REVIEW PARTY – QUELLO CHE IL CIELO NON HA DI CECELIA AHERN (#224)

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Altro giorno altro evento! Sono qui per portarvi un review, quindi una recensione per Rizzoli, che ringrazio per averci dato questa possibilità, e le ragazze per aver partecipato. Ora ve ne parlo subito, non temete. Ecco qui:

Risultati immagini per Quello che il cielo non haTitolo: Quello che il cielo non ha
Autore:  Cecelia Ahern
Genere: Fiction
Data di uscita: 16 Ottobre 2018
Link d’acquisto: https://amzn.to/2OVotIw
TramaLaura è una creatura speciale, una giovane donna che vive separata dal resto del mondo, nella natura incontaminata del Gougane Barra, nel sudovest dell’Irlanda, lì dove le montagne incontrano fitti boschi che si aprono su laghi cristallini. In questo luogo eccezionale, nel totale isolamento, Laura è cresciuta imparando a imitare, con la sua voce perfetta e purissima, i suoni che la circondano. È un giorno come tanti quando la sua vita subisce uno scossone irreparabile, allorché Solomon, abile fonico, la vede. Un incontro che muterà fatalmente entrambi, segnando l’entrata di Laura in un universo a lei finora sconosciuto. Ma la cosiddetta società normale, con i suoi ritmi e il suo passo accelerato e convulso, sarà pronta ad accogliere questa donna e la sua unicità? Saprà, la città, riconoscere e proteggere la sua grazia? Intimista e commovente, con questa storia d’amore Cecelia Ahern ci accompagna alla scoperta della parte più vera e indomabile di ciascuno, in quel nucleo al contempo quieto e ribelle e, troppo spesso, soffocato dal rumore del mondo.

RECENSIONE

Woman on Rock Platform Viewing CityLa storia ha inizio fra le montagne del Cork, Gougane Barra, in Irlanda. C’è una donna fra gli alberi ed un uomo, dopo essersi allontanato dal gruppo, la scorge e i due si salutano.

Bo, appena ha saputo che uno dei due gemelli su cui aveva tenuto un documentario è morto, è corsa assieme a Solomon, il suo fidanzato e aiutante, e Rachel amica e cameraman, di nuovo a Gougane Barra, per l’ultimo saluto. Nessuno si aspetta però, neanche Joe, fratello di Tom, che il suo gemello nascondesse un segreto profondo. Tom teneva nascosta una giovane donna di ventisei anni in una casa immersa fra le montagne di nome Laura, che ha un profondo dono: imita i versi di qualsiasi cosa senta alla perfezione, così come l’uccello Lira che si trova in Australia. Da qui, nasce un tumultuoso percorso, per Laura fatto completamente di novità, nuovi suoni e scoperte che la porteranno a Dublino per tantissime nuove esperienze che cambieranno completamente la sua vita e quella di chi la circonda e la accompagna.

Cosa succederà a Laura? Cosa imparerà durante il suo percorso, durante il suo volo verso il futuro? Quale consapevolezza prenderanno le persone che le stanno accanto?

Si erano trovati nella foresta, entrambi incapaci di interrompere il contatto visivo. «Ciao» aveva detto lui con gentilezza. «Ciao» aveva risposto piano lei. «Mi chiamo Solomon. » Lei aveva sorriso. «Laura.»

La trama è ben scritta e di sicuro mette curiosità. Avevo in lista questo libro sin da quando era stata affermata l’uscita all’estero, quindi ero già curiosa prima e mi ha incuriosito anche così. Personalmente all’inizio non avevo riconosciuto che era questo libro per via del fatto che copertina e titolo sono completamente diversi. Comunque spero che possa incuriosirvi e possa piacervi.

Risultati immagini per lyrebird cecelia ahernLa copertina italiana la trovo si, magari inerente a qualcosa che si rifà nel libro ma veramente orribile. Guardate l’originale qui di lato. Se non fossi andata a cercarlo difficilmente avrei capito che si trattava di questo libro e, comunque, posso dire che per la Ahern almeno in Italia ci sono copertine migliori, ammettiamolo. Questa è da abolire sicuramente. Il titolo secondo me, poteva essere lasciato come l’originale e, anche qui, può avere un collegamento ancor meno legato alla storia ma leggero. Ritengo che sarebbe stato sicuramente meglio lasciare il titolo originale, senza troppi fronzoli, anche perchè non c’è nulla di difficile da capire.

L’ambientazione è tutta Irlandese come la maggior parte dei libri della Ahern. Ci si sposta da Cork, precisamente fra le montagne del Gougane Barra, nel sud ovest dell’Irlanda, a Dublino dove vivono Solomon e Bo e dove Laura terrà il suo debutto per StarrQuest. L’epoca è moderna visto che la storia fa riferimento ai social network ed ai media oltre che StarrQuest sembra essere una versione leggermente differente e simile ai “Got Talent” in giro per il mondo.

Laura, perché hai chiesto di me stasera?» Lo guarda, con quegli ammalianti occhi verdi. «Perché oltre Tom, sei l’unica persona che conosco. » Solomon non è mai stato l’unica persona che qualcuno conosce. Gli sembra una cosa strana, ma meravigliosamente intima. Qualcosa da non prendere alla leggera. Che comporta grande responsabilità. Qualcosa da amare. 

Risultati immagini per uccello liraI personaggi di questa storia non sono poi tantissimi ma credo sia necessario focalizzarsi su coloro che 

Laura è speciale, una donna infinitamente fragile ma al contempo con un dono speciale che commuove e ci ricorda a volte quanto è bello fermarsi dalla frenesia ed ascoltare il mondo che si muove attorno a noi, i rumori, anche il più piccolo. E’ una ragazza bellissima, semplice a cui piace il silenzio, la nature e le cose piccole ma belle. E’ una ragazza che vuole soltanto farsi conoscere e costruire la propria strada, il proprio futuro.

Solomon è un uomo costantemente indeciso e quando si trova davanti Laura tutto diventa ancora più confuso e si sente di dover aiutare la giovane. Ha una famiglia aperta e divertente ed oltre ad essere fidanzato con Bo, è suo assistente durante le riprese. E’ un uomo chiuso ma molto semplice. (Fortunatamente non è il classico belloccio senza cervello!)

