RECENSIONE #370 – PER CHI E’ LA NOTTE DI ALDO SIMEONE.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccomi qui con una nuova recensione che spero possa piacervi. Un libro dalla storia particolare ed originale che ci mostrerà un posto nuovo che io, personalmente, non conoscevo e storicamente importante. Ringrazio la Fazi editore per avermi permesso la lettura di questo volume. Ve ne parlo subito, non temete. Vi sto parlando di:
per-chi-exx-la-notte-673x1024-1Autore: Aldo Simeone
Titolo: Per chi è la notte
Collana: Le strade
Pagine: 284
Prezzo in libreria: € 16
Prezzo E-Book: € 7.99
Data Pubblicazione: 05-09-2019
Link d’acquisto: https://amzn.to/2vRRzjR
Trama: Mentre la seconda guerra mondiale si avvia verso la fase più cruenta, tra i monti della Garfagnana c’è un paese che sembra rimasto escluso dalla Storia e in cui la vita è scandita da antiche leggende. Per gli abitanti di Bosconero è più forte il divieto di entrare nel bosco del timore della guerra e delle terribili notizie che arrivano dal fronte. In paese si racconta che tra gli alberi si nascondano inquietanti creature: gli streghi, spiriti che, dopo il tramonto, si aggirano con un cero in mano, il loro indice che arde e non si consuma, in un’infinita processione. Chi sono? Qual è la risposta alla loro oscura domanda: «Per chi è la notte?». Francesco, di undici anni, vive con la madre, malinconica e distaccata, e con la nonna che nutre le sue fantasie con i racconti popolari. Il ragazzino non ha amici e vive isolato perché, secondo le dicerie paesane, è figlio di un disertore. Ma quel marchio infame non è la sua unica vergogna. Ancora più inconfessabile è il richiamo del bosco, nonostante la paura di ciò che in esso si annida. All’arrivo dei nazisti, e dopo l’apparizione di strane luci nel fitto degli alberi, sarà Tommaso, un ragazzino dagli occhi verdi e dai capelli rossi, giunto misteriosamente da solo in fuga dalla città, a convincere Francesco a violare quell’estremo confine, oltre il quale bisogna scegliere da che parte stare. Un esordio nitido e visionario che guarda al dramma della Storia con gli occhi candidi e coraggiosi di un bambino. Un romanzo di formazione dallo stile evocativo, suggestivo come il paesaggio magico e incantato dei monti della Garfagnana. Un racconto, tenero e straziante, sulla fine dell’infanzia.

RECENSIONE

aerial photo of green treesLa storia ha inizio in un piccolo paese in Italia, nei pressi della Garfagnana, in cui un ragazzino di undici anni scopre il cambiamento per quanto riguarda se stesso ma anche nei confronti delle persone che lo circondano e nel paese stesso che, costretto dalla guerra, cede ogni giorno sempre più alle difficoltà. Dal suo amico Secondo, alla Matta del paese, alla nonna che cerca di tenerlo lontano dal Bosconero e dai famigerati Streghi che lo popolano, Francesco che di secondo nome fa Pacifico, si troverà costretto ad affrontare la verità su ciò che ha separato la sua famiglia ed ha costretto suo padre ad andarsene di casa, a ciò che popola il bosco e cosa significa affrontare la guerra. Non solo quella effettiva, che si trovava in Italia ai tempi della Seconda Guerra Mondiale, anche quella interna che sembra logorarlo giorno dopo giorno. Tutto cambierà quando conoscerà il piccolo Tommaso.

Cosa succederà a Bosconero? Riuscirà Tommaso a scoprire qualcosa di più sugli Streghi e sul bosco che tanto lo affascina? Il padre di Pacifico è ancora vivo? Cosa scoprirà veramente il giovane protagonista?

A quel tempo morire non era la cosa peggiore. Non era nemmeno l’ultima. Questo a Bosconero lo sapevamo tutti. La guerra succedeva, e a volte te la dimenticavi, perché la sentivi normale, come la morte.

La trama è ben scritta anche se molto lunga e descrittiva, anche troppo. Infatti quando scelsi di leggere il libro mi limitai a leggere le prime due o tre righe, come faccio di solito, per evitare di spoilerarmi il libro e togliermi il gusto della lettura. Forse questa trama è un po’ troppo lunghina ed io non la leggerei tutta se fossi in voi ma è assolutamente rappresentativa della storia in questione.

La copertina di questo volume è davvero incredibile e, scusate se lo ammetto, ma è stata proprio lei ad attirarmi nella lettura. Rispetto alle altre copertine della Casa editrice in questione, questa mi ha attratto molto e sono rimasta poi incuriosita sia dal titolo che porta con sé, che la trama. Il titolo, è l’apice di tutta la lettura e racchiude l’intero significato di questa particolarissima storia. A Per chi è la notte, forse l’unica cosa che manca è un bel punto interrogativo e il titolo sarebbe stato il top perchè avrebbe rappresentato proprio la domanda che racchiude tutta questa storia e a cui si cerca di rispondere.

L’ambientazione è Garfagnana e il Bosconero, un piccolo paesino che si trova nei pressi di Garfagnana, oggi l’attuale Bosconero è Fabbriche di Careggine, un paesino fantasma abbandonato dal 1947, subito dopo la guerra dove oggi c’è un lago artificiale che viene svuotato dopo anni per riportare alla luce il piccolo paese ancora intatto. Lepoca in cui è ambientata questa storia è nel periodo della Seconda Guerra Mondiale.

«Perché non fai come tutti gli altri?». Aggrottò la fronte per chiedermi spiegazioni. «Mi evitano». Si strinse nelle spalle e fissò la vallata. «Che colpa c’abbiamo noi se siamo figli di babbi sbagliati?». Fu per quella risposta che gli perdonai tutte le sfottiture, i silenzi e le improvvise sparizioni, le botte e le verità spiattellate in faccia. Per quella risposta accettai anche che non fossimo amici. Forse Secondo non era migliore degli altri, ma era come me.

closeup photography of bong maskI personaggi di questa storia non sono poi molti e sicuramente è opportuno concentrarsi molto più sul protagonista principale, il nostro Francesco che di secondo nome fa Pacifico. Non ci sono molti altri personaggi che spiccano davvero se non Secondo, un ragazzo del paese che sembra arrogante e saccente ma che, nonostante tutto ha un rapporto quasi di amicizia con Pacifico, e il piccolo Tommaso, un giovane dai capelli rossi che il Don ha tenuto per un po’ nascosto nella chiesa.

Francesco / Pacifico è un ragazzino particolarmente solitario. Non è un tipo che ama la compagnia, neanche quella di Secondo, infatti si limita ad acconsentire i suoi modi senza prendere davvero una posizione. Francesco ha problemi di salute ed è particolarmente triste da quando suo padre ha abbandonato la loro casa per scappare dalla guerra. In più, è confinato in paese perchè chiunque si addentra nel bosco, finisce per diventare uno strego. Questo  ciò che ha sempre raccontato la nonna a Francesco e ciò a cui lui ha finito per credere, tanto da pensare che anche suo padre lo sia diventato. Tutto nel paese sembra girare attorno all’antica leggenda e tutti si tengono alla larga dal Bosco. Francesco, invece, ne è attratto proprio come tutte le cose che sembrano proibite e noi cerchiamo di ottenere comunque soltanto per mero spirito di contraddizione.

