BOOKCITY A MILANO – INCONTRI PER MARSILIO EDITORE, SONZOGNO EDITORE E GARZANTI

BUON GIORNO CARI BEI LETTORI!

Non so chi sarà presente o chi avrà la possibilità di andare al bookcity a Milano da domani, 18 Novembre al Bookcity 2016 di Milano.

Per chi va o per chi volesse passare un alternativo fine settimana abbiamo molti appuntamenti / incontri per Marsilio, Sonzogno Editore e Garzanti:

MARSILIO EDITORE: 

Donne nel cuore dei monoteismi: una storia plurale 

 

Con Lucetta Scaraffia, Anna Foa e Ouejdane Mejri

Venerdì 18 novembre ore 14:00
Università degli Studi di Milano Bicocca
Edificio U4, Milano


Alpi che uniscono, Alpi che dividono
Con Matteo Melchiorre e Alessandro ZaccuriSabato 19 novembre ore 10:30
Museo di Storia Naturale
Corso Venezia 55, Milano

La Milano dei misteri

con Paolo Roversi e Luca CroviSabato 19 novembre ore 11:00
Basilica di Sant’Ambrogio 
Piazza Sant’Ambrogio 15, Milano

Il sogno di ritrovare la natura 
con Laura Pugno e Silvia BallestraSabato 19 novembre ore 12:00
Casa Museo Boschi di Stefano
Via Giorgio Jan 15, Milano

SONZOGNO:

Dalla cronaca al romanzo 

con Rosa Teruzzi e Gianluigi Nuzzi

Sabato 19 novembre ore 15:00
Castello Sforzesco, sala Bertarelli
Milano


Dal libro alla tv: Poldark

Proiezione dei primi due episodi di Poldark (laeffe)

Sabato 19 novembre ore 15:00
Teatro Elfo Puccini
Corso Buenos Aires 33, Milano


Etica, politica ed economia
Con Paolo Del Debbio e Salvatore CarrubbaDomenica 20 novembre ore 12:30
Archivio di Stato
Via Senato 10, Milano

Il futuro del corpo
Fiorella Donati presenta
Beauty Coach Domenica 20 novembre ore 16:00
Circolo Filologico, sala Studio
Via Clerici 10, Milano

Padri e figli, una storia di frontiera
con Alessandro Zaccuri e Paolo Di StefanoDomenica 20 novembre ore 18:30,
Castello Sforzesco, sala Weil Weiss
Milano

 GARZANTI :

Venerdì 18 novembre
Ore 17.00
Le opportunità dell’insuccesso
Incontro con Sandro Catani, autore di Il segreto del talento. Dialogano con l’autore Stefano Cardini, Claudio Liu, Alessandro Profumo, Severino Salvemini.
Presso la Libreria Open in viale Monte Nero, 6.

Sabato 19 novembre
Ore 12.30
Giorgio Scerbanenco: 50 anni di Venere privata
Incontro con Cecilia Scerbanenco e Luca Crovi.
Presso la Basilica di Sant’Ambrogio, Sala San Satiro, in piazza Sant’Ambrogio, 15.
Ore 18.30
Un’impresa che cambia
Presentazione del libro L’organizzazione aperta, con la partecipazione di Sandro Catani, Elena Zambon, Stefano Mauri e Andrea Moschetti.
Presso il Teatro Franco Parenti, Sala Café Rouge in via Pier Lombardo, 14.
ore 20.00
Nel passato presente: l’attualità del latino, scrittura d’Europa
Incontro con Nicola Gardini, autore di Viva il latino, con la partecipazione di Piero Dorfles.
Presso la Biblioteca Sormani, Sala del Grechetto in corso di Porta Vittoria, 6.

