#SHARINGBOOKS – FANTASY

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Come state? Io oggi torno con l’iniziativa del blog Vuoi conoscere un casino?

L’evento si chiama #sharingbooks e ha l’obiettivo di far conoscere il maggior numero di libri possibile a un pubblico il più vasto possibile. Per un mese, ogni lunedì verrà scelto un tema e tutti i post della settimana dovranno riguardare quell’argomento: dovranno essere scelti tre libri ed una citazione tratta da uno di questi (e legata al topic della settimana). Poi si dovranno taggare tre persone, inserendo l’hashtag dell’evento e il link rimandante al sito organizzatore (che trovate qua ).

Le tre persone taggate dovranno (se vogliono) a loro volta pubblicare un post con la stessa struttura. In ogni articolo uno dei libri dovrà essere ripreso dal post della persona che vi ha taggato, mentre gli altri due dovrete aggiungerli voi.

L’evento è iniziata lunedì 2 aprile, e terminerà il 29 aprile.


Il tema di oggi è: FANTASY

PS: Premetto che cene sono tantissimi che mi sentirei di consigliarvi ma non posso metterli qui tutti quindi ne scelgo tre fra i tanti. Sappiate che per me è difficilissimo fare questa scelta.


divergent_book_by_veronica_roth_us_hardcover_2011

Porto nel cuore Divergent di Veronica Roth edito DeAgostini. Questa è una saga che mi ha lacerato dall’interno e non posso non consigliarvela se non l’avete ancora letta. Un fantasy ambientato in una Chicago del futuro che stravolge sia per il funzionamento della società che per i suoi personaggi e la sua storia. La mia recensione: QUI

Ecco qui la citazione:

Ora mi domando se abbiamo tutti davvero bisogno di queste parole – Intrepidi, Eruditi, Divergenti, Alleanti – o se possiamo semplicemente essere amici, amanti, fratelli e sorelle, e definirci solo in base alle scelte che facciamo e all’amore e alla lealtà che ci lega.


The Midnight Sea - promo

Adesso facciamo un salto nel passato. Vi porto una saga travolgente ambientata nell’antica Persia, Midnight Sea di Kat Ross. Il primo volume è stato portato in Italia l’anno scorso ed anche il secondo è arrivato. Il terzo dovrebbe arrivare a breve. Una storia misteriosa con poteri, Daeva e Druj. La mia recensione: QUI

Ecco la citazione:

«Basta. Quello che dici non ha alcun senso, Darius.» «Darei ogni cosa per essere come te», replicò. «Per essere un buono. Ma sono un Druj. E mi piacerebbe che la smettessi di far finta del contrario.» «Sono dei bugiardi!» gridai, non curandomi di chi avrebbe potuto sentirmi. «Forse hanno mentito anche su altre cose. Forse hanno mentito su tutto!» «So cosa sono. Prendi il potere, Nazafareen. Non lo voglio.» «No.»

 


9788851140335_fa1cadc9fd788d4ae551658b5dbab6d2

Shadow Magic di Joshua Khan è un’altra saga che sto amando sempre più. Nonostante sia una storia più per ragazzi, è una storia davvero unica nel suo genere e piena di mistero e magia. Potenti regni della Luce e dell’Ombra. Una principessa salita al trono troppo presto e uno scudiero improvvisato a cavallo di un pipistrello. Una saga che amerete. La mia recensione: QUI

Ecco la citazione:

«Eserciti di non-morti? Questo è male.» «Davvero? A me sembra che gli eserciti di vivi siano peggio. Pensaci. Figli, padri e fratelli che partono per la guerra e forse moriranno, forse perderanno un braccio o una gamba. Che cosa ne sarà delle loro famiglie a casa, senza nessuno che semini o che si occupi del raccolto? Non conosceranno che fame e miseria. Perfino quelli che sopravvivono non sono più gli stessi. La guerra sfinisce gli animi.» Wayland indicò il cimitero. «Uno zombie non prova dolore. Ha già lasciato questo mondo. Nessuno fa assegnamento sul suo ritorno a casa, no? Una volta c’era una legge per cui potevi prestare servizio nell’esercito fino a dieci anni dopo la tua morte.»


