RECENSIONE #145 – L’UOMO DI GESSO DI C.J. TUDOR.

BUON POMERIGGIO PARTICELLE BELLE!

Vi ho parlato di questo thriller che è approdato in libreria già nella mia tappa del BlogTour. Adesso vi tocca anche la recensione e non vedo l’ora di parlarvene visto che mi ha assolutamente rapito. Un thriller davvero avvincente. Non vi resta che leggere, così vi sarà tutto chiaro:

8237395_2966707Titolo: L’uomo di gesso
Autore: C.J. Tudor
Editore: Rizzoli
Genere: Thriller
Data di uscita: 30 Gennaio 2018
Link d’acquisto: http://amzn.to/2EyOWDW
Trama: Guardandosi indietro, tutto è cominciato quel giorno alla fiera, con il terribile incidente sulla giostra. Il giorno in cui Ed, dodicenne, ha incontrato per la prima volta l’Uomo di Gesso. È stato proprio lui, l’Uomo di Gesso, a dargli l’idea di utilizzare quei disegni per i messaggi con il suo gruppo di amici. E all’inizio era uno spasso, per tutti. Fino a quando non è stato ritrovato il cadavere di una ragazzina. Ma sono passati trent’anni, e Ed pensava di essersi lasciato il passato alle spalle. Poi, per posta, riceve una busta: un gessetto, e il disegno di un uomo stilizzato. Certe storie non finiscono. Il gioco, per Ed e i suoi amichetti di un tempo, ricomincia da capo. L’Uomo di Gesso è di nuovo tra loro.

RECENSIONE

Risultati immagini per c.j. tudorTutto comincia nel bosco. C’è una ragazza morta, distesa fra le foglie secche e qualcuno si avvicina, la guarda. Sembra quasi esserne incantato poi, quando si accorge che nessuno lo sta osservando, prende la testa della donna e la ripone in uno zaino pieno di gessetti. Qui ha inizio il tutto. L’Uomo di Gesso e la vita di quattro bambini – che ora sono tutti adulti – e tutto ciò che essi nascondono. 

La storia si divide tra il 1986 in cui i ragazzi hanno più o meno dodici anni e il 2016 quando ne hanno quarantadue. Ed Munster, soprannome che gli è stato dato dai suoi amici da bambino, è la voce narrante di un thriller mozzafiato, di una storia che lo riporterà indietro nel tempo ripercorrendo cose che lui non vorrebbe ricordare. Riceve nella cassetta della posta una busta contenente un omino stilizzato su un foglio e un gessetto bianco. Il gioco ricomincia da capo e si ritorna a quando erano dei bambini, negli anni in cui è cambiata la vita di tutti loro: Ed Munster, Nicky, Gav la Palla, Mickey Metallo e Hoppo.

Cosa significa? L’uomo di Gesso è tornato a tormentarli? Cosa vuole ancora da lui e dai suoi amici? Cosa è che li tormenta così tanto?

«E c’è dell’altro. » «Cosa?» Sorride, e in un attimo mi rendo conto che tutto quello che ha detto sui ritorni, sulla necessità di affrontare le proprie paure, erano tutte stronzate. Solo una montagna di merda puzzolente. «Io so chi l’ha uccisa davvero.»

La trama mi piace ed è quella che mi ha messo molta curiosità quando ho dato l’ok. Non l’ho letta tutta, come faccio sempre perché cerco di evitare spoiler ma posso garantire che qui non ce ne sono di evidenti, anzi tutt’altro. E’ tutto nascosto e ben costruito. Mette la giusta dose di curiosità.

Risultati immagini per c.j. tudor

La copertina per una volta su un milione, ma lo devo ammettere, è migliore la versione italiana. Quella originale, detta molto francamente non mi dice niente invece quella italiana rispecchia in tutto e per tutto il libro. Un semplice omino di gesso ma che dice molto di più di quando possa dire qualsiasi altra cosa. E sembra una lavagna lisa e cancellata dal tempo, un bel lavoro Rizzoli, complimenti!

Il titolo è stato semplicemente tradotto e cosa meglio de L’uomo di gesso, rappresenta questo libro? Questa volta, devo dirlo, ci siamo! E finalmente ci siamo superati. Sono davvero felice di aver aderito per il BlogTour di questo libro e di averlo letto. Sono completamente soddisfatta e devo dire solo poche parole: bello, bello, bello.

L’ambientazione è Anderbury, un piccolo paesino (che ho cercato su internet ma non sono riuscita a trovare probabilmente è inventato) ma sembra essere nel territorio inglese e l’epoca in cui è ambientata la storia si alterna tra il 1986 e il 2016. 

Qualcosa nel suo volto ‘ gli occhi, forse la voce ‘ mi rendeva impossibile mentire di nuovo. Scossi la testa, sentii le lacrime che si affacciavano ai miei occhi, minacciavano di sgorgare. «Come pensavo.» Strinse le labbra. «Non c’è nulla al mondo che odi più dei bulli. Ma sai qual è il segreto dei bulli?» Scossi la testa. In quel momento non sapevo nulla di nulla. Mi sentivo debole, sconvolto. Lo stomaco e la testa mi facevano male, mi sentivo pieno di vergogna. Avevo voglia di sciacquarmi la bocca con il detersivo e pulirmi e lavarmi e grattarmi via la pelle fino a scorticarmi. «Sono dei codardi» disse il signor Halloran. «E i codardi alla fine si beccano sempre quello che meritano. Karma. Sai che cos’è?»

I personaggi che troveremo all’interno di questa storia sono abbastanza e anche piuttosto variegati. Tutti hanno un carattere ben definito, tutti si faranno o amare o odiare. Ve li racconterò nella versione del 1986 in cui sono ancora dei bambini.

Ed Munster è un ragazzino piuttosto singolare. Gli piace collezionare piccoli oggetti ed ha occhi solo per Nicky, l’unica ragazza del loro gruppo. Ha un gruppo di amici davvero singolare di cui vi parlerò tra poco. Diventa famoso per aver salvato la vita al luna park, alla Ragazza del Valzer insieme al signor Halloran. Quando conoscerà meglio quest’uomo proporrà ai suoi amici un gioco particolare con i gessetti, in cui per incontrarsi avrebbero utilizzato un codice strano disegnando omini di gesso con diversi colori.

Nicky è la figlia del Parroco di Anderbury. E’ una ragazza che si circonda di ragazzi ed essa stessa si comporta come se lo fosse. Nonostante questo, è una ragazzina forte che non si piega di fronte a niente, nonostante tutto quello che le accade nel corso della storia.

Hoppo è un ragazzino davvero tenero. Non c’è momento in cui non amerete questo personaggio. Ha una madre che si occupa di lui e si fa in quattro ed un piccolo cagnolino che adora. E’ un personaggio che non si espone particolarmente ma che ho apprezzato molto, assieme a Nicky.

Gav la Palla Mickey Metallo sono completamente diversi uno dall’altro e li scoprirete se deciderete di leggere il romanzo. Sono gli unici due che non ho sopportato molto all’interno della lettura. All’interno del gruppo c’è sempre uno che, per quanto possa sembrare amico, non si sopporta fino in fondo. Ecco, Ed e Mickey non lo sono mai stati completamente per certi momenti ma anche tra Ed e Gav è stato lo stesso come lo sarà fra Gav e Mickey stesso.

Il signor Halloran, l’Uomo di Gesso di questa storia che non è un segreto ne uno spoiler quindi state tranquilli. Un uomo albino, un professore d’inglese e un uomo piuttosto singolare. E’ un uomo che ama disegnare utilizzando dei gessetti. Per questo il soprannome Uomo di Gesso.

L’uomo di gesso era ancora lì. «Ehi, facciadimerda. Che ne dici di un tuffo? Andiamo, l’acqua è meravigliosa. Da morire.» Avrei potuto lasciarlo lì. Magari avrei dovuto. Invece afferrai la bacinella per il bucato di mamma da sotto il lavello e la riempii. Poi la rovesciai fuori, affogando l’uomo di gesso nell’acqua fredda e nei rimasugli di schiuma e sapone. Cercai di ripetermi che doveva essere stato uno degli altri a disegnarlo. Gav la Palla, magari. Hoppo. Una specie di scherzo malato. Solo a metà del tragitto per andare a scuola mi resi conto di una cosa. Avevamo tutti un colore per i gessi. Gav la Palla il rosso, Mickey Metallo il blu, Hoppo il verde, Nicky il giallo e io l’arancione. Nessuno di noi utilizzava il bianco.

Il perno centrale è l’Uomo di Gesso. Il signor Halloran è un uomo strano, che porta con se dei gessetti e con cui ne fa dei ritratti. E oltre questo anche tutto il mistero che si cela dietro la ragazza ritrovata morta nel bosco all’inizio del libro. 

Immagine correlataLo stile utilizzato è stato da subito semplice e fluido. Non c’è momento in cui la storia diventa pesante o che prenda una piega difficile.

Ogni capitolo si alterna fra il 1986 e il 2016 ed ognuno di questi è una completa sorpresa, rivelazioni su rivelazioni, sorprese su sorprese. Un thriller che vi terrà con il fiato sospeso dall’inizio alla fine. Non ho molte altre parole per descrivervi questo libro, se non dirvi: leggetelo!

«Mai fare supposizioni» mi disse una volta mio padre.«Perché le cose vere vanno da una parte, e le supposte…» Lo fissai senza capire e lui proseguì: «La vedi questa sedia? Credi che sarà ancora qui dove si trova adesso, domattina?». «Sì.» «Dunque lo supponi.» «Penso di sì.» Papà prese la sedia e la mise sopra il tavolo.«L’unico modo per essere sicuri che questa sedia rimanga in questa esatta posizione è incollarla al pavimento.» «Ma non è come barare?» Mi rispose con voce più seria.«La gente barerà sempre, Eddie. E mentirà. È per questo che è importante non dare mai nulla per scontato. Tieni sempre gli occhi aperti. Dubita di tutto. E guarda sempre cosa c’è dietro quello che ti sembra ovvio.

