SECRET SANTA 2017

BUON POMERIGGIO PARTICELLE!

E buon lunedì! Vi siete riposati dal Week-end lungo? Spero di si. Io abbastanza, vi racconterò anche diverse cose questa settimana ma prima ho un qualcosina di bello per voi!

Anche se leggermente in ritardo vogliamo inaugurare il Secret Santa fra blogger e lettori! Si ringrazia sopratutto La lettrice in soffitta per aver ideato questa bella idea da utilizzare quest’anno e si ringrazia per l’aiuto:

Vuoi conoscere un casino?Libri, Libretti e LibracciTempo di Libri –  Milioni di Particelle (che sono io xD)

COME FUNZIONA?

Il Secret Santa è, e mi sembra piuttosto evidente, Segreto. E vi chiederete anche cosa sia, ovviamente. Tutti i partecipanti si aspettano di ricevere un regalo e di e di farne altrettanto. L’iniziativa consiste nel fare un regalo a una persona sconosciuta fra i tanti partecipanti all’iniziativa e a sua volta riceverete un regalo da qualche altro lettore. Non si saprà da chi proverrà il regalo fino a che non lo avrà fra le sue mani.

Quindi ecco alcuni passaggi per chi è ancora sconosciuto di questo mondo: 

  1. Troverete un form nel quale inserire: Nome/Cognome, indirizzo, Cap e mail dove potervi contattare. Se soffrite di particolari allergie, intolleranze e qualcosa vi fa davvero molto schifo, segnalatelo. 
  2. Le organizzatrici del Secret Santa smisteranno fra loro i vari indirizzi e vi contatteranno per informarvi a chi fare il regalo.
  3. Ad ognuno di voi verrà affidato un nome e un indirizzo. Sarà quella la persona alla quale dovrete inviare un piccolo regalo.
  4. Non è detto che la persona a cui invierete il regalo sia colei che si occuperà del regalo per voi. Gli abbinamenti saranno casuali.
  5. Essendo SEGRETO, sarebbe carino non andare a comunicare al destinatario la futura sorpresa.

Altre NOTE IMPORTANTI!

  • Il Secret Santa si basa sull’onesta. Se vi iscrivete, partecipate senza deludere gli altri partecipanti che si sono impegnati.
  • Noi organizzatrici non ci occupiamo di reclami, resi o quant’altro in caso il regalo venga smarrito da poste italiane. Se conoscete il sistema postale, sapete come funziona ovviamente.

I REGALI

Prima che vi mettiate le mani ai capelli, sappiate che non è una gara al regalo più grande o più bello. Certo, se volete fare un regalo un pò più oneroso nessuno vi frena. Potete fare piccoli pensieri come ad esempio una candela, bustine di te’, segnalibri o oggetti di cartoleria, non per forza libri ecco. La scelta di cosa regalare e quanto spendere sta a voi. 

IL FORM

Ecco qui il form da compilare. Basta rispondere entro il 18 dicembre. 🙂


Noi vi aspettiamo numerosi! 

A presto,

Sara ©

Annunci

NASCE FENYSIA (LA NUOVA SCUOLA PER I LINGUAGGI DELLA CULTURA) E PRESENTAZIONE FESTIVAL PAZZA IDEA – PROFILO FUTURO

BUON POMERIGGIO PARTICELLE CARE!

Ecco una nuova comunicazione per voi, nasce Fenysia! E poi ci sono una serie di informazioni che non potete non leggere. Ecco qui, tutto spiegato per voi:
Imparare a leggere per imparare a scrivere
Nasce Fenysia la nuova scuola per i linguaggi della cultura
ideata e diretta da Alba Donati
Nasce Fenysia, la nuova scuola di linguaggi della cultura diretta da Alba Donati: narrazione, giornalismo, arte, cinema, traduzione, linguaggio giuridico, editoria e comunicazione. La Scuola, con sede a Firenze in Palazzo Pucci, parte da un concetto molto semplice: per scrivere si deve prima saper leggere. Capire la ricchezza e la profondità di un testo, esercitarsi sulle comparazioni di linguaggi diversi, è un primo necessario passo verso la scoperta della propria lingua e dunque della propria scrittura. Presentata per la prima volta al pubblico a BookCity, inaugura così ufficialmente le iscrizioni e presentando i corsi 2018. Seguirà la presentazione a Roma, all’interno di Più Libri Più Liberi e infine l’inaugurazione, con open day, in Palazzo Vecchio a Firenze.

