191023-6517-5n34xuTitolo: The End of the F***ing World 2

Stagioni: Al momento solo una.

Episodi: 8

Durata: 25 – 30 min (episodio)

Trama della prima stagione: Due ragazzi diciassettenni, James, convinto di essere uno psicopatico e alla ricerca di qualcuno da uccidere, e Alyssa, sua compagna di scuola ribelle, lunatica e insoddisfatta della propria vita, decidono di scappare insieme per sfuggire dagli schemi delle loro monotone vite.

TRAILER


RECENSIONE

La storia riprende qualche anno dopo gli avvenimenti della prima stagione. C’è una ragazza, Bonnie che è stata cresciuta da dei genitori assenti o pressanti, anche molesti ed apparentemente non si riesce a capire con cosa si colleghi ai nostri protagonisti. Bonnie era stata adescata dal professore che James ed Alyssa hanno ucciso ed ora lei, uscita di prigione, cerca vendetta per l’uomo che ha amato. Il suo obiettivo principale? Alyssa.

Ma James e Alyssa, che fine hanno fatto? Perchè Bonnie cerca vendetta quando anche lei è stata una vittima del professore?

In questa seconda stagione niente è come prima. L’unica cosa a restare tale è il carattere di Alyssa ed il suo modo brusco e poco carino di porsi con gli altri anche se, nonostante tutto ha deciso di andare avanti e di sposarsi un ragazzo conosciuto da qualche tempo dove vive ora dalla zia. E’ lì, fra un preparativo e l’altro che la ragazza riceverà un proiettile col suo nome – sbagliato tra l’altro – e lì per lì pensa sia uno scherzo.

James, dall’altro lato, costretto a mettere un punto con Alyssa e dopo una lunga riabilitazione per tornare a camminare, si trova a condividere dei momenti con suo padre che non ha mai passato prima e sembra sentirsi finalmente a casa, sembra quasi avere ciò che gli è mancato per tutto quel tempo. E’ proprio quando suo padre muore d’infarto fulminante che riceve un proiettile col suo nome. E’ lì che non pensa neanche per un secondo ad uno scherzo, ma pensa ad Alyssa e decide di andarla a cercare.

Risultati immagini per the end of the fucking world 2 bonnie

Bonnie

Della bellezza della prima stagione resta nulla o quasi, non sono riuscita neanche a trovarci il James di prima. Sono felice che sia cambiato in positivo perchè è un personaggio che meritava qualcosa di meglio ma ha perso molti dei tratti che lo distinguevano davvero. Le poche cose che restano sono i suoi silenzi anche nei momenti in cui è necessario dire qualcosa ma per Alyssa è diventato quasi un’altra persona, è migliorato. Infatti devo dire che, mentre nella prima stagione ho amato molto più Alyssa e il suo personaggio, qui ho apprezzato e amato molto di più la semplicità e il cambiamento necessario di James. Alyssa invece, se non regredita, è rimasta quella di sempre, anzi, l’uccisione dell’uomo della prima stagione sembra tormentarla portandola costantemente a pensare a quegli eventi. Ho apprezzato il fatto che la sua paura, le sue debolezze finalmente siano venute a galla, l’indecisione sul matrimonio e sui suoi sentimenti, e che non sia stata ancora quella forte che riesce in qualsiasi cosa.

Risultati immagini per the end of the fucking world 2

L’introduzione di Bonnie non è stata particolarmente apprezzata dal pubblico, ne tanto meno da me. Trovo sia stata solo un modo per mandare avanti questa storia anche se ha mantenuto la linea dei personaggi in qualche modo “disturbati” che hanno popolato questa storia. Un personaggio che ha creato solo scompiglio e che ha finito per essere una nota marginale della storia. Non ha spiccato per qualcosa di particolare e si è solo lasciata trascinare dall’immagine di ciò che si era costruita da sola, da una gelosia infondata. Inoltre, il suo finale ha lasciato a desiderare.

Risultati immagini per the end of the fucking world 2Questa seconda stagione ha lasciato tanta malinconia e nostalgia per ciò che non c’è più: malinconia per i personaggi che sono cambiati, nostalgia per i vecchi Alyssa e James, nostalgia per la vecchia storia e per tutto ciò che non sarà più. Ora che i personaggi cercano di andare avanti con le loro vite, le maschere si tolgono ed ognuno mostra la propria maturità portando a galla nuovi aspetti che si, fanno piacere, ma che allo stesso tempo smontano l’immagine precedente che uno si è fatto.

