RECENSIONE #120 – ASPETTAMI FINO ALL’ULTIMA PAGINA DI SOFIA RHEI

BUON POMERIGGIO CARI LETTORI!

Voi direte, finalmente ce l’hai fatta a leggere ‘sto libro! Ebbene si, mi era rimasto qualcosa di arretrato e sto cercando di recuperarlo fra una lettura e l’altra. Quindi ecco il primo recupero che avevo da fare ed anche il più breve visto che è di un’entità piuttosto piccola! Ringrazio la Newton Compton per l’invio, ancora una volta, e ve ne parlo subito.

aspettami-fino-allultima-paginaTitolo: Aspettami fino all’ultima pagina

Autore: Sofía Rhei
In uscita il: 24/08/2017
Prezzo: € 4,99 /  € 10,00
ISBN: 9788822712455

Pagine: 256
Numero 1 in classifica in Spagna
TramaSilvia ha quasi quarant’anni, vive e lavora a Parigi e ha una relazione difficile con Alain, un uomo sposato che da mesi le racconta di essere sul punto di lasciare la moglie. Dopo tante promesse, sembra che lui si sia finalmente deciso, ma la fatidica sera in cui dovrebbe trasferirsi da lei, le cose non vanno come previsto. E Silvia, in una spirale di dolore e umiliazione, decide di farla finita con quell’uomo falso e ingannatore e di riprendere in mano la sua vita. Alain però non si dà per vinto, e Silvia non è abbastanza forte da rimanere indifferente alle avances dell’uomo che ama… Dopo giorni e notti di disperazione, viene convinta dalla sua migliore amica a fare visita a un bizzarro terapeuta, il signor O’Flahertie, che sembra sia capace di curare le persone con la letteratura. Grazie ad autori come Oscar Wilde, Italo Calvino, Gustave Flaubert, Mary Shelley, e al potere delle loro storie, Silvia comincia a riflettere su chi sia realmente, su quali siano i suoi desideri più profondi e su cosa invece dovrebbe eliminare dalla sua vita…

RECENSIONE

La storia ha inizio a casa di Silvia. Lei si sta preparando e sta sistemando casa, in attesa di Alain. Alain è l’uomo che lei ama. L’unico problema è che lui è sposato e sono anni che fa promesse su promesse che poi non mantiene. “Lascerò mia moglie e verrò a vivere con te” questa è l’ultima che le dice e lei ci crede. Ma quando Alain non arriva e come tutte le volte Silvia si ritrova la porta sbattuta in faccia decide che è tempo di cambiare. Ma non sarà così semplice perchè Alain l’ha cambiata fin nel profondo. Un bizzarro terapeuta che basa tutto sui libri, il signor O’Flahertie,  cercherà di aiutarla nel suo intento.

Riuscirà Silvia a riprendere in mano la sua vita? Si renderà conto che Alain non è l’uomo che fa per lei? Riuscirà assieme ai libri ad uscirne veramente?

«L’ho prestato a un… amico», disse Silvia. Isabel la fissò con intensità. Aveva indovinato a chi aveva prestato quel libro dal tono funebre dell’amica. «Come hai potuto permettere che questo tizio si prendesse il tuo libro preferito?», sussurrò aggrottando la fronte, senza che Isolde la sentisse. «Gli hai dato il tuo tempo, il tuo affetto e il tuo entusiasmo. Non puoi permettergli di prendersi tutta la tua vita. Se gli dai tutto, ti concedi troppo e dopo rimani vuota».

La trama è semplice e rappresentativa del libro, niente di più, niente di meno. Quindi niente da dire al riguardo.

La copertina è carina e diversa dal classico catalogo della casa editrice ma non capisco cosa abbia combinato la Newton Compton. Noi blogger abbiamo una versione azzurra e in libreria invece è venduta di colore bianco. Qual’è il mistero? Nessuno lo sa. Il titolo è lungo ma sicuramente diverso dallo standard “Newtoniano” quindi apprezzo lo sforzo diciamo.

La storia è ambientata nella magica Parigi e l’epoca è moderno/ contemporanea, al giorno d’oggi per capirsi.

La vita offre tanti inizi affascinanti, esordi possibili di storie incredibilmente promettenti Ma pochissimi di questi inizi si svilupperanno in una trama e ancor meno avranno un finale all’altezza. L’unico modo per guarire dagli inizi era trovare, o costruire, un proseguimento altrettanto accattivante.E questo poteva farlo soltanto il lettore, cioè lo spettatore della vita. Se stessa. Pochi istanti prima di addormentarsi, con il sorriso sulle labbra, Silvia si accorse che quella sera, da quando aveva varcato la porta dell’albergo, non aveva pensato ad Alain neanche una volta.

Risultati immagini per gif amore infedeleI personaggi sono pochi ma abbastanza ben delineati.

Silvia è una donna tutt’altro che forte. E’ sensibile e fragile. Continua a correre dietro ad un uomo che non lascerà mai sua moglie ma lei è convinta che presto o tardi sarà solo suo, basta solo aspettare. Ma Silvia è anche altro e lo scoprirete nel corso della lettura.

Alain è il classico uomo viscido, con un piede in due scarpe. Il problema è che sembra proprio che questo piede non abbia intenzione di toglierlo da nessuna delle due parti. Un personaggio che ho detestato dall’inizio alla fine.

O’Flahertie è uno psicologo/ terapeuta che tratta coi libri. Gli piace parlare di libri, di Parigi e di cose che non c’entrano apparentemente niente con la giovane donna in cerca di aiuto. Ma con i suoi libri , quest’uomo saprà scavare dentro di lei e Silvia resterà ogni volta sempre più stupita.

Ci sono anche altri soggetti e personaggi secondari che non vi descriverò altrimenti dovrei raccontarvi mezzo libro. Essendo già piccolo di suo, non conviene – ecco tutto.

«Ciascuno di noi è un mostro», le assicurò lui in tono solenne. «Siamo tutti Frankestein. Affinché risulti evidente, basta guardarsi nello specchio giusto. Siamo fatti di pezzi di cose molto diverse, ciascuno di noi ha parti che sono morte e poi rinate. Occultiamo qualcosa, ci nascondiamo, e in tante situazioni ci spaventa mostrare come siamo fatti realmente. In ciascuno di noi c’è una parte aggressiva. E’ molto frequente che, per proteggere gli altri, la rivoltiamo contro noi stessi. E’ su questa aggressione che viene da dentro, e che fa tanto soffrire il mostro di Frankestein, che si fonda la scarsa autostima».

Il perno centrale è Silvia stessa. Tutto ruota intorno a lei anche se la storia sembra ruotare attorno ad Alain. Alain è solo la causa scatenante di tutto ciò che accadrà intorno e nell’animo di Silvia.

Lo stile utilizzato è stato semplice ma poco scorrevole. Il fatto che la storia fosse narrata in terza persona, in questo libro non ci stava particolarmente a pennello. In alcuni momenti sembrava addirittura forzata. In più Silvia non è per niente un soggetto facile. In più la storia è poco condita e quindi questo non giova a suo favore.

Un punto a favore che devo a questa storia è stato il fatto della terapia. Silvia durante il percorso matura e cambia. Il terapeuta e gli appuntamenti mi hanno ricordato molto quando ero io ad andare dalla psicologa. Quindi su questo piano mi sono sentita molto vicino alla protagonista ed ho capito molto i suoi repentini sbalzi d’umore e di pensiero. 

Il finale era sicuramente inaspettato ma ha stonato in confronto a tutto il resto e non mi ha fatto impazzire particolarmente.

La signora era accompagnata da un giovane. Quando si voltarono per salutare Odysseus, Silvia si rese conto che quell’anziana era la famosa Paulette Lamie. «Lascia che ti presenti Paulette e il suo assistente, Borìs» disse il greco, divertito dall’espressione stupefatta di Silvia.

Il libro non è stato male ma non è stato un libro che ti toglie il fiato. Non è un libro che 

Più che una storia romantica la definirei di rivincita su se stessi e sull’accettazione di ciò che si è e di ciò che si vuole nella propria vita. Un libro che mi ha fatto apprezzare il cambiamento e la rivincita che ho avuto anche io su me stessa. Però si ferma qui. Consiglio? Ni, fate ciò che vi sentite.

Il mio voto per questo libro è di: 3 pesciolini e mezzo

picsart_09-29-08.44.45-3.jpg


Allora? Cosa mi dite, vi piace? Lasciate un bel commento, io sono qui che vi aspetto!

