SEGNALAZIONE #91 – QUATTRO, IL RISVEGLIO DI LUCA FARRU.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Ecco qui che vi porto una nuova segnalazione, stavolta un fantasy che spero vi catturerà. Presto arriverà la recensione anche per questo volume, non temete e abbiate pazienza ma sono una e in questo periodo ho il pienone di articoli da recuperare e libri da leggere! Ecco qui che intanto ve ne parlo:

Risultati immagini per QUATTRO IL RISVEGLIITitolo: Quattro, Il risveglio
Autore: Luca Farru
Pagine: 334
Editore: Auto pubblicato
Sinossi: Per cinquecento anni, il mondo sovrannaturale e quello degli esseri umani hanno vissuto in armonia. Il regno dei guardiani ha garantito stabilità e giustizia a tutte
le sue fazioni, ma l’equilibrio sembra d’un tratto interrompersi e le paure legate al passato riemergono impetuose. Le forze oscure sono riuscite a scalfire il più potente
incantesimo della storia del mondo magico, ed hanno come obiettivo ultimo, quello di risvegliare il loro padrone, Serafyn, per riprendere il suo piano diabolico da dov’é stato interrotto. Rose, Sybil, Matt e Cody sono quattro sconosciuti apparentemente ordinari, vivono le loro esistenze spensierati, in zone diverse del mondo e non hanno la minima idea di cosa sta per travolgerli. Scopriranno di essere legati indissolubilmente l’uno all’altra, in modo inquietante, e di essere gli ingranaggi fondamentali di un terribile destino comune dove l’oscurità é protagonista. In questa intensa avventura, non potranno fidarsi di nessuno, a volte nemmeno di loro stessi, e lotteranno insieme per
evitare che il mondo intero finisca nelle mani dei demoni. “Il Risveglio” racconta della prima parte del loro viaggio; li conosceremo, ci affezioneremo, incontreremo un sacco di
altri personaggi interessanti ed arriveremo in men che non si dica all’ultima pagina, con un colpo di scena che ci lascerà senza parole. Cosa ne sarà del loro futuro?

ESTRATTO

Singapore
Sybil era a casa di sua nonna; stava leggendo un libro molto interessante mentre sorseggiava una limonata fresca aromatizzata allo zenzero. Trascorreva tanto tempo con Adele, i suoi genitori erano sempre in viaggio per lavoro, e quindi, quella casa, era diventata per lei il punto di riferimento quando aveva nostalgia della sua famiglia. Quella sera aveva in programma di andare al cinema con le sue migliori amiche, c’era un film romantico in uscita che l’aveva catturata fin da quando vide il trailer per la prima volta. “Tesoro, ti preparo qualcosa per cena?” Chiese Adele “No nonna, non ti preoccupare. Esco con Amanda e Taylor, mangiamo un po’ di sushi prima di andare a vedere il film” “Sempre insieme voi ragazze, eh? Quand’è che mi fai conoscere un bravo giovanotto?” “Fosse semplice.. Mi sa che ti devi rassegnare nonna.. In giro con c’è nessuno che va bene per me” rispose Sybil scherzando. (CONTINUA…)

Milano
(…) Non era sicura che quello che vedeva fosse reale; adorava sentirsi così, tutte le preoccupazioni e le insicurezze scivolavano via e la testa diventava più leggera. “Rose, ti senti bene?” Chiese Bryan “Chi sei?” “Sei ancora strafatta, non è vero?” “Ah, sei tu! Lasciami in pace, guastafeste!” “Ora ti riporto a casa, non puoi farti vedere così!” Disse l’uomo tirandola su di peso “Ma ho bevuto solo un cocktail, vattene!” “Io ti amo piccola, ma questa storia deve finire; domani ti
porto in riabilitazione” Rose si aggrappo’ a lui e si incamminarono verso l’uscita; si
voltò verso le poltrone, la ragazza bionda era ancora lì, sembrava che la fissasse ma non riusciva a metterla a fuoco.

New York
Matt si era appisolato sul divano; erano giorni che cercava di concludere l’editing del libro, ma quell’ultima fase, era quasi più complicata di tutto ciò che aveva già fatto. Gli apparve in sogno una ragazza, era alta e bionda, aveva dei curiosi occhi dal colore indefinito che virava al viola, ed un vistoso ciondolo che le sbucava dalla camicetta. “E così tu sei uno di loro” “Parli con me? Chi sei?” Chiese Matt
“Non importa, devo andare ora” rispose la ragazza con un filo di voce (CONTINUA …)

Vancouver
(…) Ad un certo punto, i rami e le foglie lasciarono spazio ad un’ombra diversa; riuscì a distinguere l’immagine sfocata di una persona. Si inginocchiò per osservarla meglio, ma un bambino che giocava a pochi metri da lui, tirò un sasso e l’acqua si  Increspo’ cancellando ogni traccia. “Eccomi, scusa il ritardo” esordì Jason
Cody si voltò, fece un respiro profondo, ed iniziò a recitare il discorso che si era preparato.


Cosa ve ne pare? Spero che vi incuriosisca e che vi possa piacere. Voi potete lasciarmi le vostre opinioni, come sempre!

A presto,

Sara ©

2 thoughts on “SEGNALAZIONE #91 – QUATTRO, IL RISVEGLIO DI LUCA FARRU.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.