RECENSIONE #54 – INSURGENT DI VERONICA ROTH.

BUON POMERIGGIO LETTORI E PARTICELLE!

Eccomi qui, carica per una nuova recensione solo per voi! In questo periodo sto leggendo a manetta perchè ho trovato tutti libri decisamente belli e che scorrono via come acqua quindi che ve lo dico a fare! Eccovi che comincio subito:

insurgent_bookTitolo: Insurgent

Autore: Veronica Roth

Serie: Divergent #2

Editore: DeAgostini 

Pagine: 510

Sinossi: Una scelta può cambiare il destino di una persona… o annientarlo del tutto. Ma qualsiasi essa sia, le conseguenze vanno affrontate. Mentre il mondo attorno a lei sta crollando, Tris cerca disperatamente di salvare tutti quelli che ama e se stessa, e di venire a patti con il dolore per la perdita dei suoi genitori e con l’orrore per quello che è stata costretta a fare. La sua iniziazione avrebbe dovuto concludersi con una cerimonia per celebrare il proprio ingresso nella fazione degli Intrepidi, ma invece di festeggiare la ragazza si è ritrovata coinvolta in un conflitto più grande di lei… Ora che la guerra tra le fazioni incombe e segreti inconfessabili riemergono dal passato, Tris deve decidere da che parte stare e abbracciare completamente il suo lato divergente, anche se questo potrebbe costarle più di quanto sia pronta a sacrificare.

RECENSIONE:

Questo volume è il secondo della saga di Divergent, di Veronica Roth. Prima di iniziare la recensione premetto che è inevitabile che parlando di questo volume, io non cada su eventi accaduti nel primo volume. Tutto questo per dire che se non avete letto Divergent (ed avete intenzione di leggerlo) non vi conviene leggere la recensione, se invece siete temerari, benvenuti. Comunque cercherò di evitare spoiler il più possibile ma non garantisco nulla! Io vi ho avvertito!

La storia ha inizio esattamente dove l’avevamo lasciata con Divergent. Tris si sveglia da uno dei suoi incubi sul treno in cui erano saliti lei, Quattro, Caleb, Peter e Marcus una volta fuggiti dalla fazione degli Intrepidi. Sono diretti dai Pacifici nella speranza di essere capiti e aiutati. Nella speranza di trovare degli alleati.

Sembra essere tutto tranquillo fin quando nella fazione dei Pacifici, Tris comincia a starci stretta ed oltretutto scopre segreti fondamentali per la loro sopravvivenza. Fin quando non arriveranno i traditori, che li stanno cercando.

Riusciranno a sopravvivere? Riusciranno a salvarsi? Leggete, leggete, leggete!

I Pacifici possiedono circa una decina di camion che usano per trasportare le merci, ma solo nei fine settimana. Mi si rizzano i capelli sulla nuca. Se non sono i Pacifici, probabilmente sono gli Eruditi. Devo assicurarmene. Afferro il ramo sopra di me con entrambe le mani, ma mi tiro su solo con il braccio sinistro. Mi sorprende scoprire che sono ancora in grandi di farlo. 

La trama non svela molto e rispetto a quella del primo ed è pensata decisamente migliore della precedente.

La copertina non mi convince molto, proprio come la precedente, più che altro per la grafica semplice. Ma il colore di questo libro mi ha colpito molto oltre che lo stemma dei Pacifici sullo sfondo che è assolutamente figo rispetto a tutti gli altri simboli.

Il titolo, come il precedente volume, ci sta molto bene e sicuramente, preferisco il fatto che non siano stati tradotti in italiano altrimenti non so cosa ne sarebbe uscito. 

Mi sono resa conto che le persone sono costituite da diversi strati di segreti. Credi di conoscere, di capirle, ma le loro motivazioni ti sono sempre nascoste, seppellite nei loro cuori . E tu non le conoscerai mai, anche se a volte decidi semplicemente di fidarti.

I personaggi sono sempre i stessi del primo libro, perlomeno i principali.

La storia ruota molto attorno a Tris e Quattro ma conosceremo più profondamente altri personaggi: 

Conosceremo i Pacifici e la loro capofazione Johanna e i Candidi con Jack che nel primo volume non erano stati approfonditi molto. Ed è stato molto particolare conoscere anche le altre parti che sono in gioco in questa “ribellione” diciamo. Troveremo, ovviamente, Jeanine e conosceremo molto il suo lato perfido, ritroveremo i vecchi compagni di Tris, un Peter strano e diverso, approfondiremo leggermente Marcus e conosceremo gli Esclusi che ormai sono diventati una vera e propria fazione autonoma e forte.