Ecco! Questa settimana nomino i stessi della volta precedente così che possano continuare:


Cosa ve ne pare? Spero che le mie scelte vi piacciono. 

A presto,

Sara ©

WWW WEDNESDAY #42

BUON POMERIGGIO CARI LETTORI !

Eccoci oggi con la rubrica del mercoledì! Ecco le risposte al WWW Wednesday ideato dShould be Reading,. Eccovi le mie risposte:

What are you currently reading? Che cosa stai leggendo?

la-donna-di-ghiaccio_9018_x1000

Ho iniziato a leggere La donna di ghiaccio di Robert Bryndza edito Newton Compton che ringrazio per l’invio. 

Non so se riuscirò a leggere altro questa settimana. Vi farò sapere strada facendo.

 

 


What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?

41dyss2knyl-_sy346_piatto_ogniorizzontedellanotteI Quattro regni di Pietro Davide Tulipano che mi ha inviato l’agenzia letteraria Saper Scrivere, che ringrazio ancora. QUI il link della recensione.

Poi, ho letto una raccolta di racconti di Maurizio VicedominiOgni orizzonte della notte che mi ha inviato l’autore e che ringrazio. La recensione a breve.

51x56rhthul-_sx369_bo1204203200_In più ho letto Dream Magic di Joshua Khan, secondo volume della saga iniziata con Shadow Magic edito DeAgostini. QUI il link della recensione se ve la siete persa.


What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?

9788851149222_6cc2c70e1537771ebfdb2f8f8940b886

Leggerò Time deal di Leonardo Patrignani edito DeAgostini che ringrazio per avermi permesso la lettura.

Vi anticipo che dal 28 giugno ci sarà il blogtour su questo libro e ne ospiteremmo una tappa su questo blog!

Non so cos’altro leggerò ma vi terrò aggiornati!

 


E voi, cosa state leggendo? Vi piacciono queste letture? Fatemi sapere con un bel commento che io vi aspetto!

A presto,

Sara. ©

RECENSIONE #78 – DREAM MAGIC DI JOSHUA KHAN.

BUON POMERIGGIO BEI LETTORI!

Innanzi tutto Buona domenica! Finalmente le scuole sono finite, le strade sono più libere dagli ingorghi la mattina e si comincia a respirare una flebile aria vacanziera. Sarà che non vedo l’ora di partire! Ma andiamo al dunque… Cosa ho per voi in questa domenica? Una bella recensione di cui ringrazio la Deagostini per avermi permesso la lettura!

Di cosa sto parlando? Ecco qui:

51x56rhthul-_sx369_bo1204203200_Titolo: Dream Magic

Autore: Joshua Khan
Editore: DeAgostini
Genere: Fantasy
Data di uscita: 16 maggio 2017
TramaLily Shadow è diventata regina, ma i nemici di Castel Cupo sono sempre in agguato. Nell’aria c’è uno strano fermento. I morti si stanno risvegliando dalle tombe, i villaggi subiscono razzie e un esercito di troll si avvicina da nord. Il popolo comincia a dubitare della sua stessa regina. Lily però non è sola. Il coraggioso Thorn è il suo braccio destro ed entrambi sanno che l’unica possibilità di tenere unito il regno è controllare le Ombre. Lily infatti non ha ereditato solo il castello degli Shadow, ma anche la magia nera. Così, mentre la giovane regina si esercita nell’arte proibita e tiene a bada una lunga fila di pretendenti, le armate stringono i confini e inquietanti ragni si muovono nell’oscurità… Sarà sufficiente la determinazione di una ragazza a salvare Castel Cupo?

RECENSIONE:

Parto dicendo che questo è il secondo libro della saga iniziata con Shadow Magic (recensione QUI), del medesimo autore. Quindi sarà inevitabile il fatto che ci sia qualcosa che, per chi non ha letto il primo e vorrebbe farlo, possa spoilerare. Io cercherò di non farne di nessun tipo ma alcune cose saranno del tutto inevitabili. Quindi i temerari possono continuare a leggere. Chi non vuole, lo aspetto quando avrà letto la saga 🙂

Ci tengo a dire che ogni libro si chiude da se, cioè i protagonisti sono sempre i stessi e gli avvenimenti sono consequenziali però l’avventura in cui si addentrano inizia e si chiude nel libro. Non ci sono cose che rimangono sospese fino al libro successivo.