«Si chiama Bosco delle Sorti. È pericoloso. Ci si può entrare solo con la bulletta». «Con cosa?». «Col permesso scritto. È per via degli streghi. Dopo il tramonto, si vedono delle luci. Le ho viste pure io». «Cosa sarebbero questi streghi?». «Anime cattive. Morti, forse. Vanno dopo il tramonto, in processione al lume di candela e, se li incontri, ti chiedono: “Per chi è la notte?”. Se sai la risposta, puoi andare. Sennò, fingono di riaccompagnarti a casa, ma in realtà resti con loro per sempre».

worm's-eye view photography of forestIl perno centrale di questa storia è il bosco con gli Streghi e risiede tutto nel titolo. Perchè nel titolo direte voi? Perchè è nel Bosco che gli streghi domandano “Per chi è la notte?”. Se non si sa rispondere a questa domanda si diventa streghi e si finisce per vagare all’interno del bosco per sempre. Questa è la leggenda ed è così che Francesco, detto anche Pacifico, cercherà di ritrovare suo padre.

Lo stile utilizzato dall’autore è molto semplice, il libro è abbastanza contenuto e si legge nel giro di davvero poco tempo. Non è ultra scorrevole ma posso dire di piacevole lettura.

Sicuramente il top di questa storia è l’ambientazione che ha sviluppato l’autore. Ha preso un luogo veramente esistito ai tempi della Seconda Guerra Mondiale e ci ha montato sopra una storia surreale, a tratti anche magica. Ho amato il posto descritto e le sue sfaccettature, compreso il bosco, tant’è che speravo fosse un posto effettivamente esistente. Infatti nei ringraziamenti verrà citato e sono felice di aver scoperto una cosa che prima non conoscevo.

Per quanto riguarda il protagonista non è riuscito a colpirmi come doveva ma forse anche dal fatto che il suo cambiamento e tutte le cose che saranno scoperte all’interno del volume non sono poi chiare come si doveva. Ancora non riesco a capire davvero la figura di Tommaso ed ho davvero pensato che il nostro protagonista soffrisse di qualche patologia grave. Non posso dirvi di cosa si tratta od a cosa ho pensato altrimenti influirei sulla vostra percezione se decideste di leggere il libro ma sono ancora parecchio frastornata dalla questione. Infatti non rimane molto chiaro dove effettivamente va a parare su alcuni punti. La tematica del cambiamento e il passaggio dall’infanzia all’adolescenza è sicuramente chiaro ma ci sono tante sfaccettature all’interno del volume, secondo me, lasciate a se stesse e questo è sicuramente un punto a sfavore.

Infatti tra questo e l’ambientazione e la storia la bilancia resta abbastanza equilibrata e punto sicuramente a consigliare la lettura. Infatti ho trovato la storia sicuramente non monotona e ben strutturata oltre che quasi surreale e magica, dettata sia dall’ambientazione e delle leggende del posto, sia dalla fantasia del piccolo Francesco e di chi lo circonda pur di salvarlo e di tenerlo al sicuro dalla guerra. Una storia che mi sento di consigliare a tutti quei lettori che amano storie ambientate in epoche passate ma con un pizzico in più, che sanno toccare il cuore.

«Tu smetti di credere agli streghi, e io smetto di credere alla guerra». Aggrottai la fronte, contrariato. Ma i suoi occhi erano verdi come le cose più antiche e, quando ti puntavano, non avevi scampo. Ripetutamente, fece di sì con la testa. «Non è mica possibile». «Cosa?». «Smettere di avere paura». «Sì, invece. Si sceglie anche quello». «Si sceglie tutto per te?». Mi sorrise. «Te sei grullo», ripetei.

Il libro è sicuramente una lettura che tutti dovrebbero intraprendere. Nonostante ci siano state delle cose che non mi hanno convinto pienamente, la storia è originale, piacevole e si scoprono delle cose nuove e assolutamente innovative, in tempo di guerra in cui ormai è anche solo difficile immaginare di ambientare un libro che finisce per essere etichettato come monotono.e

Aldo Simeone è sicuramente un autore da tenere in considerazione. Ho apprezzato molto questa lettura per l’ambientazione originale e unica al mondo, credo, o almeno in tutti i libri che io abbia letto fino ad ora. Una storia particolare, quasi magica anche se difficile, dura che ci dimostra il duro percorso e il cambiamento dalla giovinezza all’adolescenza.

Il mio voto per questo libro è di: 3 balene e mezzo.

tre e mezzo

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

Vuoi acquistare Per chi è la notte e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Per chi è la notte o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!

Che ne pensate allora? Pensate possa fare per voi? Io, nel frattempo, vi aspetto!

A presto,

Sara ©

 

SEGNALAZIONE #145 – THE EXCAPE GAME DI TATIANA SABINA MELONI.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

In questo venerdì (FINALMENTE E’ VENERDI!) porto una nuova segnalazione con me. Questo libro, lo ammetto, mi mette davvero molta curiosità e spero possa metterne anche a voi. Ecco qui:

Risultati immagini per The eScape game Autore: Tatiana Sabina MeloniTitolo: The eXcape game
Autore: Tatiana Sabina Meloni
Editore: Nero Press Edizioni
Genere: horror
Data di pubblicazione: 1 aprile 2019
Pagine: 105

Quarta di copertina: Lucio è un ragazzo tranquillo, appassionato di computer e videogame, a cui piace avventurarsi nel deepweb. Una sera, durante una delle sue solite esplorazioni, viene a conoscenza di un nuovo gioco on-line molto particolare, e decide di provarlo. Gli si presenta come il classico escape game in prima persona, dove il player ha un unico scopo: trovare la via d’uscita cercando di orientarsi in ambienti dinamici e disconnessi tra loro. C’è, però, una particolarità che lo differenzia dagli altri videogame: gira voce sia maledetto e che chiunque vi giochi sia destinato a morire…

Estratto

Lucio avviò Firefox e compose il breve indirizzo. La pagina si caricò in pochi secondi e ciò che il ragazzo vide lo lasciò alquanto deluso. Ad aspettarlo, uno sfondo completamente nero con la scritta UYD in rosso: il carattere era senza grazie, forse Arial. Non v’erano immagini a imbellire la home né slogan a incentivare l’entrata. Pareva un sito pubblicato in fretta e furia da qualcuno alquanto digiuno in fatto di grafica. Il ragazzo sistemò il puntatore sull’unica parola leggibile e vide la freccetta trasformarsi in una manina stilizzata, dall’indice proteso. Avrebbe cliccato, se fuori non si fosse scatenato un violentissimo temporale. Sobbalzò, si ricordò di dover ancora acquistare un gruppo di continuità e chiuse il computer di volata. Una volta a letto, si dimenticò del sito.

Biografia

Tatiana Sabina Meloni, classe 1985, nasce a Genova il giorno di Ognissanti, ma di santo non ha proprio niente. Molla l’Università al secondo anno – facoltà di Lettere Moderne – e si addentra nel mondo del lavoro, intraprendendo studi privati in ambito editoriale. Editor e grafica freelance, è stata redattrice per le riviste Sociart Network e NoèLife e attualmente collabora con Panesi Edizioni in abito grafico, con l’associazione culturale Nero Cafè, curando recensioni di genere per la sezione Il terzo occhio, e col collettivo artistico Love More Nation by Giampiero Turco in veste d’impaginatrice e correttrice di bozze. Esordisce come autrice nel 2015 utilizzando lo pseudonimo T.S. Mellony e, da allora, pubblica diversi racconti, molti dei quali contenuti nelle antologie Nero Press (Deep Love 2, Summer of Blood, Jingle Bloody Bells 2, Crimini al sole, Creepypasta, Case maledette, CarneMale – Ogni delitto vale) e altri in raccolte a scopo benefico.
The eXcape game è la sua prima monografia e, per l’occasione, ha deciso di usare il suo nome reale.


