PREVIEW REVIEW // RECENSIONE IN ANTEPRIMA #418 – MAYHEM DI ESTELLE LAURE.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Oggi sono qui per portarvi la recensione di un libro in inglese che spero possa piacervi, in special modo a chi si avvicina di tanto in tanto alle letture in lingua. Nonostante consiglio sempre di iniziare da una lettura più leggera tipo una graphic novel per quanto riguarda l’approccio con l’inglese, vi consiglio comunque la lettura di questo volume, leggera e molto semplice. Ringrazio la Saint Martin’s Press per la lettura. A voi:

51171648

Autore: Estelle Laure

Titolo: Mayhem
Data Pubblicazione: 14 luglio 2020
Pagine: 304
Link d’acquisto: https://amzn.to/30393W0
Trama: It’s 1987 and unfortunately it’s not all Madonna and cherry lip balm. Mayhem Brayburn has always known there was something off about her and her mother, Roxy. Maybe it has to do with Roxy’s constant physical pain, or maybe with Mayhem’s own irresistible pull to water. Either way, she knows they aren’t like everyone else. But when May’s stepfather finally goes too far, Roxy and Mayhem flee to Santa Maria, California, the coastal beach town that holds the answers to all of Mayhem’s questions about who her mother is, her estranged family, and the mysteries of her own self. There she meets the kids who live with her aunt, and it opens the door to the magic that runs through the female lineage in her family, the very magic Mayhem is next in line to inherit and which will change her life for good. But when she gets wrapped up in the search for the man who has been kidnapping girls from the beach, her life takes another dangerous turn and she is forced to face the price of vigilante justice and to ask herself whether revenge is worth the cost.

Trama tradotta da me: È il 1987 e purtroppo non è tutto il balsamo per labbra Madonna e ciliegia. Mayhem Brayburn ha sempre saputo che c’era qualcosa di strano in lei e sua madre, Roxy. Forse ha a che fare con il costante dolore fisico di Roxy, o forse con l’irresistibile attrazione di Mayhem verso l’acqua. Ad ogni modo, sa che non sono come tutti gli altri. Ma quando finalmente il patrigno di May si spinge troppo oltre, Roxy e Mayhem fuggono a Santa Maria, in California, la città costiera che contiene le risposte a tutte le domande di Mayhem su chi sia sua madre, la sua famiglia estranea e i misteri di se stessa. Lì incontra i bambini che vivono con sua zia, e apre la porta alla magia che attraversa il lignaggio femminile nella sua famiglia, il magico Mayhem è il prossimo in linea per ereditare e che cambierà la sua vita per sempre. Ma quando viene coinvolta nella ricerca dell’uomo che ha rapito ragazze dalla spiaggia, la sua vita prende un’altra svolta pericolosa ed è costretta ad affrontare il prezzo della giustizia vigilante e chiedersi se la vendetta vale il costo.

RECENSIONE

grayscale photo of 2 person walking on wooden pathway

La storia ha inizio la sedicenne Mayhem Brayburn che, con sua madre Roxy, torna nella casa di famiglia nella cittadina balneare di Santa Maria. Entrambe fin da quando Mayhem era bambina hanno vissuto in Texas con il padrino della ragazza, Lyle, un tipo alcolizzato e violento. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato quando anche Mayhem è stata colpita dall’uomo. La giovane ragazza non ricorda la sua vecchia casa, né sua zia anche se sa che suo padre è morto proprio lì, a Santa Maria. È in quel posto quasi magico che Mayhem si troverà di fronte a tante scelte, a consapevolezze e di fronte al fatto di ragazze che nel paese sembrano scomparire.

Cosa vuol dire essere una Brayburn nel suo paese d’origine? Cosa scoprirà lungo il suo percorso e dopo il suo trasferimento? Cosa cambierà nella vita di Mayhem?

Now, Roxy’s lying on the bed, watching the candlelight flicker across the ceiling, Millie on her chest. Roxy says obrigado. She says amor. Whatever ghosts she thought she was escaping all those years ago were here all along, just waiting for her to come back.

La trama è interessante e ci offre gli spunti per conoscere a pieno questa storia. Non ci sono spoiler ed è evidente che porta con sé una magia nascosta che si cela dietro le pagine di questo misterioso volume al femminile.