Domenica 20 novembre
Ore 11.00
L’esercizio della libertà: diventare finalmente chi siamoRisultato immagine per il coraggio di esserre liberi
Incontro con Vito Mancuso, autore di Il coraggio di essere liberi, con Armando Besio, letture di Chandra Livia Candiani e accompagnamento musicale di Mario Folena.
Presso il Teatro Franco Parenti, Sala AcomeA in via Pier Lombardo, 14.
Ore 13.00
Buffe coincidenze e misteriosi intrighi sul lago di Como
Incontro con Andrea Vitali, autore di Viva più che mai, con la partecipazione di Maurizio Bono.
Presso il Teatro Franco Parenti, Sala Grande in via Pier Lombardo, 14.
Ore 14.00
Back to school con delitto
Incontro con Joanne Harris, autrice di La classe dei misteri, con la partecipazione di Caterina Soffici.
Presso il Museo della Scienza e della Tecnica in via San Vittore, 21.
Ore 15.30
Liguria di delitti e misteri
Incontro con Bruno Morchio, autore di Fragili verità e Cristina Rava, autrice di Quando finiscono le ombre, con la partecipazione di Luca Crovi.
Presso la Basilica di Sant’Ambrogio, Sala San Satiro, in piazza Sant’Ambrogio, 15.
Ore 16.00
Amicizie pericolose e ossessive. Tra fiction e realtà
Incontro con Florence Noiville, autrice di L’illusione delirante di essere amati, con la partecipazione di Caterina Bonvicini.
Presso la Biblioteca Sormani, Sala del Grechetto in corso di Porta Vittoria, 6.
Ore 16.00
Dimmi che fiore ami e ti dirò chi sei
Incontro con Cristina Caboni, autrice de Il giardino dei fiori segreti, con la partecipazione di Silvia Annichiarico e Emanuela Rosa-Clot.
Presso Villa Necchi Campiglio, in via Mozart, 14.

Risultato immagine per LO STUPORE DI UNA NOTTE DI LUCE
GRANDE EVENTO DI CHIUSURA CON CLARA SÁNCHEZ
Ore 21.00
Il valore della verità: l’atteso seguito de Il profumo delle foglie di limone
Incontro con Clara Sánchez, autrice de Lo stupore di una notte di luce, con la partecipazione di Marcello Fois e letture di Isabella Ragonese.
Presso il Teatro Franco Parenti, Sala Grande in via Pier Lombardo, 14.


E qui si concludono gli eventi del week end dal 18 al 20 Novembre!
Alla prossima,
Sara. ©

Liebster Award 2016 #4

BUONASERA CARI LETTORI!

Non me ne sono dimenticata, e oggi rispondo a questo Liebster Award 2016 a cui sono stata taggata da lastanzadipluffacalderoneblog che ringrazio infinitamente per avermi nominato e per aver ideato queste domande.


REGOLAMENTO:

  1. Ringraziare per la nomination
  2. Rispondere alle 11 domande poste dal blogger che ti ha nominato
  3. Nominare a tua volta per la Liebster Award 11 bloggers con meno di 200 followers
  4. Scrivere 11 domande per i bloggers che hai nominato
  5. Inserire il banner del premio
  6. Avvisare ciascuno della nomination ricevute

liebster-award-2016-810x722

Ecco che rispondo alle undici domande a cui sono stata sottoposta:

1 – Vi capita mai di odiare i protagonisti dei libri che leggete o viceversa trovarli ben costruiti e originali?

Spesso si, mi capita. Ma deve comunque essere un libro che mi cattura particolarmente. E se odio un tipo particolare di personaggio faccio fatica ad andare avanti in quei punti. Un mio punto debole purtroppo. Ad esempio, in una delle mie letture recenti “Le ore invisibili” di David Mitchell ho odiato Hugo Lamb. Il suo personaggio non riuscivo proprio a digerirlo ed ho faticato ad andare avanti. Passato quel momento il tutto è andato migliorando.

2 – Siete pro o contro le FanFiction?

Odio le Fan Fiction. Perchè esistono? Perchè?

3 – Qual è un libro che, secondo voi, deve essere tra le letture “obbligatorie” a scuola?

Harry Potter è uno dei tanti libri che dovrebbero essere obbligatori a scuola, non soltanto uno.

4 – Siete pro o contro Spin Off?

Si, se sono ben elaborati altrimenti no.

5 – Avete sempre apprezzato i cambiamenti effettuati nei film tratti da romanzi o secondo voi potevano essere evitati?

Solo ed esclusivamente in un film. Noi siamo infinito. Il film ha qualcosa in più, diretto dallo scrittore quindi ha deciso lui cosa modificare o meno. Penso abbia fatto un buon lavoro migliorando di gran lunga il libro. Vedete il film assolutamente! Per altri fim no assolutamente.

6 – Avete dei tatuaggi nerd appartenenti a qualche romanzo?

No, non ho tatuaggi.

7 – Avete mai amato un personaggio di un libro che, però, nel film avete odiato?