Che ve ne pare? Fatemi sapere con un commento o un like se questo libro rientra fra le categorie che vi incuriosiscono. 😀

A presto,

Sara ©

 

 

RECENSIONE FILM # – FLAVORS OF YOUTH SU NETFLIX.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Oggi vi porto un’altra recensione che spero apprezzerete davvero, un film con tre storie che mi ha davvero emozionato e che spero prenderete in considerazione per la visione. Lo avete visto? Se non l’avete fatto, ve lo consiglio e ve ne parlo subito. A voi:

imagesTitolo: Flavors of Youth

Piattaforma: Netflix

Durata: 74 minuti

Trama: Il film si suddivide in tre episodi, ciascuno ambientato in una diversa città cinese e riguardanti rispettivamente i cambiamenti moderni per quanto riguarda i temi del cibo, della moda e dell’alloggio. Gli episodi si chiamano: Gli spaghetti di riso, Una piccola sfilata di moda e Amore a Shanghai.

TRAILER


RECENSIONE

Un unico film, tre storie completamente distinte e separate l’un l’altra.

La prima storia a narrarla, è un giovane che lavora a Pechino e racconta come l’evoluzione dei spaghetti di riso abbia portato alla loro commercializzazione e quindi alla perdita di quel gusto autentico e nostalgico che provava da bambino. Infatti ricorda con emozioni contrastanti tutti i momenti salienti e importanti della vita in cui ci siano stati dei spaghetti di riso davvero buoni e dal gusto che ormai non si riesce più a trovare.

Risultato immagini per Flavors of Youth gif"

Nella seconda storia, a parlarci, è una donna che ama la moda e ha sempre fatto di tutto per lavorare in quel campo, compresi tanti sacrifici. L’unica che le è rimasta è sua sorella che sta sempre in un angolo da parte e le è completamente devota e ci dimostra quando a volte siamo talmente assorbiti dalle ambizioni, dal lavoro o dalle nostre cose da perderci tutto il resto, i nostri famigliari, gli amici e tutto ciò che ci circonda di più caro.

Il terzo episodio ci parla di un amore nato nella Shangai del 2008, in cui in un piccolo quartiere della città, più povero di altri, c’erano tre amici che uniti si scambiavano musicassette. Uno di questi ragazzi, ormai adulto, ripensa alla sua cara amica quando trova una vecchia musicassetta in un trasloco. Lui non le ha mai detto veramente ciò che provava per lei e non sa cosa contiene quella musicassetta se non i ricordi che credeva di aver perduto e l’amore che assopito, credeva di aver dimenticato.

Risultato immagini per Flavors of Youth gif"Gli episodi, da una ventina di minuti l’una costruiscono un film davvero originale e geniale che porta e lascia con se emozioni che crediamo non ci possano toccare. Invece è proprio questo il bello di queste storie. Portano con loro veri e propri sentimenti, nostalgie e ricordi che capita anche a noi di portare dentro, magari o quasi sicuramente in maniera diversa ma con lo stesso significato profondo.

Quante volte siamo talmente presi dalle nostre cose da non accorgerci di quello che ci circonda? Quando un buon piatto fumante ci ricorda quando eravamo bambini e nonna era lì pronta a farci felice? Quante volte ci torna il mente quell’amore grande che abbiamo provato per una persona e che non abbiamo mai espresso come volevamo?

Risultato immagini per Flavors of Youth gif"I disegnatori sono eccezionali, ricordano molto i disegni dei grandi dei manga di questo genere. Inoltre le storie nonostante sembrino scollegate fra loro – ed effettivamente lo sono – non trovano un filo comune solo alla fine dove lo avranno questo contatto. Sono collegati nel profondo e nei sentimenti che vengono provati da chi vede il film in questione.

Credo che questo film sia una vera e propria piccola opera d’arte che tutti dovrebbero guardare, dai più grandi ai più piccoli. Quindi spero che almeno i miei lettori prendano in considerazione la visione di questo film di tre episodi basati sull’empatia, sui ricordi e sulla nostalgia che essi provocano. 

Risultato immagini per Flavors of Youth gif"

Personalmente se dovessi scegliere il mio episodio preferito devo dire che se la battono molto il primo e l’ultimo episodio. Il secondo è stato l’unico che mi ha convinto meno in fatto di sentimenti, forse perchè la protagonista è leggermente insopportabile rispetto agli altri due degli altri episodi che, invece, si lasciano amare. Delle storie davvero toccanti e originali. Vi consiglio la visione sicuramente.


Cosa ne pensate? Lo vedrete? Dategli un’opportunità, non ve ne pentirete!

A presto,

Sara ©

 

 

COVER REVEAL # – E POI ARRIVA LUI… IL MIO DESTINO DI NANCY URZO.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Con l’inizio della settimana vi porto una novità fresca fresca di giornata che spero possa interessarvi. Il Cover Reveal di questo libricino in arrivo per voi:

EbookTITOLO: E poi arriva lui…il mio destino
AUTRICE: Nancy Urzo
GENERE: Rosa
DATA PUBBLICAZIONE: pre-order dal 10 Febbraio – Online dal 14 Febbraio 2020
FORMATO: Cartaceo, Ebook
UNLIMITED: Sì
COPERTINA FLESSIBILE: 10,00 euro (fino al 20 Febbraio) – successivamente 12,00
euro
EBOOK: 0,99 euro (fino al 20 Febbraio) – successivamente 1,99 euro
LINK al momento ancora non disponibile
Instagram: https://www.instagram.com/loscrignodinancy/

SINOSSI: Giulia da sempre crede nei propri sogni e nell’amore. La sua passione per la scrittura e Marco, il suo ragazzo, rendono la sua vita perfetta e gioiosa. Tutto procederà come desidera fino a quando, subito dopo il diploma di maturità, si ritroverà ad un bivio: scegliere l’Università che non desiderava per restare accanto a Marco, oppure andare a Napoli con la promessa di rimanere fedele al suo fidanzato e seguire il suo sogno di diventare una scrittrice? Alla fine i suoi sogni avranno la meglio, e deciderà di lasciare la sua terra natale. Dopo cinque anni ignara di cosa il destino ha in serbo per lei ritornerà a casa e riceverà grosse delusioni. Tutto le sembrerà perduto e insensato, fino a quando, una sua cara amica ritornerà e farà sì che Giulia incroci il cammino del suo destino e ritrovi la felicità.

BIOGRAFIA – Nancy Urzo

Nancy nasce a Bergamo il 16 Ottobre del 1987 e a soli 12 anni dopo la scuola, anziché
giocare con i suoi coetanei inizia a scrivere i suoi primi racconti e poesie, era l’unico modo per lei per estraniarsi dal mondo ostile che sentiva attorno a se. Questa sua passione l’accompagnerà per tutta la sua crescita fino all’adolescenza. Le faranno capire che il suo sogno di diventare scrittrice poteva essere raggiungibile.  Ora è una donna sposata e grazie a suo marito trova il coraggio e pubblica grazie a StreetLib la sua prima raccolta di poesie «ANIMA NEL TEMPO: Cuore Narratore». Successivamente pubblica una seconda raccolta intitolata «LA CAREZZA DI UN SOGNO». Decide poi di mettersi alla prova ed esordisce con il suo primo romanzo erotico – thriller «ERASMUS DI SANGUE: Nemmeno il tuo migliore amico ti salverà». trasformandola in una trilogia.
ANIMA NEL TEMPO: Cuore Narratore – pubblicato nel 2018
ANIMA NEL TEMPO: Cuore Narratore Seconda Edizione – pubblicato nel 2019

ERASMUS DI SANGUE: Nemmeno il tuo migliore amico ti salverà – pubblicazione nel
2019
IL DIAVOLO HA DUE VOLTI: Era giunto il tempo di togliere la maschera che per mesi
mi aveva aiutato ad agire indisturbato – pubblicazione nel 2019
INSIEME POSSIAMO TUTTO: Nancy Urzo e Palma Caramia – pubblicazione nel 2019


Che ne pensate? Fatemi sapere, mi raccomando, sono curiosa di sapere se vi piace.