Bo è la ragazza di Solomon, che dirige tutti i documentari, è una tipa tosta e che non si scompone davanti a nulla. Trova sempre una soluzione e riesce a mettere in difficoltà chiunque, con le sue domande a volte un tantino scomode. E’ una donna decisa, che sa quello che vuole nella sua vita e spera di continuare e di essere riconosciuta per i suoi documentari.

Solomon assorbe ogni parola. Laura riproduce il suono di un clacson, cosa che lo confonde finché non sente uno strombazzamento aggressivo alle sue spalle. Il semaforo è diventato verde mentre lui era smarrito nelle parole di Laura. Accelera in fretta e nel frattempo il semaforo torna giallo, trattenendo alle loro spalle l’automobilista arrabbiato. «Quel che sto cercando di dire» sorride «è che mi piace. Uccello lira sono io.»

Il perno centrale è proprio l’uccello Lira. Oltre ad essere un animale particolare, che riproduce ogni tipo di suono che ascolta – potete trovare diversi video online – è stato reso sia conosciuto a chi non sapeva che esistesse, come me, sia caratteristico nel fatto che le capacità di questo animale siano state trasportate su un essere umano.

Lo stile utilizzato è semplice e fluido, tipico della Ahern sotto ogni aspetto. Quindi non posso che dirvi che impiegherete davvero poco tempo nel leggere questo libro perché veloce, una lettura sicuramente singolare.

L’originalità dell’idea di prendere l’uccello Lira e trasportarlo su una persona rendendola imitatrice di suoni è un punto sicuramente a favore di questa storia che rende la protagonista Laura dolce e unica nel suo genere.Infatti è stato proprio questo personaggio a spingermi ad andare avanti in questa particolare storia alla ricerca di se stessi e del fermarsi ad assaporare ciò che abbiamo intorno è stato unico, particolare e sicuramente originale.

Purtroppo questo volume non mi ha colpito esattamente come gli altri della stessa autrice – che io adoro, sappiatelo – ed ho trovato diverse difficoltà di fondo che vi spiegherò subito.

Scontato dal punto di vista dell’amore. Oltre che per entrambi – e non vi dirò chi – è immediato e quindi questa cosa del “Instalove” non l’ho apprezzata molto anche se i due ci mettono parecchio prima di rendersene conto. Questa cosa poteva essere evitata o resa diversa perchè l’ho trovata piuttosto inutile e fuorviante  dalla storia stessa.

Il messaggio che la storia voleva trasmettere è stato piuttosto confuso in alcuni punti e mescolato ad altre. La storia d’amore, ad esempio, non ha favorito ne aiutato questo frangente anzi ha portato la storia su un binario differente per diversi punti. Ho trovato l’originalità di Laura, la novità e la bizzarria del suo personaggio male amalgamata con quella di Solomon. Due eterni indecisi e insicuri quando ciò che hanno davanti è subito evidente. Mah…

L’inutilità di Rachel e di Jack ognuno sotto questioni e profili differenti. Rachel è stata inutile per diverse cose ed un personaggio completamente inutile. Se non c’era, quindi, faceva lo stesso; ve lo assicuro! Jack inizialmente poteva essere un buon potenziale per rendere la storia interessante essendo il giudice di StarrQuest e un ex di Bo. Si è rivelato essere completamente inutile per tutto il resto della storia.

Brown Pendant Lamp Hanging on Tree Near RiverIl carattere di Bo. Avrei preferito dei risvolti con Bo molto prima o che Bo facesse qualche strano tipo di doppio gioco nei confronti più di Laura che di Solomon. Invece si è limitata ad osservare come tutto le passasse davanti, senza fare niente per tenerlo con se. Cioè, ce l’hanno presentata come una donna cazzuta, tosta e che non si fa intimorire da nulla e poi resta da un lato a guardare? “Qualquadra non cosa“.

«Alcuni dicono che è proprio questo che faccio nei miei documentari. Mostro al mondo personaggi e storie rimasti nascosti. Trovo la storia, le persone, poi le aiuto a rivelarsi al mondo.Tu… tu fai tutto ciò attraverso un semplice suono. Un pizzico del profumo di mia madre e vengo ritrasportata nella casa di quand’ero bambina. Un tuo suono conduce ogni singola persona in un altro tempo e in un altro luogo. Commuovi tutti, Laura. Devi esserne consapevole.»

Il libro è stato carino nella sua semplicità ma non del tutto eccezionale. La storia poteva essere sicuramente sfruttata al massimo ma mi sento di consigliarvelo per conoscere Laura ed il suo strabiliante dono che vi regalerà profonde emozioni.

Cecelia Ahern è una scrittrice di talento e ormai affermata nel mondo letterario. In questa storia mette in mostra la bellezza del mondo nei suoni che ci accompagnano giorno per giorno ma dei quali ormai non ci accorgiamo perdendoci la bellezza delle piccole cose. La Ahern attraverso Laura ci mostra un dono riportandoci a casa.

Il mio voto per questo libro è di: 3 balene e mezzo.

tre e mezzo

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

 Seguite le altre tappe, io vi aspetto come sempre! Eccole qui:

banner Ahern


Vuoi acquistare Quello che il cielo non ha e sostenere il Blog? Acquista da QuiQuello che il cielo non ha o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ve ne pare? Vi piace? Lo leggerete? Fatemi sapere, mi raccomando!

