RECENSIONE #362 – I KILL GIANTS DI JOE KELLY E KEN NIIMURA.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Il giorno della befana mi sono chiusa con due letture ed ho terminato questa, che era davvero tantissimo che volevo leggerla ed un’altra lettura. Dopo aver visto il film di questa storia ero ancora più curiosa di vedere il fumetto e come è stato partorito dalle due menti degli autori. In effetti, il film è stato molto all’altezza del fumetto, non c’è che dire. Sono rimasta colpita dal fatto che mi sono ritrovata su tutta la linea e non posso che parlarvi finalmente di questo volume. Ecco a voi:

i-kill-giants-titan-edition-0-670x1006-1

Titolo: I Kill Giants

Autori: Joe Kelly, Ken Niimura
Colore o B/N: Bianco e nero
Data di pubblicazione: 25/02/2014
Pagine: 200

Link d’acquisto: https://amzn.to/2Na3D5K

Trama: Il mondo si è spaccato in due e solo una bambina straordinariamente fragile e caparbia può impedirgli di spezzarsi definitivamente. Barbara Thorson fa la quinta elementare, ama il fantasy e i giochi di ruolo, non ha molti amici e ha un segreto. È la custode del martello incantato Coveleski, il distruttore di giganti. Barbara dorme in cantina, perché al primo piano di casa sua si nasconde un orrore tanto terrificante che lei non osa salire quelle scale. È una ragazzina con troppa immaginazione, o sa qualcosa che noi ignoriamo? In una storia fatta di personaggi toccanti e veri, Joe Kelly, come solo i narratori di talento cristallino sanno fare, tinge la quotidianità di fantastico, regalando al lettore una lunga storia sospesa tra due mondi e allo stesso tempo sull’orlo di un baratro fatto di disperazione e incertezza nel domani. 

RECENSIONE

La storia ci mostra Barbara Thorson, una ragazzina che fa la quinta elementare, che ama il fantasy e i giochi di ruolo. Barbara è intenta nella creazione della sua arma più potente, il suo martello incantato chiamato Coveleski, come un famoso giocatore di baseball. Barbara ama indossare buffe orecchie da coniglio e vede strani simboli che potrebbero essere una minaccia imminente che tutti sottovalutano. Ebbene si, Barbara Thorson è una ragazzina irriverente e sfrontata, non ha grandi amici ma con la sua arma può fare grandi cose: lei uccide i giganti.  Quello che Barbara non riesce a comprendere è che dietro quei giganti si nasconde qualcosa che ha paura di affrontare. 

Qual è la paura più grande di Barbara? Cosa nasconde dietro quella scorza da dura? Riuscirà Barbara ha sconfiggere i giganti che si annidano dentro di lei?

Immagine correlata

Risultati immagini per i kill giants bookLa trama della storia è particolare e già da queste poche righe si lascia presagire molto più di quanto la storia nasconda. Personalmente avrei mantenuto molto più mistero ma ci sta il fatto che qualcosa – presa molto alla larga – venga spiegata. Se devo essere sincera ho visto il film tempo fa spinta da una vera e propria curiosità verso questa storia e, dopo aver saputo che questa veniva da un fumetto, curiosa ho voluto leggerlo. Non me ne pento neanche per un momento. Il film è ben fatto, anzi, spiega in alcune cose molto più di quanto faccia il volume.

La copertina è stupenda, sono felice che è stata riadattata in questa maniera. La versione originale, che vedete qui di lato non mi fa particolarmente impazzire, invece la versione utilizzata dalla Bao è semplicemente meravigliosa; oltretutto illustra un’azione del libro molto importante per la nostra protagonista. Il titolo è stato lasciato così come l’originale e sono davvero soddisfatta della scelta. Sinceramente una soluzione tipo: Uccido Giganti non avrebbe reso minimamente, quindi meglio così.

L’ambientazione è una piccola cittadina non propriamente specificata se non erro. Potrei però aver detto una sciocchezza e perdonatemi in questo caso ma nel frattempo sto leggendo anche altri volumi. Perdonatemi! L’epoca è sicuramente moderna.

Risultati immagini per I Kill Giants Autori: Joe Kelly, Ken Niimura

I personaggi di questa storia non sono tantissimi ed una parte importante di questa storia la svolge proprio Barbara, la protagonista di questo volume. Lato importante lo svolge la Counselor scolastica che si accorge che qualcosa non va e decide di farsi avanti per aiutare la piccola Barbara.

Barbara Thorson uccide i giganti. Nel suo paese la minaccia sembra essere sempre più vicina e lei ha deciso di tendere delle trappole e di utilizzare, in caso di necessità la sua arma migliore: Coveleski, un martello incantato. Barbara è una ragazzina tosta e impertinente, non ha paura della bulla a scuola e risponde male ai professori. Tiene testa a sua sorella e non ha tanti amici appunto perchè viene reputata strana. L’unica amica che riesce a farsi è una ragazzina che si trasferisce da poco vicino a Barbara e si accorge che la stranezza dei giganti diventa sempre più grande. I giganti esistono veramente o è solo una sua fantasia? Quale motivo spinge Barbara a sconfiggere i giganti? C’è qualcosa  che chi la circonda non sa?

Immagine correlata

Il perno centrale di questa storia sta tutta nei giganti. Questi, infatti, oltre ad essere un vero e proprio monito per la giovane protagonista che si impegna nel cercare di volerli uccidere a tutti i costi, sono una vera e propria metafora della vita e come le cose negative possano essere reinterpretate e viste sotto una chiave magica e particolare.

Lo stile utilizzato è semplice, come per quanto riguarda la grafica. In bianco e nero, questo libro ci trascina in una storia dall’impatto emotivo davvero forte. I disegni sono particolari e sicuramente originali, come è la storia stessa d’altro canto. Ho trovato una somiglianza, fra il tipo di storia che viene narrata in questo volume e quella di Sette minuti dopo la mezzanotte. Avendo anche in quel caso, visto solo il film ho trovato una somiglianza fra i Giganti di questo volume e l’Albero che invece troviamo con Patrick Ness.

Ciò che Barbara cerca di sconfiggere non sono solo i giganti ma una verità che nasconde persino a se stessa. Non vi rivelerò di cosa si tratta ne di come si evolverà questa storia se non che il tema trattato è assolutamente ben strutturato e la lettura è piacevole e scorrevole.

Avrei soltanto preferito vedere la spiegazione di Coveleski che invece riusciamo a vedere dal film. Su questo volume è davvero molto più dispersivo e se non ci si fa davvero caso non si riesce a comprendere il vero significato attribuito al nome e a tutto ciò che riguarda i giganti in sé. Una storia toccante, che mi sento davvero di consigliare sia ai piccoli come ai più grandi.

Immagine correlata

Il libro è veramente unico e prezioso, una storia che si dovrebbe sicuramente leggere e apprezzare. Spero che venga preso in considerazione anche la visione del film perchè la storia merita davvero molto e posso dirvi che il film non delude sicuramente le aspettative.

Joe Kelly e Ken Niimura sono riusciti con questa storia ha creare un connubio ed un’armonia perfetta fra disegni e storia. Uno volume originale, denso di emozioni ed assolutamente significativo. Una storia da non perdere.

Il mio voto per questo libro è di: 4 balene e mezzo.

quattro e mezzo


Vuoi acquistare I kill giants e sostenere il Blog? Acquista da Qui: I kill giants. Titan edition o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!

Che ne pensate allora? Pensate possa fare per voi? Io, nel frattempo, vi aspetto!
A presto,

Sara ©

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.