REVIEW PARTY: IL SOLE E’ ANCHE UNA STELLA DI NICOLA YOON (#140)

BUONGIORNO CARI LETTORI!

Eccoci qui con un nuovo Review Party di una delle novità più attese per gli amanti della Yoon, dopo il fantastico esordio italiano con Noi siamo tutto. La Sperling & Kupfer, che ringrazio per avermi permesso la lettura, porta in Italia questo bel volume, questa bella storia che vi coinvolgerà. Ringrazio tantissimo anche Sara di Bookspedia che mi ha coinvolto in questa iniziativa! Ve ne parlo subito:
8340165_2923878Titolo: Il sole è anche una stella
Autore: Nicola Yoon
Editore: Sperling & Kupfer
Genere: Young Adult
Data di uscita: 16 Gennaio 2018
Pagine: 335
Link d’acquisto: http://amzn.to/2mSlMIm
Trama: Natasha non crede né al caso né al destino. E neppure ai sogni: non si avverano mai. Crede piuttosto nella scienza e nei fatti. Per intenderci, non è il tipo di ragazza che incontra un ragazzo carino in un polveroso negozio di dischi a New York e si innamora di lui. Eppure è quello che accade, a dodici ore dall’essere rimpatriata in Giamaica insieme alla sua famiglia. Lui si chiama Daniel. È il figlio perfetto, studente modello e sempre all’altezza delle molte aspettative dei genitori. Quando è con Natasha, però, tutto è diverso. Qualcosa in lei gli suggerisce che il destino abbia in serbo un che di speciale – per entrambi. È come se ogni momento della loro vita li avesse preparati solo per vivere questo meraviglioso, singolo istante.

RECENSIONE

Immagine correlataLa storia ha inizio su due fili completamente differenti, due vite diverse, due mondi diversi, due universi completamente distanti uno dall’altro. 

Natasha e la sua famiglia sono degli immigrati irregolari che per colpa del padre, quella sera stessa sono costretti ad andarsene da New York e tornare al loro paese natale, la Giamaica. Natasha però non sia arrende ed esce di casa per un’ultima, flebile speranza che non li faccia partire. Un famoso avvocato che si occupa di immigrazioni e che lei pensa possa esserle d’aiuto.

Daniel è il secondogenito di una famiglia coreana a New York. Charlie, suo fratello, è sempre stato il figlio preferito dai suoi genitori fino a quando si è fatto cacciare dalla migliore scuola in cui poteva andare, la Harvard. Da lì, le speranze sono state riposte tutte in Daniel i cui genitori sperano che diventi un medico come hanno sempre sognato per lui. Daniel però non vuole seguire in consigli dei suoi genitori, lui vorrebbe scrivere e fare ciò che ama di più: scrivere poesie. 

I due si incontreranno in una circostanza strana; Daniel lo chiama destino, Natasha, una conseguenza delle sue azioni. I due si conosceranno e condivideranno la giornata più bella della loro vita.

Cosa succederà a Natasha? Come si incontreranno i due? Cosa condivideranno assieme? Cambierà Natasha il modo di vedere il mondo e Daniel quello di credere in se stesso? Come cambierà quella giornata il corso della loro vita?

Non credo di aver mai osservato qualcuno come sto osservando lei. La luce del sole le filtra tra i capelli disegnandole una specie di aureola intorno alla testa. Il viso è un alternarsi di emozioni. (…) Lei smette di osservare cuffie rotte e, appena i nostri occhi si incontrano, ho una specie di déjà-vù. Ma più che  rievocare un’esperienza passata, mi sembra di vivere una scena che accadrà nel mio futuro. Vedo come saremo da vecchi. Non distinguo i volti e non so né dove né in quale anno, ci troviamo. Ma ho una strana sensazione positiva che non saprei descrivere. E’ un po’ come conoscere tutte le parole di una canzone e trovarle  ugualmente incantevoli e sorprendenti.