A presto,

Sara ©

BLOGTOUR: “INVICTUS DI RYAN GRAUDIN” – CONSIGLI TEMPORALI: CINQUE LIBRI SULLA SCIA DI INVICTUS.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Oggi altro evento per voi che spero vi siete tenuti pronti. Un viaggio nel tempo a bordo di un nuovo libro che spero vi piacerà. Chiudo quest BlogTour con dei consigli che spero apprezzerete. Ringrazio Sara di Bookspedia per avermi coinvolto e la Mondadori per averci permesso la lettura. Ecco qui che ve ne parlo:

COP_cop_invictus.inddTitolo: Invictus
Autore: Ryan Graudin
Genere: Sci-Fy
Data di uscita: 18 settembre 2018
Link d’acquisto: https://amzn.to/2Qs65Vc
Trama: Faraway Gaius McCarthy è il figlio diciottenne di una viaggiatrice del tempo del 2354 d.C. e di un gladiatore dell’antica Roma. Nato fuori dal tempo, per le leggi della natura non dovrebbe nemmeno esistere. Il desiderio più grande del ragazzo è diventare, come la madre, un cronista del passato e viaggiare di epoca in epoca per osservare e “registrare” gli eventi storici. Dopo aver fallito inspiegabilmente l’esame per entrare nel programma governativo dei “cronisti”, Far viene contattato da un misterioso mercante che gli propone di mettere insieme una crew clandestina con la quale viaggiare nel tempo a bordo della navicella Invictus per rubare opere d’arte e manufatti del passato. Il ragazzo, pur di non rinunciare al suo sogno, accetta. Proprio durante uno di questi colpi, che ha luogo sul Titanic appena prima del suo affondamento, Far incontra Eliott, una misteriosa ragazza che trascinerà lui e la sua squadra in una missione pericolosissima. Una corsa contro il tempo per evitare che il mondo che conoscono e amano scompaia per sempre.


Ecco a voi la mia tappa:

CONSIGLI TEMPORALI: CINQUE LIBRI SULLA SCIA DI INVICTUS

passenger-alexandra-brackenTitolo: Passenger
Autore: Alexandra Bracken
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: Fantasy
Data di uscita: 28 marzo 2017
La saga è composta da due libri: Passenger e Traveller.
Trama: In una terribile notte, la giovanissima Etta Spencer perde tutto quello che conosce e ama. Catapultata all’improvviso in un mondo sconosciuto, ha un’unica certezza: non ha viaggiato per chilometri, bensì per secoli. La sua famiglia, infatti, possiede la capacità di viaggiare nel tempo. Un’abilità di cui lei ha sempre ignorato l’esistenza. Fino a ora. Passeggera a sorpresa su una nave nel bel mezzo dell’oceano, e disposta a tutto per ritornare alla propria epoca, Etta inizia una straordinaria avventura attraverso secoli e continenti, in compagnia di Nicholas, giovane capitano della nave, alla disperata ricerca di un oggetto misterioso e di inestimabile valore, in grado salvare il suo futuro. Ma i tentativi di Etta trovare la strada di casa non fanno che trascinarla sempre più a fondo. Per sopravvivere dovrà imparare a navigare tra spazio e tempo, tradimento e amore.
Una duologia che vi porterà avanti e indietro nel tempo attraverso le epoche. Una storia particolare e originale, sicuramente in linea con Invictus.

Questo libro non parla di viaggi nel tempo ma di un uomo che vive talmente tanto a lungo da poter vivere in più epoche ma penso che lo spirito del viaggiare nel tempo sia un po’ come questo, in fin dei conti. Ecco qui:
Titolo: Come fermare il tempo
Autore:  Matt Haig
Editore: Edizioni e/o
Genere: Fantasy
Data di uscita: 29 agosto 2018
Trama: Pensate a un uomo che dimostra quarant’anni, ma che in realtà ne ha più di quattrocento. Un uomo che insegna storia nella Londra dei giorni nostri, ma che in realtà ha già vissuto decine di vite in luoghi e tempi diversi. Tom ha una sindrome rara per cui invecchia molto lentamente. Ciò potrebbe sembrare una fortuna… ma è una maledizione. Cosa succederebbe infatti se le persone che amate invecchiassero normalmente mentre voi rimanete sempre gli stessi? Sareste costretti a perdere i vostri affetti, a nascondervi e cambiare continuamente identità per cercare il vostro posto nel mondo e sfuggire ai pericoli che la vostra condizione comporta. Così Tom, portandosi dietro questo oscuro segreto, attraversa i secoli dall’Inghilterra elisabettiana alla Parigi dell’età del jazz, da New York ai mari del Sud, vivendo tante vite ma sognandone una normale. Oggi Tom ha una buona copertura: insegna ai ragazzi di una scuola, raccontando di guerre e cacce alle streghe e fingendo di non averle vissute in prima persona. Tom deve ad ogni costo difendere l’equilibrio che si è faticosamente costruito. E sa che c’è una cosa che non deve assolutamente fare: innamorarsi. 

Timeline di [Crichton, Michael]Di questo libro – che non ho letto e neanche sapevo ce ne fosse uno – ho visto il film. Non so se l’avete visto, uno di personaggi principali è Paul Walker, l’attore che faceva Fast and Furios. E ve ne parlo proprio perchè si adatta molto allo spirito di Invictus.
Titolo: Timeline – Ai confini del tempo
Autore: Micheal Crichton
Editore: Garzanti
Trama: Nel deserto dell’Arizona un uomo vaga senza meta, pronunciando parole prive di senso. Dopo ventiquattr’ore è morto e il suo corpo viene cremato dalle uniche persone che sembrano conoscerlo. All’altro capo del mondo una squadra di archeologi è al lavoro sulle rovine di un villaggio medievale della Dordogna, dove scopre una stanza rimasta sigillata per oltre seicento anni. Ma nel quartier generale della società finanziatrice del progetto gli studiosi faranno una scoperta ancora più sorprendente: il capo della misteriosa multinazionale ha inventato una vera macchina del tempo, che nello spericolato tentativo di ritrovare il professor Johnson, il capo della spedizione precipitato in un tunnel spaziotemporale, li proietterà in uno dei periodi più avventurosi e violenti della storia.Da quel momento i nostri eroi dovranno riuscire a sopravvivere nel bel mezzo della guerra dei Cent’Anni – tra soldataglia e affascinanti castellane, assedi e cruente battaglie – per cercare di tornare sani e salvi nel XXI secolo.


