RECENSIONE #174 – TI ASPETTO DA SEMPRE DI AVA DELLAIRA

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE LETTRICI!

Eccomi qui, ancora una volta con una recensione librosa solo ed esclusivamente per voi! Un grazie grandissimo alla Sperling&Kupfer per avermi permesso di leggere questo splendido libro. Ve ne parlerò fra poco, non temete. Ecco qui:
424978882006HIG_1_227X349_exactTitolo: Ti aspetto da sempre
Autore: Ava Dellaira
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: Young Adult
Data di uscita: 6 marzo 2018
Link d’acquisto: https://amzn.to/2FsiTnV
Trama: Tutti siamo in cerca di qualcosa. Un amore, un nuovo inizio, un futuro. Angie, per esempio, è in cerca di risposte. Ha diciassette anni, ama la storia e le scienze (biologia, in particolare), la corsa, il formaggio alla piastra con i bordi bruciacchiati, il calcio, il caffè schiumato con il latte di soia, i dischi in vinile, la musica hip-hop sparata a palla nelle cuffie; ma tutto questo non le basta per dire chi è veramente. Vive sola con la madre nel New Mexico. Il padre non l’ha mai incontrato, ma sa di assomigliargli molto. E l’unica cosa che la madre riesce a raccontarle, senza affogare tra le lacrime, è che è morto prima che lei nascesse. Un giorno, però, in fondo a un cassetto nella camera di sua madre, Angie trova una fotografia che le fa pensare che finora tutta la sua vita possa essere stata una bugia. Così decide di partire alla volta di Los Angeles, con la speranza che cercare la verità sulle sue origini e sul padre possa aiutarla a capire meglio se stessa. Cosa ci sarà in fondo alla strada, Angie ancora non lo sa. Ma è determinata a scoprirlo.

RECENSIONE

Immagine correlata

La storia ha inizio un giorno qualunque, in una casa qualunque, in New Mexico, dove una diciassettenne di nome Angie che ama biologia, la corsa e la musica hip-hop, come tanto tanto altro, ma ha bisogno di sapere chi è veramente. Non riesce a decidere il suo futuro scolastico ne lavorativo ne riesce a dire che ama ad un ragazzo con cui si rincorre da una vita. Tutto perché lei ha una carnagione scura mentre sua madre è bianco latte e tutti gli ripetono sempre che probabilmente lei è stata adottata. Tutto perchè lei non ha mai conosciuto suo padre, che sua madre Marilyn dice morto, ma di cui non dice nulla più delle lacrime che ogni volta sgorgano prima di riuscire a parlare.

Marilyn da ragazza ha avuto un’adolescenza difficile e combattuta, sua madre voleva farla diventare una star del cinema ma lei non ci ha mai creduto perchè lei voleva solo andarsene lontano e scappare via. Quando però si trasferisce con sua madre a Los Angeles conosce un ragazzo, James, di cui si innamorerà e che le cambierà la vita completamente.

Cosa scoprirà Angie di così grande da farla scappare di casa assieme a Sam alla ricerca di suo padre? Cosa è successo negli anni in cui Marilyn ha conosciuto James? Cosa succederà a madre e figlia, messe di fronte alla dura realtà da affrontare e dalla quale non possono tirarsi indietro?

Adesso James la sta fissando in quel suo modo indecifrabile. Lei non aveva mai detto a nessuno delle sue foto immaginarie, e comincia a chiedersi se non avesse dovuto continuare a farlo. Ma poi lui sorride. Marilyn si rende conto che è la prima volta che le sorride davvero, mostrando i denti e tutto il resto, e probabilmente è una delle cose più belle che abbia mai visto. Tutto il suo viso si anima, ed è così luminoso da squarciare la foschia quasi la bruciasse. «Figo, quello che fai», le dice. «Ti ammiro». Marilyn è raggiante. «Se voi diventare bravo a fare qualcosa, l’unica soluzione è esercitarsi, fare pratica», continua lui. «Vero. (…) Quando ho cominciato io a scattare fotografie, è stato come rimettere insieme dei pezzetti di me».

La trama è molto pertinente e la trovo davvero molto buona e adatta a descrivere questo romanzo. Mi piace molto ed è quella che sicuramente mette curiosità.

Risultati immagini per in search of us ava dellairaLa copertina originale è quella che trovate qui di fianco ma ho potuto vedere che ce n’è una versione estera utilizzata, che è esattamente uguale a quella usata in Italia. Solo nei colori è leggermente più forte quella italiana mentre l’altra è più spenta. Comunque adoro la versione originale che vi ho lasciato qui. Non ha nulla di speciale eppure è davvero unica nel suo genere, non credete?

Il titolo è stato modificato totalmente. Noi abbiamo deciso di far diventare In search of us ovvero “In cerca di noi” in Ti aspetto da una vita. Carino ma, almeno secondo me, poteva essere semplicemente tradotto, no?

L’ambientazione di partenza è il New Mexico precisamente ad Albuquerque e si sposta fino a Los Angeles, nel quartiere di Hollywood dove si svolge quasi tutta la storia. L’epoca si sposta a seconda della protagonista con cui si verrà a contatto. Si passa da oggi con Angie a diciassette anni prima, con Marilyn sua madre.