A presto,

Sara ©

Annunci

APPUNTAMENTI AD EVENTI SUI LIBRI IN GIRO PER L’ITALIA.

BUON POMERIGGIO LETTORI!

Come state? Io bene! Eccomi che vi scrivo i nuovi eventi in arrivo e in programma in giro per l’Italia! 🙂 ci andrete? Io – purtroppo – no.

Eventi di Newton Compton a Bookcity (16/19 novembre 2017).

Sabato 18 novembre – ore 17.00

STREGATA DAL FANTASY. SCARLETT THOMAS TRA HARRY POTTER E FAHRENHEIT 451

Con Scarlett Thomas e Alessandra Tedesco

Castello Sforzesco – Sala Viscontea – Piazza Castello, 1


Sabato 18 novembre – ore 19.30

GIALLO STORICO VS NOIR CONTEMPORANEO

Con Marcello Simoni, Nicola Verde, Marilù Oliva e Romano De Marco

Palazzo Morando – Costume Moda Immagine – via Sant’Andrea, 6

Un evento a cura di Bookteller Eventi Letterari


Sabato 18 novembre – ore 21.00

SIRIA, FOREIGN FIGHTERS: PADRI E FIGLI

con Dimitri Bontinck, Lorenzo Cremonesi e Paolo Giordano

Fondazione Corriere della sera – Sala Buzzati – via Balzan, 3


Domenica 19 novembre – ore 15.00

SAGHE DA OSCAR. NAPOLEONE E I MEDICI STAR DELLA LETTERATURA

Con Simon Scarrow, Matteo Strukul e Massimo Lugli

Castello Sforzesco – Sala Viscontea – Piazza Castello, 1


Sabato 18 novembre – ore 10.00

SCRIVERE, PUBBLICARE, VENDERE LIBRI TRA CARTA E DIGITALE

Con Irma Cantoni, Anna Premoli, Leonardo Patrignani, Stefano Bordigoni, Clelia Frasca e Stefano Izzo

Terrazza Aperol – Piano 1 – Piazza Duomo


Domenica 19 novembre – ore 17.00

5000 SFUMATURE DI MR DARCY. Il personaggio maschile nella narrativa rosa

Con Agostina Costa, Stefania Pescali, Virginia Bramanti, Ledra, S.M. May, Raffaella V. Poggi

Centrale District Starhotels Anderson – Piazza Luigi di Savoia, 20

Un evento a cura di Sognando tra le righe


Eventi della DeAgostini a Bookcity (16/19 novembre 2017)

Giovedì 16 novembre 

Scritture diffuse: premiazione della selezione per racconti inediti RaccontALI
ore 18.00 – Filiale Intesa San Paolo (Piazza Cordusio, 4)
Premiazione di RaccontALI, il concorso organizzato da ALI – Associazione Lavoratori Intesa Sanpaolo e Libromania. 


Sabato 18 novembre

E se non ci fosse nulla di più speciale che essere assolutamente normali?
ore 10.30 – Biblioteca Sicilia (via Luigi Sacco, 14)
Mavis Miller presenta Lisbeth e il segreto della città d’oro (DeA) e Lisbeth e il giardino dei fiori incantati (DeA)


Scrivere, pubblicare, vendere libri tra carta e digitale
ore 10.30 – Terrazza Aperol (Piazza Duomo)
Inaugurazione della seconda edizione di Fai viaggiare la tua storia, la selezione per opere di narrativa inedita organizzata da Autogrill e Libromania. Partecipano:Irma Cantoni, vincitrice della prima edizione con Il bosco di Mila, gli autori bestseller Anna Premoli (Newton Compton Editori) e Leonardo Patrignani(DeA), Stefano Bordigoni (Ad Libromania), Clelia Frasca (Newton Compton Editori) e Stefano Izzo (DeA Planeta).

Caccia al topo con Annalisa Strada
ore 15.00 – Muba (via Enrico Besana, 12)
Una caccia al topo che si trasforma nell’avventura più divertente di sempre. 
Annalisa Strada presenta il suo nuovo libro Topi ne abbiamo? (DeA)

Educazione giovanile: la parola a insegnanti e psicoterapeuti
ore 16.30 – Fondazione Adolfo-Pini
Alberto Pellai, autore di L’età dello tsunami (De Agostini) dialoga con Enrico Galiano e Isabella Milani

Ricette sane, semplici, buone e trasportabili per genitori e bambini in movimento
ore 17.00 – Libreria Colibrì (via Laghetto 9/11)
Alessandro Vannicelli presenta il suo ultimo libro Baby Schiscetta (De Agostini) insieme a Francesca Valla (Tata TV). 


Domenica 19 novembre

Hyperversum e Time Deal: viaggio nella narrativa fantastica italiana contemporanea
ore 10.30 – Castello Sforzesco
Leonardo Patrignani, autore di Time Deal (DeA), dialoga con Francesco Trento e Cecilia Randall, autrice di Hyperversum (Giunti).


Eventi della Mondadori a Bookcity (16/19 novembre 2017)

VENERDI 17 NOVEMBRE

Malleus                               

Scriptorium                                                               18.30              Libreria Rizzoli

Teresa Ciabatti

La più amata                                                             19.30              Sala Lab, Triennale

Daria Bignardi

Con Marc Augé                                                         20.30              Teatro Dal Verme


SABATO 18 NOVEMBRE

Shi Yang Shi                                  

Cuore di seta                                                             11.00              Fondazione Feltrinelli

Davide Mosca

Le notti nere di Praga                                                12.00              Palazzo Morando

Pierluigi Battista

A proposito di Marta                                                  12.00              Sala del Grechetto/Sormani

 Pinuccio

Trumpadvisor                                                            14.00              Teatro Parenti

 Fabio Volo

Quando tutto inizia                                                   14.30              Teatro Elfo Puccini

Maria Pia Ammirati

Due mogli, 2 agosto 1980                                         14.30              Sala Lab, Triennale 

Giorgia Lanzilli, The Pozzolis Family

La famiglia va in scena                                              15.00              Sala del Grechetto/Sormani

Carlo De Filippis

Il paradosso di Napoleone                                         15.00              Arci Bellezza 

Fabio Genovesi

Il mare dove non si tocca                                          15.00              Teatro Parenti

Caringella

Dieci lezioni sulla giustizia                                        16.00              Archivio di stato

Matteo Righetto, Mauro Corona

Madre natura                                                            16.00              Museo Scienza e Tecnologia

Antonio Dikele Distefano, Luca Bianchini

Come eravamo e come possiamo essere                    16.00              Teatro Dal Verme

Giorgio Montefoschi

Il corpo                                                                     16.30              Libreria Rizzoli

Paolo Crepet

Il coraggio                                                                 16.30              Sala del Grechetto/Sormani

 Maurizio Martina

Dalla terra all’Italia                                                    18.00              Museo Scienza e Tecnologia

 Simon and the stars

Oroscopo 2018                                                         18.00              Teatro Dal Verme

 Michele Dalai

La lentezza della luce                                                18.30              Fondazione Pini

 Piccoli/Palumbo

Escobar                                                                     20.00              Spazio Base


DOMENICA 19 NOVEMBRE

Piero Angela                                              

Il mio lungo viaggio                                                   11.00              Teatro Parenti

Vittorio Sacchini, Sergio Perego

Andrà tutto bene                                                      11.00              Libreria Rizzoli

Matteo Lancini       

Abbiamo bisogno di genitori autorevoli                    12.30              Libreria Rizzoli

Licia Troisi, Roberto Recchioni

Il linguaggio delle storie                                            12.30              Spazio Base

 Michelle Hunziker

Una vita apparentemente perfetta                            14.00              Museo Scienza e Tecnologia

 Daniele Doesn’t Matter

E buonanotte                                                            14.30              Teatro Maciachini

 Maria Rita Parsi                 

Se non ti amo più                                                      15.00              Libreria Rizzoli

 Vanni Santoni

L’impero del sogno                                                   15.30              Libreria Mondadori Duomo

 Fabio Genovesi, Teresa Ciabatti

Compleanno Lettura/Corriere della sera                    16.00              Fondazione RCS

 Federico Rampini

Le linee rosse                                                            16.00              Museo Scienza e Tecnologia

 Gratteri/Nicaso

Fiumi d’oro                                                               16.00              Archivio di stato

 Lisa Casali                                      

Quanto basta                                                            16.00              Palazzo Greppi

 Alessandro Perissinotto                                       

La neve sotto la neve                                                16.30              Palazzo Morando

 Sofia Viscardi                                                        

Dal romanzo al film                                                   16.00              Teatro Maciachini

 Raffaele Morelli                 

Prenditi cura di te                                                     17.00              Circolo Filologico Colonne

 Francesco Sole

#poesia                                                                     17.00              Arci Bellezza

 Chiara Barzini

Terremoto                                                                 17.00              Libreria Mondadori Duomo

 Paola Calvetti

Gli innocenti                                                             19.00              Galleria d’arte moderna


NOVITÀ PISA BOOK FESTIVAL – 10, 11, 12 NOVEMBRE DELRAI EDIZIONI

Ardenti deliri di Alessandra Paoloni

In anteprima al PISA BOOK FESTIVAL
un ARTBOOK firmato Alessandra Paoloni, Catnip Design e Delrai Edizioni.