A presto,

Sara ©

 

 

REVIEW PARTY: Recensione #369 – FIORE DI SANGUE DI CRYSTAL SMITH.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci qui bei lettoriiiii! Oggi vi porto una nuova uscita che finalmente giunge anche in Italia e posso parlarvene 😀 Ringrazio la Mondadori per avermi permesso la lettura del volume e l’organizzatrice dell’evento che mi ha permesso di partecipare e diparlarvi di questo volume. Ecco a voi:

9788804721383_0_0_626_75

Titolo: Fiore di sangue

Autore: Crystal Smith
Genere: Fantasy
Data di uscita: 14 Gennaio 2020
Link d’acquisto: https://amzn.to/36UN8lh
Trama: Quella di Aurelia di Renalt non è per niente una vita da principessa delle favole. Dotata di poteri straordinari, è costretta a nasconderli perché nel suo regno la legge vieta il ricorso alla magia e il Tribunale, un’istituzione speciale assetata di sangue, punisce spietatamente chiunque venga accusato di stregoneria o sorpreso a praticarla. Il suo destino, inoltre, è di sposarsi con un ragazzo che non ha mai incontrato di persona, principe ereditario del Regno di Achlev, per assicurare una pace duratura tra quest’ultimo e il suo regno. Quando però il suo segreto viene svelato, Aurelia è costretta a scappare dal palazzo. Sola e alla deriva, giunge in un nuovo regno, dove insperatamente ha la possibilità di ricominciare da zero. Fingendosi una comune suddita, infatti, per la prima volta da quando è nata può affrontare la sua vita in totale libertà. Qui finalmente scopre la felicità che un’esistenza lontana dagli intrighi politici e dai compromessi può regalare. Qui può mettere a frutto l’oscura magia che le scorre nelle vene e che la lega a una misteriosa e potentissima pianta chiamata sanguefoglia. Ma i fantasmi del passato non la lasciano in pace a lungo. Infatti, nel momento in cui verrà a conoscenza di un piano nefasto del Tribunale che minaccia l’esistenza stessa del suo regno, dovrà scegliere tra la sua nuova vita e quella che pensava di essersi lasciata alle spalle. Con la certezza che se non riuscirà ad agire prima che il Tribunale faccia la sua ultima mossa potrebbe perdere ben più della corona.

RECENSIONE

La storia ha inizio in Piazza. Aurelia di Renalt è una principessa e non dovrebbe trovarsi lì in compagnia della sua più fidata guardia Kellan. Eppure non ce la fa a non vedere ciò che succede al suo popolo, ciò che succede a chi fa ricorso alla magia, principalmente alle donne. Infatti, Aurelia, dotata di poteri particolari cerca in tutti i modi di nasconderli per rischiare di non essere uccisa dalla legge che vieta l’utilizzo della magia. Il Tribunale, infatti, giustizia chiunque senza scrupoli, accusando chi pratica stregoneria o anche solo pensino l’abbia praticata. In più, per rendere salva la sua vita, è promessa sposa ad un Principe che non conosce del regno di Achlev. Quando il suo segreto è messo a repentaglio, Aurelia è costretta a fuggire.

Cosa succederà alla Principessa di Renalt? Riuscirà a salvare se stessa e il regno che sta per cadere nelle mani del pericoloso Tribunale? Riuscirà a padroneggiare la magia e ad utilizzarla al meglio?

«Perché volete stare qui, Aurelia? Che bene potrà mai farvi?» Non avevo una risposta ragionevole, quindi tacqui. Mi limitai a giocherellare nervosamente con il bracciale-amuleto attorno al polso coperto dal guanto; era l’ultimo dono del mio defunto padre e indossarlo mi aveva sempre dato conforto. Necessitavo di calma, ora che il boia dal cappuccio nero stava arrivando, seguito da un ecclesiastico del Tribunale con l’annuncio che il Gran Magistrato Toris de Lena stava salendo sul palco…

Risultato immagini per crystal smith book

La trama è molto lunga e moolto spoilerosa. Nel senso che poteva dire molto meno ma racconta quasi metà libro. Signori miei, ecco il perchè non leggo quasi mai la trama per intero ma solo le prime righe. Comunque è sicuramente intrigante e incuriosisce spingendo alla lettura.
La copertina è sicuramente particolare ed apprezzo molto il fatto che sia stata lasciata così come l’originale. All’interno, troviamo sicuramente tutto ciò che la storia ci vuole comunicare. C’è il fiore di Sanguifoglia al centro, la corona, il pugnale e il castello, la corona e l’albero, il nastro. Tanti piccoli dettagli che ci lasciano dei segnali riguardanti la storia ma che a vista non ci dicono effettivamente niente. Quindi sicuramente un connubio giusto delle cose che rende tutto curioso e intrigante. Il titolo Blood Leaf, in italiano, sta a significare Foglia di sangue. Nella traduzione quindi non ci siamo distanziati molto e posso dire che, in fin dei conti, sicuramente è stato trovato un compromesso più che giusto. Insieme quindi, copertina e titolo, rispecchiano molto l’originale.
L’ambientazione e l’epoca sono assolutamente di fantasia dell’autrice. Sembra quasi una sottospecie di Medioevo, con il Tribunale che punisce le donne come streghe anche se non la possiedono affatto. Poi ci sono persone che la magia la possiedono davvero ma non vengono punite, come dei personaggi all’interno di questo libro. Per quanto riguarda l’ambientazione ci troviamo in contesa fra due Regni che fra loro adottano due modi di vivere completamente diversi: Renalt e Achlev.

Ero la prima principessa di Renalt da quasi due secoli – quantomeno, la prima di cui non ci si fosse sbarazzati in segreto al momento della nascita. Era mio dovere onorare il patto che aveva posto fine alla guerra secolare tra il nostro paese e Achlev, sposandone l’erede. Per centosettantasei anni il popolo aveva creduto che la mancanza di eredi femmine alla corona fosse il segno che noi non saremmo mai stati sullo stesso piano degli sporchi e licenziosi Achlevani, una prova della nostra superiorità morale. La mia nascita aveva scosso la fede nella monarchia, nei reali che avevano avuto la sfacciataggine non solo di generare una figlia, ma addirittura di tenerla. A volte arrivavo a capirli.

person raishing his hand

I personaggi di questa storia non sono molti ma sono sicuramente ben delineati quelli che ci vengono mostrati. Soprattutto, da subito, avremo modo di notare le peculiarità che contraddistinguono la Principessa Aurelia.

Aurelia è una ragazza che non emergeva di certo per il suo status sociale. Principessa femmina dopo oltre 500 anni, si dedica a sua madre dopo la morte del re e a suo fratello Conrad, prossimo erede al trono. Kellan, la sua guardia personale è anche il suo unico amico e primo amore di sempre. Aurelia ha un potere antico e inestimabile, il potere del sangue, forse derivante dal fiore di sanguifoglia, che la rende una persona sicuramente pericolosa agli occhi del regno se dovesse essere scoperta.