Nonostante questo, posso dire che la stagione è stata passabile. Si può vedere se non si hanno grandi aspettative su ciò che succederà in questo secondo capitolo. Ai più curiosi che non conoscevano proprio la serie consiglio di vedere la prima stagione! Non esitate neanche per un secondo ^^


Che ne pensate? Avete visto la prima stagione? Io ve la consiglio, molto più di quanto vi consigli questa. Vi aspetto come sempre con opinioni, idee e commenti di ogni tipo per sapere anche che genere di serie preferite.

A presto,

Sara ©

SEGNALAZIONE #144 – CHIUDO GLI OCCHI DI FLORIANA NASO.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Altra settimana, altra segnalazione! Il mese è giunto ormai al termine ma noi siamo carichi e pronti a leggere sempre più libri – o a mettere libri in lista che almeno si allunga sempre 😛 . Io vi segnalo un nuovo romanzo fresco fresco. A voi:

Titolo: Chiudo gli occhi
Autore: Floriana Naso
CE: Convalle Edizioni
Pagine: 204
Genere: comedy-romance / psico-thriller
Prezzo: 13€
Formato: cartaceo e eBook
Note, commenti, finalità: Quello che leggerete è un romanzo. Punto.
Comedy sentimentale? Thriller psicologico? Romanzo metropolitano? Fiction?
Difficile definirlo. Anzi, superfluo. Questo romanzo intreccia più di un genere, creando un mood narrativo unico e originale, che coinvolge e sostiene la suspence fino all’ultima riga. Una storia che sfugge alle catalogazioni di mercato, perché scrivere è un atto di profonda libertà!

Sinossi: Una famiglia come tante, appartenente al ceto medio che quasi non esiste più; due sorelle molto diverse; un incontro che cambierà la vita di tutti…
Questi gli ingredienti fondamentali di una storia che si dipana tra la comedy romance e lo psico-thriller, in stile squisitamente italiano.
Siamo nella periferia torinese, la famiglia di Giulia vive la crisi economica –
come la maggior parte delle famiglie medie italiane, negli ultimi dieci anni. Giulia, una ragazza come tante, sta per laurearsi in psicologia per accontentare i genitori, mentre sogna di lanciare una linea di alta moda.
Nella sua vita, inatteso e improvviso, arriva Giorgio: giovane, brillante, ricco e romantico! Il principe azzurro sembra essersi materializzato: Giulia scoprirà molto presto che non è così, e che il piano diabolico di Giorgio era farla innamorare per…
Giulia viene trascinata bruscamente e con violenza in un incubo senza fine, pedina di una strategia criminale. Il finale, inaspettato e sconvolgente, lascerà i lettori senza parole.

ESTRATTO

Chiude la telefonata, convinta di essere sul punto di commettere l’ennesimo
errore. Giorgio è sempre stato il suo più grande sbaglio, eppure non può
smettere di cercarlo. Si odia per questo, ma rinunciare ai loro corpi nudi,
intrecciati e umidi, sembra impossibile. «Perché sei così stupida?» continua a
ripetersi davanti allo specchio, guardando il suo corpo, una splendida scultura
di carne. Lo sguardo cade sul flaconcino di olio che Giorgio le ha regalato durante un
romantico week-end a Vienna: uno dei tanti momenti consumati troppo
velocemente, aspettando la proposta, mai arrivata! Si spalma l’olio, piangendo. L’attesa brucia più del fuoco e la paura dell’inganno la fa sentire condannata, senza scampo. La crudeltà di quell’amore è un cappio, ma non c’è stretta che vorrebbe di più.

BIOGRAFIA

Floriana Naso nasce nel 1976 a Torino. Studia economia, ma presto si appassiona alla scrittura e alla letteratura. Pubblica nel 2017 il suo primo romanzo 700 Giorni, Robin Edizioni; da allora persegue la sua passione giungendo finalista con racconti brevi a numerosi concorsi letterari, poi pubblicati nelle omonime antologie.
Floriana, oltre a essere redattore di una testata on-line Italia Star Magazine e della rivista culturale Grado Zero, per le quali scrive articoli di cultura a tematica sociale, presenta anche autori in giro per l’Italia. È uscito da poco il suo secondo romanzo Il respiro della Grande Madre, pubblicato da Bré Edizioni.


Come vi sembra? Vi piace? Fatemi sapere, mi raccomando che io vi aspetto sempre!

