RECENSIONE #51 – I LIMITI DELL’AMORE storia di te e di me DI DIAMANTE GIORGESE

BUON POMERIGGIO CARI LETTORI!

Oggi abbiamo la recensione di un libro che mi è stato affidato dall’autrice e che non vedo l’ora di parlarvene. Ecco che lo presento:

diamante-copertina-211x300Autore: Diamante Giorgese
Titolo: I limiti dell’amore storia di te e di me
Pagine: 88
Prezzo: 2.99
Sinossi: Lorenzo e Anna sono la coppia perfetta, un amore unico li unisce ormai da anni; Claudia è solo una ventenne ma ha già un segreto inconfessabile da nascondere. Tre nomi legati dal filo dell’amore, della vita e della colpa, intrecciati in un percorso che porrà l’attenzione sulla flebile consistenza dell’essere, e su come tutto sia fragile e alla mercé del tempo. I protagonisti capiranno che tutto può sfuggire dalle proprie mani, da un momento all’altro, che anche l’amore conosce limiti, che il passato inevitabilmente influenza il futuro, e che il perdono non sempre significa dimenticare; perché la vita dona colpe, ferite, emozioni, e spesso non è data la possibilità di tirarsi in dietro. E l’amore sarà allora in grado di sopravvivere e superare le circostanze della vita? E cos’è in fondo l’amore? E la gelosia?

RECENSIONE:

La storia ha inizio su due livelli o meglio, due punti di vista. Il primo a parlare è Lorenzo. In seguito prenderà voce Claudia.

Lorenzo ed Anna, si amano tanto e stanno vivendo il loro sogno insieme. Ma la vita può essere crudele a volte ed il destino riserba, purtroppo, sorprese amare. Questo sogno si spezza e Lorenzo si ritrova solo. Claudia è una ventenne che ha perso sua madre ed ha un grande e profondo peso che porta con se. 

Le due voci si troveranno a viaggiare sullo stesso binario ma cosa succederà veramente? Cosa ha, ancora, in serbo la vita per loro?

Ci sono paure che con il tempo si sedimentano, diventano gelo, marmo, fermano l’istante in cui tutto accadde, pronte a farlo rivivere di nuovo. Ma con lui non è accaduto, con lui è stato il pomeriggio più bello che io abbia mai vissuto.

La trama è assolutamente il filo conduttore di questa storia e la conduce bene. Tutto si basa su ciò che è stato scritto, senza spoiler ed è stata creata piuttosto bene. Molte cadono i chiacchiere inutili o fanno spoiler indesiderati. Qui tutto procede bene, quindi punto senza dubbio a favore.

La copertina è carina e può piacere, sono gusti. Personalmente, non mi fa impazzire ma, ripeto, i gusti son gusti.  Il titolo forse è troppo lungo ma  comunque profondo ed in linea con la storia narrata.

L’ambientazione e l’epoca non sono ben specificati. Potrebbe sembrare moderno ma non troppo. Purtroppo non essendo precisa come cosa non saprei dirvi.

«Tu credi di potermi amare per sempre?», la curiosità nei suoi occhi mi invitava come null’altro ad essere sincero. «Io voglio che sia per sempre», non chiedevo nulla di più, se non la consapevolezza che tutto quello che io sentivo potesse durare. «Ma magari domani ti ritroverai con dei bisogni diversi da quelli di oggi, ed io non sarò più in grado di ascoltarli». «Ma magari non sarà così», il solo pensiero che dedicai alla possibilità mi donava dubbi, e colorava tutto di mancanza e adii.

I personaggi sono essenzialmente due e sono i punti di vista su cui ruota la storia.

Lorenzo è il principale senza ombra di dubbio. Un personaggio davvero forte, intenso. Ama profondamente e vive felice fino a che non gli viene portata via la cosa che ama di più al mondo. E lì tutto cambia.

Claudia è una ragazza semplice ed insicura. Ed ha un peso grande che porta dentro e che sembra corroderla ogni giorno. Uscirà a galla? 