In modo leggero Peter di Narnia. Nel libro è descritto più dolce anche se sempre autoritario. Nel film sembra che vuole scavalcare gli altri. Ma si tratta comunque di una cosa leggera non di un vero e proprio odio. 

8 – Un classico che, secondo voi, tutti dovrebbero leggere?

Non saprei, dovrei stilare una pila di libri e poi decidere.

9 – Avete dei romanzi autografati dagli autori?

Uno solo, Il mare d’inverno di Salvatore Carvelli, gentile regalo da parte dell’autore.

10 – Leggete Graphic Novel?

Mi piacerebbe cominciare, lo devo ammettere.

11 – Qual è il libro che vi hanno fatto leggere a scuola e vi è rimasto nel cuore?

Purtroppo a scuola non abbiamo mai letto libri anzi era mia madre che chiedeva alle maestre o Professoresse di farci leggere qualcosa e per “presa in giro” ci fecero leggere Pinocchio. Io ho sempre letto da sola anche se non ci facevano leggere niente. Beh, il libro Cuore che ho portato anche alla maturità ed ha fatto piangere il mio Professore d’italiano. 


Nominare a tua volta per la Liebster Award 11 bloggers con meno di 200 followers

Passo la nomination ai seguenti blogger:


Ed ecco le mie undici domande:

  1. Un sogno nel cassetto?
  2. Preferisci Ebook o Cartaceo?
  3. Spesso la copertina fa a sua parte, come la trama. Cosa ti spinge a comprare un libro più che un altro? 
  4. Una saga che hai amato particolarmente?
  5. Leggi spesso sui mezzi o preferisci un buon libro tranquillamente a casa?
  6. Fate affidamento alle recensioni quando compri un libro o preferisci affidarti al gusto personale?
  7.  Se di un libro (che vorreste leggere ma ancora non lo avete fatto) viene prodotto il film, quale delle due cose fate prima? Leggere il libro o vedere il film?
  8. Un libro, che anche se letto più volte, vi fa commuovere sempre?
  9. Cane o gatto?
  10. Il tuo scrittore preferito e perchè?
  11. Amate le serie Tv? Se si, quali e perchè?

Alla prossima,

Sara. ©

RECENSIONE #9 – TUTTA LA VERITA’ SU GLORIA ELLIS DI MARTYN BEDFORD.

BUON POMERIGGIO CARI LETTORI!

Quest’oggi vi farò la recensione del libro che aspettavate da molto, edito Deagostini e che spero vi piacerà come è piaciuto a me. Un libro tenero, dolce e commovente. Eccolo qui:

9788851138400_f12d90fabba015d24d6fd706662c122bAutore: Martyn Bedford.
Titolo: Tutta la verità su Gloria Ellis. 
Editore : De Agostini.
Pagine: 384

Link d’acquisto: https://amzn.to/2Eeeswl
Sinossi: Gloria Ellis ha quindici anni e odia la sua vita. Odia la stupida cittadina di provincia in cui è cresciuta, la stupida scuola che frequenta e gli stupidi amici che vede tutti i giorni. È per questo che quando nella sua classe arriva un ragazzo nuovo, un ragazzo deciso a infrangere ogni regola, Gloria se ne innamora immediatamente. In apparenza Uman è tutto ciò che lei ha sempre sognato: è brillante, sicuro di sé, imprevedibile. Ed è pronto a trascinarla in un’avventura che non conosce limiti, se non quelli del proprio coraggio. Gloria accetta la sfida e parte – senza lasciare un biglietto, senza salutare nessuno – per una folle e romantica fuga attraverso l’Inghilterra. All’inizio tutto è come lei se l’era immaginato: un’esperienza liberatoria, esaltante. Presto, però, Uman si rivela diverso da quel che sembrava. E quando Gloria se ne accorge, quando scopre la verità su di lui, si ritrova ormai molto lontana da casa. Forse troppo lontana. Dalla penna di uno scrittore pluripremiato, una suspense psicologica che mozza il fiato. Una storia indimenticabile, costruita come un interrogatorio della polizia, in un rapido susseguirsi di domande e risposte, confessioni e colpi di scena. Fino all’ultima, strepitosa riga.

RECENSIONE

Risultati immagini per gif due ragazzi innamoratiLa storia  ha inizio con Gloria J. Ellis in commissariato con sua madre e l’ispettore Ryan.
Tutti credono che lei sia stata rapita da Uman, un suo nuovo compagno di classe.
Ma non è così. Da lì parte il racconto di come Gloria vedeva la sua vita nei momenti che lei chiama del “Prima” e di come ha conosciuto Uman. 
E di come sia cambiata radicalmente.