Zan, dall’altro lato, è un personaggio misterioso e ambiguo. Aurelia lo conoscerà ad Achlev e sarà un altro personaggio chiave di questa storia che aiuterà la nostra protagonista. Un personaggio di cui non posso parlarvi molto ma che apprezzerete, ne sono sicura.

«Sei molto odiata dal tuo popolo, principessa. Dovresti approfittare di ogni gentilezza ti venga offerta. È la tua unica possibilità.» «Il mio popolo mi odia perché voi gli avete detto che può farlo. Che deve farlo. Voi e il vostro dannato Tribunale.»

Il perno centrale di questa storia è il Tribunale. È quest’ultimo che condanna la magia e conduce quasi come una caccia alle streghe. Aurelia stessa utilizza la magia ed è in pericolo nella sua stessa terra pur essendo la Principessa. Anzi, proprio per questo rischia molyo più di altri.

Lo stile utilizzato dall’autrice è piuttosto semplice oltre che estremamente fluido. Infatti, si legge nel giro di qualche ora e sicuramente non è una lettura che annoia.

La storia è originale sotto il punto di vista del potere di Aurelia, la magia del sangue e tutto ciò che ne deriva. Per quanto riguarda il resto, invece, il libro sa già di visto. La Principessa che scappa, la solitudine, il personaggio misterioso in soccorso che è comunque un personaggio importante all’interno del volume, la storia d’amore (per fortuna marginale!), il salviamo le nostre chiappette e quelle del regno. Insomma, niente di nuovo e se cercate qualcosa di originale di certo la storia non brilla per questo.

Il world building ed i personaggi sono sicuramente i punti forti di questa storia. Il personaggio di Aurelia e quello di Zan oltre tutti coloro che circondano questa storia sono strutturati molto bene e la storia del regno di Achlev come quello di Renalt e gli Empyreani è assai ben studiata. Sicuramente un punto a favore.

Nonostante questo, consiglio sicuramente la lettura e aspetto il secondo volume con molta curiosità. Il finale qui sembra essere abbastanza chiuso ma ci sarà una seconda storia che si legherà evidentemente alle vicende del primo volume.

Il fantasma di Gilroy fece un gestaccio dalla gabbia sopra di noi.«Oh, be’» disse Ray. «Almeno, con Gilroy nei paraggi, nessuno cerca di sconfinare nel mio territorio. Ed è un buon promemoria.» Avevo ancora la mano davanti al naso. «Di cosa?» «Della fragilità dell’esistenza, naturalmente. E del fatto che re Domhnall è un bastardo che quando perde al gioco prima fa giustiziare chi vince e subito dopo emana un decreto per abolire le carte.»

Il libro è stato senza alcun dubbio una lettura piacevole, anche se non brilla particolarmente di originalità. Una lettura che, nonostante tutto, mi sento di consigliare. Un retelling fantasy decisamente particolare.

Crystal Smith ci porta all’interno di un viaggio attraverso due regni che si contendono un potere molto più grande di quanto credono. Una storia di potere, sovversione e riscatto verso se stessi e verso gli altri.

Il mio voto per questo libro è di: 3 balene e mezzo.

tre e mezzo

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

Seguite le altre recensioni, mi raccomando! Se ci leggete, ci fa davvero piacere:

7FhKpBO


Vuoi acquistare Fiore di sangue e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Fiore di sangue

o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!

Che ne pensate allora? Pensate possa fare per voi? Io, nel frattempo, vi aspetto!
A presto,
Sara ©

PROSSIME USCITE PER NEWTON COMPTON, LONGANESI, LEGGEREDITORE, MONDADORI, IL BATTELLO A VAPORE, SPERLING&KUPFER, FAZI E GARZANTI.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Personalmente bene anche se lavorativamente parlando sono strapiena di cose da fare. E’ un po’ un periodo di schifo ma si va avanti. Quindi per tirarmi e tirarvi su il morale oggi vi porto una serie di libri che stanno per approdare nelle nostre librerie per le nostre care case editrici! A voi:

NEWTON COMPTON

Risultati immagini per La verità del nostro amore Autore: Lexi RyanTitolo: La verità del nostro amore
Autore: Lexi Ryan
ISBN: 9788822735638
Pagine: 396
Prezzo: € 4,99

Trama: Sono trascorse sei settimane da quando Ellie è stata ritrovata in fin di vita. Da allora ogni suo ricordo della vita precedente è svanito, e così ha preferito fidarsi dei consigli dei medici e della polizia ed è fuggita via dalla città di Jackson Harbor, senza guardarsi indietro. Qualcuno le ha detto che Colton, il suo fidanzato di cui non ricorda nulla, è misteriosamente scomparso. Possibile che sia stato lui a farle del male? Ellie
preferisce non interrogarsi troppo sul passato, e così fa di tutto per voltare pagina. Fino al giorno in cui Levi Jackson, che un tempo è stato il migliore amico di Colton, bussa alla sua porta. Quando i ricordi di Ellie cominceranno a tornare, basterà seguire quello che le dice il cuore per rimanere al sicuro?


LONGANESI

Risultati immagini per Le ribelli Autore: Chandler BakerTitolo: Le ribelli

Autore: Chandler Baker

Data di uscita: 30 gennaio 2020

Trama: Ispirato al caso “Shitty Media Men”, Le ribelli di Chandler Baker è un thriller che ha innescato negli Stati Uniti un intenso dibattito sulle ingiustizie subite dalle donne sul lavoro. Baker affronta non solo il tema delle molestie ma si concentra anche sul sostrato culturale maschilista più sottile, impercettibile a molti uomini, che produce automatismi e pregiudizi e che spinge molte donne a nascondere fragilità e punti di
forza per tutelare la carriera. Un romanzo corale che è allo stesso tempo un atto di denuncia e un invito alla solidarietà tra donne. Sloane, Ardie, Grace e Rosalita lavorano da anni alla Truviv, marchio di abbigliamento sportivo con sede a Dallas, e con molte delle loro colleghe hanno due cose in comune: sono madri lavoratrici e si muovono al
di qua di una linea invisibile che le separa dai collaboratori uomini, nell’ombra del loro prepotente superiore Ames Garrett. Quando il CEO della Truviv muore improvvisamente e loro scoprono che la persona più vicina ad assumere il controllo del ruolo vacante è proprio Ames – che ha appena assunto una nuova ragazza, giovane, bella e single – capiscono che è arrivato il momento di fare qualcosa. Troppo a lungo, infatti, ci sono stati solo sussurri, bisbigli messi ripetutamente a tacere, ignorati o nascosti dai
complici. Sloane, avvocato dell’azienda, convince le altre a fare qualcosa. Qualcosa di apparentemente innocuo, qualcosa che sembra un sussurro ma presto diventa un grido.


LEGGEREDITORE

Titolo: Una storia straordinaria
Autore: Diego Galdino
Genere: romanzo
Casa editrice: Leggereditore
Data di Pubblicazione: 14 febbraio 2020
Formato: cartaceo
Pagine: 208

Sinossi: Luca e Silvia sono due ragazzi come tanti che vivono vite normali, apparentemente distanti. Eppure ogni giorno si sfiorano, si ascoltano, si vedono.  I sensi percepiscono la presenza dell’altro senza riconoscersi. Fino a quando qualcosa interrompe il flusso costante della vita, Luca perde la vista e Silvia viene aggredita in un parcheggio. La loro vita, sconvolta, li porta a chiudersi in un’altra realtà e il destino sembra dimenticarsi di loro. Due anni dopo, la loro grande passione, il cinema, li fa conoscere per la prima volta e Luca e Silvia finiscono seduti uno accanto all’altra alla prima di un film d’amore. I due protagonisti, feriti dalle vicissitudini degli eventi passati, si ritrovano, così, loro malgrado, a vivere una storia fuori dall’ordinario. Ma l’amore può essere tanto potente da superare i confini dei nostri limiti e delle nostre paure? E il destino, quando trova due anime gemelle, riesce a farci rialzare e camminare insieme?


