RECENSIONE SERIE TV # – LA CASA DI CARTA QUARTA PARTE SU NETFLIX.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci qui con una nuova recensione per voi. Oggi vi porto una serie tv di cui è uscita l’ultima parte da poco e ve ne parlo subito. Sono davvero felice di essermela vista tutta d’un fiato, l’una dopo l’altra perchè in rete sono partiti subito i spoileroni. Ecco a voi che ve ne parlo, senza spoiler ovviamente:

la-casa-di-cartaTitolo: La casa di carta – Parte quarta

Stagione:

Episodi: 8
Durata: 50 min. circa.

Trama: La prima puntata, intitolata “Game Over” cita: La rabbia e il dolore fanno aumentare le tensioni all’interno del gruppo. Anche se in lutto, il Professore cerca di organizzare una fuga spericolata e rischiosa.

TRAILER


RECENSIONE

siete pronti per la quarta stagione della “casa di carta”? – dal 3 ...

La prima puntata di questa quarta stagione riprende laddove l’abbiamo lasciato con la terza parte. La banda è ancora all’interno della Banca di Spagna,  Lisbona è fuori con la Polizia che tutti credono morta, Nairobi è a rischio e nessuno sa come ne uscirà e se ne uscirà. Il Professore sembra perduto, nessuno riesce  a tornare veramente in riga e ognuno sembra vagare nelle proprie acque. La banda è sul lastrico e la Polizia non sa se agire prontamente. 

Cosa succederà all’interno della Banca? Riuscirà il Professore a far uscire i suoi ragazzi? Riuscirà Nairobi a salvarsi dal colpo che le è stato inferto dalla Polizia?

La casa 4 GIFs - Get the best GIF on GIPHY

I personaggi cominciano a prendere una piega rispetto alle precedenti stagioni. Ora, molto più di prima cominciano ad emergere i loro punti deboli e le loro fragilità. Più si va avanti e più vengono a galla i loro risvolti passati e tutto ciò che c’era prima. Sopratutto per quanto riguarda l’ispettrice Sierra e per il Professore. Mano a mano che si va avanti si scaverà sia in uno che nell’altro personaggio ed emergeranno dei lati nascosti che si celano dietro ognuno di loro. 

Per quanto riguarda Berlino, credo sia molto forzato il suo inserimento all’interno della serie. I suoi riferimenti all’interno della puntata sono vaghi e molto spesso neanche collegati al colpo, ormai è soltanto per farlo vedere e trovargli un punto di appoggio con il passato, niente di più. L’unica cosa che lo collega è la scena del matrimonio in cui sono presenti solo il Professore e Marsiglia e Bogotà. Sua moglie Tatiana che somiglia a molto all’Ispettrice Sierra penso sia soltanto una mera supposizione di coloro che cercano per forza una collocazione della stessa; nonostante questo sapremo se mi sbaglio o meno, spero, nella prossima stagione.

La casa 4 GIFs - Get the best GIF on GIPHY

La storia ci riporta al centro dell’attenzione, dove le prime due puntate risultano deboli di caos e che procedono assolutamente a rilento rispetto a ciò che avviene dopo. Il fatto del Capo della sicurezza del Governatore l’ho trovato forzato e troppo alla 007. Avrei sicuramente evitato questo o almeno lo avrei utilizzato in maniera differente. Eppure funziona, perchè riesce a riportare l’attenzione sulla banda concentrando tutto e permettendo alla suspance di tornare.

In questa stagione a fare da padrone sono i segreti di stato di cui il Professore è a conoscenza e con cui può ricattare e sa che può farlo l’intero stato spagnolo, polizia compresa. Sicuramente, questo sarà al centro del focolaio la polizia e mette in gioco anche campi  e soggetti esterni alla banda che cercheranno di aiutare con il famoso piano Parigi (di cui non vi parlerò, ovviamente).

Se devo dirvi che questa stagione mi sia piaciuta alla follia, mentirei. Ho apprezzato che la storia continui e che i personaggi abbiano continuato a esistere e che lo facciano anche per una quinta stagione ma la mia preferita resta comunque la mia parte con il primo colpo della banca. C’era molto più suspance, una visione più “nuova” e innovativa. Ora non è più solo la rapina, ora in ballo c’è la vita, i segreti, c’è molto molto di più. Vi consiglio comunque la serie da vedere. 


Cosa ne pensate? L’avete vista? Fatemi sapere vostre opinioni, mi raccomando.

