RECENSIONE #543 – PELLE D’UOMO DI HUBERT E ZANZIM.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Altro giro, altra corsa. E questa volta è una graphic novel quella di cui voglio parlarvi. E’ una storia originale e particolare di cui voglio assolutamente parlare e che spero prendiate in considerazione. Edito Bao Publishing, spero possa affascinare anche voi e che possa catturarvi. Ecco che ve ne parlo:

716dfrzr0nsTitolo: Pelle d’uomo
Autori
: Hubert, Zanzim

Colore o B/N: Colore
Data di pubblicazione: 15/04/2021
Formato e rilegatura: Cartonato 21 X 28
Pagine: 160
Edizione: Prima ristampa
Link d’acquisto: https://amzn.to/3GH5MjE
Trama: Bianca e Giovanni sono promessi in sposi, ma non si conoscono. Il matrimonio è visto solo come una transazione d’affari, ma la giovane non ci sta, vuole conoscere l’uomo che sposerà. Così la sua madrina le confida che nella loro famiglia c’è un segreto che le donne si tramandano: una pelle d’uomo, per muoversi indisturbate nel mondo dei maschi. Bianca la indossa, diventa Lorenzo, e scoprirà un mondo che mai avrebbe immaginato.
Dall’immaginazione del compianto Hubert e dalla matita del bravissimo Zanzim, un libro importante, che sconvolge gli stereotipi e getta luce sull’ipocrisia dei rapporti tra i generi. Una storia geniale e necessaria.

RECENSIONE

La storia ha inizio al palazzo di Bianca. Lei è promessa sposa ad un uomo, Giovanni, che non ha mai visto. Il matrimonio con questo giovane è l’unica cosa che consente una transazione d’affari cospicua per la sua famiglia. Ma Bianca non vuole un uomo che non ama e vorrebbe conoscere meglio Giovanni prima di sposarlo per davvero. E’ la sua madrina a compiere qualcosa che può avvicinare la ragazza al suo futuro marito ed è legato ad un segreto che la famiglia di Bianca tramanda da generazioni: una pelle d’uomo di nome Lorenzo, nascosta in un baule e che è di Bianca per diritto. Quello che non si aspetta è che con Lorenzo riesca a far uscire la parte migliore di Giovanni, in ogni sua forma.

Piacerà a Bianca, quello che scoprirà di Giovanni? Vorrà ancora sposare quest’uomo dopo averlo conosciuto meglio o la cosa finirà per peggiorare la loro situazione? Cosa cambierà dopo che Bianca indossa i panni e conduce la vita di Lorenzo per un po’?

Pelle d'Uomo - Hubert, Zanzim e gli stereotipi di genere

La trama della storia non è particolarmente lunga e si adatta bene per riassumere una graphic novel. In genere per molte storie simili sono ancora più corte quindi non posso che dirmi soddisfatta del mix che ne è uscito. E’ una trama che incuriosisce e che vi permetterà di avvicinarvi ad una storia che tocca tematiche importanti e spesso sottovalutate. 

La copertina è meravigliosa e propone in tutto e per tutto ciò che ci troveremo a leggere. Bianca che indossa la pelle di Lorenzo e impersona lui in ogni sua forma, in ogni suo movimento così come per ogni altra cosa. Non poteva essere creata copertina migliore di questa, su questo non v’è dubbio e dopo aver letto il volume capirete ciò che vi dico. Il titolo è diretto ma non poteva crear un connubio migliore con la copertina. Devo ammettere che non avendo letto la trama prima di leggere il volume, ero rimasta perplessa di ciò che si sarebbe voluto rappresentare con questa storia, invece devo dire di esserne rimasta piacevolmente sorpresa.

L’epoca è Medioevale, in una Firenze di allora in cui le donne erano costrette a sposarsi per affari e per la famiglia, non per amore. 

Pelle d'Uomo, il graphic novel pluripremiato arriva anche in Italia

I personaggi di questa storia sono diversi e variegati. Si passa da quelli secondari come le amiche di Bianca e la madrina e il fratello ai personaggi principali di questa storia e protagonisti di ciò che ci troveremo davanti. Questi sono dei bei personaggi secondari e tessono una sotto-trama che non passerà inosservata. Specialmente per quanto riguarda la madrina che porge l’abito a Bianca e le permette di scoprire tante cose di sé stessa e su come gira il mondo, così come il fratello che cerca di inneggiare all’abominio e porge la religione come unica scelta in cui le donne non devono mostrarsi e non devono essere volgari. Questo permetterà a Bianca di aprirsi ancor di più e di vedere il mondo a 360° per quanto le è possibile all’interno della sua cittadina.

Bianca è una ragazza curiosa nei riguardi dell’amore oltre che nella vita in generale. E’ una donna dolce, gentile e semplice e vorrebbe sposarsi per amore, conoscere l’altra parte e non per convenienza della sua famiglia. E’ un personaggio peculiare, che nasce come timido e chiuso ma che matura e si sviluppa pagina dopo pagina, interagendo con le persone che ha vicino sia in veste di Bianca, sia come Lorenzo. Lorenzo è ciò che è Bianca non ha ma che allo stesso tempo è. Lorenzo è un ragazzo ingenuo, buono, timido ma che si rivela presto intraprendente e sicuro di sé, vista la sua avvenenza. E’ un ragazzo che non ha paura di interagire con gli altri seppur Bianca si trovi in un corpo che non è il suo e che non le appartiene. Due personaggi del sesso opposto ma che compensano l’uno la parte dell’altro meravigliosamente e in maniera che persino il lettore riesca a dimenticare che talvolta sono la stessa persona.

