RECENSIONE #49 – NON DIRMI BUGIE DI RENA OLSEN.

BUONA SERA CARI LETTORI!

In questo giovedì pomeriggio abbiamo la recensione di questo libro che esce proprio oggi edito Newton Compton che ringrazio infinitamente per l’invio! Sto parlando di:

non-dirmi-bugie_8685_x1000Titolo: Non dirmi bugie
Autore: Rena Olsen
In uscita il: 02/03/2017 (Oggi)
Prezzo: € 9,90
Pagine: 333
Mai credere alle apparenze – Un grande thriller
Sinossi: Clara sta spazzolando i capelli a una delle figlie, quando alcuni uomini armati fanno irruzione in casa e arrestano Glen, suo marito. L’ultima cosa che lui le urla, prima di essere portato via, è di non dire niente, e lei ubbidisce. Del resto, la rigida educazione che ha ricevuto da ragazzina, e che l’ha resa poi una giovane donna dalle maniere perfette, l’ha abituata a fare ciò che va fatto. Sempre. Ma la situazione precipita rapidamente e lei si ritrova rinchiusa, interrogata da uomini e donne che la chiamano con un altro nome, Diana, e che accusano il marito di aver commesso crimini atroci. Clara ripercorre così il suo passato, cercando la chiave per comprendere ciò che le sta succedendo. E a poco a poco il passato inizia a stridere con il presente e Clara è costretta a mettere in dubbio la realtà che ha sempre dato per scontata: dovrà ricorrere a tutte le sue forze per aprire gli occhi sul presente e affrontare il futuro, se per lei un futuro c’è ancora…

RECENSIONE:

La storia ha inizio proprio come preannuncia la trama. Clara sta spazzolando i capelli a sua figlia Daisy e degli uomini fanno irruzione in casa. Clara si nasconde nell’armadio con la piccola ma viene trovata e portata via mentre suo marito Glen le dice di non parlare, di non raccontare niente. Clara ama suo marito e obbedisce perché lei, oltre che essere stata per tutta la vita dedita all’obbedienza, non ha niente da temere. Suo marito è innocente ed hanno sbagliato ad incolpare loro oltre che a portarle via le figlie.

Ma gli uomini che l’hanno portata via la chiamano Diana. Chi è Diana? Perché mettono in dubbio Glen e cercano di farla parlare? Cosa nasconde veramente Glen? In questo libro si scaverà dentro la protagonista stessa e sul suo passato per cercare di rimettere tutti i tasselli al proprio posto.

«Lo sapevo. Ti piace proprio eh?» «Zitta, Macy». Sono ancora più piccata perché sta dicendo la verità. Mi piace Glen molto più di quanto dovrebbe, e questi sentimenti mi hanno spinta a comportarmi in modo per me del tutto insolito. Dovrei stargli lontana, ma non riesco. Se Mami o Papi lo scoprissero, la cosa potrebbe rovinare la mia opportunità con il cliente che hanno trovato. Sempre di più, comunque, il pensiero di lasciare questo posto, per vivere felicemente una vita insieme al Signor Q, mi procura dolori lancinanti al cuore.

La trama mi ha incuriosito da subito. Allora premetto che ci sono thriller e thriller e ci sono sinossi e sinossi. Questa mi ha catturato da subito e devo dire che come Thriller mi ha stupito veramente.

La copertina, personalmente non mi fa impazzire e ricorda vagamente la copertina cinematografica che hanno riadattato sul libro de “La ragazza del treno”. Ma sarò sincera. Di tutte le copertine di Thriller della Newton Compton questa è senz’altro la migliore. Fossero tutte così la sezione sarebbe migliore.

Il titolo è stato cambiato rispetto all’originale The Girl Before. Non capisco il motivo del Non dirmi bugie ma evidentemente hanno pensato di “riadattare” visto che La ragazza prima, come traduzione letterale, suona male.

L’epoca è senz’altro moderna e l’ambientazione è americana. Non è specificato il luogo preciso ma viene menzionato, ad esempio il South Dakota quindi ci troviamo senza dubbio negli Stati Uniti.

«Si chiama Emily ed è ancora sotto custodia dello stato». «Perché non può venire a stare con me?» chiedo. «Posso prendermi cura di lei». «Nella tua stanza?». Mi acciglio. «Perchè la volete tenere lontana da me?» «Non ti appartiene, Clara». «Invece si». Connor mugugna per la frustrazione. «Va bene, parliamo di Emily. Per quanto tempo è vissuta con te?» Tengo la bocca chiusa. Non ho ottenuto quello che volevo. Non risponderò alle domande.

I personaggi che passano sotto gli occhi della nostra protagonista sono molti quindi non li elencherò tutti. Vi parlerò dei principali:

Clara è la protagonista e voce narrante di questa storia. E’ una ragazza disciplinata e intelligente. Studiosa e ubbidiente oltre che piuttosto succube di tutto ciò che succede. Ma non stupida come si potrebbe pensare dopo tutto ciò che subisce.