«Ti amo.» L’ho già detto una volta, prima di consegnarmi agli Eruditi, ma lui era addormentato, allora. Non so perché non gliel’ho detto quando poteva sentirmi: forse avevo paura di affidargli un sentimento così intimo, o di non sapere che cosa significhi amare qualcuno. Ma ora la cosa che più mi spaventa è il non averlo detto prima che fosse troppo tardi… non averlo detto prima che fosse troppo tardi per me. Io gli appartengo e lui mi appartiene, ed è sempre stato così. Mi guarda, e io aspetto la sua reazione, aggrappata alle sue braccia per tenermi in piedi. Aggrotta la fronte. «Dillo un’altra volta.» «Ti amo, Tobias.» (…) Affonda il viso nel mio collo e mi bacia proprio sopra la clavicola, poi sulla guancia e sulle labbra. «Ti amo anch’io» mormora.

Risultati immagini per gif insurgentIl perno centrale è la ribellione, è il coraggio è la libertà che si vuole raggiungere. Non esistono più fazioni che tengano, adesso contano alleanze, i Divergenti e sopravvivere. Ma dove si nasconderà la verità?

Lo stile utilizzato è il medesimo del precedente libro. Ma questa volta voglio aprire un dibattito xD (Non è vero, voglio solo esprimere i miei pensieri ecco tutto).

Ho notato diverse recensioni su Goodreads e in giro mentre leggevo il volume che davano pareri piuttosto discordanti. Molti si sono soffermati sul fatto che questo volume fosse un insieme di paturnie mentali della protagonista oltre che  il cambiamento nella relazione fra Quattro e Tris.

Premetto che Quattro non mi trasmette nulla, non è un uomo che su carta ti fa sognare, o almeno non me. E direi che è un peccato ma ci sta perchè non tutti siamo uguali su gusti e modi di pensare e ci mancherebbe.

Ovviamente il libro è più pensato, e vi spiego in che modo. Tris si fa carico della perdita dei genitori, di aver ucciso un suo amico che era sotto simulazione per salvarsi, e cerca di capire il perchè Quattro nasconde tanti segreti (che in amore non dovrebbero esserci, o almeno non troppi perchè esiste la parolina magica chiamata “Fiducia“). Prendete una sedicenne, una Chicago devastata e delle fazioni. La ragazza abbandona la propria famiglia e va a stare in un’altra fazione ma sa di non appartenere ad una sola di esse ma addirittura, più di una perchè lei è Divergente. Mettete poi che vede morire nello stesso giorno entrambi i genitori e si ritrova a combattere per qualcosa di molto più grande di lei. In più l’uomo che ami e che è l’ultima persona che ti è rimasta oltre tuo fratello ti nasconde dei segreti. Non ve le sareste fatte anche voi due domande o non vi sareste fatti venire anche voi dei problemi? Beh, io si e credo che sia normalissimo.

«Vieni, Insorta. » dice, strizzandomi l’occhio. «Cosa?» Mi appoggio e salto giù. Lui apre la borsa su cui stava seduto: è piena di vestiti azzurri. Fruga nel mucchio e ne lancia qualcuno a me e a Christina. Mi toccano una maglietta azzurra e un paio di jeans. «Insorta. Sostantivo. Persona che agisce contro l’autorità stabilita, ma senza necessariamente ricorrere alla violenza.» «Hai bisogno di dare un nome a tutto?» esclama Cara, passandosi le mani sui capelli biondo scuro per mettere a posto le ciocche scomposte. (…) Questa volta voglio che sia diverso. Questa volta deve essere diverso. «Mi piace » affermo. «Insorta. E’ perfetto».

Ovviamente, come il precedente, l’ho adorato. L’ho divorato in pochissimo ed è stato decisamente coinvolgente. Non metto in dubbio il fatto che fosse più intenso di pensieri che la giovane protagonista fa ma l’ho trovato giusto e non troppo pesante.

Non vedo l’ora di proseguire ma sono comunque dispiaciuta che questa saga sta giungendo al termine. Con questo, termino dando il mio giudizio!

Il mio voto per questo libro è di: 4 pesciolini e mezzo.

quattro-e-mezzo


Cosa mi dite? Vi ho messo curiosità? Dai dai dai. Dovete leggere questa saga, non potete perderla!

Alla prossima,

Sara. ©

Annunci

3 thoughts on “RECENSIONE #54 – INSURGENT DI VERONICA ROTH.

  1. Pingback: WWW WEDNESDAY #33 | Milioni di Particelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...