Genere: Artbook
Collana: Cassiopea
Pagine: 76
Data di uscita
Cartaceo: dicembre 2017
Prezzo: Cartaceo: 18,00 euro
IBSN 9788899960322

Trama: Una serata danzante tra lo sfarzo di una villa ottocentesca, i profumi delle donne dagli appariscenti abiti e uomini colti ed eleganti. L’anima dei pensieri si tramuta in pieno ardore, mentre lo spirito dei presenti rimugina sulla vita e i perché dell’esistenza. Tante domande, risposte, personalità, si soffermano sulla realtà in un avvicendarsi di motivazioni che conduce chissà dove. E non c’è essere umano che non pensi, non c’è vita separata da un’altra, persiste l’atmosfera calda e magica di una serata di fine Ottocento, dove il mistero dell’umanità si dispiega e diventa afferrabile al lettore che si immerge tra le immagini e i monologhi interiori. Dunque, benvenuto, questa sera balleremo io e te e rifletteremo su chi tu sia veramente.

Alessandra Paoloni vive in un paesino alle porte di Roma. Fin da bambina nutre un interesse viscerale per la lettura e per la scrittura, tanto da credere di essere nata con la penna già in mano, pronta a volare in luoghi lontani e mondi diversi con la fantasia. Ama trarre ispirazione dalle piccole cose, anche quotidiane, e non rinuncerebbe 

 

mai al freddo autunnale, alla cioccolata calda e a un buon libro. La passione con cui vive la scrittura le ha regalato un percorso editoriale che ha avuto inizio dieci anni fa, un viaggio che dura tuttora e che l’ha vista cimentarsi in tanti generi diversi, senza mai porsi limiti. E chissà dove la porterà la voglia di andare lontano… Questo è il suo primo libro per la Delrai Edizioni con cui ha intrapreso un’originale collaborazione. 


Ci andrete a questi due eventi? A me piacerebbe andarci purtroppo, invece, me ne sto a casa. Fatemi sapere, mi raccomando!

A presto,

Sara ©

PROSSIME USCITE NEWTON COMPTON, SPERLING&KUPFER, DEAGOSTINI, RIZZOLI, MONDADORI E MARSILIO.

BUON POMERIGGIO CARI LETTORI!

Buon lunedì! Oggi sono agguerrita e pronta per affrontare una nuova settimana! Per voi ho tantissime novità e avrete bisogno di carta e penna e di una buona dose di volontà perchè c’è una vasta scelta qui sotto. Come sempre sono divise per editore e potrete trovare i libri che popoleranno le nostre librerie nei prossimi giorni.

NEWTON COMPTON

Titolo: Era il mio migliore amico

Autore: Gilly Macmillan

In uscita il: 09/11/2017

Prezzo: ebook € 2,99 / cartaceo € 10,00

ISBN: 9788822714916

Pagine: 336

Bestseller in Italia
Tradotto in 14 Paesi
Un grande thriller
Quanto conosci davvero le persone che ami?

Trama: Noah Sadler e Abdi Mahad sono due amici inseparabili. Per questo motivo, quando il corpo di Noah viene trovato in un canale di Bristol, il silenzio di Abdi è inspiegabile. Perché non parla? Il detective Jim Clemo è appena tornato dopo un congedo forzato che l’ha allontanato dal suo ultimo caso e la morte di Noah sembra l’incidente perfetto con cui tenerlo occupato. Ma ben presto quello che sembrava un gioco tra ragazzi finito molto male si trasforma in un caso che accende il dibattito pubblico: Noah è inglese, Abdi un rifugiato somalo. La tensione sociale, la paura e la rabbia cieca degenerano velocemente a Bristol, mentre le due famiglie combattono per ottenere le risposte che cercano. Non sanno quanto sarà lunga la strada per capire che cosa è successo davvero, né sono preparate all’orrore che dovranno affrontare. Perché la verità spesso può fare molto male…


Titolo: Non basta dirmi ti amo

Autore: Daniela Volonté

In uscita il: 09/11/2017

Prezzo: € 2,99 ebook / € 10,00 cartaceo
ISBN: 9788822714923
Pagine: 320

Un’autrice ai primi posti delle classifiche italiane
Dall’autrice del bestseller Buonanotte amore mio

Trama: Durante le feste, l’aeroporto JFK di New York è persino più affollato del solito. A causa delle abbondanti nevicate, poi, tutti gli aerei sono in ritardo, compreso quello che dovrebbe riportare Beatrice in Italia. Durante l’interminabile attesa, un passeggero ha un infarto e Beatrice si ritrova a soccorrerlo tempestivamente con l’aiuto di un uomo con una cicatrice sul viso. Si chiama Callan ed è di origine inglese. Seppure per poco, l’intensità di quei momenti li ha avvicinati, ma l’annuncio dei voli richiama entrambi alle proprie vite e Beatrice torna in Italia dal fidanzato, Matthias, che ha in serbo per lei un’inaspettata proposta di matrimonio. I preparativi la inghiottono, insieme ai conflitti con l’ingombrante suocera e con suo fratello, che non vede di buon occhio le nozze. Beatrice ha quasi dimenticato l’episodio all’aeroporto, quando riceve il messaggio di Richard, l’uomo che ha salvato: ha organizzato un weekend in Toscana con le due persone a cui deve la vita. In pochi giorni tutto cambia e Beatrice dovrà prendere decisioni difficili pur di seguire il suo cuore. Sarà pronta a lasciarsi andare? 


Titolo: La cosa più bella che ho

Autore: K.A. Tucker

In uscita il: 09/11/2017

Prezzo: € 7,90 cartaceo / eBook  € 2,99
ISBN: 9788822712417
Pagine: 416

Dall’autrice del bestseller Dieci piccoli respiri
Trama: Amber Welles ha venticinque anni e un gran bisogno di uscire dagli stretti e rassicuranti confini della cittadina dell’Oregon in cui è cresciuta. Quando finalmente, armata dei risparmi di due anni, può partire alla scoperta del mondo, è pronta a tutto. Tranne che a morire a Dublino. Eppure, se non fosse stato per il coraggio di un estraneo, sarebbe finita proprio così. Amber gli deve la vita, ma il ragazzo scompare prima che lei possa ringraziarlo. River Delaney, ventiquattro anni, è molto scosso. Nessuno doveva farsi male. Ma poi è arrivata quella turista americana. Non poteva lasciarla morire, ma non poteva rischiare di essere identificato sulla scena, quindi è scappato. È tornato alla sua quotidianità, a gestire il pub di famiglia. Ma la vita di tutti i giorni sta diventando sempre più complicata, per colpa di suo fratello Aengus e delle sue frequentazioni sbagliate. Quando la ragazza americana lo rintraccia, River si accorge di essere pericolosamente attratto da lei. E averla intorno è un rischio che non è disposto a correre. La cosa migliore da fare sarebbe allontanarla, ma non è facile respingere qualcuno che ossessiona i tuoi pensieri…


SPERLING&KUPFER

Titolo: Io sono già morto

Autore: David Unger

ebook disponibile
Pagine:  300
Prezzo: Euro  18,90
Uscita:  7 novembre 2017
Trama: Guatemala, anni 70: Guillermo Rosensweig è un giovane esponente della borghesia della capitale. Destinato a proseguire l’attività commerciale del padre, Guillermo sente di volere qualcosa di più e, dopo un’adolescenza di viaggi, sesso e dissipatezze, si laurea e diventa un brillante avvocato, capace di curare gli interessi di grandi imprenditori.

