RECENSIONE #168 – AL SERVIZIO DI ADOLF HITLER DI V.S. ALEXANDER.

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE!

E buon lunedì! Eccomi qui con una nuova recensione per voi. Questa avrei dovuta farvela un po’ di tempo fa ma non ho avuto modo di farla prima per via di molte uscite. Quindi eccola oggi che finalmente sono riuscita a finire questo libro davvero interessante Ringrazio la Newton Compton per avermi permesso la lettura. Eccolo qui:

51IeXStE2CLTitolo: Al servizio di Adolf Hitler
Autore: V.S. Alexander
Editore: Newton Compton
Genere: Historical Fiction
Data di uscita: 25 Gennaio 2018
Link d’acquisto: https://amzn.to/2IAQiip
Trama: All’inizio del 1943 i genitori di Magda Ritter inviano la loro figlia presso alcuni parenti in Baviera, sperando di tenerla al sicuro dalle bombe alleate che piovono su Berlino. Dalle giovani donne tedesche, in tempi così duri, ci si aspetta che facciano il loro dovere lavorando per il Reich e sposandosi per dare alla patria figli forti e in salute. Assegnata al rifugio di montagna di Hitler, solo dopo settimane di addestramento Magda scopre ciò che dovrà fare: sarà una delle giovani donne che assaggiano il cibo del Führer, offrendo la propria vita per evitargli di essere avvelenato. Così sperduto tra le montagne, il rifugio sembra lontanissimo dalla cruda realtà della guerra. Ma Magda, nonostante abbia cominciato ad abituarsi a quella pericolosa occupazione, non può fare a meno di accorgersi delle atrocità del Reich e si trova sempre più invischiata in intrighi che metteranno alla prova la sua lealtà. In gioco ci sono la salvezza, la libertà e la vendetta.
 

RECENSIONE

Immagine correlataLa storia ha inizio con un prologo a dir poco sconvolgente. Le parole di Magda Ritter, una novantenne vedova e senza figli che ha prestato il suo servizio ad Adolf Hiler nel periodo di guerra. Magda Ritter è tratta da varie ricerche che ha condotto l’autore per un’intervista all’ultima assaggiatrice di Adolf Hitler ancora in vita che ha deciso di raccontare cosa e è successo in quegli anni al servizio del Furher.

Magda è un personaggio forte e determinato rimasta al servizio di Adolf Hitler fino alla fine ma che ha finto per tanti anni di essergli fedele. Una donna coraggiosa che si giudica severamente tutt’oggi per non aver fatto, forse, abbastanza. Una storia che ripercorre gli anni della guerra, in cui il Furher era al comando della Germania. Un uomo che vi sembrerà, in queste pagine, allo stesso tempo un nonno e un pazzo, così come lo descrive Magda. Una storia toccante, incredibile che ha inizio nel 1943, l’anno in cui Magda Ritter fu assunta.

Cosa succederà a Magda Ritter? Chi incontrerà nel suo cammino? Cosa succederà nel corso della guerra? Chi ha ucciso Adolf Hitler?

Ipnotizzò una nazione, scatenando euforiche rivolte tra coloro che credevano nel radioso nuovo ordine del nazionalsocialismo. Ma non tutti noi lo veneravamo come il salvatore della Germania. Di certo non tutti i «bravi tedeschi». La mia nazione si è macchiata della colpa di avere avuto il più celebre dittatore che il mondo abbia mai conosciuto. Da morto Hitler ha trovato altrettanti seguaci che da vivo. Il suoi cultori sono affascinati dall’orrore e dalla distruzione che ha seminato nel mondo come un demone. Che si tratti di fanatici adoratori del Führer o di studenti di psicologia che si chiedono come un uomo possa essere così malvagio, il risultato è lo stesso: hanno aiutato Hitler a raggiungere quell’immortalità cui tanto ambiva.

