SEGNALAZIONE #103 – CIO’ CHE NON VIVIAMO DI MARIA CAPASSO.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Vi delizio nel periodo post-natalizio e post-capodanno con una nuova segnalazione tutta per voi. Spero che possa interessarvi e piacervi… ecco qui di cosa vi sto parlando.

Risultati immagini per ciò che non viviamo maria capassoTitolo: Ciò che non viviamo.
Autrice: Maria Capasso
Casa Editrice: Un cuore per capello
Genere: Introspettivo, romantico.
Pagina: 64
Formato: ebook e cartaceo.

Sinossi:  Dove finisce ciò che non viviamo e i sentimenti repressi?
Da nessuna parte, restano dentro di noi ad ammuffire.
Viola e Micol hanno finto di non accorgersi che la loro non era un’amicizia, ma qualcosa di molto più profondo, vivendo nell’ombra di un sentimento mai rivelato.
Avranno un epilogo felice oppure incerto?

Estratto

È tristemente bella. Triste come i versi di un poeta crepuscolare ma incantevoli e forti, di cui senti ogni verso come la peluria sulla pelle. Bella esattamente come intendo io la bellezza, ma non l’ho voluta con me e non è bella per me. Ho preferito la sicurezza di una rosa alla stravaganza di un tulipano.

Biografia

Mi chiamo Maria. Sono nata a Napoli, e vivo in provincia. Classe 1992. Da piccola ho coltivato la passione per la lettura. Tutto ebbe inizio a nove anni con la fabbrica del cioccolato. Un buon inizio, no? Crescendo ho coltivato passioni come la scrittura e approfondimenti su diversi tipologie di letteratura, e biografie su miei scrittori preferiti. Leggere e scrivere per me è necessario come la colazione al mattino: indispensabile! Nutro una forte passione per il cinema e la musica (soprattutto le colonne sonore). Ho frequentato l’Istituto di scienze umane e lavoro nell’azienda di famiglia. Ho iniziato a scrivere per distaccarmi dalla realtà, fin da bambina. Ho collaborato col blog
di Leggere a colori scrivendo racconti brevi e recensendo libri. Ho pubblicato con: Les Flâneurs Edizioni: Nulla si dissolve (solo e-book). Edizioni Pink: Un giorno di primavera (solo e-book). Due racconti con Historica Edizioni: Ricordo autunnale e Lettera a mia figlia. Ho pubblicato con Collana floreale: Cinque minuti a mezzanotte. Ho pubblicato con Un cuore per capello: Sere d’autunno a Firenze, Dove cadono le emozioni, Dove sarà tutta questa felicità?, e, a breve, uscirà la novella Ciò che non viviamo. Ho collaborato con Logokrisia con racconti su tematiche femminile. Ho pubblicato con Edizioni Ensemble: Album di famiglia. Sto per pubblicare con la Butterfly Edizioni: Tra le pagine di un sogno. Ho un blog L’Angolo delle parole e un profilo facebook L’Angolo delle parole che seguo in base agli impegni, dove promuovo e recensisco autori emergenti
e non. Recensisco per il Pink Magazine. Attualmente sto frequentando un corso per ampliare i miei orizzonti sull’editoria. Sono risultata finalista al premio Circolo Culturale – Giovanni Brassotti Ziello e sono stata scelta come membro di giura alla nuova edizione del concorso. Amo i musei e le città nostalgiche che profumano di pioggia. Segni particolari: sono perdutamente innamorata di John Keats.


Spero vi piaccia! Tenetevi pronti, domani nuova recensione per voi!!!

A presto,

Sara ©

 

RECENSIONE IN ANTEPRIMA #245 – HO SPOSATO UN MASCHILISTA DI JOANNE BONNY.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Oggi vi porto la recensione di un libro rosa, una commedia romantica che aprirà il nostro 2019 per la Newton Compton editori. Ringrazio l’editore per avermi permesso la lettura e ve ne parlo subitissimo. Ecco qui:

ho-sposato-un-maschilista-x1000Titolo: Ho sposato un maschilista
Autore: Joanne Bonny
In uscita il: 03/01/2019
Prezzo: € 10,00

Link d’acquisto: https://amzn.to/2AfPy07
Trama: Dopo essersi vista negare ingiustamente la meritata promozione, la giornalista Emma Fontana decide di fondare una rivista per donne, «Revolution». Ma proprio quando sta per essere eletta femminista dell’anno, Emma scopre che i suoi migliori amici l’hanno iscritta al reality show Chi vuol sposare un milionario? Per dieci giorni il giovane e ricchissimo Marco Bernardi ospiterà venti ragazze nella sua villa e sceglierà tra loro la sua fidanzata. All’inizio Emma è furiosa solo all’idea di dover competere per sedurre un maschilista fatto e finito, e parte per Como con l’obiettivo di approfittare della ghiotta occasione per screditare lo show. La sua missione si rivela però più ardua del previsto, a causa delle prove imbarazzanti, dell’atteggiamento sessista di Marco e delle concorrenti pronte a tutto pur di diventare la futura signora Bernardi. A complicare le cose ci si mette anche il fratello maggiore di Marco, Leonardo, tanto affascinante quanto sospettoso delle reali intenzioni di Emma. Mentre i suoi sentimenti nei confronti dei fratelli Bernardi si fanno ogni giorno più intricati, Emma si troverà a mettere in discussione certezze e pregiudizi: e se in fondo fosse lei stessa la sua avversaria più pericolosa?

RECENSIONE

Woman Taking SelfieLa storia ha inizio con Emma che fonda una rivista per donne, chiamata Revolution, due anni dopo un episodio di maschilismo nei suoi confronti. Non è stata scelta come giornalista di punta nella sua vecchia redazione proprio perchè donna. Così Emma è sia a capo della rivista Revolution che femminista incallita. Un giorno come tanti però, suonano alla sua porta delle persone che cercano proprio Emma per partecipare ad un programma televisivo maschilista e sessista a cui l’hanno iscritta i suoi amici e colleghi di lavoro, in cui un uomo deve scegliere in dieci giorni la donna da portare all’altare. Emma è contrariata e non vuole partecipare ma gli viene proposta dai suoi colleghi, la possibilità di scriverci su un reportage e carpire tutti i segreti dietro questo reality, cosa spinge le donne a partecipare e via dicendo…

Cosa succederà alla nostra cara Emma? Riuscirà a portare a termine la missione affidatale o finirà per andare contro i suoi stessi principi? Cosa scoprirà Emma partecipando al programma per conquistare il bello e famoso Marco Bernardi?

«No ma… Emma non tornerà. Mai più». «Oh, e perchè?» «Perchè è morta». Guardo allibita Alessio, che scuote la testa in risposta. «Oddio, ma è terribile!», esclama Valeria. «Secondo me questo programma porta sfiga, Val», si intromette il cameraman. «Prima la tizia si rompe la gamba, ora questa che ci rimette la pelle…» «Ma quando è accaduto?», insiste la donna. «E come?» «Il gatto». «Il gatto?», esclamano loro in coro. «Il gatto?», sussurriamo io e Ale. «E’ stata divorata dal suo gatto. Ieri sono tornata da un viaggio e quando ho rimesso piede nell’appartamento l’ho trovata a pezzi, con quel gattaccio che stava ancora banchettando sul suo cadavere!» «Santi numi!»

La trama della storia è ben scritta e rappresenta bene la storia anche se in fin dei conti non avrei espressamente terminato raccontando buona parte della storia. Avrei preferito che buona parte della storia fosse lasciata al mistero e non espressamente raccontata nella trama. Personalmente non l’ho letta prima di leggere il libro e mi sono basata solo sulle poche cose che ci erano state dette alla presentazione del libro il giorno dell’incontro con l’editore ma per chi si ritrova a leggere la trama questo può essere sicuramente un lato negativo, devo ammetterlo. Per questo buona parte delle volte leggo soltanto le prime righe della trama e mi fermo. Altrimenti si correi il rischio di sapere troppo, no?

