RECENSIONE #282 – COME QUESTA PIETRA DI ALESSANDRO SANNA.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccomi qui con una nuova recensione che spero possa catturarvi e farvi innamorare. Questa è una silent graphic novel, ovvero che non ci sono dialoghi ma solo ed esclusivamente immagini, edita Rizzoli, che ringrazio vivamente per la lettura. E’ un bel mattoncino devo ammetterlo, ma ne vale la pena di sicuro, potete scommetterci. Ecco qui che ve lo presento:

d72edd4a7cfb4ffd35fc3ecbe02e46f7Autore: Alessandro Sanna
TitoloCome questa pietra – Il libro di tutte le guerre.
Pagine: 184
Prezzo: € 32,00 
Dai 10 anni
Un’opera straordinaria con illustrazioni di forte impatto che descrivono perfettamente l’animo umano e i suoi conflitti
Link d’acquisto: https://amzn.to/2WUN4xj

Trama: La storia dell’uomo raccontata attraverso la sua massima espressione di ferocia e distruzione ma anche, e soprattutto, di vitalità e cambiamento: il conflitto. Un illustrato unico e ambizioso, in grande formato, in cui l’artista diventa autore di un pirotecnico e simbolico viaggio nell’animo umano, nella sua natura e nelle sue estreme manifestazioni regalando al lettore un’escalation di colori ed emozioni che raramente trovano spazio tra le pagine di un solo libro.

RECENSIONE

davLa storia che traspare da questo libro una volta che si comincia a sfogliare il volume, seppur sembri particolarmente tetro e misterioso è STORIA. La storia dell’uomo raccontata attraverso delle immagini che colpiscono l’animo e che fanno riflettere su tutto ciò che l’uomo era, è e difficilmente non sarà.

Una storia che ci consente di viaggiare lungo un percorso lungo e difficile e ci ricorda quanto l’uomo, incline al conflitto, non impara mai dagli errori già commessi in precedenza. Una storia intensa.

Così come la trama intensa e sicuramente particolare, a colpirmi è stata proprio la copertina. Questa è davvero spettacolare. Personalmente è stata proprio questa a catturarmi quando ho visto il libro per la prima volta e devo dire che rappresenta la storia completamente: la pietra, centro della storia nel corso del tempo e nella storia, si evolve e si modifica come l’uomo ma continua ad essere il simbolo del conflitto. 

Il titolo racchiude la storia e non credo ci siano molte cose da dire su questo se non che questo libro è tutto da sfogliare e da scoprire.

L’ambientazione è il mondo, e l’autore abbraccia le epoche prendendo i punti salienti e dei conflitti più grandi al mondo, abbracciando dall’uomo primitivo, fino al giorno d’oggi.

dav

I personaggi non sono presenti in questa storia. Non ci sono dei nomi o delle persone ricorrenti ma direi che un “personaggio” – se così vogliamo chiamarlo – che sicuramente colpisce in questa storia ed è la pietra. La pietra da inizio a tutto, rotola e si trasforma, muta e diventa, fin dal primo uomo sul pianeta il simbolo del conflitto. Sin dai primi due uomini che in questa storia si contendono quest’oggetto, viene a crearsi il litigio. Il bello della pietra sta proprio qui perchè, mentre prosegue il litigio, l’uomo sembra semplicemente dimenticare il motivo per cui il litigio è cominciato. Infatti questa pietra nasce come il pretesto e la contesa ma a nessuno effettivamente interessa della pietra. A nessuno serve, eppure c’è al solo scopo di essere utilizzata come scusa per tutto quello che verrà dopo.

Il perno centrale è l’uomo protagonista delle brutalità del mondo, la pietra simbolo e il conflitto che continua ad imperversare ancora oggi in tanti paesi dell’est. E’ una storia dura ma reale, vera.

dav

La grafica utilizzata è da un lato minimalista e dall’altra incredibile. Con lo scorrere delle pagine si riesce anche a percepire il cambiamento dell’uomo lungo gli anni. Non solo attraverso le epoche ma proprio nella struttura fisica dei personaggi stessi. I primi uomini appaiono quasi come piccoli omini stilizzati e il disegno lungo il corso della storia si evolve e possiamo vedere i primi guerrieri, le rivoluzioni fino ad arrivare alla prima e seconda guerra mondiale. Ho trovato solo tutto molto tetro e cupo specialmente nelle prime tavole e la cosa rattrista molto. Quando le tavole cominciano a prendere vita però tutto cambia ed è sempre più bello, pagina dopo pagina.

Suddiviso in cinque sezioni, L’uomo, Il fuoco, Il mare, Il cielo fino ad arrivare all’ultima parte, ovvero L’infinito, Come questa pietra esplora varie epoche e suddivide tutto in queste sezioni che ricordano sia le varie epoche che la pietra simbolo si trova ad affrontare ma che anche l’uomo stesso ha affrontato. Emozionanti le tavole legate al mare, che io sento un po’ come il mio elemento e che ho trovato favolose e quelle dell’infinito che riassumono la storia più recenti. Le ultime pagine sono quelle che colpiscono più di tutte, ancora ora dopo una settimana che l’ho letto non riesco a dimenticare lo sguardo del bambino che guarda verso l’infinito e speranza di una vita migliore. Unico, bellissimo.

Sinceramente – e questo devo ammetterlo – quando ho letto di questo libro non mi aspettavo, al momento in cui sono andata a sfogliarlo, di trovarmi in assenza completa di dialoghi, e scrittura. In un primo momento mi sono domandata: “Ed ora?”. Nonostante questo, mi sono appassionata subito e, oltre che una sfida, è stata una vera e propria scoperta. Sono davvero felice di aver avuto la possibilità di leggere questo libro perchè oltre che una Silent Graphic Novel è pura arte. L’autore mi ha permesso di scoprire una vera e nuova forma di arte che intendo ancora esplorare. E’ magnifico quanto delle immagini parlino più delle parole e quanto possano emozionare e attorcigliare lo stomaco

Il libro è significativo, ricco di storia e di emozioni tristi e di consapevolezze. L’uomo ha sempre avuto la tendenza verso l’autodistruzione e, la maggior parte delle volte, come ci ricorda anche Sanna in questo libro, si dimentica persino del motivo per cui il conflitto ha avuto inizio.

Alessandro Sanna è artista bravissimo. Le sue tavole catturano ed entrano nel cuore del lettore in silenzio. E senza dire nulla, riesce a comunicare tantissimo. E’ difficile persino esprimere a parole la bellezza della sua opera. Consigliatissimo.

Il mio voto per questo libro è di: 4 Balene e mezzo.

quattro e mezzo

Si ringrazia la casa editrice per la copia omaggio

Vuoi acquistare Come questa pietra. Il libro di tutte le guerre e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Come questa pietra. Il libro di tutte le guerre  o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate? Lo leggerete? Io spero possiate dargli una possibilità.

A presto,

Sara ©

 

2 thoughts on “RECENSIONE #282 – COME QUESTA PIETRA DI ALESSANDRO SANNA.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.