PRESENTAZIONI E CONFERENZE STAMPA

BOOKCITY – MILANO
19 novembre, ore 16.30
LA TRIENNALE, Sala Agorà
con Alba Donati, Giovanna Granato, Vittorio Sgarbi, Marco Vigevani, Simona Vinci
 
PIU’ LIBRI PIU’ LIBERI – ROMA
10 dicembre, ore 14,30
La Nuvola EUR, Sala Polaris
con Michele Ainis, Roberto Andò, Alfonso Berardinelli, Alba Donati, Eugenia Dubini
 
PALAZZO VECCHIO – FIRENZE
Sala d’Arme di Palazzo Vecchio
8 gennaio, ore 12.00
conferenza stampa
 
Palazzo Pucci, via dei Pucci 4
Open Day, ore 15.00
 
Con il saluto del Sindaco di Firenze Dario Nardella
Intervengono: Alba Donati (presidente Fenysia) Pierpaolo Orlando (Direttore Fenysia)
Luigi Paccosi (presidente Montedomini).
Intervengono: Michele AinisRoberto AndòAlfonso BerardinelliGiovanna GranatoMarianne SchneiderVittorio SgarbiSimona Vinci.
Saranno presenti: Giovanni Bogani, Anna Maria Carpi, Isabella Di Nolfo, Wlodek Goldkorn, Arabella Natalini, Susanna Nirenstein, Raffaele Palumbo, Eleonora Pinzuti, Sergio Risaliti, Marco Rossari.
 
Ufficio stampa: Luigi Scaffidi – 347 6414901 – luigi_scaffidi@libero.it
Responsabile dei corsi: Debora Ercoli – 349 0907797 – info@scuolafenysia.it

PAZZA IDEA – PROFILO FUTURO

23-26 novembre 2017

Centro Comunale d’Arte e Cultura “Il Ghetto” – Cagliari

Ingresso libero per incontri, lectio e workshop

Giunto alla sua sesta edizione, il festival cambia prospettiva: la contemporaneità e i percorsi possibili per il futuro saranno il filo conduttore di quest’anno. Attraverso un approccio di contaminazione tra le diverse discipline, scrittori, artisti, illustratori, giornalisti, filosofi e performer, racconteranno il nostro tempo e la loro idea di futuro.
 
Quattro giornate di incontri, reading, workshop e proiezioni, a conclusione di un lavoro annuale, secondo l’ottica applicativa che da sempre caratterizza il festival, per avvicinare letteratura, arte contemporanea, musica, scienze sociali, nuovi linguaggi, psicologia, cinema, poesia e interattività. L’anima multidisciplinare della kermesse si è dispiegata negli scorsi anni attraverso gli incontri e le lectio magistralis con scrittori, giornalisti, grandi intellettuali e creativi: da Annamaria Testa a Oliviero Toscani, Aldo Cazzullo, Edoardo Albinati, Derrick De Kerkhove, Patrizia Cavalli e molti altri hanno accompagnato le incursioni di “Pazza Idea” nei territori della creatività e dell’arte.
L’indagine sul futuro possibile è dunque al centro del festival di quest’anno, per provare a capire dove stanno andando i singoli e le collettività, quali sono i nuovi fenomeni che raccontano l’evoluzione dei sentimenti, dei modi di comunicare, delle mutazioni avvenute o “in divenire”. Come ci hanno cambiati i social network, nel linguaggio e nelle relazioni, o come si evolve il concetto, la forma e sostanza del lavoro; cosa è successo ai rapporti tra le generazioni, o ancora l’arte come instancabile rivelatore della realtà, i linguaggi alternativi della musica e del cinema che raccontano di storie e persone in un futuro già immaginato molto tempo fa. C’è anche il tema delle migrazioni e del tentativo di erigere nuovi muri, naturalmente: il futuro non può prescindere dal confronto con le culture “altre”, di un mondo che diventa sempre più vicino e quotidiano.
 