Un libro sorprendente. Consiglio vivamente la lettura di questo libro, non potete perdervelo!

C. J. Tudor ha creato un thriller davvero degno di nota. L’uomo di Gesso è un uomo, eppure è tante altre cose. L’uomo di Gesso è nei gessetti colorati della piccola combriccola ed è nascosto dentro ognuno di noi. Un libro che consiglio a tutti gli amanti di genere ma anche a chi vuole imbarcarsi per la prima volta nei thriller. Una storia sconvolgente, piena di suspance. Bellissima.

Il mio voto per questo libro è di: 5 balene!

Senza titolo-1


Vuoi acquistare L’uomo di gesso e sostenere il Blog? Acquista da Qui: L’uomo di gesso o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate di questo thriller? Vi piace? Lo leggerete! Dovete farlo assolutamente perchè ne vale davvero la pena!

A presto,

Sara ©

Annunci

BLOGTOUR: L’UOMO DI GESSO DI C.J. TUDOR – CINQUE MOTIVI PER LEGGERE IL LIBRO.

BUONGIORNO PARTICELLE BELLE!

Sono assolutamente felice di presentarvi la tappa di questo libro. E’ stato un thriller come pochi e sono entusiasta di presentarvi i motivi per leggere questo libro in questo BlogTour! Ringrazio Claudia de L’universo dei Libri per avermi coinvolto in questa iniziativa e ringrazio anche la Rizzoli per averci permesso la lettura! Ecco a voi:

Tudor banner (1)

8237395_2966707Titolo: L’uomo di gesso
Autore: C.J. Tudor
Editore: Rizzoli
Genere: Thriller
Data di uscita: 30 Gennaio 2018
Trama: Guardandosi indietro, tutto è cominciato quel giorno alla fiera, con il terribile incidente sulla giostra. Il giorno in cui Ed, dodicenne, ha incontrato per la prima volta l’Uomo di Gesso. È stato proprio lui, l’Uomo di Gesso, a dargli l’idea di utilizzare quei disegni per i messaggi con il suo gruppo di amici. E all’inizio era uno spasso, per tutti. Fino a quando non è stato ritrovato il cadavere di una ragazzina. Ma sono passati trent’anni, e Ed pensava di essersi lasciato il passato alle spalle. Poi, per posta, riceve una busta: un gessetto, e il disegno di un uomo stilizzato. Certe storie non finiscono. Il gioco, per Ed e i suoi amichetti di un tempo, ricomincia da capo. L’Uomo di Gesso è di nuovo tra loro.

LA MIA TAPPA:

CINQUE MOTIVI PER LEGGERE IL LIBRO

1. La storia è davvero avvincente e misteriosa. Oltre che essere scorrevole, questo libro è davvero sorprendente. Una storia piena di mistero e suspance. Non potrete non amare il protagonista e ripercorrere gli anni in cui era bambino, fino ad oggi, quando i fatti continuano a perseguitarlo.

2. La storia si alterna tra 1986 e il 2016. Narra la vita del protagonista e il suo gruppo di amici quando erano solo dei bambini e mi ha dato molto l’idea di Stranger Things (non so se avete visto la serie ma le ambientazioni sono molto similari o per lo meno hanno dato a me quest’impressione) e viaggia tra ricordi e fatti che stanno realmente accadendo. Quindi troveremo differenze nella vita del protagonista tra quando era bambino a come è oggi: ad esempio i telefoni cellulari e i social e via discorrendo.

Immagine correlata3. L’Uomo di Gesso. E’ davvero un personaggio sorprendente, intricato e misterioso. E’ unico nel suo genere e dovete leggerlo per scoprirlo. Non posso dirvi molto ma amerete, amerete questo libro!

4. E’ brillante, unico e mai, dico mai scontato. Il libro dall’inizio alla fine è un susseguirsi di eventi che vi lasceranno col fiato sospeso e che non si risolveranno fino alla fine. Davvero ben pensato, complimenti all’autore.

5. Amate i Thriller? Allora questo è il libro che fa per voi! Decisamente unico nel suo genere, non potrete non amarlo! Una thriller forte e che si fa sentire, che ti resta attaccato dentro.


Il BlogTour finisce qui, ma se avete perso le altre tappe non vi resta che andare a leggere. Eccole qui per voi:

Calendario Tudor


Cosa ne pensate? A me è piaciuto molto e non vi resta, se volete saperne di più su questo libro, leggere la recensione che uscirà da qui a qualche giorno su questo Blog.

A presto,

Sara ©

REVIEW PARTY: IL BAMBINO SILENZIOSO DI SARAH A. DENZIL (#143)

BUONGIORNO PARTICELLE LETTRICI!

Titolo: Il bambino silenziosoil-bambino-silenzioso_9972_x1000
Autore: Sarah A. Denzil
Editore: Newton Compton
Genere: Thriller
Data di uscita: 29 gennaio 2018
Link d’acquisto: http://amzn.to/2EjkAp1
Suo figlio aveva tutte le risposte, ma non si può rivelare l’indicibile
TramaNell’estate del 2006, Emma Price assistette al ritrovamento del cappotto rosso del suo bambino di sei anni, lungo il fiume Ouse. Fu la tragica storia dell’anno: il piccolo Aiden era sparito da scuola durante una terribile alluvione, era caduto nel fiume e poi annegato. Il suo corpo non fu mai ritrovato. Dieci anni dopo, Emma è riuscita finalmente a riacquistare un po’ di serenità. È sposata, incinta e le sembra di aver finalmente ripreso il controllo della sua vita quando… Aidan ritorna. Troppo traumatizzato per parlare, non risponde a nessuna delle infinite domande che gli vengono rivolte. Solo il suo corpo racconta la storia di una sparizione durata dieci lunghi anni. Una storia di ossa spezzate e ferite che testimoniano gli orrori che Aiden deve aver subito. Perché Aiden non è mai annegato: è stato rapito. Per recuperare il contatto con il figlio, ormai adolescente, Emma dovrà scoprire qualcosa sul mostro che glielo ha portato via. Ma chi, in una cittadina così piccola, sarebbe capace di un crimine tanto orrendo? È Aiden ad avere le risposte, ma ci sono cose troppo indicibili per essere pronunciate ad alta voce.

RECENSIONE

Risultati immagini per gif pioggia battenteLa storia ha inizio nell’estate del 2006. Nella piccola cittadina di Bishoptown-on-Ouse la pioggia è fitta, insistente e il fiume sta per esondare. Così le maestre chiamano i genitori per andare a riprendere i propri figli ed Emma Price si affretta ad uscire di casa sotto la pioggia per andare a recuperare Aiden, il suo piccolo bambino di sei anni.

Peccato che il suo bambino non tornerà a casa quel giorno. Alla scuola Aiden è scomparso e non si riesce a trovare pensando sia annegato nel fiume in seguito al ritrovamento del suo cappottino rosso agli argini del fiume. Il corpo nel piccolo non fu mai ritrovato, fino a che, dieci anni più tardi il poliziotto che si è occupato della scomparsa di Aiden non chiama Emma, ormai sposata e incinta di un’altra bambina, e le comunica che un ragazzo sedicenne è stato ritrovato e con molta probabilità si tratta di suo figlio AidenLei lo riconosce subito e senza dubbio si tratta di lui, suo figlio è tornato. Peccato che il ragazzo non abbia intenzione di parlare e di dire  che cosa gli sia successo in un arco temporale così grande.

Cos’è che Aidan non dice? Dove è stato per tutto questo tempo? Cosa succederà all’interno della famiglia che si stava creando Emma? Chi è che nasconde qualcosa a Bishoptown-on-Ouse? Di chi è meglio non fidarsi?

E ora? Me la prendo con qualcuno? Odio i genitori di quei bambini che furono portati in salvo in barca o in elicottero quando l’Ouse finalmente straripò e ricoprì il nostro piccolo villaggio con la sua torbida linfa vitale? No. Non posso. Non posso biasimare gli uomini e le donne che lavorarono instancabilmente per aiutare la gente in difficoltà. Ma mentre guardavo tutte quelle persone che si muovevano freneticamente intorno a me, mentre vedevo gli altri bambini insieme ai loro genitori, e osservavo la popolazione mezza affogata del mio villaggio che riceveva coperte e tazze di tè caldo, mi resi conto che la mia vita non era più nelle mie mani. Quel giorno, quando persi Aiden, persi il controllo della mia vita. Non lo avrei più recuperato, perché lui era scomparso.

La trama è giusta e non cade nella soglia dello spoiler free. Racconta esattamente ciò che succede nelle prime pagine del libro e cosa ci aspetta all’interno di questa storia mettendo la giusta dose di curiosità al riguardo. Una trama ben elaborata e ben costruita.

Risultati immagini per the silent childLa copertina, almeno in origine a come era stata presentata dalla Newton, era stata mantenuta come l’originale ma poi hanno deciso di mettere su questo strano triciclo che pensano fosse più “spaventoso” ma per me è soltanto ridicolo. Credo che la versione che avevano deciso originariamente era sostanzialmente migliore, ovviamente come quella che vedete qui di lato. Non sembra  davvero fighissima la versione originale?

Per il titolo, invece, in origine era stato fatto l’esatto contrario. L’avevano chiamato La stanza dei giochi, poi hanno deciso di tradurre ciò che è il titolo originale. Hanno fatto l’esatto opposto del discorso fatto per la copertina. Almeno il titolo è la traduzione effettiva dell’originale e per questo non possiamo lamentarci.

L’ambientazione è Bishoptown-on-Ouse e la storia si svolge inizialmente nel 2006 ma tutto l’arco temporale in cui si svolge la storia è esattamente dieci anni dopo, ovvero nel 2016.

