RECENSIONE #376 – IMPARA A VOLARE DI ERIN ENTRADA KELLY

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Siete pronti per una nuova e stuzzicante recensione solo per voi? Oggi sono qui per parlarvi di un libro per ragazzi davvero molto carino, che spero decidiate di prendere in considerazione per regalarlo ai più piccoli come per lettura leggera e sfiziosa per gli adulti. Ringrazio la Rizzoli per avermi permesso la lettura. Ecco a voi di cosa sto parlando:

41rbfy2b-nklTitolo: Impara a volare
Autore: Erin Entrads Kelly
Pagine: 240
Prezzo: € 17,00
Link d’acquisto: https://amzn.to/2P5tHzV

Trama: A dodici anni, Apple Yengko crede che tutti abbiano almeno tre Fatti Interessanti che li riguardano. Peccato che siano proprio i suoi FI a farne una reietta nella scuola media di Chapel Spring. Quando viene inserita nell’elenco delle ragazze più brutte della scuola, la sua vita cade a pezzi e l’unica via d’uscita diventa la musica. Apple è filippina e fare i conti con le proprie origini non è semplice. Le sembra che sua madre viva su un altro pianeta: non vuole sentir parlare di comprarle una chitarra, continua a ripeterle che è viziata come le americane… Ma nella sua lotta per diventare sé stessa, c’è chi forse può aiutarla. Un insegnante, a volte, e qualche amico non proprio popolare come lei. Perché è da quel sentirsi diversi ma uniti che spesso si trova il proprio posto nel mondo.

RECENSIONE

brown guitarLa storia ha inizio a Chapel Spring dove Apple Yengko ama la musica e vorrebbe imparare a suonare la chitarra come i suoi idoli preferiti. Sua madre non vuole saperne di comprarle lo strumento perchè non lo reputa necessario. Come se non bastasse, Apple finisce nella Lista Canina della scuola, ovvero la lista delle ragazze più brutte e per questo viene derisa e denigrata dalle sue stesse amiche, giorno dopo giorno. Ma il sogno di Apple è grande e forte, anche se la Lista Canina fa male.

Riuscirà Apple ad inseguire il suo sogno e, a suonare finalmente la sua chitarra? Si renderà conti di chi sono i veri amici e da chi, invece, tenersi alla larga?

Le avevo detto che era fortunata. Era nuova, perciò poteva essere chi voleva. Poteva reinventarsi completamente. Dopodiché era stata zitta per un po’. Avevo aspettato, sperando mi dicesse che anch’io ero troppo carina per la Lista Canina, ma non lo aveva fatto.

Risultato immagini per blackbird fly erin entrada kellyLa trama è dolce e mette sicuramente curiosità nel leggere il libro, forse anche più del volume precedente dell’autrice. Una trama che non spoilera ma lascia presagire ciò che effettivamente troveremo in questo libro.

La copertina italiana è davvero molto carina ed in linea esattamente come lo è quella originale che vedete qui di lato. L’originale è sicuramente più colorata e sembra quasi che il libro si concentri molto sulla musica e sul lato musicale ma non è propriamente così. A differenza di questo, notiamo l’ambiente scolastico – che nella storia è decisamente influente – rispetto a quella italiana in cui non c’è. Il titolo originale riprende il testo di una delle canzoni dei Beatles Blackbird Fly ed è la preferita della protagonista di questa storia. In italiano abbiamo cambiato totalmente e il titolo si è trasformato in Impara a volare in cui un riferimento al volo dell’originale c’è ed anche a ciò che avviene con la protagonista in fin dei conti.

L’ambientazione è Chapel Spring in Luisiana e l’epoca sembra essere piuttosto moderna anche se non è specificato ne indicato. Si mantiene sul vago ma è comunque una storia contemporanea.

Ho pensato al nome di mio padre scritto con il pennarello nero su Abbey Road. Quando scrivi il tuo nome su qualcosa, significa che è molto importante per te, quindi dev’essere stato uno dei suoi beni più preziosi.

women's white and multicolored v-neck t-shirtI personaggi di questa storia non sono molti e preferisco assolutamente concentrarmi sulla protagonista e narratrice di questa storia, una piccola ragazza che cerca di combattere con le unghie e con i denti per essere qualcuno di diverso da ciò che vogliono farla sembrare.

Apple Yengko, il cui vero nome è Analyn è una ragazzina semplice e dolce che ama la musica e vorrebbe imparare a suonare la chitarra, il suo strumento preferito. E’ una ragazzina che va bene a scuola e non ha mai creato alcun tipo di disturbi o di problemi. Eppure, quando finisce sulla Lista Canina, tutti cominciano a deriderla e comincia, per lei, un lungo cammino che la porta a valutare veramente le persone e gli amici che la circondano. Un personaggio che potrebbe essere una ragazzina qualsiasi di una qualunque scuola del mondo.