La storia ha inizio dove l’avevamo lasciata. Lily Shadow è diventata regina e pratica la magia. Questa cosa provoca un pò di scalpore nel paese ma lei, sarà temeraria e continuerà per la sua strada assieme ai suoi amici.

Lilith è regina di Geenna erede della casata di uno dei sei principi, Il Principe Shadow. Per vostra conoscenza, gli altri cinque principi sono Geniis, dominatore del fuoco (ricordate K’leef? Lui appartiene a quella casata), Corallo, signore dei mari, Tifon, sovrano dei venti, Cernunnos, il mago che comandava la terra e gli animali e Solar, lo splendente, da cui discende Gabriel, che conosciamo già.

Dopo la presa del trono da parte della giovane protagonista e dell’utilizzo dei suoi poteri, nel paese si spaventano perchè le donne non dovrebbero utilizzare la magia senza essere etichettate come streghe. E le streghe portano sventura. Così, tutti daranno la colpa alla giovane Lilith per la nuova minaccia che incombe su Castel Cupo come su tutta Geenna. Ma tutto questo avrà veramente a che fare con lei? Chi sarà il colpevole? E cosa vorrà dalla nostra giovane regina? Cosa succederà all’interno del paese tanto da mettere a rischio la sua intera popolazione?

I morti avrebbero dovuto rimanere morti. La fine avrebbe dovuto essere la fine. Quella faccenda degli zombie non gli piaceva, ma lui non era cresciuto a Geenna. Ora aveva un pipistrello vampiro gigante di cui prendersi cura, un cucciolo fantasma che cercava di mordicchiargli i talloni e un castello che si stava riempiendo sempre più di non-morti. Magari il capo stalliere non aveva tutti i torti, in fondo. E tuttavia la famiglia era la famiglia. Kath e i suoi figli avevano fatto tanta strada, al freddo, per trovare il loro caro. «Forza» disse. «Andiamo a cercare vostro padre.»

La trama è assolutamente in linea con gli avvenimenti precedenti. Non svela ciò che accade e resta sul vago. Ma basta guardare la copertina del volume per dare un senso a tutto.

La copertina è stupenda come lo era la prima. Il colore stavolta è proprio il mio colore preferito quindi, scusate, ma non posso non essere di parte. Adoro sempre più l’immagine che hanno dato alla giovane Lily che è davvero fighissima per essere una tredicenne. Thorn invece lo immagino in tutt’altro modo. Il titolo, ad ogni modo, è assolutamente in linea con la storia e sono felice anche qui che sia stato mantenuto l’originale.

Siamo sempre a Geenna, a Castel Cupo, la dimora della famiglia Shadow dai tempi degli antenati e del Principe Shadow, il primo grande signore delle tenebre, fondatore della famiglia dove vive la nostra regina Lilith. L’epoca non è specificata.

«Parla un po’ della guerra con Lumina. Chiede come se la cavano i cavalli con il nostro inverno» rispose Lily. «E vuole sapere quando andrò a trovarlo.» C’era di più, in quelle lettere, ma Lily pensò che per Thorn fosse meglio non sapere tutto. «Ah. Bello.» Il ragazzo scostò le lettere. Lui e K’leef erano amici. Thorn aveva rischiato la vita per salvare il figlio del sultano, ma K’leef era tutto ciò che Thorn non era e, forse, desiderava essere. Anche gli amici potevano essere gelosi gli uni degli altri. Thorn si leccò il succo dorato dalle dita. «In ogni caso, spero che le chiacchiere sulla notte scorsa finiscano presto. È stato solo un piccolo incantesimo…» «La gente non capisce la magia. E quello che non capisce la spaventa. Credono che i Sei Principi in persona abbiano gettato una maledizione sulle donne, per impedire loro di praticare la stregoneria.»

I personaggi sono sempre molti ma vi racchiudo il quadro iniziato in partenza:

Thorn, è sempre semplice ma da un cuore d’oro. E più tempo passa a Geenna, a Castel Cupo, più diventa coraggioso

Lilith Shadow, Lily – per gli amici – è finalmente regina di Geenna. Si trova in una situazione più grande di lei che richiede tutto il suo carisma, la sua forza

Ade sarà molto più presente. Ade è il pipistrello gigante che si lascia cavalcare solo dal nostro Thorn. Era stato trovato nelle segrete nel libro precedente ed apparteneva ad un lontano parente della casata Shadow. Solo Thorn riesce a comunicare con lui.