A presto,

Sara ©

 

WWW WEDNESDAY #64

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Vi riporto questa rubrica due settimane di seguito, avete ragione! E questo non accadeva davvero da molto 😀 Ma ammetto che il tempo è poco ed ho impegnato il mercoledì con la pubblicazione di qualcosa di diverso. Oggi io vi porto il WWW Wednesday – rubrica ideata da Should Be Reading – in cui vi mostro le mie letture di questa settimana. Fatemi sapere le vostre! Ecco qui:

What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?

ghinelli-199x300Risultati immagini per ciarly e le dodici ereQuesta settimana vorrei riuscire a leggere due libri se mi muovo un pochino anche se dubito di riuscirci davvero. Il primo mi è arrivato in questi giorni e si tratta di un libro della Marsilio che ho notato e che non vedevo l’ora di avere fra le mani. Si tratta di Tracce dal silenzio di Lorenza Ghinelli. L’ho appena iniziato e la trama sembra davvero interessante. Spero che il libro prometta molto. Sono ultra curiosa.

Ho intenzione di leggere anche un secondo libro in questa settimana e spero di riuscirci davvero. Ciarly e le dodici ere di Emanuela Scotti in anteprima di cui ci sarà un Review Party la prossima settimana. Una lettura che spero si riveli interessante. Vi terrò aggiornati, non temete.


What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?

51kkk2qogql._sy445_ql70_978880471969hig-628x965Il primo libro che ho letto nella scorsa settimana è stato un libro che dovevo recuperare da un po’ e che non vedevo l’ora di leggere. Purtroppo per una cosa o per l’altra è scalato un po’ ma sono riuscita a terminarlo. Sto parlando di Crossing Over di Irene Grazzini, terzo e ultimo volume della trilogia iniziata con Dominante proseguita con Recessive. La storia è stato un degno finale per questa storia anche se troppo veloce per quanto riguarda la risoluzione finale. Vi lascio QUIla recensione.

Una delle letture che ho iniziato nel week end è stata il secondo volume della trilogia di Arlo Finch, ovvero Arlo Finch, Il lago della luna di John August edito Mondadori Ragazzi.  E’ sicuramente singolare che riprende il primo volume ma parla di una nuova avventura di Arlo in cui il protagonista è molto più consapevole di cosa accade nella sua vita e nel suo paese, Pine Mountain. Una storia magica, per giovani lettori.


What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?

Risultati immagini per mirika la principessa dei moniIn teoria ho intenzione di recuperare qualche lettura che è rimasta in sospeso a lungo. In pratica ho un altro evento, esce Mirika, La principessa dei Mondi 2 di Monica Brizzi e devo leggerlo. Quindi vi terrò assolutamente aggiornati sullo stato delle letture che devo effettuare, non temete.

Non so cos’altro leggerò, vi farò sapere!

 

 


Voi cosa state leggendo? Cosa leggerete? Rispondete alle domande mi raccomando, che  io vi aspetto!

A presto,

Sara ©

RECENSIONE #353 – ARLO FLINCH (#2), IL LAGO DELLA LUNA DI JOHN AUGUST.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Ecco che vi porto una nuova recensione per voi che spero possiate apprezzare. Ricordate Arlo Finch, La valle di fuoco? Per chi non dovesse ricordare il primo volume può rileggere la recensione QUI. Ringrazio la Mondadori per avermi permesso la lettura. Per chi lo avesse scoperto solo ora vi consiglio comunque di leggere la recensione del primo volume. Ecco a voi il secondo volume:978880471969hig-628x965

Titolo: Arlo Finch. Il lago della luna

Autore: John August
Secondo volume della serie
ISBN: 978880471969
Pagine: 336
Link d’acquisto: https://amzn.to/31LGk6Z

Trama: È arrivata l’estate. Arlo Finch si prepara a un nuovo campo con il reparto di Pine Mountain e a mille avventure con gli amici: in quelle due settimane, infatti, i Ranger non solo accenderanno falò, andranno in canoa o faranno camminate nei boschi, ma impareranno anche a conoscere gli spiriti che abitano la natura e a praticare la pinomanzia, la magica arte di leggere i tronchi degli alberi. Quello che il ragazzo ancora non sa è che nel passato del reparto si nasconde un capitolo oscuro, e proprio a lui toccherà risolvere il mistero della Squadriglia Gialla, inspiegabilmente scomparsa e dimenticata. Seguendone le tracce, Arlo partirà per un vertiginoso viaggio nel tempo, che dal Campo Readfeather porta al passato della sua stessa famiglia. Quando persino le leggende possono rivelarsi reali, nulla è più scontato, se non il pericolo.