La copertina di questo libro non è che mi fa impazzire particolarmente e non che centri molto con la storia ma è comunque particolare e non pacchiana con immagini tipo “coppia melensa in primo piano” che è ancor più fuorviante di questa. Non c’è una copertina originale perchè il libro è un esordio tutto italiano ed il nome dell’autrice è soltanto uno pseudonimo. Il titolo invece si adatta molto bene alla storia anche se non è il genere di titolo che preferisco. Quindi alla fine se si vede il quadro generale completo alla fine non è poi troppo male, anzi, è tutto molto carino. L’ambientazione è tutta italiana e l’epoca è moderna e contemporanea.

«Non vedo l’ora di incontrare Marco, e tu? Caspita, sei pallida come un cadavere. La truccatrice ha davvero esagerato con la cipria». La bionda infila una mano nell’ampia scollatura, ne estrae una piccola confezione di fard e me lo spalma generosamente sul viso. «Ora va molto meglio!», esclama soddisfatta. «Forza, andiamo a conoscere il nostro principe azzurro!»

Risultati immagini per reality showI personaggi di questa storia sono tantissimi, tutti diversi e bizzarri ma metto in evidenza l’unico e vero personaggio di questa storia che racchiude poi tutto il fulcro di questa storia. Nonostante la giovane protagonista sia circondata di bellissime ragazze e da un aitante milionario cerca-moglie, lei non sfigura affatto, anzi, sembra essere la persona con più sale in zucca di tutti quanti.

Emma Fontana è una donna in carriera, che ama il giornalismo ed appunto per questo è la capo redattrice della rivista Revolution, nata da lei. E’ una femminista, sostenitrice convinta della causa visto com’è stata ingiustamente licenziata nel posto di lavoro precedente, in cui si è dato credito al fatto che l’uomo non debba partorire, avere bambini e via discorrendo. La giovane non si è lasciata scoraggiare e non si lascia scoraggiare anche all’interno del programma che la metterà in difficoltà per la maggior parte del tempo. Emma si sente a disagio davanti a quelle belle ragazze e non sa fare le cose che fanno loro e oltretutto trova incredibilmente ridicolo che tutte quelle donne debbano svendersi al primo offerente. Siamo donne, cavolo! Possibile che basti un uomo con i soldi per mandarci in pappa il cervello? Inoltre Emma crede che le donne siano già troppo in competizione e che invece di essere una contro l’altra, dovrebbero cominciare a sostenersi. Quando però Emma incontra Marco e comincia a vederlo per ciò che è veramente le sue sicurezze cominciano a vacillare. Marco Bernardi è un uomo giovane, con molti followers e ricco da far paura. A differenza del fratello che gestisce la società famigliare, Marco ha la testa solo per le belle donne e per il divertimento. Ed Emma odia di lui il fatto che usa le donne come un semplice oggetto. Tenetevi pronti… ci saranno scintille. (in tutti i sensi!)

«Visto che Emma ha continuato a battersi pur restando da sola, si può dire che sia stata l’unica vincitrice di questa prova. Quindi io dico che un’altra sfida è inutile e che questa sera sarà lei la ragazza con la quale uscirò». A ripensarci pulire le stalle non era così male.

Man Holding Remote ControlIl perno centrale di questa storia è l’amore che nonostante sia solo una piccola fetta del libro è ciò che racchiude tutta la storia. Il reality show è solo un protesto in cui la storia si muove e che – sono sicura – vi divertirà.

Lo stile utilizzato è semplice, scorrevole e l’autrice è sicuramente di buona penna. Di sicuro non dovete perdere occasione di leggere questo libro che sicuro attuale, originale e alternativo oltre che irrimediabilmente rosa come piace a tanti.

L’originalità della storia sta nel fatto del reality show che gioca un ruolo principale e fondamentale per questa storia, che la rende sa attuale che sicuramente accattivante per chi ama questo genere di programmi televisivi. Personalmente, infatti, la cosa che mi ha divertito di più è stato sicuramente il reality e le sfide fra le ragazze – che seppur stupide, trash o sessiste come ripete più volte anche Emma dall’inizio alla fine. Questo funziona e rende la lettura accattivante ponendo curiosità su tutte le partecipanti che alla fine si rivelano anche loro mano a mano nel corso della storia.

La cosa che invece ho trovato scadente è stato proprio il lato divertente della storia. Il libro stesso è definito la commedia romantica più divertente dell’anno ma devo ammettere che le battute difficilmente mi hanno strappato un sorriso. Emma cerca nella sua serietà di gettare aneddoti divertenti o di fare battute che, in alcuni punti sono pungenti e vere e in altre penose. Se l’autrice l’ha fatto con l’intento di dare una stoccata o di dire ciò che pensa ci riesce benissimo perchè la storia su questo piano rende molto ma se l’ha fatto per cercare di far ridere il lettore… ahimè devo dire che non ci è riuscita. PS: il pezzo del gatto – che ho riportato come citazione anche in recensione – non ci stava. No. Ma no che è un no secco. Dai… Anche se fosse non è neanche un minimo credibile. Anche un bambino ha più fantasia, no? Ripeto quindi, se l’intento era ironico ma con l’intento di dire cose che si pensano, allora è la mia prima fan visto che ha messo su carta quello che penso in determinate occasioni.

A parte questo, ammetto che la storia è sicuramente ben costruita anche se abbastanza lunghina per gli standard – non che ce ne siano di prefissati. Non fraintendetemi, intendevo che è lunghina come storia per il fatto che alcune cose potevano benissimo essere declassate o tolte.

«Emma!», strilla Titti, puntandomi un dito contro. «Il tuo anello!» Per la seconda volta la platea sul divano si ammutolisce, mentre sollevo la mano sinistra e guardo la pietra incastonata nel cerchietto argentato. Non è più rosa. E’ diventata rossa.

Il libro è sicuramente un buon rosa con cui passare una lettura leggera e spensierata e sono sicura del fatto che questo libro vi piacerà. E’ un rosa alternativo, che utilizza uno schema diverso dal solito ed esplora il lato del reality che è sicuramente la parte più interessante.

Joanne Bonny con questa storia ci immerge in una buona dose di rosa carica di divertimento, prove e rivalità. Una storia in cui femminismo e maschilismo agli antipodi finiranno per scontrarsi. E voi, siete disposte ad inoltrarvi in un reality show in cui un milionario vi offre la possibilità di sposarlo?

Il mio voto per questo libro è di: 3 balene e mezzo.

tre e mezzo

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

Vuoi acquistare Ho sposato un maschilista e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Ho sposato un maschilista o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ve ne pare? Lo leggerete? Un abbraccio a tutti e aspetto vostri pareri!

A presto,

Sara ©

PROSSIME USCITE PER SPERLING&KUPFER, LONGANESI, FANUCCI, GARZANTI E NEWTON COMPTON.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Innanzitutto BUON 2019 A TUTTI VOII!!! Come procedono le vacanze ed i giorni di festa? Spero davvero bene e che siate felici. Eccoci qui con tantissime nuove uscite in arrivo per questo nuovo anno che passeremo assieme.

SPERLING&KUPFER

Titolo: La lettera perduta
Autore: Jillian Cantor
Genere: Historical Fiction
Data di uscita: 15 Gennaio 2019

Trama: Austria, 1938. Kristoff, orfano viennese, diventa apprendista presso Frederick Faber, mastro incisore specializzato in francobolli. Quando il suo mentore, ebreo, scompare durante le devastazioni della Notte dei Cristalli, Kristoff è costretto a mandare avanti la bottega al servizio dei nazisti. Ma la figlia di Faber, Elena, collaboratrice della Resistenza, lo convince a unirsi alla causa, falsificando documenti e inviando messaggi in codice. Per lei, di cui è perdutamente innamorato, Kristoff farebbe qualunque cosa. Los Angeles, 1989. Da bambina, Katie amava accompagnare al mercato delle pulci suo  padre, che era sempre alla ricerca di francobolli rari. Ora che l’Alzheimer gli sta togliendo passioni e ricordi, Katie spera di fargli un regalo gradito facendo stimare la sua collezione. L’esperto di filatelia cui si rivolge, Benjamin Grossman, vi scopre una lettera la cui affrancatura, risalente all’inizio del secolo, sembra nascondere un messaggio segreto. Con l’aiuto di Benjamin, Katie decide di svelarne il mistero. Non sa ancora che la ricerca li condurrà a ritroso nel tempo, alla scoperta di una giovane coppia che si era giurata amore eterno, e poi nel presente esaltante di una Berlino che sta cambiando il mondo con la caduta del Muro. Non sa ancora che spetterà a lei, ora, rendere giustizia a quell’amore e a quella promessa.