Si comincia dunque giovedì 23 con l’anteprima della nuova mostra del pittore Salvatore Garau. Costruzione di identità, avanguardia e visionarietà della musica saranno i temi dell’incontro con Luca Scarlini, a partire da un’icona quale è stata David Bowie con il suo alter ego Ziggy Stardust; di musica, cantautorato e nuovi linguaggi si continuerà a parlare con i musicisti Andrea Appino e Francesco Pellegrini di Zen Circus; chiuderà la giornata Massimo Cirri di Caterpillar-Radio 2 con le sue sette tesi sulla magia della radio.

Venerdì 24 l’arte contemporanea sarà al centro dell’incontro con Adrian Paci: l’artista ripercorrerà le tappe principali del suo lavoro artistico, che dalla natia Albania lo ha condotto a Milano e all’affermazione internazionale. A seguire Mario Baudino dialogherà con Stefano Salis su pseudonimia, eteronimia e identità molteplici nell’arte, nella letteratura e nella vita moderna. Il “Profilo Futuro” è anche quello dei sentimenti e delle relazioni, qualche volta delle identità misteriose: la letteratura ci viene in soccorso attraverso le parole di Mario Desiati e Elena Stancanelli sulle nuove forme di relazioni emotive e sentimentali, mentre il cinema con l’invenzione del reale sarà al centro dell’incontro con il critico e produttore cinematografico Dario Zonta.
 
Sabato 25 si parlerà di nuovi linguaggi e mondi digitali con la sociolinguista Vera Ghenoe il filosofo Bruno Mastroianni. A seguire, Umberto Ambrosoli racconterà dei mutamenti in corso nella società interconnessa, del diritto all’oblio e del dovere della memoria, a partire del suo ultimo saggio firmato con Massimo Sideri. La fine delle illusioni di una generazione, quella che di colpo si scopre “disagiata”, e lo sradicamento come normalità nel prossimo futuro saranno al centro del dibattito con Raffaele Alberto Ventura e Chiara Barzini, partendo dalle loro recenti opere, di cui si è molto discusso negli ultimi mesi. Chiuderà la serata la proiezione del documentario Ferrante Fever, dedicato al fenomeno letterario che ha animato il dibattito culturale sui media italiani e internazionali.
 
L’evoluzione del lavoro è il focus dell’incontro, domenica 26, con Marta Fana, a partire del suo saggio sulle nuove forme di precariato e di sfruttamento legalizzato. A seguire, Andrea Ferraris e Renato Chiocca, in dialogo con Igort, racconteranno di frontiere chiuse e ferite aperte, di com’è nata la loro graphic novel ambientata lungo il confine tra Messico e Stati Uniti, dove sono stati testimoni di una diaspora che nemmeno il muro voluto da Trump è in grado di fermare. Il linguaggio come atto creativo per definire il mondo che ci circonda, le nuove parole per definire i mutamenti della società, anche a tavola: il saggista Massimo Arcangeli e lo chef Alessandro Falchi saranno i protagonisti dell’ultimo incontro del festival con uno spettacolo finale all’insegna della contaminazione delle arti.
 