RECENSIONE

person using compass that leads to Loch Ness place

La storia ha inizio dove abbiamo lasciato la prima, qualche periodo più avanti. Arlo è sul ponte spezzato e sta aspettando i suoi amici Indra e Wu. In lontananza ha visto qualcosa e non vede l’ora di parlarne con i suoi migliori amici. Quando questi lo raggiungono riescono a vedere tutti dall’altra parte del ponte spezzato, loro stessi. Ci sono tutti tranne Connor ed Arlo e Wu sembra essere il capo squadriglia. Nulla sa cosa sta accadendo o cosa voglia dire fino a che tutte le squadriglie non partono per il Campo Readfeather. È lì che si trovano le sfide più ardue, ma cosa c’entra Arlo? 

Cosa succederà al Campo Readfeather? Quali segreti riuscirà a portare a galla il giovane ranger? Cosa nasconde il lago e l’alone misterioso che lo circonda e che circonda il campo stesso? Arlo ed i suoi amici riusciranno a restare uniti in questa avventura?

«Ho dodici anni» protestò Arlo. «Quasi tredici». «E io ne ho quasi quaranta. Ma dentro, nel profondo, sono la ragazza di sempre. Le persone non cambiano mai davvero. Diventano solo più simili a ciò che sono».

La trama sicuramente incuriosisce. Lo ero già di mio avendo già letto il primo volume e la trama di questo mi ha messo ancor più curiosità. Effettivamente vista con l’occhio di chi ha letto il libro, posso dire che racconta un po’ di quello che è la storia, però posso anche ammettere che è tutto molto vago e si scopriranno i dettagli succosi solo se si decide di leggere il volume.

La copertina mantiene lo standard della storia precedente e ispira molto di più rispetto al volume precedente. E’ stata mantenuta come una delle versioni originali quindi non posso che ritenermi soddisfatta della scelta fatta. L’immagine rappresenta proprio quello che si troverà poi all’interno del volume: il lago della luna, il mostro Ekafos che vive nel lago ed Arlo e Indra a bordo della canoa alla ricerca delle risposte tanto attese. Il titolo del volume è stato semplicemente tradotto dall’originale quindi non ci sono stati sconvolgimenti repentini o chissà quale cambiamento. Quindi devo dire che graficamente è ottimo, rispecchia molto l’originale ed è fatto molto bene.sailing boat in body of water

L’ambientazione di questa storia passa da Pine Mountain al Campo Readfeather dove il giovane Arlo trascorrerà alcuni giorni con le altre squadriglie e gli altri ranger per affinare le sue abilità e scoprire nuove cose; l’epoca sembra essere moderna, ai giorni nostri.

«Se c’è una cosa che ho imparato nel Regno è che non ci si può fidare di nessuno». «Neanche di te?» domandò Arlo con un sorrisetto. «Per quanto ne so, forse loro volevano che te lo dicessi. Mi sono chiesta se dovevo venire o no. «Allora perchè l’hai fatto?» Lei scrollò le spalle. «Ho la sensazione che in questa cosa siamo dalla stessa parte».

photography of two person riding kayak during daytime

I personaggi di questa storia sono i medesimi del primo volume, solo che avremo modo di scoprire nuovi dettagli ed il carattere si affinerà molto di più rispetto ad ora.

I personaggi sono decisamente più maturi e più grandi. In primis Arlo che sembra fare delle sue stranezze e delle creature che vede, il suo punto di forza. Niente lo spaventa più ormai, anzi è il primo a buttarsi a capofitto quando le cose si fanno ancora più misteriose. Quella che invece ho visto un po’ ‘regredire’ (se così vogliamo metterla) è Indra. Laddove è sempre stata quella saggia, o comunque quasi la Hermione del gruppo di amici, in questo volume risulta piagnucolosa e poco avvezza a risolvere i problemi. Infatti in questo volume ha spiccato un po’ di più il piccolo Wu e il nuovo compagno di avventura che entra a far parte della squadriglia solo per questo campo: Thomas.

Arlo è il fulcro di questa storia e con i suoi occhi di colore diverso riesce a catturare il cuore del lettore per la sua bontà, ingenuità e per il suo intrepido e piccolo coraggio. In questo libro riuscirà ad avvicinarsi molto di più a sua madre e dovrà schierarsi fra i due suoi amici. Per Arlo niente sembra essere facile ma la ragione per la maggior parte delle cose prevale su tutto. A volte, forse, il personaggio sembra molto più grande di quello che effettivamente è ma si lascia amare pagina dopo pagina.