Titolo: Il mio nome è Venus Black
Autore: Heather Lloyd
Genere: Young Adult
Data di uscita: 29 Gennaio 2019
Trama: Everett, Stato di Washington, 1980. Venus Black ha quasi quattordici anni, ottimi voti e due grandi amori: l’astronomia e il suo fratellino Leo, autistico. Una sera di febbraio però la ragazza si macchia di un crimine che segna per sempre il suo destino e quello della sua famiglia: uccide il suo patrigno. Rinchiusa in un carcere minorile, Venus rifiuta di difendersi, di spiegare; si limita a gridare tutta la sua rabbia contro la madre. Nel frattempo, Leo sparisce nel nulla e Venus non si dà pace.
Quasi sei anni dopo, la ragazza esce di prigione. Perduta l’adolescenza, le restano una valigia di vecchi vestiti, un’identità falsa e la determinazione di scappare dal suo passato. Senza più alcun contatto con sua madre, né notizie di suo fratello, decide di ricominciare da zero a Seattle, sempre tenendosi ai margini, diffidente e solitaria. Ma mentre nuovi incontri sfiorano la sua orbita, con la tentazione di un’amicizia, e forse di un amore, riaffiorano anche antiche ferite. E Venus si rende conto che non potrà mai trovare un futuro finché non farà i conti con il passato e con la verità che più la tormenta: che cosa ne è stato di Leo.

FANUCCI

Titolo: Tempo da lupi
Autore:
Corrado Pelagotti
Uccidere non era poi così difficile, no.
Era più facile salvarsi.

Sinossi: Su una campagna senese insolitamente cupa e tenebrosa, lontanissima dalle immagini iconiche e perfette da cartolina, scende una pioggia torrenziale. È un tempo da lupi, adatto ai predatori, quello in cui, nel piccolo comune di Pontebosio, si incrociano i destini di tre individui: un assassino che si muove nell’oscurità con il preciso scopo di uccidere, un rappresentante di commercio in trasferta per una convention aziendale e uno zelante agente di polizia sulle tracce di una donna scomparsa nel nulla, forse vittima dello spietato “killer del foulard di seta”. Il timore è che il delitto nella contrada senese della Giraffa e un tentato omicidio nel borgo vicino di Montalcino, abbiano gettato un’insolita ombra di terrore sulla tranquilla provincia toscana. Questi tre individui, tra loro lontanissimi, si ritrovano uniti sotto un diluvio di acqua, tra imprevisti ed equivoci inimmaginabili che li risucchieranno in un ingarbugliato groviglio difficile da districare fino a una resa dei conti finale sorprendente e inattesa.

 


GARZANTI

Titolo: Dove finisce la notte
Autore: Daniela Tully
Genere: Historical Fiction
Data di uscita: 17 Gennaio 2019
Trama: Monaco, 1990. Una lettera inaspettata, datata 1944, è destinata a cambiare la vita di Martha Wiesberg per sempre. Martha è una sopravvissuta, ha conosciuto l’odio e la violenza, ma per la prima volta ha paura. Paura di quelle parole scritte, di quel segreto che la riporta indietro agli anni dell’ascesa di Hitler. Scoprire la verità potrebbe essere molto pericoloso, ma Martha non ha altra scelta. Deve partire per quel luogo che conosce solo lei, anche se questo significa abbandonare la nipote, la piccola Maya, che ha accudito sin dalla nascita. Stati Uniti, 2016. In una foresta densa e scura si erge un antico e lussuoso residence. È qui che Maya è arrivata per far luce sulla morte della nonna Martha. Era scomparsa nel nulla, molti anni prima. E adesso la scoperta del corpo. Anche se non è mai riuscita a perdonarla per averla lasciata all’improvviso, sa di doverle molto: è la persona che le ha insegnato tutto attraverso le storie che le raccontava. Favole che narravano di un tempo in cui amarsi era proibito, in cui anche una carezza poteva fare male, in cui la notte pareva non avere fine. Per la prima volta, Maya vede tutto con chiarezza: la nonna ha voluto che lei arrivasse lì disseminando tanti piccoli indizi nelle sue storie. E adesso Maya ha intenzione di riportare a galla la verità. Perché c’è un’ultima storia che deve essere svelata. Quella di un amore profondo e contrastato, che la
guerra ha reso impossibile ma non ha distrutto. Di una promessa che attende di essere mantenuta. Di un odio che non bisogna dimenticare, perché è capace di uccidere ancora.


Titolo: La nostra famiglia ribelle
Autore:  Gaia Rota, Michele Cattaneo
Genere: Narrativa
Data di uscita: 30 Gennaio 2019

Trama: Sentirsi una famiglia vuol dire avere voglia di stare insieme. Vuol dire esserci sempre l’uno per l’altro. Al di là del tipo di legame, che a volte può non essere di sangue, ma solo di cuore. Così è per Gaia e Michele che si sono innamorati e non hanno avuto paura di intraprendere il loro viaggio che partiva già in tre, perché Gaia aveva una bimba da una precedente relazione. Non hanno avuto paura di superare la burocrazia e i pregiudizi davanti a una famiglia nata da un percorso diverso. Sempre fieri della loro unicità ma consapevoli dell’importanza delle tradizioni. Perché con la piccola Lavinia si può girare l’Europa, ma è sul divano che le coccole hanno il sapore migliore. Perché Gaia porta ogni giorno in casa la sua fantasia costruendo una tenda in salotto per vivere in un mondo magico e Michele arricchisce il tutto con la sua dolcezza e la soluzione pronta a ogni problema. È stata la manina di Lavinia che ha unito ancora di più le loro. Anche se conquistarsi la sua fiducia per Michele non è stato facile. Solo capricci e musi lunghi fino a quella sera indimenticabile in cui le ha permesso di rimboccarle le coperte. Accanto a lui Gaia ha provato a far zittire quella vocina che le diceva che aveva già fallito una volta. Invece ha capito che «casa» non è dove è tutto ordinato seguendo le regole, ma dove ci si sente davvero se stessi. E forti di questa certezza hanno intrapreso insieme una nuova avventura con la nascita di Brando, che ha reso tutto ancora un po’ più speciale e un po’ più complicato.


L'immagine può contenere: una o più persone e testoTitolo: Oggi è il giorno giusto per dare una svolta alla tua vita
Autore: Raphaelle Giordano
Genere: Narrativa
Data di uscita: 14 Febbraio 2019
Trama: Esistono giorni capaci di cambiare rotta alla nostra vita. Per Mérédith oggi è uno di quelli. Messa di fronte a una scelta dal compagno Antoine, che vorrebbe dare una svolta al loro rapporto, non è più sicura di quale sia la direzione giusta e ha bisogno di fare chiarezza, ma non sa da dove cominciare. Finché la migliore amica Rose non le regala un taccuino, su cui annotare pensieri e riflessioni, e le propone di portarlo con sé in un viaggio di sei mesi intorno al mondo. All’inizio Mérédith non crede sia una buona idea. Eppure allontanarsi dalla quotidianità l’aiuterebbe a mettere tutto in prospettiva, e magari ad ascoltare con più attenzione i propri desideri. Così accetta la proposta di Rose e si sposta da Marsilia a Lille, da Londra a New York. Città dopo città, riempie quello che è diventato il suo taccuino-guida di annotazioni. E impara che bastano pochi, semplici accorgimenti per vivere e amare in pienezza: fare pace con se stessi e mettere da parte i ricordi dolorosi; praticare sempre l’ascolto, non dimenticarsi mai di valorizzare i propri successi. E ancora, non dar retta ai dubbi che ci rendono insicuri né tantomeno alla voce della gelosia e, soprattutto, ricordarsi di tendere al punto giusto la corda del desiderio. Tante piccole regole d’oro da custodire con cura e da rispolverare ogni volta che si è disorientati. Ma adesso che il tempo a sua disposizione sta per scadere, arriva
per Mérédith la sfida più grande: mettere in pratica ciò che ha imparato per rendersi conto se sia arrivato il momento di riabbracciare Antoine.