«Mi  chiamo Analyn Yengko» ha detto la ragazza nello specchio. Ho raccolto i capelli in una coda come quella di Gretchen. Analyn Yengko: popolare e divertente. Analyn Yengko: la ragazza più carina della scuola. Analyn Yengko: un sacco di amici e ragazzi. Analyn Yengko: non mangia cani per cena. «Addio, Apple» ho detto. Buongiorno, Analyn. Ma a che cosa serve un nuovo nome quando tutti sanno già chi sei? Ero Apple Yengko e niente di cui sopra. Lo sapevano tutti, me compresa.

Il perno centrale di questa storia sembra dividersi in due. Sia il fatto che Analyn voglia suonare uno strumento musicale come la chitarra e voglia diventare come i suoi idoli, sia il bullismo scolastico che la colpisce ogni giorno a scuola, anche da quelle che lei reputa le sue stesse amiche.

Lo stile utilizzato dall’autrice è piuttosto fluido, diretto e semplice. La storia che ci trasmette è ricca di valori e copre un tema sicuramente interessante narrato in prima persona dalla piccola Analyn.

Oltre al vero e proprio bullismo, c’è anche del razzismo in questo volume – molto sottile, ma c’è. Infatti la giovane protagonista era spesso denigrata perchè filippina e quindi siccome con gli occhi a mandorla, era certo che fosse una “mangia cani”.

La storia prende due canali diversi, quello della musica e quello del bullismo e li converge in un’unica storia. Laddove inizialmente il problema fondamentale di Apple sembra essere quello della musica e di avere uno strumento proprio da suonare e trovare il modo per farlo, si somma il fatto della Lista Canina. Le due cose sembrano prendere due pieghe totalmente differenti all’interno della storia perchè non sono riuscita a trovare molta convergenza sul fatto di trovare soldi per una chitarra e quello che succede a scuola. Ok, la storia può benissimo rappresentare ciò che accade o può cadere ad un adolescente o ad un ragazzino medio che va a scuola e tutto il resto ma, nel finale sono rimasta totalmente insoddisfatta del tutto e di come è stato gestito. E questo non ha fatto altro che avvalorare la tesi. L’autrice ha voluto utilizzare due espedienti differenti ed unirli senza trovare un vero e proprio sbocco se non quello della crescita personale della protagonista che, si è importante (e non ho nulla da dire su questo), ma lasciano a bocca asciutta il lettore. Forse per un lettore più giovane questo arriva sicuramente in maniera migliore ma trovo che sia stata in qualche modo sviluppata male. Ho letto decine e decine di libri per ragazzi che trattano l’argomento e questa mi ha lasciato in qualche modo a bocca asciutta, senza riuscire ad essere completamente soddisfatta. Come se manca qualcosa, avete presente?

La storia a livello di racconto e di protagonisti è sicuramente stata migliore della precedente, però non sono riuscita proprio a trovare un legame solido fra me e la lettura in questione, nonostante anche io abbia sofferto ai tempi delle scuole, dei stessi problemi di Apple. Una storia che consiglio perlopiù ad un pubblico giovane.

«C’è una sola differenza tra come affronti i cretini tu e come lo faccio io, e non c’entra niente con il fatto che io sono un maschio e tu una femmina o che siamo tipi strambi». «E quale sarebbe?» ho chiesto. «Io non sto ad ascoltare quello che dicono, perchè so che tutto ciò che pensano di me è sbagliato». ha detto. «Tu, invece, credi che loro abbiano ragione». E’ stata l’ultima cosa che ha detto prima che ci separassimo per andare in classe.

Il libro è semplice, che racconta una piccola parte della vita della piccola protagonista che può essere simile a quella di ognuno di noi. Un libro che consiglio sopratutto a giovani lettori.

Erin Entrada Kelly scrive una storia dolce, che ci porta tra i banchi di scuola, tra bulletti e ragazzine con sogni nel cassetto che aspettano solo di essere realizzati. Una storia leggera, per i giovani lettori di oggi che spero possano prendere in considerazione.

Il mio voto per questo libro è di: 3 balene e mezzo.

tre e mezzo

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

Vuoi acquistare Impara a volare e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Impara a volare o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!

Che ne pensate allora? Pensate possa fare per voi? Io, nel frattempo, vi aspetto!

A presto,

Sara ©

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.