Risultati immagini per the sun is also a starLa trama è ben scritta e non cade nel potente cliché dello spoiler gratuito. Lascia molto a intendere ma non specifica niente di preciso, ne parla di cosa accade, quindi punto decisamente a favore su questo, visto che noi italiani tendiamo spesso a spoilerare l’intero libro sulla trama (e non ne capisco il motivo – seriamente).

Sulla copertina, non saprei dirvi quale delle due preferisco, se quella italiana o quella originale. In quella italiana abbiamo aggiunto i due soggetti nella parte alta della copertina. La cosa che apprezzo di più di questo fatto è che, almeno, non siano stati presi due soggetti totalmente diversi da quelli descritti all’interno del libro. I due soggetti sembrano rispettare molto bene i canoni dei protagonisti se non per i capelli del ragazzo. Daniel aveva il codino e i capelli lunghi.

Il titolo non è stato storpiato, anzi è stato semplicemente tradotto, il che non è un male e mi piace ma anche l’originale non era male dopotutto. Nonostante sembra non avere senso, il titolo ha un suo significato anche piuttosto ampio che vi lascerò scoprire da soli. L’ambientazione è New York. Natasha sta per partire per andare in Giamaica e Daniel vive e l’epoca è moderna, una storia ambientata ai giorni nostri.

«Dimmi perchè vuoi fare il poeta», mi chiede. Mi ritraggo e le accarezzo le nocche con il pollice. «Non lo so. Cioè, non so nemmeno se di lavoro vorrei fare quello o altro. Non capisco perchè dovrei saperlo già adesso. So soltanto che mi piace scrivere. Mi piace tanto. Ho dei pensieri e sento il bisogno di metterli nero su bianco e, quando lo faccio, mi escono in versi. E’ la cosa che mi fa stare meglio in assoluto a parte…». Mi interrompo, temendo di spaventarla di nuovo. Natasha solleva ancora la testa. «A parte cosa?» Le brillano gli occhi. Vuole conoscere la risposta. «A parte te. Anche tu mi fai stare bene».

Risultati immagini per fanart the sun is also a starI personaggi sono stati ben delineati e sono stati ben differenziati l’un l’altro. “I personaggi in più”, che si muoveranno all’interno di questa storia, sono stati una sorpresa per me e non pensavo che funzionassero così bene.

Daniel è un sognatore ed inguaribile romantico. E’ un ragazzo modello, un coreano dal sogno americano, come hanno progettato i suoi famigliari per lui. Studierà per fare il medico, è intelligente e sveglio ma ama particolarmente la scrittura e la poesia. Infatti porta con se un piccolo taccuino dove appunta sempre di tutto, le sue emozioni e ciò che lo circonda. Detesta suo fratello Charlie, perfetto in tutto, che lo denigra sempre, lo ha sempre fatto ed è strafottente nei suoi confronti da una vita. In più, crede nel destino e nelle coincidenze: se lui e Natasha si sono incontrati era scritto e le coincidenze li avrebbero portati esattamente dove dovevano essere.

Natasha è cinica, fredda e non crede nel destino. Natasha crede che le cose accadano per una determinata causa, e in conseguenza delle azioni. E’ una ragazza che ama l’america ma che deve tornare in Giamaica perchè immigrata irregolare, scoperta proprio per colpa di suo padre, che lei adesso detesta con tutta se stessa. E’ stato lui a metterli in questa situazione e lei è determinata a risolverla almeno fin dove le sarà possibile. Ama la musica e adora le sue cuffie rosa come ama la scienza e le cose concrete.

Simmetrie
Una poesia di Daniel Jae Ho Bae
Io starò
dalla mia
parte. E tu starai
da tutt’
altra.

Il perno centrale sono le circostanze che faranno incontrare i due protagonisti ed il modo in cui interagiranno sia fra loro che con altri personaggi all’interno di questa storia. E’ l’incredibile storia di due ragazzi che si salvano a vicenda. 

Lo stile utilizzato è stato semplice e diretto. I capitoli sono brevi e suddivisi fra i vari personaggi della storia. Oltre i punti di vista Natasha e Daniel, ci sono stati anche altri punti di vista di persone che i due incontrano o con cui condividono qualcosa nel loro cammino, nel loro percorso.