NEWTON COMPTON

undefinedTitolo: La figlia del mercante di fior
Autore: Kayte Nunn
Genere: Historical Fiction
Data di uscita: 3 Gennaio 2019

Trama: Cornovaglia, 1887. Alla morte del padre, famoso botanico, esperto di piante esotiche, Elizabeth decide di portarne a termine l’ultima importantissima spedizione alla ricerca di una pianta molto rara e velenosa, che tuttavia, se lavorata con estrema cautela, sarebbe in grado di curare ogni male. La attende un lungo e pericoloso viaggio in mare… Australia, giorni nostri. Durante i lavori di ristrutturazione nella casa della nonna venuta a mancare, Anna rinviene un cofanetto dall’aria molto antica. All’interno ci sono un diario, un taccuino pieno di disegni di piante, una foto della fine dell’Ottocento, un fiore essiccato e una manciata di semi. Anna riconosce gran parte degli esemplari disegnati, ma non sa a quale specie appartengano i semi. Prova allora a seminarli e al tempo stesso inizia a leggere il diario, che racconta l’avventura di una giovane donna in fuga. Con l’aiuto di esperti botanici cercherà di scoprire la storia rimasta chiusa così tanto tempo nella scatola, e di ripercorrere le vicende di chi ha vissuto molti anni prima di lei, ma la cui esistenza.


undefined
Titolo: La vittima silenziosa
Autore: Caroline Mitchell
Genere: Thriller
Data di uscita: 3 Gennaio 2019

Trama: Emma è una moglie attenta, una madre amorevole e… un’assassina, seppure involontaria. Per anni ha tenuto nascosto il corpo senza vita del suo insegnante che, quando era solo una ragazzina, l’aveva sedotta. È un segreto che avrebbe dovuto rimanere sepolto per sempre, ma la promozione inaspettata di Alex, il marito di Emma, cambia tutto. Possono finalmente trasferirsi in una casa più grande con il loro bambino. Questo significa che Emma non può lasciare la vecchia casa senza essere sicura di aver distrutto ogni prova. Ed è così che raggiunge il giardino, con l’intenzione di disseppellire il cadavere e sbarazzarsene una volta per tutte. Quello che non può sapere è che, nel punto in cui avrebbe dovuto trovarsi il corpo, non c’è più nulla. Qualcuno deve averlo trovato. Sconvolta, Emma confessa tutto al marito. Ma è solo l’inizio dell’incubo. Perché Alex scopre cose di sua moglie che non avrebbe mai potuto immaginare. E che difficilmente riuscirà a dimenticare…


Titolo: La ragazza nell’acqua
Autore: Robert Bryndza
Genere: Thriller
Data di uscita: 3 Gennaio 2019

Trama: Il detective Erika Foster ha appena ricevuto una soffiata che le indica il luogo in cui è nascosta la prova per sventare un grosso traffico di droga. Seppure sospettosa, ordina la perquisizione di una cava in disuso alla periferia di Londra. Quello che non si aspetta è che, scavando nel fango, oltre alla droga venga ritrovato un piccolo scheletro, subito identificato. Si tratta di Jessica Collins, scomparsa ventisei anni prima all’età di soli sette anni. Il caso fece un grandissimo scalpore e il mistero dietro la scomparsa di Jessica non venne mai risolto. Cominciando a indagare grazie alle nuove prove, Erika si addentra in un caso difficilissimo, in un costante alternarsi di passato e presente. Dovrà fare i conti con i segreti della famiglia Collins, i rimorsi del detective divorato dal senso di colpa per non aver mai ritrovato Jessica, e un altro omicidio avvenuto vicino alla cava. Chi conosce la verità? E perché qualcuno non vuole che il caso venga finalmente chiuso?


Trama: Ho sposato un maschilista

Autore: Joanne Bonny

In uscita il: 03/01/2019

Prezzo:  € 10,00

Trama: Dopo essersi vista negare ingiustamente la meritata promozione, la giornalista Emma Fontana decide di fondare una rivista per donne, «Revolution». Ma proprio quando sta per essere eletta femminista dell’anno, Emma scopre che i suoi migliori amici l’hanno iscritta al reality show Chi vuol sposare un milionario? Per dieci giorni il giovane e ricchissimo Marco Bernardi ospiterà venti ragazze nella sua villa e sceglierà tra loro la sua fidanzata. All’inizio Emma è furiosa solo all’idea di dover competere per sedurre un maschilista fatto e finito, e parte per Como con l’obiettivo di approfittare della ghiotta occasione per screditare lo show. La sua missione si rivela però più ardua del previsto, a causa delle prove imbarazzanti, dell’atteggiamento sessista di Marco e delle concorrenti pronte a tutto pur di diventare la futura signora Bernardi. A complicare le cose ci si mette anche il fratello maggiore di Marco, Leonardo, tanto affascinante quanto sospettoso delle reali intenzioni di Emma. Mentre i suoi sentimenti nei confronti dei fratelli Bernardi si fanno ogni giorno più intricati, Emma si troverà a mettere in discussione certezze e pregiudizi: e se in fondo fosse lei stessa la sua avversaria più pericolosa.


LONGANESI

Titolo: Sette giorni perfetti
Autore: Rosie Walsh 
Genere: Fiction
Data di uscita: 7 gennaio 2019

Trama: Si incontrano per caso in un caldo pomeriggio di giugno alla fermata dell’autobus e fin dal primo momento Sarah e Eddie si piacciono da morire. A quasi quarant’anni e con un divorzio alle spalle, Sarah non si è mai sentita così viva. E le sembra che Eddie la aspettasse da sempre. Così, dopo una settimana perfetta passata insieme, quando Eddie parte per un viaggio fissato molto prima di conoscerla e promette di chiamarla dall’aeroporto, Sarah non ha motivo di dubitare. Ma quella telefonata non arriva. E non arriva nemmeno il giorno dopo, né gli altri a seguire. Incredula, gli occhi fissi sullo schermo del cellulare che non suona, Sarah si chiede se lui l’abbia semplicemente scaricata o se invece gli sia successo qualcosa di grave. Dopo giorni di silenzio, mentre tutti gli amici le consigliano di dimenticarlo, Sarah si convince sempre più che ci sia qualcosa dietro l’improvvisa sparizione. Tuttavia le settimane passano e Sarah non sa più darsi spiegazioni. Fino al giorno in cui inaspettatamente scopre di aver avuto sempre ragione. C’è un motivo se Eddie non l’ha più chiamata. Un segreto doloroso che li avvicina e insieme li allontana. L’unica cosa che non si sono detti in quei sette giorni trascorsi insieme…


Risultati immagini per Sperando che il mondo mi chiami

Titolo: Sperando che il mondo mi chiamiAutore:  Mariafrancesca Venturo

Data di uscita: 17 Gennaio 2019

Trama: Carolina Altieri ogni mattina si sveglia all’alba per andare al lavoro. Indossa abiti impeccabili, esce di casa, sale su un autobus e accende il cellulare sperando che una scuola la chiami. Carolina fa il mestiere più bello del mondo, ma è ancora, e non sa per quanto, una maestra supplente, costretta a vivere alla giornata senza poter mai coniugare i verbi al futuro, né per sé né per i suoi allievi. Attraverso ore che scorrono in un continuo presente, scandito solo dalle visite a una tenerissima nonna e dall’amore travolgente e imperfetto per Erasmo, Carolina racconta il rocambolesco mondo della scuola, popolato da pendolari speranzosi e segretarie svogliate, e la sua passione per i bambini, che tra sorrisi impetuosi, inaspettate verità e abbracci improvvisi riescono sempre a sorprenderla e a insegnarle qualcosa. E sarà proprio questa passione a costringerla a imprimere una svolta alla sua vita eternamente sospesa e a cambiarle il destino. Sperando che il mondo mi chiami è un romanzo poetico ed emozionante sul sapere affrontare le mille sfide inattese che la vita ci offre.


Cosa ne pensate? C’è qualcosa che vorreste assolutamente leggere? Io vi aspetto!

A presto,

Sara ©

 

 

 

BUON ANNO NUOVO!