Le mattine di Pazza Idea – “Profilo Futuro” sono dedicate invece alla formazione di alto livello, completamente gratuita così come tutti gli eventi del festival. Quest’anno lo IED di Cagliari propone agli studenti delle scuole superiori un workshop esperienziale, che partendo dal passato consentirà di immaginare, attraverso gli strumenti grafici e i social, come sarà il futuro degli oggetti che popolano il nostro mondo. Il workshop di twitteratura, dedicato a Cesare Pavese, stimolerà i partecipanti ad avvicinarsi all’autore e ai contenuti della sua opera attraverso il metodo di TwLetteratura. Narrazione digitale e vissuti migratori saranno al centro del laboratorio coordinato da Lavinia Bianchi. Un esperto di letteratura e media digitali come Antonio Prudenzano (IlLibraio.it) racconterà nel suo workshop come cambiano le riviste letterarie nell’era dei social e degli ebook. Vera GhenoBruno Mastroianni approfondiranno un argomento quanto mai attuale: il bullismo e l’odio sui social network. Mentre l’artista contemporaneo Adrian Paci terrà un workshop con un gruppo di giovani artisti operanti in Sardegna, che avranno la possibilità di presentare i propri progetti e confrontarsi sulle prerogative, le criticità e il significato del fare arte oggi.
 
Pazza Idea – “Profilo Futuro” è un progetto dell’associazione Luna Scarlatta. Sul sito pazzaidea.org è possibile consultare anche il programma completo del festival.
 
/Dove/ 
Centro d’arte e cultura il Ghetto, via Santa Croce 18, quartiere Castello, Cagliari
 
/Info/
pazzaidea.org – lunascarlatta.it
Facebook: Pazza idea. Profilo Futuro – Luna Scarlatta; Twitter: @Luna_scarlatta; Instagram: @scarlattaluna, Hashtag: #pazzaidea17


Cosa ne pensate? Fatemi sapere se vi interessa, sembra un’opportunità interessante.

A presto,

Sara ©

IL MIO VIAGGIO A… LONDRA (2017)

BUON POMERIGGIO LETTORI BELLI!

Finalmente vi riesco a parlare del mio viaggio a Londra dal 1 al 7 settembre. L’anno scorso ho dimenticato di parlarvi di Barcellona – ma se mi ricordo, giuro che lo recupero e ve ne parlerò!

IMG-20170901-WA0028

Il viaggio in aereo è stato sicuramente migliore dell’anno precedente e la vacanza è stata davvero meravigliosa. Vi allegherò qualche foto nell’articolo e spero che vi piaccia tutto questo – anche se non c’entra niente con i libri, è per rendervi partecipi e per scrivere qualcosa di diverso. 🙂

Siamo andati a vedere tante cose in una settimana, tanto da avere i piedi dolenti, una stanchezza incredibile ma ci siamo divertiti molto e questo mi basta.

Ecco che vi lascio qualche foto:

 

  1. Lo stadio del Chelsea, che voleva tanto andare a vedere il mio ragazzo. Io non ero particolarmente entusiasta ma devo dire che alla fine il tour è stato carino. Sicuramente migliore di quello del Barcellona. Lo stadio del Barcellona e il museo sono stati sicuramente più grandi ma questo Tour è stato guidato e ci hanno portato anche all’interno degli spogliatoi della squadra.IMG_6277.JPG

2. Il Museo di Storia Naturale è stato davvero fantastico. Anche il Museo della Scienza non è stato da meno. Come nella foto, questa è l’entrata principale del Museo di Storia Naturale. Figo, no?IMG_6406

3. Il London Eye. Mette un pò di inquietudine ma una volta in cima, si vede quanto è grande la città. Davvero bello.IMG_7086

4. Il Tower Bridge. Questo è uno scatto in cui sono comprensiva anche io xD. Vi piace? E’ davvero mastodontico e davvero bello.IMG_7644

5. Saint Paul, la cattedrale. Siamo stati in cima e non so quante scale abbiamo fatto per raggiungerla. Questa è la vista come si esce di fuori, dalla cima. Abbiamo fatto le corse per raggiungere la cima perchè era l’ultima entrata e ci siamo dovuto sbrigare. Siamo arrivati su mezzi morti, non sentivamo più le gambe e sudatissimi. Non appena siamo usciti fuori ci ha investito un vento gelato. Una bellezza insomma. Ma la vista ne valeva la pena.IMG-20170905-WA0145