Ispirato alla storia vera di Rodrigo Rosenberg, l’avvocato che fece diffondere dopo la sua morte un video su You Tube in cui lui stesso denunciava i propri assassini, Io sono già morto è un romanzo che alterna, a un ritmo impetuoso e su uno sfondo storico inquietante, i soprassalti tipici del noir e le rivelazioni di una analisi psicologica penetrante. Unger racconta un Guatemala corrotto e insidioso, sfruttato da figure abili e sfuggenti. I colpi di pistola che crivellano il corpo di un ricco industriale e, trapassandolo, ne uccidono la figlia sono l’innesco di un meccanismo che finisce col travolgere il destino di chi cerca la verità e soprattutto di chi vuole che la verità diventi un’arma contro il potere. La storia di Rodrigo Rosenberg è stata raccontata anche in un articolo di David Grann apparso sul New Yorker del 4 aprile 2011. E’ in programma la realizzazione di un film con Oscar Isaac.


Titolo: Sleeping Beauties

Autore: Stephen King e Owen King

ebook disponibile
Pagine:  672
Prezzo: Euro  21,90
Uscita:  21 novembre 2017
TramaDooling è una piccola città fortunata del West Virginia, con una splendida vista sui monti Appalachi e lavoro per tutti. È a Dooling, infatti, che qualche anno fa è stato costruito un carcere all’avanguardia destinato solo alle donne, che siano prostitute o spacciatrici, ladre o assassine, o ancora tutte queste cose insieme. Ed è una di loro, in una notte agitata, ad annunciare l’arrivo della Regina Nera. Per il dottor Norcross, lo psichiatra della prigione, è routine, un sedativo dovrebbe sistemare tutto. Per sua moglie Lila, lo sceriffo di Dooling, poteva essere un presagio. Perché poche ore dopo, da una collina lì vicina, arriva una chiamata al 911, ed è una ragazza sconvolta a urlare nel telefono che una donna mai vista ha ammazzato i suoi due amici, con una forza sovrumana. Il suo nome è Evie Black. Intorno a lei svolazzano strane falene marroni e sembra venire da un altro mondo. Lo stesso, forse, dove le donne a poco a poco finiscono, addormentate da un’inquietante malattia del sonno. Un sonno dal quale è meglio non svegliarle.

Titolo: Ritorno a Riverton Maron

Autore: Kate Morton

ebook disponibile
Pagine490
Prezzo: Euro  19,90
Uscita:  14 novembre 2017
Trama: Nella scena del suo film, la giovane regista Ursula Ryan immagina uno dei momenti più drammatici della storia letteraria inglese, uno scandalo da sempre circondato da un’aura di mistero. Era l’estate del 1924 e i sopravvissuti alla carneficina della Grande Guerra si ritrovavano a divorare la vita come se non ci fosse un futuro. Tra feste alla Grande Gatsby, fiumi di alcol, amori che duravano lo spazio di una notte, quei ragazzi creavano il mito dei Ruggenti anni Venti. Tra loro, era Lord Robert Hunter, astro nascente della poesia celebrato da tutti. Eppure, proprio quell’estate, proprio a una delle feste più belle, quella di Riverton Manor, Robert si tolse la vita. Per Ursula, settantacinque anni dopo, quel poeta è diventato leggenda. Almeno fino a quando scopre che è rimasta una testimone degli eventi. È Grace, custode quasi centenaria di un terribile segreto. Un segreto che ora non può più tenere per sé.

DEAGOSTINI

La mano neraAutore: Stephan Talty

Titolo: La mano nera – La vera storia di Joe Petrosino

Data di uscita: 31 ottobre 2017
Pagine: 320 

Prezzo: euro 17,50
traduzione di Simona Brogli

 Nei primi anni del Novecento New York è già “la capitale di mezzo mondo”. A Ellis Island gli immigrati sbarcano a migliaia ogni giorno, e la popolazione cresce di pari passo con il fermento destinato, nel volgere di pochi decenni, a forgiare la formidabile metropoli che conosciamo. È in questo brulichio di esistenza che prende forma la storia di una realtà criminale nuova e brutale, e dell’uomo disposto a rischiare il tutto per tutto per combatterla.

Trama: Joe Petrosino è un giovane immigrato italiano che si guadagna da vivere come lustrascarpe. Ma non gli basta: assunto come netturbino dalle autorità municipali, riesce a entrare nella Polizia di quartiere. E proprio dalle fetide strade sterrate di Lower Manhattan – e dalla comunità italiana che vi ha messo radici – comincia anche l’ascesa della Mano Nera, la società segreta antesignana del crimine organizzato in America. Rapimenti, ricatti, estorsione, intimidazione: come una forza maligna in grado di ramificarsi e attecchire ovunque, la Mano Nera semina il terrore dapprima tra le famiglie degli immigrati, e presto in tutto il Paese. Ma schierato in difesa della gente da un lato, e della sua Patria d’adozione dall’altro, c’è Petrosino, divenuto nel frattempo detective, campione di ingegno e maestro del travestimento. Con l’aiuto della sua Italian Squad, un’unità speciale composta unicamente da poliziotti italiani, Petrosino ingaggia contro l’illegalità e la violenza un’epica battaglia destinata a trasformarlo in leggenda.

STEPHAN TALTY è l’autore di Captain Phillips e Granite Mountain – divenuti entrambi film di grande successo. I suoi articoli sono apparsi su svariate e prestigiose testate, tra cui GQ America e il New York Times Magazine. Talty vive fuori New York con la famiglia.


MARSILIO

Le ragazze invisibili
Autore: Henning Mankell

Titolo: Le ragazze invisibili

traduzione di Giorgio Puleo
Pagine: 320
Collana: Romanzi e Racconti
ISBN: 978-88-317-2820-1

Prezzo9,99 EURO 

Data di uscita: 2 novembre 2017
Trama: Henning Mankell sosteneva che il centro dell’Europa fosse Lampedusa. Quando nel 2001 scrisse Le ragazze invisibili, aveva già intuito con chiarezza le dimensioni del dramma che, sempre più imponente, negli anni avrebbe consumato le nostre coste e sconvolto gli equilibri dell’intero continente. Leyla, Tanja e Tea-Bag, le protagoniste di questo romanzo di sorprendente attualità, sono tre ragazze arrivate in Svezia cariche di sogni. In fuga da paesi disperati, credono di poter cominciare una nuova vita, ma si trovano invece a fare i conti con una solitudine incolmabile: circondate da mura di paura, devono ogni giorno conquistarsi il diritto di esistere. A prescindere da dove arrivano – che sia il Medio Oriente, l’Europa dell’Est o l’Africa – o dal motivo che le ha spinte ad andarsene, sono costrette in un infinito presente, senza più niente alle spalle e senza niente ad aspettarle. Paradossalmente, sono proprio loro, le “ragazze ombra”, a riaprire le porte dell’ispirazione a Jesper Humlin, rispettatissimo poeta di Stoccolma. Ormai più interessante per la critica che per i lettori, Humlin sta vivendo un momento complicato, impegnato com’è a contrastare una fidanzata piena di pretese e la concorrenza di scrittori più intraprendenti di lui. Soprattutto, sta cercando di opporsi tenacemente alle insistenti richieste del suo editore, che vuole a tutti i costi convincerlo a scrivere un poliziesco.

Nel tentativo di recuperare la sua vena creativa, Humlin coinvolge rifugiati e illetterati in un corso di scrittura, lasciando che Leyla, Tanja e Tea-Bag lo conducano per mano al di là di un confine impercettibile, mostrandogli la sua arte, e il suo stesso paese, in una nuova prospettiva. In questo curioso romanzo ritroviamo un Mankell insolito, capace di mescolare i generi con originalità – dalla commedia al romanzo sociale, fino al teatro dell’assurdo – e di offrire al lettore qualche pagina di pura poesia. E ritroviamo anche i temi a lui più cari, quelli che attraversano tutta la sua opera, dalla serie del commissario Wallander ai romanzi legati all’Africa, confermandolo acuto e ironico osservatore della società, scrittore autentico, in grado di dare una voce a chi non la possiede e un volto a chi è invisibile.


