RECENSIONE 4# – MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI DI GIACOMO MAZZARIOL.

BUONASERA A TUTTI CARI LETTORI!

Stasera parto con una nuova recensione del libro che ho terminato ormai da ben cinque giorni! E, finalmente, riesco a scrivere la recensione:

Titolo:  Mio fratello rincorre i dinosauri.
Autore : Giacomo Mazzariol.
Editore : Einaudi.
Pagine : 176.
SinossiGiovanni che ha tredici anni e un sorriso piú largo dei suoi occhiali. Che ruba il cappello a un barbone e scappa via; che ama i dinosauri e il rosso; che va al cinema con una compagna, torna a casa e annuncia: «Mi sono sposato». Giovanni che balla in mezzo alla piazza, da solo, al ritmo della musica di un artista di strada, e uno dopo l’altro i passanti si sciolgono e cominciano a imitarlo: Giovanni è uno che fa ballare le piazze. Giovanni che il tempo sono sempre venti minuti, mai piú di venti minuti: se uno va in vacanza per un mese, è stato via venti minuti. Giovanni che sa essere estenuante, logorante, che ogni giorno va in giardino e porta un fiore alle sorelle. E se è inverno e non lo trova, porta loro foglie secche. Giovanni è mio fratello. E questa è anche la mia storia. Io di anni ne ho diciannove, mi chiamo Giacomo.

RECENSIONE :downloadfile.jpeg

La storia comincia con una famiglia piccola ma numerosa e Giacomo, che ha cinque anni, scopre che presto oltre alle due sorelle avrà un nuovo fratello, maschio.

La gioia che irrompe nella famiglia e la stravolge con la notizia che, questo fratello atteso, sarà speciale, Giovanni.
Giovanni è vita, semplicità e disastro.
E’ caos, spontaneità e dolcezza.
Ma diverso.
Un supereroe che, però, non ha poteri.

Quando Giacomo scopre la parola Down tutto il suo entusiasmo si trasforma in un vergogna e rifiuto. Dodici anni per scoprire ed imparare a vedere il mondo come lo vede suo fratello Giovanni. Per amarlo così com’è. Dodici anni per convincersi che, forse, un supereroe lo era davvero.

Dopo aver strisciato nel sottobosco della coscienza per due anni, una serie di domande erano arrivate a stringermi d’assedio. Come avrei fatto a convivere con le fragilità di mio fratello? Come avrei fatto a essere felice sapendo che lui non avrebbe mai avuto una ragazza e forse nemmeno gli amici, degli amici come i miei, con cui confrontarsi, con cui litigare – come avrei fatto?

Giacomo Mazzariol mette tutto se stesso in questa autobiografia in cui il protagonista è in tutto e per tutto Gio, suo fratello.

Un romanzo in cui, insomma, non ha inventato niente; tutto frutto delle sue avventure, quelle di Gio e della sua famiglia.

La trama è divertente e giusta, ciò che effettivamente è il libro. Ed è anche come il libro stesso comincia. Il titolo invece è spiritoso e autentico. Bello.

La copertina l’ho trovata un pò triste, forse per i colori spenti e poco rappresentativa. Si può sembrare come se è un bambino che non può fare tutto, quindi diverso ma triste rispetto al bel messaggio che lascia il libro.

Vado via.
– Venti minuti? – chiese lui posando la tazza dei Power Rangers.
– Si vado via per venti minuti. Consigli?
Gio indicò un diplodoco, i dinosauro con il collo dritto e lungo che sbucava tra le tazze e i barattoli ammassati sul tavolo.

La scrittura è scorrevole e dolce, articolato non troppo preciso ma scorrevole quindi la precisione non fa il caso nostro. Anzi tutt’altro. Il perno centrale, senza troppi giri di parole è per l’appunto Giovanni, la sua “abilità” e il suo rapporto all’interno della famiglia ma soprattutto quello con suo fratello.

Il libro doveva colpire, ed ha colpito.
Almeno parlo per me.

Un libro autobiografico che lancia un messaggio veramente, veramente forte. La diversità non è una malattia. A volte essere diversi è essere speciali. 

La storia di Giacomo e Giovanni mi è entrata nel cuore.
Il libro è divertente e fa riflettere in maniera del tutto equilibrata.
E’ una scoperta di un mondo che non tutti conoscono.
Fino alla fine ti stupisce con avventure, risate, opportunità, amicizie, ed il legame fraterno che unisce questi due giovani fratelli.
Giovanni è davvero speciale.

Un libro da leggere, sicuramente.

Il mio voto per questo libro è: 4 Conchiglie.

picsart_09-22-09.39.42-2.jpg

Alla prossima,

Sara. ©

Annunci

7 thoughts on “RECENSIONE 4# – MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI DI GIACOMO MAZZARIOL.

  1. Pingback: WWW WEDNESDAY #3 | Milioni Di Particelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...