Risultati immagini per hyperversum,

Ce l’ho in lista da una vita ma ancora non riesco a leggerlo. Prima o poi lo farò ma sappiate che anche questo si avvicina molto a Invictus in qualche modo. Sempre parla di viaggi nel tempo e sempre – credo e sembra – particolare.
Titolo: Hyperversum
Autore: Cecilia Randall
Editore: Giunti
E’ una saga di più libri.
Trama: Daniel ha una passione bruciante per un videogioco online, “Hyperversum”, che trasporta la sua fantasia nella storia. Dentro la realtà virtuale ha imparato a essere un perfetto uomo del Medioevo e conosce tutte le astuzie per superare ogni livello di gioco. Una sera, Daniel gioca con alcuni amici e mentre vivono tutti insieme la loro avventura virtuale nel Medioevo vengono sorpresi da una tempesta che li tramortisce: i ragazzi si ritrovano così in Fiandra, nel bel mezzo della guerra che vede contrapposte Francia e Inghilterra. Si apre quindi per loro una nuova vita, nuove strade, un nuovo amore.


Risultati immagini per chi ama torna sempre indietro trama
Ho letto questo libro quando è uscito forse… non ricordo che periodo fosse, so solo che avrò avuto tredici o quattordici anni. Io e mia madre eravamo abbonate ad una rivista sulla quale potevamo scegliere un libro e comprarlo e questo è uno di quelli che avevamo comprato e che ho ancora qui con me. E’ bellissimo. Continuerete a viaggiare da un Elliott all’altro ed è meraviglioso come Musso riesca ad entrare nel cuore dei lettori. Sicuramente da leggere.
Titolo: Chi ama torna sempre indietro
Autore: Guillaume Musso
Editore: Rizzoli BUR
Trama: Elliott è un uomo di successo; sessantenne è un chirurgo di fama, vive a San Francisco e la sua vita privata ruota tutta attorno all’adorata figlia Angie. Un’unica ombra in questo quadro perfetto: Ilena, il suo grande amore, lo ha lasciato solo trentanni addietro, morendo in un tragico incidente. Un dolore immenso che nemmeno il tempo ha saputo lenire. Per una strana combinazione di eventi, un giorno gli viene data l’occasione di tornare indietro negli anni Sessanta, quando era un giovane medico ambizioso e idealista e perdutamente innamorato. Immerso in quel magico momento di felicità, Elliott si confronta con il passato vivendo momenti di rimpianto e di passione. Purtroppo una scelta dolorosa lo attende: ora sa che con un semplice gesto potrebbe salvare Ilena e modificare il corso di quel destino crudele, ma compierlo significherebbe rinunciare all’amatissima figlia.

Seguite le nostre tappe se non lo avete ancora fatto. Eccole qui:

tappe invictus (1)


Ancora non siete convinti? Non ci credo! Intanto io vi aspetto, come sempre!

A presto,

Sara ©

IL SALOTTO DELLE PARTICELLE: TEMPO DI LIBRI 2018, UN TEMPO BELLISSIMO.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE BELLE!

Oggi sono qui per raccontarvi la mia esperienza a Milano in Tempo di Libri 2018. Scusate per il ritardo ma non potevo prima per via di doversi eventi in corso ma adesso sono qui per raccontarvi tutto, tutto.


Sono arrivata a Milano Venerdì 09 a 12.10 in stazione ed io e il mio ragazzo siamo corsi per raggiungere la fiera per arrivare ad incontrare Patrignani. Il peccato è che, nonostante la DeAgostini mi avesse assicurato che era lì per due ore, quando sono arrivata a 12.40 era già andato via. Sogno in frantumi 😦 .

20180309_165107

Io e Sara Rattaro.

Il pomeriggio siamo ritornati in fiera perchè non potevo lasciarmi sfuggire l’occasione di incontrare Sara Rattaro, che presentava il nuovo libro Uomini che Restano per la Sperling&Kupfer.

L’autrice si è rivelata dolcissima e sensibile e sono stata davvero felice di averla incontrata e sono altrettanto curiosa di sapere come sarà questo secondo volume che ha scritto.

Subito dopo ci siamo dovuti dileguare perché dovevamo prepararci per andare al concerto dei The Script (la mia solita fortuna) che poi abbiamo saputo è stato cancellato e successivamente rimandato per una bronchite del cantante.

Risultati immagini per gif the script


In compenso ho mangiato una cotoletta enorme e ho partecipato a Tempo di Libri, un’esperienza davvero bella e nuova per me. Non ha davvero niente a che vedere con Più Libri, Più Liberi di Roma, questo è poco ma sicuro.

IMG_7775

Io e le due banane, Sara e Chiara 🙂

20180310_120737.jpg

Con Feliscia de Il Lettore Curioso

Ho avuto modo di conoscere diverse blogger, come Feliscia de Il lettore Curioso; Rachel di Rachel Sandman che ha esordito per la Delrai Edizioni con il suo primo libro: Echo; la mia banana preferita ovvero Sara di Bookspedia con cui abbiamo passato la giornata; Chiara di Chiara in Bookland, una ragazza davvero simpatica che sono felice di aver incontrato assieme a tutte le altre. 

Ho avuto modo di incontrare anche doversi autori oltre la Rattaro che vi avevo annunciato prima.

IMG_7770

Io e Barbara Bolzan

Ho avuto modo di conoscere Barbara Bolzan, autrice di della Rya Series, che qui sul blog ho iniziato con Fracture e si concluderà con altri tre volumi di cui ho riportato a casa con me il secondo e non vedo l’ora di leggerlo. Ho incontrato, come vi ho già detto, Rachel Sandman. Avrei preferito incontrare molti altri autori ma il programma in alcuni punti  per gli incontri ha lasciato un po’ a desiderare almeno sugli autori esteri. Avrei preferito ci fosse qualcosa di più sostanzioso, invece no.

Ho incontrato anche molte delle addette all’ufficio stampa come Margot della DeAgostini che è davvero carinissima, Giulia della Rizzoli, Giulia della Sperling, Chiara della Giunti e Malia della Delrai che ormai già conoscevo da Più Libri, Più Liberi.