6. Il museo delle cere di Madame Tussauds. Qui c’era veramente di tutto, ve lo assicuro e ne valeva la pena. Abbiamo visto la sezione degli attori famosi di Hollywood, Star Wars, i Supereroi Marvel, i personaggi dei film e dello sport, i principi e la regina d’inghilterra. Davvero di tutto. Bellissimo.IMG_6701

7. Buckingham Palace. Enorme, bello. Mancava solo la regina.IMG-20170905-WA0083

8. Come poteva mancare il tema libroso in tutta la mia vacanza? Ci sono dovuta andare, ci dovevo andare! Sono andata ai Warner Bros Studios, al Making of Harry Potter. Trovate qualche foto qui sotto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Abbiamo visitato questo e molto altro, ma dovrei mettervi ottocentomila foto, quindi non conviene ne a me ne a voi. Ho voluto condividere la mia esperienza con voi, che sicuramente avrete già visitato questa città. 

Niente a che vedere con Roma, noi siamo veramente arretrati anni luce su tutto. E voi che ne pensate? Ci siete andati? Come è stata la vostra esperienza? Cosa avete visto? E poi, come sono state le vostre vacanze? Raccontatemi un pò, mi piace condividere le cose con voi!


Alla prossima,

Sara ©

OFFERTA DUNWICH EDIZIONI.

BUON POMERIGGIO LETTORI!

Oggi ho per voi un post abbastanza leggero, me ne rammarico ma sto preparando tante recensioni per voi: come avete visto ieri ne è uscita una, domani ci sarà la mia tappa del Review Party, (che ha inizio oggi e durerà per tre giorni) di un libro Newton Compton, e per fine settimana altre recensioni! Quindi oggi vi lascio qualcosa di leggero.

Sapevate di quest’offerta della Dunwich edizioni? Se non ne eravate al corrente, fra poco lo saprete! 

Trovate su Amazon i seguenti ebook a prezzo speciale:

A € 2,99 invece di € 3,99: 
– “Dante – Parte Prima” di Jennifer Sage → https://goo.gl/bVjwR8

A € 1,99 invece di € 3,99:
– “Tankbread” di Paul Mannering → https://goo.gl/KhSr9a
– “Evadne – La Sirena Perduta” di Diana Al Azem → https://goo.gl/MhLHSf

A € 1,99 invece di € 2,99:
– “Nyctophobia – Mondo senza Luce” di Carlo Vicenzi → https://goo.gl/pnAqcn

A € 0,99 invece di € 2,99:
– “Suzie Moore e il Nuovo Viaggio al Centro della Terra” di Anita Book → https://goo.gl/7H8DQ5
– “Exceptor – Legno & Sangue” di Fabrizio Cadili e Marina Lo Castro → https://goo.gl/4vFkRU
– “Zomb Saga” → https://goo.gl/9jLMjb


Siete interessati? Vi piacciono? Andate a dare un’occhiata e mi raccomando approfittatene, questi sono prezzi fantastici!

A presto,

Sara ©

APPUNTAMENTI FAZI EDITORE AL “FESTIVALETTERATURA” DI MANTOVA.

BUON POMERIGGIO LETTORI!

E buon inizio settimana! Cosa ho per voi oggi? Un avviso per un evento sui libri che ci sarà a Mantova i primi di settembre, per la casa editrice Fazi Editore.

Tutti i dettagli qui sotto:


Dal 6 al 10 settembre ci sarà il Festivaletteratura di Mantova. Ecco gli appuntamenti Fazi editore:

Autore:  Artemis Cooper 
Titolo: ELIZABETH JANE HOWARD
Un’innocenza pericolosa

La prima biografia dell’autrice della saga dei Cazalet.

«La scrittrice più interessante della sua generazione». Martin Amis

 
Giovedì 7 settembre, ore 18.30
Palazzo Castiglioni – Ingresso libero
IL LIBRO CHE HO RILETTO – Middlemarch di George Eliot
Artemis Cooper con Federico Taddia

Venerdì 8 settembre, ore 21.15
Chiesa di Santa Paola – Ingresso 6 €
L’AMORE SI IMPOSSESSAVA DI LEI 
Elizabeth Jane Howard: è la nuova Jane Austen?
Artemis Cooper con Stefania Bertola

Autore: Wajdi Mouawad 
Titolo: IL VOLTO RITROVATO

Il romanzo d’esordio di Wajdi Mouawad, l’autore diAnima. Artista poliedrico, è una fra le voci più ardite della letteratura francofona contemporanea. 