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE!

Con questo avviso vi rinnovo il fatto che il blog resterà chiuso il 31 e il 1 gennaio per ovvi motivi di festività.

Risultati immagini per buon anno gif

Vi auguro dunque un anno pieno di cose belle, di serenità ma sopratutto ricco di tantissimi libri e letture. Che non vi manchino mai tutte queste cose. Un buon 2019 a tutti voi, che possa regalarvi soddisfazioni e tanti sogni realizzati.

Non dimenticate mai di essere felici, perchè un sorriso vale più di ogni altra cosa. Siate gentili. Siate onesti e sopratutto siate curiosi.


A presto!

Sara ©

THE BEST OF 2018 – LE MIGLIORI LETTURE DEL 2018.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Oggi mi trovo qui con voi a condividere le migliori letture del 2018 con voi e spero che anche voi vi troviate d’accordo con me in alcune scelte o che magari possiate suggerirmene altrettante. Questa idea nasce da Susy di I miei magici mondi e da Ely de Il regno dei libri che ringrazio per avermi incluso. Per quanto riguarda la grafica, un grazie enorme anche a Francesca di Libri, Libretti, libracci.

Vi farò un recap di una lettura del 2018 che mi ha colpito per ogni categoria che è stata assegnata. Spero possano piacervi e che magari commentiate anche voi con le vostre letture preferite. Ecco qui:

Romance

hai-bussato-al-mio-cuore-x1000

Sicuramente rientra nella categoria Hai bussato al mio cuore di Brittany C. Cherry, un libro non prettamente da 5 balene ma che mi ha coinvolto e che mi ha catturato di sicuro. Trovate QUI la recensione se siete particolarmente curiosi. E’ un libro dolce e romantico, di sicuro apprezzerete.


Narrativa

91dWIhUlFeLPer la narrativa ce ne sono stati diversi che mi hanno colpito, come Ti ho trovato fra le stelle ad esempio, ma quello che mi è rimasto più nel cuore è stato Eleanor Oliphant sta benissimo di Gail Honeyman edito Garzanti. Un libro con un personaggio principale particolare, una donna schiva, chiusa e diffidente. Una storia che vi emozionerà ed in cui magari vi ritroverete, perchè Eleanor è un po’ tutti noi. (Recensione QUI)


Thriller

Risultati immagini per il nostro gioco crudele

Un thriller decisamente accattivante, sicuramente ve lo ricorderete, l’ho letto poco tempo fa e ne abbiamo fatto un evento, è stato Il nostro gioco crudele di Araminta Hall edito Newton Compton Editori. Trovate QUI la recensione online che spero vi spinga a leggere questo libro. 


Fantasy

bd2b7-il-principe-crudele-holly-black51shatpauol-_ac_us218_

Sul podio finale del fantasy non potevo portare i migliori due. Visto che non sapevo scegliermi ho deciso di metterli entrambi visto che per un motivo o per un altro entrambi mi sono piaciuti e non vedo l’ora di leggerne i seguiti. Sto parlando de Il regno del male di Sandro Ristori edito Newton Compton (recensione QUI ed intervista all’autore QUI) per il quale potete trovare la recensione QUI e Il principe crudele di Holly Black portato in italia da Mondadori.

Altri fantasy che ho amato è stata la serie di Rebel di cui devo ancora fare la recensione e spero arrivi presto e The Last Namsara (recensione QUI), libro inedito in Italia, scritto da Kristen Ciccarelli e che spero possiate apprezzare.


Urban Fantasy

41674bZZoKL._SY346_

Non so se possa essere considerato come vero e proprio Urban Fantasy ma è comunque una storia abbastanza fantasy in un contesto urbano, quindi voglio pensarla così e ve ne parlo. Mentre noi restiamo qui di Patrick Ness edito Mondadori è un libro magico, in cui vi immergerete a piccole dosi ma non riuscirete ad uscirne facilmente. Ness ha uno stile particolare e lo apprezzerete sicuramente. Trovate la recensione QUI.


Distopico

schermata_2018-06-11_alle_11-58-46_1024x1024

Non è stato un libro che mi ha fatto particolarmente impazzire, devo essere onesta, ma è stato l’unico Distopico dell’anno e mi faceva piacere comunque parlarne con voi. La prova di Joelle Charbonneau è il primo libro di una trilogia edita Fanucci, distopica e molto particolare. Ciò che mmi ha fatto storcere il naso è che il libro è sembrato un accozzaglia di roba già letta, ovvero una sorta di miscuglio Hunger Games e Divergent per capirci. Comunque la storia si fa leggere, è scorrevole e sicuramente giusta per dargli una possibilità. Nella recensione, che trovate QUI, capirete bene i motivi per cui mi ha colpito e i motivi per cui no.


Steampunk

978880470534HIG-312x480

Macchine Mortali di Philip Reeve è stato l’unico Steampunk che ho letto quest’anno e che mi è piaciuto, quindi presumo di dover inserire in lista questo, visto che non ne ho altri. Ho visto anche il film e devo ammettere che nonostante buona parte delle cose sono completamente inventate lasciando solo la base del libro come storia, ho trovato migliore la soluzione adattata dal film piuttosto che quella del libro. Il libro è edito Mondadori e ne trovate la recensione QUI, che spero possa interessarvi a leggere questa promettente saga.


Retelling

KotB_1600 (1)

Keeper of the bees di Meg Kassel edito Entangled Teen (Recensione IT-EN QUI) ancora soltanto in lingua inglese ed inedito in Italia è stato sicuramente un retelling de La bella e la bestia come non l’avete mai visto, ovvero particolare, originale e unico nel suo genere. La Kassel si fa amare scrivendo una storia con tematiche importanti e con risvolti misteriosi. Ve lo consiglio se leggete in inglese.


Young Adult

611eufnk2b4l

The hate u give di Angie Thomas è uno dei libro che sicuramente ho apprezzato di più in questa categoria. Non che non ce ne siano anche altri ma questo è quello che personalmente mi ha colpito di più sia per la tematica trattata sia perchè è un libro attuale e per i giovani, che tutti dovrebbero leggere. La storia è commovente, forte e incisiva. D’impatto. Spero leggiate questo libro se ancora non l’avete fatto. QUI la recensione.


New Adult

81QwXgOApsL

Begin Again di Mona Kasten, il primo volume auto-conclusivo della Sperling&Kupfer ed è stato un libro molto carino anche se speravo in qualcosa di meglio solo in qualche punto. Una storia d’amore che sicuramente vi catturerà se amate il genere. Trovate la recensione online QUI.


Libri per ragazzi

51euztzc55l-_sx340_bo1204203200_

Tutta colpa delle meduse di Ali Benjamin de Il Castoro è praticamente il libro più bello che ho letto quest’anno. E’ bastato leggere le prime tre pagine per innamorarmi perdutamente di questo libro e portarlo nel cuore. E non ha deluso le mie aspettative. E’ stato un libro carico di emozioni che sono sicura apprezzerete.  Trovate QUI la recensione se siete curiosi e spero che lo siate perchè questo libro merita potenzialmente tantissimo.


Libri per l’infanzia

il-fantastico-viaggio-di-stella-cover1

Il fantastico viaggio di stella di Michelle Cuevas edito Deagostini (recensione QUI) è stato un libro che mi ha emozionato molto. Non perché è una storia per bambini dovrebbero leggerla solo loro, anzi, posso dirvi che questo libro è maggiormente per adulti visto il messaggio che cela dietro la storia. Un libro dolce, dal messaggio potente. Un libro autentico di cui vi innamorerete.


Gialli / Mistery

51p2kmrm6ml

Metto questa categoria insieme perchè sicuramente mi conviene invece di citare tanti thriller visto che comunque non sono tantissimi quelli che mi hanno fatto impazzire quest’anno. Il libro thriller che ho amato è Il gioco bugiardo di Ruth Ware o L’uomo di gesso di C.J. Tudor. Tra i due ho preferito entrambi e non saprei sceglierne uno ma sono entrambi interessanti. Un giallo giallo non saprei sceglierlo al momento. Mi dispiace.