La giornata è stata intensa, piena di libri e di incontri. C’è stato l’incontro allo stand della Sperling per l’uscita di Begain Again di Mona Kasten a cui hanno rilasciato a tutte il libro da leggere e recensire. Ma ho riportato a casa tanti bei libricini che volevo assolutamente. Ecco qui sotto il bottino della mia giornata. Anzi, manca il libro della Rattaro qui in mezzo e me ne sono accorta solo ora. Quindi aggiungete anche quello. I due storici non sono i miei ma del mio ragazzo (che sono felice di convertire alla lettura sempre di più!).

IMG-20180310-WA0016

Ho riportato a casa:

  • Sacrifice di Barbara Bolzan (Delrai Edizioni);
  • Tutta Colpa delle Meduse di Ali Benjamin (Il Castoro);
  • Begin Again di Mona Kasten (Sperling&Kupfer);
  • Ti ho trovato fra le stelle di Francesca Zappia (Giunti Editore);
  • Uomini che restano di Sara Rattaro (Sperling&Kupfer)
  • E allora baciami di Roberto Emanuelli (Rizzoli) – per mia madre che lo voleva-

Avrei voluto riportarmi mezzo mondo ma sono già tanti questi, non credete? 😛


Devo ammettere, inoltre, che ho addirittura partecipato ad un video per la campagna di Oscar Mondadori #allenamente, dalla quale mi hanno rilasciato una shopper bag davvero carinissima e l’intervista sul Coraggio alla Giunti per il libro The Hate U Give da cui ho ricevuto una fantastica maglietta con la copertina del libro. In genere non partecipo a questo genere di iniziative, la telecamera non è mai stata una mia grande amica ma ci ho provato ed è stato divertente.


Un’avventura davvero meravigliosa, ho incontrato persone fantastiche che spero di rivedere al più presto, assolutamente. E voi siete mai andati a Tempo di Libri? Fatemi sapere cosa ne pensate, come vi siete trovati e se ci siete andati quest’anno e non ci siamo beccati!

A presto,

Sara ©

EVENTI: “TEMPO DI LIBRI 2018” – MILANO 8 – 12 MARZO 2018

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccomi qui che vi parlo degli eventi delle case editrici presenti a Tempo Di Libri 2018! Ci andrete? Io si, quindi se qualcuno di voi vuole farmi un saluto fatemi sapere, io sarò in giro per la fiera. Eccovi qui gli eventi:

DEAGOSTINI

Giovedì 8 marzo

  • ore 10.30 Sala Bianca – Alberto Pellai e Barbara Tamborini presentano Ammare (DeA). 
     
  • ore 11.30 Digital Cafe – Reading al buio con Alessandro Ferrari, autore de Le ragazze non hanno paura (DeA), e Antonio Cotroneo. A cura della Fondazione LIA
     
  • ore 11.30 Digital Lab – Laboratorio digitale: Rosie Revere. L’ingegnera (De Agostini)
     
  • ore 14.00 Lab. Unicorno – Alessandro Ferrari presenta Le ragazze non hanno paura (DeA).
     
  • ore 16.00 Digital Lab – Laboratorio di coding sulla versione beta di Scratch 3 con Andrea Ferraresco, consulente informatico, fondatore del CoderDojo Fossò (Venezia) e autore De Agostini Scuola. 

 Venerdì 9 marzo

  • ore 11.30 Spazio Incontri – Leonardo Patrignani presenta Time Deal (DeA)
     
  • ore 12.30 Digital Lab – Laboratorio digitale: I miti greci (De Agostini)
     
  • ore 14.00 Lab. Unicorno – Erica Bertelegni presenta La chiave dell’amicizia (DeA)

 Sabato 10 marzo

  • ore 11.30 Digital Lab – Laboratorio digitale su L’orsetta Mur di Kaisa Happonen e Anne Vasko (De Agostini)
     
  • ore 16.00 – Sala Suite 1 – L’importanza di incontrare i creatori di storie. In classe con l’autore. Partecipano Francesco D’Adamo (autore), Angela Maltoni (insegnante), Annalisa Strada (autrice e insegnante), Annachiara Tassan (Direttore editoriale De Agostini). Modera Barbara Schiaffino (direttore di Andersen)

Domenica 11 marzo

  • ore 11.30 Caffè letterario – Alberto Pellai presenta Il metodo famiglia felice (De Agostini) con Fulvia Degl’Innocenti

Lunedì 12 marzo


NEWTON COMPTON

SABATO 10 MARZO ORE 14,30

Sala Brown 2

DIECI COSE DA SAPERE SULL’ECONOMIA ITALIANA PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

con Alan Friedman e David Parenzo

Ma la ripresa in Italia è reale o meno? Quello che ci raccontano i politici su occupazione, pensioni, tasse e risparmi corrisponde al vero? All’indomani dei risultati delle elezioni più confuse della storia repubblicana, Alan Friedman dialoga con David Parenzo per interpretare gli scenari politici che si profilano all’orizzonte, e le prospettive economiche del nostro Paese.


SABATO 10 MARZO ORE 15,30

Stand Newton Compton – Padiglione 3 Stand C49

FIRMACOPIE DELLE AUTRICI

Alessandra Angelini – Robin C

Fabiola D’Amico – Ella Gai

Laura Gay – Felicia Kingsley

L.F. Koraline – Viviana Leo

Adelia Marino – Lidia Ottelli

Raffaella V. Poggi – Cassandra Rocca

Giulia Ross – Lucrezia Scali – Daniela Volonté

PADIGLIONE 3 – STAND C49


RIZZOLI

GIOVEDÌ 8 MARZO

  • DANIELE NOVARA – LUIGI REGOLIOSI
    I bulli non sanno litigare
    ORE 16.30 SALA AMBER 2
    “Educare senza bulli”
    Con Daniele Novara
    Il pedagogista Daniele Novara spiega in modo concreto come
    organizzare l’educazione dei ragazzi età per età, evitando a
    genitori e figli di cadere in alcune trappole della nostra epoca,
    come l’eccesso di diagnosi neuropsichiatriche e la paura del
    bullismo, temi dei suoi ultimi libri. 
  • ROBERTO EMANUELLI
    Davanti agli occhi
    ORE 19.00 SALA AMBER 1
    “Il nostro sogno possibile”
    Con Roberto Emanuelli
    Interviene Francesca Fiocchi
    In occasione della ripubblicazione del suo primo romanzo,
    Davanti agli occhi, Roberto Emanuelli racconta ai suoi lettori
    quanto è importante lottare per i propri sogni e che non è mai
    troppo tardi per ballare al ritmo del cuore.