A presto,

Sara ©

RECENSIONE SERIE TV – LA CASA DI CARTA SU NETFLIX.

BUON POMERIGGIO CARI LETTORI!

Oggi vi porto una bella serie Tv, che ho visto su Netfix in queste settimane, qui sul blog e sono davvero felice di parlarvene visto che l’ho semplicemente adorata. Vi avverto fin da ora che domani non scriverò alcun articolo – in fondo è festa anche per me, no? 🙂 – e ci sentiamo mercoledì! Eccomi qui con la recensione di una delle serie più belle che abbia mai visto fino ad ora: 

la-casa-di-carta

Titolo: La casa di carta

Titolo originale: La casa de Papel

Serie suddivisa in due parti. Uscita prima parte della serie: 2 maggio 2017

Prima parte: 13 episodi

Seconda parte: 9 episodi

Personaggi e interpreti: Úrsula Corberó è «Tokyo» – Itziar Ituño è Raquel Murillo –  Álvaro Morte è «Professore» – Paco Tous è «Mosca» – Pedro Alonso è «Berlino» – Alba Flores è «Nairobi» – Miguel Herrán è «Rio» – Jaime Lorente è «Denver» – Enrique Arce è Arturo Román – María Pedraza è Alison Parker Darko Peric è «Helsinki» – Francesca Manicone è Mónica Gaztambide

Trama: Il Professore assolda una giovane ladra e 7 altri criminali per una super rapina alla Zecca di Stato Spagnola. La ragazza soprannominata Tokyo è la voce narrante che della storia. 

TRAILER


RECENSIONE

Immagine correlata

Il tutto ha inizio in un giorno qualunque. Una ragazza di nome Tokyo è ricercata per una rapina in cui il suo fidanzato è morto. Telefona a sua madre per dirle che sta partendo e se si possono incontrare per salutarsi definitivamente. Poco dopo la ragazza viene fermata da un uomo in macchina, che dice di essere il Professore e che sa che sta andando incontro al carcere sicuro perché la madre collabora con la Polizia. La ragazza non le crede e lui gli mostra le foto scattate fuori dalla sua abitazione in cui i poliziotti erano intenti a collaborare con la madre della ragazza. Quindi il Professore insiste e dice che vuole fargli guadagnare 2,8 milioni di euro e la porta a Toledo, in un posto dove per cinque mesi conoscerà altri 7 criminali assoldati da lui per la più grande rapina del secolo,alla Zecca di Stato di Madrid. Le uniche regole: niente rapporti personali fra i criminali e un nome fittizio per tutti. Nessuno deve conoscere il nome dell’altro ne il suo passato.

Cosa succederà ai rapinatori? Riusciranno nell’intento? In cosa consiste il loro piano?  Saranno pronti anche a ciò per il quale non erano preparati?

I ragazzi vestiti con tute da lavoro rosse e una semplice maschera di Dalì, riusciranno ad entrare all’interno della Zecca di Stato creando il panico assoluto, sia per quanto riguarda la polizia che per gli ostaggi. I rapinatori hanno tutti i nomi di città e la voce narrante sarà proprio la nostra cara Tokyo.

Immagine correlataIl Professore è un uomo decisamente arguto, geniale ed intelligente che ha pianificato questa rapina sotto ogni aspetto possibile e immaginabile. E’ un tipo chiuso e riservato  Ha pianificato ogni mossa e contromossa e muove le pedine all’interno in base a ciò che accade all’esterno. Ma ogni cosa perfetta può avere un punto debole e, quando si manifesterà i tasselli cominceranno a cadere. Ed è il primo a compiere un errore avvicinandosi troppo all’ispettore che si occupa del caso, la poliziotta Raquel Murillo.

Tokyo è una ragazza impulsiva e testa calda in tutto e per tutto. E’ fragile ma allo stesso tempo non riesce a stare con le mani in mano per più di qualche ora che da di matto. E’ insicura ma allo stesso tempo ha trovato una delle cose più sicure nella sua vita: il piccolo Rio e si è innamorata di lui nonostante il Professore avesse espressamente vietato qualsiasi tipo di relazione. Ovunque va lascia cadaveri dietro di se, proprio come le ha detto Mosca una volta. 

Rio è il programmatore e l’hacker del gruppo ed è anche il più giovane di tutti. Ricercato dall’Interpol è un esperto di tecnologia e non ha mai impugnato un’arma in vita sua. E’ un giovane sognatore e spera che Tokyo, una volta finito tutto, andrà a vivere con lui.