Iblis Shadow, il padre di Lilith, che sarà davvero un aiuto determinante anche sotto forma di spettro. Il suo personaggio è stato davvero una scoperta e mi è piaciuto molto.

Gabriel è il principe Solar e in questo volume ritroveremo veramente poco – per fortuna-. Uno dei personaggi che detesto in maniera più assoluta. Arrogante, viziato ma anche dei tratti in cui si comprende che fa così perchè è veramente solo. Assieme a Gabriel conosceremo un altro personaggio della Casa Solar, che sarà parte del volume molto di più di quanto lo sia il giovane principe.

Tyburn, stavolta lo troveremo veramente in pochi accenni e me ne dispiace. Conosceremo al meglio Wade e il Vecchio Colm.

Conosceremo anche il Tessitore ma non vi svelerà altro perchè dovrete leggere per conoscere tutti i dettagli.

«Sogni che rubi a degli innocenti. Che cosa hai fatto alla mia gente?» disse Lily. «Che cosa hai fatto a Gabriel?» «Il ragazzo sogna, milady. Ed è felice.» «Come può essere felice, intrappolato in un sogno?» «Ho visto le sue visioni.» Lo stregone scrollò le spalle strette. «Gabriel è tutto ciò che suo padre desidera: intelligente, abile, bello. Tutte cose che nel mondo reale non lo contraddistinguono.» «Ma sono solo sogni. Non sono reali.» «Ah, ma quand’è che scopri la differenza tra un sogno e la realtà?» «Quando ti svegli.»

Il perno centrale stavolta, non sarà l’ascesa al trono e il pretendente al trono dei Solar ma la minaccia che incombe su Castel Cupo e su tutta Geenna. Dopo l’arrivo di parecchi zombie e di spettri, dovuti dalla magia di Lilith, tutto comincia a cambiare e la paura si estende per tutto il regno.

Lo stile utilizzato è il medesimo del libro scorso: semplice e scorrevole e coinvolgente. Si passa, sempre in terza persona dal punto di Lily a quello di Thorn con i loro relativi pensieri. Non riesco a scegliere chi fra i due preferisco perchè entrambi sono davvero fantastici.

Lily vide il ragazzino alzarsi di trenta centimetri per l’orgoglio. Il Vecchio Colm non aveva finito. «I vostri padri erano diavoli. I vostri nonni demoni dell’oltretomba. Le vostre madri erano streghe, e vi hanno allevati con il latte più amaro e la carne dei dannati. Il vostro sangue è nero, e ognuno di voi è un incubo. Restate saldi ai vostri posti e fatevi sentire dai vostri antenati all’inferno! Rendeteli orgogliosi!» La cenciosa squadra emise un urlo selvaggio. «Non vi sento!» Urlarono di nuovo. «Più forte!» Ancora un urlo, poi un altro. Si battevano il petto e picchiavano contro gli scudi.

Il libro è stato bello e coinvolgente esattamente come il precedente. Vivere in un posto come Geenna no è facile, sopratutto per Thorn, ma Castel Cupo per quanto sia triste, buio e pieno di creature paurose è davvero unico nel suo genere.

Joshua Khan riesce ad entrarti nel cuore con dei personaggi del tutto fantastici e libro dopo libro crea delle avventure magiche. Spero con tutto il cuore che Thorn riesca a conquistare finalmente la piccola Lily perchè li adoro assieme.

Vi consiglio la lettura di questa saga, iniziando come detto all’inizio da Shadow Magic, per immergervi in un fantasy leggero e davvero unico.

Il mio voto per questo libro è di: 5 balene!

Senza titolo-1


Lo avete letto? Lo leggerete? Io, nel frattempo, ve lo consiglio.

Alla prossima,

Sara. ©

RECENSIONE #32 – SHADOW MAGIC DI JOSHUA KHAN.

BUONA SERA CARI LETTORI!

