REVIEW PARTY: OSCURI SEGRETI DI FAMIGLIA DI ALEX MARWOOD (#158)

BUON POMERIGGIO CARE PARTICELLE!

Come state? Eccomi qui con una nuova lettura per voi. Un thriller in uscita oggi per la Newton Compton. Ringrazio Claudia per avermi coinvolto nell’iniziativa e la Newton per avermi permesso la lettura. Ve lo presento:

undefined
Titolo: Oscuri segreti di famiglia”
Autore: Alex Marwood
Editore: Newton Compton
Genere: Mystery
Data di uscita: 08 Marzo 2018
Link d’acquisto: http://amzn.to/2FSX3vO
TramaHanno detto che la bambina è scomparsa quella notte. Stavano mentendo.
“Chiedo scusa a tutti per l’email collettiva, ma ho disperatamente bisogno del vostro aiuto. La mia figlioccia, Coco Jackson, è scomparsa dalla casa della sua famiglia a Bournermouth nella notte tra domenica e lunedì del 29/30 agosto, il fine settimana scorso. Coco ha tre anni.” Quando la piccola Coco sparisce durante una festa di compleanno in famiglia, i media impazziscono. I suoi genitori, infatti, sono ricchi e influenti, così come gli amici che ospitavano nella loro casa al mare. Ma che cos’è successo davvero a Coco? Dodici anni dopo le persone presenti durante quella terribile notte si ritrovano per la prima volta riunite ancora, per celebrare il funerale del padre della bambina scomparsa. E i segreti del passato cominceranno gradualmente a riemergere.

RECENSIONE

Immagine correlataLa storia ha inizio con una richiesta di aiuto e delle deposizioni rilasciate dai presenti nel periodo in cui la piccola Coco Jackson scompare. Era la festa del cinquantesimo compleanno di Sean Jackson e tutti stavano festeggiando quando questo si trasforma in una tragedia. La bambina, una delle due gemelle di Sean scompare nel nulla. I tentativi nel cercarla, interrogare i testimoni e tutto ciò che ne consegue sono totalmente inutili che alla fine ci si rassegna alla sparizione della piccola e alla verità su ciò che le sia successo. I capitoli sbalzano dal 2004 in cui è avvenuto il fatto a dodici anni più tardi  in cui tutti si ritrovano assieme al funerale di Sean JacksonE’ lì che usciranno i segreti oscuri, quelli che sono stati taciuti per anni. Ognuno si rivelerà, finalmente, per ciò che è e la verità verrà a galla.

Cosa è successo alla piccola Coco? Chi è che nasconde dei segreti? Da chi bisogna tenersi alla larga? Cosa è successo dodici anni prima, tanto da essere stato nascosto così a lungo?

La mia figlioccia, Coco Jackson, è scomparsa dalla casa vacanze di famiglia a Bornemouth nella notte tra domenica 29 e lunedì 30 agosto, alla fine del weekend di festa appena passato. Coco ha tre anni. Per esperienza, la polizia afferma che le prime quarantotto ore sono cruciali nei casi di rapimento di minori, per cui la celerità è essenziale. Vi prego cortesemente di inoltrare questa mail a chiunque pensiate che possa rispondere e inoltrarla a sua volta, in modo da dare risalto alla situazione di Coco e avere maggiori probabilità di riportarla a casa sana e salva. Coco è alta circa novantadue centimetri e ha i capelli biondi che le sfiorano le spalle, con la frangetta. Ha la carnagione chiara, anche se adesso, dopo l’estate, è leggermente abbronzata e ha una vistosa fila di lentiggini sul naso. Ha gli occhi azzurri e le sopracciglia più scure dei capelli, ben definite. Quando è scomparsa indossava un pigiama di SpongeBob.

La trama è ben scritta ed è quella che, stavolta, mi è stata più dia aiuto per raccapezzarmi all’interno della storia. Avevo letto solo l’inizio e non fino alla fine come faccio sempre ma il libro essendo stato un po’ confusionario all’inizio, ho cercato di capire meglio se tutti i tasselli di confusione che si erano insinuati nella mia mente fossero corretti.