Marilyn le rilegge, ancora e ancora; comincia a pensare alla bambina di sette anni seduta sulle ginocchia di sua madre, guarda se stessa in tv, con in mano un My Little Pony nuovo di zecca. (…) Pensa anche alla ragazzina di tredici anni che si era spaventata a morte quando aveva cominciato a crescerle il seno. Alla ragazzina che, per un periodo di tempo, aveva smesso di mangiare per vedere se si sarebbe appiattito di nuovo, scomparendo nel suo corpo. Alla ragazzina che non riusciva più a recitare le sue battute senza farsi prendere dal panico. Diventare un’altra persona non è una cosa che succede in un istante. No: i passi per reinventarsi sono lenti. Marilyn pensa alla migrazione verso ovest: chilometri interminabili da percorrere, un carro coperto come unico riparo. Ma se sopravvivevi, i freddi inverni dell’Est diventavano un ricordo lontano. E arrivavi da un’altra parte. Dove diventavi un’altra persona. Eppure. Ciò che la mente con il tempo lascia andare, il corpo se la ricorda. Sempre.

Immagine correlataI personaggi non sono tantissimi ma sono tutti essenziali all’interno di questa storia. Questo romanzo si basa su due protagoniste unite da parentela, con un passato che le unisce, la vita di Marilyn e quella di Angie. Personaggi sviluppati decisamente molto bene ma anche vagamente somiglianti, non a caso sono madre e figlia. Entrambe non sanno cosa le aspetta nel futuro e sono insicure.

Marilyn è una donna apparentemente forte che ha cresciuto sua figlia come meglio ha potuto e che ha avuto un adolescenza difficile, a tratti tormentata ma con un amore per James davvero unico. Quando lei è con James tutto è diverso, quando è con la sua famiglia si sente a casa e sente di appartenere a qualcosa, finalmente.

Angie è una ragazza che ha sempre amato Sam ma non è mai riuscito a dimostrarglielo, non  mai riuscita a dirgli che lo ama come vorrebbe. Si sente ancorata e non sa qual’è il futuro che l’attende. Quindi parte alla ricerca di se stessa, del suo passato e della verità.

La vede anche Sam; senz’altro, perchè accelera per raggiungerla. Sono ancora indietro di un paio di isolati, quando l’auto nera svolta a destra in una strada secondaria. Sam la segue, e percorrono una via piena di auto parcheggiate, buia e silenziosa, una strada come tante. Quanti, tra i sette miliardi di abitanti della Terra, hanno la testa annebbiata? Quanti hanno un desiderio struggente nel cuore? Quanti stanno inseguendo degli estranei? Quanti stanno cercando il loro padre? 

Risultati immagini per gif hollywoodIl perno centrale è la ricerca del suo passato da parte di una delle due protagoniste, Angie. Nel suo passato, inoltre, ricerca anche se stessa e spera che trovando suo padre o qualcosa che lo colleghi a lui, lei possa finalmente crescere, comprendere e cambiare.

Lo stile utilizzato è stato molto semplice e decisamente fluido sotto molti aspetti. La storia si divide su due livelli differenti e su due personaggi che sono estremamente connessi ma che hanno avuto una vita differente. La storia si divide tra Marilyn, di cui conosceremo il suo periodo felice, in cui ha scoperto l’amore e ha avuto sua figlia ed Angie, la quale non riesce a crescere perchè in cerca della verità su suo padre.

Una storia ricca di sentimenti e di emozioni completamente contrastanti. Una storia che vi farà innamorare, vi farà piangere e vi farà emozionare. Da un lato l’adolescenza tormentata di Marilyn che vive in una casa con un giocatore di poker incallito che si ubriaca ogni giorno e con sua madre che vuole farla diventare una star e la usa a suo piacimento, costringendola a lunghi digiuni e a estenuanti provini a cui non vorrebbe mai partecipare. Dall’altro lato Angie che è cresciuta senza un padre e trova una fotografia di sua madre e suo padre, e si mette in cerca del suo stesso passato e delle sue origini.

Clic. «Sembri pronta per spiccare il volo», le dice, sottovoce. E’ radiosa, sullo sfondo rosa del cielo della sera. «In certe sere che ho trascorso qui, ho provato esattamente quella sensazione…» Angie guarda la Città degli Angeli, e si ricorda della domanda che le aveva rivolto Sam: «Non credi che, se tuo padre fosse qui, cioè, se potesse parlare con te, ti direbbe che per amore ne vale la pena? Indipendentemente da quanto possa durare?» Si, pensa adesso. Le direbbe così. 

Il libro è stato davvero bello, molto più di quanto effettivamente mi aspettassi. E’ stata una scoperta davvero molto bella, che consiglio di sicuro ad ogni lettore che voglia intraprendere una lettura non troppo impegnativa ma piena di significato, che sappia emozionare sotto ogni sua forma.

Ava Dellaira scrive una storia con valori importanti. Una storia famigliare, di rinascita e di scoperta del proprio passato, delle proprie origini ma anche della scoperta di se stessi. Perchè sulla Terra ci sono miliardi di persone ma a volte l’unica che rincorriamo per tutta la vita è quasi sempre quella che ha iniziato la corsa, ma non ce ne accorgiamo quasi mai.

Il mio voto per questo libro è di: 5 balene.

Senza titolo-1


Vuoi acquistare Ti aspetto da sempre e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Ti aspetto da sempre o dal generico Link Amazon: Amazon.

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate? Fatemi sapere con un commentino se avete letto questo libro o se lo leggerete e cosa ne pensate!

A presto,

Sara ©

Annunci

One thought on “RECENSIONE #174 – TI ASPETTO DA SEMPRE DI AVA DELLAIRA

  1. Pingback: WWW WEDNESDAY #53 | Milioni di Particelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.