Giovanni è il futuro marito di Bianca e inizialmente si presenta quasi come un poco di buono, uno con cui Bianca sicuramente soffrirà. E’ quando Giovanni conosce Lorenzo che le cose cambiano e si evolvono portando la conoscenza di Giovanni sotto un aspetto differente, inaspettato che scopriremo innamorato di Lorenzo e non particolarmente felice di voler sposare Bianca. Quello che non sa è che sono la stessa persona.

Graphic novel: storia di un abito che anziché fare il monaco rende libera  una coppia di sposi – ilLibraio.it

Il perno centrale della storia è lo sposalizio senza amore, è la scoperta dello stesso, della propria sessualità e dell’amore incondizionato seppur nei panni di qualcun altro. E’ una storia alla scoperta di sé stessi, dell’amore e di tutto ciò che circonda e riguarda l’amore in ogni sua forma. Un fulcro vasto che accoglie e abbraccia diverse tematiche.

Lo stile e la grafica utilizzate all’interno della graphic novel è molto semplice, lineare dai colori color pastello. Si passa a colori più scuri nei momenti decisivi e dai toni chiari quando tutto sembra muoversi più leggero. La peculiarità che fin dall’inizio colpisce il lettore e che lungo tutto il libro non si riesce a dare una vera e propria spiegazione è il colore della pelle di Bianca. Probabilmente così creata per dare l’effetto che con la pelle di Lorenzo possa esserci differenza e senza altri motivi ma dal quale non si può fare a meno di notare la differenza – visto che tutti gli altri hanno una pelle che tende al rosa e nessuno sia bianco latte; questa cosa sembra quasi penalizzare Bianca in virtù del fatto che anche Lorenzo sembri quanto di più simile agli altri. Ma probabilmente è solo un punto di vista marginale ed estremamente soggettivo.

Per quanto riguarda le tematiche affrontate, sono felice che ci sia quanto più modernità in questa storia e che ci sia amore, seppur nella Firenze Medioevale ovviamente si trovano anche tutte le difficoltà relative al caso. Infatti per Giovanni, amare un tipo come Lorenzo può essere pericoloso e portare perfino alla morte se non al fatto di essere emarginato dalla società. Oltre ad esserci una storia che accoglie e abbraccia la comunità LGBTQ+, ci troviamo anche di fronte alla gogna della chiesa che emargina la donna in quanto tentatrice, quasi come fosse un oggetto e non una persona; in più anche l’amore fra due uomini o fra due donne era visto come qualcosa di quanto più vicino al male. Per i tempi in cui è sviluppata la storia posso dire che su questo punto è stato fatto un buon lavoro ed è stato reso ancor più importante vista la voce di Bianca che prende posizione contro la chiesa e contro il credo del proprio fratello.

La cosa della “PELLE” però, per quanto sia stata strana e assurda non mi ha convinto a livello generale. Possibile che la stessa pelle di Lorenzo trasformi Bianca totalmente in un’altra persona e che l’altra che le è accanto non se ne accorga nemmeno in momenti particolarmente intimi? Questo punto è stato sviluppato come se la pelle prendesse parte del tutto e lo vediamo anche dal fatto che Bianca riesce ad utilizzare l’organo riproduttivo maschile come fosse il suo. Questo però resta comunque un mistero di come la pelle aderisca a Bianca e di come il tutto si sviluppi sotto questo punto di vista, quasi come se Lorenzo prendesse completamente piede e ci si dimenticasse di Bianca. Questa è stata la cosa che mi ha lasciata perplessa se presa in senso lato.

Ai fini della storia ho trovato per il resto tutto molto lineare, deciso e che mi ha coinvolto tantissimo. Ho apprezzato lo sviluppo e anche la scelta finale della storia che è apprezzabile e mette d’accordo l’una e l’altra parte. Quindi vi consiglio assolutamente la lettura di questo volume, non ve ne pentirete.

Pelle d'uomo, l'ultimo lavoro di Hubert – Lo Spazio Bianco

Il libro in questione è davvero un piccolo gioiello che spero possiate prendere in considerazione viste sia le tematiche affrontate, sia per come si sviluppa la storia in generale. Consiglio la lettura di questo volume, necessaria sotto certi punti di vista.

Hubert e Zanzim creano il giusto mix tra illustrazione e storia creando un libro che funziona e che trascina il lettore lungo un viaggio fatto di sentimenti, di forza di volontà, di scoperte di se stessi e della sessualità. Una storia che oscilla fra una profonda e intensa storia d’amore e un matrimonio che può essere solo tale ma che i due sapranno coronare al meglio delle loro possibilità.

Il mio voto per questo libro è di: 5 balene.

Senza titolo-1

Libro acquistato

Vuoi acquistare Pelle d’uomo e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Pelle d’uomo o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Che ve ne pare? Pensate possa piacervi? Fatemi sapere che ne pensate, che vi aspetto ovviamente.

A presto,

Sara ©

One thought on “RECENSIONE #543 – PELLE D’UOMO DI HUBERT E ZANZIM.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.