«Ma se pensava che lui fosse un mostro…». «Cos’è un mostro?», chiese lei. «È uno spaventoso demone che si nasconde dietro la porta della stanza da letto? È una bestia con zanne affilate? No. Queste cose non esistono. I mostri sono uomini e donne come noi, e hanno l’abilità di nascondere il loro vero volto. No, non pensavo di aver sposato un mostro, pensavo di aver sposato un omosessuale».

Risultati immagini per ragazzo ADOLESCENTE gif

I personaggi che incontreremo sono diversi e altamente ben costruiti. Voglio sottolineare e focalizzarmi, però, su coloro che hanno dato vita alla storia, coloro che sono stati il perno attorno a cui ruota questa storia, ovvero la famiglia che era un tempo così composta:

Aiden è un ragazzo sedicenne. Dopo la sua lunga assenza durata dieci anni, il ragazzo si è chiuso in un silenzioso mutismo. Comprende ma sembra essere assente per qualsiasi cosa. L’unica cosa con cui tenta di comunicare sono dei disegni ma apparentemente senza alcun senso. Un ragazzo che ha subito tanto, troppo, che è stato strappato dalla sua famiglia quando era soltanto un bambino e che adesso si trova in una famiglia di cui ha pochissimi ricordi.

Emma Price – Hewitt è una donna apparentemente forte. Quando suo figlio è scomparso la sua vita sembrava non avere più senso ma dopo dieci anni è ancora qui, che combatte per la vita che porta in grembo, si è sposata con un suo ex-professore di arte ed ha una casa molto bella. Come Aiden torna a bussare alla sua porta si trova catapultata fra passato e futuro. E’ protettiva, irrequieta e agitata.

Rob è il padre di Aiden e fa il militare. Non appena viene a sapere del ritorno di suo figlio non può far altro che piangere. E’ un gigante mastodontico e possente ma è anche una brava persona, almeno da quanto trapela. Rob vuole ancora bene ad Emma anche se i due si sono separati dopo la scomparsa del loro piccolo bambino. Non ha neanche mai accettato il nuovo marito di Emma, un uomo che l’ha salvata da molte cose ma che lui non ha mai sopportato.

Che bruciava. Bruciava. La mia pelle andava a fuoco. Urlai e urlai finché le fiamme finalmente si estinsero. Quando abbassai lo sguardo, il sangue si riversava dalla ferita e io cominciavo a sentirmi deliziosamente frastornata. Era finita. Avevo fermato il fuoco. Se solo avessi saputo prima che sarebbe stato tanto semplice. Cominciai a ripiegare sul mio letto, sorridendo. Finalmente avevo bloccato il dolore e finalmente avevo trovato la forza interiore per saltare dal palazzo che bruciava.

Il perno centrale è proprio Aiden. Tutto ruota attorno a lui, tutto prende forma e pende dalle sue labbra che non vogliono emettere alcun suono. Aiden sembra non voler comunicare anche se comprende tutto con grande abilità. Cosa gli è successo in questi dieci anni di assenza?

Lo stile utilizzato è stato abbastanza semplice e non elaborato o pomposo. E’ stata una lettura scorrevole in alcuni punti, meno in altri, vista dal punto di Emma, la madre di Aiden. Emma si troverà davanti suo figlio ormai adulto, un adolescente di sedici anni, che sembra capirla ma che non reagisce, non prova alcun tipo di reazione e non vuole essere toccato. A lungo andare questo la destabilizza e la rende irrequieta ma all’interno della cittadina si attiveranno dei meccanismi molto reali. Infatti l’autrice è stata brava appunto in questo. Ha creato la giusta suspance, ha mescolato le carte varie volte anche se ha tralasciato qualche dettaglio a spasso nel tempo.

Determinate cose sono state lasciate e riprese dopo un po’ mostrando un lato macchinoso sotto il punto di vista dei sospetti che matura Emma. Infatti è stato poco fluido, sopratutto in alcuni momenti proprio perché incentrato molto sui pensieri e sull’emotività che sui fatti veri e propri.

Avremo, nel gran finale anche il punto di vista di Aiden che sono felice di aver constatato, visto che ero curiosa dall’inizio di sapere la sua anche se da metà libro avevo intuito chi potesse celarsi dietro la sua scomparsa. Attenzione, con questo non sto dicendo che è completamente scontato su chi c’è dietro ma è percepibile da chi è abbastanza perspicace da accorgersene. Non però scontato e le motivazioni auspicabili ai fini della storia.

Inserii la chiave. Aiden avrebbe reagito in qualche modo trovandosi faccia a faccia con l’aggressore, l’avrebbe riconosciuto, o no? E allora perché sospettavo di chiunque? Perché improvvisamente credevo che Amy, una donna minuta e timida, potesse aver sequestrato mio figlio? La risposta era semplice: cominciavo a credere che la gente fosse capace di tutto. La gente è fatta a strati. Ognuno può avere un lato privato in bilico sull’orlo dell’oscurità e del pericolo. Il tuo dottore può essere un sadico. Il tuo insegnante un pedofilo. Il tuo estetista un assassino. Chiunque può essere qualsiasi cosa.

Questo libro è stato un thriller ben pensato, dal finale decisamente agghiacciante e adrenalinico. L’improvvisa catena di sospetti si arresta e tutto diventa finalmente chiaro e trasparente. 

Sara A. Denzil trascina in una cittadina piena di misteri, in cui tutti possono essere il colpevole. Non ci si può fidare di nessuno e finchè il piccolo Aiden non parla nessuno saprà mai la verità. Ma ci sono segreti più grandi che si nascondono fra le crepe di posti che conosciamo troppo bene ma che crediamo di non vedere.

Consiglio la lettura di questo thriller perchè davvero interessante sotto la struttura e la composizione. Aiden è davvero inquietante e meraviglioso allo stesso tempo.

Il mio voto per questo libro è di: 4 conchiglie.

picsart_09-22-09.39.42-2.jpg


Seguite le altre tappe del Review Party, vi stanno aspettando!

Bookspedia

Leggendo Romance

Il Salotto del Gatto Libraio 

Chiara in Bookland

L’Universo Dei Libri


Vuoi acquistare Il bambino silenzioso e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Il bambino silenzioso o dal generico Link Amazon: Amazon

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò.


Cosa ne pensate? Fatemi sapere cosa ve ne pare di questo thriller. Aspetto le vostre opinioni, sappiatelo!

A presto,

Sara ©

REVIEW PARTY: “IL GIOCO BUGIARDO DI RUTH WARE” (#138)

BUON GIORNO CARE PARTICELLE!

Il gioco bugiardo

Per questo libro ringrazio innanzitutto la Corbaccio che ci ha permesso di leggerlo e poi ringrazio Sara di Bookspedia, una banana per la maggior parte delle cose ma non per scegliere libri che si rivelano poi, davvero sensazionali. Questo libro è prepotente, entra con grazia, in punta di piedi ma alla fine ci si ritrova dentro in un batter d’occhio. Un Thriller da non perdere:

51p2kmrm6ml

TitoloIl gioco bugiardo
Autore: Ruth Ware
Editore: Corbaccio
Genere: Mystery
Data di uscita: 11 Gennaio 2017
Link d’acquisto: http://amzn.to/2EujqWm
Trama: Il messaggio arriva in piena notte. Solo quattro parole: «Ho bisogno di te». Isa prende con sé la figlia e si precipita a Salten, dove aveva trascorso gli anni del liceo che ancora proiettano le loro ombre su di lei. A scuola Isa e le sue tre migliori amiche giocavano al gioco delle bugie: vinceva chi di loro avesse inventato la storia più assurda rendendola credibile agli occhi degli altri. Ora, dopo diciassette anni, un cadavere è stato ritrovato sulla spiaggia, facendo emergere un segreto terribile. Un segreto che costringe Isa a confrontarsi con il proprio passato e con le tre donne che non ha più visto ma che non ha mai dimenticato. Non è un incontro sereno: Salten non è un posto sicuro per loro, non dopo quello che hanno fatto. È ora che le quattro amiche affrontino la verità.

RECENSIONE

Il tutto ha inizio con una breve intro, in cui una donna su un argine che cerca di fermare il suo cane che si accanisce su qualcosa fra la terra. Il cane sta cercando di tirare fuori qualcosa e quando la donna vede resta sconvolta. La storia, però, ha inizio a casa di Isa. E’ assieme alla sua piccola bambina di sei mesi, Freya e riceve un messaggio da una persona che non è nella sua rubrica. Inizialmente non da peso e neanche vuole leggerlo, pensando che sia qualche scocciatore. Ma quando legge quelle quattro parole: “HO BISOGNO DI VOI, non ha dubbi e capisce subito chi è. Kate, una sua vecchia amica d’infanzia e sa che anche le altre due hanno ricevuto lo stesso messaggio. E’ urgente e Isa lo sa. Per questo avvisa suo marito Owen che partirà per una breve vacanza dalla sua amica e porterà con se sua figlia. 

Immagine correlataQuando prende il treno per Salten, ad Isa cominciano a tornare i ricordi che la legano a quel posto e pensa a quanto tempo è passato prima di tornare oltre a tutti i ricordi che le legano indissolubilmente tutte: Kate, Isa, Fatima e Thea. Quattro amiche e un gioco che le ha unite contro tutti gli altri: il gioco delle bugie. Le ragazze si ritrovano in un luogo ora per loro difficile e pericoloso che riporta a galla un segreto che le unisce. Loro non sanno niente, questo è ciò che sostengono ma sanno che è una bugia troppo grande e prima o poi la verità torna a galla.

Cosa sanno le quattro amiche? Riuscirà il gioco delle bugie a salvarle adesso, a diciassette anni da tutto ciò che le ha unite profondamente? A diciassette anni da ciò che hanno fatto e che credevano avrebbero finito col dimenticare? Cosa nascondono le quattro piccole bugiarde?