La copertina mi ha attirato fin dal primo istante in cui il. Volume mi è stato proposto. Rappresenta Mayhem sullo scoglio che scorge l’orizzonte lontano che l’attende riportando una vera e propria scena del volume. Il titolo è il nome della protagonista anche se a primo impatto avevo pensato significasse qualcosa in una lingua diversa o che fosse un qualcosa di particolare. Non avrei mai pensato ad un nome essendo abbastanza inusuale. Trovo il connubio titolo copertina molto intrigante e interessante.

Corre l’anno 1987, in un piccolo paese americano chiamato Santa Maria, un paese costiero in California.

silhouette of woman holding umbrella standing in front of girl on hill during night time

“Did you love Lyle?” I ask. “I mean, do you?” Her pills make me uneasy, but they also open her up and peel her back. Sober, this question would produce a slammed door, a face hidden under hands, but now she looks over at me, already blurring at her edges with the promise of the relief to come. “I had my love. I only ever had one. Two, including you. Lyle wasn’t bad to start, and he could dance. And he protected me at first, so all I had to do was be there. He rescued me right out of the welfare office.”

I personaggi di questa storia sono diversi, tutti assolutamente particolari e misteriosi a partire dalla protagonista Mayhem.

La protagonista principale, Mayhem, è una ragazza forte, che nella vita ha subito tanto. Sa che sua madre è fragile e nonostante lo sia anche lei cerca di mascherare il tutto dando la forza che serve a lei più che a sé stessa. È una ragazza che vede oltre le cose e che ha una predilezione per l’acqua fin da bambina. È un personaggio misterioso, chiuso in cui mi sono rivista personalmente tanto avendonun carattere molto simile quando si affrontano le cose difficili. Finalmente qualcosa in cui posso rispecchiarmi.

Jason, Snow e Kidd sono i figli di Elle, sorella di Roxy e zia di Mayhem, portano una luce differente a questa storia lasciando ognuno una caratteristica forte che li contraddistingue.

Diary are sacred. They belong to their author. They are not to be touched by anyone else. I know what happens when you go poking around in other people’s things. People get hurts. They get slammed into walls. People get bruised.

photo of blonde-haired woman sitting on floor

Il perno centrale di questa storia è Mayhem che nonostante sia l’emblema stesso di questo volume, ci porta nel suo mondo vedendolo con i suoi occhi. Occhi che hanno sofferto ed hanno visto cose dolorose che nessuno dovrebbe mai vivere. Una storia sicuramente toccante da questo punto di vista, che ci avvicinano molto alla protagonista.

Lo stile utilizzato dall’autrice è semplice, scorrevole e piuttosto fluido quindi anche se in lingua originale si legge davvero in poco tempo.

In primo piano mi sento di dover fare delle affermazioni su questo libro. Per quanto si possa accostare ad un libro che riporta, come affermato, di essere femminista, io penso che sia soltanto un libro con protagoniste tutte al femminile. Cioè, non perché i personaggi che dominano in questa storia sono donne allora vuol dire che il romanzo sia femminista.

Inoltre, il sovrannaturale, anche questo come da slogan, è davvero sopravvalutato. C’è un riferimento a dei vampiri ma sono più che altro leggende dettate dalla cittadina che aleggiano nel mistero per quasi tutto il volume – anche se non l’ho creduto veritiero fin dal subito. C’è un aura strana nel paese ma sembra più un qualcosa che crede Mayhem che quanto ci sia davvero.

Per quanto riguarda l’epoca, non ci sono delle vere e proprie cose che lasciano pensare che ci troviamo in quel preciso anno o in quegli anni. Forse soltanto agli inizi il vestiario dei due ragazzi ma niente di più quindi l’anno sembra essere soltanto di mero contorno, niente di più,adattandosi quindi anche ai giorni d’oggi. Avrei sicuramente preferito che fosse più incisivo.

Nonostante questo, la lettura è sicuramente interessante e originale, molto diversa dal solito e, se devo essere sincera, ci voleva.

But we have stories, and our stories help us to understand each other. I write you today, knowing I am too cowardly to give you this story before my death, but I am comforted, knowing you will have it one day and then it will not be mine alone. It will be yours as well. It is already yours. I’m sorry I’m not brave enough to help you make sense of it. I wonder what’s inside you. (…) Everything in life comes with a price; every joy has a sorrow like a tail at its back. Every victory a trail of blood behind it. We keep getting up, child. As we must.