I punti di vista esterni sono stati ben curati e mi sono davvero piaciuti. Sono stati particolari e la cosa da apprezzare è stato proprio come siano stati strutturati e legati agli altri. Ti fa capire quanto siano importanti le persone e i loro comportamenti, anche quelli che non riusciamo a spiegarci, anche quelli che non conosciamo. Ognuno ha una sua storia, facile o difficile che sia, che noi non conosciamo e che dovremo cercare quantomeno di percepire. Quanto sia difficile anche per gli altri la vita, quanto un piccolo gesto verso qualcuno possa cambiare la vita di una persona anche se non la conosciamo affatto. E’ stato davvero spettacolare questo punto, questa infinita connessione con varie persone con cui nella vita si interagisce ma a cui noi non diamo peso: la sorvegliante agli ingressi della società di immigrazione, un autista, un avvocato, il guardiano di un palazzo, e così via.

La cosa che invece ho apprezzato di meno è stato l’insta-love che si è creato fra i due protagonisti. Troppo rapido e veloce. Nonostante fra i due sia stata una storia molto bella e scritta bene, non mi ha convinto pienamente l’immediatezza della cosa e la velocità in cui galoppano i sentimenti di entrambi i ragazzi in questione. La cosa si risolleva un pò nella parte finale, in cui tutto si spiega.

«Non è strano che i nostri ricordi preferiti siano legati alla persona per cui adesso proviamo meno simpatia?» domando. «Forse è proprio questa la ragione per cui li disprezziamo tanto. Sono così distanti da com’erano un tempo che abbiamo perso la speranza di vederli tornare come prima». «Può darsi. Sai qual’è la parte peggiore della mia storia?» «Quale?» «Che adesso odio le montagne russe proprio per colpa di quella volta». Natasha scoppia a ridere e io pure.

Il libro è stato davvero molto carino. Non a caso poi, l’autrice è somigliante a Natasha perchè anche lei è giamaicana in america e suo marito è coreano-americano come Daniel. Sembra una storia quasi su di loro ed è stato molto bello interagire con due culture diverse in un paese che non è il loro e vedere come entrambe reagiscono.

La Yoon colpisce ancora fin nell’animo. Dopo un esordio come Noi siamo tutto, è difficile ricreare un libro che faccia lo stesso successo ma la Yoon è stata brava anche stavolta. Ha creato un amore potente, un inter-connessione fra le persone strabiliante e la fortezza in cui risiede un ricordo di un momento magico e imprevedibile.

Un libro di cui consiglio vivamente la lettura. Leggero, fresco e semplice ma anche tenero e pieno di significati su cui non sempre ci soffermiamo.

Il mio voto per questo libro è di: 4 conchiglie e mezzo.

quattro-e-mezzo


Seguite le altre recensioni sugli altri blog che trovate qui sotto, all’interno dell’immagine:
26734493_1640583489333134_5416594402115318626_n

Vuoi acquistare Il sole è anche una stella e sostenere il Blog? Acquista da Qui: Il sole è anche una stella o dal generico Link Amazon: Amazon

Aiuterai a sostenere il Blog a ricevere una percentuale che potrà essere utilizzata per acquistare libri di cui vi parlerò!


Cosa ve ne pare? Fatemi sapere se lo leggerete e se siete interessati a questo volume, che vi consiglio!

A presto,

Sara ©

2 thoughts on “REVIEW PARTY: IL SOLE E’ ANCHE UNA STELLA DI NICOLA YOON (#140)

    • Come scritto anche ne a recensione l’insta-love mi è piaciuto poco ma personalmente mi ha colpito. Sopratutto per l’impatto che hanno anche i personaggi di contorno. Su questo posso dirti che l’autrice ha giocato su un territorio che conosce: lei è giamaicana e suo marito coreano quindi è abbastanza in tema. Puoi sempre provare a dare una chance.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.