RECENSIONE #546 – LA TERRA, IL CIELO, I CORVI DI STEFANO TURCONI E TERESA RADICE.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci qui con una nuova recensione per voi, che spero possa incuriosirvi e piacervi. Siete pronti per una nuova lettura emozionante e ricca di significato? Vi sto parlando di questo libro che ho acquistato e che spero possa piacervi. A voi:

91i5azorujlTitolo: La Terra, il cielo, i corvi
Autore: Teresa Radice, Stefano Turconi
Pagine: 206
Data di uscita: 17 settembre 2020
Editore: Bao Publishing
Link d’acquisto: https://amzn.to/3CNg1jo
Trama: Tre uomini, un russo, un tedesco e un italiano, in fuga da una prigione russa alla fine della Seconda guerra mondiale. Non si capiscono tra di loro, ma soprattutto si riveleranno molto diversi da come appaiono. Il lento disvelamento dei loro segreti, mentre il tempo per mettersi in salvo si riduce sempre di più, porterà alla scoperta della verità più imprevedibile per uno di loro. Una storia interamente all’acquerello.

RECENSIONE

La storia ha inizio nel bel mezzo della guerra. Un tedesco sta per fuggire da un campo di prigionia russa e l’italiano decide di seguirlo, pur conoscendo i rischi. Il tedesco non sembra prenderla bene, eppure trattiene con sé l’uomo. Il terzo che si aggiungerà a loro accade all’esterno del campo, ed è un giovane ragazzo russo, colto alla sprovvista dai due, viene costretto a seguirli ma si rivelerà particolarmente innocuo. Così parte l’avventura dei tre uomini in fuga che si capiscono poco l’un l’altro ma che si riveleranno essere molto più di ciò che nascondono dietro i loro silenzi o dietro le loro risposte dure.

Cosa succederà lungo il loro percorso? Riusciranno a trovare ciò che cercano ed essere finalmente liberi? Ci riusciranno tutti quanti assieme?

La terra, il cielo, i corvi e l'umanità | Recensione - Orgoglionerd

La trama è semplice, e piuttosto evasiva di ciò che andremo a leggere se non i personaggi in cui ci imbatteremo e l’ambiente in cui ci troviamo. Trovo che questo adattamento sia la cosa migliore perché ci si imbatte in un libro di cui sappiamo poco nonostante siamo a conoscenza della bravura dei due autori che la portano, quindi riponiamo nella storia molta fiducia.

La copertina è davvero molto bella, rappresenta una delle scene della storia e ci mostra in primo piano Attilio che si guarda indietro come fosse in attesa di qualcosa. Avanti a lui, i due uomini che sono con lui, gli altri soldati che sono alla ricerca della libertà o di qualche altra cos e che, assieme a lui, sperano di trovarla. Rappresentativa sicuramente della storia in questione. Per quanto riguarda, invece, il titolo cita un pensiero del giovane protagonista di ciò che resta quando lui si allontana da una persona che incontrerà lungo il suo percorso. E nel mezzo al nulla, fra la guerra, i soldati, il freddo e la neve restano solo la terra, il cielo e i corvi. Un titolo significativo nel contesto in cui viene utilizzato, quindi non potrete che restarne colpiti una volta che lo troverete all’interno del testo.

L’ambientazione è Russa e l’epoca si accentra lungo il periodo della Seconda Guerra Mondiale.

La terra, il cielo, i corvi e l'umanità | Recensione - Orgoglionerd

I personaggi di questa storia sono i più disparati e diversi fra loro. Si amalgameranno bene per quanto riguarda la situazione complessiva in cui si trovano ma manca la fiducia e c’è sempre di mezzo il fatto che vengono da eserciti separati che sono perlopiù nemici, quindi la diffidenza non è mai troppa. Nonostante questo, non mancheranno momenti in cui questi personaggi si sentiranno più uniti e riusciranno a essere coalizzati e/o a parlare delle loro esperienze personali. Ho trovato l’unione singolare e originale ma ben fatta.