«E’… un gioco?» chiesi, incerta. Scese un lungo silenzio. Thea e Kate si guardarono, e io le vidi di nuovo comunicare senza parole, una specie di corrente elettrica che fluiva dall’una all’altra, come se stessero decidendo cosa rispondere. Poi Kate sorrise, un sorrisetto quasi furtivo, e si piegò in avanti verso di me, avvicinandosi così tanto che riuscivo a vedere le sfumature scure dei suoi occhi grigio-azzurro. «Non è un gioco», disse. «E’ il gioco. E’ il gioco delle bugie». Il gioco delle bugie. Mi torna in mente chiaro e vivido come il profumo del mare e le strida dei gabbiani sul Reach, e non riesco a credere che l’avevo quasi dimenticato… dimenticato la tabella segnapunti che Kate teneva appesa sopra al letto ricoperta dei segni criptici del suo complicato sistema di calcolo del punteggio. (…) Non ci pensavo da anni, ma in un certo senso non ho mai smesso di giocare.

La trama mi è piaciuta da subito, nonostante non conoscessi questo libro ne sapessi dell’uscita. A farmelo conoscere è stata proprio Sara del Blog Bookspedia e sono felice che l’abbia fatto perchè è stato davvero un bel libro.

35096883La copertina non capisco perchè è stata diversificata così tanto dall’originale. L’originale è davvero bella, invece su quella italiana hanno puntato molto di più sul Mill, la casa dove vive Kate e la sua famiglia da anni. Hanno reso tutto molto cupo nello sfondo con quel nero. Nel complesso rappresenta bene la storia ma non mi entusiasma particolarmente come lo è l’originale che vedete qui di lato. Il titolo, invece, è stato semplicemente tradotto, anche se forse sarebbe stato più semplice “il gioco delle bugie” ma alla fine ci sta anche così. Come potete vedere dalla copertina originale e sono felice che sia stato mantenuto.

L’ambientazione sbalza da Londra a Salten, il piccolo paese dove tutto è cominciato, dove le quattro amiche si sono conosciute e dove è iniziato il Gioco Bugiardo. Dove hanno mentito agli altri, e l’epoca è moderna, è ambientato ai giorni nostri. I ricordi di Isa, sono ambientati diciassette anni prima, nel momento in cui le 4 ragazze si sono conosciute.

E’ stato un errore, questo avrei voluto dire a Mary mentre sedevo ammutolita di fronte alla sua collera. E’ stato un errore, mi dispiace. Ma non dissi nulla. E quando tornai all’ufficio postale, lei mi servì come al solito, e la questione non venne più sollevata. Però diciassette anni dopo, mentre allatto mia figlia e tento di sorridere alla sua faccia paffuta e contenta, risento ancora le parole di Mary Wren e penso che avesse ragione. Me le meritavo sul serio. Tutte noi ce le meritavamo. Piccole bugiarde.

I personaggi sono tutti importanti e tutti descritti molto bene. Mi hanno colpito e catturato nel loro vortice ed Isa più di tutti, riesce a farti vestire i suoi panni. Un personaggio che non si dimentica tanto facilmente. 

Isa ha trentadue anni, è madre della piccola Freya di sei mesi e compagna di Owen, un uomo brillante e dolce. Vive a Londra ed ha una bella casa ma ricorda il suo periodo al College di Salten come se fosse ieri. Per questo quando Kate scrive lei è pronta ad andare. Ama il suo Owen ed ama sua figlia Freya, diventata sua appendice in tutto. E’ una madre apprensiva e vede pericoli per sua figlia ovunque. Una protagonista coi fiocchi, davvero ben costruita.

Kate è un’artista e fa della pittura la sua vita. Abita a Slaten da quando è nata e continua a viverci nonostante la casa stia crollando a pezzi, la marea la sta facendo sprofondare e lei non abbia più un soldo con cui andare avanti. Kate è stato un personaggio unico e indecifrabile sotto molti punti di vista.

Thea è fragile, lo è sempre stata, anche se nasconde tutto dietro la scorza da dura. Lavora in un casinò e non ha una ancora una famiglia tutta sua.

Fatima l’ho amata fin da subito. Insieme ad Isa è stata quella con cui ho avuto più intimità e quella con cui io mi sarei trovata meglio in linea di pensiero generale. Lei è musulmana, ha dei figli e un marito e fa il medico. E’ una donna forte e determinata nelle scelte e in ciò che fa. Mi piace ciò che pensa e come agisce.

Sono tutte e quattro legate da un gioco ma sopratutto da un’amicizia profonda, vera. Sono quattro donne che avevano problemi da adolescenti e nella loro solitudine, si sono unite, creando una squadra variegata ma bella nonostante tutto ciò che ci sia sotto. Nonostante le quattro nascondano qualcosa di grande e difficile. Qualcosa che le ha tormentate per anni e che adesso si deve affrontare, tutte insieme, come hanno sempre fatto. 

E noi ce ne andammo. (…) Fu tutto di incredibilmente veloce: nel giro di ventiquattr’ore, prima della fine di quel weekend, ce n’eravamo andate tutte. La prima fu Kate, che caricò con terreo stoicismo le sue cose su un taxi. Poi fu la volta di Fatima, pallida e in lacrime sul sedile posteriore dell’auto degli zii. Poi del padre di Thea, rumoroso e gioviale fino allo strazio, e alla fine toccò a me, triste e tesa al punto da sembrare quasi irriconoscibile. Mio padre non disse niente. Ma il suo silenzio durante l’interminabile viaggio di ritorno a Londra fu forse la cosa più difficile da sopportare.

Risultati immagini per gif quattro amiche

Il perno centrale è il segreto che le protagoniste nascondono agli altri ma anche a loro stesse. Peccato che quando il passato bussa alla tua porta e la verità viene a galla le quattro si ritroveranno in un gioco più grande di loro. Anche molto più grande delle loro bugie. Riusciranno a mantenere tutto ciò che hanno messo in piedi? Chi è che compromette il loro segreto? Chi sta mentendo?

Lo stile utilizzato è molto semplice e scorrevole, visto in prima persona da Isa, una delle quattro protagoniste al centro di questa storia. Una scrittura accattivante, capace di trasportarti nei panni della protagonista in un modo incredibilmente vero.

L’autrice riesce a farti provare le stesse sensazioni della protagonista, riesce a porre le radici della vita di Isa all’interno, fin nel profondo. Conosceremo le quattro protagoniste che nonostante tutto non riuscirete ad odiare. L’amicizia è profonda e il legame indissolubile che è stato creato è davvero ben costruito, oltre all’idea del gioco che è veramente pazzesca. Un gioco duro, difficile e impegnativo in cui loro sono le assolute maestre.

Le regole del gioco sono cinque, tutte essenzialmente semplici: Racconta una bugia. Non cambiare mai versione. Mai farti scoprire. Mai mentirsi a vicenda. Sapere quando smettere di mentire.

 Un gioco nel quale ognuna doveva inventare una storia credibile e tenerla in piedi il più possibile. Ma quando la verità cerca d’insinuarsi nelle crepe lasciate negli anni, si può ancora mentire? Come? Un gioco macabro e violento; un libro forte e deciso. Una storia che lascia col fiato sospeso, un thriller psicologico dal risvolto inquietante.

«Aspetta.» Si alza mentre io mi accingo a uscire dalla stanza. «Non essere arrogante. Non volevo fare questa discussione». «Sei stata tu a tirar fuori tutto quanto!» Non rispondo. Inizio a salire le scale. «Isa», mi chiama pressante ma tenendo la voce bassa per non svegliare Freya. «Isa! Perchè accidenti ti comporti così?» Non rispondo. Non posso. Perchè se lo facessi, direi qualcosa che potrebbe rovinare irrimediabilmente il nostro rapporto. La verità.

La Ware ha creato una storia avvincente, un’amicizia che sfida ogni tipo di logica, che sfida gli anni. Un’amicizia basata su molte bugie, dove le regole sono semplici ed essenziali per la sopravvivenza di ognuna. Una storia di amicizia profonda, che va oltre le bugie, oltre i segreti, oltre le apparenze. Kate, Isa, Fatima e Thea sono quattro protagoniste uniche nel loro genere.

Un libro che difficilmente si dimentica. Un thriller avvincente, che ti tiene col fiato sospeso e che non si riesce a smettere di leggere. Vi consiglio di leggere questo Thriller  psicologico davvero ben scritto e pieno di suspance. Sicuramente uno dei migliori Thriller che abbia mai letto.

Il mio voto per questo libro è di: 5 pesciolini

picsart_09-22-09.39.42-1.jpg


Andate a leggere le recensioni degli altri partecipanti al Review Party!

Milioni di particelle 

Il salotto del gatto libraio

Bookspedia

Il colore dei libri

L’universo dei libri


Vuoi acquistare Il gioco Bugiardo e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Il gioco bugiardo o dal generico Link Amazon: Amazon

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ve ne pare? Lo leggerete? Io ve lo consiglio spassionatamente. Davvero un bel thriller!

A presto,

Sara ©

PROSSIME USCITE PER NEWTON COMPTON, DELRAI EDIZIONI, LONGANESI E DEAGOSTINI.

BUON POMERIGGIO PARTICELLE LETTRICI!

Buon mercoledì! Vi lascio tante di quelle novità che farete una lista infinita secondo me! Ecco come sempre, tutte le novità suddivise per case editrici: 

NEWTON COMPTON

undefinedTitolo:Libri, amori e segreti. Dicembre

Autore: Della Parker

Editore: Newton Compton

Genere: Fiction

Data di uscita: 6 Dicembre 2017

Trama: Nel piccolo paese in riva al mare di Little Sanderton c’è un bookclub di sei appassionate di libri che ha un appuntamento mensile per parlare del loro comune amore: la lettura. Nessun argomento è bandito: famiglia, amore, amicizia… il tutto accompagnato da un bicchiere di ottimo vino.

