SEGNALAZIONE #157 – MELOGRANO DI GAETANO BENEDETTO MUNGARI.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccoci qui con una nuova segnalazione per voi. Spero che, come sempre possa piacervi. Vi lascio qui sotto, tutti i dati di questo libro:

Melograno eBook: Mungari, Gaetano B.: Amazon.it: Kindle StoreAutore: Gaetano Benedetto Mungari
Titolo: Melograno
Genere: mainstream, young adult
Ambientazione: giorni nostri, città italiana indefinita

Il romanzo “Melograno” offre ai lettori una storia contemporanea, incentrata nel mondo degli adolescenti – fatto di sentimenti forti come l’amore e l’amore/odio nei riguardi dei genitori o di un ragazzo/a, come anche di forti pulsioni quali le gare sportive, le scazzottate tra ragazzi e le prime potenti pulsioni sessuali – attraverso la quale s’intrecciano temi di rilevante attualità e, a mio avviso, meritori di stimolare riflessioni profonde nei lettori.

Ma anche un sano dibattito pubblico, ed è per questo che questa opera può diventare la sceneggiatura di un film avvincente. Un primo tema, potente, è l’esistenza di una particolare manifestazione del destino umano, comune a tutti: la potenza e prepotenza del rapporto con i genitori nel segnare e condizionare in modo ineluttabile la vita di ciascuno. Perché i traumi della vita dei padri e delle madri si trasformano nei condizionamenti, consci o inconsci, della vita dei figli. E non solo in senso negativo, come accade a Gianni, condannato a una vita misera in un quartiere malfamato e senza speranze, o a Barbara e Luisa, marchiate a fuoco dai fallimenti
delle storie d’amore delle rispettive madri o ad Andrea, vittima inconsapevole dell’angoscia covata in segreto dai propri genitori e provocata dall’inganno di essere stati i responsabili dell’ aborto del figlio di un ex fidanzata , ma anche in senso positivo, come accade a Paolo, orfano di madre, che grazie all’amore, la comprensione e la presenza positiva e costante del padre riesce a esprimere al massimo il suo potenziale
intellettivo e superare così le difficoltà ad avere una vita sociale normale a causa della bruttezza del suo aspetto fisico. Questi ragazzi e ragazze sono i protagonisti e gli eroi di questa storia perché capaci di trovare la forza e coraggiosi nel ribellarsi e decidere a modo loro di combattere contro gli ostacoli costituiti dai condizionamenti che li opprimono.

Questo eroismo s’interseca saldamente con un altro tema rilevante: a dispetto di quella che è l’opinione più diffusa nel pubblico, e cioè che a sedici anni i ragazzi vadano guidati e protetti perché ancora incapaci di prendere il proprio destino nelle proprie mani, quest’opera illumina una prospettiva diversa. E cioè che quella dei sedici anni è l’età in cui la persona è in grado di decidere cosa fare della propria vita, perché in quell’età e solo in quell’età accade un miracolo: l’energia fisica, mentale ed emotiva raggiunge il suo
culmine. E non solo nella vita privata, nel rapporto con famiglia e amici, ma anche oltre, anche nella dimensione più ampia della vita politica. Sì, perché, altro tema e prospettiva indicata dal romanzo, gli adolescenti sono pienamente capaci di incidere profondamente nell’azione politica, solo che né lo sanno né sanno come fare. 

Per questo, altro importante tema del romanzo, occorre un altro tipo di scuola, che renda i ragazzi informati e consapevoli dell’unico strumento che mette i singoli nelle condizioni di fare politica con le loro mani: fare vita associata in gruppi che la Costituzione chiama partiti. Con questa consapevolezza e con la consapevolezza della propria forza, gli adolescenti sono in grado di decidere quale sia la società in cui vogliono vivere da adulti, e di prodigarsi per realizzarla.
In questo senso, in un mondo in piena decadenza di valori e di punti di riferimento, i sedicenni, ovvero in senso lato i giovani, sono la nostra ultima speranza.

TRAMA: Sedici anni. L’età in cui un’energia inarrestabile scorre impetuosa come le cascate del Niagara. Nelle vene, nelle gambe, nella testa, nel cuore. Simile alla lava ruggente di un vulcano, che non riesce a esplodere e a mostrare al mondo la sua bellezza e la sua potenza terrificante, per via di un misterioso tappo che tiene chiuso il cratere. È questo il filo sottile che lega la dolce sensibilità e l’intelligenza intuitiva di Andrea, ammutolita da una figura paterna opprimente, la genialità di Paolo, oppressa dentro un corpo brutto e insignificante, il coraggio e il carisma di Gianni, sovrastati dal destino infame di essere nato e vissuto nel posto sbagliato, la bellezza e la sensualità senza limiti di Luisa e Barbara, torturate, avvelenate e schiacciate da un macigno pesantissimo: le vite fallimentari delle rispettive madri. Sono loro i protagonisti di questo romanzo apparentemente adolescenziale: sedicenni simili a bellissimi e splendenti chicchi di melograno, che non riescono a sprigionare e deliziare il mondo del loro meraviglioso succo rubino a causa di un’opprimente barriera trasparente. Ma cosa accadrebbe se uno spillo misterioso bucasse quella sottile, trasparente e invisibile pellicina? Che cosa se la cronica incoscienza degli adolescenti fosse per miracolo spazzata via dalla consapevolezza della propria forza? Tutto inizia in un normale sabato sera, nella pista da ballo di una discoteca, sotto i decibel martellanti di una musica house tribale…


Cosa ne pensate? Pensate possa piacervi? Fatemi sapere, mi raccomando. 

A presto,

Sara ©

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.