Immagine correlataLa copertina non mi attrae particolarmente. Inizialmente la Newton Compton aveva affermato che la copertina sarebbe stata identica spiccicata all’originale, invece qualcosa è cambiato ed abbiamo avuto questa qui in cambio. Personalmente penso che il cambio sia stato infruttuoso e ritengo che l’originale forse avrebbe avuto più senso in assoluto. Ma sono comunque punti di vista.

Il titolo in originale è Darkest Secrets ovvero Oscuri Segreti. Noi abbiamo aggiunto per comodità il “di famiglia” perchè suona meglio?! Io avrei comunque preferito Oscuri Segreti, avrebbe reso meglio e sarebbe stato accattivante agli occhi del lettore in libreria, secondo il mio parere ma alla fine nel complesso suona bene anche così.

L’ambientazione è inglese, ci sposteremo attraverso diversi posti in base a dove si trova il protagonista che narra e, siccome ce ne sono diversi, ci sono piccoli paesini diversi per ognuno; l’epoca va dal 2004 in cui la piccola Coco scompare a dodici anni più tardi in cui tutti si ritrovano assieme per la morte di Sean.

Sabato compirò cinquant’anni, pensa Sean. È normale mettersi in discussione quando arrivi ai cinquanta. Guardo la mia vita e dovrei essere soddisfatto. Ho raggiunto tutti gli obiettivi più cari al mondo occidentale. Possiedo un livello di ricchezza che i miei genitori non si sarebbero mai neanche sognati. Le mie figlie sono sane e tra poco cominceranno a parlare. Sono il capo di un’impresa fiorente e, in linea di massima, chi non mi rispetta ha quantomeno paura di me. Sono seduto in un’auto nuova, di lusso, e sto andando nella mia villa milionaria in una delle località più ambite del Paese. Tra poche settimane incasserò un altro milione. I miei amici sono influenti, famosi e ricchi. Mia moglie ha trentatré anni e possiede una bellezza oggettiva, anche se si sta lasciando un po’ andare. Ho una piscina. La mia vita è un successo clamoroso. Allora perché sono così infelice?

Risultati immagini per gif piccola bambinaI personaggi, nonostante non mi siano stati a genio, sono stati ben strutturati. Sono il frutto e il risultato di una famiglia divorziata e con tanti scheletri nell’armadio.  Chi può fare una cosa orribile? Chi può aver preso Coco? C’è qualcuno che voleva che sparisse?

Mila, nonostante non sia il tipo di persona che amo, è un personaggio davvero unico nel suo genere. Lei e sua sorella India hanno un legame profondo a differenza di quello che le due hanno con la sorellastra Ruby – gemella di Coco – . E’ una protagonista enigmatica ma anche scansafatiche. Ha scelto di non lavorare per vivere solo con il suo fondo fiduciario a differenza della sorella India che è precisa e studia.

Ruby adesso ha quindici anni. Quando è scomparsa sua sorella ne aveva solo 3. Non ha mai avuto un gran rapporto con suo padre, uomo che dava più importanza ai suoi soldi che alle sue figlie. Stesso discorso infatti vale anche per India e Mila che faticano anche nel voler andare a riconoscere il cadavere del padre o di andare al suo funerale.

«Vecchio, stupido bastardo. È tipico. Sa benissimo che non va bene, ma lo fa lo stesso. Io ho chiuso. È finita, cazzo». «Se crede che passerò anche solo un altro dei weekend stabiliti con lui, si sbaglia di grosso», dice Milly. «Se li può ficcare in culo i suoi weekend». (…) Guarda la sorella. «Non fa niente, Mills», dice. «Tanto lo sapevamo già com’era fatto». Milly sospira, e il suo viso inizia a corrucciarsi. Poi scuote la testa come un cane sotto la pioggia. «Sì», dice. «Che vada a farsi fottere». «Salve», dice India. «Vorremmo un taxi a Sandbanks, per andare alla stazione. Sì. Prima possibile». Simone le guarda mentre percorrono a grandi passi il vialetto d’ingresso, poi torna sulla sdraio. Presto gli adulti avranno bisogno del suo aiuto. Si preannuncia una splendida giornata.