VENERDÌ 9 MARZO

  • LUIGI GIUSSANI
    Realtà e giovinezza. La sfida
    ORE 15.00 SALA VOLTA
    “Don Giussani: oltre il muro dei sogni”
    Con Don Julián Carrón
    Interviene Gianni Riotta
    A 50 anni dai moti del ’68, l’insegnamento di don Giussani e
    la fede come esperienza rivoluzionaria nella vita dei giovani
    rivivono nel suo Realtà e giovinezza. La sfida. Don Julián
    Carrón, suo successore, offre una testimonianza della vita del
    fondatore del movimento di Comunione e Liberazione.
  • EDOARDO BONCINELLI
    Un futuro da Dio
    ORE 16.30 SALA AMBER 2
    “Figli delle stelle”
    Con Edoardo Boncinelli
    Interviene Fiorenzo Galli
    Dallo sfregare due pietre per ottenere una scintilla
    all’esplorazione dello spazio, dalle questioni di fede alle
    teorie di Darwin e fino alle mutazioni genetiche, Edoardo
    Boncinelli racconta l’origine della nostra specie, i fenomeni
    che hanno rivoluzionato la storia e le sfide che ci attendono
    per il futuro.
  • PIERGIORGIO ODIFREDDI
    La democrazia non esiste
    ORE 19.00 SALA VOLTA
    “Critica matematica della ragione politica”
    Con Piergiorgio Odifreddi
    Interviene Giuliano Pisapia
    Nella stagione degli italiani alle urne, Piergiorgio Odifreddi
    osserva la politica (e i politici) con la lente della logica e della
    matematica, per svelare le contraddizioni nascoste e le
    distorsioni lampanti della democrazia e delle istituzioni. La
    nostra è davvero una libera democrazia?
  • PAPA FRANCESCO
    Quando pregate dite Padre Nostro
    ORE 20.30 SALA AMBER 2
    “Il coraggio di pregare il Padre Nostro”
    Con Don Marco Pozza
    Interviene Massimo Bernardini
    Il tesoro del Padre Nostro – la preghiera che racchiude tutte
    le altre – commentato da Papa Francesco e offerto al grande
    pubblico da don Marco Pozza per affrontare e riflettere sulle
    inquietudini e le speranze d’oggi e di domani.

SABATO 10 MARZO

  • ROBERTO BURIONI
    La congiura dei somari
    ORE 12.30 SALA VOLTA
    “La scienza non può essere democratica”
    Con Roberto Burioni
    Il virologo di fama mondiale Roberto Burioni ci spiega
    perché dobbiamo fidarci della scienza e come riconoscere i
    “somari” che pretendono di sapere senza aver studiato. Certo,
    anche la scienza è imperfetta, ma vale la pena fidarsi perché
    l’alternativa è costituita dal buio e dall’oscurantismo. 
  • GIUSI MARCHETTA
    Dove sei stata
    ORE 12.30 SALA BIANCA
    “Ricerche familiari alla Reggia di Caserta”
    Con Giusi Marchetta
    Premio Calvino 2008 con la raccolta di racconti Dai un bacio
    a chi vuoi tu, Giusi Marchetta ha pubblicato il suo primo
    romanzo nel 2011 per Rizzoli, L’iguana non vuole. A Tempo
    di Libri l’autrice racconta la sua Reggia di Caserta, che è
    l’evocativa cornice di questo secondo romanzo denso di echi
    letterari.
  • ROBERTO PERRONE
    L’estate degli inganni
    ORE 14.00 SALA BIANCA
    “Annibale ‘Carrarmato’ Canessa è tornato”
    Con Roberto Perrone
    Interviene Annarita Briganti
    A Tempo di Libri, Roberto Perrone ci parla della nuova
    indagine dell’ex colonello dei carabinieri Annibale Canessa
    che lo vedrà coinvolto in un intrigo internazionale tra
    Mossad, servizi segreti italiani e libici per sanare una delle
    ferite aperte della nostra storia recente.

DOMENICA 11 MARZO

  • FRANCO DI MARE
    Barnaba il mago
    ORE 14.00 SALA AMBER 1
    “Magia e amore a Bauci”
    Con Franco Di Mare
    Il giornalista, conduttore e scrittore Franco Di Mare ritorna
    nell’immaginaria Bauci per raccontare di nuovo vizi e virtù
    dei protagonisti che non sono altro che i nostri. Una
    divertente commedia umana che ci ricorda che tutti nella vita
    abbiamo comunque bisogno di un pizzico di magia.
  • VITTORIO GIARDINO
    Jonas Fink
    ORE 14.00 SALA AMBER 3
    “Il libraio di Praga”
    Con Vittorio Giardino
    Interviene Bruno Luverà
    La Primavera di Praga, il ’68 dietro la cortina di ferro, i sogni
    di una generazione schiacciata dalla dittatura. Con Jonas
    Fink, il maestro del fumetto Vittorio Giardino racconta un
    Paese che ha smesso di essere una società e dove i singoli
    cittadini sono diventati l’uno il peggior nemico dell’altro.ù
  • DACIA MARAINI
    Tre donne
    ORE 15.00 SALA AMBER 1
    “Tre donne. Storie di amori e disamori”
    Con Dacia Maraini
    Interviene Annalena Benini
    Ogni donna è una voce, uno sguardo, una sensibilità unica e
    irripetibile. Partendo dalla storia delle tre protagoniste, Dacia
    Maraini ci racconta la libertà e il diritto di amare in ogni età
    della vita.
  • VITTORINO ANDREOLI
    Il silenzio delle pietre
    ORE 18.00 SALA AMBER 1
    “Fuga e ritorno”
    Con Vittorino Andreoli
    Scrittore e psichiatra, Vittorino Andreoli racconta la scelta
    della solitudine estrema, lontano da un mondo diventato
    caotico. In quella distanza nascerà una nuova prospettiva e
    una luce di speranza sui mali della metropoli.
  • GIO EVAN
    Ormai tra noi è tutto infinito
    ORE 19.00 SALA VOLTA
    “Dai tuoi occhi c’è una vista stupenda”
    Con Gio Evan
    Dice di sé: “Gio Evan: Poeta, scrittore, cantautore, umorista e
    performer. Ma lui non lo sa e vola lo stesso”. Come le sue
    parole che danzano leggere per accompagnare il pubblico in
    un viaggio tra i sentimenti e le emozioni quotidiane, guidato
    da uno sguardo giovane e pieno di meraviglia.