È buffo, io non mi sono mai considerata scomparsa.
Come si sparisce da sé stessi?

La copertina a differenza di come affermano tutti l’ho trovata azzeccata. L’uragano non deve per forza stare a segnare un evento successo ma un cambiamento dentro se stessi o lo scompiglio che Uman ha portato nella sua vita. Il titolo invece è stato tradotto diversamente ma sicuramente migliore di quanto poteva venire un’effettiva traduzione. L’originale è Twenty Questions for Gloria e capite bene che tradurre Venti domande per Gloria non aveva un granché senso.

La trama, invece, dopo aver letto il libro l’ho trovata fuorviante. 
Gloria comprende e conosce Uman a poco a poco ma non si rivela qualcosa che a lei non piace. Anzi, continua a piacerle fino ad amarlo. E porta il lettore ad apprezzare il viaggio che li accompagna.
Personalmente non lo trovo un libro da sottovalutare anche se molti adulti tendono a minimizzare, facendo notare che due quindicenni non avrebbero mai fatto tutto questo viaggio in questo modo.

Fra le centinaia di domande che mi hanno fatto da quando è finita, nessuno, non una sola persona, ha pensato di chiedermi: Lui ti manca? Ma la cosa strana è che ogni volta che torno nei posti in cui siamo stati insieme, l’assenza di Uman è più un conforto che un tormento. Quelli sono stati momenti felici, quelli sono stati i nostri posti felici.

Gloria è fragile, dolce e si fa trascinare in un insolito viaggio che la cambierà repentinamente.

Uman è il classico tipo “strano”, bizzarro, istintivo ma dolce, tanto tanto dolce. Uman combatte contro lo strano impulso di sentirsi libero da tutti gli scheletri del passato che lo tengono prigioniero.

Uno all’altro, legati da un filo indissolubile. Uman cerca di far vivere Gloria come dovrebbe e Gloria tira fuori il meglio di Uman pagina dopo pagina.

Ogni momento di ogni ora di ogni giorno per il resto della mia vita è sospeso sulla scelta di una carta (immaginaria), perfettamente in bilico fra quanto accade e quanto non accade. Fra le domande cui rispondo di sì e quelle cui dico di no. Io sono la somma delle mie scelte.

Per gli adulti, questa storia di due quindicenni in fuga alla ricerca di se stessi può sembrare troppo forte.
Troppo cruda o troppo strana.
Ma io ho amato più la fuga ai momenti del “Prima“.
Di come i due sfidano il destino scegliendo una meta attraverso un mazzo di carte.
E viaggiano tralasciando il “Dopo“.
Il tipo di scrittura é stato molto semplice e diretto con cui l’autore coinvolge pienamente. E l’epoca é stata fortemente vicino a noi, in cui la tecnologia ci prende più del resto a volte.

“Se potessi esprimere un desiderio, quale sarebbe?” ha bisbigliato.
“Vorrei poter viaggiare nel futuro per vedere come sarà la mia vita”. Era fin troppo folle per essere reale. Eravamo noi i pazzi. Non sbadigliavamo né dicevamo banalità. Eravamo i pazzi del tutto e subito. Eravamo pronti a bruciare, bruciare, bruciare.

Immagine correlataNel viaggio accadono talmente tante cose che non si riesce a smettere di leggere per cercare di arrivare alla fine che alleggerisce ma lascia l’amaro in bocca.
Il cambiamento di Gloria avviene gradualmente e lei me prende consapevolezza mano a mano.
Ho apprezzato particolarmente questo libro, sia perché ho amato le insicurezze nascoste da uno Uman spavaldo e le sicurezze di Gloria con il passare del tempo sia perché, in quel viaggio, ho capito che a volte siamo troppo presi nel cercare di piacere agli altri che perdiamo noi stessi
E a volte avrei voluto affrontare un viaggio così anche io per sentirmi ancora un po’ più io.

Il voto per questo libro è : 5 balene.

Senza titolo-1


Vuoi acquistare Tutta la verità su Gloria Ellis e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Tutta la verità su Gloria Ellis o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate? Fatemi sapere con un bel commentino. Con questo vi saluto.
Alla prossima, 
Sara. ©