BOOK TAG: PAROLE INTRADUCIBILI.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

E’ davvero tanto tempo che non facevo un Book Tag e ne ho trovato uno davvero carinissimo a cui sono davvero felice di partecipare. QUI il post da cui l’ho trovato ed ecco anche il POST ORIGINALEdove potrete trovare tutti i dettagli e partecipare anche voi. Potrete seguire anche da qui se volete ma non dimenticatevi di citare il post originale che è chi l’ha creato. Ecco qui che lo faccio subito:

Book Tag Parole Intraducibili

  • Luftmensch: Un personaggio con la testa perennemente nelle nuvole, che vive in una realtà da sogno e che è quindi un po’ impacciata quando si tratta di concretezza.

Il primo personaggio a cui ho pensato è stato Arthur Less di Less scritto da Andrew Sean Greer. E’ un uomo di mezza età in crisi con se stesso e con il mondo che continua a vivere perennemente fra le nuvole pur di non affrontare le conseguenze della sua vita o ciò che lo circonda. Una storia semplice ma molto realistica.

  • Shlimazl: Un personaggio cronicamente sfortunato.

Molto difficile dire un personaggio cronicamente sfortunato. Posso dire un personaggio che secondo me è sfortunato nella condizione in cui si trova, ovvero il protagonista di Come fermare il tempo di Matt Haig che è depresso per via del fatto che vive da tantissime epoche e quindi si ritrova sfortunato nella sua condizione e non per il fatto che sia sfortunato nelle cose che gli capitano.

  • Retrouvailles: Un libro in cui si descrive la gioia di incontrare una persona amata dopo tanto tempo.

Mia nonna saluta e chiede scusa di Fredrick Backman. Ho adorato quel libro perchè mi ha fatto pensare molto a mia nonna e me la ricorderà sempre. E’ un libro incredibile, che tutti dovrebbero leggere. L’ho amato dalla prima all’ultima pagina.

  • Begadang: Un personaggio con cui vorresti rimanere sveglio tutta la notte a parlare.

Sicuramente con AIDAN della serie di Illuminae Files. E’ un intelligenza artificiale umanizzata ed è incredibile in ogni pagina. Resterei volentieri sveglia per giorni a parlare con lui. Sarebbe davvero incredibile, lo ammetto.

  • Yuan bei: Un libro che ti ha lasciato una sensazione di completa soddisfazione.

Ti aspetto da sempre di Ava Dellaria mi ha lasciato completamente soddisfatta in tutto e per tutto. Posso solo dirvi di leggere anche questo libro. Se siete curiosi di scoprirlo potete andare a cercare la recensione online sul mio blog. Dovrebbe essere qui da qualche parte – se cercate. 😀

  • Natsukashii: Un libro in cui si prova o che ti ha fatto provare nostalgia per il passato, venata di gioia per le belle emozioni provate, ma anche tristezza per i momenti che non tornano più.

La voce nascosta delle pietre di Chiara Parenti. Sarà che il libro mi ha riportato indietro a quando avevo 14, 15 anni, a quando ero innamorata del mio migliore amico. Sarà per questo ma mi ha regalato delle sensazioni bellissime e sono stata davvero felice di leggerlo.

  • Pihentagyú: Un personaggio brillante, capace di risolvere velocemente i problemi e che fa battute argute.

Sicuramente Erika Foster, la detective della serie di Robert Bryndza. Amo i suoi libri polizieschi e sono sicuramente da leggere. E’ intelligente, intuitiva e perspicace. Una vera detective, un personaggio unico e assolutamente credibile.

  • Won: Un personaggio che ha difficoltà nel rinunciare a un’illusione per guardare in faccia la realtà.

Sicuramente il piccolo Billy di Fish Boy come la piccola Stella ne Il fantastico viaggio di Stella. Due libri per ragazzi completamente diversi l’uno dall’altro ma che sono accomunati da questa cosa. Entrambi libri emozionanti che vi consiglio sicuramente.

  • Waldeinsamkeit: Un libro in cui si prova o che ti ha fatto sentire come quando si è soli in un bosco.

La donna nel buio di Alexandra Oliva. Un libro misterioso in cui la protagonista resta sola e continua a marciare per giorni nella solitudine, anche nei boschi perchè no. Un libro molto profondo, che mi ha catturato nonostante queste sensazioni. Stare soli in un bosco non sempre è un male. Pensate a quanti rumori e suoni si possono scoprire e la pace che si può respirare.