Glen sarà l’erede degli affari di Papi G. Innamorato di Clara fin da quando la conosce ad un ballo e fa di tutto per proteggerla. Inizialmente ha una faccia ma lentamente cambia fino a rivelarsi tutt’altro.

Mami Mae è la madre di Glen. E’ decisa, pignola e forte, molto forte. E Papi G è il padre di Glen ed è un uomo autoritario e deciso oltre che piuttosto malvagio sotto molti punti di vista. Entrambi tengono molto alla segretezza al loro figlio e agli affari.

Macy è una delle amiche più grandi che Clara abbia mai avuto e la reputa una sorella. In questa storia, anche se non sembra poi molto ha decisamente importanza.

Connor e  la dottoressa Mulligan sono coloro che, in modi diversi, cercano di aiutare Clara e di farla uscire dal suo guscio silenzioso. Due persone sostanzialmente diverse ma con un cuore grande.

«Voglio rivedere Glen», dico, ignorando la sua affermazione. La dottoressa Mulligan mi studia per un momento. «Temo non sia in mio potere. Perchè vorresti vederlo?» «E’ mio marito. Ha bisogno di un motivo?» «Immagino di no. Ma perchè adesso?» Chiudo il taccuino sbattendolo e mi copro il viso con le mani. Non voglio piangere ma non mi sento bene da quando Mami Mae è venuta a farmi visita. Odio questa cosa. Tutto questo. Voglio tornare a casa e stare con Glen, con le nostre figlie, persino Mami Mae.

Il perno centrale di questo bel libro è la vita di Clara e, soprattutto, la verità. La vita di Clara dopo la cattura cambia drasticamente e ricordi del suo passato tornano e la colpiscono forte come non mai. Ma cosa ci sarà veramente dietro a tutto questo? Non dirò nulla, dovrete scoprirlo da soli, ovviamente!

Lo stile utilizzato è semplice e diretto. Scritta in prima persona, la storia si alterna in ogni capitolo dividendosi fra il Prima e L’Adesso, trascinandoti nella vita di Clara senza mezze misure. Adesso è tutto ciò che sta vivendo Clara dopo la cattura. I suoi silenzi, i suoi dolori, i suoi pensieri, la verità. Il Prima era la sua vita nella casa dove è stata cresciuta da Mami Mae e Papi G e dove si è innamorata di Glen. Nel volume si impara a conoscere la protagonista passo passo e più si va avanti e più si entra nel suo mondo, nella sua vita e nei suoi spazi. L’autrice, essendo questo il primo libro d’esordio, è stata veramente brillante. La storia non ha particolari sconvolgimenti nella fase dell’Adesso ma in quella del Prima fa capire quanto la vita di Clara è stata dura e oppressiva. E quanto sia stata succube di una vita che non avrebbe dovuto appartenergli.

Ma questo lo scoprirete se leggerete questo libro!

(Ho comunque notato due errorini di battitura all'interno del volume, non sono cosa grave ma ci sono).

«Qualche volta era solo arrabbiato, sussurro, lo faceva stare meglio fare sesso, ma sempre in modo violento. Dopo mi portava dei regali. Connor mi ha detto ieri che a lui non piace comprare dei regali alla fidanzata dopo i litigi. Ma che nemmeno le ha mai fatto venire dei lividi.» «Come ti sei sentita quando Connor ti ha detto questo?». «Confusa». «Perchè?». «Mi sono sempre sentita viziata quando Glen mi portava dei regali, sopratutto quando meritavo di essere picchiata, o quando assorbivo la sua tristezza ».

Il libro è stato più che buono. Difficilmente un libro riesce a prendermi sin da subito diventando coinvolgente dalle prime pagine. Ecco, con questo libro è successo. Non riuscivo a staccarmi dalla lettura mi sono completamente immersa nella storia di Clara tanto da sentirla tristemente vicina.

Per quanto sia una storia a tratti violenta e psicologica tratta di argomenti attuali che al giorno d’oggi, anche se vengono spesso mascherati, sono una realtà piuttosto consistente. E, come dice l’autrice stessa, si ringrazia chi libera bambini, donne e uomini da queste realtà regalandogli la vita che sembrava perduta.

Consiglio vivamente la lettura di questo libro, non potete perderlo. Da oggi in libreria!

Il voto per questo libro è di: 5 pesciolini.

picsart_09-22-09.39.42-1.jpg


Cosa ne pensate? Io penso che dovreste leggerlo perché merita molto! Lasciate un bel commento, io vi aspetto.

A presto,

Sara. ©

Annunci

8 thoughts on “RECENSIONE #49 – NON DIRMI BUGIE DI RENA OLSEN.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...