RECENSIONE #363 – EREDITA’, LA PORTA DEGLI DEI DI MATT ARMON.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccomi qui con il primo capitolo di una serie che spero possa piacervi. È un bel mattoncino, però, ve lo premetto. Ringrazio l’autore per avermi permesso la lettura e ve ne parlo subito. A voi:41fltfdflpl

Titolo: La porta degli dei Eredità
Autore: Matt Armon
Editore: Self-publishing
Prezzo: € 18.00 cartaceo; € 1.99 e-book
Link d’acquisto: https://amzn.to/371uOI0
Trama: Anno 2410. La missione a cui l’avevano assegnata, ai margini del sistema solare, era semplice routine: in veste di capitano dell’organizzazione militare Ultima Speranza Umana aveva affrontato situazioni peggiori. O, almeno, così credeva. Aya è una donna come tante altre, con un ingombrante passato alle spalle, tante domande e poche risposte. Assuefatta alla decadenza della società in cui vive, i giorni trascorrono monotoni alla ricerca di una nuova speranza per l’umanità, che ha pagato a caro prezzo la vittoria contro gli invasori di Andromeda. Ma una serie di eventi imprevedibili stravolge la sua esistenza per sempre, intrecciando il suo destino con quello di una giovane mai-nata, reietta della società, un poliziotto corrotto e un misterioso principe di un mondo molto lontano. Tra vecchie e nuove conoscenze, Aya scopre quale oscuro segreto si cela nel suo passato. Riuscirà a impedire che il suo retaggio porti l’umanità all’estinzione?Eredità, primo volume della trilogia La porta degli Dei, vi condurrà tra le pieghe più oscure del cyberpunk, laddove nemmeno la luce vi potrà salvare.

RECENSIONE

low-angle photography of building interiorLa storia ha inizio con una donna, una donna forte, che allo stesso tempo è fragile e nasconde dentro di sé il peggiore dei dolori. Aya Jenkins è una donna che sa come combattere e fa parte della USU, una corporazione di cui anche suo padre ne faceva parte. È una donna che fa della sua forza un punto da cui partire. Un giorno come tanti altri, incrocia sulla sua strada una giovane mai-nata che vuole morire e lei non vuole lasciarglielo fare. È pronta ad aiutarla ed a farla sentire amata, di farla sentire come se ne vale la pena vivere. Quando tutto sembra andare per il meglio Aya viene chiamata in missione speciale per conto della USU. Ora deve partire e mettersi a lavoro, stando mesi e mesi fuori di casa.

Perché la giovane mai-nata vuole uccidersi? Cosa scoprirà Aya sul suo passato? Riuscirà nuovamente ad amare? Troverà delle risposte?

Come dice, dottoressa? Qual è la mia paura più grande? Questa è una domanda interessante. Ho sempre pensato alla paura come a qualcosa di passeggero, qualcosa legato al singolo momento. Da piccola avevo paura del buio. Quando persi mio padre, cominciai ad avere paura della perdita. Quando anche mia madre mi lasciò, cominciai ad avere paura della solitudine. Di cosa ho paura adesso? Adesso ho paura di amare.

– 23° registrazione privata dott.sa Stein, paziente Aya Jeckins, 63 giorni dalla perdita.

La trama della storia è stata sicuramente curiosa e mi ha spinto a voler leggere questo libro. Mi dispiace averlo dovuto rimandare così tanto per via del suo bel volume ma finalmente è giunto a destinazione. Sicuramente per gli amanti della fantascienza e dello sci-fi, questa è una storia che vi colpirà 😀

La copertina non mi fa impazzire particolarmente però devo ammettere che rappresenta Aya a pieno regime nel suo ambiente, o almeno in ciò che accade all’interno della storia. Forse invece del viola avrei utilizzato un altro colore come base ma in fin dei conti è rappresentativa del volume. Il titolo è particolare e devo ammettere di essere particolarmente curiosa di capire a pieno regime tutto il significato che si cela dietro il nome della serie La porta degli dei. Laddove si prende in esame il singolo titolo Eredità, possiamo ben immaginare da cosa sia dovuto. Lo scopriremo comunque leggendo.

L’ambientazione è la Terra ma anche lo spazio, pianeti sconfinati e mondi inesplorati oltre che altre dimensioni. La nostra protagonista è originaria di New Monica. L’epoca corre l’anno 2410, una storia molto particolare, sicuramente.

“Questa cieca fedeltà ti rende stupida e debole, Milke Larsson”. Il Capitano chiamò a gran voce i due agenti che erano rimasti fuori dalla porta per tutto il tempo. “Molto bene, se è quello che vuoi, affonderai nella merda al posto suo”. Diede un segnale agli agenti , che le bloccarono i polsi dietro la schiena con le manette magnetiche, la afferrarono per le braccia e la trascinarono va come una comune criminale. Perdonami Mithril. Oggi farò molto tardi.

woman in dress standing in between treesI personaggi di questa storia sono molti ed ognuno diverso dall’altro. Sono rimasta particolarmente colpita dall’evoluzione di ogni tipo di personaggio che viene introdotto all’interno del volume.

Aya è una donna forte, coraggiosa, una vera combattente. È un personaggio particolarmente chiuso e di difficile interpretazione se non che ha un cuore davvero grande e quando si prende sotto la sua ala una cosa non la lascia fino a che non è al sicuro. È una donna intelligente, combattiva e decisa nelle sue scelte. Il suo dolore a volte sembra fermarla ma saprà anche placarlo nei modi e nei tempi corretti.