Giovedì 7 settembre, ore 21.00
Chiesa santa Paola – Ingresso 6 €
OK. E ALLORA?
Wajdi Mouawad con Raffaele Cardone

Domenica 10 settembre, ore 15.00
Teatro Bibien – Ingresso 10 €
ASSETATI
di Wajdi Mouawad con la collaborazione di  Benoît Vermeulen
Regia e traduzione di Caterina Gozzi, musiche di Antonia Gozzi
con Alessandro Bandini, Ugo Fiore e Marta Malvestiti
Lettura e messa in scena della pièce teatrale di Wajdi Mouawad inedita in Italia


Autore: Ian Manook
Titolo: YERULDELGGER. Tempi selvaggi

Il commissario più amato della Mongolia è tornato: dopoYeruldelgger, Morte nella steppa, il noir francese più premiato degli ultimi 10 anni, ecco il secondo capitolo della trilogia che sta conquistando i lettori di tutto il mondo. 
 
Sabato 9 settembre, ore 19.00
Chiesa di Santa Paola – Ingresso 6 €
LA YURTA NELLA STEPPA
Ian Manook con Luigi Caracciolo

 


Cosa ne pensate particelle? Ci andrete? Vi aspetto con tanti bei commenti!

A presto,

Sara ©

 

LORIEN LEGACIES DI PITTACUS LORE.

BUON POMERIGGIO LETTORI!

Quest’oggi vi scrivo quest’articolo per parlarvi di una saga che io ho amato particolarmente: le Lorien Legacies di Pittacus Lore.

In Italia non è chiamata in un vero e proprio modo ma capirete fra poco di cosa sto parlando, non temete!

Siccome non posso fare la recensione di tutta la saga, avendola letta da un bel pò di tempo (e non avendo il tempo di rileggerla), ho deciso che vi parlerò della saga in vista della recensione che pubblicherò sabato relativa all’ultimo capitolo della saga che ho letto nella settimana scorsa.

I libri sono stati pubblicati tutti in Italia, e non è stata interrotta quindi un grazie alla Casa Editrice Nord, con cui non collaboro ma che apprezzo molto perchè ci sono sempre delle bellissime uscite.

Lorien Legacies è una saga letteraria degli scrittori James Frey e Jobie Hughes (entrambi con lo pseudonimo Pittacus Lore), di cui faranno parte in tutto sette romanzi, fino ad ora:

  • Sono il Numero Quattro (I Am Number Four):Risultati immagini per sono il numero quattro

Trama: Siamo arrivati in nove. In apparenza, siamo uguali a voi: vestiamo come voi, parliamo come voi, viviamo come voi. Ma non siamo affatto come voi. Siamo più forti, più veloci e più abili di qualsiasi essere vivente del vostro pianeta. Avete presente i supereroi dei fumetti e quelli che ammirate al cinema? Una cosa del genere, però con una grossa differenza: noi siamo reali. Ci siamo rifugiati sulla Terra e ci siamo divisi per prepararci: dovevamo allenarci, scoprire tutti i nostri poteri e imparare a usarli. Poi ci saremmo riuniti, tutti e nove, e saremmo stati pronti. A combatterli. Ma loro hanno scoperto che siamo qui e adesso ci stanno dando la caccia. Così siamo costretti a scappare, a spostarci in continuazione. Attualmente mi faccio chiamare John Smith, e mi nascondo a Paradise, in Ohio. Credevo di essere al sicuro, ma ho commesso un errore gravissimo: mi sono innamorato di una mia compagna di scuola. E non potevo scegliere un momento peggiore. Perché lorohanno preso il Numero Uno in Malesia Il Numero Due in Inghilterra. Il Numero Tre in Kenya. E li hanno uccisi. Io sono il Numero Quattro. Io sono il prossimo…

Da questo libro ne è stato tratto anche un film (Eccovi il trailer per farvi capire di che genere di storia stiamo parlando: 


NB: NON VI METTERO’ LE TRAME DEGLI ALTRI, PERCHè CI SONO SPOLIER RELATIVI AI SEGUENTI. vI METTERò UNA CITAZIONE PER OGNUNO.