Denver è il figlio di un altro partecipante alla rapina, Mosca.E’ un tipo non particolarmente intelligente, violento ed ha sempre fatto dei piccoli reati nella sua vita. Non doveva essere compreso all’interno della rapina ma Mosca ha fatto di tutto purché sia stato compreso. E’ e resta il mio personaggio preferito sotto molti aspetti e per l’evoluzione che ha all’interno della rapina stessa.

Mosca è il padre di Denver. Ha trascinato suo figlio all’interno della rapina per salvarlo da ciò che poteva accadergli all’esterno. E’ un ex minatore ed, infatti, all’interno della Zecca si occupa di scavi in qualsiasi tipo di situazione ed è proprio per questo che è stato assoldato per scavare la via d’uscita dalla Zecca.

Berlino è il Capo degli otto criminali all’interno della Zecca. E’ lui che si occupa di dirigere le operazioni all’interno e di avere contatto diretto con il Professore all’esterno. E’ un tipo decisamente particolare, è persuasivo, parlerebbe ore ed ore solo per il gusto di sentirsi ed è un tipo strano, subdolo e maligno. Ispira sicuramente terrore. L’attore è stato davvero sublime nell’interpretazione di questo personaggio.

Nairobi è una donna molto forte che si è unita alla causa, come tutti gli altri all’interno, per avere un futuro migliore. Madre single,  si è sempre guadagnata da vivere facendo la falsaria ed infatti, all’interno della rapina, il suo ruolo è quello di delle banconote da rubare.

Oslo è sicuramente uno dei personaggi che si vede e si capisce di meno. E’ serbo ed è estremamente silenzioso, infatti non comunica mai con gli altri, solo con il suo compagno militare Helsinki.

Helsinki è il fedele compagno di Oslo. Hanno un passato insieme pieno di violenza e come soldato quindi hanno una mentalità militare. E’ un tipo enigmatico ma in fondo è un tipo buono, sembra un gigante ma in qualche momento ha anche un’aria buona.

Una rapina perfetta in cui parti di ciò che era programmato va lentamente in fumo e tutti si ritrovano a dover combattere per la libertà, per la vita e per i soldi con tutti loro stessi.

Risultati immagini per la casa de papel gif

Gli attori sono stati davvero fenomenali in tutto e per tutto. Amerete alcuni e odierete altri ma non potrete fare a meno di stare dalla parte dei rapinatori. Alcuni degli ostaggi sono insopportabili in special modo il direttore della Zecca, il signor Arturo Roman che metterà in difficoltà gli altri ostaggi più di una volta e darà del filo da torcere ai ladri. L’ispettore Raquel Murillo è un altro tassello che si aggiunge al quadro e che completa il resto della storia, che vedremo quando non saremo completamente concentrati sulla rapina. La conosceremo intimamente, nei suoi segreti e nella sua famiglia, una donna fragile ma allo stesso tempo forte e decisa. Un cast davvero unico e una serie davvero ben pensata. E’ stata definita la migliore serie che sia stata mai prodotta dalla Spagna. Come perderla allora?

Potrete vedere le puntate in italiano come in spagnolo con i sottotitoli italiani se volete seguire la versione originale della serie. Questo però non importa. La prima parte rimane in sospeso e tutto si conclude nella seconda parte in cui le carte si rimescoleranno e tutto torna in gioco, anche peggio di prima.

Una serie davvero particolare, una rapina, otto ladri professionisti e un Professore, sentimenti, amicizie, ostaggi ed emozioni. Una poliziotta, amori improbabili e milioni, su milioni di euro.

Immagine correlataUna serie che dovete assolutamente guardare e che amerete, ne sono più che sicura. Non riuscivo a staccarmi dallo schermo e il giorno dopo ero di nuovo lì a guardare le puntate proprio perché non riuscivo a resistere. Una serie che ti tiene sulle spine puntata dopo puntata, che vi farà ridere ma anche piangere. Una storia fenomenale, un caso unico nel suo genere.


Ps: Netflix ha annunciato una terza parte, probabilmente uno spin-off di uno dei personaggi, in cui non si sa cosa potrà succedere, anche se spero non sfoci in cavolata visto che il tutto è terminato con la seconda parte e sono soddisfatta del finale.


Cosa ne pensate? Fatemi sapere con un bel commento, sia se avete visto la serie, sia se siete curiosi di vederla. Io vi aspetto in ogni caso!

A presto,

Sara ©