Grace sa che le vacanze natalizie quest’anno saranno molto diverse. Niente tacchino, nessuna decorazione, nemmeno un regalo sotto l’albero. Come farà a dire ai suoi figli che il Natale è stato cancellato? Ma, soprattutto, riuscirà a confidare a qualcuno il suo imbarazzante segreto? La vita di Grace è stata messa sottosopra, ma non esiste problema che il gruppo di lettura non possa risolvere…


Titolo: Tutto quello che vorrei

Autore: R.L. Mathewson

In uscita il: 13/12/2017

Prezzo: € 3,99

ISBN: 9788822708786

Pagine: 305 

Neighbors Series
Sono come cane e gatto… Ma non possono fare a meno di amarsi

TramaMarybeth continua a non credere di poter resistere a lungo con un amico come Darrin, eppure in qualche miracoloso modo è riuscita a superare gli ostacoli e non cedere alla tentazione fortissima di soffocarlo nel sonno con un cuscino. Ma ovviamente ci sono giorni in cui trattenersi è più difficile…

Per vent’anni Darrin ha rimandato. Aspettava che arrivasse il momento perfetto per fare la sua mossa e adesso che è arrivato… Sembra proprio che non riesca a fare a meno di rovinare tutto.


Titolo: L’isola del vulcano

Autore: James Rollins

In uscita il: 18/12/2017

Prezzo: € 0,99

ISBN: 9788822717344

Pagine: 80

Due storie epiche dell’unità Sigma

Trama: Nel cuore della notte un nemico senza nome colpisce con un attacco hacker i server dello Smithsonian Institution, ed è solo l’inizio di un’operazione su larga scala. Per salvare un biologo rimasto intrappolato all’interno del Museo di Storia Naturale e scoprire il vero intento dietro gli assalti che si fanno più incisivi e più sanguinosi ogni minuto che passa, Joe Kowalski viene incaricato dall’unità Sigma di fare quello che gli riesce meglio: distruggere qualunque cosa si frapponga tra lui e il suo obiettivo. In una corsa contro il tempo, Kowalski scoprirà una verità sconvolgente nell’ultimo posto che avrebbe potuto immaginare: lo zoo. 

Durante un volo transoceanico le due pecore nere dell’unità Sigma, Seichan e Kowalski, devono accantonare i reciproci dissapori quando una forza misteriosa spinge il loro aereo fuori rotta. Il duo improvvisato dovrà usare ogni risorsa per sopravvivere una notte in una remota isola vulcanica, nella quale l’unico riparo sembra essere un ex resort abbandonato, pieno di pipistrelli e cadente. Ma qualcosa di terrificante li sta aspettando, qualcosa frutto di un esperimento scientifico ma con una natura radicata nei più ancestrali istinti umani. Per sopravvivere dovranno collaborare, ma persino facendolo… Potrebbe comunque essere troppo tardi.


DELRAI EDIZIONI

cover originale

Titolo: La Viandante

Autore: Jane Harvey-Berrick 

Editore: Delrai Edizioni

Genere: Romance

Pagine: 370

Data di uscita: 20 Dicembre 2017

«Sei l’uomo più bello che io abbia mai visto, Kes.» Per una volta non osò scherzare sulle mie parole o dirmi che non si potevano dire a un uomo. Sollevò lo sguardo sul mio. La sua espressione era seria e convinta. «Sei il mio migliore amico e ti amo, ma quello che si trova qui è ciò che amo più di qualsiasi cosa.» E premetti il palmo della mia mano contro il suo petto.  Le palpebre di lui si chiusero, ma quando riaprì gli occhi e li puntò nei miei, la sua espressione si tinse di incredulità. «È vero» dissi a bassa voce. «Mi fai impazzire e non sempre in senso buono, ma nessuno mi ha mai amato così.» 

Trama: Scegliere tra carriera e amore è difficile, Aimee si trova di fronte a un bivio: Kes, il suo circense, il ragazzo che le ha nascosto la verità su se stesso, o il sogno di diventare una maestra elementare. Non può dimenticare la passione che li ha uniti e non riesce a nascondere l’ammirazione vero l’uomo che ama, libero da ogni costrizione sociale. Lui è l’unico che sa volare, proprio come un gheppio, l’unico che la porterebbe sempre con sé, anche se la vita unita al destino è sempre lì, pronta a giocare i suoi brutti scherzi inaspettati. Ma ferire un circense vuol dire far sanguinare tutti gli altri, e nessuno può farlo senza pagarne le conseguenze.


LONGANESI 

Fiori sopra l'inferno di [Tuti, Ilaria]Titolo: Fiori sopra l’inferno

Autore: Ilaria Tuti

Editore: Longanesi

Genere: Thriller

Data di uscita: 4 gennaio 2018

Trama: «Tra i boschi e le pareti rocciose a strapiombo, giù nell’orrido che conduce al torrente, tra le pozze d’acqua smeraldo che profuma di ghiaccio, qualcosa si nasconde. Me lo dicono le tracce di sangue, me lo dice l’esperienza: è successo, ma potrebbe risuccedere. Questo è solo l’inizio. Qualcosa di sconvolgente è accaduto, tra queste montagne. Qualcosa che richiede tutta la mia abilità investigativa.

Sono un commissario di polizia specializzato in profiling e ogni giorno cammino sopra l’inferno. Non è la pistola, non è la divisa: è la mia mente la vera arma. Ma proprio lei mi sta tradendo. Non il corpo acciaccato dall’età che avanza, non il mio cuore tormentato. La mia lucidità è a rischio, e questo significa che lo è anche l’indagine.

Mi chiamo Teresa Battaglia, ho un segreto che non oso confessare nemmeno a me stessa, e per la prima volta nella vita ho paura.»  Questo non è soltanto l’esordio di una scrittrice di grandissimo talento. Non è soltanto un thriller dal ritmo implacabile e dall’ambientazione suggestiva. Questo è il debutto di una protagonista indimenticabile per la sua straordinaria umanità, il suo spirito indomito, la sua rabbia e la sua tenerezza.


Tradimento finale: Un'indagine delle donne del Club Omicidi di [Patterson, James, Paetro, Maxine]

Titolo: Tradimento finale: Un’indagine delle donne del Club Omicidi

Autore: James Patterson e Maxine Paetro

Editore: Longanesi

Genere: Thriller

Data di uscita: 22 febbraio 2018

Trama: Lindsay Boxer si sta adattando poco a poco alla sua nuova vita di madre e moglie, una situazione che sembra appagarla e che le dona una serenità a lungo desiderata. Ma il suo momento di felicità, purtroppo, dura poco: quando un’affascinante donna dai capelli d’oro, un’affiliata della CIA, sembra dileguarsi sulla scena di un efferato omicidio presso un albergo di lusso del centro di San Francisco, la vita di Lindsay inizia rapidamente a crollare a pezzi. Prima che lei riesca a rintracciare la donna per fare chiarezza sul caso, infatti, un incidente aereo getta l’intera città nel caos e suo marito Joe sparisce improvvisamente. Più si addentra nelle ricerche, più Lindsay inizia a sospettare che Joe sia in qualche modo legato alla misteriosa donna scomparsa. Travolta dagli eventi e priva ormai di ogni certezza, Lindsay dovrà chiedere aiuto alle sue compagne del Club Omicidi per raggiungere il suo obiettivo… la verità. Ricco dell’azione mozzafiato che ha reso celebre la saga delle Donne del Club Omicidi, Tradimento finale è la prova del fatto che tutto è lecito tra amanti, nemici e agenti segreti.

 


DEAGOSTINI

Titolo: So tutto di te

Autore: Clare Mackintosh

Editore: DeA Planeta

Genere: Thriller

 Data di uscita: 23 gennaio 2018

Trama: Quando la sera torni da lavoro. Quando, passo dopo passo, percorri la strada di sempre. È allora che diventi la sua preda. E se un giorno come tanti, tornando a casa in metropolitana, vedessi la tua foto sul giornale? È quello che accade a Zoe Walker, mamma quarantenne e divorziata di due figli adolescenti. Quando riconosce se stessa nello scatto pubblicato nella sezione annunci personali della Free Press della sua città, Zoe avverte un brivido alla schiena. Cosa ci fa su quelle pagine l’immagine rubata e fuori fuoco del suo volto non più giovane, accompagnata da un misterioso, e inaccessibile, indirizzo web? Ma le brutte sorprese, per Zoe, sono appena cominciate. Qualche tempo dopo, infatti, sullo stesso giornale appare la foto di un’altra donna, corredata dalla solita scritta: quellachestaicercando.com. Pochi giorni e la stessa donna viene ritrovata morta alla periferia di Londra, strangolata da un killer senza nome. Adesso Zoe ne è certa: qualcosa di molto sinistro si nasconde dietro le foto e il sito web che le fa pubblicare. Per il suo compagno e per la polizia si tratta di coincidenze, opinabili somiglianze senza significato; ma mentre il conto delle vittime sale inesorabilmente, l’idea che quella di Zoe possa non essere soltanto paranoia si fa strada nella mente dell’agente Swift, impulsiva e abile detective in cerca di riscatto. 