LUNEDÌ 12 MARZO

  • BEBE VIO
    Se sembra impossibile allora si può fare
    ORE 12.30 SALA BROWN 1
    “Bisogna darsi da fare”
    Con Bebe Vio
    Interviene Giovanni Bruno
    La vittoria contro gli effetti della malattia è stata un
    trampolino verso i gradini più alti del podio, della scherma e
    soprattutto della vita. Bebe Vio infonde sicurezza, forza ed
    entusiasmo in chiunque la ascolti: nessun sogno sembra più
    irrealizzabile. Se si fa squadra anzitutto con se stessi.

SPERLING & KUPFER – FRASSINELLI

Giovedì 8 marzo

Ore 15.00 – Spazio Incontri
Cento voci e una storia. La violenza degli uomini
Con Tea Ranno
Autrice di Sentimi
e Francesco Musolino
Donne che si raccontano e raccontano la violenza subita dagli uomini. Tea Ranno raccoglie decine di voci di donne che vogliono riportare alla scrittrice le loro storie perché lei possa trascinarle fuori dall’oblio. Perché la memoria è l’unica forma di riscatto.

Ore 17.30 – Sala Amber 2
Donne come noi
Con Michela Cerruti, pilota; Cristina Cattaneo, anatomopatologa; Paola Zukar, agente dei
rapper; Fabia Timaco, storyteller; Maria Luisa Ventura, neonatologa; Giorgia Benusiglio,
testimonial contro la droga e Annalisa Monfreda, direttrice di Donna Moderna
Autrici di Donne come noi 100 storie di donne italiane e contemporanee che con tenacia e coraggio hanno fatto qualcosa di importante, abbattendo gli stereotipi di genere. Sei di loro si incontrano a Tempo di Libri nella giornata che celebra il genere femminile.

Venerdì 9 marzo

Ore 16.00 – Caffè letterario
Uomini che restano
Con Sara Rattaro
Autrice di Uomini che restano
e Amanda Colombo
Come colmare i vuoti che la vita a volte crea? Sara Rattaro, Premio Bancarella nel 2015, scandaglia l’animo umano alla ricerca dei sentimenti necessari ad affrontare la vita di ogni giorno. Una storia di resilienza e di coraggio.

Ore 17.30 – Area Tavola-Laboratorio
Con Monica Sartoni Cesari
Autrice di Chef in 24 ore
e Laura Maragliano – direttrice di Sale & Pepe
Gli amici hanno sempre impegni inderogabili quando li invitate a cena? Ai fornelli siete negati? Niente paura! Il segreto sta nel padroneggiare le ricette principali. Monica Sartoni Cesari insegna come destreggiarsi con tutte le basi, le tecniche e le preparazioni più comuni della cucina. E la prossima volta gli amici faranno la fila.

Ore 19.00 – Sala Bianca
Con Adélaïde de Clermont-Tonnere
Autrice di L’ultimo di noi
e Margherita Oggero
Un uomo in lotta contro le colpe dei padri che si ripercuotono sui figli. La scrittrice e giornalista Adélaïde de Clermont-Tonnere presenta a Tempo di Libri il romanzo vincitore del Gran Prix de L’académie Française e uno dei maggiori successi dell’ultima stagione in Francia.

Ore 20.00 – Spazio incontri
Il bullismo, segnali da interpretare
Con Luca Bernardo e Francesca Maisano
Autori di L’età dei bulli
e Milo Infante con Matteo Viviani
Il bullismo non danneggia solo chi ne è vittima ma anche chi lo pratica. Il direttore dei reparti materno-infantile e pediatrico del Fatebenefratelli di Milano Luca Bernardo e Francesca Maisano, psicologa, insegnano a coglierne i segnali e ad intervenire per tempo, prevenendo spiacevoli conseguenze.

Ore 21.00 – Sala Suite 1
Il bistrò dei libri e dei sogni
Con Rossella Calabrò
Autrice de Il bistrò dei libri dei sogni
e Alessandro Barbaglia
Rossella Calabrò, giornalista, autrice e blogger, fa rivivere in Fiera le atmosfere di un bistrò situato nel cuore di Milano. Dopo l’ironico bestseller Cinquanta sbavature di Gigio, un affresco pittoresco che apre le porte al romanticismo di cui sono intrisi libri e scrittura.

Sabato 10 marzo

Ore 13.00 – Suite 2
Milano Splatter
Con Beppe Tosco
Autore di Favola Splatter
e Enrico Bertolino
Come sarà Milano tra 15 anni? Un silos colmo di cocaina nominata “Little Virgin” (inglesismo per Madunina), esplode e scatena follie e psicosi. Beppe Tosco, autore di testi per i comici più affermati (Luciana Littizzetto, Enrico Bertolino, Ale e Franz, Luca e Paolo, Geppi Cucciari) ci proietta nella Milano di un futuro prossimo.

Ore 17.30 – Sala Amber 2
Storia d’amicizia al femminile
Con Sveva Casati Modignani
Autrice di Festa di famiglia
e Carola Carulli
È nata e vive da sempre a Milano, abitando la stessa casa che apparteneva alla nonna. Nel giorno dedicato alla città, Sveva Casati Modignani incontra il suo pubblico di affezionati lettori. Al centro del dialogo i temi dell’amicizia e della solidarietà femminile, perno del suo ultimo romanzo.