SPERLING&KUPFER

 Autore: Barbara Taylor Bradford  

Titolo: Il mercante di Londra. La saga dei Falconer
Genere: Historical Fiction
Data di uscita: 4 Febbraio 2020

Trama: Londra, 1884. Un giovane ambizioso e promettente, un destino ancora da scrivere. L’Inghilterra della regina Vittoria è un Paese profondamente diviso tra ricchi e poveri, ma James Falconer vuole sottrarsi al destino già scritto della sua famiglia di umili origini. Da quando era bambino, lavora instancabilmente come ambulante al banco del padre in un fiorente mercato londinese e, sebbene abbia solo quattordici anni, sogna in grande. Ambisce a costruire un impero di negozi come i celebri grandi magazzini Fortnum & Mason e a diventare un famoso mercante. Già alla sua giovane età, infatti, James possiede tutto ciò che serve per diventare un uomo di successo: di bell’aspetto, ma non vanesio, è intelligente e pieno di fascino; determinato e ambizioso, antepone il dovere al piacere. Le sue capacità non rimarranno indifferenti alle attenzioni di Henry Malvern, proprietario del mercato in cui i Falconer lavorano: quando la sua unica figlia nonché erede, Alexis, verrà colpita da un’inaspettata tragedia, la strada di lei e quella di James finiranno per incontrarsi. E il giovane Falconer, dopo aver fatto i conti con minacce alla reputazione e alla vita, dovrà dimostrare di essere veramente padrone del suo destino.


Find Me. Ora (vol 1) di [Engel, Kathinka]Titolo: Find Me. Ora
Autore: Kathinka Engel
Genere: Romance
Data di uscita: 11 Febbraio 2020

Trama: Delusa dall’amore e ferita dalla perdita dell’adorato nonno che le ha trasmesso l’amore per i libri, Tamsin lascia il Maine di nascosto, contro il parere dei genitori, e si iscrive all’università di Pearley, in California, per studiare letteratura e realizzare finalmente i suoi sogni. Concentrata su se stessa e sulle sue passioni, è determinata a iniziare una nuova vita e soprattutto a evitare per sempre gli uomini, dopo aver tanto sofferto a causa del suo ex. Un giorno, nel bar sotto casa, conosce Rhys: bello, enigmatico e pieno di segreti. Il ragazzo, infatti, è stato in riformatorio perché ingiustamente condannato per un crimine che non ha commesso e sta cercando di ricominciare in un mondo che gli è ostile e lo guarda con sospetto. Il primo incontro tra Tamsin e Rhys è un vero disastro, tuttavia, col passare del tempo, l’attrazione tra loro diventa irresistibile, tanto che i due sono inseparabili. Ma proprio mentre stanno cominciando a fidarsi davvero l’uno dell’altra, il passato torna a bussare alla porta di Rhys, mettendo in discussione la sua storia con Tamsin…


Titolo: Mancherai all’infinito
Autore: Mattia Ollerongis
Pagine: 208
Data di uscita: 25 febbraio 2020
Trama: Il tempo non basta per superare il dolore, si deve essere pronti a farlo. E per esserlo, per tornare a vivere, bisogna prima trattenere il respiro, immergersi e toccare il fondo.
Lo sa bene Mattia, ventenne silenzioso, timido e pigro. È passato ormai un anno da quando tra lui e Anita, il suo primo grande amore, è finita e da allora non riesce a ritrovare le forze per affrontare la vita di ogni giorno, l’università e le responsabilità degli adulti.
Mentre i suoi genitori sono via per il weekend, a loro insaputa torna a Valencia, dove era stato con lei per la loro unica, indimenticabile vacanza insieme. Non sa cosa sta cercando, né cosa troverà lì, ma spera che quel piccolo viaggio guarisca una volta per tutte le ferite del suo cuore. Di fronte a quel mare che insieme avevano ammirato, mano nella mano, Mattia riceverà una misteriosa lettera che forse potrà dargli le risposte che cerca. Perché a volte perdersi è l’unica strada per ritrovarsi.

FAZI

Risultati immagini per Philip KerrViolette di marzoAutore: Philip Kerr
Titolo: Violette di marzo
Collana: Darkside
Pagine: 318
Prezzo in libreria: € 15
Prezzo E-Book: € 7.99
Data Pubblicazione: 30-01-2020
Trama: Con Violette di marzo torna finalmente in libreria un grande classico del poliziesco: la trilogia berlinese di Bernie Gunther.
Nella Berlino del 1936, alla vigilia delle Olimpiadi, marito e moglie vengono assassinati nel loro letto e il loro appartamento viene incendiato. Il padre della donna, Hermann Six, un industriale milionario, vuole fare giustizia – o meglio, rivuole la preziosissima collana di diamanti della figlia Grete, che è stata rubata. Si rivolge perciò al detective privato Bernie Gunther, veterano di guerra ed ex poliziotto. Grete non ha fatto testamento e dunque tutti i suoi averi spetterebbero al marito, Paul Pfarr, il quale ha nominato suo unico erede legittimo il Reich stesso. Come scopre in seguito Gunther, Pfarr era una “violetta di marzo”: un affiliato dell’ultima ora al Partito Nazionalsocialista. L’investigatore si troverà invischiato in una vicenda pericolosissima che tocca le alte sfere del potere nazista, tormentato da un conflitto interno. Bugie, eccessi, corruzione e brutalità sono all’ordine del giorno, mentre a muovere le fila di tutto ci sono Himmler e Göring. È il momento di riscoprire l’iconico Bernie Gunther, detective privato antinazista, vero berlinese, beffardo e donnaiolo, che si trova ad affrontare quotidianamente il male assoluto: la città cupa e dilaniata dalla corruzione, l’antisemitismo e lo strapotere dei gerarchi. Scritto con una grande potenza evocativa, Violette di marzo, primo capitolo della trilogia, trasporta i lettori nel cuore della Berlino nazista e dà vita a un nuovo, indimenticabile investigatore privato nella grande tradizione di Hammett e Chandler.


Risultati immagini per Bryan Stevenson Il diritto di opporsiAutore: Bryan Stevenson
Titolo: Il diritto di opporsi
Pagine: 446
Prezzo in libreria: € 16
Prezzo E-Book: € 7.99
Data Pubblicazione: 30-01-2020
Trama: Bryan Stevenson era un giovane avvocato da poco laureatosi a Harvard quando decise di trasferirsi a Montgomery, in Alabama, e fondare la Equal Justice Initiative, un’organizzazione senza scopo di lucro impegnata a porre fine all’incarcerazione di massa e alle pene estreme, a sfidare l’ingiustizia razziale ed economica e a proteggere i diritti umani fondamentali delle persone più deboli e vulnerabili. Al resoconto della sua formazione Stevenson intreccia le storie delle persone che ha difeso e che lo hanno condotto in un groviglio di cospirazioni, macchinazioni politiche, inganni legali e razzismo diffuso, modificando profondamente la sua concezione della giustizia. Tra i vari casi spicca quello di Walter McMillian, un afroamericano condannato a morte per l’omicidio di una ragazza bianca, nonostante innumerevoli prove dimostrassero la sua innocenza. Il diritto di opporsi è un’indimenticabile testimonianza del coraggio, della perseveranza e dell’umanità necessarie a perseguire una giustizia più equa, ma anche una struggente denuncia contro la pena di morte. Da questo libro, un bestseller da un milione e mezzo di copie vendute che da duecento settimane è ai vertici delle classifiche americane, è stato tratto il film con Michael B. Jordan, Jamie Foxx e Brie Larson.