«Ti sei trovato un bel posticino, qui» disse. «Ma d’altra parte non sei davvero qui, e questa è l’origine del problema».

Il perno centrale di questa storia sta tutto nel Campo Readfeather. Un grande mistero ruota attorno ad Arlo e attorno al campo ed il giovane ranger cercherà di risolvere e di rimettere al proprio posto ogni tassello di questa storia. Misteriose creature, il lago della luna e una misteriosa parte del campo chiusa ormai da anni. Cosa succederà in questo secondo volume?

Lo stile utilizzato dall’autore è il medesimo del libro precedente, dal punto di vista del giovane Arlo Finch, anche se ho notato che la storia è stata sia molto più leggera che molto più originale di quanto non lo fosse stata la precedente.

Il fattore del tempo, il questo secondo volume è stato dominante e ho trovato la cosa oltre che magica, davvero ben costruita. Non c’è stato momento nel corso della lettura in cui non avrei voluto essere con Arlo. Il mistero del Campo e della famosa squadriglia gialla avvolge ancor di più Arlo ed i suoi compagni e tutto ciò che lo circonda spingendo sempre più a cercare di trovare una soluzione al tutto.

Il fattore magico è sicuramente molto più sorprendente del volume scorso. Personalmente se non fosse perché anche gli altri componenti del gruppo vedono ciò che vede Arlo, avrei quasi pensato che fosse tutto nella sua testa, quasi avesse qualche visione o qualcosa che non andava effettivamente. Invece anche Indra e Wu credono e vedono le stesse cose di Arlo così come tutto il personale del Campo quando parla degli esseri magici e degli spiriti. Infatti la magia di questo volume surclassa quella del primo e rende la lettura eccitante e originale in ogni sua insenatura.

Consiglio sicuramente la lettura di questa trilogia, ancor di più di questo secondo volume che è stato di gran lunga migliore del precedente. Leggero e magico, Arlo ci trasporterà sulle sponde del lago della luna per trascinarmi in una profonda e misteriosa avventura.

«Invece secondo me ha ragione» disse Thomas. «Il futuro è incerto, d’accordo. Ma il passato è bloccato. Non puoi cambiarlo. Tutto quello che è successo, è successo. Perciò immagina di vivere quindici anni fa… Cavolo, immagina di vivere trent’anni fa, quando hanno scattato questa foto… Puoi dire che il futuro è incerto. Ma il loro futuro, quello dei ragazzi nella foto, è già passato per noi. E’ successo. Non cambierà». (…) «E qualunque cosa sia successa, ci ha portati qui. Perciò non è “incerto” il fatto che Julie sarebbe nata. Neanche un po’. (…)»

E’ stata sicuramente una lettura interessante, particolare e originale, molto più di quanto lo fosse stato il primo volume. Consiglio questa trilogia ai giovani lettori ma anche ai più grandi, in special modo a chi ha fatto gli scout che potrà ritrovare le avventure nei campeggi all’aria aperta ma con tantissima magia.

John August ci trasporta lungo strade che conosciamo, lungo percorsi tortuosi nel nostro mondo che si fondono con esseri e creature magiche lungo tempi e luoghi sconosciuti che esploreremo assieme al giovane Arlo. Una storia avvincente e ricca di dettagli unici tanto da rendere questo viaggio nella natura divertente, spaventoso e tremendamente affascinante.

Il mio voto per questo libro è di: 5 balene.

Senza titolo-1

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

Vuoi acquistare Arlo Finch. Il lago della luna e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Il lago della luna. Arlo Finch o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!

Che ne pensate allora? lo leggerete? Io, nel frattempo, vi aspetto qui, come sempre!
A presto,
Sara ©

PROSSIME USCITE PER FAZI EDITORE, NEWTON COMPTON, SPERLING&KUPFER E DEAGOSTINI.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Una nuova lista di libri un uscita pronta per voi. Tenetevi pronti, prendete carta e penna e segnatevi queste nuove letture. Spero troviate qualcosa di interessante per voi. Ecco che vi lascio i libri suddivisi per casa editrice:

FAZI

Autore: George Eliot
Titolo: Le disavventure di Amos Barton
Pagine: 126
Prezzo in libreria: € 15 // Prezzo E-Book: € 7.99
Data Pubblicazione: 21-11-2019