RIZZOLI

Titolo: Caraval
Autore: Stephanie Garber

Genere: Fantasy
Prezzo: ebook 9,99 € / cartaceo 18 €
Pagine: 432

Rizzoli per l’uscita ha realizzato un sito dedicato in cui potete sbizzarrirvi: http://caraval.rizzolilibri.it/

Trama: Il mondo, per Rossella Dragna, ha sempre avuto i confini della minuscola isola dove vive insieme alla sorella Tella e al potente, crudele padre. Se ha sopportato questi anni di forzato esilio è stato grazie al sogno di partecipare a Caraval, uno spettacolo itinerante misterioso quanto leggendario in cui il pubblico partecipa attivamente; purtroppo, l’imminente, combinato matrimonio a cui il padre la sta costringendo significa la rinuncia anche a quella possibilità di fuga.  E invece Rossella riceve il tanto desiderato invito, e con l’aiuto di un misterioso marinaio, insieme a Tella fugge dall’isola e dal suo destino… Appena arrivate a Caraval, però, Tella viene rapita da Legend, il direttore dello spettacolo che nessuno ha mai incontrato: Rossella scopre in fretta che l’edizione di Caraval che sta per iniziare ruota tutta intorno alla sorella, e che ritrovarla è lo scopo ultimo del gioco, non solo suo, ma di tutti i fortunati partecipanti. Tutto ciò che accade in Caraval sono solo trucchi ed illusioni, questo ha sempre sentito dire Rossella. Eppure, sogno e veglia iniziano a confondersi e negare la magia diventa impossibile. Ma che sia realtà o finzione poco conta: Rossella ha cinque notti per ritrovare Tella, e intanto deve evitare di innescare un pericoloso effetto domino che la porterebbe a perdere Tella per sempre…

MONDADORI

978880467888hig-315x480Titolo: Gemina. Illuminae File 02
Autore: Amie Kaufman
Prezzo: Cartaceo 18.70 € / Ebook 
Uscita: 31 Ottobre 2017
Trama: Hanna sapeva che traslocare in una stazione spaziale ai confini della galassia sarebbe stato un brutto colpo per la sua vita mondana. Nessuno però le aveva detto che sarebbe potuto costarle la vita. La saga di “Illuminae File”, cominciata con le peripezie di Kady ed Ezra, prosegue a bordo della stazione spaziale Heimdall, dove due nuovi protagonisti dovranno affrontare le conseguenze di una seconda offensiva BeiTech. Hanna è la viziatissima figlia del capitano della stazione, Nik il rampollo di una famigerata famiglia di criminali. Alle prese con la vita di bordo nella stazione spaziale più noiosa della galassia, i due non possono certo immaginare che Kady Grant e la Hypatia sono in viaggio verso la Heimdall con la notizia dell’invasione di Kerenza. Quando una squadra d’assalto della BeiTech invade la stazione, Hanna e Nik saranno costretti a collaborare per difendere quella che è ormai diventata la loro casa. A complicare tutto, la presenza di predatori alieni che fanno fuori l’equipaggio un uomo alla volta. Hanna e Nik capiranno presto che in gioco non c’è soltanto la propria sopravvivenza: nelle loro mani hanno il destino di tutti i passeggeri della Hypatia, e forse dell’universo intero. Tranquilli, però. Hanno tutto sotto controllo. Almeno sperano.


Cosa ne pensate di queste belle uscite? Io conto molto sugli ultimi due, che non vedo l’ora di leggere! E voi, cosa volete leggere?

A presto,

Sara ©

REVIEW PARTY: LA BATTAGLIA DELLE TRE CORONE DI KENDARE BLAKE (#117)

Autore: Kendare Blake

In uscita il: 02/11/2017

Pagine: 384

Prezzo: € 10,00

Tre sorelle un solo trono
Una guerra all’ultimo sangue

TramaDa che se ne ha memoria, sull’isola di Fennbirn ogni generazione è stata scandita dalla nascita di tre gemelle: tre regine, tutte ugualmente degne nella successione ereditaria della corona e tutte in grado di padroneggiare la magia. Mirabella è una fiera elementalista, sfacciata come i suoi incantesimi: governa il fuoco, i flutti e i fulmini con il solo schioccare delle dita. Katharine è in totale simbiosi con i veleni: può ingerire anche la più letale delle sostanze tossiche senza che le accada nulla. Arsinoe, invece, ha sviluppato una perfetta comunione con la natura: può far sbocciare le rose più incantevoli o ammansire i leoni con il suono gentile della sua voce. Ma per diventare regina non basta il diritto di nascita, ognuna di loro dovrà combattere duramente per ottenere la corona, perché non si tratta di un gioco in cui si vince o si perde… In ballo c’è la loro vita. Questa è la notte in cui le gemelle compiono sedici anni, la battaglia ha inizio.

RECENSIONE:

Questo volume è il primo libro di una serie fantasy. La storia ha inizio al Palazzo di Greavesdrake al cospetto di Katherine, la Regina degli Avvelenatori. Genevieve e Natalia stanno preparando l’esile Regina per il Sedicesimo compleanno e cercano un modo per nascondere sotto le vesti le sue piaghe da avvelenamento. Temono che lei sia troppo giovane ma devono comunque farlo. Il giorno del suo sedicesimo compleanno è arrivato e lei dovrà dimostrare attraverso l’Offerta Nera, di essere una degna Regina Avvelenatrice. La storia si sposta poi, prima a Wolf Spring e poi a Rolanth dove ci sono le altre due Regine. Rispettivamente Arsinoe la naturalista e Mirabella, l’elementale.

E’ arrivato il momento per le tre Regine, di reclamare il trono. Ma solo una di loro può vincere e Mirabella sembra avere tutti i requisiti per essere la preferita. Quindi si dia inizio alle danze e tutto ciò che ne consegue: i festeggiamenti di Beltane, la Caccia, l’Esordio e l’inizio dell’Anno dell’Ascensione. 

Riusciranno le Regine ad essere all’altezza? Cosa tramano le Sacerdotesse del Tempio? Cosa succederà sull’isola di Fennbirn?

«Sembra che mi muova a scatti!». Katharine scoppia a ridere e lo spinge via. Pietyr atterra di schiena sul tappeto e si unisce alla risata della regina. «Hai ragione, però. In effetti a volte mi muovo un po’ a scatti. Come un topo». Sorride. «Ma adesso basta. Tu mi insegnerai a camminare e io farò in modo che i pretendenti dimentichino il nome delle mie sorelle. Con un solo sguardo». «Con un solo sguardo?», domanda Pietyr. «È una promessa avventata». «Ce la farò. E riuscirò a far scordare una cosa anche a te», dice Katharine abbassando gli occhi. «Cosa vorresti farmi dimenticare?». La regina alza lo sguardo su Pietyr. «Che non sono destinata a te».

La trama mi ha catturato da subito. Nonostante ci sia stato un periodo, quando era appena uscita in cui non ero poi tanto curiosa, devo dire di essere felice di aver letto questo libro. E’ stato davvero interessante e sono entrata all’interno della storia. Non riuscivo a staccarmi dal libro e l’ho letto tutto d’un fiato. Il titolo così tradotto non è dei miei preferiti. Perchè non tradurre con Tre Oscure Corone visto che il titolo originale è Three Dark Crowns? Mistero. 

Sulla copertina, non si capisce molto cosa è accaduto. Prima avevano annunciato che avrebbero lasciato l’originale e di tradurre solo il titolo. Poi hanno cambiato anche l’originale utilizzandone solo i colori. Le corone adesso sono tutte piene di brillocchi. Sarei in grado di immaginare anche il perchè di questa modifica: “Perchè è più femminile così!” Ve prego, no!

L’ambientazione è prettamente fantastica, l’isola di Fennbirn è dove si svolge questa storia e sembra una specie di “Themyscira” per Wonder Woman. Un’isola nascosta nella nebbia e al di fuori il continente, dove vive il resto della gente, oltre loro. L’epoca, in base alle loro vesti e al contesto, sembra quasi medievale ma non vi è specificazione alcuna.

Joseph osserva attentamente la regina accanto a sé. Non assomiglia minimamente ad Arsinoe. E non è affatto come se l’era immaginata. Aveva sentito che Mirabella vive come se fosse già sul trono, che incontrandola per strada bisogna inchinarsi al suo cospetto. Aveva sentito che viveva rinchiusa nella proprietà dei Westwood o che veniva tenuta accuratamente nascosta nel tempio. Se l’era immaginata come una specie di decorazione natalizia, un ornamento che viene tirato fuori solo durante le feste e con cui non si può mai giocare. Questa Mirabella non ha nulla di tutto ciò. È spontanea e coraggiosa. I suoi capelli neri non sono acconciati o fissati sulla testa. Si domanda se questa sia davvero la regina che le persone vedono a Rolanth. Visto che tutte le voci si sono dimostrate false. O forse questa Mirabella compare solo sulle spiagge, dopo le tempeste.