Titolo: Il fantastico viaggio di Stella

Autore: Michelle Cuevas

Editore: De Agostini

Genere: Libri per ragazzi

 Data di uscita: 16 gennaio 2018

Trama: Stella ha undici anni e una passione sconfinata per l’astronomia. Gli astri sono infatti l’unica cosa che ancora la lega al padre, la cui morte ha lasciato un vuoto incolmabile dentro di lei. Così una sera Stella si apposta fuori dalla NASA tentando invano di incontrare Carl Sagan, lo scienziato per cui ha un’ammirazione straordinaria. Tornando a casa, però, Stella si accorge che qualcuno – o meglio, qualcosa – la sta seguendo. È un buffo esserino nero come la notte più buia, con due occhi profondi come galassie. Un esserino con lo straordinario potere di far sparire qualsiasi oggetto gli si avvicini. Stella decide di portare la strana creatura a casa con sé e, dopo averlo ribattezzato Larry e studiato a lungo, capisce che si tratta di un buco nero. Proprio così, il suo nuovo animale domestico è un buco nero! La cosa sembra spaventosa, ma ha anche molti lati positivi. Per esempio, Stella può far sparire gli odiosi cavoletti di Bruxelles che sua madre la costringe a mangiare a cena. Oppure può far sparire il rumoroso giocattolo con cui il fratellino la infastidisce tutto il giorno. Ma soprattutto Stella capisce che, grazie a Larry, può far sparire i ricordi di suo padre, e forse può smettere di soffrire. Il tempo passa, e Larry diventa sembra più grande. Finché un giorno anche il cane di Stella scompare inghiottito da Larry. Stella non ha scelta e insieme a suo fratello attraversa il buco nero, in un viaggio dove pericoli e sorprese non mancano. La ragazzina dovrà affrontare tutti i ricordi del padre per capire che, in fondo, il vero buco nero è dentro di lei e l’unico modo per chiuderlo è affrontarlo.


Titolo: The Fandom

Autore: Anna Day

Editore: De Agostini

Genere: Young Adult

Data di uscita: 31 gennaio 2018

Trama: Violet farebbe di tutto pur di incontrare gli attori che hanno portato sul grande schermo il suo romanzo preferito, «The Gallows Dance». Anche convincere suo fratello e le sue migliori amiche ad accompagnarla al ComiCon più grande d’Inghilterra e mettersi in coda per l’autografo del bellissimo Willow. Violet, che conosce tutte le battute del film a memoria e vorrebbe far colpo su di lui, si presenta come cosplayer di Rose, protagonista del romanzo e anima gemella di Willow. La sua scelta non è dettata dalla sola infatuazione per lui: Violet ammira realmente Rose e vorrebbe essere come lei. Coraggiosa come Katniss, determinata come Daenerys e intrepida come Tris. Quando però arriva il suo turno di incontrare gli attori, un terremoto improvviso fa crollare il capannone. Violet batte la testa e sviene. Pochi istanti dopo riapre gli occhi, ma qualcosa è cambiato. Willow è armato, le guardie corrono ovunque e sparano. Ma è solo quando una freccia colpisce la vera Rose e la ragazza cade a terra esanime che Violet comprende che tutto sta accadendo realmente. La protagonista del suo romanzo preferito è appena morta e ora Violet può fare solo una cosa: prendere il suo posto, ripassare le battute e vivere la storia fino alla fine…


Che ne pensate? Avete trovate qualche titolo interessante? Io c’è qualcosina che voglio leggere sicuramente! Fatemi sapere con un bel commentino.

A presto,

Sara ©

NOVITA’ IN USCITA PER DUNWICH EDIZIONI, NEWTON COMPTON EDITORE, MONDADORI, FAZI E GARZANTI.

BUON POMERIGGIO CARI LETTORI!

Oggi ho per voi tantissime novità, quindi prendete carta e penna e segnate tutto ciò che vi ispira, mi raccomando! Come sempre sarà suddiviso per editore:

TITOLO: Chills chills-front-ebook.jpg
AUTORE: Mary Sangiovanni
GENERE: Horror/Thriller
PAGINE: 236
PREZZO: ebook 3,99 cartaceo 12,90
DATA DI USCITA: 10 novembre 2017
Link di acquisto: https://goo.gl/gnEGBv

True Detective incontra H.P. Lovecraft in questo romanzo dell’acclamata autrice Mary Sangiovanni. 

Trama: Tutto comincia con una brutale nevicata a maggio. L’area più colpita è la cittadina rurale di Colby, nel Connecticut. Le scuole e le attività sono chiuse, la rete elettrica è fuori uso, e il detective Jack Glazier trova un cadavere nella neve. Sembra essere la vittima di un bizzarro omicidio  rituale. Non sarà l’ultima. Mentre la neve si accumula, così si accumulano i sacrifici. Tagliato fuori dal resto del mondo, Glazier si allea con una specialista dell’occulto per scovare la società segreta che si nasconde tra loro. Gli dei che adorano sono inimmaginabili. I poteri che evocano sono inarrestabili. E le cose che faranno alla brava gente di Colby sono profondamente, orribilmente
innominabili… 

Dicono di Chills:
«L’atmosfera è perfetta, i mostri debitamente grotteschi e
la minaccia sovrannaturale legittimamente spaventosa.»
(BEAUTY IN RUINS)
«Mary Sangiovanni di certo sa come scrivere di mostri.»
(POSTCARDS FROM A DYING WORLD)

«In Chills, Mary Sangiovanni fa un lavoro eccezionale nel
riuscire a catturare la minaccia, il pericolo e persino
l’orrore del freddo estremo.» (SKULLS IN THE STARS)

L’AUTRICE: 

Mary Sangiovanni è l’autrice della trilogia The Hollower (il cui primo volume è stato nominato per il Bram Stoker Award), e dei romanzi Thrall, Chaos, Chills e l’imminente
Savage Woods. Nell’ultimo decennio i suoi racconti sono apparsi in periodici e antologie. Ha un master in Writing Popular Fiction della Seton Hill University di Pittsburgh ed
è al momento membro della Authors Guild, della International Thriller Writers e della Penn Writers ed è stata in precedenza membro attivo della Horror Writers Association.


FAZI

Risultati immagini per Léo Malet Titolo: DELITTO AL LUNA-PARKAutore: Léo Malet
Titolo: DELITTO AL LUNA-PARK
Collana: Darkside
Pagine: 204
Prezzo: euro 15

Per la serie I nuovi misteri di Parigi ritroviamo l’affascinante Nestor Burma, autentico mito moderno, investigatore privato sciupafemmine dalla lingua sarcastica. Uno che la pistola ce l’ha, ma preferisce usare il cervello.

Un romanzo che non può mancare nnelle librerie di chi colleziona la serie, ma anche un’ottima occasione per fare la conoscenza del detective anarchico e delle sue avventure. 

Trama: È maggio, a Parigi. Il XII arrondissement, un tempo teatro importante della Rivoluzione, è oggi pungolato dalla cosiddetta doccia scozzese: un acquazzone, un raggio di sole, un raggio di sole, un acquazzone… Nestor Burma è in stazione ad attendere il ritorno di Hélène da Cannes, ma dal treno la segretaria non scende. Così, il detective si mette a vagare per Parigi e finisce in un luna-park. Seguendo le gambe di una bella donna, sale sull’ottovolante, ma è ignaro di essere a sua volta pedinato: durante la corsa, viene aggredito da un passeggero seduto alle sue spalle. Neanche a dirlo, in un attimo il malcapitato viene scaraventato giù dalla giostra – e la caduta è fatale. Come se non bastasse, il detective scopre che l’anno prima una ragazza è precipitata giù dalla stessa giostra. Troppe coincidenze, per i gusti di Burma, che decide di approfondire. Ferma innanzitutto la donna che stava seguendo: il suo nome è Simone Blanchet, e ben presto si rivelerà coinvolta nella scomparsa di un bottino di 150 chili d’oro. La storia inizia così ad assumere dei contorni davvero singolari…
Una nuova, imperdibile avventura per Nestor Burma, il detective anarchico più famoso di Francia.


uomo e donnaTitolo: UOMO E DONNA

Autore: Wilkie Collins

Pubblicato nel 1870, Uomo e donna combina il ritmo serrato e la trama ben congegnata dei romanzi più famosi di Collins con la critica sociale, scagliandosi contro le contraddizioni delle leggi vigenti sul matrimonio e sulla proprietà e contro una generazione che ha abbandonato l’affinamento dell’intelletto per dedicarsi al culto dei muscoli e alla pratica di sport violenti.

Trama: Anne Silvester, giovane e raffinata, è accolta come istitutrice presso la famiglia di Lady Lundie, amica d’infanzia della sua sfortunata madre, e diviene inseparabile dalla figlia di lei, Blanche. Quando il nobile Geoffrey Delamayn, aitante sportivo da tutti idolatrato per le sue doti a tletiche ma privo di cervello, la seduce compromettendone la reputazione, Anne, pur non amandolo, è costretta a cercare di salvare il proprio onore progettando un matrimonio segreto. Ma si trova in Scozia, e qui le leggi sul matrimonio sono così ambigue e inconsistenti che finisce con l’essere accusata di aver sposato Arnold, il fidanzato della sua cara amica Blanche. Dopo una serie di colpi di scena, la verità verrà ristabilita, ma per Anne si rivelerà la peggiore delle condanne: Geoffrey, infatti, minato nel fisico e nello spirito dal troppo allenamento sportivo, decide di tenerla segregata in casa finché non avrà trovato il modo di ucciderla per essere libero di sposare una ricca ereditiera. In un’atmosfera sempre più cupa e claustrofobica, il romanzo scivola lentamente verso la tragedia, dominato dalla figura sinistra e inquietante di Hester Dethridge, l’anziana cuoca muta dal passato oscuro e terribile alla quale è affidato il compito di tirare le sorti della vicenda.