Trama: Amos Barton è il nuovo parroco della chiesa di Shepperton, una cittadina della provincia inglese. Il reverendo è un uomo mite che cerca in ogni modo di far rispettare i dettami della Chiesa anglicana ai membri della sua comunità, ma il suo carisma inesistente, unito a una certa goffaggine, fa sì che non sia molto amato dai suoi concittadini. Inoltre la parrocchia di cui si occupa non è sufficiente al mantenimento della sua famiglia, che può tirare avanti solo grazie al caritatevole prodigarsi di qualche parrocchiano e all’instancabile Milly, la moglie del curato, che ha totalmente immolato la sua vita al bene del marito e dei sei figli. La situazione si complica ulteriormente quando la contessa Caroline Czerlaski si installa a casa Barton, portando con sé mille pretese e neppure un centesimo, suscitando disappunto in Milly e una morbosa curiosità in tutta la comunità di Shepperton. L’intera vita di Amos Barton trascorre fra continue cadute e momentanee risalite, fino all’arrivo della notizia peggiore di tutte, che lo farà precipitare nello sconforto, ma vedrà finalmente i parrocchiani stringersi intorno a lui, nonostante incarni «la quintessenza concentrata della mediocrità». Primo dei tre romanzi brevi che compongono Scene di vita clericale, raccolta che ha fatto da modello alla letteratura realista inglese, Le disavventure di Amos Barton è una vivida raffigurazione della vita rurale inglese dell’Ottocento, che racconta gli effetti della riforma religiosa attraverso lo sguardo ingenuo di un reverendo di provincia. Opera prima di una delle più importanti scrittrici britanniche, alla sua uscita ebbe un grande successo, generando l’interesse per l’identità dell’autore e portando così allo scoperto la scrittrice Mary Anne Evans.


NEWTON COMPTON

Titolo: Ci vediamo presto
Autrice: Lucrezia Scali
Genere: Contemporary romance
Uscita: 28 novembre
Pagine: 320

Trama: Che cosa è successo a Isabel e Andreas? La loro sembrava una favola: una lei, un lui e Facebook a fare da Cupido. Ma a un certo punto Isabel ha fatto una scelta e ora deve imparare a convincerci, anche se gli occhi azzurri di sua figlia sono lì a ricordarle ogni giorno a cosa ha rinunciato. E lo sa bene anche Andreas che, da quando il suo cuore si è spezzato, ha reagito nell’unico modo che conosce: alzando un muro per non innamorarsi mai più. Finché un giorno vede che il profilo Facebook di Isabel è tornato di nuovo attivo: in un attimo, il passato riemerge a tormentarlo. Andreas è deciso a riprendersela, a qualsiasi costo. Ma non può certo immaginare che la donna che ha tanto desiderato nasconda un segreto. Così grande da mettere tutto in discussione. La distanza tra loro è davvero incolmabile?


Autore: A.L. Jackson

Titolo: L’amore mi porta da te

Genere: contemporary romance
Categoria: Suspense
Trama: Kale Bryant è arrogante, bellissimo e poco diplomatico. Praticamente è sposato con il suo lavoro di medico d’urgenza e l’unico vizio che si concede sono le avventure di una notte. Sono passati anni da quando ha deciso che non avrebbe mai più permesso all’amore di farlo soffrire.
Harley Hope Masterson è la proprietaria di una piccola caffetteria. Rischia di perdere tutto a causa di un divorzio complicato ma non ha intenzione di arrendersi senza lottare. La vita le ha insegnato che non si ottiene niente senza determinazione.
Quando Kale accetta una nuova posizione in un ambulatorio nella stessa strada della caffetteria di Hope, tutte le loro certezze vengono messe in discussione.
Perché lui la desidera in un modo che non sa spiegarsi. E lei non ha mai provato con nessuno un’emozione simile.
Riusciranno ad abbattere i muri che hanno faticosamente costruito intorno ai loro cuori?


Titolo: Le lettere d’amore di Esther Durrant

Autore: Kayte Nunn

Data di pubblicazione: 28 novembre 2019

Trama: Isole Scilly, 1951. Esther Durrant, una giovane madre, viene internata per volere del marito. La struttura, situata nelle remote isole a sud della Cornovaglia, rischia di trasformarsi per lei in una prigione. Ma grazie alla gentilezza del dottor Richard Creswell, uno psichiatra con idee all’avanguardia, quel luogo sembra trasformarsi in un rifugio per Esther.
2018. La scienziata marina Rachel Parker si imbarca per un progetto di ricerca nei mari inglesi, quando un violento temporale la costringe a trovare riparo su un’isola. Qui, il ritrovamento di una valigia piena di lettere cambierà per sempre il suo destino. La dolcezza e la passione di quelle parole scritte più di cinquant’anni prima, infatti, spingono Rachel a indagare per ricostruire tutta la storia di Esther e del periodo che ha trascorso in quelle isole. E i segreti che emergeranno dal passato avranno ripercussioni, a distanza di mezzo secolo, sulla vita della stessa Rachel.