Anna fa parte della storia tanto quando Lorenzo e Claudia. E sarà legata indissolubilmente ad entrambi attraverso un filo invisibile che li farà incontrare e scontrare nel vortice infinito della vita che ci regala sempre delle sorprese inaspettate, che ci facciano bene o male.

«Ed allora dimentica il mio passato, dimentica il tuo, e vivi, vivi adesso. Perché è adesso che io ho bisogno di te». «Ma non posso ignorare il domani, né ciò che ieri ti ha portato ad essere la persona che ho qui davanti». «Ma non devi. Allo stesso modo, però, non puoi privarti della certezza dell’oggi per l’incertezza di un domani troppo influenzato da ieri per poter essere come vorresti», pensieri così profondi e complessi da farmi smarrire. «Il presente è solo un modo per allungare l’attimo, prima di abbandonarlo al passato». «Tutti i domani saranno oggi, non puoi vivere nel futuro, se non con la fantasia»

Il perno centrale è l’amore. L’amore che ci fa vincere e perdere al tempo stesso. L’amore di una vita o di un secondo non importa, è ugualmente importante ed è ugualmente bellissimo.

Lo stile utilizzato è fine e delicato. I messaggi lasciati all’interno di questo racconto sono piuttosto belli e mi hanno fatto riflettere. Il tutto è molto profondo e mi è piaciuto molto il modo di interagire dell’autrice nella storia. Sembra quasi entrarci  in punta i piedi e lascia dei messaggi davvero belli.

La cosa che purtroppo mi ha lasciato piuttosto interdetta è il personaggio di Lorenzo. Autorevole, deciso, una persona che ama ed è amata come non mai si potrebbe mai desiderare MA la giovane età collocatogli sembra andargli stretta sopratutto nei discorsi che fa. Ho fatto decisamente fatica ad entrare nei suoi discorsi che, per quanto profondi e decisamente ammirevoli, sembravano conferirgli un’età molto più adulta di quella che effettivamente ha. Ovvio che la maturità di una persona non si da in base all’età anagrafica ma ad un ragazzo relativamente giovane ho fatto difficoltà ad associargli una mentalità simile ed un modo di vedere le cose così trasparente e importante.

Altra dubbio, purtroppo, è stato la ristrettezza di descrizioni di ciò che effettivamente li circonda. E’ circoscritto a se stesso e mi sarebbe piaciuto saperne di più anche sul contesto che li circondava. Tutto molto fine a se stesso ecco tutto.

«Ma non stanno più insieme! Lui ha te adesso! Lei non è più nella sua vita allo stesso modo in cui lo sei tu ora». «Lo so ma… non si sono lasciati perché lo volevano, è stata la vita a scegliere per loro…». «Cosa vorresti dire con questo?». «Che ho paura, una paura tremenda». «Ma di cosa?». «Che domandandogli se mi vorrebbe ancora, nel caso in cui lei potesse tornare indietro, mi direbbe di no».

Il racconto è decisamente molto buono. Ho apprezzato molto la profondità interiore e viscerale che traspare in questo piccolo racconto che racchiude tanto in ciò che i personaggi cercano di trasmettere. Però piuttosto limitato alle emozioni che provano e dichiarano – oltre ai messaggi ed i valori che l’autrice cerca di trasmettere -.

E se ben sviluppato avrebbe potuto essere un romanzo ben costruito molto più di un semplice racconto. Un’autrice che mi ha sorpreso senza dubbio e per questo racconto siamo arrivati alle battute finali!  

Il mio voto per questo libro è di: 3 pesciolini e mezzo.picsart_09-29-08.44.45-3.jpg


Cosa ne pensate di questa recensione? Lasciate un bel commento che io vi aspetto sempre. Buona serata,

Sara. ©

Annunci

5 thoughts on “RECENSIONE #51 – I LIMITI DELL’AMORE storia di te e di me DI DIAMANTE GIORGESE

  1. Pingback: WWW WEDNESDAY #32 | Milioni di Particelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...