Sci – fi

Risultati immagini per obsidio

978880468559hig-312x480

Obsidio di Amie Kaufman e Jay Kristoff  (QUI) è stato sicuramente un finale degno della serie. Anche Luna 2 di Nick Lake (QUI) è uno dei libri che ho apprezzato di più in questo genere. Entrambi pubblicati da Mondadori sono dei libri che ci trascinano nello spazio, a bordo delle navicelle spaziali, conducendoci in mondi alternativi ed interessanti. 


Poesia

97603-copertina

In tasca la paura di volare di Lorenzo Foltran è sicuramente stato il mio libro di poesie preferite lette quest’anno. Trovate la recensione QUI e sono sicura che se lo leggerete saprete apprezzarlo anche voi come ho fatto io. Un autore raro e particolarmente delicato, dovete leggerlo.


M/M

22544-leolovesaries-italian

Il libro M/M – forse l’unico che ho letto quest’anno anche se ne ho altri due come minimo in lista di questa serie di libri standalone ma con il filo conduttore dei segni zodiacali, è stato Il leone ama l’ariete di Anyta Sunday. Una lettura leggera, romantica e molto interessante. Le trame dei seguenti non mi hanno coinvolto come questa ma spero mi smentiscano e siano delle belle storie. Trovate QUI la recensione se volete saperne di più! Andate a scoprirlo 😀


Graphic novel

51nqvtcjv6l-_sx362_bo1204203200_

Per la sezione Graphic Novel mi trovo a mettere sul podio Non stancarti di Andare di Teresa Radice e Stefano Turconi della Bao, un libro davvero meraviglioso, che nonostante il suo prezzo decisamente elevato, è davvero un libro che si fa amare. Spero che anche voi lo amerete o lo abbiate amato. Trovate QUI la recensione online.


Romanzi storici

51IeXStE2CL

Non è propriamente uno storico ma una fiction storica ma che ritengo colpisca nel segno e sia interessante: Le assaggiatrici di Adolf Hitler di V.S. Alexander edito Newton Compton. Questa è stata secondo me una delle migliori letture storiche che ho fatto assieme a Le quattro donne di Istanbul. Mi ha colpito nel segno e mi ha lasciato un profondo solco nell’anima pensando a cosa possa essere successo nel passato. Alcune frasi usate dall’autore sono ancora ben presenti nella mia mente e vi consiglio assolutamente di leggerlo. Trovate la recensione QUI.


Ucronico

8ad24-46777692_2829578400401182_6562346777133973504_n

Rodion di Beatrice Simonetti è uscito da poco per la Delrai Edizioni e l’ho acquistato appena ho potuto. Ho iniziato a leggerlo in questi giorni e l’ho finito proprio ieri. E’ l’unico ucronico dell’anno se devo dirla tutta e rientra pienamente in questa categoria. La recensione arriverà a breve, non temete.


Ho tolto dalla lista alcune sezioni come l’Erotico ed ogni qualsivoglia tipo di romance che si distanzi dal semplice rosa visto che non ne leggo non essendo il mio genere preferito. Facendo questa lista, inoltre, mi sono accorta di quanti pochi fantasy e fantascienza abbia letto quest’anno e devo assolutamente rimediare nel prossimo! Ecco qui la lista delle partecipanti all’iniziativa:

48221747_317084735577264_6158031097193037824_n


Spero che i libri siano di vostro gradimento, che magari abbiate anche trovato qualcosa di bello da leggere! Lasciate le vostre preferenze nei commenti se volete, vi aspetto!

A presto,

Sara ©

 

RECENSIONE #244 – IL DESTINO HA ALI DI CARTA DI TOR UDALL.

BUONGIORNO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Se avete seguito il BlogTour lungo il corso di questa settimana avrete già sentito parlare di questo libro. Se vi siete persi la mia tappa ecco che ve la lascio QUI, così che potete recuperarla tranquillamente. Oggi vi porto in dei giardini speciali, in cui tutto è possibile e in cui delle persone sono accomunate da qualcosa che scopriremo mano a mano nel corso della storia. Ecco qui di cosa sto parlando:

7cb8f-immagineTitolo: Il destino ha ali di carta
Autore: Tor Udall
Data di uscita: 13 Settembre 2018
Link d’acquisto: https://amzn.to/2MlxnJK
Trama:Come ogni giorno, la giovane Chloe è seduta in riva al lago circondata da alberi secolari. Qui, al sicuro nel silenzio dei Kew Gardens, il più grande giardino botanico di Londra, Chloe si dedica all’arte degli origami con cui cerca di dare voce a quello che non riesce a dire. Fare origami è l’unico modo per sentirsi protetta da una colpa segreta che non riesce a lasciar andare. Come lei, anche Jonah ha scelto i Kew Gardens per allontanarsi dal caos e rimettere insieme i pezzi di un’esistenza su cui sente di non avere più il controllo. I due ragazzi sembrano non avere nulla in comune, se non di essere anime solitarie e alla deriva. Eppure l’anziano Harry Barclay, il custode dei giardini che li osserva ogni giorno, sa che non è così. Sono mesi che la sua vita scorre secondo un antico rituale: assistere al mutare delle stagioni, preservare le piante più deboli, rispondere alle domande strambe della piccola Milly, la bambina appassionata di fiori rari che gli fa compagnia. Ma soprattutto sono mesi che Harry aspetta. Aspetta che quella promessa che il giardino custodisce possa finalmente essere realizzata. Sa che Chloe e Jonah sono quelli giusti per svelare un segreto lontano. Per raccontare di un amore che supera i confini del tempo. Solo allora loro quattro saranno liberi. Solo allora, proprio come gli origami di Chloe, potranno dare nuova forma alle loro ali fragili e volare in alto per riconquistarsi il loro posto nel mondo.

RECENSIONE

Risultati immagini per Kew GardensLa storia ha inizio con un mix di personalità alquanto diverse ma che sono destinate ad incontrarsi. C’è Jonah che ha perso sua moglie e pensa che la vita non abbia più alcun senso senza di lei e siede spesso alla panchina dedicata a sua moglie al Kew Gardens; c’è Chloe, studiosa e appassionata di origami che sceglie il Kew Gardens per allontanare le negatività e sentirsi serena; c’è Harry, guardiano del parco che osserva tutto, le persone, il cambiare delle stagioni ed il cambiamento inesorabile delle sue piante; e poi c’è la piccola Milly che gira nel parco ed Harry si prende cura di lei.

Come si incroceranno le vite dei quattro protagonisti? Che piega prenderanno le loro vite ora che sono destinati inesorabilmente a sfiorarsi l’un l’altra senza riuscire a lasciarsi andare?

Questa è la piega del tempo. La curva di un’ora. Ogni cosa è talmente immobile che sembra sbagliato perfino respirare. Il silenzio si propaga uniforme  dell’appartamento mentre Jonah rimane in piedi, a prendere polvere. Aspetta che Audrey entri nella stanza con un sorrisetto e una tazza di tè. La fessura tra i suoi incisivi… una bellezza sconfinata. La testa di un tulipano abbandona la presa. Jonah rimane in piedi in mezzo ai petali, la luce morta. Ma sua moglie non mette sul fuoco il bollitore, non entra con quel sorriso incerto e luminoso. Fuori dalla finestra, Kew Road è maculata di primavera e di gente che passa. Il cielo è al posto giusto, come pure le cime degli alberi che lui riesce a vedere oltre il muro dei giardini botanici. (…) È come se durante la notte il mondo si fosse riorganizzato.

La trama è molto accattivante. Io ne sono rimasta colpita come l’ho letta e spero che anche per voi accada lo stesso perchè è sicuramente una storia che merita la lettura. Fidatevi.

Risultati immagini per tor udall a thousand paper birdsLa copertina è davvero molto bella e avere il libro fra le mani rende davvero l’idea di quello che la storia vuole raccontare. Gli origami e lo sfondo verde sicuramente sono la cosa che più colpisce mentre per quanto riguarda la bambina forse me la immaginavo io un po’ più grande ma alla fine ci sta bene lo stesso. La Garzanti in genere è molto portata con le copertine e sono felice che questa rientra a pieno con la storia. L’originale che vedete qui di lato è sicuramente particolare e colpisce molto a prima vista. Voi quale delle due preferite?

