SEGNALAZIONE #33 – IL PRECARIO EQUILIBRIO DELLA VITA DI GIORGIO MARCONI.

BUON POMERIGGIO LETTORI!

Come state? Oggi ho una nuova segnalazione per voi! So che doveva essere domani ma per venerdì (quindi domani) ho una tappa del BlogTour allora ho anticipato questo! Ecco qui:

Risultati immagini per PRECARIO EQUILIBRIO DELLA VITA

Titolo: Il precario equilibrio della vita 

 Genere: Romanzo (biografico e di costume)

Numero pagine: 136

Prezzo di copertina: 12,00 € (in vendita a 10,40 su IBS e altri siti)

Editore: 96, rue de-La-Fontaine Edizioni

Anno pubblicazione: 2017

ISBN:  978-88-99783-28-0

Link per l’acquisto: https://www.ruedelafontaineedizioni.com/negozio/giorgio-marconi-il-precario-equilibrio-della-vita/               

https://www.ibs.it/precario-equilibrio-della-vita-libro-giorgio-marconi/e/9788899783280

http://www.goodbook.it/libro.asp?isbn=9788899783280

http://www.unilibro.it/libro/marconi-giorgio/il-precario-equilibrio-della-vita/9788899783280

https://www.superbook.it/p/9788899783280-il-precario-equilibrio-della-vita

TramaGiulio Matreschi, pittore, ricoverato in una casa di riposo, racconta la sua vita a Goffredo, impiegato delle poste che va a trovarlo per consegnargli una lettera giunta a destinazione con un ritardo di cinquant’anni. È la lettera di Clara, l’unica donna che il pittore abbia mai amato e che, se ricevuta nel 1939, avrebbe potuto cambiare la sua vita. Alla vicenda s’intreccia la simpatia che nasce tra Goffredo e Yvonne, infermiera della casa di riposo. Le storie dei tre protagonisti si legano nella cognizione che l’Amore non è mai sprecato, ma trova il modo di esprimersi anche a distanza di decenni. Amore che riesce finalmente ad abbracciare le loro esistenze, in bilico e sempre alla ricerca di un equilibrio pur nella consapevolezza della sua inconfutabile precarietà.

Giorgio Marconi è nato a Roma nel 1967. Vive a Cerveteri e lavora a Roma. Consegue il diploma di maturità scientifica nel 1986. Opera nel mondo dell’informatica da quasi 25 anni. Sposato con Alla e papà di Nicole e Greta. Ha avuto modo di viaggiare molto, non solo con la fantasia. Appassionato di letteratura classica e soprattutto contemporanea, amante di noir, gialli, thriller e racconti del mistero. Scrive, principalmente racconti, da quasi 20 anni. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti in concorsi e iniziative letterarie. Tra gli altri, ha vinto il primo premio nei concorsi: Premio Letterario “I Fiori 2005”(Ed. I fiori di Campo), Premio Picena 2003, Premio Biennale Letterario dei Monti Lepini (2002) e Premio di Letteratura “Un messaggio in Bottiglia” (2003). Alcuni suoi racconti sono pubblicati in raccolte edite con altri autori: “I fiori 2002” (ed.  I fiori di campo), Abitando un racconto (Osama Edizioni, 2003), Le Formiche Rosse (Betti Editrice, 2002), I racconti del Prione (Ed. Giacchè, 2002), Mondi Sommersi (Photocity Edizioni, 2011). Nel 2006 ha pubblicato la raccolta di racconti: “D’odio, d’amore e d’altro ancora” (ed.  I fiori di campo). Nel 2011 un suo racconto è stato selezionato per l’antologia: “Del Vizio e Della Virtù – Antologia di racconti del XXI secolo” pubblicata dalla casa editrice Diamond in cui è presente anche  un racconto di Dacia Maraini. Nel 2012 ha pubblicato una prima edizione dell romanzo “Il precario equilibrio della vita” (ed. Montag), finalista ai Premi Nazionali “Le Fenici 2011” e “Nicola Calabria Editore 2011”. Nel 2017 ha pubblicato una seconda edizione, rivista e rinnovata, del romanzo “Il precario equilibrio della vita” con la casa editrice 96, rue de-La-Fontaine Edizioni.

ESTRATTO:

La notte era stata tranquilla. Aveva potuto riposare per otto ore filate. Nessuno degli ospiti aveva avuto bisogno di lei e, vista la loro età, non era cosa da poco. Una notte di sonno sereno è incredibilmente preziosa. Yvonne, questo, lo sa. Nella sua vita non è stato sempre così. Per un lungo periodo non aveva proprio potuto permetterselo e, a volte, l’angoscia di quel tempo riemerge. Accade in quei momenti di dormiveglia che precedono il son-no o che, al mattino, conducono alla piena coscienza di sé, quan-do si cominciano a percepire i suoni della realtà, ma si confondo-no con quelli dei sogni. In quei frangenti, le sembra di udire la voce lamentosa della mamma che le chiede aiuto o il rantolo ansimante del babbo o, peggio ancora, un tonfo sordo, seguito da un urlo strozzato e poi dal nulla. Il cuore le sale in gola, galoppando, quasi voglia fuggire dalla bocca. Il più delle volte si ritrova seduta sul letto, con gli occhi sbar-rati sul nulla o, meglio, su un passato che non riesce a far stare tranquillo, ripiegato ordinatamente in un cassetto della memoria, ma che ostinatamente cerca di riconquistare brandelli del suo presente.


Cosa ne pensate? Vi aspetto come sempre, con tanti bei commenti.

Alla prossima,

Sara. ©

Annunci

2 thoughts on “SEGNALAZIONE #33 – IL PRECARIO EQUILIBRIO DELLA VITA DI GIORGIO MARCONI.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...