I personaggi principali sono proprio le tre Regine.

Risultati immagini per three dark crowns fanart

Katherine è la Regina degli Avvelenatori. E’ stata la mia preferita da subito. Come avvelenatrice non è un granché, se non un disastro, ma è una ragazza davvero particolare. Ha un serpente come animale da compagnia ed è una ragazza semplice e dolce. Il cambiamento nel corso della lettura è repentino anche se per una parte della lettura mi è sembrata quasi messa da parte per favorire la vicenda delle altre due. Spero venga messa più in primo piano nel secondo volume e che faccia qualcosa di epico.

Arsinoe è la Regina dei Naturalisti. E’ stata colei che, sin dall’inizio, non mi ha mai detto niente. E’ stata perlopiù anonima fino a che non succede una cosa che cambia la sua reputazione e cerca di farsi spazio all’interno della storia. Al suo posto, spicca molto più Jules, sua amica e Naturalista più forte del paese oltre che colei che ha in casa la Regina da tutta la vita. Arsinoe è determinata anche se ha paura. Per questo ha tentato, quando era più piccola, di tentare di fuggire dall’isola.

Mirabella è la Regina degli Elementali. Riesce quindi a gestire il fuoco, il vento, la terra e l’acqua, anche se quest’ultima le rimane più ostica delle altre. E’ lei la preferita dal popolo e girano voci su di lei davvero incredibili. E’ forte e potente, i suoi poteri sono sconfinati ma non sanno che è anche debole e non desidera uccidere le sue sorelle ma vorrebbe soltanto ricongiungersi a loro. Non ho apprezzato particolarmente l’attaccamento a Josefh, che (vabbè) lasciamo stare ma passa, anche lei non rientra nelle mie preferenze.

Natalia per gli Avvelenatori, Jules per i Naturalisti e Luca, l’Alta Sacerdotessa che dovrebbe essere neutra ma preferisce gli Elementari, aiuteranno le Regine ognuno per la propria casata, causando ancora più fermento di quanto ce ne sia effettivamente.

«C’è una filastrocca su di voi, lo sai?», continua lui. «A casa, sul continente. Le bambine la canticchiano quando saltano con la corda.

Tre streghe oscure sono nate in una valle,

Tre piccole gemelle

Che mai saranno compagne. 

Tre streghe oscure, tutte di gentile aspetto,

Due da divorare

E una sola da incoronare.

«È così che vi chiamano, sul continente. Streghe. È questo che siete per mio padre. Mostri. Animali. Ma tu non sei un mostro». «No», risponde lei piano. «E lo stesso vale per le altre. Ma ciò non cambia quello che dobbiamo fare».

Il perno centrale è assolutamente l’incoronazione delle Tre Regine. Ognuna di loro deve cercare di sovrastare l’altra, dando il meglio di se. E’ così, perchè da sempre, quando la Regina precedente da in vita le tre gemelle viene esiliata e le sue figlie all’età di sei anni vengono divise e lasciate in casate diverse, ognuna al suo potere: tra gli Avvelenatori del Palazzo di Greavesdrake, i Naturalisti di Wolf Spring e gli Elementali di Rolanth. Ognuno di loro ha una persona che si prende cura delle Regine e si occupa di loro fino al compimento dei Sedici Anni dove dovranno dopo l’esordio dove mostreranno al Popolo le loro capacità e dove avrà inizio Beltane. Le tre, entro un anno dovranno uccidersi l’un l’altra e colei che rimarrà salirà al trono.

Lo stile utilizzato è stato estremamente coinvolgente. Ogni capitolo era un conoscere un pezzo in più di una delle tre regine. Si ha inizio con Katherine, poi con Arsinoe ed infine Mirabella. E’ un cerchio che si sussegue ed ogni tre capitoli il giro ricomincia e si susseguono l’un l’altra, interrotte solo ogni tanto dalle cospirazioni dell’Alta Sacerdotessa con le sue Sacerdotesse e Natalia con il Consiglio Oscuro. Cosa succederà all’interno di questo libro io non posso dirlo ma è un gioco di potere tutto al femminile.

Vorrei soffermarmi su queste cose, estremamente positive:

  1. Il sistema Matriarcale. Ci voleva proprio una storia tutta al femminile e devo dirlo proprio ad alta voce: FINALMENTE! Una storia ben studiata ed è davvero molto interessante. 
  2. Il gioco di potere. Tutta il “sistema politico” che si nasconde all’interno della narrazione è davvero fine e ben pensato oltre che ben strutturato.

L’unica cosa che forse in tutto questo non ho apprezzato è stata la storia di Jules nell’intermezzo ma comprendo che serviva per diversi fini e diversi scopi e quindi è una cosa assolutamente di poca rilevanza e più soggettiva.

«Ma se mi lasciassi…». «Se ti lasciassi fare cosa? Ascolta, so che credi di aver appena fatto un gesto grandioso. Ma sono qui. Sono in trappola. Lo siamo tutte». «Allora mi detesti?», le chiede Mirabella. «Vuoi uccidermi?» «Sì, ti detesto», risponde Arsinoe. «Da sempre. Non ho provato a scappare perché così avrei potuto risparmiarti. Non ha mai avuto a che fare con te». Mirabella guarda sua sorella zoppicare verso l’apertura della tenda. «Immagino di essere stata una stupida», dice Mirabella. «Immagino…». «Smettila di sembrare così dispiaciuta. E smettila di guardarmi in quel modo. Questo è ciò che siamo. Il fatto che non abbiamo mai voluto nulla di tutto ciò non conta nulla». Arsinoe si aggrappa all’apertura della tenda. Esita un istante, come se stesse per aggiungere qualcosa. Come se fosse dispiaciuta. «Adesso ti detesto un po’ meno», dice a bassa voce, e poi sparisce.

La storia è stata davvero interessante e coinvolgente. Il finale è stupefacente e mette assolutamente curiosità per quanto riguarda il seguito. Spero solo che la Newton Compton non ci faccia attendere troppo.  Sicuramente ne vedremo delle belle nel secondo volume.

Kendare Blake ha scritto una storia originale e avvincente. Fra giochi di potere e magia, con una narrazione violenta e subdola. Una storia da amare, che ti farà sentire parte del tutto e ti costringerà a prendere parte di una scelta più grande. La battaglia delle Tre Corone è una lotta all’ultimo sangue.

Consiglio questo libro? Si, si e si. Dovete leggere questa storia, non potete perdervela.

Il mio voto per questo libro è di: 5 pesciolini.

picsart_09-22-09.39.42-1.jpg


Passate a trovare gli altri blog e leggete le altre Recensioni Online:

22770604_1192974424137136_3202607857859288631_o


Vi piace? Volete leggerlo? Lo trovate da oggi in tutte le librerie! Non perdetelo!

A presto,

Sara ©

REVIEW PARTY: “WINTERSONG DI S. JAE-JONES” (#116)

BUON POMERIGGIO LETTORI!

Sono particolarmente entusiasta di parlarvi di questo libro. Uno perchè è un’uscita che aspettavo da molto, due perchè la casa editrice Newton Compton, che ringrazio molto per l’invio e per avermi permesso di partecipare all’evento, ha fatto davvero un’ottimo lavoro stavolta!
51b3sa1ldll-_sx329_bo1204203200_Titolo: Wintersong
Autrice: S. Jae-Jones
Editore: Newton Compton

Data di pubblicazione: 26 Ottobre 2017

Prezzo: 9,90 €
Pagine: 448
Un labirinto di bellezza e oscurità, musica e magia. Questo è il mondo in cui ti perderai.
Trama: È l’ultima notte dell’anno. Ora che si sta avvicinando l’inverno, il Re dei Goblin sta per partire alla ricerca della sua sposa… Per tutta la vita, Liesl ha sentito infiniti racconti sul bellissimo e pericoloso Re dei Goblin. È cresciuta insieme a quelle leggende che hanno popolato la sua immaginazione e ispirato le sue composizioni musicali. Adesso è diventata grande, ha ormai diciotto anni, lavora nella locanda di famiglia e sente che tutti i sogni e le fantasticherie le stanno scivolando via dalle mani, come tanti minuscoli granelli di sabbia. Ma quando sua sorella viene rapita dal Re dei Goblin, Liesl non ha altra scelta che mettersi in viaggio per tentare di salvarla. E così si ritrova catapultata in un mondo sconosciuto, strano e affascinante, costretta ad affrontare una decisione fatale. 
Ricco di musica e magia, personaggi straordinari e storie avvincenti e romantiche, Wintersong di S. Jae-Jones trasporta il lettore in un mondo indimenticabile.