DEAGOSTINI

Autore: Sophie ANDRIANSEN
Titolo: Il giorno speciale di Max
Data di uscita: 14 gennaio 
Pagine 128 – 10,90 euro
Target: 8+
L’olocausto attraverso gli occhi innocenti di un bambino.
Illustrata in bianco e nero dalle pregiate pennellate di Ilaria Zanellato.

Trama: Max è orgogliosissimo del proprio pesciolino rosso. Non ha mai avuto un animale domestico e adesso che c’è Auguste non si stancherebbe mai di stare a guardarlo mentre nuota felice nella sua boccia. Ma il mondo attorno a Max e Auguste sta cambiando. Il papà dice che ora bisogna andare in giro con una stella d’oro sul petto. E usa troppo spesso parole come “rastrellamento”, “discriminazione”, “centri di smistamento”, di cui Max non conosce il significato. Poi arriva il giorno del compleanno. Tutto è un gioco, un’avventura, un percorso incredibile che da casa, quel 16 luglio 1942, porterà Max e la sua famiglia al campo di internamento di Drancy. Mentre la parola “discriminazione” diventa sempre più vivida Max si chiede quando tornerà dal suo pesciolino rosso.


Autore: Judy BLUME
Titolo: Quando le baleneData di uscita: 28 gennaio 2020
Pagine: 224 – euro 9,90
Target: 9+ 
 

Le fenici si arrichiscono di un nuovo titolo.
Un romanzo straodinariamente attuale, che apre gli occhi sul delicato tema del bullismo.
Trama: Jill e Linda sono ragazze normali. Frequentano la stessa classe e detestano fare i temi. Ma c’è una cosa che rende Linda diversa. Diversa da Jill, diversa da tutti. E cioè che Linda non ha amici. Lei è la ragazza “grassa” della scuola, la bambina che gli altri deridono e con cui nessuno vuole passare il tempo. Linda vorrebbe dire che i commenti dei compagni non la feriscono, che i commenti di Jill non la sfiorano, ma non è così. Sentirsi chiamare balena è la cosa più dolorosa del mondo. Anche per Jill però, bella e perfetta, la scuola non è facile. Ha bisogno di sentirsi accettata, di essere considerata brillante e vincente. Per questo deride Linda, debole, goffa, indifesa. Per questo inventa quel soprannome “Megattera la Balena” e tira le uova contro la casa di Mr Machinist sperando che la colpa ricada proprio su Linda. Jill e Linda non potrebbero essere più distanti di così. Non potrebbero odiarsi più di così. Sono gli opposti di una stessa medaglia. E forse anche per questo sono tanto simili…

SPERLING&KUPFER 

Titolo: Come stelle portate dal vento
Autore: Guido Marangoni
Data di uscita: 1 Ottobre 2019
TramaSe fino a un certo punto la mia vita è stata un navigare tutto sommato tranquillo, l’annuncio della trisomia 21 di Anna, come una folata di vento che gonfia le vele all’improvviso, mi ha dato una sferzata che per un po’ mi ha fatto perdere l’orientamento. Un cambio di rotta a cui non ero preparato e che mi ha insegnato che, anche quando la destinazione è ormai in vista, nuove nuvole possono annebbiare l’orizzonte, costringendoci a riconsiderare i nostri piani. E se questo l’ho imparato a mie spese, portando in giro per l’Italia la storia di Anna, la nostra storia, ho capito che gli inciampi riguardano tutti, e sono tantissime le testimonianze di cadute e ripartenze, paura e resilienza che ho incontrato lungo questo viaggio.
Ho scelto di raccontarlo, questo intreccio inaspettato di storie e destini, seguendo una personalissima rosa dei venti: tra rotte sbagliate e aggiustate, rotte sognate e mai esplorate. Ogni incontro, ogni abbraccio, ogni sorriso è stato per me una nuova iniezione di fiducia, la conferma di una certezza che porto dentro di me come una bussola: dietro a un brusco cambio di direzione, un porto mancato o dopo una violenta tempesta, si nasconde sempre un nuovo orizzonte da esplorare.


