RECENSIONE #221 – SACRIFICE DI BARBARA BOLZAN.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI! 

Buon inizio settimana e…. finalmenteeeeeee! Ebbene si, perchè finalmente riesco a fare questa recensione. Mano a mano recupererò anche gli altri letti quest’estate al mare ma con eventi e quant’altro si sono accumulati e non sono riuscita a farla come si deve.
Ora si comincia e piano piano vi ariveranno tutte, non temete. Ecco qui il secondo volume della Rya Series, iniziato con Fracture (QUI recensione).
ALERT: Se volete leggere il primo volume della serie e ancora non l’avete fatto o se siete curiosi della serie, leggete la recensione del primo volume e saltate questa. Se siete temerari potete andare avanti.
Andate a scoprire i libri:

51gox20qrcl-_sx354_bo1204203200_Titolo: Sacrifice
Autore: Barbara Bolzan
Edito da: Delrai Edizioni
Prezzo: Cartaceo 16.50 
Uscita: 8 Maggio 2017
Link d’acquisto: https://amzn.to/2Q2KNN3

Trama: Non dimenticare mai chi sei, Rya. Ora che la strada intrapresa è incerta e il futuro altrettanto pieno di insidie, l’amore guida i suoi passi e la spinge a scelte difficili. Convinta di raggiungere Nemi, la principessa non può venir meno a se stessa e decide così di affrontare la dura realtà, la stessa che non ha mai davvero avuto il coraggio di guardare con i giusti occhi. L’Idrethia non è il luogo meraviglioso delle sue fantasie, è una prigione che inghiotte e getta nel fango, perché la vita fuori dal palazzo non è quella dei ricchi e dei potenti, ma di chi lotta per sopravvivere. Il secondo capitolo di una saga avvincente, Sacrifice è il romanzo che dà nuova linfa alle vicende di Rya, una donna contro un mondo sconosciuto, che combatte per la dignità e per i suoi sentimenti. Perché una Niva non demorde, una Niva non si arrende mai.

RECENSIONE

Immagine correlataLa storia ha inizio esattamente dove l’abbiamo lasciata con il volume precedente. Rya si trova da sola a dover affrontare il mondo, senza più nessuno che l’aiuti, senza Nemi che cerca disperatamente di ritrovare. Il palazzo dell’Idrethia e tutto ciò che lei ha sempre vissuto fanno sembrare il suo regno un bel posto ma è per le strade che Rya si rende conto di quanto questo sia solo una mera fantasia. I pochi soldi che aveva le vengono rubati e si trova costretta dapprima a lavorare in una bettola qualunque con un pagamento che le permetteva a malapena di starsene lì, poi viene a sapere di un posto dove si riescono a fare soldi facilmente e dove si riesce ad essere protette: il bordello d’élite di Mama. Lì incontrerà delle ragazze che la odieranno ed altre che la prenderanno a ben volere e diventerà la Forestiera.

Cosa succederà a Rya? Cosa succederà all’interno del bordello di Mama? Quali consapevolezze avrà la futura regina d’Idrethia? Riuscirà a ritrovare Nemi? Quali segreti le nasconde?

Era questo che succedeva, nel mondo reale. Il popolo imbrattava con la sua presenza le strade della dorata città. Noi passavamo a testa alta e sollevavamo appena le gonne per non insozzarci col fango. Passavamo senza vedere.

La trama è ben descritta e lascia solo presupporre tutto quello che la storia ci narrerà. Non ci sono particolari spiegazioni e lascia al lettore la voglia di prendere in mano il libro e goderselo dalla prima all’ultima pagina.

La copertina è molto carina e si intona molto bene alla precedente e alle successive. Mi piacerebbe sapere se i colori utilizzati sono casuali o se sono riferiti a qualcosa in particolare che aveva in mente l’autrice o se è puramente casuale e a scelta di chi ha gestito la grafica. Comunque molto bello e da l’idea del fatto che comunque dal fango e dalla strada, con Sacrificio sia riuscita a risalire e a tornare verso la luce. Il titolo è veramente giusto e appropriato per questo libro e per ciò che accade al suo interno. Sacrifice cela proprio il vero significato di questa storia e quanto tutto questo costi a Rya.

L’ambientazione stavolta è l’Idrethia, il regno di Blodric, re di Idrethie e marito di Rya. Le strade sono completamente diverse dalla vita a palazzo. La vita del popolo è povera e costernata di difficoltà, non come a palazzo che guarda dall’alto e se ne sta lì ad osservare senza fare niente.

Era questo che faceva Nemi, quindi. Non l’amore di Blodric nella nostra stanza profumata, non le notti che avevo trascorso tra le sue braccia a Temarin. Ma questo. Qualcosa di sporco, di rozzo, di doloroso e degradante.

Immagine correlataI personaggi di questa storia non saranno tantissimi ma quei pochi saranno prettamente incisivi per questa storia che si fa sempre più interessante sotto diversi punti di vista.

Rya è una donna ormai e si trova davanti a tante difficoltà che la vita le pone davanti. Si trova a dover sopravvivere di fronte alla fame, alla sete e a tutto quello che è di prima necessità. A Rya manca sua sorella e Nemi ma si rende conto che sua sorella Alsisia non capirebbe mai tutto quello che lei ha provato, non capirebbe cosa vuol dire. Rya si fa forza e va a stare in un bordello, si fa chiamare la Forestiera e ingegna diversi metodi per cercare di non finire a letto con nessuno.