Il titolo si distanzia molto dall’originale ma è ugualmente carino nel significato che vuole trasmettere. Come potete vedere “A thousand paper birds” poteva diventare Un migliaio di uccellini di carta e non avrebbe suonato decisamente bene per questa storia. Credo che sia giusto così tutto sommato.

L’ambientazione è il Kew Gardens di Londra e l’epoca è moderna, contemporanea. Il fatto che sia ambientato ai giorni nostri gli da ancor di più una sfaccettatura particolare e reale, in modo da sentirla vicino a noi.

Ben presto scoprì che la parola giapponese kami non voleva dire solo «carta» ma anche «Dio». Chloe aveva amato la storia della creazione. Da bambina era incantata dall’immensa immaginazione che aveva fatto il mare, i frutti, le stelle… e, il venerdì, una balena. Se lei era davvero nata a somiglianza di Dio, cos’altro avrebbe potuto desiderare se non di creare, come il grande Creatore, giocando con un universo foggiato dalla carta e da un respiro? Ma in questo giorno d’estate l’aspirante dio sta facendo un casino. L’airone si rovescia.

Paper CranesI personaggi di questa storia come vi ho già accennato sono ben 4 anche se ridurrei a tre veri principali perchè Milly si limita ad essere una figura che si muove nel parco e che interagisce in maniera diversa con tutti e tre i protagonisti in modo diverso. Vi parlerò un po’ di più degli altri tre, in modo che possiate apprezzare ancor di più questa storia.

Chloe è una donna insicura, chiusa e che accetta ciò che la vita le da senza farsi troppi problemi. Le piace fare sesso e fare dei bellissimi origami che riescono a renderle le giornate migliori. Quando incontra Jonah non pensa che tutto possa cambiare e si sente calma anche se l’uomo la scombussola non poco nella sua vita. E’ una donna curiosa e non si lascia intimidire da nulla. Jonah è un uomo che ha perso la moglie che amava più di se stesso. Si sente perso senza di lei e quando incontra Chloe la trova particolare ma di una compagnia gradevole. E’ un uomo indeciso, insicuro e particolare. Entrambi sono personaggi molto simili per certi versi ma completamente diversi per altri. 

Harry è un uomo anziano guardiano dei Kew Gardens e tutti i giorni nota tutto ciò che avviene all’interno del parco con particolare interesse: le persone che passano e quello che fanno, le sue piante e lo scorrere inesorabile del tempo sia in solitaria che con Milly, l’insolita bambina che ha deciso di crescere da quando si è persa all’interno del parco. E’ un uomo che incuriosisce e che è quello che più tiene in piedi sia gli altri personaggi sia la storia stessa. Un cardine importante per questa storia che ha bisogno di un uomo saggio e che conosce il posto meglio di chiunque altro.

«Qual è il tuo odore preferito?» Lui non la vede in faccia però sa che, avendola fatta aspettare, Chloe ha aggrottato la fronte. «Non so. Qual è il tuo?» «La pelle forse. O il mare.» «E le lacrime?» Gli viene in mente Audrey che piange, poi che nuota nel Mediterraneo, l’odore della sua pelle levigata dal sole. L’infanzia nel Devon. «Forse è il sale?» chiede. Chloe si gira su un fianco e apre un occhio assonnato. «Lo sapevi che le lacrime sono diverse a seconda del motivo per cui si piange? Le lacrime di gioia sono chimicamente diverse da quelle di dolore.»

Il perno centrale di questa storia sta tutta nei giardini del Kew Gardens. I giardini nascondono una magia particolare che consente di vivere questa magica storia di amore, di ritrovare se stessi, di pace e di dolcezza al pieno. Una storia che unisce quattro anime e le rende consapevoli di loro stessi e del loro potenziale oltre a ciò che possono dare ancora al mondo. 

Lo stile utilizzato è particolarmente articolato e per questo non particolarmente fluido anche se la storia è essenzialmente breve. Nonostante questo non ho impiegato molto per finire di leggere il libro e la pecca che ho riscontrato è stata soltanto quella che però va ad influire in buona parte sul voto finale. Se fosse stata fluida sicuramente sarebbe stata una storia da cinque assicurato.

Comunque non per questo dovete demordere da leggere questa storia ricca di sorprese, che di sicuro non delude. Pagina dopo pagina sono rimasta sempre più sorpresa di quanto l’autrice sia stata in gamba nel costruire tutto, sia l’unione dei 4 personaggi, sia la struttura che alla fin fine è incentrata e limitata ai giardini di Kew Gardens. Per questo molto difficile perchè lo sfondo della storia non cambia mai ma l’autrice riesce con la sua maestria a rendere ogni piccolo particolare di questi giardini davvero magico ed interessante.

Mentre esce dal bagno, Chloe ha un capogiro: il motivo bianco sul pavimento vortica. Sa che il mal di testa non le passerà. Strappa distrattamente un foglio di carta igienica e comincia a piegarlo. L’origami le ha dimostrato che nulla è scolpito nella pietra. Un uccello può essere ripiegato in una barchetta, un pesce, un kimono o in qualsiasi altro oggetto stravagante. Certe volte anela a tornare alle sue pieghe originali. La carta comincia a logorarsi. Si stanca, si ribella. Anche le storie possono essere disfatte per dar loro forme diverse. Dipende da chi le racconta. La verità è versatile; Chloe può piegarla e ripiegarla. Trasforma la carta igienica in un uccello, poi in una scatola… Quanto si può manipolare la carta?

Il libro è sicuramente consigliato sia a chi ama storie semplici ma anche da chi cerca una storia particolare e ad effetto. Io spero che prendiate in considerazione il mio consiglio.

Tor Udall scrive una storia delicata, incentrata sul realismo magico che unisce origami, amore e una buona dose di originalità. Dei giardini in cui sarete felici di perdervi assieme ai personaggi di questa storia.

Il mio voto per questo libro è di: 4 balene.

Senza titolo-2

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

Vuoi acquistare Il destino ha ali di carta e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Il destino ha ali di carta  o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate? Io ve lo consiglio 😀 Fatemi sapere se lo leggerete!

A presto,

Sara ©

BUON NATALE E BUONE FESTE DA MILIONI DI PARTICELLE!

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Qui è Sara che vi parla… prima vi darò delle comunicazioni relative al Blog. Il Blog resterà chiuso esclusivamente nei giorni di festa, quindi 24 – 25 – 26 dicembre e dal 31 dicembre al 01 gennaio.

Quindi soltanto nei giorni di festa, il blog si prende una pausa ma mi sentirete comunque nei giorni negli intermezzi. 😀

Risultati immagini per gif natae

Detto questo, posso dirvi che vi auguro un felice Natale e tante cose bellissime ❤ Vi auguro la felicità, dei momenti sereni con i vostri amici e/o la vostra famiglia. Spero che i vostri sogni si possano realizzare (incrociamo le dita) e spero che possiate essere sempre sorridenti. Grazie per accompagnare sempre le mie serate, i miei momenti si e no e tutte le giornate in cui condividete anche solo un saluto con me.


Non mangiate troppo, mi raccomando! Ci risentiamo presto!

Sara ©

 

SEGNALAZIONE #102 – IL REDENTO DI TOMMASO ADILETTA.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Altro venerdì carico di segnalazioni! Oggi porto con me un libro che spero possa incuriosirvi ed interessarvi. Ecco qui che ve ne parlo subito, state attenti:

Risultati immagini per IL REDENTO AUGH!Titolo: Il redento
Autore: Tommaso Adiletta
Genere: Thriller
Editore: Augh!
Data d’uscita: 23 Gennaio 2017
Pagine: 112
Prezzo: cartaceo 10,20
Trama: Angelo è un ragazzo speciale, dotato di grandi capacità intellettive e conoscitive. Come tutti gli adolescenti è in continua ricerca di se stesso ma ha la sfortuna di diventare il bersaglio di alcuni bulli del suo paese, Faro, una piccola cittadina del Sud Italia. Lo spirito di rivalsa e la conoscenza di Carmen, una bellissima ragazza, sua coetanea, lo condurranno a vivere un’esperienza terrificante all’interno di una setta satanica, i Figli della Bestia. Allo stesso tempo una serie di omicidi sconvolgerà la cittadina e il commissario Ionico, aiutato da don Gabriele Polvere, riuscirà a scoprire chi veramente si cela dietro questa spirale di violenza. Il Redento è un fantasmagorico thriller “demoniaco” in cui il Bene e il Male combattono battaglie insospettabili per la salvezza o per la dannazione eterna degli uomini. Nessuno escluso.