«È impossibile smettere di leggere Wilkie Collins».
Alessandro Baricco

«Wilkie Collins è famoso, nei manuali di letteratura, per avere scritto nel 1868 il primo giallo. Ma non eccelle solo nella suspense. È anche uno scrittore di sentimenti. Ed eccelle nella pittura dei personaggi». 
Antonio D’Orrico

«I romanzi di Wilkie Collins sono viaggi irresistibili: agganciano subito il lettore, che quando parte non riesce più a fermarsi».
Leonetta Bentivoglio


 

MONDADORI

Non camminerai più sola di [Wingate, Lisa]Titolo: Non camminerai più sola

Autore: Lisa Wingate

Editore: Mondadori
Genere: Narrativa
Data di uscita: 14 novembre 2017
Sinossi: La levigata esistenza di Avery Stafford, procuratore federale nella Carolina del Sud, si circonda da sempre dei privilegi che appartengono alla ricchezza economica, alle eccellenti relazioni, alla soddisfazione che dà una professione prestigiosa. Il suo fidanzato presto le chiederà, per come sono messe le cose, di sposarla. Niente male. Ma l’incontro inatteso con una donna ricoverata, come la nonna, in un istituto, un incontro che una persona più superficiale di lei avrebbe relegato nel quaderno delle situazioni spiacevoli (da dimenticare prima possibile), le punge il cuore. Un piccolo dettaglio, un perturbamento che le rimane incollato addosso. Chi era quella donna? cosa voleva dirle? Perché ora Avery non riesce a togliersi quella sensazione di un mondo parallelo che lei non ha, o forse non ha voluto mai intuire. E qui è necessario fare un passo indietro.
Memphis, 1939. La dodicenne Rill Foss e i suoi quattro fratelli più piccoli vengono strappati alla loro vita magica a bordo di un battello sul Mississippi. È bastato che i genitori si allontanassero per una notte. Rapiti e condotti in un orfanotrofio del Tennessee, i bambini Foss sperano che i genitori vengano a salvarli ma la realtà è ben più cruda. La prospettiva è quella di essere venduti a ricche famiglie che non hanno figli e, tramite la crudele direttrice, così accadrà.

Come potrà succedere che questa drammatica vicenda trovi dolorosamente la sua strada verso la coscienza di Avery e, dopo più di mezzo secolo, le apra gli occhi su un segreto che la sua famiglia ha nascosto da lungo tempo? Il cuore non dimentica mai il luogo a cui apparteniamo e per trovare il coraggio di amare occorre intraprendere quel viaggio.


NEWTON COMPTON

Titolo: Artemis. La città segreta sulla luna
Autore: Andy Weir
Editore: Newton Compton
Genere: Sci-Fy
Data di uscita: 16 novembre 2017
Trama: Jazz Bashara è una criminale. O qualcosa di molto simile. La vita su Artemis – la prima città costruita sulla Luna – può essere davvero difficile a meno di non essere molto ricchi. Ma Jazz non ha un sostanzioso conto in banca e si deve barcamenare tra piccole truffe e contrabbandi occasionali, visto che con il suo stipendio ufficiale riesce a malapena a pagare l’affitto e deve saldare i debiti accumulati. Così, quando le si presenta l’opportunità di mettere a segno un grosso colpo che le consentirebbe di sistemarsi una volta per tutte, Jazz, nonostante gli evidenti rischi, decide di non tirarsi indietro. La ricompensa è una cifra da capogiro, ma l’impresa si rivela più pericolosa del previsto. Jazz si ritrova invischiata in una spirale di intrighi e cospirazioni letali. E a quel punto la sua unica possibilità di salvezza sarà rischiare il tutto per tutto, anche sapendo che la posta in gioco è il destino stesso di Artemis…

undefinedTitolo: La corte dei leoni
Autore: Jane Johnson
Editore: Newton Compton
Genere: Fiction
Data di uscita: 16 novembre 2017
Nei momenti più disperati, il destino può riservarti il più incredibile dei doni

Trama: Kate Fordham, in fuga dal suo passato, ha trovato riparo sotto falso nome nella bellissima città di Granada, l’antica e soleggiata città spagnola nella quale la dominazione araba ha lasciato evidenti tracce. Nel tentativo di ricostruire la sua vita, Kate lavora come cameriera in un bar all’interno dell’Alhambra, l’antica reggia del sultano. Un giorno, passeggiando in quei giardini meravigliosi, fa una scoperta insolita: nascosto in una crepa del muro di cinta c’è un rotolo di pergamena. È un manoscritto risalente a prima del 1492, l’anno della caduta di Granada, quando la città araba si arrese alla regina Isabella e al re Ferdinando d’Aragona. Sul rotolo compaiono strani simboli che riportano un messaggio proveniente da quell’epoca lontana di pericolo e disperazione. Ma è dall’amore che nasce il misterioso frammento, e la potenza di quel sentimento finirà per cambiare per sempre la vita di Kate.


Risultati immagini per natale sotto le stelle karen swanTitolo: Natale sotto le stelle
Editore: Newton Compton
Genere: Romance
Data di uscita: 16 novembre 2017 
Trama: Meg e Mitch stanno vivendo il loro sogno. Dopo un matrimonio da favola, si sono trasferiti sulle cime innevate delle Montagne Rocciose canadesi. Lì vive anche una loro coppia di amici, Tuck e Lucy. Meg e Lucy si comportano come due sorelle, anche se la cosa non va tanto a genio alla vera sorella di Meg, e Tuck e Mitch sono riusciti a trasformare la loro passione per lo snowboard in una professione di successo. Tutto sembra andare per il verso giusto, fino a che un giorno una tempesta improvvisa colpisce la zona e la tragedia si abbatte su di loro. Mentre Mitch è fuori casa impegnato in una missione di salvataggio, Meg, rimasta sola nella baita dove vive col marito, cerca disperatamente aiuto tramite una radio satellitare. Dopo vari tentativi, riesce a mettersi in contatto con una voce sconosciuta che giunge da molto lontano. La voce di qualcuno che può vedere ciò che lei non potrebbe neppure immaginare. E così, mentre i giorni passano e inizia a sciogliersi la neve, Meg comincia ad aprire gli occhi sul suo passato e sulle persone che la circondano, e si rende conto che quel sentimento di amicizia in cui riponeva tanta fiducia e che adesso dovrebbe sostenerla forse non era esattamente quello che lei pensava…

GARZANTI

Titolo: Finalmente ci sei
Autore: Tijan
Editore: Garzanti
Genere: New Adult
Data di uscita: 2 Novembre 2017
Sam e Mason sono finalmente insieme pronti a tutto per difendere la loro voglia di amarsi e dimostrare al mondo che fanno sul serio
Quando ho paura
Mi basta guardare i tuoi occhi.
E mi sento di nuovo al sicuro.
Trama: Da quando si è trasferita insieme alla madre nella casa del patrigno, Samantha non è riuscita a mantenere le promesse fatte a sé stessa. Non è riuscita a stare lontana dai fratelli Kade, i cattivi ragazzi per eccellenza, i più temuti e adorati della scuola. Soprattutto, non ha saputo restare indifferente agli sguardi magnetici di Mason. Non appena ha incrociato i suoi occhi verdi, si è sentita speciale, amata come mai prima, e tra le sue braccia ha trovato un rifugio dalle delusioni. Ora che sono finalmente insieme, non potrebbe essere più felice. Felice di essersi lasciata alle spalle una solitudine durata troppo a lungo. Felice di aver trovato qualcuno su cui poter contare. 

Ma non esiste amore senza complicazioni. Ci sono persone vicine a Sam che sembrano non volerne sapere della nuova coppia, a cominciare dalle vecchie conoscenze, che rivorrebbero indietro l’amica di un tempo e sono pronte ad allontanarla da Mason con ogni mezzo. Ma il più grande ostacolo, ancora una volta, è rappresentato dalla famiglia: la madre di Sam, Analise, è pronta a tutto pur di separarli. Anche a mentire. E se per Mason non è un problema rispondere con l’indifferenza a queste minacce, che per lui non hanno alcun valore, Sam non può far finta di nulla. Perché soltanto lei ha il potere di fermare la madre prima che sia troppo tardi. Quando un terribile segreto ritorna dal suo passato a tormentarla, Sam deve trovare la forza di reagire, se vuole salvare sé stessa, Mason e il loro futuro insieme. 


Titolo: La forza imprevedibile delle parole
Autore:  Clara Sánchez
Editore: Garzanti
Genere: Narrativa
Data di uscita: 6 Novembre 2017
Trama: All’improvviso il silenzio della casa sembra avvolgere ogni cosa. Natalia ha appena accompagnato le figlie all’aeroporto e non le resta che aspettare il ritorno del marito dal lavoro. Non è questa la vita che aveva immaginato. Non era così che si vedeva dopo i quarant’anni. Per questo quando le arriva l’invito a un aperitivo nell’elegante casa di un’amica decide di accettare. Ma quello che doveva essere un tranquillo pomeriggio di chiacchiere diventa qualcosa di più. Perché quella sera Natalia incontra l’affascinante Raúl Montenegro. L’ombroso avventuriero la conquista con i suoi racconti e, accanto a lui, Natalia ritrova una voglia di vivere che credeva perduta. Perché a volte le parole hanno un potere inaspettato e la loro forza può essere imprevedibile. Dal giorno seguente, però, Natalia comincia a ricevere strani biglietti, che la riempiono di dubbi. Non riesce a spiegarsi questo comportamento di Raúl: nulla durante il loro primo incontro le aveva lasciato presagire di non potersi fidare di lui. Finché l’uomo le propone un incontro al quale poi non si presenta. Al suo posto c’è uno sconosciuto, che le rivela che Raúl è fuori città. Natalia non riesce a credergli: capisce che l’incontro di quella sera forse non è stato casuale; capisce che qualcosa le viene nascosto. Ma non può immaginare che quel qualcosa sia il centro di un fitto intrico di inganni e di bugie. E Natalia si scopre suo malgrado pedina di una partita che può vincere solo trovando dentro di sé tutta la forza di cui è capace.

Dopo il successo internazionale di Stupore di una notte di luce, seguito di Profumo delle foglie di limone, per mesi nelle classifiche anche in Italia, Clara Sánchez torna con un nuovo romanzo che ha per protagonista una donna alla ricerca di una svolta nella propria vita, imbrigliata in una rete di falsità e segreti. Perché non è mai oro quello che luccica intorno a noi. E bisogna sempre avere il coraggio di scavare a fondo per trovare la verità.