Melina è una delle donne del bordello di Mama ed è l’unica che difende da subito Rya e la prende sotto la sua ala protettrice. Rya non capisce questo suo gesto, ne elemosina aiuto ma lei e Roxile glielo offrono. Quest’ultima, invece, è una piccola bambina che vive nel bordello di Mama. E’ fastidiosa e fa domande inopportune. Entrerà nella simpatia di Rya parecchio tempo dopo essere entrata nel bordello, tanto che si rende conto di volerla salvare. La bambina non è mai stata con un uomo ma non vuole che lei conosca solo quella realtà nella sua vita. 

«Non tutti gli uomini sono come quelli che vengono qui da Mama, però» aggiunsi. «E come sono?» «Buoni». 

Risultati immagini per caspianIl perno centrale di questa storia è il cambiamento di Rya. Il trovarsi nel fango, all’interno del popolo come tanti altri e non come una regina e capire finalmente cosa vuol dire non vivere nell’oro. Il titolo dice tutto in effetti e questa storia è proprio un sacrificio, sacrificarsi nella vita comprendendo quanto possa essere difficile vivere una vita meno agiata di quella che Rya ha sempre vissuto a palazzo, e di vivere invece come una persona qualunque.

Lo stile utilizzato è il medesimo del libro precedente, si contrastano le parti in corsivo a quelle normali ma, in più, ci sono delle parti in cui si incontrerà Niken o si conoscerà meglio Blodric che è rimasto sempre nell’ombra e non si riesce a comprendere.

Ho trovato interessante il fatto che fosse tutto incentrato esclusivamente sul fatto della crescita personale di Rya. In questa storia parte donna ma ancora quasi come una ragazzina e si ritrova a crescere e maturare in maniera particolare. Infatti tutto quello che le accade la colpisce fin nel profondo anche se sembra fatta d’acciaio e ne viene fuori qualcosa di semplicemente unico.

L’unica cosa che è stata calante rispetto al primo volume è stato il fatto che nel centro la storia sembra quasi assottigliarsi, quasi ad essere stata allungata forzatamente quando se la parte di Mama fosse durata meno tempo allungando altre cose, sopratutto nel finale, sarebbe andato leggermente meglio. Con questo non voglio dire che è stato pesante perchè ho trovato comunque la storia molto bella ma meno scorrevole della precedente, tutto qui. Solo una cosa non ho ben compreso ma spero sia chiara nel terzo volume visto che si trova nella parte finale e non voglio spoilerare nulla.

«Tu sei così strana Forestiera» (…) «Non ti lamenti mai?» Un tempo non facevo altro che lamentarmi. «E adesso?» Adesso agivo.

Il libro è un sequel davvero originale sopratutto per quanto riguarda lo sviluppo del personaggio principale che matura e cambia rendendosi conto della realtà delle cose ma sopratutto mettendo in discussione se stessa in tutto e per tutto. 

Barbara Bolzan si conferma come sempre un’autrice di grande talento. Una serie che amerete sempre di più. Non dimenticare mai chi sei, Rya, ma non dimenticare mai quanta strada hai compiuto e ancora hai da compiere. Un viaggio alla scoperta di se stessi, un percorso di maturità difficile e pericoloso, una storia da leggere.

Il mio voto per questo libro è di: 4 balene e mezzo.

quattro e mezzo


Vuoi acquistare Sacrifice e sostenere il Blog? Acquista da Qui:  Sacrifice   o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate? Fatemi sapere con un commentino se leggerete questo libro. Vi piace?

A presto,

Sara ©

6 thoughts on “RECENSIONE #221 – SACRIFICE DI BARBARA BOLZAN.

  1. La copertina è volutamente così. Rappresenta l’estate – che è la stagione in cui sti svolge il libro – e vuole trasmettere il senso di attesa di Rya durante il periodo che passa da Mama.
    Comunque sono contenta che ti sia piaciuto, è un libro difficile e non tutti riescono a comprenderlo. Il terzo lo amerai sicuramente!

    Piace a 1 persona

  2. Ciao Sara! Sono arrivata tardi, Ink mi ha preceduta (Ciao, Ink ;-)!)
    Sì, tutte le copertine sono state studiate a tavolino: volevo che ognuna potesse “rendere” l’atmosfera del volume, accompagnare il lettore all’interno delle pagine.
    Ti ringrazio per questa bella recensione! So che i temi trattati in Sacrifice non sono facili e che la crescita di Rya, per compiersi, passa attraverso prove… ehm… particolari. Ma sono felice che tu abbia apprezzato il volume, e ti confesso che, date le premesse, non vedo l’ora di conoscere il tuo parere su Deception ❤
    Grazie ancora, di cuore e, nel frattempo, buone letture!
    Un grosso, grosso abbraccio!

    Piace a 1 persona

    • Ciao Barbara!
      Ovviamente grazie a te per questa bella saga ☺ i temi non erano semplici ma è stato comunque molto bello.
      Si, non vedo l’ora di leggere il seguito 😉😉
      A presto,
      Sara

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.