  • Il potere del Numero Sei (The Power of Six). 

Risultati immagini per il potere del numero sei

«Come stai?» «Detesto questo luogo, Héctor. Lo odio con tutto il mio essere.»
«Giornata storta?» «Qui ogni giorno è una giornata storta.»
«E dai, questo posto non è poi così terribile.»
«Come fai a essere sempre così allegro?»
«È l’alcol», risponde, con un sorriso sghembo. Si versa quello che sembra il primo bicchiere della bottiglia. «Non lo raccomanderei agli altri, ma sembra che funzioni con me.» «Oh, Héctor! Vorrei che tu non bevessi così tanto.»
Lui fa una risata sommessa e beve un sorso. «Sai che cosa vorrei io?»
«Che cosa?» «Che tu non sembrassi sempre così triste, Marina del mare.»
—  Marina, ne Il Potere del Numero Sei.

  • La vendetta del Numero Nove (The Rise of Nine).

Risultati immagini per la vendetta del numero nove«Oggi non è il giorno in cui salirai su un aereo, ma è il giorno in cui comincerai il tuo addestramento». Sette anni dopo, seduta su quest’aereo con Marina ed Ella, mi sembra di sentire la voce di Katarina. Lassù saremmo in trappola. Ora però sono pronta ad affrontare quell’eventualità, allora né lei né io lo eravamo. Da allora ho preso l’aereo decine di volte ed è sempre andato tutto bene. Questa però è la prima volta che  non m’insinuo a bordo usando la mia capacità di rendermi invisibile. So di essere molto più forte, ora, e ogni giorno lo divento un pò di più. Se un paio di soldati mog mi attaccassero qui sull’aereo, non avrebbero a che fare con una ragazza docile. So di cosa sono capace. Ora sono una guerriera,  una persona da temere, non una preda.

Sei, ne La vendetta del numero Nove.


  • Risultati immagini per la vendetta del numero nove amazonLa sfida del Numero Cinque (The Fall of Five).

 I sogni non possono farti del male, soprattutto quando sei sveglia. 

—  La sfida del Numero Cinque, Pittacus Lore


  • Il ritorno del Numero Sette (The Revenge of Seven).Risultati immagini per la vendetta del numero nove amazon

Quando varco la soglia, il soffitto rivestito di pannelli metallici lascia il posto a una cupola di vetro: mi trovo in una grande sala che somiglia ad un planetario, ma l’universo che mostra è quello vero. Dal pavimento spuntano vari computer e pulsantiere  – forse una specie di sala di controllo – ma ho occhi solo per l’incredibile panorama che vedo al di là della cupola di vetro. Buio. Stelle. La Terra. Ora capisco perchè i Mogadorian non m’inseguivano. Sanno che non posso fuggire. Sono nello spazio. Mi avvicino al vetro e ci appoggio le mani. Percepisco il vuoto che è là fuori, lo spazio interminabile e gelido che mi separa da quella sfera azzurra. «Bello, vero?» La sua voce tonante mi sferza come una secchiata d’acqua fredda.

Ella, ne Il ritorno del numero Sette.


  • Il destino del Numero Dieci (The Fate of Ten).