Risultati immagini per ay WeldonLe peggiori paureAutore: Fay Weldon 
Titolo: Le peggiori paure
Collana: Le strade
Pagine: 270
Prezzo in libreria: € 16
Prezzo E-Book: € 9.99
Data Pubblicazione: 30-01-2020
Trama: Alexandra Ludd, attrice e donna affermata, è appena rimasta vedova. Il marito Ned, un critico teatrale molto in vista, è morto inaspettatamente a causa di un infarto nella loro bella casa di campagna, mentre lei si trovava a Londra. Fino a quel momento il rapporto tra i due sembrava felice e privo di ombre, e ora Alexandra è sconvolta, ma una serie di strani dettagli la obbliga a porsi delle domande: accenni di indizi e mezze parole nel giro di pochi giorni si concretizzano in una verità che sovverte ogni sua convinzione in quanto donna, madre e artista. Una rivelazione dopo l’altra, la protagonista giunge alla definitiva presa di coscienza: le sue amicizie erano false, tutte le sue peggiori paure avevano un fondamento, Ned aveva una vita parallela di cui lei era totalmente all’oscuro. Un libro estremo, esagerato, sostenuto da una scrittura che si muove con sicurezza sul sottile discrimine fra tragedia e ironia e che, attimo per attimo, sembra seguire, più che costruire, il passaggio della protagonista dall’umiliazione alla vendetta.
Le peggiori paure spiazza e coinvolge il lettore, tenendolo avvinto fino all’ultima pagina in un crescendo di colpi di scena in cui la complicità e le competizioni femminili sono messe a nudo in un continuo confronto di incomunicabilità con il fragile, ambiguo universo maschile. Il miglior romanzo di Fay Weldon, l’autrice inglese più anticonformista, irriverente, corrosiva di sempre, Le peggiori paure è una feroce riflessione sulla natura del matrimonio.

 

MONDADORI

I Guerrieri delle maree
Titolo: I Guerrieri delle maree
Autore: Catherine Doyle
Genere: Libri per ragazzi
Data di uscita: 18 Febbraio 2020
Ci sono forze più grandi della magia… 
Trama: Fionn Boyle è il Custode delle Tempeste da cinque mesi, quando terrificanti orde di PredaAnime invadono Arranmore. I seguaci della temuta strega Morrigan sono giunti per farla risorgere e il ragazzo, prescelto per essere il difensore dell’isola, non ha il potere di fermarli: la magia lo ha abbandonato e questa volta il nonno, la cui memoria si fa sempre più labile, non può aiutarlo. Fionn è convinto di avere un’unica speranza: ritrovare il perduto esercito di Tritoni di Dagda. Ma ormai da secoli non si crede più che le feroci creature marine dalla pelle blu e i denti di squalo esistano, e nessuno è disposto a fidarsi di lui. Fionn però non si dà per vinto. E mentre gli abitanti dell’isola si preparano alla battaglia per salvare Arranmore, si lancerà con gli amici Shelby e Sam in una disperata lotta contro il tempo alla ricerca dei leggendari guerrieri. Il destino del mondo grava sulle sue spalle e, senza magia, dovrà fare appello a tutto il suo coraggio.

IL BATTELLO A VAPORE

Titolo del libro
Titolo: La leggenda dei quattro – Il clan delle tigri
Autore: Cassandra O’Donnell
Genere: Fantasy
Data di uscita: 18 Febbraio 2020

Sono quattro. Eredi di clan avversari. Uniti per sopravvivere.

Trama:

Gli Yokai, potenti mutaforma, governano il mondo. Maya erede del clan Lupai, Bregan principe dei Taigan, Wan re dei Serpai e Nel principessa dei Rapai sono impegnati in una doppia battaglia: contro gli umani, che hanno rialzato la testa dopo secoli di servaggio, e contro le regole che governano i clan. E in gioco c’è molto di più del futuro del proprio popolo…


Che ne pensate? C’è qualcosa che vi piace molto?

RECENSIONE #368 – SETTE LETTERE, UN DESTINO DI J.P MONNINGER.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci qui con una nuova recensione che spero possiate leggere e apprezzare e leggere. Ho terminato questo libro settimana scorsa e ringrazio la Sperling&Kupfer per avermi dato la possibilità di lettura del volume. Ve ne parlo subito:

978882006844hig-247x380Titolo: Sette lettere, un destino
Autore: J.P. Monninger
Pagine: 336
Data di uscita: 08 Ottobre 2019
Link d’acquisto: https://amzn.to/2NWEuMe

TramaDoveva essere un semplice viaggio alla scoperta delle affascinanti isole Blasket, un tempo cuore dell’Irlanda e della sua letteratura e ora abitate soltanto dal vento e dal silenzio. Un anno sabbatico per completare la tesi di dottorato sulle donne che avevano abitato quei luoghi circondati dal mare, poi Kate sarebbe tornata nel New Hampshire, alla sua vita che era riluttante a lasciare. Ma quando arriva sulle coste irlandesi, i suoi piani vengono inaspettatamente sconvolti: la ragazza è investita dal fascino di quei luoghi magici e selvaggi, di quelle distese color verde brillante battute dai venti, accarezzate dall’aria salmastra e dalla foschia del mattino. E dall’amore per un uomo misterioso: Ozzie Ferriter, un pescatore americano di origini irlandesi, reduce dalla guerra in Afghanistan, che nella solitudine di quella terra cerca rifugio da un passato che lo tormenta. Kate e Ozzie, travolti da una passione incontenibile, iniziano a costruirsi una vita sulla costa rocciosa dell’Irlanda, dove è il mare a scandire il tempo, tra la pesca di sgombri e merluzzi e il calore dei fuochi di torba. Insieme credono di poter cambiare il corso del destino rifugiandosi su un’isola tutta loro, costruita a proteggerli dagli obblighi e dalle pressioni dell’oceano che li circonda, convinti che il loro folle amore possa spazzare via ogni ostacolo. Quando, però, i vecchi demoni di Ozzie e i sogni ambiziosi di Kate busseranno alla porta della yurta in cui vivono, quell’amore e la fiducia reciproca saranno messi a dura prova. E l’isola felice, solitaria e pacifica che si sono costruiti sembrerà d’un tratto a Kate una prigione da cui voler scappare. Ma così come ci sono ferite che resistono alla forza dell’amore, è anche destino che alcune storie debbano fare giri immensi per trovare il proprio lieto fine.

RECENSIONE

brown and white concrete housesLa storia ha inizio con Kate Morton che si prende un anno sabbatico per andare in Irlanda e finalmente dedicarsi alla sua tesi di dottorato per quanto riguarda le isole Blansket, in Irlanda. Lei di origine è Irlandese e non vede l’ora di esplorare ciò che non ha mai visitato ma che l’ha sempre affascinante. Quando giunge a destinazione tutto ciò che l’aspetta non è proprio come l’aveva progettato. Quando incontra la nonnina Gran, tutto cambia, persino l’amore che pensava non avrebbe mai trovato seriamente. Kate conosce Ozzie, il nipote di Gran, americano di origine irlandese affascinante e misterioso che fa il pescatore ed è reduce dalla guerra in Afghanistan.

