IN ANTEPRIMA, RECENSIONE #18 – E’ SOLO UNA STORIA D’AMORE DI ANNA PREMOLI.

BUON SABATO POMERIGGIO CARI LETTORI!

Oggi vi presento la recensione in ANTEPRIMA – ebbene si perché uscirà in libreria il 3 Novembre – di questo bel libro che mi ha inviato la Newton Compton che ringrazio ancora fortemente:

Titolo: E’ solo una storia d’amore  È solo una storia d'amore
Autore: Anna Premoli
Pagine: 314
Data di Uscita: 03/ 11 / 2016
Editore: Newton Compton
SinossiCinque anni fa Aidan Tyler ha lasciato New York sul carro dei vincitori, diretto verso il sole e il divertimento della California. Fresco di Premio Pulitzer grazie al suo primo libro, coccolato dalla critica e forte di un notevole numero di copie vendute, era certo che quello fosse solo l’inizio di una luminosa e duratura carriera. Peccato che le cose non stiano andando proprio così: il suo primo libro è rimasto l’unico, l’agente letterario e l’editore gli stanno con il fiato sul collo perché consegni il secondo, per il quale ha già incassato un lauto anticipo. Un romanzo che Aidan proprio non riesce a scrivere. Disperato e a corto di idee, in cerca di ispirazione prova a rientrare nella sua città natale, là dove tutto è iniziato. E sarà proprio a New York che conoscerà Laurel, scrittrice di romanzi rosa molto prolifica. Già, “rosa”: un genere che Aidan disprezza. Perché secondo lui quella è robaccia e non letteratura. E chiunque al giorno d’oggi è capace di scrivere una banale storia d’amore… O no?

RECENSIONE:

La storia ha inizio con Aidan dal suo amico e agente letterario Norman che insiste per cercare di avere qualche traccia dell’esistenza di un libro da presentare alla casa editrice. Aidan ha vinto un premio Pulitzer per il suo primo ed unico libro e, pieno di prosopopea, non (vuole) ha ispirazione per un futuro libro.

Così che Norman, amareggiato, cerca di convincerlo a scrivere regalandogli uno dei libri rosa di una certa Dalilah Dee, scrittrice che ha scritto molti libri ed ha fatto subito molto successo. Il problema è che Aidan odia quel genere e pensa sia banale, oltre che semplice, scrivere una storia d’amore.

Aidan esce poi dal suo agente e si reca in un bar sottostante. E’ lì che farà la conoscenza di Laurel, una donna intelligente e carismatica. Ma Aidan non sa che sotto il vero nome di Laurel si nasconde lo pseudonimo di Dalilah Dee, la famosa scrittrice. Da qui inizierà la vera e propria storia in cui le vite dei due scrittori si incontreranno e si scontreranno per la maggior parte del tempo.

«Non puoi rifiutarti di comparire » mi sta ripetendo senza sosta da quando ho messo piede nel suo ufficio. In realtà posso. E’ proprio questo il bello. « Norman, lo sai che no amo espormi…» «Lo so. E infatti le tue apparizioni sono state ridotte al minimo. Ma devi farti conoscere dalle persone, devi uscire dal tuo recinto, se prima o poi speri di pubblicare un mainstream. Un conto è la privacy e un altro il totale anonimato», mi fa notare.

La trama è giusta. Il giusto equilibro fra ciò che è da dire e ciò che no. E poi lascia l’amaro in bocca rispetto a tante che svelano molto più di quello che dovrebbero.

La copertina, rispetto alle vecchie della Premoli mi piace molto di più anche se, dopo aver letto il libro l’avrei preferita Blu. Potrete scoprire la motivazione di tutto questo solo leggendo il libro, non voglio Spoilerare!

Il perno centrale è assolutamente la scrittura ed il genere Rosa che tanto angoscia il protagonista maschile quanto invece amato da quello femminile. La scrittura coinvolge pienamente tutto il libro essendo i nostri protagonisti due scrittori di fama. 

La scrittura è assai scorrevole e l’epoca è moderna, ambientata in una New York di oggi.Risultati immagini per gif charlie noi siamo infinito

« Si, sta scrivendo. Ma si è già bloccato », gli svela il traditore. « Tuttavia, potrebbe anche sbloccarsi, se solo s’impegnasse.» Impegnarmi? Mi trattengo dall’alzare gli occhi al cielo. «E come? », chiede mia madre. Da notare che non sta chiedendo niente a me, è sempre e solo interessata all’opinione del nostro grande esperto. «Il mio parere professionale è che la sua ispirazione momentanea dipende dall’aver conosciuto una persona…» svela sibilino.

La storia si sposta e si basa su due voci narranti, Aidan e Laurel.