La trama è scritta molto bene ed è accattivante. Come hanno presentato il libro, all’incontro con l’editore, sono rimasta molto colpita e non vedevo l’ora di leggerlo. Beh, non me ne pento e posso dirvi che soddisferà le vostre aspettative.

Risultati immagini per v.s. alexander the tasterLa copertina la trovo molto bella anche se sembra quasi cartoonizzata. Non per questo però non resta profonda e sinceramente rappresentativa del libro stesso. E non posso non ammettere che è stata tenuta come l’originale quindi su questo punto non posso ritenermi che d’accordo con l’editore sulla scelta di non modificarla. E’ assolutamente giusta così.

Il titolo, invece, è stato modificato. Inizialmente quando era stata presentato, questo libro doveva uscire come L’assaggiatrice di Adolf Hilter ma poi è stata modificata in Al servizio di Adolf Hilter. Non so il perchè della modifica che ne è stata fatta ma non è meno rappresentativa del precedente. Solo che l’originale The Taster significa l’assaggiatrice ed avrebbero potuto mantenere una versione similare per non discostarsi troppo.

L’ambientazione è la Germania nel periodo della guerra. Si passa dal Berghof, la dimora di Hitler al confine con la Svizzera, a Berlino e in Polonia nei Bunker della Tana del Lupo. L’epoca della storia va dal 1943 alla fine della guerra quindi 45 e tutto ciò che ne consegue successivamente, per la vita di Magda Ritter, la protagonista.

Il liquido aveva un aspetto innocuo, quasi incolore, non riuscivo a credere che potesse essere così micidiale. Fräulein Schultz si allontanò un istante per parlare con un cuoco e io presi in mano la fiala di cianuro e fissai il vetro sottile dell’ampolla. Poi la posai sul tavolo e mi guardai attorno. La cuoca stava supervisionando i preparativi per la colazione di Hitler. Mi sedetti sulla mia sedia pensando a come quella piccola fiala avrebbe potuto cambiare il corso della storia se qualcuno avesse avuto il coraggio di versarla nel cibo del Führer. Hitler per me non era un eroe, ma non osavo dire quello che pensavo.

Risultati immagini per assaggiatrice adolf hitlerI personaggi sono stati diversi ma sono stati tutti composti in maniera davvero ottimale per comprendere la situazione e come era vista la Germania di un tempo.

Magda Ritter è l’assaggiatrice  al servizio di Adolf Hitler. È una donna intraprendente, coraggiosa e determinata che mette a rischio la propria vita per la Germania e per il Reich. Una donna che ha visto questo come un mero servizio ma che non lo ha mai ritenuto un privilegio. Ha odiato Hitler per anni.

Karl Weber è uno dei capitani tedeschi a stretto servizio del Reich. Un uomo buono che crede nei giusti valori e in una Germania migliore. Un traditore agli occhi dei tedeschi ma che combatte e si nasconde mettendo a rischio la sua stessa vita per amore della patria e per amore della persona che ama.

Adolf Hitler è descritto in modo decisamente ambiguo. È un uomo deciso e autoritario ma sembra, come dice la stessa Magda, un nonno buono. Utilizza le assaggiatori proprio perché terrorizzato dal fatto che possa venire avvelenato. Un uomo austero, un tiranno di cui tutti avevano timore e paura.

Eva è una donna strana e stravagante. Non si rende conto del rischio che corre il suo paese e delle sofferenze che gli sono imposte. A lei bastano i suoi abiti firmati e i suoi gioielli per vivere in pace con se stessa. Eva è la compagna del Furher, che prende in simpatia Magda e sente in dovere di confidarsi con lei e di condividere i suoi vestiti per gli eventi speciali. Una donna sola, che ha scelto l’uomo sbagliato.