Titolo: Il gatto che regalava il buonumore
Autore: Rachel Wells
Editore: Garzanti
Genere: Narrativa
Data di uscita: 2 novembre 2017
Avevo insegnato tanto ai miei umani, ma anche gli umani mi avevano insegnato parecchie cose.
Avevo scoperto che nulla è per sempre e devi acchiappare tutta la felicità che puoi, quando puoi.
Devi tenerti stretto ciò che è importante per te.
 Devi apprezzare chi ami ogni singolo giorno.
Trama: Da quando si è trasferito in Edgar Road, il gatto Alfie non conosce altro posto che possa chiamare casa. Solo qui si sente a proprio agio: passeggia indisturbato nei giardini delle villette e colleziona coccole dai vicini affettuosi. Ormai è uno di famiglia. Perché Alfie non è un gatto come gli altri. Gli basta un attimo per leggere nel cuore degli uomini e aiutarli a ritrovare la serenità. Adesso poi non è più solo. Al suo fianco c’è George, un cucciolo cui rivolge tutta la sua attenzione. Ma Alfie sa che non bisogna mai abbassare la guardia e non tarda a fiutare che qualcosa non va tra gli abitanti del quartiere. Jonathan non sa se adottare un figlio per paura di fare un torto alla primogenita Summer. La timida Polly si preoccupa troppo per il marito, rimasto all’improvviso senza lavoro e costretto a fare il «mammo». E la bella Tasha ha smesso di sorridere dopo che il fidanzato l’ha lasciata senza spiegazioni. Non c’è un minuto da perdere. Alfie deve intervenire subito se vuole insegnare ai suoi amici come ritrovare la gioia che la vita ci offre ogni giorno. Perché solamente lui sa trasformare un problema in un’opportunità e una ferita del cuore in una nuova occasione d’amore. Perché con la sua sensibilità Alfie può arrivare a toccare le corde giuste e far vibrare la felicità anche quando i problemi sembrano non avere soluzione.

Che ve ne sembra? Vi piacciono? Fatemi sapere!

A presto,

Sara ©

RECENSIONE #101 – MORTE SENZA RESURREZIONE DI ROBERTO MARTINEZ GUZMAN.

BUON POMERIGGIO CARI LETTORI!

Che raccontate? Io sono in giro con una mia amica ma nel frattempo vi penso e guardate qua cos’ho per voi! Vi torna in mente questo libro? Ve ne ho parlato QUI. Allora? Ve lo ricordate?! Ecco qui la recensione tanto attesa. Non preoccupatevi perchè presto arriveranno anche le altre, sto cercando di recuperare in fretta.

2780Titolo: Morte senza resurrezione
Autore: Roberto Martínez Guzmán
Traduttrice: Cinzia Rizzotto
Prezzo: 2,64 euro
Genere: thriller
Pagine: 234
LINK AMAZON: https://www.amazon.it/dp/B01N28TPYU
TramaUna serie di omicidi minaccia la tranquilla città di Ourense, senza che tra di loro vi sia nessun nesso apparente. Ma un segno distintivo lasciato dall’assassina conferma che sono stati commessi tutti dalla stessa persona: Emma, una ragazza estremamente intelligente con un piano elaborato e un motivo che la porta ad agire in quel modo. Sarà Eva, ispettore di polizia, ad occuparsi del caso. Comincia così una corsa contro
il tempo per evitare altre morti.

RECENSIONE:

La storia ha inizio in chiesa. E’ la domenica delle palme e una donna è al confessionale, serena e determinata. Confessa ciò che sta per fare e cerca l’assoluzione. Un assoluzione che il prete non riesce a dare perchè sa che ciò che farà la donna è troppo grande, troppo pericoloso.

Poco più tardi Emma torna a casa, dice poche parole a sua madre e da Vigo parte per Barcellona Saints. La donna però è diretta a Ourense, una delle fermate intermedie. Trova un alloggio in una casa per studenti e una volta sistemata si mette davanti sette palline da golf, ognuna con una foto davanti: i suoi obiettivi. Conosceremo i diversi personaggi con cui avrà a che fare la nostra protagonista nel percorso del libro, uno per ogni giorno della settimana a cominciare dal lunedì.

Cosa avrà in mente Emma, fredda e calcolatrice? Riuscirà Eva, l’ispettore di polizia, a risalire alla colpevole e fermare tutto il suo progetto? Leggete!

Lui obbedì. Immobile, notò che una delle mani della ragazza smetteva di toccarlo, mentre l’altra si era fermata sul codino, ed ebbe la sensazione che stesse minacciando di tirarla. «Perché mi prendi per la coda?» protestò col tono di un bimbo insoddisfatto. Non poté dire altro. Sentì un violento strattone all’indietro e uno strappo nel collo. Un taglio veloce, sicuro, fermo, da sinistra a destra. Poi, dolore, umidità, l’impossibilità di parlare, di urlare, e alla fine la luce si trasformò in tenebra. Quando tutto fu concluso, Emma lasciò cadere il corpo lentamente, fino a terra.

La trama è breve ma la trovo piuttosto scarna e poco accattivante. Infatti sono partita già demoralizzata pensando che la storia, vista la trama, potesse essere scialbo, poco condito e poco significativo. Invece è tutt’altro. Il libro è un crescendo di eventi c’è sempre più curiosità andando avanti nella lettura.

La copertina non è niente di speciale e c’entra in qualche modo nella storia se vogliamo ammetterlo. Uno penserebbe leggendo che sarebbe meglio altro ma fidatevi, anche se non attira così com’è, ha il suo perchè. Il titolo è particolare. Non a caso il libro parte dalla domenica delle palme e si sviluppa nella settimana santa. Dovete leggere per credere.

L’ambientazione come ho detto all’inizio, si sviluppa tra Ourense, per la maggior parte, e Vigo in Spagna e l’epoca è pressoché moderno.

«Mi dica, cos’ha scoperto?» le chiese mentre chiudeva la porta «crede che si tratti della stessa persona di ieri?» «Sì, sono quasi sicura di sì.» «Indizi?» «La storia del cellulare di Vigo» rispose Eva, negando con la testa. «Per il resto, è un’attrice squisita. Non lascia niente in sospeso. Piomba nelle loro vite a sorpresa, si guadagna la loro fiducia in pochissimo tempo e quando sono da soli e non la vede nessuno agisce con precisione. È fredda, crudele e intelligentissima.» 

I personaggi non sono poi moltissimi, sopratutto i principali. La storia sbalza da Emma ad Eva ed è tutta al femminile. Un punto a favore sicuramente visto che di donne in versione killer se ne vedono e sentono poche, (così brave poi xD).

Emma è spietata, decisa e meticolosa. Ha un piano ben elaborato e niente e nessuno può fermarla dalla sua furia omicida. E’ un personaggio davvero ben costruito ed è stato il mio preferito in assoluto. Meticolosa, precisa che va dritta al punto e non si ferma, non si lascia intimorire da nessuno. Tenetevene bene alla larga, perchè può essere pericolosa.

Eva è un’ispettore di polizia molto intelligente e perspicace. Si ritrova a dover indagare sulle strane morti ad Ourense. Anche se è un personaggio importante, nel romanzo sembra quasi messo da parte e viene data più luce ad Emma, il personaggio che preferisco. Riuscirà a porre fine alla serie di omicidi di Emma?

Immagine correlata

«Sì e sono uno che non si fida mai delle coincidenze. Sono al corrente del caso che sta seguendo lei e, mi creda, l’ho preso in considerazione nell’indagine sulla morte di Aurora. Ma le ribadisco che, almeno per ora,» volle sottolineare questo particolare «dobbiamo pensare che questa donna si è suicidata.» Il volto di Eva rifletteva la desolazione di chi vede sfumare la propria pista principale. Ad ogni modo aveva appena fatto il suo ingresso in centrale Sara, disposta a fornire l’identikit della donna che aveva incrociato al pub. Per il momento si sarebbero dovuti accontentare di quello, pensò Eva. «Ma comunque tra ieri e oggi abbiamo raccolto molte informazioni, dai vicini di casa» proseguì l’ispettore Lago dall’altra parte della linea.

Il perno centrale è la Settimana Santa. Una settimana, i morti iniziano dal lunedì e sulla scena del crimine, l’unica cosa che li accomuna è una misera pallina da Golf. Cosa spinge Emma a fare tutto questo? Come fa ad adescare queste persone senza nemmeno conoscerle? E sopratutto, perchè le uccide così brutalmente?

Lo stile utilizzato è diretto e coinvolgente. Ho letto questo libro in pochissimo tempo ed è stato una vera scoperta.

Un thriller avvincente, che non parte con il solito standard con cui dobbiamo scoprire l’assassino. Qui l’assassino è ben chiaro ma si vuole capire il perchè agisce in un determinato modo e come architetta tutto perfettamente, ogni giorno collegato al successivo.

Dopodiché l’uomo smise di parlare e la stanza rimase in silenzio; un silenzio denso, sepolcrale, difficile da digerire. Dopo un istante fu Eva a romperlo: «Sai chi erano le altre persone delle due macchine?» «Non esattamente» disse lui, aprendo le mani come per scusarsi «in sostanza quelli che ha ammazzato. Sandra era preoccupata solo di se stessa».

Il libro è stato un thriller ben realizzato e decisamente interessante. Si scopre mano a mano andando avanti nella lettura e posso dire che non è per niente scontato e il finale lascia l’amaro in bocca.

Roberto Martinez Guzman mi ha davvero stupito, ha creato un thriller con protagoniste al femminile che è stato prepotente, crudo e meticoloso. Una storia veloce, descritto quasi come fosse un film, dalla trama accattivante. Lo consiglio? Certo, non potete perdervi questo bel thriller.

Il mio voto per questo libro è di: 4 conchiglie e mezzo.

quattro-e-mezzo


Cosa ne pensate? Lo leggerete? Fatemi sapere con un bel commentino che io vi aspetto!

A presto,

Sara. ©