Attilio sembra un uomo visti i disegni ma è soltanto un giovane ragazzo di ventiquattro anni. Riflette molto sulla vita che ha attorno e su ciò che lo ha portato ad essere così sia emotivamente che fisicamente. E’ riflessivo e amava molto la sua famiglia di origine nel suo piccolo paese in Italia, che gli manca incredibilmente. Se la cava con la lingua tedesca, per cui riesce a farsi comprendere abbastanza dall’uomo tedesco e parla in Italiano con il russo, dove in questo caso è lui a capirlo. Un personaggio solitario, emotivo ma allo stesso tempo forte.

La terra, il cielo, i corvi di Teresa Radice e Stefano Turconi | Wander  Allen

Il perno centrale del volume è la libertà, ovvero la cosa che accomuna tutti e tre i personaggi della storia. Più di ogni cosa, sicuramente al protagonista principale del racconto.

Lo stile e la grafica utilizzate all’interno della storia sono molto semplice. Lo stile di Stefano è inconfondibile per chi ha già letto altri volumi degli autori, stavolta il tutto avvolto da colori pastello macchiato quasi come fosse acquerello. I disegni hanno una colorazione abbastanza chiara sui disegni anche se verremo anche avvolti d colori più scuri quando la guerra si accentra attorno ai personaggi principali o se sono particolarmente in difficoltà. Ho trovato la storia particolare, coinvolgente e delicata.

Il tutto si svolge sotto la narrazione dell’italiano, Attilio, su diversi livelli temporali: quando era bambino in cui nascono i ricordi di sua mamma e il rapporto con suo padre, o il periodo in cui era già grande abbastanza per il primo amore, così come per partire per la guerra; ovviamente il tempo attuale in cui racconta l’avventura con i compagni che non avrebbe voluto veramente al proprio fianco. I tre livelli sono gestiti molto bene, senza confusione e vengono incastonati nei momenti in cui Attilio si sente particolarmente preso da qualcosa, da dei dettagli e da delle sensazioni che lo portano indietro nel tempo.

Il tratto storico è evidente all’interno del volume. Si vede che gli autori hanno studiato e hanno preso dei riferimenti e delle fonti storiche, che durante il lock down in cui è stato elaborato, era anche difficile da reperire. Nonostante questo, hanno elaborato scene e luoghi della Russia, così come i riferimenti storici alla fine del libro che vi toccheranno da vicino una volta terminato di leggere il volume.

L’unica pecca del volume è la mancanza di sottotitoli. Almeno nella versione digitale che ho letto, manca e non risulta una cosa particolarmente buona per una persona che vuole avere una lettura bene o male fluida dal punto di vista della storia. Se fosse stato “meno” lingua straniera all’interno del volume e più comprensivo già sarebbe stato meglio a livello generale della storia stessa. Comprendo, però, il punto di vista della scelta effettuata: laddove neanche il lettore riesce a comprendere la lettura, è lì che anche l’italiano non arriva a capire ciò che gli succede attorno. E questo ci riporta ad entrare, magari, più in empatia con il protagonista anche se credo dipenda dai casi.

La terra, il cielo, i corvi di Teresa Radice e Stefano Turconi | Wander  Allen

Il libro è un libro che ci parla di tantissime cose: della guerra, dei sentimenti e delle emozioni che si provano quando si è sempre a un passo dalla fine, della fiducia e del fatto che siamo tutti uguali è solo l’odio a renderci così cattivi. Un libro che ci regala riflessioni, e che consiglio di certo.

Stefano Turconi e Teresa Radice scrivono e illustrano una storia che nasce quasi come una barzelletta, con un italiano, un russo e un tedesco che non si capiscono e che non vogliono neanche capirsi, anzi non ci si impegnano affatto. Nonostante questo la loro unione porterà a scuotere gli animi degli altri che si troveranno di fronte a persone che non si sarebbero mai aspettati, creando un mix esplosivo, emozionante e a tratti anche divertente.

Il mio voto per questo libro: 4 balene e mezzo.

quattro e mezzo

Libro acquistato

Vuoi acquistare  e sostenere il Blog? Acquista da Qui: La Terra, il cielo, i corvi o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò.


Cosa ne pensate? Fatemi sapere io come sempre vi aspetto con commenti e tanto altro. Un abbraccio!

A presto,

Sara ©

One thought on “RECENSIONE #546 – LA TERRA, IL CIELO, I CORVI DI STEFANO TURCONI E TERESA RADICE.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.