RECENSIONE #9 – TUTTA LA VERITA’ SU GLORIA ELLIS DI MARTYN BEDFORD.

Buonasera Cari lettori! 

Quest’oggi vi farò la recensione del libro che aspettavate.

Autore: Martyn Bedford.
Titolo: Tutta la verità su Gloria Ellis. 
Editore : De Agostini.
Pagine: 384
Sinossi: Gloria Ellis ha quindici anni e odia la sua vita. Odia la stupida cittadina di provincia in cui è cresciuta, la stupida scuola che frequenta e gli stupidi amici che vede tutti i giorni. È per questo che quando nella sua classe arriva un ragazzo nuovo, un ragazzo deciso a infrangere ogni regola, Gloria se ne innamora immediatamente. In apparenza Uman è tutto ciò che lei ha sempre sognato: è brillante, sicuro di sé, imprevedibile. Ed è pronto a trascinarla in un’avventura che non conosce limiti, se non quelli del proprio coraggio. Gloria accetta la sfida e parte – senza lasciare un biglietto, senza salutare nessuno – per una folle e romantica fuga attraverso l’Inghilterra. All’inizio tutto è come lei se l’era immaginato: un’esperienza liberatoria, esaltante. Presto, però, Uman si rivela diverso da quel che sembrava. E quando Gloria se ne accorge, quando scopre la verità su di lui, si ritrova ormai molto lontana da casa. Forse troppo lontana. Dalla penna di uno scrittore pluripremiato, una suspense psicologica che mozza il fiato. Una storia indimenticabile, costruita come un interrogatorio della polizia, in un rapido susseguirsi di domande e risposte, confessioni e colpi di scena. Fino all’ultima, strepitosa riga.9788851138400_f12d90fabba015d24d6fd706662c122b

RECENSIONE :

La storia  ha inizio con Gloria J. Ellis in commissariato con sua madre e l’ispettore Ryan.
Tutti credono che lei sia stata rapita da Uman, un suo nuovo compagno di classe.
Ma non è così.
Da lì parte il racconto di come Gloria vedeva la sua vita nei momenti che lei chiama del “Prima” e di come ha conosciuto Uman. 
E di come sia cambiata radicalmente.

È buffo, io non mi sono mai considerata scomparsa.
Come si sparisce da sé stessi?

La copertina a differenza di come affermano tutti l’ho trovata azzeccata. L’uragano non deve per forza stare a segnare un evento successo ma un cambiamento dentro se stessi o lo scompiglio che Uman ha portato nella sua vita.

La trama, invece, dopo aver letto il libro l’ho trovata fuorviante. 
Gloria comprende e conosce Uman a poco a poco ma non si rivela qualcosa che a lei non piace. Anzi, continua a piacerle fino ad amarlo. E porta il lettore ad apprezzare il viaggio che li accompagna.
Personalmente non lo trovo un libro da sottovalutare anche se molti adulti tendono a minimizzare, facendo notare che due quindicenni non avrebbero mai fatto tutto questo viaggio in questo modo.

Fra le centinaia di domande che mi hanno fatto da quando è finita, nessuno, non una sola persona, ha pensato di chiedermi: Lui ti manca? Ma la cosa strana è che ogni volta che torno nei posti in cui siamo stati insieme, l’assenza di Uman è più un conforto che un tormento. Quelli sono stati momenti felici, quelli sono stati i nostri posti felici.

Gloria è fragile, dolce e si fa trascinare in un insolito viaggio che la cambierà repentinamente.

Uman è il classico tipo “strano”, bizzarro, istintivo ma dolce, tanto tanto dolce. Uman combatte contro lo strano impulso di sentirsi libero da tutti gli scheletri del passato che lo tengono prigioniero.

Uno all’altro, legati da un filo indissolubile. Uman cerca di far vivere Gloria come dovrebbe e Gloria tira fuori il meglio di Uman pagina dopo pagina.


Per gli adulti, questa storia di due quindicenni in fuga alla ricerca di se stessi può sembrare troppo forte.
Troppo cruda o troppo strana.
Ma io ho amato più la fuga ai momenti del “Prima“.
Di come i due sfidano il destino scegliendo una meta attraverso un mazzo di carte.
E viaggiano tralasciando il “Dopo“.
Il tipo di scrittura é stato molto semplice e diretto con cui l’autore coinvolge pienamente. E l’epoca é stata fortemente vicino a noi, in cui la tecnologia ci prende più del resto a volte.

“Se potessi esprimere un desiderio, quale sarebbe?” ha bisbigliato.
“Vorrei poter viaggiare nel futuro per vedere come sarà la mia vita”. Era fin troppo folle per essere reale. Eravamo noi i pazzi. Non sbadigliavamo né dicevamo banalità. Eravamo i pazzi del tutto e subito. Eravamo pronti a bruciare, bruciare, bruciare.

Nel viaggio accadono talmente tante cose che non si riesce a smettere di leggere per cercare di arrivare alla fine che alleggerisce ma lascia l’amaro in bocca.
Il cambiamento di Gloria avviene gradualmente e lei me prende consapevolezza mano a mano.
Ho apprezzato particolarmente questo libro, sia perché ho amato le insicurezze nascoste da uno Uman spavaldo e le sicurezze di Gloria con il passare del tempo sia perché, in quel viaggio, ho capito che a volte siamo troppo presi nel cercare di piacere agli altri che perdiamo noi stessi
E a volte avrei voluto affrontare un viaggio così anche io per sentirmi ancora un po’ più io.

Il voto per questo libro è : 5 pesciolini.picsart_09-22-09.39.42-1.jpg


Cosa ne pensate? Con questo vi saluto.
Alla prossima, 
Sara. ©

Annunci

13 thoughts on “RECENSIONE #9 – TUTTA LA VERITA’ SU GLORIA ELLIS DI MARTYN BEDFORD.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...