«Grazie, mio Führer», dissi salutandolo di nuovo. «Ti aspetto per un tè con Weber uno di questi giorni», disse tirando il guinzaglio di Blondi e incamminandosi verso quello che immaginavo fosse il suo bunker. Con il cuore che mi martellava nel petto, mi diressi verso la sala riunioni. Mentre mi avvicinavo a un gruppo di ufficiali che sostavano davanti alla porta mi sentii invadere da una strana sensazione. Hitler mi era sembrato così normale, come un nonno benevolo. Com’era possibile che quell’uomo avesse ordinato lo sterminio di migliaia di uomini, donne e bambini innocenti di cui mi aveva parlato Karl? Non aveva per nulla l’aria di un demone. Scacciai dalla mente quei pensieri. Karl doveva avere ragione. Gli avevo dato la mia fiducia e il mio cuore.

Il perno centrale è per l’appunto Magda Ritter e la sua storia al servizio del Furher. È una storia romanzata che narra ciò che è accaduto a quei tempi alle donne che assaggiavano il cibo per Hitler è che rischiavano ogni giorno di morire avvelenate.

Lo stile utilizzato è stato fluido e altrettanto scorrevole. Scritto in prima persona da Magda Ritter, l’assaggiatrice al servizio del Furher, la storia ha una visione fondamentale per il lettore che riesce a comprendere anche quei tedeschi che per sopravvivere erano costretti a mentire e ad essere all’oscuro di ogni atrocità commessa dal capo del Reich.

La cosa che avrei preferito fosse approfondita ed invece è stata un po’ “banalizzata” e poco concretizzata è stata l’estensione e la profondità dei sentimenti della protagonista stessa. In alcuni momenti la storia sembrava essere stata scritta perché DOVEVA essere raccontata e non perché si vuole arrivare al lettore e colpirlo. Infatti in certi momenti non sono riuscita ad essere in sintonia con Magda proprio perché il modo di scrivere talvolta risultava apatico. Sotto questo profilo avrei preferito fosse migliore ma questo non va ad intaccare la storia ed il suo corso che sono davvero profonde e devastanti a livelli inimmaginabili.

Quando mi vide in cima alle scale, Karl non riuscì a reprimere un sorriso. La neve della sera precedente era stata spazzata ai lati degli scalini e scintillava sotto i raggi del sole. Presi la mano di Karl e ci avviammo lungo il vialetto fino al sentiero per la Casa del Tè. Fuori non c’era nessuno. Lo splendore della natura fece svanire la tristezza e il mio umore si risollevò. Se soltanto non ci fosse stata la guerra! Se le sorti del Paese non fossero state in mano a un folle! Come sarebbe stato diverso il mondo. Io e Karl ci saremmo sposati, avremmo avuto dei figli. Mentre ora non potevamo fare alcun affidamento sul futuro e tutto si sarebbe potuto dissolvere come il vento che ci sferzava il viso.

Un libro potente e sconcertante, che porta con se una storia importante che merita di essere letta e raccontata. Un libro da non sottovalutare, che tutti dovrebbero leggere.

V.S. Alexander ha (ri)costruito una storia profonda che necessitava di essere raccontata. Una storia che parla della crudeltà del più potente tiranno che ci sia mai stato e della sua “fedele” assaggiatrice al suo servizio fino alla fine dei suoi ultimi giorni. Una storia tedesca, un libro dalla voce prepotente, che s’insinuerà nel vostro cuore e nella vostra mente per far si che non succeda mai più una cosa simile.

Il mio voto per questo libro è di: 4 balene.

Senza titolo-2


Vuoi acquistare Al servizio di Adolf Hitler e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Al servizio di Adolf Hitler o dal generico Link Amazon: Amazon

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ve ne pare? Vi piacerebbe leggerlo? Fatemi sapere con un commentino, io vi aspetto!

A presto,

Sara ©

 

3 thoughts on “RECENSIONE #168 – AL SERVIZIO DI ADOLF HITLER DI V.S. ALEXANDER.

  1. Pingback: THE BEST OF 2018 – LE MIGLIORI LETTURE DEL 2018. | Milioni di Particelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.