RECENSIONE

La storia ha inizio con l’Overture in cui due bambini che suonano della musica e si divertono nella Radura dei Goblin. Il bambino, Re dei Goblin, chiede la mano alla bambina e lei rimanda. Così per più volte, finché la bambina non cresce e non va più nella foresta.

La bambina è ora una piccola donna, si chiama Liesl, o meglio Elisabeth ed è una ragazza bruttina, che si sente piccola ma ha un cuore grande. Quella notte sarà l’ultima dell’anno, quella dove il mondo umano e quello del Sottosuolo dove vivono i Goblin si assottiglia e il Re dei Goblin andrà a cercare la sua sposa. Liesl lo sa bene ma sa anche che quella sera è importante per suo fratello perchè avrà un provino musicale e da esso dipenderà la sua carriera come la sua vita. Quindi si alza e, assieme a sua sorella, va al mercato. Lì succederà l’irreparabile. Sua sorella mangerà un frutto offerto dai Goblin e sparirà quella sera stessa. Dove è finita?

Nel Sottosuolo, il regno dei Goblin, assieme al loro Re, che la reclama in sposa. Ma Liesl vuole liberare sua sorella? Ci riuscirà? Cosa chiederà in cambio il Re degli Inganni, Il Re dei Goblin? 

Lui non disse nulla. «Se», esordii schiarendomi la voce, «se perdi cosa accadrà? La primavera non arriverà mai? Il mondo di sopra vivrà in un inverno eterno?». Il suo volto si fece serio. «Sei disposta a correre il rischio?». Era una scelta impossibile. La vita di mia sorella… o il destino del mondo. Pensavo che la posta che avevo messo in gioco fosse alta, ora capivo che quella del Re dei Goblin lo era molto di più. «Cosa ti succederà se vinco?», sussurrai. Sulle sue labbra si disegnò un sorriso, ma gli angoli della bocca erano incurvati in un’espressione più triste che soddisfatta. «Sai», disse lui. «Sei la prima in assoluto a chiedermelo». E svanì in un turbine di vento e foglie morte.

Risultati immagini per wintersong fanartLa trama è ben scritta e mette curiosità, senza dubbio. Quando avevo adocchiato questo libro in lingua originale ne ero rimasta colpita e come ho saputo che arrivava in Italia ho aspettato pazientemente.

Per la copertina e il titolo è stato fatto un bel lavoro davvero. Sono davvero felice che sia stata mantenuta la versione originale della copertina come il titolo originale. In mano alla Newton non so cosa sarebbe potuto diventare ma sono davvero, davvero soddisfatta. La versione cartacea è bellissima. Finalmente – ripeto e sottolineo – finalmente un ottimo lavoro!

L’ambientazione è particolare e tutt’altro che scontata. Non è propriamente definita se non si capisce che siamo e l’epoca sembra barcamenarsi fra il settecento e l’ottocento. Il padre di Liesl ha conosciuto Mozart, quindi ho dedotto da qui le mie conclusioni.

Sembravo una pazza. Sembravo una di loro. La mia risata ruppe l’incantesimo che li tratteneva. I goblin iniziarono a sbattere tra loro, spingendosi, in mezzo al rumore delle stoviglie rotte e delle posate che cadevano e il suono acuto e stridulo delle loro risate. E della mia. Osservai il mio regno. Caos. Crudeltà. Abbandono. Mi ero sempre contenuta. Trattenuta. Volevo diventare più grande, più luminosa, migliore; volevo essere capricciosa, maliziosa, scaltra. Prima di allora non avevo mai conosciuto l’intossicante dolcezza dell’essere al centro dell’attenzione. Nel mondo di sopra erano sempre stati Käthe o Josef a conquistare gli occhi e il cuore di tutti, Käthe per la sua bellezza e Josef per il suo talento. Io ero sempre stata dimenticata, sottovalutata, ignorata: la semplice, scialba, concreta sorella senza talento. Ma nel Sottosuolo ero il sole intorno al quale girava il mondo, l’asse su cui turbinava il loro vortice. Liesl, la ragazza, era noiosa, spenta e obbediente; Elisabeth, la donna, era una regina.

I personaggi sono intensi e tutti ugualmente importanti. Sono delineati molto bene e non si può non amarli tutti, dal primo all’ultimo.

Elisabeth detta anche Liesl, è una ragazza particolare. Ama suo fratello Josef con tutta se stessa e spera che lui diventi un musicista e non sopporta molto sua sorella, troppo bella e civettuola per lei. Liesl è molto attaccata alla sua famiglia e cerca di mettere prima gli altri di se stessa. Nonostante questo, però, lei ama comporre musica e crede nel Re dei Goblin e nel Sottosuolo, in cui ci credono solo suo fratelo Josef e la nonna Costanze. Liesl è bruttina ed egoista e vi ritroverete nei suoi panni, più di quanto possiate riuscirci.

Il Re dei Goblin, un re senza nome, il Erlkonig, il Re degli Inganni. E’ il classico soggetto belloccio che ti ammalia solo con il sorriso. Questo genere di personaggi, così fisicamente costruiti li ho sempre detestati, infatti ho cercato di pensarlo in tutt’altro modo. Invece mi è piaciuto molto perchè ha avuto un lato umano davvero convincente. La sua devozione a Dio, l’attaccamento alla normalità degli umani. Ecco cosa di lui mi è piaciuto. Il suo essere vero e umano. Il suo sentirsi vulnerabile nonostante non lo sia.

Risultati immagini per wintersong fanart

Stecco e Spina sono state ben descritte e mi sono piaciute particolarmente. Sono le due Goblin che servivano Liesl nelle sue stanze e che si occupavano di lei in ogni momento. Una è dolce e gentile e l’altra più aspra. Due Goblin davvero molto particolari.

«Solo allora», disse. «Non mi accontenterò di niente di meno. No mi accontenterò di metà del tuo cuore quando ciò che voglio è tutta la tua anima. Solo allora assaggerò il tuo frutto e ne gusterò ogni goccia finché non sparirà». Tremai per lo sforzo di trattenere le lacrime. Lui aveva un sorriso triste. «La tua anima è bellissima», disse dolcemente, posando gli occhi sull’abito da sposa e sul pianoforte. «E questa ne è la prova. La tua musica. Se tu non avessi tanta paura di condividerla con me, se non avessi tanta paura di quella parte di te, avresti potuto avermi già da un pezzo». Dopodiché il Re dei Goblin sparì in un turbine di seta, lasciando nell’aria un lieve odore di ghiaccio.

Risultati immagini per wintersong fanartIl perno centrale sta tutta in Liesl e nella sua musica. Si, perchè Liesl ha sempre sognato di diventare una grande componitrice e il Re dei Goblin vuole la sua musica come sacrificio, come  pegno d’amore. Vuole la sua musica come vuole essa stessa.

Lo stile utilizzato è stato scorrevole, fluido e veramente coinvolgente. La storia mi ha catturata dall’inizio alla fine nonostante ci sia qualche intermezzo che non mi sia andato giù più di tanto.

Elisabeth è esasperante. Forse perchè è scritto in prima persona dal suo punto di vista ma è così. Passa da momenti di nostalgia a momenti in cui vuole spaccare il mondo. Oppure, cosa ancora peggiore, quando passa da non voler stare assieme al Re del Goblin al volerlo portare ardentemente a letto. Coerenza?! In effetti, nel corso della lettura Liesl, o meglio Elisabeth mi è sembrata un “tantinello” pazza. Ma forse era proprio ciò che voleva creare l’autrice. Liesl, all’inizio, quando era ancora a casa, con la sua famiglia non sembrava così ma impazzisce completamente dopo aver aiutato sua sorella e dopo essere caduta nelle grinfie del Re dei Goblin. Il personaggio che ho apprezzato di più, infatti, come vi ho detto anche prima, è stato proprio il Re dei Goblin

In certi momenti sembrava di leggere un romance erotico più che un fantasy, ma credo sia una cosa soggettiva. Piano piano andando avanti i due cominciano a conoscersi e a prendere coscienza uno dell’altra e la storia assume una forma. Il finale ti lascia col fiato sospeso, da non vedere l’ora di leggere il seguito.