Come avete trascorso il Natale? Spero bene davvero. Ecco che oggi vi propongo la recensione di questo splendido libro edito DeAgostini e che ringrazio per avermi permesso questa lettura.
 9788851140335_fa1cadc9fd788d4ae551658b5dbab6d2
Titolo: Shadow Magic
Autore: Joshua Khan
Illustrazioni di Ben Hibon
Genere: Fantasy Young Adult
Editore: DeAgostini
Pagine: 409
Sinossi: Da quando i suoi genitori sono morti in circostanze misteriose, Lily Shadow è l’unica erede al trono di Geenna. Ma per una ragazzina di tredici anni, che non ha alcuna conoscenza della magia nera, governare il Regno delle Ombre è impossibile. I suoi antenati erano infatti in grado di comunicare con gli spiriti, risvegliare i morti, radunare truppe di zombie dalle tombe. Ma lei come potrà difendere il Paese, senza arti magiche e senza un esercito? L’unico modo per salvare Geenna è sposare Gabriel Solar, il rampollo della famiglia nemica, e assicurare così la pace. Gabriel però è un vero idiota e Lily non ha alcuna intenzione di arrendersi al proprio destino. Soprattutto quando scopre di avere un aiuto insperato in Thorn, un ragazzo dall’oscuro passato ma con un cuore coraggioso e la rara capacità di cavalcare pipistrelli giganti… Epico, avventuroso e immaginifico: il primo capitolo di una straordinaria serie fantasy che vi farà divertire, trattenere il fiato e tremare fino all’ultima, appassionante pagina.

RECENSIONE: 

La storia ha inizio a Porto Sciabola. Thorn, protagonista iniziale si trova prigioniero e sta per essere venduto al miglior offerente. Viene così acquistato da un certo Tyburn, un tipo misterioso e forte, che tutti temono. E fanno bene.  Il viaggio di Tyburn e Thorn per arrivare a Castel Cupo viene interrotto per passare al punto di vista della giovane erede al trono, Lilith che si trova costretta a dover sposare un ragazzo che non vuole solo per assicurare la pace. Ma qualcuno minaccia l’incolumità della giovane.

«Hai mai visto una persona bruciare?» La domanda di Pan scivolò fuori dalla sua bocca in un sussurro. «L’hai vista?» «Ovviamente no.» «Dicono che il fumo ti soffoca prima che il calore diventi insopportabile, ma non è vero. Non è affatto vero.»

La trama poteva, sinceramente, svelare meno. Come il fatto che Thorn sappia cavalcare i pipistrelli giganti. Era intuibile dalla copertina ma poteva essere evitabile per portare un pò di suspance in più. Per il resto nulla da dire, anzi.

Alla copertina, inizialmente, non avevo dato troppo peso. Ma nasconde inconsciamente molti dettagli che troveremo all’interno. In più il viola si intona molto col resto della storia ed a dove è ambientata. In più è assolutamente bello il disegno della ragazza in copertina, ha un aspetto lugubre ma assolutamente figo.

Il perno centrale è Castel Cupo e la famiglia Shadow di cui l’unica rimasta è proprio Lilith, legittima erede al trono per il regno di Geena e dell’oscurità. Per assicurare la pace fra il popolo dei Shadow – che detengono da sempre l’oscurità – e i Solar – che detengono il potere della luce – vi è bisogno di un matrimonio. Lilith non vuole saperne di questo matrimonio ma ne è costretta.

Basterà un matrimonio per assicurare il tutto? Cosa nasconde Castel Cupo? E sopratutto chi minaccia la giovane Lady Shadow?

«Eserciti di non-morti? Questo è male.» «Davvero? A me sembra che gli eserciti di vivi siano peggio. Pensaci. Figli, padri e fratelli che partono per la guerra e forse moriranno, forse perderanno un braccio o una gamba. Che cosa ne sarà delle loro famiglie a casa, senza nessuno che semini o che si occupi del raccolto? Non conosceranno che fame e miseria. Perfino quelli che sopravvivono non sono più gli stessi. La guerra sfinisce gli animi.» Wayland indicò il cimitero. «Uno zombie non prova dolore. Ha già lasciato questo mondo. Nessuno fa assegnamento sul suo ritorno a casa, no? Una volta c’era una legge per cui potevi prestare servizio nell’esercito fino a dieci anni dopo la tua morte.»