Alexander e Milke sono due poliziotti di New Monica e sono amici oltre che colleghi. Alexander da quando ha perso sua figlia ha perso anche un po’ il lume della ragione, se così vogliamo dire e si mette all’inseguimento di un caso che sembrava chiuso oltre che fuori dai canoni della polizia di stato. Milke, laddove sembra starsene per le sue, finirà per aiutare il giovane Alexander.

Desdemona è una ragazza dal passato misterioso che scopriremo nel corso della lettura. È una ragazza che ha sofferto, una mai-nata e che per la società non conta niente. È dura per lei vivere, quindi decide di compiere un gesto estremo, tanto nessuno si sarebbe accorto della sua assenza. È Aya a prendersi cura di lei dimostrandole che è una persona anche lei, che è forte e che vale qualcosa, proprio come tutti glia altri esseri umani.

Yvara è moglie del principe Viggo, erede al trono. È una donna forte e scaltra oltre che saggia e perspicace. È un personaggio che non scopriremo fin nel profondo e che spero rincontreremo nel prossimo volume.

“Il codice non è mai difettoso, è la mano a essere fallace. “
– Crittoanalista Hammer, durante una partita di Sorzan con il sergente d’artiglieria Quilan, in licenza a Jovis Tholus, Marte.

Il perno centrale di questa storia è la scoperta della verità. Nessuno sa cosa nasconde il passato di Aya, neppure lei. È un mistero fitto che verrà allo scoperto nel corso del volume e di cui persino Aya farà difficoltà a credere.

Lo stile utilizzato dall’autore è sicuramente particolare e la storia originale e ben studiata, su questo non c’è dubbio. Apprezzo molto il fatto che la storia sia partita da un punto cieco, si sia annodata e snodata creando un legame profondo fra la storia di tutti coloro che incontreremo e il lettore. Ci sono stati dei pro e dei contro nella lettura di questo volume:

Il fatto che il volume fosse mooooolto descrittivo. È ben scritto e sicuramente è un punto a favore rispetto allo standard dei volumi italiani ma allo stesso tempo le troppe descrizioni rallentano il volume a volte in maniera del tutto spropositata. Infatti, fino al 40 % del volume mi è stato difficile leggerlo in maniera scorrevole e fluida, anzi la storia non riusciva ad incuriosire come avrebbe dovuto. Dopo, quando si comincia a percepire il senso della storia, comincia anche a scorrere il volume e tutto diventa più veloce.

person showing braided hairTroppi punti di vista possono essere allo stesso tempo un pro e un contro. Pro perché in un volume così grande è bello sapere diverse cose su diversi personaggi ma alla lunga, specialmente all’inizio la divisione sembra essere completamente inutile ed è qui che parte il contro.

A volte, e sottolineo solo a volte, c’è violenza e scene macabre in maniera fin troppo esagerata. Premetto che non sono una che si impressiona particolarmente però in alcuni casi delle scene mi sono sembrare completamente fuori luogo e fatte solo per allungare il brodo. Questo, specialmente all’inizio e in alcuni punti è risultata daveeeero pesante, mentre in altri scorreva veloce.

Non è piuttosto chiara la situazione che viene a svolgersi riguardo Yvara – Aya – e sul pianeta dove Aya viene mandata in missione. Dove finisce McNamara? Perchè ad Aya succedono determinate cose? (ovviamente non farò Spoiler quindi resteranno domande mooolto vaghe) Comunque, è difficile mettere in chiaro tutto tutto. Ad un certo punto del volume tutto si scioglie ma ci sono alcune cose che restano ingarbugliate e sulle quali mi pongo delle domande. Spero che ne sapremo di più nei prossimi volumi.

In generale è stata una lettura interessante, che sicuramente rifarei e che mi sento di consigliare ai miei lettori. Se vi conosco un po’, sono sicura apprezzerete questo volume.

Sta succedendo di nuovo. Si curvò in avanti. Fissò intensamente la punta delle scarpe da ginnastica, puntellandosi sulle cosce con i palmi. Studiava la dinamica ingarbugliata delle stringhe fucsia allentate, cercando di distrarsi. All’improvviso, un ronzio acuto e stridulo tentò di spaccarle il cervello in due. Desdemona strizzò gli occhi e digrignò i denti. Un senso di vertigine le afferrò la testa, facendola vorticare furiosamente. Le ginocchia cominciarono a tremare. Sudava, molto. Ma la punta delle dita di mani e piedi era ghiacciata, proprio come naso e orecchie. E poi arrivò, di nuovo.

Il libro è stato un primo volume di una trilogia che si lascia scoprire pagina dopo pagina. Un libro originale che vi invito a scoprire, sopratutto per gli amanti del genere.

Matt Armon è un autore sicuramente da non sottovalutare. Pagina dopo pagina riesce a introdurci verso gli oscuri segreti dei personaggi di questa storia e il legame che li unisce. Una storia che, lentamente, vi porterà in un mondo pericoloso, un mondo che non lascia nulla al caso. Ed Aya sarà la chiave.

Il mio voto per questo libro è di: 4 balene.

Senza titolo-2

Si ringrazia l’autore per la copia omaggio

Vuoi acquistare Eredità – La porta degli dei e sostenere il Blog? Acquista da Qui: La Porta degli Dei – Eredità o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!

Che ne pensate allora? Pensate possa fare per voi? Io, nel frattempo, vi aspetto!
A presto,

Sara ©