Il perno centrale sono i segreti. Gli oscuri segreti della famiglia Jackson e degli amici che li circondano e che li hanno circondati sia quando è scomparsa Coco, sia quando è morto il vecchio Sean. Tutto ruota attorno ad essi e una ragnatela si snoda mano a mano che si procede all’interno della lettura.

Lo stile utilizzato è ben strutturato ma relativamente fluido perchè solo all’interno del quadrante dei brevi capitoli narrati in prima persona fra i vari personaggi.

La cosa con cui ho fatto davvero difficoltà sono stati i cambi temporali di capitolo in capitolo. Generalmente non ho questo tipo di problema, anzi mi piacciono le storie che viaggiano su più livelli, ma ho davvero perso il senso dell’orientamento. L’unico filo conduttore era il funerale di Sean e mi orientavo tramite quello, vi ho detto tutto. Altro punto calante della storia è stata la pesantezza del complesso. Il libro sembrava non scorrere mai. Probabilmente questo è dovuto anche dal fatto che tutto gira attorno a personaggi che sono meschini, narcisisti e corrotti.

La cosa di cui invece non posso dire niente è stato il modo in cui l’autrice ha descritto la situazione familiare prettamente di alto livello e di classe. Tutti hanno una determinata impronta, i personaggi hanno il loro perchè e sono ben classificati e distinti uno dall’altro. Sicuramente altro impatto ha avuto tutto ciò che ruota attorno alla storia. Non solo la scomparsa di Coco e la morte di Sean ma di quanto marciume possa esserci nelle persone che ci circondano al giorno d’oggi, talvolta anche i famigliari stessi.

«Mi dispiace, Ruby», dico. «Di cosa ti dispiace?», mi chiede, sospettosa. «Che cosa hai fatto tu?». «Questo non è giusto. Lo sai che dire mi dispiace non sempre vuol dire che hai fatto qualcosa». «Oh, va bene, allora è compassione. Che fortuna che ho».
Prende la scatola delle patatine, la accartoccia e la getta sul vassoio. Mi lancia un’occhiataccia mentre infila di nuovo la cannuccia nel bicchiere e beve il suo frappè. «Non mi hai ancora detto cos’è successo», mi ricorda. «La tua versione. Non quella di qualcun altro».

La storia è stata comunque carina e ben costruita. Il lato thriller, le bugie e i misteri sono davvero ben fatti e tengono il lettore appeso ad un filo. Peccato che non abbia convinto come doveva perchè tutto questo si alterna alla pesantezza della storia. Una storia che non ha impatto come tanti altri thriller che ho letto ma che sicuramente ha da raccontare. 

Alex Marwood ha costruito un intreccio familiare fatto di mistero, bugie e segreti. Una storia familiare che si srotolerà capitolo dopo capitolo dove il lettore non può far altro che riunirsi agli altri e ascoltare. Una storia che potrebbe appartenere ad ognuno di noi per quanto sembra essere vera.

Il mio voto per questo libro è di: 3 balene e mezzo.

tre e mezzo

 


Seguite le altre tappe del Review Party! Eccole qui sotto, non ve ne pentirete:

Alex Marwood - blog.png


Vuoi acquistare Oscuri segreti di famiglia e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Oscuri segreti di famiglia o dal generico Link Amazon: Amazon

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ne pensate? Vi piace? Fatemi sapere, come sempre, cosa ne pensate qui nei commenti che io vi aspetto!

A presto,

Sara ©

Annunci

2 thoughts on “REVIEW PARTY: OSCURI SEGRETI DI FAMIGLIA DI ALEX MARWOOD (#158)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.