«Vuoi la dura verità, Elisabeth?», disse lui. «Molto bene, allora l’avrai». Si mise a camminare avanti e indietro davanti a me, come un animale in gabbia. C’era un lupo intrappolato nel suo cuore che voleva liberarsi a tutti i costi. «Ti volevo perché sei strana e diversa e poco graziosa. Perché un uomo può anche trascorrere l’eternità – e credimi, io l’ho fatto – con una schiera infinita di belle spose, ma i loro nomi e i loro volti continueranno a confondersi davanti ai suoi occhi. L’unica che posso ricordare sei tu, così strana e così poco graziosa». (…) «La tua intensità, la tua fierezza», disse lui a bassa voce. 

Nonostante questo, il libro mi è piaciuto molto. Mi è entrato dentro e mi ha coinvolto più di quanto immaginavo. Quindi le mie conclusioni questa volta saranno sorprendentemente positive.

Il libro è stato un misto fra bugie rivelate e verità nascoste. Musica e passione. Amore e paura. Ignoto, debolezza e sacrificio.

S. Jae-Jones vi trasporterà in un mondo di magia, Goblin e musica, dove un Re vi aspetta come sua Sposa per amarvi e prosciugarvi, finchè il Sottosuolo non avrà fine. 

Il mio voto per questo libro è di: 4 conchiglie e mezzo. 

quattro-e-mezzo


Ringrazio Federica che ha organizzato l’evento! Passate a trovare gli altri blog, mi raccomando!REVIEW PARTY (1)


Cosa ne pensate di questo nuovo libro? Vi piace? Fatemi sapere se lo leggerete o se lo metterete in lista. Oppure se non vi ispira e perchè! Insomma vi aspetto come sempre!

Alla prossima,

Sara ©

NASCE NEWTON COMICS

BUONA DOMENICA LETTORI!

Per questa domenica ho una novità per voi:  Nasce Newton Comics.

La casa editrice romana entra nel mondo dei graphic novel con una nuova collana di libri a fumetti

Roma (20 ottobre 2017) – Sbarcano in libreria i graphic novel di Newton Compton e nasce la nuova collana Newton Comics.

“Newton Comics propone i bestseller della casa editrice in forma di fumetto. Vogliamo offrire ai nostri lettori un’esperienza nuova facendogli riscoprire i romanzi che hanno amato di più. Ma l’idea è anche quella di proporre una novità agli amanti del fumetto”, commenta l’editore Raffaello Avanzini che affida larealizzazione della collana all’esperienza della casa editrice Tunué, grazie alla cura editoriale di Massimiliano Clemente.  

I primi due titoli scelti per inaugurare la collana, che saranno presentati a Lucca Comics and Games 2017allo stand Tunué (NAP306), sono trasposizioni di due romanzi storici sull’antica Roma: il fantasy storico La Legione Occulta, di Roberto Genovesi, e il romanzo storico Marathon, di Andrea Frediani. Nel mondo dei graphic novel questo genere costituisce una novità.

L’adattamento di La Legione Occulta è illustrato da Lorenzo Nuti (Coniglio Editore, Tabou Editions, Kleiner Flug) e sceneggiato da Andrea Meucci (Kleiner Flug). Per Marathon le illustrazioni sono di Massimiliano Veltri (Marvel Comics, Gazzetta dello sport, Titan Comics) e la sceneggiatura di Lucio Perrimezzi (Tunué, Noise Press, Passenger Press).


IN USCITA IL 26 OTTOBRE

Risultati immagini per LA LEGIONE OCCULTA DELL’IMPERO ROMANOLA LEGIONE OCCULTA DELL’IMPERO ROMANO
di Roberto Genovesi

Adattato da: Andrea Meucci e Lorenzo Nuti

Per la storia ufficiale non sono mai esistiti. Solo le leggende, le chiacchiere scambiate tra i fumi dell’alcol tra i viandanti ubriachi, raccontano della misteriosa Legio Sine Nota. Veggenti, auguri, negromanti e aruspici, raccolti da bambini nelle arene, nei mercati degli schiavi e nei villaggi dati alle fiamme: sono gli uomini di Victor Julius Felix, addestrati a dialogare con spettri e dèi, per evocarne la protezione o sfidarne la cieca violenza, avvezzi a lottare nel campo del soprannaturale, dove niente può la daga romana. Un prezioso alleato per il nascente impero di Augusto, un pericoloso nemico per chi trama contro Roma…

DAL MAESTRO ITALIANO DEL FANTASY STORICO

ROBERTO GENOVESI è giornalista professionista, scrittore, sceneggiatore e autore televisivo. Ha collaborato ai più importanti periodici e quotidiani italiani tra cui «L’Espresso», «Panorama», «TV Sorrisi e Canzoni», «la Repubblica». Considerato tra i maggiori esperti italiani di videogiochi, insegna Teoria e Tecnica dei linguaggi interattivi e cross-mediali in diverse università. Con Sergio Toppi ha realizzato le biografie a fumetti di Federico di Svevia, Carlo Magno, Archimede di Siracusa e Gengis Khan. Ha pubblicato i romanzi Inferi On Net e L’angelo di Mauthausen. Con la Newton Compton ha pubblicato La legione occulta dell’impero romano,Il comandante della legione occulta, Il ritorno della Legione occultaIl re dei GiudeiLa mano sinistra di SatanaIl Templare nero e La legione maledettaIl generale dei dannati. I suoi romanzi sono pubblicati in Spagna da Editorial Bóveda. Vigiles in Tenebris è la pagina Facebook dedicata alla Legio Occulta. Il suo sito internet è: www.robertogenovesi.com


IN USCITA IL 26 OTTOBRE

Risultati immagini per MARATHON - LA BATTAGLIA CHE HA CAMBIATO LA STORIA di Andrea FredianiMARATHON – LA BATTAGLIA CHE HA CAMBIATO LA STORIA
di Andrea Frediani

Adattato da: Lucio Perrimezzi e Massimiliano Veltri

Maratona, 490 a.C. Il primo assalto dell’impero persiano alla Grecia avviene sotto gli occhi del poeta Eschilo, schierato tra i combattenti, e si intreccia con il destino di tre amici, Eucle, Tersippo e Filippide. Tutti i soldati greci sono determinati a lottare fino all’ultimo sangue per difendere la libertà dall’invasore nemico, ma per i tre amici, che ambiscono alla stessa donna, la posta in gioco è ancora più alta, e finisce per trasformarsi in una sfida all’ultimo respiro, in nome della rivalità e dell’ambizione…

Marathon è l’epico e accorato racconto di una battaglia entrata nella storia, e di una corsa disperata per la vittoria e per la vita.

 «UN GRANDE NARRATORE DI BATTAGLIE.» – CORRADO AUGIAS

 ANDREA FREDIANI è nato a Roma nel 1963; consulente scientifico della rivista «Focus Wars», ha collaborato con numerose riviste specializzate. Con la Newton Compton ha pubblicato diversi saggi (tra cui Le grandi battaglie di Roma anticaI grandi generali di Roma anticaI grandi condottieri che hanno cambiato la storiaLe grandi battaglie di Alessandro MagnoL’ultima battaglia dell’impero romanoLe grandi battaglie tra Greci e RomaniLe grandi battaglie del MedioevoLa storia del mondo in 1001 battaglie) e romanzi storici: JerusalemUn eroe per l’impero romano; la trilogia Dictator (L’ombra di Cesare, Il nemico di Cesare e Il trionfo di Cesare, quest’ultimo vincitore del Premio Selezione Bancarella 2011); MarathonLa dinastiaIl tiranno di Roma300 guerrieri300. Nascita di un impero e I 300 di Roma. Ha firmato la serie Gli invincibili, una quadrilogia dedicata ad Augusto (Alla conquista del potere, La battaglia della vendetta, Guerra sui mari, Sfida per l’impero). L’ultimo pretoriano e L’ultimo Cesare inaugurano la serie Roma Caput Mundi. Il romanzo del nuovo impero, incentrata sulla controversa figura di Costantino. Le sue opere sono state tradotte in sette lingue. Il suo sito è www.andreafrediani.it


Cosa ne pensate? Vi mette curiosità? Io più che adattamenti di romanzi preferirei proprio delle Graphic Novel belle e nuove.

Cosa ne pensate?

A presto,

Sara ©