Risultati immagini per la vendetta del numero nove amazonSuperiamo di corsa l’ala di un aereo esploso, conficcata al centro della strada come la pinna di uno squalo. Quanto tempo è passato da quando i caccia ci hanno sorvolati, diretti verso nord e verso l’Anubis? Sembrano passati giorni, ma devono essere poche ore. Alcune delle persone che sono con noi – i superstiti – hanno esultato vedendo gli aerei: erano convinte che le sorti della battaglia stessero per cambiare. Ma io sapevo la verità. E sono rimasto zitto. Pochi minuti dopo abbiamo sentito le esplosioni: le bombe dell’Anubis hanno fatto piovere su tutta Manhattan i rottami degli aerei militari più sofisticati della Terra. L’aeronautica non ne ha inviati altri. Quante persone sono morte? 

Quattro, ne Il destino del numero Dieci.


  • Tutti per uno (United As One).

Risultati immagini per la vendetta del numero nove amazonIl ragazzo con un occhio solo siede nella prigione imbottita. Si abbraccia, ma non per scelta: è stretto in una camicia di forza. Il suo unico occhio fissa inespressivo le pareti bianche: lì dentro tutto è morbido. La porta non ha una maniglia, ne ci sono vie di uscita. Sente prudere il naso e china il viso sulla spalla per grattarselo. Quando rialza la testa vede un’ombra sulla parete. C’è qualcuno alle sue spalle. Il ragazzo con un occhio solo trasalisce quando due grosse mani gli si posano sulle spalle e stringono leggermente. La voce profonda gli parla all’orecchio. «Potrei perdonarti», dice il visitatore. «I tuoi errori,  la tua insubordinazione… in un certo senso è stata colpa mia. Non avrei dovuto mandarti da quelle persone. Chiedere d’infiltrarti. E’ naturale che tu abbia sviluppato certe… simpatie».


Risultati immagini per generation onePer questi libri ci sono vari prequel in ebook ma sono in lingua originale che non sono indispensabili ma solamente accessori per chi volesse saperne di più.

Gli autori hanno comunque voluto creare un continuo anche se la saga termina ufficialmente con Tutti per Uno. Si chiamerà Generation One ma sarà accessorio anche questo e non so se verrà mai portato in Italia per cui lo dico per informazione generale.


Li trovate in libreria anche in formato tascabile (tutti tranne l’ultimo libro), per cui sono molto più abbordabili in fatto di prezzo essendo sette libri.


La trama vi piace? Vi ho incuriosito? Io spero di si perchè è una saga davvero fantastica che ti lascia con il fiato sospeso e che si fa amare in tutte le sue parti, in tutti i dettagli e nelle sue battaglie.

Se amate fantascienza e fantasy, non potete non leggere questa meravigliosa saga. Vi parlerò al meglio dell’ultimo capitolo della saga sabato, con la recensione!

Stay Tuned!

A presto,

Sara. ©

Un messaggio per voi.

BUON POMERIGGIO LETTORI!

Innanzi tutto ci tengo a ringraziarvi per il tempo che costantemente impegnate per leggermi e starmi accanto. Il blog è nato solo da Giugno e ho avuto un sacco di soddisfazioni che senza di voi non avrei avuto. Vi ringrazio per il tempo che spendete nel leggermi, per supportarmi, per ascoltarmi.

In più, in questo mio viaggio, ho avuto il piacere di conoscere persone davvero meravigliose e sono fiera di questo.

Ci tengo in particolar modo quindi, a farvi i miei più sinceri auguri per un sereno e felice Natale.

Che voi siate con la persona che amate, che non l’abbiate ancora trovata, che l’abbiate persa – non parlo necessariamente di amore ma anche di famiglia, anche quelle sono persone che amate – sorridete, e godetevi i momenti belli che la vita ci regala. E godetevi questo Natale pensando a quanto siete fortunati perchè avete voi stessi e perchè avete il tempo di trascorrere questi momenti luminosi con qualcuno al vostro fianco od anche solo per ricordare a quante volte basti poco per essere veramente felici.

BUON NATALE CARE PARTICELLE!

Risultati immagini per immagine natalizia

Comunicazione di servizio:

Il blog resterà in vacanza per dal 24 al 26 per poi riprendere normalmente fino al 31. Quindi occhio, non vi abbandono!

A presto,

Sara. ©