Cosa cambierà nella vita di Kate? Chi è questo misterioso uomo che sembra averla completamente rapita? Cosa succederà ai due giovani innamorati? Kate riuscirà a potare a termine la sua tesi di dottorato?

La gente dice che l’Irlanda è verde, ma si sbaglia. E’ azzurra, viola e bianca; è pecore e sassi, nubi, mare e sabbia, e di un verde che non appartiene a questo mondo. E’ tutte queste cose insieme.

Risultati immagini per j. p . monninger books irelandLa trama è rappresentativa, forse anche troppo descrittiva e lunga, decisamente troooooppo lunga. Raccontate tutta la storia no? Sinceramente, avrei cercato di abbreviare il più possibile lasciando anche spazio alla curiosità. Personalmente ho letto solo le prime righe, come faccio di solito quando scelgo un libro per evitare spoiler o cose che raccontano un po’ tutto. Questa, dice davvero troppo cari miei, troppo.

La copertina è completamente diversa dall’originale che potete vedere di lato. Personalmente non saprei quale scegliere, forse più l’originale per una questione di semplicità grafica, non per altro. Quella italiana sembra troppo “ricamata”. Per il resto, nessuna delle due sembra farmi impazzire davvero. Il titolo della storia è stato tradotto dall’originale per quanto riguarda la prima parte, poi è stato aggiunto un destino, non chiedetemi perchè. Forse Sette lettere sembrava troppo banale? Va a capire, non lo so. Il titolo nonostante tutto non mi dispiace anche se non capisco mai troppo tutte queste modifiche che vengono fatte.

L’ambientazione è tutta Irlandese, nelle isole Blansket e l’epoca è sicuramente moderna da quel che si riesce a comprendere anche da ciò che succede all’interno del libro, con tematiche anche attuali.

Sorrise di nuovo. Poi ci baciammo. Glielo lessi negli occhi e restai a guardarlo, incerta sul da farsi, mentre entrava in casa. Per un momento restammo immobili, l’uno davanti all’altra. Non sarei riuscita a resistergli. Non davvero.

man and woman holding hands together in field during daytimeI personaggi di questa storia non sono molti e quelli che ci sono sembrano essere abbastanza determinati anche se, nonostante siano costruiti in maniera piuttosto semplice, non risultano quei personaggi che ti restano dentro come dovrebbe. Anzi risultano quasi noiosi e quasi standard.

Kate Morton è una donna che ama l’Irlanda e ne è sempre rimasta affascinata, dai racconti a tutto ciò che la riguarda. In particolare le interessa ciò che è accaduto alle isole Blasket, anni e anni addietro. Tutto la affascina, persino il misterioso ed enigmatico Ozzie, il pescatore americano. Kate non è una ragazza particolarmente fortunata in amore ne troppo sveglia, perchè si lascia quasi subito abbindolare dal fascino dell’uomo che non dice. Ma, peggio ancora, Kate non sa esattamente cosa vuole davvero dalla sua vita quindi si rifugia fra le braccia dell’uomo che ama ma allo stesso tempo si sente insicura di tutto ciò che le succede. E’ un personaggio particolarmente scialbo e poco interessante che sembra quasi sfruttare gli altri per ottenere ciò che vuole, anche se non lo fa poi davvero, o perlomeno non sempre.

Avremo viaggiato, ci saremmo guardati intorno, avremmo visto la terra dall’oceano. Ci eravamo creati la nostra isola, ed era così perfetta che il mondo non ci serviva quasi più.

Il perno centrale di questa storia non è tanto l’amore di Kate per Ozzie ma una somma di cose che convergono in questo. Prima di tutto la curiosità di Kate per l’Irlanda e lo studio che vuole intraprendere per studiare in quel posto. Poi nasce l’amore per Ozzie che riesce a mostrarle tutta la bellezza per ciò che lei stessa cercava, mettendoci anche una buona dose di mistero proprio per quanto riguarda lui, fino al rimpianto delle cose passate.

man and woman with bone fire sitting on seashoreLo stile utilizzato dall’autrice è di fattura piuttosto semplice e basica. La storia se letta senza troppe pretese è carina sommariamente, niente di speciale. Ma ci sono una serie di problematiche che nascono all’interno della storia che sono 

Il corso del tempo è sicuramente la cosa negativa in assoluto che ha abbassato il punteggio di questo libro in maniera drastica. Kate arriva in Irlanda, neanche fa tempo ad arrivare che il giorno dopo viene invitata dalla vecchia riccona del posto che la porta a fare una gita sulle isole Blansket assieme al maggiordomo e al nipote, il misterioso Ozzie. Quando lo vede già prova per lui qualcosa, tant’è che questo bel tipo la invita, le da buca, poi la rinvita e qualche settimana dopo (?) non si capisce davvero per niente quanto tempo passa, lui le chiede di sposarla. Premetto che i due non si conoscono per niente. Tutto questo accade nel giro di qualche giorno (?) mese (?) anno (?). Tempo indefinito. Per non parlare di ciò che fa dopo che è anche peggio. Oltre al tempo che è davvero indefinito e la storia a livello temporale è lasciata a se stessa, anche il personaggio di Kate non aiuta. Sembra essere solo una ragazzina viziata che non sa cosa fare. BELLA MIA, RIPIGLIATI.

Il tema che viene trattato quando si parla di Ozzie. Oltre al fatto che il personaggio continua a restare un mistero per il lettore come lo è stato all’inizio, non c’è stato un vero e proprio progresso nel personaggio se non che abbiamo scoperto che beve. Un cliché di coloro che tornano dalla guerra e ne hanno viste di brutte, quindi diciamo che il personaggio non è stato niente di nuovo o originale se non che per il 90 % del libro continua a rimanere un mistero persino a Kate. Perchè lo sposi Kate? Perchè fare determinate scelte con uno che manco conosci? Solo un profondo BAH.

In più la tematica di quando lui finisce in Italia (Non scrivo altro per non fare spoiler ovviamente). Per carità, tematica sicuramente attuale ma fine a se stessa e sembra aggiunta tanto per dare un qualcosa in più al libro, non con vera cognizione di causa. E quando Kate cerca di scoprire qualcosa di più, che fa? Si fa la vacanza e torna indietro, arrendendosi. SPIEGATEMI STA COSA, VI PREGO!

La lettura è stata piacevole, lo ammetto, letta in una manciata di ore ma niente di che, posso assicurarvelo con tutta me stessa.

Sono salito sul colle più alto, sperando di avvistare la barca. Questa sera verrai o verrai domani?

Il libro è stato scorrevole e piuttosto semplicistico. Una storia d’amore che nasce veloce e si sviluppa in maniera altrettanto bizzarra, in cui il lettore si innamorerà più della bellezza della natura e dell’Irlanda che li circonda che tutto il resto.

J. P. Monninger ci mostra un lato incantevole e magico dell’Irlanda che molti tralasciano. Una storia d’amore che nasce e sboccia come il sorgere del sole ma che fa fatica a tramontare. Una storia di amore, mare e sentimenti contrastanti.

Il mio voto per questo libro è di: 2 balene e mezzo.

due e mezzo

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

Vuoi acquistare Sette lettere, un destino e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Sette lettere, un destino  o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!

Che ne pensate allora? Pensate possa fare per voi? Io, nel frattempo, vi aspetto!

A presto,

Sara ©