Il libro è stata sicuramente ben scritto, che mi ha intrigato a partire dalla trama appassionando ma, se cercate un libro con azione scordatevelo. Mayhem è molto riflessivo e si muove con calma, in punta di piedi. Consiglio la lettura.

Estelle Laure scrive una storia al femminile, ricca di mistero e di carattere. Una storia dura, emozionante e di grande impatto. Un libro da leggere.

Il mio voto per questo libro è di: 4 balene.

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

PREVIEW REVIEW (ENGLISH)

The story begins with the sixteen year old Mayhem Brayburn who, with his mother Roxy, returns to the family home in the seaside town of Santa Maria. Both since Mayhem as a child have lived in Texas with the girl’s stepfather, Lyle, an alcoholic and violent man. The straw that broke the camel’s back was when Mayhem was also hit by the man. The young girl does not remember her old house, nor her aunt even though her father died right there, in Santa Maria. It is in that almost magical place that Mayhem will find himself faced with many choices, with awareness and with the fact of girls who seem to disappear in the country.

What does it mean to be a Brayburn in your home country? What will you discover along your way and after your transfer? What will change in Mayhem’s life?

The plot is interesting and offers us the cues to fully understand this story. There are no spoilers and it is evident that it brings with it a hidden magic that is hidden behind the pages of this mysterious female volume.

The cover attracted me from the first moment the. Volume was proposed to me. It represents Mayhem on the rock that sees the distant horizon that awaits it, reporting a real volume scene. The title is the name of the protagonist even if at first glance I thought it meant something in a different language or that it was something special. I would never have thought of a name being unusual enough. I find the union title cover very intriguing and interesting.

It runs the year 1987, in a small American country called Santa Maria, a coastal country in California.

The characters of this story are different, all absolutely particular and mysterious starting from the protagonist Mayhem.

The main protagonist, Mayhem, is a strong girl, who has suffered a lot in life. She knows that her mother is fragile and although she is, she tries to mask everything by giving the strength she needs more than herself. She is a girl who sees beyond things and who has a fondness for water since she was a child. He is a mysterious, closed character in which I personally saw myself so much having a very similar character when facing difficult things.

Finally something in which I can mirror myself. Jason, Snow and Kidd are the children of Elle, Roxy’s sister and Mayhem’s aunt, they bring a different light to this story, each leaving a strong characteristic that distinguishes them

The central pivot of this story is Mayhem which despite being the emblem of this volume, takes us into his world seeing it with his own eyes. Eyes that have suffered and have seen painful things that nobody should ever live. A story certainly touching from this point of view, which bring us very close to the protagonist.

The style used by the author is simple, fluent and rather fluid so even if in the original language it can be read very quickly.

In the foreground, I feel I have to make statements about this book. As much as you can approach a book that reports, as stated, that you are a feminist, I think it is only a book with all female protagonists. That is, not because the characters that dominate in this story are women then it means that the novel is feminist.

Furthermore, the supernatural, even this as per slogan, is really overrated. There is a reference to vampires but they are mostly legends dictated by the town that linger in mystery for almost the entire volume – even if I didn’t believe it truthfully from the beginning. There is a strange aura in the country but it looks more like Mayhem than it really is.

As for the time, there are no real things that suggest that we are in that specific year or in those years. Perhaps only at the beginning the clothing of the two boys but nothing more then the year seems to be only of mere outline, nothing more, thus adapting also to the present day. I would certainly have preferred it to be more incisive.

Despite this, the reading is certainly interesting and original, very different from the usual and, if I have to be honest, it took.

The book was certainly well written, which intrigued me starting from the plot with a passion but, if you are looking for a book with action, forget it. Mayhem is very thoughtful and moves calmly, on tiptoe. I recommend reading.

Estelle Laure writes a feminine story full of mystery and character. A hard, exciting and impactful story. A book to read.

The rating for this book: 4 stars.

Thanks to the publisher for the copy

Vuoi acquistare Mayhem e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Mayhem: A Novel (English Edition)  o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!

Cosa ne pensate di questo nuovo capitolo di quest’autore? Che ne pensate? Fatemi sapere, che io vi aspetto come sempre!

A presto,
Sara©

 

2 thoughts on “PREVIEW REVIEW // RECENSIONE IN ANTEPRIMA #418 – MAYHEM DI ESTELLE LAURE.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.