RECENSIONE #53 – ILLUMINAE DI AMIE KAUFMAN E JAY KRISTOFF.

BUON GIORNO CARI LETTORI!

Oggi vi parlerò di un libro tutto particolare e assolutamente da leggere! Vi allegherò tanto di foto per farvi capire la bellezza che si cela dietro questo libro:

23395680Titolo: Illuminae (Illuminae file #01)

Autore: Amie Kaufman

Editore: Mondadori

Pubblicazione: 18 Ottobre 2016

Prezzo: 9,99 € ebook / 22,00 € Cartaceo.

Sinossi: Quel giorno, quando si è svegliata, Kady pensava che rompere con Ezra sarebbe stata la cosa più difficile da affrontare. Poche ore dopo il suo pianeta è stato invaso. Anno 2575: il cielo di Kerenza, un pianeta poco più grande di un granello di sabbia coperto di ghiaccio e sperduto nell’universo, si oscura all’improvviso. Tra le esplosioni e le urla degli abitanti terrorizzati, una squadra d’assalto della… una potente corporation interstellare, dà inizio all’invasione. Ed Ezra e Kady, che si rivolgono a malapena la parola, sono costretti a cercare insieme una via di fuga. Alcuni giorni dopo, però, un mortale… mutante inizia a diffondersi a bordo di una delle navi sulle quali si trovano i due ragazzi e gli altri superstiti. Come se non bastasse, AIDAN, l’intelligenza artificiale che dovrebbe… pare essersi trasformato nel nemico. E nessuno dei militari incaricati delle operazioni di salvataggio sembra intenzionato a spiegare ciò che sta accadendo. Quando Kady riesce ad accedere a… strettamente riservate, le è subito chiaro che l’unica persona che può aiutarla è anche l’unica con la quale pensava non avrebbe più avuto nulla a che fare.

La saga è così composta:

  • Illuminae 
  • Gemina (ancora in lingua originale in Italia arriverà per la fine dell’anno)
  • Illuminae file #03 di cui non si è ancora a conoscenza del titolo.

RECENSIONE:

Il libro è un vero e proprio Dossier. Contiene file, immagini redatte di telecamere di videosorveglianza, trascrizioni di file audio, immagini, la voce e i pensieri di AIDAN e chi più ne ha più ne metta. Un libro particolare, pieno di pagine da vivere oltre che da leggere. Ecco qui alcune foto che vi ho fatto per farvi capire meglio cosa intendo:

Questo slideshow richiede JavaScript.

La storia ha inizio su Kerenza, il pianeta dove vivono i nostri protagonisti, Ezra Mason e Kady Grant e loro due, sono fidanzati, ma non ancora per molto. Kady ha deciso di mollare Ezra perchè stanca della sua ingenuità/stupidità maschile. Peccato che abbia scelto il giorno sbagliato per farlo.

Delle navi spaziali della BeiTech, fra cui la Lincoln,  attaccano il pianeta ed i ragazzi riescono miracolosamente a fuggire ma su due navi diverse. Kady finisce sull’Hypatia ed Ezra sull’Alexander. Inoltre c’è un altra navicella che come loro trasporta le vittime dell’attacco di Kerenza, il Copernicus. Si trovano tutti a fuggire dal pianeta rincorsi dalla Lincoln. E da qui ha inizio il bello, la storia vera e propria.

Ma non riesco a dormire. Non è la mia stanza, la mia casa. Intorno a me non c’è più niente di conosciuto. Certo, ho le mie abitudini, c’è un orario per dormire, uno per mangiare, uno per l’addestramento. Non mi sono mai resa conto che su Kerenza c’era questo livello di comodità in sottofondo, la consapevolezza di essere al sicuro, su cui poggiava tutto il resto. La mia grande avventura doveva essere il college. Le mie piccole avventure erano le gite, la scelta dei corsi di scuola, anche Ezra, volendo. Lui credevo che sarebbe stato un’avventura grande, ma è un altro discorso. Il fatto è che non potevo sapere quant’ero al sicuro perchè non ero mai stata in pericolo. Me l’ha detto Ezra, una volta.

La trama è racconta più o meno ciò che accade. E forse racconta anche troppo, sarebbe stata meglio se le ultime cinque righe non fossero state inserite. Ma non vi resta che leggerlo per scoprire cosa nasconde.

La copertina è davvero fantastica. La sovraccoperta è plastificata, quella che vedete color arancio,  e sotto troverete una rilegatura cartonata piena di appunti, quasi fosse un foglio scritto, cancellato, appuntato. Vissuto ecco.

Anno 2075, la storia si ambienta inizialmente su Kerenza, poi nello spazio a bordo delle navi spaziali Hypatia, Alexander e Copernicus, quindi il luogo fisico è pressoché indefinito. Viaggiano per arrivare a Heimdall dove dovrebbero trovare riparo dagli attacchi imminenti della Lincoln che incombe.

<Errore> Cosa ho che non va? <Memsett malfunzionamento 9HG65 e 10HG81> <Rerouting> Non importa. E’ pronta. Guardo fuori dalla mia pelle. Guardo la carne danzare nel silenzio. I piloti della Alexander hanno pagato cari i momenti che ci sono serviti per terminare la nostra canzone.  Dozzine di minuscoli rottami decorano le secche nere a prua, frammenti che luccicano e vorticano nell’eternità. Pedoni gettati tra le rocce mentre i re e le regine guardano le retrovie. Intatti. Ma non per molto. Il segnale è emesso. I Cyclone rispondono.