BREVE ESTRATTO

Si dice che l’ambiente in cui una persona sia nata e cresciuta ne influenzi il carattere. Ogni città, ogni paesino è da sempre perituro custode di valori e di idee un po’ tutte sue. Lo stesso accade nella familiarità dei nostri focolari domestici, nelle compagnie più o meno numerose che frequentiamo, e l’elenco potrebbe essere assai più copioso. Si dice anche che a influenzare il carattere di una persona siano gli individui con cui si è chiamati a condividere la stessa casa o la stessa città, e ammettiamolo: tale convivenza non sempre coincide con i nostri desideri.

Come vi sembra? Vi piace? Io spero possa piacervi e vi aspetto come sempre per opinioni.
A presto,
Sara ©

RELEASE BLITZ – IL GEMELLI SI TIENE STRETTO IL CAPRICORNO DI ANYTA SUNDAY.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci qui con la presentazione del Release Blitz del terzo volume della serie d’amore Segni d’amore in cui sono tutti collegati da segni zodiacali ma assolutamente tutti Standalone, quindi sono storie completamente singole e diverse l’una dall’altra. Ecco qui di cosa sto parlando:

Il Gemelli si tiene stretto il Capricorno (Segni d'Amore Vol. 3) di [Sunday, Anyta]Titolo: Il Gemelli si tiene stretto il Capricorno
Serie: Segni d’Amore #3
Autore: Anyta Sunday

self-published
Data di uscita: 15 Dicembre 2018:
Sottogenere: Contemporaneo M/M gay romance, friends-to-lovers .Include any quirks you want a reader/reviewer to be aware of (cheating, angst, character quirks, menage, bdsm, etc): friends-to-lovers, slow burn, will-they-or-won’t-they, fake fiancé, opposites attract.
Link preorder: https://www.amazon.it/dp/B07L4CFKFD
TramaA volte basta un Capricorno cocciuto… per spingere Wesley Hidaka a flirtare come se non ci fosse un domani. Wesley adora infastidire il suo supervisore, Lloyd Reynolds. Non può proprio farne a meno. Lloyd è concentrato, determinato, con i piedi ben piantati per terra. Ha una capacità esilarante di seguire le regole. Ovvio che Wesley voglia fargliene infrangere una… o trecento. A volte basta un Gemelli ammiccante… per spingere Lloyd a fissare delle regole e riaccompagnare Wesley dritto nella sua stanzaNon che questo impedisca a Wesley di stuzzicarlo ancora. E ancora. E ancora… Al diavolo, Lloyd non cederà facilmente. È un uomo di principi. È irremovibile. È l’amico perfetto quando Wesley ha bisogno d’aiuto. Come con il fratellino che marina la scuola e il suo vecchio preside delle superiori. A volte basta una bugia piccola piccola… e Wesley si ritrova fidanzato per finta con il suo supervisore, che per lui dovrebbe essere off-limits. Che dire? Sul momento sembrava una così buona idea… 

ESTRATTO

Si videro sul presto, in effetti. All’una di notte. Wesley barcollò nella camera di Lloyd dopo aver ballato per tre ore buone. Era tutto accaldato e aveva i jeans incollati addosso come una seconda pelle. «Che ci fai ancora sveglio?» Si tolse le scarpe, si sganciò il primo bottone dei pantaloni e si gettò sul letto. «Studio. Dovresti provarci anche tu, ogni tanto.» Wesley rise. «Studi sempre con questa luce soffusa e romantica? E mezzo nudo?» Si girò su un fianco e gli rivolse un’occhiata lasciva. «Lloyd, cos’è che stai studiando?» Il ragazzo abbassò lo sguardo sulla canottiera e i boxer, poi lo rialzò sulla lampada da scrivania rivolta verso il muro. Ruotò la sedia verso di lui. «Ti assicuro che non è eccitante come dovrebbe, per essere venerdì sera.» «La notte è ancora giovane. Non ti distrarrò a lungo.» «Ne dubito.»


Cosa ve ne pare? Vi piace? Lo leggerete? Fatemi sapere, come sempre!

A presto,

Sara ©

I REGALI DI NATALE PERFETTI PER GLI AMANTI DELLA LETTURA.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Oggi ho deciso di portarvi una cosa che volevo fare da diverso tempo ma che rimando sempre e alla fine non la faccio mai. Quindi è arrivato il momento e vi farò una lista veloce di regali che potete fare per gli amanti di libri ( ovviamente a parte i libri :P)


 

Risultati immagini per agende mr wonderful

Mr Wonderful

  1. Per prima cosa si parte con una bella agenda e, se non avete idee su che tipo di agende, vi suggerisco diversi tipi per i quali potrete sbizzarrirvi di sicuro. Personalmente amo molto il sito di MrWonderful nel quale trovate tantissimi gadget e agente che possono essere apprezzate dalle lettrici più incallite. Questo comprendo bene che è comunque uno stile particolare e se propendete per qualcosa di più sobrio potete ripiegare sulla semplice Moleskine 
Risultati immagini per Moleskine

Moleskine

che non sbaglia mai. Comunque questi sono solo dei semplici suggerimenti, ce ne sono davvero una quantità infinita se si cerca per bene.


2. Il tè con rigorosa tazza annessa. Tazze ne trovate a volontà in ogni dove ed anche sul sito di MrWonderful ne trovate di adorabili. Per quanto riguarda i té, se non volete limitarvi alle semplici scatole che vendono dal supermercato (tristi e vi prego… no!) potrete trovare degli ottimi tè in piccole botteghe se siete di fiuto buono. Se ci sono persone di Roma posso consigliarne alcune personalmente che sono davvero buonissime ma ci sono anche diversi siti sui quali potrete trovarli online e sbizzarrirvi nell’acquisto. Anche su Amazon ci sono deliziosi pacchetti di tè ed infusi sfusi. 😀


Risultati immagini per funko pop3. Un Funko Pop. Questa è decisamente più particolare ma se azzeccherete il personaggio preferito, avrete vinto alla lotteria. Personalmente ne ho ancora pochissimi ma ammetto che mi piacerebbe averne qualcuno di qualche personaggio che amo.


4. Candele profumate ispirate ai libri e non. Chi ama i libri difficilmente non ama le candele. Posso dirvi che troverete online diversi tipi di candele che possono essere ispirate ai personaggi dei libri o semplicemente delle candele che possono rinfrescare la casa con un odore che voi potrebbe addursi alla persona a cui la state regalando. Qui posso suggerirvi Etsy come sito per fare acquisti di candele personalizzate sui libri e Yankee Candle per acquisti di candele semplici ma buonissime.


Immagine correlata5. Gadget collegati ai libri. Per esempio si vendono piccoli portachiavi, matite, magliette e quant’altro e posso anche darvi dei fantastici siti dal quale poter fare un acquisto anche abbastanza economico (Etsy Society6) 😀 State però bene attenti ai tempi di spedizioni e da dove viene spedito il pacco. Sotto Natale è sempre difficile che arrivino in tempo se uno non fa le cose per tempo.


6. Una book box. Ormai siamo invasi da book box sia per quanto riguarda chi legge in italiano che per chi legge in inglese e potrete optare per questa soluzione se volete fare un regalo un pochino più costoso delle cose precedenti. Cosa sono le Book Box? Sono delle scatole che dentro contengono molti gadget librosi e un libro, tutti completamente a sorpresa. L’unica cosa che conoscerete è il tema del mese che viene imposto da chi vene queste scatole. Vi lascio una lista di book bok inglesi ed italiane da cui potrete spulciare per belle idee.

Fairyloot (EN) – Owlcrate (US) – Dreamer Whale (IT) – Bookx.it (IT)


Cosa ne pensate? Vi ho convinti? Adesso siete più decisi? Io vi aspetto come sempre e vi auguro una buona giornata.

A presto,

Sara ©