Aidan è il classico uomo da prendere poco sul serio. Si comporta come Don Giovanni ha sempre l’ultima parola e non prende ordini da nessuno, tanto che fa sempre di testa sua. Un uomo presuntuoso e duro, quello che ha tutte le donne ai suoi piedi. All’interno del libro, però, si troverà messo alle strette e il suo carattere potrebbe risultare fastidioso agli occhi di chi incontrerà nel suo cammino.

Laurel è una di noi. Ovvero, una donna con i classici attributi all’esterno ma allo stesso tempo fragile insicura. E’ cinica, precisa ed odia il colore rosa. L’ho trovata molto semplice come vera e rappresentativa del genere femminile. Oltre che portabandiera di un genere che può sembrare semplice  a di fatto non lo è.

« Aidan! » chiama minacciosa. « Aidan!», ripete una seconda volta mentre mi cerca di stanza in stanza. Glielo devo concedere, è in gamba. Mi sta chiamando con chi sa già che la mia presenza è una certezza. Davvero, non capisco come io abbia fatto a frequentare per tanti anni donne con una percentuale minima di neuroni, quando in realtà trovo così tanto affascinante la materia grigia.

I personaggi, oltre Laurel e Aidan di cui vi ho già parlato, non sono molto definiti.

L’unico che viene ben rappresentato è Norman, l’agente letterario di entrambi i protagonisti.
Norman è un uomo semplice, timido, senza troppe pretese. Nonchè amico di Aidan da molto tempo.

Alex è la sorella di Aidan e molto simile a lui anche se, al contrario, lei ama leggere il rosa. Si fa circondare da tanti uomini ma il suo cuore batte per il migliore amico di suo fratello.

I genitori di Aidan sono pungenti al punto giusto. Tanto da mettere lo stesso Aidan in difficoltà.

Le amiche di Laurel sono tutte scrittrici in rosa ognuna con la propria “specializzazione”; Julie, ad esempio, scrive di un rosa storico. Sono una fonte di sostegno e di confronto per Laurel tanto da aprirle gli occhi su molte cose.

«Vado e torno.» 
«E’ questo il problema, torni sempre.» 

Ho apprezzato molto questo libro ed è stata una bella scoperta, devo essere sincera.

E’ stato scorrevole, tant’è che l’ho divorato in poche ore. La storia è stata proprio come dice il titolo: Una semplice storia d’amore che ho trovato comunque molto deliziosa. Ironica, scorrevole e pungente al punto giusto. In alcuni punti non sono riuscita a trattenere delle risate.

Il genere rosa può sembrare banale e semplice ma nasconde mille sfaccettature. Non è così semplice scrivere una bella storia d’amore. Perché sono già tutte trite e ritrite. Quindi tirarne fuori qualcosa di bello può risultare veramente complesso.

E devo dire che la Premoli mi ha stupito. Mi è entrata nel cuore fin da subito ed ho apprezzato il fatto che i protagonisti fossero due scrittori così che si possa imparare anche un punto di vista assai differente da chi lo legge soltanto.

Con questo concludo affermando che dovete leggere questo libro!

Per questo libro il mio voto è di : 4 e 1/2 Conchiglie.

picsart_09-29-08.44.45-2.jpg

Alla prossima,

Sara.©

Annunci

34 thoughts on “IN ANTEPRIMA, RECENSIONE #18 – E’ SOLO UNA STORIA D’AMORE DI ANNA PREMOLI.

  1. Bella recensione, come sempre! Di Anna premoli, finora ho letto “Come inciampare nel principe azzurro”, e “Un giorno perfetto per innamorarsi”, e mi sono piaciuti entrambe! Buona serata, cara Sara.
    Un abbraccio.

    Liked by 1 persona

  2. Per essere il primo libro che leggo della Premoli e considerando che ero partita moooooolto prevenuta, ammetto che mi è piaciuto molto. Mi aspettavo un libro un po’ più descrittivo però, invece sono solo fatti xD

    Liked by 1 persona

  3. ho adorato questo libro, va be io sono una fan della Premoli e quindi non mi aspettavo di meglio. Sono felice che sia piaciuto anche a te, Adesso ti consiglio di leggere sempre di suo Un giorno prefetto per innamorarsi che mi è piaciuto tantissimo ma devo dire che anche questa è stata una gran bella lettura

    Liked by 1 persona

  4. Pingback: WWWWEDNESDAY #16 | Milioni di Particelle

  5. Pingback: INTERVISTA AD ANNA PREMOLI PER IL LIBRO “E’ SOLO UNA STORIA D’AMORE” | Milioni di Particelle

  6. Ho questo libro, ma ancora devo leggerlo! In realtà ne ho diversi della premoli ma nemmeno uno ne ho letto! Ma solo che la adoro! Spero di leggerlo presto! Ultimamente sono un pò indietro…complimenti per la recensione!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...