I personaggi che incontrerete saranno molti ma io mi soffermerò molto su quelli principali che caratterizzano questo volume.

Kady Grant è il fulcro di tutto. A bordo dell’Hypatia, l'”Astroprincipessa” è intelligente, scaltra, furba e perspicace oltre che decisamente coraggiosa e forte. Ma sotto questo suo strato impenetrabile che la fa sembrare una dura, si cela la sua fragilità e l’instabilità che la spinge col pensiero verso casa, insieme ad Ezra.

Ezra Mason è il classico ragazzo coglione (passatemi il francesismo ma ci sta veramente tutto) almeno per i due terzi del libro. A bordo dell’Alexander, con i compagni si comporta da idiota e con Kady cerca di rimediare perché sente che per lei non è come per tutte le altre. Ma non è quello che sembra, l’uomo virile che fa credere perché anche lui come tutti gli esseri umani ha le sue paure, le sue debolezze e le sue fragilità.

Se dovessi comunque scegliere chi ho preferito fra i due, sicuramente Ezra. Per quanto possa essere idiota mi è sembrato più vero oltre che meno forzato di Kady nello scriverle.

AIDAN è la memoria centrale, il computer e la mente che sostiene i file, e i comandi dell’Alexander. Ma AIDAN non è solo questo. Vi stupirà sapere che è molto più che una semplice macchina. Intrigante lo definirei. Potrete scoprirlo leggendo i suoi pensieri che troverete nelle pagine di colore nero all’interno del libro. “Non sono misericordioso?”

Dicono che le persone contano più delle cose. Forse è vero, ma secondo me c’è un motivo se nessuno, tranne i frati e le suore, rinuncia ai propri beni. Anche i nullatenenti hanno qualcosa a cui sono attaccati, no? La tua roba è una serie di scelte che dimostra chi sei. Si, ho scelto il digiplayer nero coi teschi, problemi? Si, questi sono gli stivali che second mia madre mi fanno sembrare un soldato, questa è la maglia che piace al mio ragazzo, che devo nascondere sotto una giacca se esco di casa. Questa è la tartaruga giocattolo che mi ha lasciato mia nonna prima di morire. Adesso tutto quello che ho è me stessa. La gente conta più delle cose? 

Il perno centrale è la sopravvivenza, almeno secondo il mio modesto punto di vista. In tutto il libro si rincorrono fatti che spingono i protagonisti a sopravvivere ed a cercare sempre una via che li porti vicini alla salvezza per quanto possa essere difficile.

Lo stile utilizzato è senz’altro particolare oltre che scorrevole. I personaggi principali, Kady e Ezra, vengono conosciuti attraverso le loro stesse parole. Vi spiego:

In questo libro non ci sono molte parti descrittive se non le descrizioni dei video di sorveglianza o il diario segreto digitale di Kady che sarà uno dei pochi mezzi per sapere cosa pensa veramente. Però per la maggior parte conosciamo i ragazzi dai loro discorsi e da come parlano. Quindi sappiamo riconoscerli per il modo di comunicare tra loro. Ezra infatti è meno presente e si conosce attraverso i dialoghi. Non ho mai letto, sinceramente, un libro simile. E’ stata decisamente una scoperta sensazionale e diversa oltre che strana.

A differenza loro, AIDAN lo conosceremo non solo per i suoi discorsi ma anche per ciò che pensa – per quanto possa pensare una macchina ovviamente -. Sembrava molto realistico e più volte ho avuto il sentore che AIDAN fosse in qualche modo affine e innamorato (per quanto strano, illogico e irrazionale possa sembrare) della giovane protagonista.

Byteme: usciremo a combattere, se dovesse andare così, m ti giuro Ez che non siamo ancora spacciati.

Byteme: quindi conservati intero.

S.Ten.Mason: se

S.Ten.Mason: non torno

S.Ten.Mason: sai che ti amo, vero?

Byteme: lo so.

Byteme: mi sembra la risposta più inadeguata del mondo, ma lo so. e ti amo anch’io.

Byteme: devo tornare al lavoro, Byron mi sgrida perchè rallento.

S.Ten.Mason: si

S.Ten.Mason: ok

S.Ten.Mason: dio quanto vorrei salutarti con un bacio

Byteme: ecco il perchè di tutte quelle passeggiate a baciarmi con la mente. ti allenavi per questo momento.

Byteme: io sto immaginando di baciarti, adesso.

Byteme: ho sentito dire che non sono male.

Inizialmente entrare in questo libro mi era sembrato difficile ed avevo paura di perdere il filo logico delle cose invece è tutto collegato molto bene oltre che scorrevole.

Le mie difficoltà si sono limitate solo a capire termini tecnici relativi alle navicelle spaziali o ai nomi di chi incontreremo dell’equipaggio che diventano, più si va avanti, sempre più familiari.

Ogni pagina un colpo di scena, non smette mai di coinvolgere e di farti entrare sempre più a bordo delle navicelle su cui si trovano i ragazzi superstiti. Un libro di fantascienza forte, scorrevole e pieno di azione.

Ovviamente,  lo consiglio a tutti.

Il mio voto per questo libro è di:  5 pesciolini.picsart_09-22-09.39.42-1.jpg


Eccoci qui alla fine cari lettori belli! Cosa ne pensate? Vi ho incuriosito? Spero proprio di si e spero che lascerete un bel commento per sapere un vostro parere!

Alla prossima,

Sara. ©

Annunci

6 thoughts on “RECENSIONE #53 – ILLUMINAE DI AMIE KAUFMAN E JAY KRISTOFF.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...