  • Backpfeifengesicht: Un personaggio con una faccia che deve essere proprio presa a pugni.

Cardan, de Il principe Crudele di Holly Black. Quello si che ha una faccia da schiaffi. Ma ce ne sono anche altri per cui mi è capitata la sensazione. Forse fin troppi. In genere è difficile che non ci sia un personaggio che non sopporto nelle letture anche se a volte è lieve in intensità. In genere non sopporto sopratutto quelli che credono di sapere tutto, proprio come quando guardavo i cartoni animati da piccola. Non ho mai sopportato personaggi come Bugs Bunny o Topolino. I classici personaggi che vincono facile o che sono saccenti li detesto da una vita.

  • Fernweh: Un libro che ti ha fatto provare nostalgia per un posto in cui non sei mai stato.

L’isola di Joya del libro La ragazza di stelle e inchiostro di K. M. Hargrave. Ho apprezzato molto l’isola e avrei voluto essere proprio lì. Ci sono comunque tanti posti in cui ho nostalgia di essere ma in cui non sono mai stata. Prendiamo Hogwarts. Chi non vorrebbe esserci andato almeno una volta?

  • Eleutheromania: Un libro che ti ha fatto provare il desiderio di sentirti libero.

Sicuramente Mosquitoland di David Arnold. Nonostante sia stato un libro particolarmente discusso io l’ho amato e ho apprezzato il viaggio della giovane Mim che su un autobus parte da Mosquitoland per andare a cercare sua madre. Una storia profonda e commovente. Da leggere.

  • Hygge: Un libro che ha creato un atmosfera rilassante, accogliente, intima e piacevole.

Mio fratello rincorre i dinosauri di Giacomo Mazzariol. Giacomo mi ha subito catapultato nella sua famiglia assieme a suo fratello. Non ci si stanca mai accanto al suo piccolo fratello.

  • Forelsket: Un libro in cui si descrive la sensazione che si prova la prima volta che ci si innamora.

Ho amato molto Noi, gli unici al mondo di S. Vivian e mi ha dato tante emozioni riguardo il primo amore. Però la sensazione che si prova la prima volta che ci si innamora non mi è capitato solo con questo libro ma anche con altri. Come ad esempio I nostri cuori chimici di K. Sutherland e Regalami una stella di Katie Khan.

  • Tartle: Un libro in cui subito dopo le presentazioni ti sei scordato i nomi dei personaggi.

Non mi sembra che mi sia mai capitato. Mi capita di confondere a volte i personaggi se è un libro particolarmente ricco di punti di vista, altrimenti no. Mai capitato.

  • Voorpret: Un libro per cui hai provato un’emozione sempre più crescente nell’attesa di leggerlo.

Per Tutta colpa delle meduse di Ali Benjamin. Era tantissimo che volevo acquistarlo e rimandavo sempre per via del poco tempo e dei tanti libri già da leggere. Quando l’ho acquistato ho resistito poco e sono davvero rimasta soddisfatta del mio acquisto. Uno dei libri più belli che io abbia letto.

  • Toska: Un libro che ti ha fatto provare una forte angoscia che affiorava senza apparente motivo.

I figli del male di Antonio Lanzetta mi ha messo angoscia, devo ammetterlo. Dopo aver letto il suo libro ho evitato deliberatamente i thriller per un periodo. Pensate quanto la lettura mi abbia angosciato. Non so il motivo preciso e ancora non riesco a spiegarmelo sinceramente.

  • Wanderlust: Un libro che ti ha fatto venire un profondo desiderio di viaggiare e fare nuove esperienze.

La saga delle Lorien Legacies. Visto che i personaggi si trovano sparsi in varie parti del mondo e sono costretti a spostarsi spesso, ti consente di visitare più luoghi e la cosa mi ha sempre affascinato. Se non avete mai sentito nominare quest saga, andate in libreria e cercate il primo volume: Sono il numero Quattro di Pittacus Lore. Li amerete. Li amerete tutti.


Cosa ne pensate? Vi va di rifarlo nei commenti o in un post? Dai che sono curiosa! Non fatevi pregare!

A presto,

Sara ©

2 thoughts on “BOOK TAG: PAROLE INTRADUCIBILI.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.