I personaggi sono così diversi che racchiudono anche troppo bene ciò che hanno dentro di loro ed il potere che gli appartiene. La storia sbalza principalmente tra Lilith e Thorn, due protagonisti unici e al contempo particolari.

Thorn, un semplice ragazzo di campagna che ha sempre lottato per sopravvivere. Un semplice plebeo, ma con grandi poteri dentro, all’altezza del cuore. Ha un rapporto importante con gli animali, sa tirare con l’arco e, più di tutti, rompe le regole. Coraggioso e testardo, si ritrova in un’impresa più grande di lui ma saprà cavarsela?

Lilith Shadow o semplicemente Lily – per gli amici – è l’erede al trono di Castel Cupo. Afflitta dal dolore di aver perso la sua famiglia si trova costretta ad affrontare un altro doloroso e doveroso passo. Lilith è forte e potente, più di quanto lei stessa riesca a credere.

K’leef, figlio del re del fuoco viveva in un castello nel deserto. Detiene il potere del fuoco, appunto, ed è erede al trono per la sua casata. Ha parecchio senso dell’onore.

Gabriel è il principe Solar, destinato a sposare la futura regina della casata Shadow, Lilith. Gabriel è spavaldo e viziato. I classici tipi tutto fumo e niente arrosto. Un “bamboccione” ecco.

Tyburn è il boia al servizio della famiglia Shadow. Forte, determinato e feroce. Nessuno è mai riuscito a fermarlo.

e tanti altri che non posso elencare, non vi rivelerò altro. E’ giusto che scopriate da soli i misteri ed i segreti racchiusi in Shadow Magic.

«Voglio il buio» disse Lily. «Non migliorerebbe le cose, tesoro.» «Niente le può migliorare.» Stava lottando contro l’impulso di piangere, ma tutto quello che riusciva a sentire era un’enorme, travolgente ondata di tristezza che montava dal profondo del suo animo. Non poteva cedere, altrimenti sarebbe annegata. «Che cosa ho fatto, Mary?» «Tu, Lily? Tu non hai fatto niente.»

Ho apprezzato le illustrazioni di Ben Hibon di cui basta già solo la copertina del libro per rendersi conto di ciò che troverete all’interno.

I nomi dei posti che ho citato inizialmente potrebbero avervi spaventato.  Da dove li ha presi? Come faccio a capirci qualcosa? Non temete. E’ stato pensato anche questo. All’interno troverete una mappa dettagliata con tutti i posti richiamati sopra.

Potrete trovare delle splendide raffigurazioni della storia mano a mano che si va avanti nella lettura. Ho trovato molto affascinante questo aspetto e il personaggio assolutamente più bello nei disegni era sicuramente quello di Lily. 

Il freddo le entrò nella pelle e fin nelle ossa, affondando nella sua anima. Il suo mondo era freddo e fragile. Come era sempre stato. La figlia indesiderata. La regina indesiderata. L’indesiderata. Sentiva tutto il gelo della sua infanzia. Ogni momento di solitudine. Ogni momento di mancanza d’amore. «Che cosa volete da me?» gridò loro. Le lacrime le si gelavano sulle guance, mentre percepiva la loro terribile disperazione.

Lo stile utilizzato è stato semplice e scorrevole oltre che parecchio coinvolgente. La cosa che inizialmente mi aveva lasciato i dubbi era la scrittura in terza persona alternata a dei pensieri del protagonista di turno – Thorn o Lilith – che avvenivano in prima persona. Ma andando avanti nella lettura ho apprezzato particolarmente questo modo di scrivere che è sicuramente originale.

Ho apprezzato particolarmente i colpi di scena e le sorprese che suscita questo libro. Quando pensi che sia tutto tornato al suo posto ecco lì che torna a smontarsi tassello dopo tassello. Il finale non è troppo aperto come tanti che ti lasciano con l’amaro in bocca ma si capisce che ci sarà un continuo che non vedo l’ora di leggere.

Un fantasy che trasporta, pieno di suspance ed emozioni forti.

Il mio voto per questo libro è di : 5 pesciolini.

picsart_09-22-09.39.42-1.jpg


Lo avete letto? Se non lo avete fatto ve lo consiglio.

Alla prossima,

Sara. ©