Ore 18.30 – Sala Amber 4
Tu sola nel mio deserto: poesie di Alda Merini
Reading con Irene Grazioli
e Arnoldo Mosca Mondadori
Tu sola nel mio deserto di Emilia Rebuglio Parea
L’arte, la solitudine della follia, la vita sul naviglio: Alda Merini, simbolo di Milano e incarnazione della poesia, rivive nelle voci di Arnoldo Mosca Mondadori e dell’attrice Irene Grazioli. Nel giorno dedicato al capoluogo lombardo, un reading che celebra una dei suoi esponenti più illustri.

Ore 20.00 – Suite 1
Strani eroi. Tre personaggi nel tragico imbroglio dell’Italia degli anni Settanta.
Con Alessandro Bongiorni
Autore di Strani eroi
e Carlo Annese
Nell’anniversario del rapimento Moro, in un scenario drammatico e oscuro, si muovono i
protagonisti di questo noir. Spie, poliziotti, terroristi, politici, donne affascinanti e prive di scrupoli, giornalisti e faccendieri: personaggi di un “mondo di mezzo” inquietante. La storia italiana riletta da un autore giovane e talentuoso.

Ore 20.30 – Sala Suite 2
Oltre e un cielo in più
Con Luca Sciortino
Autore di Oltre e un cielo in più
e Francesca Colosi
Partire senza date, impegni o tappe prefissate. Non prendere aerei, per gustarsi il tempo lungo del viaggio. Questo il regalo che Luca Sciortino, giornalista e filosofo, si concede percorrendo la strada dalla Scozia al Giappone, attraverso l’Europa, la Russia, la Mongolia e la Siberia


GARZANTI

Garzanti a TdL18


DELRAI

Oltre ai libri già in catalogo, le fantastiche new entry che verranno presentate proprio in occasione di Tempo di Libri saranno tante:
 
Denise Aronica – Fino a perdermi nel tuo abbraccio (romance)
Rachel Sandman – Echo (romance)
Alessandra Paoloni – Descendens (fantasy)
Natascia Luchetti – Van Helsing – Blood never lies (gotico)
Eveline Durand – Collezione privata (steampunk)
Eveline Durand – Too Much Series unita (romance)
Jane Harvey-Berrick – Il nomade (romance)

Non ci troverete solo allo stand, quest’anno c’è una novità. Potrete infatti conoscere alcune delle nostre autrici durante un incontro previsto per sabato 10 marzo, alle ore 12.30 presso la Sala Laboratorio Unicorno, Padiglione 3.
 
Il tema: “Made in Italy strappato al Self. Delrai Edizioni e qualità di genere.”
A un anno e mezzo dell’apertura, parlano nuovi e vecchi autori Delrai: la loro storia, i loro romanzi e il loro vivere il mondo dell’editoria. Il punto di vista degli scrittori italiani e la loro produzione in una casa editrice che crede ancora nella narrativa italiana di genere.
 
Interverranno:
Denise Aronica
Rachel Sandman
Barbara Bolzan
Elle Eloise
Natascia Hellion Luchetti
 
Moderatore e intervistatore: Alice Chimera
 
L’ingresso è libero, fino a esaurimento posti. 


MONDADORI

Giovedì 8 marzo

Ore 18             Alberto Grandi                                                Caffè letterario

Ore 18             Reading poesie Pellegatta-Pecora-Vitale         Sala Suite 1

Ore 19             Osho, il mistero femminile                              Laboratorio Buzzati

Venerdì 9 marzo

Ore 10.30        Alessandro D’Avenia                                     Sala Brown 3

Ore 11             John Peter Sloan                                             Sala Amber 2

Ore 11.30        Francesco Sole                                                Digital Cafè

Ore 15             Adriana Asti                                                   Caffè letterario

Ore 15.30        Santagostini e Villalta                           Sala Amber 4

Ore 17             Simon and the stars                                         Caffè letterario

Ore 17             Berrino, Lumera, Mariani                               Sala Brown 1

Ore 19             John Grisham                                                  Sala Brown 3

Ore 19             Osho, la rivoluzione interiore                         Laboratorio Buzzati

Sabato 10 marzo

Ore 12.30        Simon and the stars                                         Sala Amber 3

Ore 14             Santagata e Manca                                          Sala Amber 3

Ore 14             Caputo e Natoli                                              Spazio Incontri

Ore 14             Antonio Pennacchi                                          Caffè letterario

Ore 15             John Peter Sloan                                             Spazio incontri

Ore 15             Michela Vittoria Brambilla                             Sala Amber 5

Ore 16             Matteo Losa                                                   Sala Bianca

Ore 16             Fabio Genovesi                                               Sala Volta

Ore 16             Mario Calabresi                                              Sala Amber 3

Ore 17             Licia Troisi                                                      Sala Volta

Ore 17             Eraldo Affinati                                                Spazio incontri

Ore 17             Andrea Marcolongo                                        Sala Brown 1

Ore 19             Pennacchi e Corona                                         Sala Volta

Ore 19             Yoga a Milano                                     Laboratorio Buzzati

Domenica 11 marzo

Ore 11             Licia Troisi                                                      Sala Suite 2

Ore 11.30        Simon and the stars                                         Spazio incontri

Ore 12.30        Paolo Crepet                                                   Sala Amber 1

Ore 12.30        Nino Frassica                                                  Sala Volta

Ore 15             Sofia Viscardi                                                  Sala Brown 3

Ore 15             Shi Yang Shi                                                    Caffè letterario

Ore 16             Federico Fubini                                               Spazio incontri

Ore 18             Maria Giovanna Luini                         Spazio incontri

Ore 18             Pierluigi Battista                                             Spazio Suite 1

Ore 18             Aldo Cazzullo                                                 Casa Corriere

Ore 19             Santoni, Genna e Caruso                                 Sala Bianca

Ore 19             Osho, ritorno al proprio centro                      Laboratorio Buzzati

Lunedì 12 marzo

Ore 11.30        Francesco Sole                                                Sala Volta

Ore 14             Daniele Doesn’t matter                                   Caffè letterario

Ore 15.30        Giancarlo Pontiggia Un’ora di poesia            

 


Cosa ne pensate di tutti questi eventi? Ci andrete alla fiera? Io vi aspetto perchè ci andrò! Se ci andrete lasciate un commento, mi farebbe piacere incontrarvi!

A presto,

Sara ©