TitoloTi stavo pensando
AutoreMattia Ollerongis
GenereRomanzo Rosa
Data di Pubblicazione19 novembre 2019
Pagine208
Trama: L’amore confonde, illude, manipola, ferisce, delude. E Greta lo sa bene. Quando Simone decide che tra loro è finita, il dolore la travolge e niente sembra poterla consolare, nemmeno le parole vuote delle amiche di sempre che la rivogliono allegra.
Ma non c’è un tempo per rinascere, non c’è un modo universale per guarire, ciascuno ha il suo. E quello di Greta ha un nome: Matteo. I due frequentano la stessa università ma s’incontrano per caso, nel bar in cui lei lavora, e da quel momento la vita cambia per entrambi. Con delicatezza, Matteo si fa spazio nel cuore di Greta e le offre una spalla su cui piangere, ascoltandola come nessun altro aveva mai fatto prima di allora. Mentre lui la sorprende con la sua silenziosa vicinanza, lei lo incanta con il suo sorriso che lo fa sentire leggero e spensierato. Ben presto però Greta, sempre alla ricerca del perfetto equilibrio, s’imbatterà di nuovo nell’ennesimo terremoto: Simone sembra essere tornato e Matteo nasconde qualcosa che agli occhi di lei pare un tradimento.
Non tutti gli amori sono destinati a resistere a tutto: per alcuni, due cuori che battono all’unisono non sono abbastanza; per alcuni, bisogna vincere le paure per non precipitare.


Che ve ne pare? Che ne pensate? Avete trovato qualcosa di interessante? Fatemi sapere che ne pensate.
A presto,
Sara ©

SEGNALAZIONE #143 – 500 CHICCHE DI RISO DI ALESSANDRO PAGANI.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come va? Io bene, cerchiamo di tirare avanti in qualche modo. Sono felice di portarvi un qualcosa che potrebbe procurarvi un sorriso, proprio come dice anche il titolo. Un libro che spero vi incuriosirà:

Cinquecento chicche che esplorano, grazie a giochi di parole, fatti, personaggi e
situazioni per raccontare circostanze paradossali, inspiegabili coincidenze,
incongruenze non previste e gli aspetti più comici, surreali e grotteschi del
nostro mondo.

Risultati immagini per 500 chicche di risoTitolo: 500 CHICCHE DI RISO
Autore: Alessandro Pagani
Prefazione di Cristiano Militello

Immagine di copertina e illustrazioni di Massimiliano Zatini

Editore: 96, Rue De La Fontaine
Collana: Juste pour rire

Genere: umoristico – ironico – intrattenimento

Formato: cartaceo
ISBN: 978-88-9399-006-6
Anno di pubblicazione: 2019

Pagine totali 116 – Carta copertina patinata opaca 300 grammi – Rilegatura brossura fresata

INDICE
– Prefazione
– La surrealtà
– La realtà irreale
– La cronaca sincronica
– TG spaziale *

BIOGRAFIA

Alessandro Pagani, nato a Firenze nel 1964, è scrittore e musicista. Durante gli anni ha
fatto parte del movimento artistico underground fiorentino Pat Pat Recorder, esperienza che lo ha portato sin dal 1988 ad iniziare un percorso come musicista con svariati gruppi tra i quali Stropharia Merdaria, Parce Qu’Il Est Triste, Hypersonics, (con cui ha partecipato ad Arezzo Wave nel 1990), Subterraneans, Malastrana e successivamente con i Valvola, assieme ai quali ha fondato nel 1997 l’etichetta discografica Shado Records, attiva fino al 2007. Attualmente è batterista del gruppo rock Stolen Apple, che ha fatto uscire l’album di debutto Trenches a Settembre 2016. Ideatore della pagina Meme o non m’eme su Facebook, nel 2019 ha vinto il terzo premio al concorso dell’Asl Toscana Libera la mente e scrivi con il racconto Il Signor A. Una sua frase umoristica appare sull’agenda 2019 di Comix.

PUBBLICAZIONI

– Le Domande Improponibili (2015) – libretto autoprodotto
– Perchè non cento? (2016) – Alter Ego/Augh

– Io mi libro (2018) – 96, Rue De La Fontaine
– 500 chicche di riso (2019) – 96, Rue De La Fontaine

http://www.500chicche.onweb.it/

https://www.facebook.com/500-chicche-di-riso-281572266056223/

LINK PER L’ACQUISTO:

http://www.ruedelafontaineedizioni.com/negozio/alessandro-pagani-500-chicche-di-riso/


Che ve ne pare? Lo prenderete in considerazione? Lo leggerete? Fatemi sapere.

A presto,

Sara ©